Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
scottish
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 21.08.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.1
Racchetta: Wilson Pro Open 2012 / Wilson Ultra 100cv

Le diagonali in quarta cat.

il Lun 7 Ago 2017 - 16:17
Promemoria primo messaggio :

Buongiorno a tutti, 
facevo una riflessione su quanto letto su questo sito parecchie volte, cioè sull'importanza di "tenere" la diagonale di diritto. Le partite generalmente a parità di livello si vincono li....la cosa non mi coninceva affatto.....

Sono un ovver 40 proveniente dal calcio, fisicaccio da 193 cm per 88 kg mi sono avvicinato a questo sport 4 anni fa e dal 2015 ho iniziato a fare tornei Fit, passo il primo anno da nc a 4.3 e il secondo 4.2 puntando molto sulla mia fisicità, sull' agonismo e concentrazione, ma soprattutto martellando il punto debole degli avversari e cioè al 90% il rovescio. Mi chiedevo allora perchè tennisti più esperti sostenevano che la diagonale da tenere e "vincere" fosse quella del diritto....

Ora prossimo a passare 4.1 e affrontando sovente questi (perdendoci spesso) mi sono accorto che vado in difficoltà proprio utilizzando la vecchia tattica di martellare sul rovescio avversario perchè fino a ieri facendo questo spesso riuscivo o a portare all'errore l'avversario o a chiudere facilmente il punto salendo a rete; diciamo che mi sono abituato a ricevere un certo tipo di palla, ora invece mi trovo in difficoltà proprio giocando ed attaccando sul rovescio dell'avversario perchè le palle che mi ritornano sono sicuramente più complicate da chiudere.

Mi sono incancrenito su una tattica di gioco ed ora spesso capita che pur accorgendomi che questa tattica sia diventata spesso deleteria, continuo per automatismo a perseguirla con scarsi risultati.

kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13151
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 11:16
...qui più di handicap sensoriali siamo nel campo dell'handicap razionale...

Se vai sugli sci e non sei dedito alla discesa libera kamikaze, il maestro o "l'amico bravo" ti diranno: "Hey, visto che sei uno sciatore della domenica e non tutte le piste sono la Streif della tua pleistescion...che ne dici di fare lo spazzaneve e poi cominciare a scendere per zig-zag in diagonale???".
Non ho capito perché, se lo dice un maestro di sci...va bene per forza. Se lo dice un "qualsiasi maestro di tennis" bisogna per forza mettere in discussione "il Sistema" introducendo temi come la sociologia dei consumi, la psicologia, la psicoanalisi e la psicanalisi, le vocazioni artistiche, l'etica e l'antropologia.

Alla fine mi vien da dire come Kent "Tieni presente che facendo così non fai solo correre l’avversario, ma corri molto di più anche te che non tenendo la diagonale...". Insomma, se vuoi perdere, amareggiarti e sudare: beh, arrangiati!
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 11:17
Kent, non per forza. Dipende chi comincia a giostrare. Se fai spostare un giocatore abituato alla ricerca della palla, lui potrá ribattere cercando anche il tuo di spostamento, ma se cosí non dovesse essere, ecco la necessitá di attenersi al presupposto iniziale, cioé riferirsi ad un tennista basico, all'ora molto probabilmente non impatterá al meglio rimettendo, tendenzialmente palle aggredibili e, presumibilmente, passanti per il centro della rete. Difficilmente, quindi, ti fará spostare come replica al tuo gioco. Insomma, chi inizia a cercare qualche cosa che assomigli ad una sorta di tergicristallo avrá lo scambio in mano, non avendo l'avversario colpi che gli permettano di uscire dalla ragnatela prodotta. Almeno, questa é la mia esperienza e qualche partita mi diescd anche di vincerla ...  Very Happy
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 11:25
Aggiungo che tra le tante cose dette da uno dei piú riconosciuti maestri nella storia del tennis, un certo Bill Tilden, c'é anche questo concetto: " in fondo il tennis é molto semplice ... gioca la palla piú lontano che puoi dal tuo avversario." Piú basico di cosí ...
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13151
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 11:58
Santa padella, Dago, Big Bill Tilden giocava con i pantaloni bianchi lunghi... In ogni caso, per tua massima sfi...sfortuna, Tilden giocava sulle diagonali. Che poi facesse molti più lungolinea di adesso...è un fatto. Però, nel dopoguerra (concetto a te affine, essendo decisamente vintage), le prime scuole di allora introdussero concetti come "zone" e "quadranti".
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13151
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 12:05
Dago, capisco che non "c'hai voglia" e che hai già una certa età... Però ti tocca lavorare!
Non ho detto che hai un piede nella fossa e l'altro è paralizzato...però, se vuoi giocare a tennis, con magliettina dry-fit o con la coppola, con la 100x300 o con la Dunlop Fort...ti tocca metterti a fare diagonali. Giuro, ti si apre un nuovo mondo! Ti metti lì, dividi verticalmente il campo in quattro corridoi e orizzontalmente in tre aree per parte. Eccoti 12 orticelli tuoi e 12 orticelli dell'avversario: coltivali.


Ultima modifica di kingkongy il Ven 11 Mag 2018 - 12:18, modificato 1 volta
avatar
andyvakgj
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1490
Età : 50
Località : Rimini
Data d'iscrizione : 04.02.14

Profilo giocatore
Località: Rimini
Livello: del mare
Racchetta: Pure Drive 2017

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 12:07
gioca la palla piú lontano che puoi dal tuo avversario...

...e per farlo è spesso necessario aprirsi il campo con le diagonali.
avatar
Iron
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 814
Età : 39
Data d'iscrizione : 04.03.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: Scarso...ma mi diverto troppo
Racchetta: Dunlop Srixon Revo CV 3.0

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 12:17
In pratica vuoi dire che per un giocatore poco allenato è piu facile tirare una palla da un lato e una dall'altra, quindi cambiando sempre direzione rispetto a non cambiare direzione guocando sulla diagonale?
Il gestire il centro del campo, muovendo l'avversario da un lato all'altro è una strategia molto piu avanzata e difficile da attuare rispetto a tenere la diagonale e cambiare nel momento favorevole.
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13151
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 12:19
No, Iron, non hai capito...  Very Happy si intende tirare la palla a sinistra ma anche se poi viene destra fa lo stesso.
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 12:20
King, Tilden è vero che giocava quando si portavano i pantaloni lunghi, ma per un 4° basso le sue prediche bastano ed avanzano, secondo me Wink .
Certo che giocava sulle diagonali, come tutti i giocatori di tennis seri, ergo, non da 4° basic, almeno nella media, ma con quali 4° giochi, non è che dalle tue parti la classifica federale si interpreta diversamente  Very Happy .
Se un 4° categoria sa tenere con efficacia, condizionando il proprio avversario, la diagonale del diritto, o è pronto per il salto di qualità, o è un 4° solo perchè non facendo tornei FIT non ha classifica, ma non è un vero 4° base.
Dove gioco abitualmente, ho il piacere di assistere ogni settimana all'allenamento di qualche giovane agonista che, ogni settimana (non so se accada anche in altri giorni della settimana, ma non lo escludo) passano l'ora prima della mia a tirarsi missili sulle due diagonali, dir/dir e rov/rov, 1 ora di diagonali.
Mai visto i miei pari 4° fare cose simili, infatti la diagonale non la tengono per più di 2/3 colpi e non certo a comandare. Già più spesso ti trovi il 4° di turno che cerca d'inchiodarti sulla diagonale del rovescio, ma usando il suo diritto in sideout, magari anche altino, ma è un'altra storia.
Comunque, King, mi sembra ovvio che abbiamo convinzioni diverse, poco male, ci mancherebbe, ma non tanto sul fatto che non sia importante saper sfruttare la diagonale, mai detto il contrario, ma che lo possa essere, lo debba essere, per tutti i 4° indistintamente (perchè questo è il Topic), quasi fosse un dogma, dimenticando che per 4° si intendono mediamente giocatori che praticano molto poco, spesso giocano solo da pochi anni, insomma ... la diagonale è una cosa seria, da tennista già un po' più maturo, diciamo un 4° evoluto, ma non meno scratch .
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13151
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 12:23
Dago, è inutile che allontani l'amaro calice nel tuo campo da tennis in erba nell'Orto dei Getsemani... hahahahah ti tocca lavorare! Very Happy
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 12:34
... Dago, capisco che non "c'hai voglia" e che hai già una certa età... Però ti tocca lavorare!
Non ho detto che hai un piede nella fossa e l'altro è paralizzato...però, se vuoi giocare a tennis, con magliettina dry-fit o con la coppola, con la 100x300 o con la Dunlop Fort...ti tocca metterti a fare diagonali. Giuro, ti si apre un nuovo mondo! Ti metti lì, dividi verticalmente il campo in quattro corridoi e orizzontalmente in tre aree per parte. Eccoti 12 orticelli tuoi e 12 orticelli dell'avversario: coltivali...


Perchè pensi mi riferissi a me, io le diagonali in allenamento le faccio con la racchetta in legno da 65 inch e non è una battuta.
La mia scheda personalizzata è esattamente questa:
10 minuti di pallaggio sciolto sulla verticale curando solo la profondità usando un paio di coni di segnalazione, 
10 minuti di diagonale diritto su diritto, usando sempre coni di segnalazione per identificare il canale da rispettare,
altri 10 minuti sul rovescio,
10/15 minuti di farfalla,
10/15 minuti di attacco difesa alternata, prima uno attacca, dopo un paio di scambi passivi, e l'altro difende, poi si invertono i ruoli, con punteggio ai 3,
competamento dell'ora con i servizi.
Il mio è un discorso generale, mi piacerebbe sentire quanti tennisti che giocano mediamente 1 ora alla settimana, dico 1 ora, sappiano gestire una diagonale ..., ma qui oltre a te e pochi altri, non ho assistito, finora, a tanti interventi in tal senso, o forse mi sono sfuggiti  Laughing
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 12:50
... In pratica vuoi dire che per un giocatore poco allenato è piu facile tirare una palla da un lato e una dall'altra, quindi cambiando sempre direzione rispetto a non cambiare direzione guocando sulla diagonale?
Il gestire il centro del campo, muovendo l'avversario da un lato all'altro è una strategia molto piu avanzata e difficile da attuare rispetto a tenere la diagonale e cambiare nel momento favorevole ...



Iron, non sono d'accordo.
Gestire il centro del campo non è sicuramente uno skill basico, certamente, ma non lo è neanche gestire con efficacia una diagonale, questo è il punto.
Però, mentre nella gestione della diagonale ci vuole capacità di mettere sempre pressione, o tenendo sempre profonda la palla o caricandola molto di spin, se accorci la diagonale non fa più così male, anzi, offri al tuo avversario molte soluzioni per metterti in difficoltà, dovendo giocare sempre la palla in un canale ideale non più largo di un metro,  nell'alternanza dx/sx, ma anche profondo/corto, piuttosto che l'incrocio delle quattro opzioni, hai molti più margini di errore, non sei costretto a giocare vicino i margini del campo, il campo a disposizione dove indirizzare la è spesso molto più largo, non serve sempre picchiare, puoi anche appoggiare la palla, nel caso non riesci a colpire al meglio, il tuo avversario, atleticamente appena dignitoso (continuo a sottolineare questo aspetto), dovrà sempre raggiungere e colpire con i 2 piedi mai completamente a terra (cosa che accade, invece, se scegli di giocare sulle diagonali), infine, potrai decidere di aiutarti con un attacco in controtempo. Io la vedo così, poi, per carità, che ognuno giochi come gli pare  Very Happy  
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13151
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 13:13
Dago, o son tutti superallenati e/o superallenanti sulle diagonali...oppure sono in penitenza, essendo maggio il mese della Madonna.
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 13:58
Very Happy
avatar
Iron
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 814
Età : 39
Data d'iscrizione : 04.03.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: Scarso...ma mi diverto troppo
Racchetta: Dunlop Srixon Revo CV 3.0

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 13:58
E' completamente il contrario :il colpo in diagonale è quello con meno rischio di errore, guocare in diagonale mica significa tirare alla linea... Colpire a due metri dal centro col dritto e fare colpire l'avversario a due metri dal centro col dritto significa giocare in diagonale con tanto margine d'errore

Per gestire il centro devi correre rischi e accellerare, altrimenti l'altro ti gioca un colpo in diagonale e non sei piu nel centro... Se non hai una palla veloce e/o pesante, il centro non lo gestisci perche l'altro non ti ci fa stare perche è facile toglierti da li se non pressioni
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 15:10
Iron, quando si dice giocare in diagonale non si intende semplicemente questo, ma più convenzionalmente impostare la propria tattica  su continui scambi sulla diagonale al fine di inchiodare l'avversario nel suo angolo spingendolo a fargli giocare un colpo meno incisivo in modo da poter cambiare agevolmente sul lungo linea, puntando al vincente, o, più semplicemente, portarlo ad un errore gratuito forte della nostra presunta maggiore consistenza. Chi tra i due giocatori dimostra di avere maggiore affidabilità, ha, in qualche modo, la chiave per vincere la partita. Almeno, io ho inteso ci si riferisse a ciò.
Se ti sembra basico avere uno skill di questo tipo, evidentemente abbiamo metri di misura diversi. Io non credo che sia alla portata di un 4NC che pratichi il tennis a livello da diporto, come sono la maggior parte  dei giocatori amatori, ma magari mi sbaglio. Per coltivare questa abilità, ma l'ho gia detto e rischiamo di ripeterci, ci vogliono parecchie ore di allenamento per un discreto periodo, a quel punto, se l'interessato si togliesse lo sfizio di valutare con dei tornei FIT il livello raggiunto, si accorgerebbe di essere tutt'altro che un 4.6. Giocare in diagonale a due metri da centro non basta per considerarla tattica sulle diagonali, un giocatore che riceve un cross a due metri dal centro, deve fare un paio di passi e rimetterla di la, non mi sembra una situazione di stress. Giocare sulle diagonali, spesso, significa stare quasi fermi sul posto o spostarsi molto poco sugli angoli estremi del campo; in questo modo si sfrutta al meglio la base di appoggio su entrambe le gambe, in modo da poter ben caricare la palla. Se ti sposti, invece, sei sempre alla ricerca dell'equilibrio ideale, è un'altra cosa.
Però è presto fatto; tu sei un 4nc o 4°basso? Sai tenere almeno 5/6 scambi sulla diagonale di diritto, dentro un corridoio di, diciamo 1 metro, senza metterla in corridoio, accorciare o andare lungo e non è neanche necessario che tu dia molto spin, anche se sarebbe nella prassi più ricorrente di questa tattica di gioco? Se la risposta è affermativa e non hai speso molto di più dell'abituale oretta settimanale di gioco per consolidarla, è pertinente suggerirlo ai 4NC come strategia di gioco vincente, se la risposta è negativa, allora occhio, perchè stiamo invitando un giocatore sprovveduto a tentare strategie che, presumibilmente, praticherebbe senza la necessaria efficacia per renderle sufficientemente vincente.
avatar
Iron
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 814
Età : 39
Data d'iscrizione : 04.03.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: Scarso...ma mi diverto troppo
Racchetta: Dunlop Srixon Revo CV 3.0

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 15:53
Giocare in diagonale significa stare quasi fermi sul posto?No..... Si recupera sempre(o si dovrebbe se si ha il tempo) al centro dell'angolo formato dai due possibili  migliori colpi che l'avversario puo tirare....naturalmente giocando in diagonale dobbiamo muoverci di meno,perche il centro dell'angolo è piu vicino rispetto a se giocassimo parallelo.
Piccolo esempio :https://www.youtube.com/watch?v=x38vPrB8Jtc
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 16:16
Iron, mi sa che stiamo parlando di cose diverse.
Il video che hai postato illustra un normale esercizio per andare a colpire in cross ... Lo sfruttare le diagonali è una concezione tattica ben precisa, parlare di diagonali, in gergo, si intende questo, non quello che tu hai esemplificato con quel video, ma se così non fosse (bisognerebbe chiederlo a chi ha aperto il post), mi tiro indietro.
Io non solo non ho mai detto che giocare sulla diagonale sia sconveniente, ho proprio sottolineato come sia il colpo che presenti meno problemi esecutivi,  basta andare a scorrere i miei interventi, è un'ovvia banalità, ma questa affermazione non c'entra nulla con il suggerire ad un 4° d'imbastire il proprio gioco basandosi sullo sfruttamento delle diagonali; stiamo parlando di una tattica di gioco ben precisa che comporta determinate abilita tecniche che ho già illustrato più sopra, inutile ripetermi. Però, tu non hai risposto ai miei quesiti  Laughing
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 16:32
Solo per fare capire cosa intendevo, velocemente ho trovato solo questa esercitazione sulla diagonale per poi cambiare sul lungolinea, per la verità molto blanda. Fintanto che non cambi uscendo sul lungolinea, il gioco è presidiare il proprio angolo, spostamento insignificante. Le esercitazioni a cui assisto personalmente dove gioco abitualmente, fanno scambi diritto su diritto e rovescio su rovescio di 15, 20 minuti senza mollare, e tirano delle vere e proprie mine, con palle piene di spin, prova ad uscire dallo scambio se ci riesci. Ma stiamo parlando di ragazzi dell'agonistica che sono sicuramente all'interno della 3 categoria ...  altro che 4° Rolling Eyes
avatar
Iron
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 814
Età : 39
Data d'iscrizione : 04.03.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: Scarso...ma mi diverto troppo
Racchetta: Dunlop Srixon Revo CV 3.0

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 16:34
Quale quesito? Quello a cui ti rispondi da solo dicendo che se gioco più di un'ora alla settimana non posso consigliare a un giocatore occasionale di giocare in diagonale?
Se invece la tua curiosità è quante palle riesco a mantenere sulla diagonale la risposta è da 1 a 99....dipende con chi palleggio o gioco

Il video spiega come si copre il campo e si recupera e mostra come non è vero che si gioca da fermi in diagonale... Ma queste sono le basi
Cosa sia giocare sulle diagonali io lo so, grazie... Sei tu che fai confusione
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13151
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 16:56
mmm, queste, mine non sono. Le "mine" sono altre.
Si tratta di uno scambio sulle diagonali dove uno dei due, in particolare, non regge la diagonale di rovescio e alleggerisce lo scambio in back, mentre l'avversario va a generare pressione. E ancora, un cambio rovescio-dritto e poi "entrare" di dritto con uno sventaglio (sulla diagonale di rovescio).
Tutto normale. A velocità leggermente più bassa, è "una roba" da Quarta a tutti gli effetti.
Il problema, però, è che un conto è fare un esercizio sulle diagonali e un conto è giocare sulle diagonali! Cavoli, sono due cose differenti come cerca anche Iron di spiegare.
Un esempio? Sette (oppure 5, 9, 11) scambi e poi si è liberi di cambiare. Voglio vedere chi tira il colpo dispari... se tira una mozzarella...!!!! Non si corre? Si corre di meno ma si "steppa" di più!!! Che ti vengono delle caviglie di acciaio.
Le diagonali sono fondamentali e "di base" proprio perché si impara a "stare in campo", ovvero a "gestire" angoli e zone.
In pratica, basta uno sguardo - 5 secondi - per capire "come sta" un giocatore. Da quello capisci chi hai di fronte.
Sono una "base" anche per il giocatore di Quarta? Ma sìììì! Tantissimissimo! Proprio per la "visione" del gioco che, ricordiamocelo bene, non è bidimensionale ma tridimensionale. Una volta era in 2D perché c'erano meno rotazioni. Ora è estremamente in 3D e, pertanto, è ancora più importante questa "base".
Tutto qui.
Ma non è per alzare l'asticella tecnica, tutt'altro. E' proprio per cercare di far capire l'anima del tennis.
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 18:02
Ho come l'impressione che non si leggabene  quanto scritto. KK, le mine non sono quelle del filmato che ho sottolineato illustrare scambi blandi, ma quelle a cui ho assistito io. Il filmato recuperato velocemente, non dei migliori, illustra sicuramente dei 4 che comunque stanno dedicando del tempo che difficilmente dei 4 da diporto, magari piú atempati, dedicano. Infatti nel filmato si tratta di giovani, probabilmente di qualche scuola tennis, destinati a salire di cat. Comunque, vedo convinto irrinunciabilmente o, meglio, pregiudizialmente, sia KK, ma non é una novitá, sia Iron. Quindi, pace e amen. Io rimango della mia idea rispetto al tema del topic, non sempre rispettato nei vari interventi, e non per questo mi sento brutto, sporco o cattivo, sbaglio? Very Happy
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 18:02
Ho come l'impressione che non si leggabene  quanto scritto. KK, le mine non sono quelle del filmato che ho sottolineato illustrare scambi blandi, ma quelle a cui ho assistito io. Il filmato recuperato velocemente, non dei migliori, illustra sicuramente dei 4 che comunque stanno dedicando del tempo che difficilmente dei 4 da diporto, magari piú atempati, dedicano. Infatti nel filmato si tratta di giovani, probabilmente di qualche scuola tennis, destinati a salire di cat. Comunque, vedo convinto irrinunciabilmente o, meglio, pregiudizialmente, sia KK, ma non é una novitá, sia Iron. Quindi, pace e amen. Io rimango della mia idea rispetto al tema del topic, non sempre rispettato nei vari interventi, e non per questo mi sento brutto, sporco o cattivo, sbaglio? Very Happy
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 18:03
Ho come l'impressione che non si leggabene  quanto scritto. KK, le mine non sono quelle del filmato che ho sottolineato illustrare scambi blandi, ma quelle a cui ho assistito io. Il filmato recuperato velocemente, non dei migliori, illustra sicuramente dei 4 che comunque stanno dedicando del tempo che difficilmente dei 4 da diporto, magari piú atempati, dedicano. Infatti nel filmato si tratta di giovani, probabilmente di qualche scuola tennis, destinati a salire di cat. Comunque, vedo convinto irrinunciabilmente o, meglio, pregiudizialmente, sia KK, ma non é una novitá, sia Iron. Quindi, pace e amen. Io rimango della mia idea rispetto al tema del topic, non sempre rispettato nei vari interventi, e non per questo mi sento brutto, sporco o cattivo, sbaglio? Very Happy
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 18:15
Il passaggio 2D 3D mi sembra una stronz... Very Happy scusa KK il francesismo. Il primo a codificare i diversi spin e le rispettive impugnature per esaltarli fu, orca, ancora lui, un certo Tilden, quanti anni son passati? Il colpo piatto, come lo si chiama, di fatto non esiste se non per una cabala inaspettata. Gli spin sono sempre esistiti, si esprimevano con specializzazioni diverse da oggi, ma per questo affibiargli la simbologia 2D che c'azzecca?
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13151
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 21:40
Dago... mi sa che hai la stessa flessibilità mentale di una lastra di cristallo... va bene difendere le proprie idee ma anche un minimo di apertura mentale non guasterebbe. 
Quando arrivò il monofilo sul pianeta Terra, gli schemi di gioco dovettero essere riscritti. Io capisco che per te questa è tecnica tennistica da Area 51... 
il fatto è che Tilden spinnava discretamente ma il suo modo “globale” di giocare poteva essere analizzato da un piccione in volo sul campo. Dire gioco in 2D non è altro che semplificare il guadagnare angoli e tempi di volo della palla. Altro concetto che per te che sei coevo di Tilden  ti gira strano.
Ti sei mai chiesto perché Federer - che non è un watusso - con un servizio a 170 km/h fa ace? Lo stesso è tatticamente quando si gioca “dentro” il campo, per vedere più campo, guadagnare angoli e ridurre il tempo di volo della palla.  Ok, questo è il tennis “tridimensionale”, il tennis moderno.
Cosa c’entra questo con la Quarta? C’entra perché gli schemi di gioco di 30-35 anni fa non sono quelli di adesso. Non sono gli stessi per un ATP, un Seconda, un Terza e, soprattutto, per i giocatori di quarta perché hanno un bagaglio tecnico inferiore e, QUINDI, tendono a semplificare.
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum