Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi
Ultimi argomenti


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
scottish
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 21.08.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.1
Racchetta: Wilson Pro Open 2012 / Wilson Ultra 100cv

Le diagonali in quarta cat.

il Lun 7 Ago 2017 - 16:17
Promemoria primo messaggio :

Buongiorno a tutti, 
facevo una riflessione su quanto letto su questo sito parecchie volte, cioè sull'importanza di "tenere" la diagonale di diritto. Le partite generalmente a parità di livello si vincono li....la cosa non mi coninceva affatto.....

Sono un ovver 40 proveniente dal calcio, fisicaccio da 193 cm per 88 kg mi sono avvicinato a questo sport 4 anni fa e dal 2015 ho iniziato a fare tornei Fit, passo il primo anno da nc a 4.3 e il secondo 4.2 puntando molto sulla mia fisicità, sull' agonismo e concentrazione, ma soprattutto martellando il punto debole degli avversari e cioè al 90% il rovescio. Mi chiedevo allora perchè tennisti più esperti sostenevano che la diagonale da tenere e "vincere" fosse quella del diritto....

Ora prossimo a passare 4.1 e affrontando sovente questi (perdendoci spesso) mi sono accorto che vado in difficoltà proprio utilizzando la vecchia tattica di martellare sul rovescio avversario perchè fino a ieri facendo questo spesso riuscivo o a portare all'errore l'avversario o a chiudere facilmente il punto salendo a rete; diciamo che mi sono abituato a ricevere un certo tipo di palla, ora invece mi trovo in difficoltà proprio giocando ed attaccando sul rovescio dell'avversario perchè le palle che mi ritornano sono sicuramente più complicate da chiudere.

Mi sono incancrenito su una tattica di gioco ed ora spesso capita che pur accorgendomi che questa tattica sia diventata spesso deleteria, continuo per automatismo a perseguirla con scarsi risultati.

mattiaajduetre
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13554
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: tra mantüa e bresà
Livello: 3.1 F.I.T.
Racchetta: yonex Sv98

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 8:45
buon giorno a tutti

@ Napav ciao mon ami, concordo: tenere le diagonali paga eccome, tra l'altro con telai e corde moderne è ancora più facile...

che poi: quante volte sentiamo (soprattutto a livello meno alto di quarta) dire "spingevo ma l'altro faceva punti con mozzarelle corte e negli angoli"?
questo spesso altro non è che un avversario che sa tenere la diagonale e che magari anche in modo poco ortodosso, di solo polso, vince punti stringendo incrociati stretti.
buon tennis
avatar
gio2012
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1907
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 11:36
@Dagoberto ha scritto:
@gio2012 ha scritto:...  conta in quarta quanto deve spostarsi l'avversario tra passi lunghi passi corti passettini stances etc... più ha da fare e più è probabile che sbagli in quarta...
Condivido.

grazie... mentre nello specifico "rende la diagonale in quarta"... mah è ovvio che rende se sai poi chiudere di lunglinea, cosa che in quarta non è banale, può essere proficuo se spingi tanto ma proprio tanto di piatto o se la palla ha molto spin... cioè in questi due casi la resa è legata al fatto che l'avversario inizia a preoccuparsi del lungolinea e poi con palle in diagonale difficili da trattare l'errore arriva...
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 13:02
@gio2012 ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@gio2012 ha scritto:...  conta in quarta quanto deve spostarsi l'avversario tra passi lunghi passi corti passettini stances etc... più ha da fare e più è probabile che sbagli in quarta...
Condivido.

grazie... mentre nello specifico "rende la diagonale in quarta"... mah è ovvio che rende se sai poi chiudere di lunglinea, cosa che in quarta non è banale, può essere proficuo se spingi tanto ma proprio tanto di piatto o se la palla ha molto spin... cioè in questi due casi la resa è legata al fatto che l'avversario inizia a preoccuparsi del lungolinea e poi con palle in diagonale difficili da trattare l'errore arriva...
il punto, secondo me, è che per riuscire a tenere una diagonale con consistenza ed affidabilità ci vogliono ore e ore di training alle spalle, insomma, spesso si parla di questa diagonale come fosse uno step banale da consolidare, ma è invece molto difficile che un quarta vero lo abbia tra le sue capacità. se stiamo parlando di un tennista amatore che dedica 1 o, max, 2 ore a settimana nella partitella con il socio abituale o con il giro di soci abituali, quando avrà consolidato questa capacità, quando allenata? il ripetere il medesimo movimento, il medesimo colpo, ottenere la stessa situazione nel tennis è la cosa più difficile senza un lavoro di training dedicato, che, per esempio, si può allenare anche al muro , ma sempre dedicandoci comunque del tempo aggiuntivo, perchè in partita non riesci ad allenare i gesti, troppa competizione, troppo frazionamento; tra l'altro, la diagonale vera, è un po' difficile allenarla al muro, non fosse altro che una volta colpito in diagonale, per effetto della dinamica del rimbalzo (dannato fisica Evil or Very Mad ), la palla schizzerà molto probabilmente contro le reti di protezione poste sul perimetro dell'area di allenamento! voglio dire che se hai consolidato questa capacità, sarà molto facile che tu sia già passato ad un livello superiore di gioco. ecco perchè a livello di quarta il variare il gioco o, più semplicemente, tirarla dove l'avversario non c'è ha più senso, intanto perchè è più alla portata di un 4° vero, a costo di buttarla con la racchetta a mo di retino da pesca (e c'è chi lo fa  Twisted Evil anche con successo, sti dannati  Evil or Very Mad ). Però è solo una mia convinzione ...
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 13:41
Finalmente mi trovo pienamente d'accordo con Dagoberto !
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 13:58
@VANDERGRAF ha scritto:Finalmente mi trovo pienamente d'accordo con Dagoberto !
cheers avemus papa ... Very Happy Very Happy
avatar
gio2012
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1907
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 14:25
ma.... premesso che c'è una bella differenza tra un allenamento di un amatore e di un quasi pro, io non ho avuto tutta sta difficoltà... (e sono una super-pippa) il motivo è che come è noto, provare a rimandare la palla nella medesima direzione da cui arriva è più semplice che non farle cambiare direzione, mentre le stances moderne semi o full che siano sono sempre un aiuto alla chiusura verso la diagonale appunto... quindi.... io ad esempio seppur con tutti i kg che mi porto appresso, mi giro bene per l'anomalo, ma 9 su 10 lo mando in corridoio... proprio perchè è un cambio di direzione e richiede il controllo di molti fattori non sono alla mia portata... l'allenamento semmai è stato utile per spin e profondità ma poi che si trattasse di diagonale o meno...
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 14:57
@gio2012 ha scritto:... l'allenamento semmai è stato utile per spin e profondità ma poi che si trattasse di diagonale o meno...
però un qualche allenamento l'hai fatto, considerato che lo citi, bravo a te.

faccio una citazione anch'io ... sperando che nessuno legga o mi riconosca  Rolling Eyes.

sono al circolo abituale, mi preparo per la solita partitella e, come al solito faccio il mio solito riscaldamento, niente di che, il minimo per entrare in campo un po' decontratto e muscolarmente meno freddo di quanto, abitualmente faccia, dalle mie parti, per evitare problemi o possibili stiramenti.
prima degli esercizi di mero allungamento, ho l'abitudine di fare un po' di corda e mentre eseguo i miei saltelli entra negli spogliatoi un maestro che vedendomi la butta la, "ci metti più a scaldarti che a giocare ..."
al di la della semplice battuta che ci può anche stare considerata la confidenza e non aveva sicuramente niente di pregiudizialmente malevolo, ciò fa pensare quale sia l'abitudine comune nei confronti del giocatore amatore medio, cioè colui che arriva in spogliatoio negli ultimi 5' prima dell'inizio dell'ora prenotata tutto trafelato, magari con il cellulare ancora in mano, si cambia velocemente e per scaldarsi, se esegue un qualche tentativo in tal senso, fa due, dico due, saltelli sul posto prima di entrare in campo mentre parla con il suo socio della partita di coppa che ci sarà la sera stessa.
Bene, a questo stesso tennista vogliamo suggerire che le diagonali siano l'arma a cui aggrapparsi per fortificare il proprio tennis? Non sarebbe il caso di colmare, prima, un po' di step precedenti ed un tantino più basici?
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13113
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 15:29
La discussione si è leggermente spostata/evoluta.
La questione, sembra, ora, se ha significato cercare di imparare a giocare sulle diagonali e se ha un'utilità, nell'accezione più cruda e pragmatica.
Secondo me sì. Senza dogmi o assiomi. Secondo me sì, perché "formarsi" su questo esercizio si consolidano le "basi". Significa sforzarsi di metterla sempre nello stesso punto del campo avversario. All'inizio ci si trova male, dopo un po' si migliora.
Non è banale. E' semplice ma non facile.
Esistono "basi più basiche di queste basi di base"? hehehehehhe Boh?
Il problema è, forse, che sono pochi i giocatori amatoriali che accettano l'idea di allenarsi su un esercizio di base. Se al "cummenda" gli proponi "Scommettiamo la minerale su chi fa un drop nel secchio dietro la rete"...la battaglia si accende. Ma giocare sulla diagonale...mmmmm...la vedo bigia.
Dirò una cosa che non ho mai detto: il tennis ti fa due palle così se vuoi davvero allenarti.
Il dio del Tennis mi punirà: eretico infedeleeeeeeee!
avatar
Iron
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 792
Età : 39
Data d'iscrizione : 04.03.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: Scarso...ma mi diverto troppo
Racchetta: Babolat Pure Drive 18

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 17:19
Si sta dicendo che è difficile giocare in diagonale: giocare in diagonale è la scelta piu semplice nel tennis 
Piu margine di errore,campo "piu lungo", rete piu bassa,facilità a riposizionarsi nel zona corretta,sono i principali motivi per cui si consiglia di giocare in diagonale
Giocare in diagonale non è una tattica avanzata,ma la prima cosa da fare dopo che si impara a buttare la palla dal lato opposto della rete,semplicemente perche è la cosa piu semplice
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13113
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 17:31
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
@Dagoberto ha scritto:
@VANDERGRAF ha scritto:Finalmente mi trovo pienamente d'accordo con Dagoberto !
cheers avemus papa ... Very Happy Very Happy
Un fulmine colpisce la cupola michelangiolesca di San Pietro. Si staccano gli stucchi nella Cappella Sistina. La stufa del Conclave viene sigillata per non aver superato la certificazione di conformità del Bollino Verde. Colombe bianche abbattute da cacciatori di frodo ceceni. Carmelitane scalze in lacrime, Canonichesse regolari ospedaliere della Misericordia di Gesù che si mortificano di clisteri. Latinisti avvelenati di Fernet Branca come manco al Ranch satanista di Waco, in Texas.
Smile Evil or Very Mad Twisted Evil
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 21:27
@Iron ha scritto:Si sta dicendo che è difficile giocare in diagonale: giocare in diagonale è la scelta piu semplice nel tennis 
Piu margine di errore,campo "piu lungo", rete piu bassa,facilità a riposizionarsi nel zona corretta,sono i principali motivi per cui si consiglia di giocare in diagonale
Giocare in diagonale non è una tattica avanzata,ma la prima cosa da fare dopo che si impara a buttare la palla dal lato opposto della rete,semplicemente perche è la cosa piu semplice
Un momento, Iron, non facciamo confusione, un conto è considerare la diagonale come l'ancora di salvezza nel tennis giocato, come l'azione che comporta avere le condizioni migliori per ottenere il meglio dal proprio colpo, come la situzione più semplice da affrontare oggettivamente, e ciò vale per un neofita come per un giocatore maturo (vogliamo fare un esempio, se devi effettuare un passante su un giocatore che scende a rete, in mancanza di situazioni tattiche che suggeriscano esplicitamente altro, la cosa migliore sarà tentare un cross, per le stesse ragioni illustrate proprio da te) un conto è affermare che per un giocatore amatoriale, diciamo pure di quarta categoria - anche se questa identificazione mi sembra fuorviante, ci sono giocatori di quarta e giocatori di quarta super, ci sono giocatori di quarta solo perchè non facendo tornei non hanno classifica superiore o, semplicemente, giocano poco, ma hanno una maturazione tennistica superiore, ed altri che, effettivamente, hanno molte lacune - saper tenere la diagonale sia l'unico mantra per affermarsi tennisticamente. Ciò non lo ritengo condivisibile perchè è traguardo tutt'altro scontato che un quarta riesca a raggiungere con la pratica media che lo contradistingue. Confondiamo quello che sarebbe giusto fare e ciò che è, verosimilmente possibile fare a livello amatoriale basic. Se un quarta volesse consolidare una buona tenuta sulle diagonali, tanto da costringere il proprio avversario di turno nell'angolo, e non tirare ogni tanto un diritto in diagonale e poi, magari, quello dopo farlo finire in corridoio o a metà campo, dovrebbe dedicare, a mio avviso, un training di, diciamo, almeno 30 ore in sei mesi, non meno di 1 ora a settimana di diagonali con un suo pari o con maestro, per una spesa di circa 250 € solo per l'affitto campo da dividere in due, o circa 1.000 € con il coinvolgimento di un maestro, oltre a tutto il resto. Quanti quarta pensi siano disposti ad affrontare un simile percorso?
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 4 Mag 2018 - 21:29
@kingkongy ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@VANDERGRAF ha scritto:Finalmente mi trovo pienamente d'accordo con Dagoberto !
cheers avemus papa ... Very Happy Very Happy
Un fulmine colpisce la cupola michelangiolesca di San Pietro. Si staccano gli stucchi nella Cappella Sistina. La stufa del Conclave viene sigillata per non aver superato la certificazione di conformità del Bollino Verde. Colombe bianche abbattute da cacciatori di frodo ceceni. Carmelitane scalze in lacrime, Canonichesse regolari ospedaliere della Misericordia di Gesù che si mortificano di clisteri. Latinisti avvelenati di Fernet Branca come manco al Ranch satanista di Waco, in Texas.
Smile Evil or Very Mad Twisted Evil
Wink
avatar
mattiaajduetre
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13554
Età : 24
Località : manerbio
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: tra mantüa e bresà
Livello: 3.1 F.I.T.
Racchetta: yonex Sv98

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Sab 5 Mag 2018 - 7:44
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
tommy82
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 21
Età : 36
Località : Cascina
Data d'iscrizione : 11.09.13

Profilo giocatore
Località: Cascina
Livello: 4.2 fit
Racchetta: Head Prestige Youtek MP, Babolat Aeropro Drive

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Lun 7 Mag 2018 - 18:41
@Iron ha scritto:Si sta dicendo che è difficile giocare in diagonale: giocare in diagonale è la scelta piu semplice nel tennis 
Piu margine di errore,campo "piu lungo", rete piu bassa,facilità a riposizionarsi nel zona corretta,sono i principali motivi per cui si consiglia di giocare in diagonale
Giocare in diagonale non è una tattica avanzata,ma la prima cosa da fare dopo che si impara a buttare la palla dal lato opposto della rete,semplicemente perche è la cosa piu semplice
In realtà è proprio questo il punto: essendo il colpo più facile, si fa a gara a chi lo fa meglio, e chi lo fa peggio deve inventarsi qualcosa di nuovo, perchè se continua così perde. Nel doppio è ancora più evidente, dato che se palleggio incrociato e non sono migliore del mio avversario, ho subito il suo compagno a rete pronto a punirmi. 
Quindi in sostanza piano A: diagonale del mio colpo migliore, se sono meglio io, continuo lì, altrimenti cambio diagonale; se pure lì son peggiore, allora devo cambiare di nuovo strategia variando il gioco, oppure soccombo. 
Ovviamente il tennis è molto più complicato, ma credo che la base sia questa.
avatar
kent08
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1687
Età : 40
Località : castelnuovo rangone
Data d'iscrizione : 28.08.11

Profilo giocatore
Località: modena
Livello: 4.1
Racchetta: Babolat pure aero VS tour

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Mar 8 Mag 2018 - 6:45
Nel doppio non si palleggia da fondo.... Mai a nessun livello credo. Magari nel riscaldamento
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Mar 8 Mag 2018 - 10:36
evidentemente non hai mai visto una partita di doppio in vita tua.....
avatar
kent08
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1687
Età : 40
Località : castelnuovo rangone
Data d'iscrizione : 28.08.11

Profilo giocatore
Località: modena
Livello: 4.1
Racchetta: Babolat pure aero VS tour

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Mar 8 Mag 2018 - 10:52
A mio avviso non si palleggia in diagonale nel doppio, si " colpisce in modo incisivo"per 2/3 volte scendendo subito a rete oppure si approccia angolando con precisione ma cercando subito la rete... Il PALLEGGIO in diagonale mi pare difficile
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Mar 8 Mag 2018 - 12:05
In una partita non si palleggia, si scambia. È normale che se dai una valenza anomala ad una parola, poi qualsiasi cosa diventa discutibile
avatar
gio2012
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1907
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Mar 8 Mag 2018 - 13:24
mah... nel doppio la diagonale è ancora più importante... è molto facile che i primi scambi che seguono il servizio siano dei palleggi in diagonale, ovviamente stretta per evitare l'avversario a rete e che poi si tenti altro tipo passanti, pallonetti palle corte o entrambi a rete... ma è importante proprio perchè i primi scambi sono molto spesso in diagonale....

il succo è questo...
avatar
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2188
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 0:16
Mi sa che stiamo vaneggiando.......la diagonale e' la base del tennis il tennis si gioca sulle diagonali......Chi dice il contrario non sta áncora giocando a tennis ma corre semplicemente dietro la palla senza una lógica di gioco......
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13113
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 0:57
Grazie Vet...  son giorni che sto facendo la figura del vecchio rincoglionito... le hanno inventate tutte ma, tranquillo, ho tenuto duro. Non ho tradito il tennis! Hihihihi 
Le diagonali non si toccano. Stop. Fine.
avatar
gio2012
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1907
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 8:34
Ringrazio Vet e KK di ignorarmi. Facendo così rischio di passare alla fazione "anti-diagonali"
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13113
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 10:32
hihihi Gio, come sarebbe che ti ignoriamo!!!
Subito la tessera del "Diagonal Che Du Marron Ma Bisogna Far Fans Club"... Very Happy
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 10:34
Io non credo si debba affrontare il tema come appartenenti ad una fazione o l'altra, come non credo sia necessario scomodare un qualsiasi  istruttore per accreditare il fatto che colpire sulla diagonale sia il modo meno ostico per rimettere la palla nell'altra metá del campo. Ció appartiene all'ovvietá piú ovvia del giocare a tennis ed é una delle cose che un qualsiasi praticante imparerá prima di altre. La questione é, semmai, almeno per quello che io penso e quello che ho giá espresso in precedenti post, quanto sia effettivamente complicato, faticoso, impegnativo, costoso per un tennista amatore basic, diciamo colui che gioca mediamente un'ora alla settimana, consolidare una buona consistenza ed affidabilitá nel palleggio sulle diagonali, diciamo anche solo su quella di diritto e se, quindi, considerando uno scambio tra 2 giocatori di questo livello, ripeto di questo livello e non giovani agonisti, piuttosto che over dediti a campionati o concentrati a conservare la propria classifica federale, sia comunque consigliabile orientarsi ad una tattica improntata su chi sbaglia prima sulla diagonale o, invece, sponsorizzare una ricerca dello spostamento dell'avversario che, presumibilmente, potrá contare su tenuta atletica ed abitudine a colpire la palla in movimento, diciamo modesta? Ecco, questo é, semmai, il quesito. Il presupposto iniziale non va omesso, diversamente si rischia di fare come il muto che parla al sordo ...  Very Happy
avatar
kent08
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1687
Età : 40
Località : castelnuovo rangone
Data d'iscrizione : 28.08.11

Profilo giocatore
Località: modena
Livello: 4.1
Racchetta: Babolat pure aero VS tour

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 11:01
Tieni presente che facendo così non fai solo correre l’avversario, ma corri molto di più anche te che non tenendo la diagonale...
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13113
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Le diagonali in quarta cat.

il Ven 11 Mag 2018 - 11:16
...qui più di handicap sensoriali siamo nel campo dell'handicap razionale...

Se vai sugli sci e non sei dedito alla discesa libera kamikaze, il maestro o "l'amico bravo" ti diranno: "Hey, visto che sei uno sciatore della domenica e non tutte le piste sono la Streif della tua pleistescion...che ne dici di fare lo spazzaneve e poi cominciare a scendere per zig-zag in diagonale???".
Non ho capito perché, se lo dice un maestro di sci...va bene per forza. Se lo dice un "qualsiasi maestro di tennis" bisogna per forza mettere in discussione "il Sistema" introducendo temi come la sociologia dei consumi, la psicologia, la psicoanalisi e la psicanalisi, le vocazioni artistiche, l'etica e l'antropologia.

Alla fine mi vien da dire come Kent "Tieni presente che facendo così non fai solo correre l’avversario, ma corri molto di più anche te che non tenendo la diagonale...". Insomma, se vuoi perdere, amareggiarti e sudare: beh, arrangiati!
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum