Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da 19Federer19 il Mer 4 Mag 2011 - 23:26

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti.
Sto imparando a giocare il top spin. Giocandolo con una eastern c'è poco spin, allora sto cercando di cambiare impugnatura, usando una semi-western.
Diminuisce l'estensione del braccio, di conseguenza cambia la distanza con la palla, il finale è più "a uncino", più "pettinata", chiamatelo come volete insomma. E fin qui ci siamo.
Le difficoltà che incontro sono 3:
-mi si accorcia notevolmente la traiettoria, mediamente il mio dritto arriva all'altezza della linea di servizio, giocando invece il top spin con la eastern avevo più profondità.
Come faccio a raggiungere la stessa profondità con più spin? è solo questione di forza?
-mi viene più naturale avere un impatto più alto, non ad altezza anche. è giusto o bagliato?
-e soprattutto mi capita spessissimo di avere il polso molle, quando impatto mi trema e ovviamente il tiro è completamente sbagliato. E questo proprio non riesco ne a correggerlo ne a capirlo. Mistero.
Spero possiate darmi consigli utile.
Grazie.
[u]

19Federer19
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 60
Età : 31
Data d'iscrizione : 04.03.11

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: I.T.R. 3
Racchetta: Pro Kennex Ki5 315g

Tornare in alto Andare in basso


Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da seneca85 il Lun 6 Giu 2011 - 23:35

@yokupoku ha scritto:

prova a vedere come cambia il colpo entrando in zona contatto con il piatto corde leggermente piu' "faccia a terra" ... e la spazzolata la fai quindi piu' "coperta" ... la palla dovrebbe abbassarsi e prendere piu' componente orizzontale, sempre mantenendo buona rotazione... ma occhio a non rallentare l'avambraccio senno' ti parte piatta e buchi la recinzione....

Quando si impatta il piatto corde deve essere sempre parallelo alla rete qualsiasi sia l'impugnatura dalle più classiche alle più esasperate.
Io non consiglierei di entrare con il piatto corde più inclinato verso terra ciò a lungo andare creerebbe problemi, soprattutto si incomincerebbe a schiacciare la palla cosa che sembra fino ad ora non essere successa.
Schiacciare la palla è sempre un'eccezione che si usa in casi particolarissime, se la si adotta come abitudine crea scompensi gravi.
Per ridurre la eccessiva componente verticale consiglierei:
- diminuire la pronazione avambraccio/ braccio (c.d. tergicristallo) e così facendo il gomito del braccio che impugna sale di più e a fine movimento sta alto e guarda indirezione campo avversario (l'avambraccio a fine movimemnto è parallelo al terreno) infatti chi invece dà molto top spin a fine movimento di solito ha il gomito del braccio che impigna rivolto verso il basso;
- se nonostante ciò la palla non cammina molto forse non si scarica il peso sulla palla stessa, c'è qualcosa che nelle spinte dei vari segmenti non va.

Comunque a livello amtoriale secondo me è meglio avere il difetto di avere molta componente verticale rispetto che avercene al contrario molta di orizzontale, in tal modo si ha più margine di errore e si sbaglia meno.
Naturale se oltre alla componente verticale si fa viaggiare anche la palla la musica cambia.

seneca85
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 628
Data d'iscrizione : 29.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da yokupoku il Mar 7 Giu 2011 - 18:06

se si esagera sono d'accordissimo con te... ma sto parlando di qualche grado di inclinazione... prendere la palla un millimetro piu' su. Sono semplicemente due "tagli" di palla diversi... uno con palla tagliata "in pancia"..., l'altro con palla tagliata leggermente piu' in testa.. niente di che... è una variazione a mio parere utile in fase di apprendimento avanzato.

C'era in rete un video di Sartori dove si vedeva bene la differenza dei due colpi .. se lo trovo lo posto...

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da yokupoku il Mar 7 Giu 2011 - 18:18

Eccolo!! Sartori li chiama "taglio da sotto" e "taglio da sopra", spero sia utile a tutti..


yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da seneca85 il Mar 7 Giu 2011 - 19:43

Sì questo video è tratto dal DVD di Sartori "Tennis ..... non diamo tutto per scontato" che ho e già nel tuo mex precedente avevi parlato di "semplice entrata" con più o meno taglio ad infatti la mia puntualizzazione era solo una precisazione poiché spesso a livello amatoriale basta poco per incominciare ad entrare sulla palla da sopra non passandole sotto, infatti quando anche si colpisce più piatto si passa sempre sotto la palla e poi la si copre di meno proprio facendo andare il braccio con un movimeto più diretto (meno tergicristallo) con il gomito che finisce alto in direzione del campo avversario.

seneca85
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 628
Età : 31
Località : Sezze (LT)
Data d'iscrizione : 29.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da yokupoku il Gio 9 Giu 2011 - 21:58

@seneca85 ha scritto:Sì questo video è tratto dal DVD di Sartori "Tennis ..... non diamo tutto per scontato" che ho e già nel tuo mex precedente avevi parlato di "semplice entrata" con più o meno taglio ad infatti la mia puntualizzazione era solo una precisazione poiché spesso a livello amatoriale basta poco per incominciare ad entrare sulla palla da sopra non passandole sotto, infatti quando anche si colpisce più piatto si passa sempre sotto la palla e poi la si copre di meno proprio facendo andare il braccio con un movimeto più diretto (meno tergicristallo) con il gomito che finisce alto in direzione del campo avversario.

e ti diro' che secondo me, l'esercizio come lo ha impostato Sartori è fantastico a livello didattico, perchè fa fare i due tagli sia con palla discendente che con palla in salita.... insegnandoti in questo modo a sviluppare un senso critico piu' elevato ed un livello di attenzione nettamente superiore al normale sul giudizio di palla.

Ti dimostra e ti insegna come lo stesso identico taglio e swing path... dia un risultato totalmente diverso in situazione di palla che ti entra nel piatto corde da sotto.. piuttosto che da sopra, e questo vuol dire imparare a "riconoscere la palla" e sapere come puo' essere trattata... ovvero il "controllo", quello vero, non quello che ti da solo la corda X con il telaio Y .

Certo è roba da bravi... ma nel nostro piccolo anche noi scarsolini, senza pretendere di riuscire ad eseguirlo come l'allieva del video, potremmo avere grosse "rivelazioni" con questo esercizio......

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da chiros il Ven 10 Giu 2011 - 9:25

@eron82 ha scritto:Assolutamente no. Quando magari avrai molta sicurezza con i colpi potrai passare anche tu ad una open stance (non troppo accentuata).

@eron82 ha scritto:
Certo che no, il passaggio da eastern a semiwestern non è impossibile. I più piccoli lo fanno quasi normalmente per fronteggiare palle che data la loro altezza risultano spesso alte per loro. Il passaggio da semiwestern a eastern è leggermente più complicato.

Quoto. Sono le stesse parole del mio maestro.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da chiros il Ven 10 Giu 2011 - 9:58

@seneca85 ha scritto:Sì questo video è tratto dal DVD di Sartori "Tennis ..... non diamo tutto per scontato" che ho e già nel tuo mex precedente avevi parlato di "semplice entrata" con più o meno taglio ad infatti la mia puntualizzazione era solo una precisazione poiché spesso a livello amatoriale basta poco per incominciare ad entrare sulla palla da sopra non passandole sotto, infatti quando anche si colpisce più piatto si passa sempre sotto la palla e poi la si copre di meno proprio facendo andare il braccio con un movimeto più diretto (meno tergicristallo) con il gomito che finisce alto in direzione del campo avversario.

Quotone. Ogni tanto mandavo a rete per questo problema.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da seneca85 il Ven 10 Giu 2011 - 12:54

@yokupoku ha scritto:

e ti diro' che secondo me, l'esercizio come lo ha impostato Sartori è fantastico a livello didattico, perchè fa fare i due tagli sia con palla discendente che con palla in salita.... insegnandoti in questo modo a sviluppare un senso critico piu' elevato ed un livello di attenzione nettamente superiore al normale sul giudizio di palla.

Ti dimostra e ti insegna come lo stesso identico taglio e swing path... dia un risultato totalmente diverso in situazione di palla che ti entra nel piatto corde da sotto.. piuttosto che da sopra, e questo vuol dire imparare a "riconoscere la palla" e sapere come puo' essere trattata... ovvero il "controllo", quello vero, non quello che ti da solo la corda X con il telaio Y .

Certo è roba da bravi... ma nel nostro piccolo anche noi scarsolini, senza pretendere di riuscire ad eseguirlo come l'allieva del video, potremmo avere grosse "rivelazioni" con questo esercizio......

Sì dici tutto bene, come sempre non basta fare un esercizio ma capire perché farlo e soprattutto a che cosa serve.

seneca85
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 628
Età : 31
Località : Sezze (LT)
Data d'iscrizione : 29.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da fonzio il Lun 13 Giu 2011 - 10:37

Un paio di anni fa cercai di imparare il topspin da autodidatta Very Happy Con il tempo, dopo qualche correzione di un ottimo maestro e osservando i migliori dritti in top (NON QUELLO DI NADAL Smile) ho migliorato molto il colpo, ho un discreto controllo ed il movimento è davvero fluido. Riesco anche a dare una discreta profondità alla palla!

fonzio
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 100
Data d'iscrizione : 13.06.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.1
Racchetta: Prince EXO3 Tour 100 16/18

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Garathiel il Lun 13 Giu 2011 - 14:53



Il top in semi-Western io lo vedo così, a meno di tecnica sopraffina il top di una eastern è una semplice copertura che non modifica il rimbalzo della palla.

Garathiel
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 130
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: (GR)
Livello: 4.5-5.0 ITR
Racchetta: Head Radical MP Youtek

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Lun 13 Giu 2011 - 15:06

Questo invece è un bellissimo dritto con una eastern, racchetta perfettamente perpendicolare e impatto davanti al corpo.



eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Garathiel il Lun 13 Giu 2011 - 21:20

Smile fatto così è da applauso!

Garathiel
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 130
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: (GR)
Livello: 4.5-5.0 ITR
Racchetta: Head Radical MP Youtek

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Mar 14 Giu 2011 - 0:06

Grazie ;P

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da abracadabra78 il Mar 14 Giu 2011 - 14:25

quello di garathiel,mi sembra un colpo molto piu' naturale per dare un'ottima rotazione alla palla.......con la eastern invece esce meno topspin ma magari la palla e' piu' tesa....nadal e' davvero l'unico che usa una presa estrema e riesce a dare oltre che rotazione velocita' di palla impressionanti,e' un caso a parte lui quindi

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da chiros il Mar 14 Giu 2011 - 16:30

@abracadabra78 ha scritto:quello di garathiel,mi sembra un colpo molto piu' naturale per dare un'ottima rotazione alla palla.......con la eastern invece esce meno topspin ma magari la palla e' piu' tesa....nadal e' davvero l'unico che usa una presa estrema e riesce a dare oltre che rotazione velocita' di palla impressionanti,e' un caso a parte lui quindi
Il riassunto mi pare ottimo.
Se non si ha il braccio veloce come quello di Nadal, con la Western si perde un po' in profondità mentre il topspin riesce in modo obbligato. Non avendo lontanamente il braccio nadaliano io uso la eastern, considerando pure che si può generare comunque un ottimo topspin spazzolando la palla.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da abracadabra78 il Mar 14 Giu 2011 - 17:05

@chiros ha scritto:
@abracadabra78 ha scritto:quello di garathiel,mi sembra un colpo molto piu' naturale per dare un'ottima rotazione alla palla.......con la eastern invece esce meno topspin ma magari la palla e' piu' tesa....nadal e' davvero l'unico che usa una presa estrema e riesce a dare oltre che rotazione velocita' di palla impressionanti,e' un caso a parte lui quindi
Il riassunto mi pare ottimo.
Se non si ha il braccio veloce come quello di Nadal, con la Western si perde un po' in profondità mentre il topspin riesce in modo obbligato. Non avendo lontanamente il braccio nadaliano io uso la eastern, considerando pure che si può generare comunque un ottimo topspin spazzolando la palla.
vero chiros....con la eastern si riesce cmq a imprimere spin,anche se e' perfetta per il gioco piatto,insomma,io senza volerlo(causa mal di gomito) ho girato leggermente la presa,ritrovandomi a giocare colpi di chiusura spesso piatti(che se entrano nn si prendeno,avendo piu' velocita'),giocando una eastern piena,poi ovviamente,con la stessa presa,la differenza tra il tiro piatto e arrotato,la fanno il movimento e il punto di impatto

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da chiros il Mar 14 Giu 2011 - 17:16

Vero, il vincente va tirato più piatto.
Ma in partita è troppo difficile alternare prese di dritto chiuse e aperte per variare lo spin? C'è qualcuno che lo fa?

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Garathiel il Mar 14 Giu 2011 - 17:32

Durante scambi lunghi ed alti da fondo .. mi capita di girare ancora un po' l'impugnatura, quasi una western, focalizzando la spinta dall'alto al basso col finale alla Nadal per capirsi. [sull'orecchio destro invece che il sinistro.]
Invece per i back stile squash di dritto e demivolè .. penso siano fattibili solo in eastern.

Smile Il brutto è che se sei fuori allenamento ci vuole del tempo per riprendere il timing di ogni colpo = si ha una percentuale di errori più alta.

Garathiel
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 130
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: (GR)
Livello: 4.5-5.0 ITR
Racchetta: Head Radical MP Youtek

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da MacSteX il Mar 14 Giu 2011 - 17:40

@Garathiel ha scritto:Durante scambi lunghi ed alti da fondo .. mi capita di girare ancora un po' l'impugnatura, quasi una western, focalizzando la spinta dall'alto al basso col finale alla Nadal per capirsi. [sull'orecchio destro invece che il sinistro.]
Invece per i back stile squash di dritto e demivolè .. penso siano fattibili solo in eastern.

Smile Il brutto è che se sei fuori allenamento ci vuole del tempo per riprendere il timing di ogni colpo = si ha una percentuale di errori più alta.
Non me ne parlare.....
Con l'età avanzata poi...
i dolori....
Appena tornavo in forma...trakkete...l'infortunio!
Comunque ci vuole pratica ed applicazione,pratica ed applicazione,pratica ed applicazione,pratica ed applicazione,pratica ed applicazione,pratica ed applicazione,....... cheers

MacSteX
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 732
Età : 43
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 15.08.10

Profilo giocatore
Località: Napoli
Livello: Ex 4.1
Racchetta: Head Prestige Pro e Pure Aero

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da alain proust il Mar 14 Giu 2011 - 18:02

@chiros ha scritto:Vero, il vincente va tirato più piatto.
Ma in partita è troppo difficile alternare prese di dritto chiuse e aperte per variare lo spin? C'è qualcuno che lo fa?
dal canto mio, non ho mai fatto un dritto o un rovescio letteralmente piatto. nel dritto in particolare una buona dose di top la do sempre, anche quando cerco non dico il vincente a tutti i costi (ma anche) ma quando colpisco per far male e prendermi il punto a rete.
il gioco piatto per me non esiste, anche perchè il piattone teso a fil di rete ha una percentuale bassissima di riuscita. e se vuoi essere sivuro di metterla dentro, devi giocoforza sacrificare la velocità, dato che non hai il top spin che te la tenga dentro.
poi da fondo, quando voglio rimettere la palla interlocutoria, arrivo ad impugnare in western piena generando dei gran topponi che, se anche non vanno vicino alla riga di fondo, sono più difficilmente attacabili, almeno da quelli al mio livello.
se poi sono anche profondi, be', ci metterei la firma a giocarli sempre così.

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da chiros il Mar 14 Giu 2011 - 18:18

Infatti io ho scritto "più piatto" intendendo con meno rotazioni.
Il piatto assoluto esiste? Boh parola agli esperti.
Io penso che "coprendo" molto con il corpo si possono fare dei colpi che diano l'impressione del piatto, anche se un minimo di spin c'è sempre.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Garathiel il Mar 14 Giu 2011 - 18:46

Sisi, piatto esiste .. il mio compare di allenamento è un piccolo Jimmy Connors, palla sempre tesa °_° senza rotazioni.

Un tipo di palla che pur essendo velocissima quando arrivi bene con le gambe non da fastidio, si lascia manipolare come vuoi tu .. se invece arrivi male, inizia la partita di Squash con colpi in allungo. Smile

Garathiel
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 130
Località : Grosseto
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: (GR)
Livello: 4.5-5.0 ITR
Racchetta: Head Radical MP Youtek

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da alain proust il Mar 14 Giu 2011 - 19:17

forse dovremmo dire che è possibile giocare sempre "virtualmente" con colpi piatti o pochissimo arrotati, in maniera classica, come molti nel mio club fra quelli molto avanti con gli anni giocano (anche perchè meno dispendioso fisicamente).
ma in generale impostare il proprio gioco sui colpi piatti secondo me non dà margini di miglioramento, non permetterà mai il salto di qualità in termini di net clearance e quindi solidità-regolarità e in termini di peso di palla (ossia complessità, e in effetti tu garathiel osservi giustamente che se ci arrivi bene alla palla piatta dai del tu). ho scoperto l'acqua calda. Very Happy

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Kirillov il Mar 14 Giu 2011 - 20:07

@Garathiel ha scritto:Sisi, piatto esiste .. il mio compare di allenamento è un piccolo Jimmy Connors, palla sempre tesa °_° senza rotazioni.

Un tipo di palla che pur essendo velocissima quando arrivi bene con le gambe non da fastidio, si lascia manipolare come vuoi tu .. se invece arrivi male, inizia la partita di Squash con colpi in allungo. Smile
dritto e rovescio di Connors, addirittura, erano quasi sempre leggermente choppati. Palle rognosissime, regolarmente a un palmo dalla riga di fondo Twisted Evil

Kirillov
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 66
Località : Cattolica
Data d'iscrizione : 09.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum