Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da 19Federer19 il Mer 4 Mag 2011 - 23:26

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti.
Sto imparando a giocare il top spin. Giocandolo con una eastern c'è poco spin, allora sto cercando di cambiare impugnatura, usando una semi-western.
Diminuisce l'estensione del braccio, di conseguenza cambia la distanza con la palla, il finale è più "a uncino", più "pettinata", chiamatelo come volete insomma. E fin qui ci siamo.
Le difficoltà che incontro sono 3:
-mi si accorcia notevolmente la traiettoria, mediamente il mio dritto arriva all'altezza della linea di servizio, giocando invece il top spin con la eastern avevo più profondità.
Come faccio a raggiungere la stessa profondità con più spin? è solo questione di forza?
-mi viene più naturale avere un impatto più alto, non ad altezza anche. è giusto o bagliato?
-e soprattutto mi capita spessissimo di avere il polso molle, quando impatto mi trema e ovviamente il tiro è completamente sbagliato. E questo proprio non riesco ne a correggerlo ne a capirlo. Mistero.
Spero possiate darmi consigli utile.
Grazie.
[u]

19Federer19
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 60
Età : 31
Data d'iscrizione : 04.03.11

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: I.T.R. 3
Racchetta: Pro Kennex Ki5 315g

Tornare in alto Andare in basso


Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da alain proust il Ven 3 Giu 2011 - 19:10

in attesa di veterano...
http://tennis.about.com/od/forehandbackhand/a/evolprofhgrips.htm

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Ven 3 Giu 2011 - 21:52

@Veterano ha scritto:http://cache.daylife.com/imageserve/0a8LeAwgju5Y0/340x.jpg
Gasquet..........semi western............vado a vedere Dioko e Roger poi con calma vedremo di approfondire il discorso.

Se da quella immagine vedi un'impugnatura semiwestern siamo messi proprio male. Ha la stessa identica posizione di Roger quando colpisce che è EVIDENTEMENTE una eastern perchè la V della mano che si forma tra il pollice e l'indice è sulla seconda faccia del manico.

P.S: Djokovic ha una semiwestern.


Ultima modifica di eron82 il Ven 3 Giu 2011 - 21:56, modificato 1 volta

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Ven 3 Giu 2011 - 21:55

@alain proust ha scritto:in attesa di veterano...
http://tennis.about.com/od/forehandbackhand/a/evolprofhgrips.htm

L'articolo in questione non dice assolutamente che non si può giocare eastern ma solo che tendenzialmente l'impugnatura più in uso è la semiwestern.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da janko60 il Ven 3 Giu 2011 - 22:11

Copiato e incollato da una delle "Bibbie" del Tennis

http://www.passionetennis.com/t5750-filedoc-della-raccolta-wik-satrapo

Un Mitico "lenzuolo" di Satrapo ..................

SATRAPO: IMPUGNATURA SEMI-WESTERN EASTERN ---------------------------

Più o meno, cerchiamo di capire perchè ormai tutti i pro utilizzino almeno una semi-western.

Un grip più chiuso permette di produrre rotazioni sopra la palla in maggiore quantità (topspin) e come prima conseguenza una palla coperta compie una parabola molto più arcuata consentendo la drastica riduzione degli errori a rete.

Inoltre una palla carica di top dopo essere passata ben alta sulla rete si abbassa in maniera decisa e rimbalza molto alta, ottenendo un duplice risultato:
margine sull'out di fondo elevatissimo e capacità di tenere a bada l'avversario perchè il rimbalzo alto lo costringerà ad attendere la palla in posizione più arretrata.

Come se non bastasse la complessità della rotazione e della traiettoria rende una palla molto coperta estremamente pesante ed insidiosa da ribattere.

Però le impugnature chiuse sono estremamente impegnative a livello tecnico e fisico: bisogna avere timing perfetto, buona tecnica di base e gambe sempre all'altezza della situazione, perchè arrivare male o in ritardo su una palla quando si utilizza una semi-western rende quasi impossibile giocare un colpo decente.

Inoltre le impugnature chiuse disperdono moltissima potenza in fase di impatto perchè gran parte dell'energia cinetica viene impiegata per generare spin e non per spingere la palla, ne consegue che per una buona esecuzione con una impugnatura chiusa è indispensabile una elevatissima velocità di braccio unita alla capacità di generare spinta con le gambe e con una corretta gestione del proprio peso, semplicemente perchè solo col braccio non si riuscirà a generare potenza sufficiente. (Nel dritto moderno il busto svolge un ruolo chiave)

Se le gambe lavorano male e se il braccio non corre veloce, una impugnatura chiusa diventa ingestibile: giocare semi-western o western è molto più faticoso che giocare eastern.

Ora un buon giocatore però non ha certo problemi di gambe, di forma fisica o di velocità di braccio e non avendo nessun problema a generare spinta forte di una tecnica di base matura, sceglierà inevitabilmente una impugnatura più chiusa che gli garantirà un ottimo controllo.

Quindi non si chiude l'impugnatura per picchiare più forte ma per trovare margine di sicurezza, dato che quando si ha tecnica e gambe spingere non è mai un problema.

Brevemente quando lo step è "neutro" ovvero prevede l'atterraggio contemporaneo dei due piedi, alcuni amano definirlo "spilt-step" ma ci sono anche altri che con questo termine fanno riferimento allo step a piedi pari con leggera apertura degli appoggi, fatto quando dopo la discesa a rete si fronteggia il passante.

Ho anche sentito alcuni tecnici definire in questo modo lo step che si esegue in risposta al servizio.. ..insomma è più un problema di convenzioni lessicali che tecnico, l'importante è capire dal contesto a quale gesto del footwork ci si stia riferendo.

La vera differenza tecnica relativa allo "steppare" si ha tra uno step classico (split o non split che sia) e un gravity-step che prevede un volontario sbilanciamento per agevolare la ripartenza in una specifica direzione.

La presa eastern si è estinta con l'aumentare della velocità di palla, questo perchè non consente di generare spin sufficiente per tener dentro un colpo che viaggia veloce.
I colpi piatti nel tennis in realtà non esistono, o meglio esistono colpi con poco spin che possiamo definire "piatti" solo paragonati alle esecuzioni molto più coperte. (Quando i commentatori dicono che un tennista gioca piatto intendono dire che gioca con meno spin della media, ma nessun top-player gioca colpi piatti)

Questo perchè un colpo realmente piatto manterrebbe la sua traiettoria rettilinea iniziando a scendere verso il campo solo quando, al diminuire della sua energia cinetica, si troverebbe a "perdere quota" per effetto del naturale rallentamento causato dall'attrito dell'aria. Ora è evidente che un colpo che esca dalla racchetta realmente "piatto" con una traiettoria rettilinea ed un angolo tale da superare la rete, per "precipitare" in campo dovrebbe avere una velocità di partenza relativamente bassa, altrimenti non avrebbe modo di rallentare a sufficienza e finirebbe sul telone di fondo.

Lo spin sopra la palla invece interviene fisicamente sulla traiettoria del colpo rendendola curva, ovvero la palla "picchierà" verso il campo a prescindere dalla velocità. Per questo il topspin consente di passare ben alti sulla rete ottenendo comunque un buon margine sulla riga di fondo perchè la traiettoria gobba della palla non è legata alla sua velocità o al suo rallentamento ma è conseguenza proprio della rotazione.

La eastern consente di generare minime quantità di top e quindi di per sè consente un margine ristrettissimo sulla rete e sugli out di fondo, margine che si assottiglia tanto più la velocità di palla aumenta.

In pratica con una eastern il controllo della lunghezza di palla è affidato alla quantità di forza da applicare al colpo, cosa che non consente un controllo nemmeno lontanamente accettabile sulla profondità dei colpi: se devo dosare la forza per regolare la profondità come posso pensare di giocare pesante e profondo?

Chiaro che fin quando si tira relativamente piano il problema non è rilevante, i maestri che palleggiano o giocano qualche game con i loro allievi principianti utilizzano una eastern e colpiscono quasi piatto, ma se si vuole affrontare un match impegnativo o comunque innalzare la propria velocità di palla, non si può prescindere dall'adottare quantità di rotazioni adeguate:

non si tratta di un problema di tecnica quanto di una questione prettamente fisica: se la palla esce dalle corde con una velocità elevata ed un angolo tale da passare alta sulla rete, l'unica cosa che può farla "abbassare" mantenendola entro la riga di fondo è la rotazione sopra la palla stessa.

Per questo nel tennis moderno dove i colpi devono necessariamente viaggiare veloci una impugnatura (almeno) semi-western è una scelta obbligata sia pur ancora equilibrata in quanto volendo rimane possibile impattare "più piatto", specie se la palla è alta o relativamente vicina alla rete o comunque tale da consentire angoli di attacco "diretti" verso il campo. (ovviamente modificando lo swing)

Una delle leggende metropolitane più abusate (e false!) è che i giocatori dotati di braccio possano permettersi di colpire piatto, come se colpire piatto fosse sinonimo di classe o sensibilità.

Niente di più lontano dalla realtà: tutti i top-player utilizzano in maniera consistente le rotazioni sopra la palla, anche se in quantità diverse, semplicemente perchè quando la palla inizia a viaggiare veloce nessuno può farne a meno.

janko60
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 223
Località : Profondo Nord - Est
Data d'iscrizione : 14.08.10

Profilo giocatore
Località: Profondo Nord-Est
Livello: da dimenticare
Racchetta: Volkl Team Tour - BB DC Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Ven 3 Giu 2011 - 22:20

Probabilmente saró messo veramente male.........ma visto che non sono il solo ad esserlo ti faccio vedere cosa ne pensa un altro maestro che qui ed in altri forum e' molto conosciuto.
http://www.mymag.it/forum/viewtopic.php?f=39&t=27945
includo questo post solo per farti vedere che non sono il solo ad essere messo male...............

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Ven 3 Giu 2011 - 22:55

E poi ci stupiamo se il tennis italiano fa pena....c'è un'ignoranza generale sulle nozioni basilari!!!! Allora.....piccola lezioncina di impugnature. Prendete la racchetta e fate l'impugnatura a martello del servizio, vedrete come la V che si forma tra pollice e indice sia in direzione della prima faccia del manico, ecco questa è la CONTINENTAL! Se girate il manico in senso antiorario posizionando la V sulla seconda faccia avrete una EASTERN! Se la V è sulla terza faccia avete una SEMIWESTERN! Se la V è sulla quarta faccia avrete una WESTERN! Se la V è sulla quinta faccia (praticamente opposta alla prima) avete una HAWAIIANA! (usata solo da Berasategui). Allo stesso modo, nel senso opposto, si trovano la Eastern di rovescio, semiwestern di rovescio ecc.

Ragazzi se ci sono dubbi su queste cose è la fine!
Inoltre, ho letto su quell'articolo che chi usa una eastern puó dosare la lunghezza del colpo solo riducendo la potenza e non semplicemente aumentando o riducendo la rotazione......mai sentita una stupidaggine così!!

Prego chi gioca eastern a fornire la propria esperienza personale visto che qui sembra che o si gioca western o non si puó avere futuro nel tennis.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Ven 3 Giu 2011 - 23:06

Non voglio entrare in polemica entrando in inutili discussioni..............vorra´ dire che al prossimo simposio di tennis chiedero' a qualche collega di insegnarmi come sono i vari tipi di impugnature,o se no ti contattero al merito.............per me discussione chiusa.......un saluto.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Ven 3 Giu 2011 - 23:16

Giusto un video di uno che di tennis se ne intende:

http://www.youtube.com/watch?v=aXcsblS3Jl4&feature=youtube_gdata_player

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da 19Federer19 il Sab 4 Giu 2011 - 0:04

L'articolo postato da Janko66 è esattamente quello che sapevo io.
Ma adesso che Eron82 dice che un efficace top spin si può giocare anche con una eastern, che l'impugnatura deve essere la più naturale possibile per me ecc... Sono in confusione Sad

19Federer19
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 60
Età : 31
Data d'iscrizione : 04.03.11

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: I.T.R. 3
Racchetta: Pro Kennex Ki5 315g

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 1:18

@19Federer19 ha scritto:L'articolo postato da Janko66 è esattamente quello che sapevo io.
Ma adesso che Eron82 dice che un efficace top spin si può giocare anche con una eastern, che l'impugnatura deve essere la più naturale possibile per me ecc... Sono in confusione Sad

Il tuo problema è che pensi che tirare bene voglia dire tirare topponi assurdi ad ogni palla che ti arriva, ma invece non è assolutamente così! Tu sei liberissimo di giocare come ti pare e ti assicuro che se ci provi ci riuscirai benissimo a dare l'effetto che vuoi alla palla. Ma il tuo obiettivo è quello di imparare a direzionare la palla, a mandarla dove vuoi e con una certa penetrazione (e penetrazione vuol dire velocità e velocità vuol dire poco spin a meno che non sei Nadal che riesce ad avere abbastanza forza per fare entrambe le cose). Se la velocità e la penetrazione non ti interessa ma ti piace vedere la palla rimbalzare altissima e sbattere l'avversario contro i teloni allora puoi farlo anche con una eastern (il mio maestro lo faceva con una continental pensa un po').

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Sab 4 Giu 2011 - 4:21

Il problema e che quello del video se ne intende ma alle volte sbaglia come fanno tutti e non solo in questo video..............questo video e' stato analzzato gia' diverse volte da diversi esperti e se cerchi bene qua' qualche analisi la trovi,infatti se vedi bene fa vedere prima correttamente come sia una presa estern e poi analiza una presa che primo, dalle foto e poco identificabile, e nel video l'unico momento che si riesce a vedere bene e una semi western.Comunque tanto per dirne una su un video di footwork al quale abbiamo chiesto al buon will l'utilita' di certi movimenti ci e' stato risposto in maniera molto vaga e non soddisfacente................
che poi tu dica e creda di aver ragione anche non avendola questo e' un altro discorso......................
In top se sei in grado di giocarci puoi anche farlo con il manico della racchetta o con qualsiasi presa tu voglia.pero ci sono delle prese che a una data complessita di palla,come dice satrapo ti permettono di avere piu copertura e controllo a parita di forza,cosa che con la presa estern non e fattibile per le ragioni che ha gia' elencato satrapo nel suo post.......qua non si dice che la western sia obbligatoria sei tu che lo dici..............che poi penetrazione voglia dire velocita' mi piacerebe vedere dove sta scritto,o magari ti confondi con profondita' ............ che cosa intendi tu per penetrazione...........palla piu veloce............
comunque ti aggiungo che dalle foto si possono vedere diversi tipi di prese utilizzati dallo stesso giocatore per situazioni differenti o per mancanza di tempo.Ci sono foto cje ti fanno vedere dei colpi anche in continental se solo per quiesto,ma non per questo si va a dire che il giocatore usa una presa continental...............poi se parliamo di profondita' si puo giocare profondo anche tirando ai due all ora...........mmmmmmm qua c'e qualcosa che non mi quadra rispetto al rapporto velocita' di palla profondita.........comunque io sono anche qui per imparare e gli interventi di gente competente ma anche non,sono sempre bene accetti c'e sempre da imparare,e quando mi accorgero che mi hai insegnato qualche cosa saró il primo a ringraziarti,ma al momento e visto le tue dichiarazini vedo la cosa molto lontana.......
Muy bien mi scuso con l'autore del post per essere andato un po fuori ot.........pero' prima di giuducare gli altri e dire che sono messi male bisognerebbe farsi un bell esamino di coscienza..........
Con qusto eron82 chiudo le polemiche e saro ben felice di discutere di tennis con te se i toni saranno diversi.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 7:35

Ok allora qui c'è proprio un problema di fondo. Nel video Will fa vedere chiaramente (e lo dice anche lui) che quelle che fa vedere sono tutte eastern, e lo sono! Se tu mi dici di no ti chiedo: tu come fai a distinguere una eastern da una semiwestern? Io insegno tennis da 5 anni ormai e prima ancora mi hanno sempre insegnato a distinguerle come ti ho descritto.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 8:04

@eron82 ha scritto:Ok allora qui c'è proprio un problema di fondo. Nel video Will fa vedere chiaramente (e lo dice anche lui) che quelle che fa vedere sono tutte eastern, e lo sono! Se tu mi dici di no ti chiedo: tu come fai a distinguere una eastern da una semiwestern? Io insegno tennis da 5 anni ormai e prima ancora mi hanno sempre insegnato a distinguerle come ti ho descritto.

Le impugnature sono queste, così come dice Will e come si sa dalla notte dei tempi:

http://www.tennis.com/articles/templates/instruction.aspx?articleid=1337

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da andrew84 il Sab 4 Giu 2011 - 10:49

@19Federer19 ha scritto:Io faccio lezioni col maestro, ma come dici tu è una questione di naturalezza e confidenza col colpo.
Ad esempio ad inizio anno ho provato a giocare il rovescio a una mano (visto che il i miei idoli sono sampras e federer), ma dopo vari mesi ho visto che era meglio continuare col rovescio a 2 mani perchè più naturale.
Così ho paura di ripetere lo stesso errore col diritto. magari butto mesi e mesi di allenamento per cambiare impugnatura, quando potrei tenere la eastern senza pregiudicare il top spin che ormai è il colpo base del tennis.

Per me ha ragione in tutto veterano, una eastern produrrà mediamente meno spin di una semi-w...non che non si possa toppare di eastern ma richiede un movimento meno naturale; per altro gran parte dei pro giocano con la semi-w gasquet e djoko compresi anche se l' altro utente ha evidentemente le idee un pò confuse

andrew84
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 206
Età : 32
Località : Ferrara
Data d'iscrizione : 10.02.10

Profilo giocatore
Località: Ferrara
Livello: ITR 4.5/5.0
Racchetta: prince exo3 tour 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Sab 4 Giu 2011 - 10:52

La descrizione sulle impugnature e su come riconoscerle e' corretta e nessuno dice il contrario,anche se per riconoscere un impugnatura non ci si limita a guardare solo la posizione della mano ma si guardano anche altre cose specialmente giocando,ma questo visto che sei un maestro dovresti saperlo.
Poi come ripeto anche will puo sbgliare e secondo il mio punto di vista lui fa vedere cosa e' la estern,e poi nel video di Federer si vede una semiwestern o al limite una strong estern, ma di estern piena non se ne parla proprio ,non guardare solo la mano nella foto..............comunque io insegno da ormai 15 anni ma con questo non vuol dire che ne sappia piu di te o di un altro e che voglia sempre aver ragione mi limito a dare le mie opinioni senza per questo dare dell' incompetente al primo che non e' daccordo con me.................visto che su questo video si sono fatte diverse analisi in diversi forum nel mondo non sono l'unico a vedere una semiwestern nel video e nella maggior parte dei casi quando gioca Federer.............

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 11:24

Se dite che Gasquet e Federer giocano con una semiwestern allora, con tutto il rispetto di questo mondo, non avete capito proprio niente di impugnature e non aggiungo altro. Immagino che voi non sappiate che ogni impugnatura ha due varianti, una presa a "pistola" e una a "mazza da baseball"...e sicuramente è questa mancanza che vi fa confondere. Comunque se volete vi spiego tutto nei dettagli altrimenti vi lascio alle vostre convinzioni.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da guidoyouth il Sab 4 Giu 2011 - 12:03

@19Federer19 ha scritto:Ciao a tutti.
Sto imparando a giocare il top spin. Giocandolo con una eastern c'è poco spin, allora sto cercando di cambiare impugnatura, usando una semi-western.
[u]

tornando alla richiesta di 19federer19... Suspect
se ti trovi bene con la eastern e il problema è solo lo spin ti consiglio di fare molto esercizio (molti cesti) per impratichirti meglio con questa presa.
lavora molto sulla dinamica del dritto...a livello di gesto tecnico.
vedrai che più acquisisci sicurezza più riuscirai ad essere sciolto nel gesto e di conseguenza ad imprimere maggiore effetto alla palla.
inutile passare da una presa all'altra se non si ha una buona base...imo

guidoyouth
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1505
Età : 38
Località : Saluzzo
Data d'iscrizione : 19.03.10

Profilo giocatore
Località: saluzzo
Livello: zero
Racchetta: head extreme microgel mp teflon

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Sab 4 Giu 2011 - 13:38

@19Federer19 ha scritto:L'articolo postato da Janko66 è esattamente quello che sapevo io.
Ma adesso che Eron82 dice che un efficace top spin si può giocare anche con una eastern, che l'impugnatura deve essere la più naturale possibile per me ecc... Sono in confusione Sad
Non devi avere nessuna confusione,l'articolo di satrapo e corretto ma come correttamente ha detto guidoyouth se e' da tempo che giochi con la estern puoi riuscire a giocare un "ottimo spin" anche con questa presa percio' se ti troci bene e non ci sono problemi tecnici particolari ti consiglierei di continuare con questa presa per essere sicuro di avere una buona padronanza del colpo,una volta raggiunto questo obbiettivo in base alle tue attidudini ed al livello che vuoi-puoi raggiungere si puo valutare un passaggio ad una semi western.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 13:56

...un passaggio che non avverrà mai perchè da eastern a semi-western è tutto un altro mondo e non ti sogneresti mai di cambiare stile di gioco, postura, ecc. Continua con la eastern e vai tranquillo! Wink

Se riesci postami un video dove colpisci di dritto così posso darti dei consigli.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Sab 4 Giu 2011 - 14:46

@eron82 ha scritto:Se dite che Gasquet e Federer giocano con una semiwestern allora, con tutto il rispetto di questo mondo, non avete capito proprio niente di impugnature e non aggiungo altro. Immagino che voi non sappiate che ogni impugnatura ha due varianti, una presa a "pistola" e una a "mazza da baseball"...e sicuramente è questa mancanza che vi fa confondere. Comunque se volete vi spiego tutto nei dettagli altrimenti vi lascio alle vostre convinzioni.
Con altrettanto rispetto ti dico che io lascio te alle tue convinzioni e che magari sei tu che no hai capito un bel niente di impugnature.Ma se vuoi i corsi serali sono aperti ehhhhhhhhh

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 15:29

Dalla tua risposta deduco che tu non conosca l'esistenza delle due varianti. Vabbè hai deciso di rimanere con la tua conoscenza e rispetto la tua scelta.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Sab 4 Giu 2011 - 16:33

Vedi deduci male,questo e' il problema,credo che il primo corso da maestro che feci risale a forse piu' di 20 anni fa e l'ultimo in un importante accademia spagnola con il quale ho la fortuna di collaborare risale a pochi mesi fa.........nel frattempo in questi ultimi mesi non so se ci siano state altre evoluzioni,ma se ci fossero state sono qui perche' qualcuno mi metta al corrente riguardo ai nuovi cambiamenti.Guarda non voglio mettermi a discutere sul chi ne sa di piu o di meno perche' mi sembra veramente ridicolo,pero' ti posso dire che se ti informi bene senza credere a cosa dico io potrai trovare molti ma molti professionisti del setore che riguardo le prese dei campioni sono in discordanza......ripeto a me ma se ti informi bene no solo a me la presa di Federer senza entrare in particolari tecnici,perche' e' gia stata analizzata diverse volte,basta cercare,sembra una semi wester,o a volte una estern strong,ossia una presa che e' intermedia tra estern e semi.................questo e' il mio parere e non solo il mio,basta informarsi,anzi se avro' voglia e tempo ti postero qualcosa in merito.........
letto e visto il post di satrapo che e' un tecnico nazionale della federazione italiana conosciuto anche personalmente da molti forumisti e visto le tue affermazioni,io posso dedurre che chi abbia dei dubbi e delle lacune tecniche sia tu.............poi detto questo e per terminare la discussione che tento alla fine no port a un bel niente,io lunedi saro' in campo ad allenare due dei mie ragazi che incominciano a fare i futures,tu probabilmente sarai in campo con i tuoi,che ognuno insegni quello che meglio crede..........

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 17:28

Ok allora ti do qualche indizio: l'impugnatura di Federer viene volgarmente detta Eastern a "pistola" e proprio questa sua caratteristica puó farla confondere con una semi-western. Ora se mi sai dire perchè una eastern a pistola puó essere confusa con una semi-western e in cosa si differenzia da una Eastern a "mazzada baseball" bene, altrimenti te lo spiego io. Sarà che ho fatto 2 anni in america e forse i termini tecnici sono un po' diversi. Cmq sia chiaro che io sto solamente condividendo il mio sapere senza sminuire la tua esperienza o di chiunque altro.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da 19Federer19 il Sab 4 Giu 2011 - 18:07

è che sempre più spesso vedo giocatori intorno a me che giocano con semi western o western e open stance.... E io gioco neutral stance e eastern.... Non vorrei imparare un tennis sorpassato.
Comunque di nuovo grazie a tutti per le risposte.

19Federer19
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 60
Età : 31
Data d'iscrizione : 04.03.11

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: I.T.R. 3
Racchetta: Pro Kennex Ki5 315g

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 18:10

Assolutamente no. Quando magari avrai molta sicurezza con i colpi potrai passare anche tu ad una open stance (non troppo accentuata).

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da marco61 il Sab 4 Giu 2011 - 20:36

@eron82 ha scritto:E poi ci stupiamo se il tennis italiano fa pena....c'è un'ignoranza generale sulle nozioni basilari!!!! Allora.....piccola lezioncina di impugnature...
Ohhh, appena ho letto queste parole mi sono detto: "Finalmente qualcuno che ci capisce qualcosa, abbiamo la persona che saprà risolvere la crisi del tennis italiano".
Poi ho letto il resto della discussione, ho letto che sei maestro, e mi sono detto: "E poi ci stupiamo se il tennis italiano fa pena".

marco61
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 995
Età : 55
Località : Sanremo
Data d'iscrizione : 07.11.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: I.T.R. 4.5, classifica fit 4.1
Racchetta: Volkl DNX 9

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum