Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da 19Federer19 il Mer 4 Mag 2011 - 23:26

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti.
Sto imparando a giocare il top spin. Giocandolo con una eastern c'è poco spin, allora sto cercando di cambiare impugnatura, usando una semi-western.
Diminuisce l'estensione del braccio, di conseguenza cambia la distanza con la palla, il finale è più "a uncino", più "pettinata", chiamatelo come volete insomma. E fin qui ci siamo.
Le difficoltà che incontro sono 3:
-mi si accorcia notevolmente la traiettoria, mediamente il mio dritto arriva all'altezza della linea di servizio, giocando invece il top spin con la eastern avevo più profondità.
Come faccio a raggiungere la stessa profondità con più spin? è solo questione di forza?
-mi viene più naturale avere un impatto più alto, non ad altezza anche. è giusto o bagliato?
-e soprattutto mi capita spessissimo di avere il polso molle, quando impatto mi trema e ovviamente il tiro è completamente sbagliato. E questo proprio non riesco ne a correggerlo ne a capirlo. Mistero.
Spero possiate darmi consigli utile.
Grazie.
[u]

19Federer19
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 60
Età : 31
Data d'iscrizione : 04.03.11

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: I.T.R. 3
Racchetta: Pro Kennex Ki5 315g

Tornare in alto Andare in basso


Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da marco61 il Sab 4 Giu 2011 - 20:36

@eron82 ha scritto:E poi ci stupiamo se il tennis italiano fa pena....c'è un'ignoranza generale sulle nozioni basilari!!!! Allora.....piccola lezioncina di impugnature...
Ohhh, appena ho letto queste parole mi sono detto: "Finalmente qualcuno che ci capisce qualcosa, abbiamo la persona che saprà risolvere la crisi del tennis italiano".
Poi ho letto il resto della discussione, ho letto che sei maestro, e mi sono detto: "E poi ci stupiamo se il tennis italiano fa pena".

marco61
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 995
Data d'iscrizione : 07.11.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: I.T.R. 4.5, classifica fit 4.1
Racchetta: Volkl DNX 9

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da 33bongio il Sab 4 Giu 2011 - 21:05

io professo la mia ignoranza ed ammetto di non conoscere le varianti a "pistola" e a "mazza da baseball" (dal nome immagino provengano dagli states), quindo invito il detentore del titolo "veterano" cheers e lo sfidante "eron82" cheers ad illuminare tutto il forum.

posto anche la mia esperienza: ho giocato da ragazzino 10-14 anni quindi fine '80 ed ho imparato con la classica estern; quando ho ripreso quasi tre anni fa ho continuato con questa impugnatura fino a quando con l'aumentare della velocità di palla e con la necessità di far passare la palla più lontano possibile dalla rete ho iniziato molto naturalmente a ruotare leggermente l'impugnatura fino ad accorgermi dopo un pò di tempo di giocare con una sw. quindi solo per esperienza personale dico che il passaggio da e a sw non è impossibile e nel mio caso nemmeno traumatica (chiaramente lavoro ogni settimana con il maestro)

33bongio
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 172
Età : 39
Località : piacenza
Data d'iscrizione : 17.09.10

Profilo giocatore
Località: Piacenza
Livello: futuro campione
Racchetta: yonex RDIS 200 eiffel tuning + 2X prince speedport tour mp

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 21:19

@33bongio ha scritto:io professo la mia ignoranza ed ammetto di non conoscere le varianti a "pistola" e a "mazza da baseball" (dal nome immagino provengano dagli states), quindo invito il detentore del titolo "veterano" cheers e lo sfidante "eron82" cheers ad illuminare tutto il forum.

posto anche la mia esperienza: ho giocato da ragazzino 10-14 anni quindi fine '80 ed ho imparato con la classica estern; quando ho ripreso quasi tre anni fa ho continuato con questa impugnatura fino a quando con l'aumentare della velocità di palla e con la necessità di far passare la palla più lontano possibile dalla rete ho iniziato molto naturalmente a ruotare leggermente l'impugnatura fino ad accorgermi dopo un pò di tempo di giocare con una sw. quindi solo per esperienza personale dico che il passaggio da e a sw non è impossibile e nel mio caso nemmeno traumatica (chiaramente lavoro ogni settimana con il maestro)

Certo che no, il passaggio da eastern a semiwestern non è impossibile. I più piccoli lo fanno quasi normalmente per fronteggiare palle che data la loro altezza risultano spesso alte per loro. Il passaggio da semiwestern a eastern è leggermente più complicato.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 21:31

@marco61 ha scritto:
@eron82 ha scritto:E poi ci stupiamo se il tennis italiano fa pena....c'è un'ignoranza generale sulle nozioni basilari!!!! Allora.....piccola lezioncina di impugnature...
Ohhh, appena ho letto queste parole mi sono detto: "Finalmente qualcuno che ci capisce qualcosa, abbiamo la persona che saprà risolvere la crisi del tennis italiano".
Poi ho letto il resto della discussione, ho letto che sei maestro, e mi sono detto: "E poi ci stupiamo se il tennis italiano fa pena".

Almeno giustifica...

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da marco61 il Sab 4 Giu 2011 - 21:46

Molto volentieri. Non mi interessa entrare nel merito della discussione, ma conosco molto bene veterano e satrapo e l'arroganza e la presunzione con le quali rispondi alle loro argomentazioni dimostrano una supponenza che in un insegnante di tennis non si vorrebbe vedere.
Passione, umiltà e disponibilità, sono doti delle quali sei molto carente.
Almeno a giudicare da come scrivi.

marco61
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 995
Età : 55
Località : Sanremo
Data d'iscrizione : 07.11.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: I.T.R. 4.5, classifica fit 4.1
Racchetta: Volkl DNX 9

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 21:52

Perchè io devo rispettare e accettare le loro conoscenze e loro non le mie e di tanti altri esperti? Forse l'umiltà devono dimostrarla loro (ma in questo caso Veterano) visto che appena si entra in contrasto con le loro conoscenze perdono le staffe. Bisogna accettare il dialogo e aprirsi a nuovi punti di vista....anche se di nuovo non ho esposto praticamente nulla visto che sono nozioni basilari.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Sab 4 Giu 2011 - 22:19

eron ci sono delle cose che non mi quadrano,per primo nessuno e' andato in escandescenza,secondo chi ha incominciato a dire che siamo messi male e a fare critiche commentando che certe affermazioni ti sembravano delle stronzate sei tu,non mi sembra fino ad ora di aver agito come stai facendo tu.....forse sei partito un po con il piede sbagliato,ma a tutto ce rimedio basta essere aperti mentalmente..........un saluto
P.s conosci per caso Florian.......

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 22:29

Semplicemente perchè io ti sto fornendo dei metodi oggettivi su come distinguere un'impugnatura dall'altra e tu mi vieni contro dicendo che Tizio dice così, su quel sito è scritto così, ecc, ma ne Tizio ne il sito forniscono una spiegazione oggettiva a quello che stanno dicendo. Con i "mi pare" i "quasi" i "può darsi" non si va da nessuna parte. Se mi fornisci un altro metodo per distinguere le impugnature ne parliamo. Fino a quel momento io uso sempre una logica semplice e precisa, cioè "vero fino a prova contraria".

P.S: Florian chi?

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Sab 4 Giu 2011 - 22:38

Come meglio credi "vedi " tu,ma a questo punto mi sembra che tu non voglia proprio vedere ,ho gia detto che gli schemi dell impugnature che illustri sono corretti,ma che da una foto a volte ci si puo fare ingannare,bisogna considerare anche altri diversi fattori che ti ho gia' menzionato,ma mi sembra che tu non lo voglia capire,io non mi baso su ne ma, ne puo darsi ,ne se, ne pero',guada lo swing e l'inclinazione del piatto corde magari puoi avere delle indicazioni per sapere quando giochi che grip usa il tuo avversario, se no se ti basi solo sugli schemini puoi sempre chiedergli che ti mandi una foto per analizzare meglio l'impugnatura..........

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 22:48

Basta vedergli la mano anche da lontano per renderti conto che impugnatura abbia. L'apertura, lo swing e i movimenti di preparazione sono fattori molto personali. Paradossalmente uno può avere una eastern e fare la stessa preparazione di chi usa una western (cosa ne esca fuori non l'ho mai provato però è possibile)

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da benest il Sab 4 Giu 2011 - 22:54

ragazzi non offendetevi..ma le sfide a "chi ce l'ha più lungo"....allungano solo i post (purtroppo per il resto non c'è molto da fare..Laughing) e a lungo andare stufano...

e poi dai...sappiamo che in Italia siamo tutti i migliori allenatori della nazionale.....niente di nuovo sotto al sole Very Happy Very Happy

buon tennis...e take it easy

benest
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 518
Età : 36
Località : NEAR SWISS
Data d'iscrizione : 21.09.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: FIT 4.3 - ITR 4.0
Racchetta: PRO KENNEX Ki5 315 (2010)

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Sab 4 Giu 2011 - 22:56

Concordo benest e mi scuso con l'autore del post per questa inutile diatriba.............

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 23:03

Quoto Smile

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da 33bongio il Sab 4 Giu 2011 - 23:50

io professo la mia ignoranza ed ammetto di non conoscere le varianti a "pistola" e a "mazza da baseball" (dal nome immagino provengano dagli states), quindo invito il detentore del titolo "veterano" cheers e lo sfidante "eron82" cheers ad illuminare tutto il forum.

si ma nessuno mi ha risposto... e chi sono io il figlio povero??? Very Happy Very Happy

33bongio
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 172
Età : 39
Località : piacenza
Data d'iscrizione : 17.09.10

Profilo giocatore
Località: Piacenza
Livello: futuro campione
Racchetta: yonex RDIS 200 eiffel tuning + 2X prince speedport tour mp

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da eron82 il Sab 4 Giu 2011 - 23:58

Ah scusa, ho messo la spiegazione nell'altra discussione, quella sulla pesantezza e velocità di palla. Verso la fine ci sono i link con le spiegazioni delle impugnature e un link di dimostrazione di una gun e di una hammer entrambe eastern.

eron82
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 28.05.11

Profilo giocatore
Località: Barletta
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson kFactor 6.1 Tour 90

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da 33bongio il Dom 5 Giu 2011 - 13:43

grazie cheers

33bongio
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 172
Età : 39
Località : piacenza
Data d'iscrizione : 17.09.10

Profilo giocatore
Località: Piacenza
Livello: futuro campione
Racchetta: yonex RDIS 200 eiffel tuning + 2X prince speedport tour mp

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da yokupoku il Dom 5 Giu 2011 - 14:26

tornando al topic, perchè la domanda è molto interessante... quanta forza ci vuole ?

Io quando penso alla quantita' di rotazione penso direttamente alla "velocita' di spazzolatura"... che poi è quasi tutta a carico della rotazione di avambraccio ( dritto )

passando ad esempio dalla terra al cemento... mi sono accorto di dover dimezzare l'apertura ( che tanto per la potenza ci appoggiamo) e raddoppiare la velocita' di "spazzolatura"... senno' la palla in campo non ci resta. Ovvio per fare cio'... cambia il timing.. e piu' velocita' vogliamo produrre, piu' gli appoggi devono essere "rocciosi".... non dico che sia facile.. anzi.

Quindi quanta forza ? Secondo me, quella che basta ad ottenere sufficiente velocita' di spazzolatura... e se è sufficiente o meno ce lo dice la palla, da come esce dal piatto.

La racchetta dovrebbe essere adeguata come peso e bilanciamento... in maniera tale che ci lasci dei margini per accelerare o rallentare a piacimento con l'avambraccio...

Almeno.. io la vedo cosi'... se la palla mi parte giusta come altezza.. ma lunga nonostante io abbia "spazzolato"... al tiro successivo cerco di metterci piu' avambraccio ...

Vet .. ci vorrebbero degli esercizi che aiutino a prendere coscienza di come si genera e come si varia la quantita' di spin...

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da nw-t il Dom 5 Giu 2011 - 14:51

Tornando al topic....ma che domanda assurda hai fatto?? Cosa c'entra la quantità di forza che ci và messa...è naturale che di forza ne và messa la massima possibile....più forza metti con la rotazione nel colpo è meglio è...

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15453
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Felipo il Dom 5 Giu 2011 - 15:02

Come dice nw-t, forza ne va messa sempre molta (giocando da fondo); il punto è avere la capacità di gestire quanta parte di questa forza diventa velocità dal basso verso l'alto e quanta parte diventa velocita da dietro verso avanti ( rispettivamente topspin e profondità del colpo).

Felipo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1256
Data d'iscrizione : 13.06.09

Profilo giocatore
Località: Friuli
Livello: 4.0 itr / 4.4 Fit
Racchetta: Aeropro Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da wbtit il Dom 5 Giu 2011 - 16:55

@yokupoku ha scritto:
passando ad esempio dalla terra al cemento... mi sono accorto di dover dimezzare l'apertura ( che tanto per la potenza ci appoggiamo) e raddoppiare la velocita' di "spazzolatura"... senno' la palla in campo non ci resta. Ovvio per fare cio'... cambia il timing.. e piu' velocita' vogliamo produrre, piu' gli appoggi devono essere "rocciosi".... non dico che sia facile.. anzi.

Vet .. ci vorrebbero degli esercizi che aiutino a prendere coscienza di come si genera e come si varia la quantita' di spin...

Non sono al tuo livello ma sul veloce se dimezzo l'apertura durante lo scambio la palla mi va... a rete oppure do la possibilità all'avversario di provare qualche colpo il slice che per me è anche peggio.
Gli unici colpi che mi mettono nella possibilità di "forzare" l'avversario in errore è swing ampio, molto veloce e con tanto spin per non andare lungo, in pratica un colpo su dieci Smile



wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da Veterano il Dom 5 Giu 2011 - 17:33

@yokupoku ha scritto:tornando al topic, perchè la domanda è molto interessante... quanta forza ci vuole ?

Io quando penso alla quantita' di rotazione penso direttamente alla "velocita' di spazzolatura"... che poi è quasi tutta a carico della rotazione di avambraccio ( dritto )

passando ad esempio dalla terra al cemento... mi sono accorto di dover dimezzare l'apertura ( che tanto per la potenza ci appoggiamo) e raddoppiare la velocita' di "spazzolatura"... senno' la palla in campo non ci resta. Ovvio per fare cio'... cambia il timing.. e piu' velocita' vogliamo produrre, piu' gli appoggi devono essere "rocciosi".... non dico che sia facile.. anzi.

Quindi quanta forza ? Secondo me, quella che basta ad ottenere sufficiente velocita' di spazzolatura... e se è sufficiente o meno ce lo dice la palla, da come esce dal piatto.

La racchetta dovrebbe essere adeguata come peso e bilanciamento... in maniera tale che ci lasci dei margini per accelerare o rallentare a piacimento con l'avambraccio...

Almeno.. io la vedo cosi'... se la palla mi parte giusta come altezza.. ma lunga nonostante io abbia "spazzolato"... al tiro successivo cerco di metterci piu' avambraccio ...

Vet .. ci vorrebbero degli esercizi che aiutino a prendere coscienza di come si genera e come si varia la quantita' di spin...
Mah esercizi i soliti uno puó essere quello di mettersi a sbracciare a qualche metro dalla rete con una rete supplementare piú alta di almeno un metro e con l'obbilgo di far rimbalzare la palla nella area di servizio opposta,per riuscirci devi fare girare il braccio veramente veloce,se no i classici palleggi da fondo con un overnet di almeno un metro ,l'overnet o l'altezza della rete supplementare lo decidi tu ma una volta tolta la rete supplementare se ti abitui a giocare con un overnet di mezzo metro o di un metro non solo correrai meno rischi ma ti abituerai a giocare automaticamente piu profondo.Poi chiaramente si puo variare l'altezza della rete arrivando anche ad un metro metro e mezzo ,almeno che non si giochino dei pallonetti piatti,ma lo scopo non e questo,per passare la rete devi per forza usare una quantita di spin e con l'overnet e magari aggiungendo che devi giocare la palla almeno mezzo metro dalla linea di fondo risucirai ad avere una palla consistente e profonda.Poi chiaramente in base alla situazione di gioco si dovra imparare ad utilizzare piu o meno spinta e altrettanto cercare una soluzione con piu o meno spin.ma per quello ci sono gli esercizi situazionali che si fanno con il cesto............

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da yokupoku il Dom 5 Giu 2011 - 19:33

@wbtit ha scritto: Non sono al tuo livello ma sul veloce se dimezzo l'apertura durante lo scambio la palla mi va... a rete oppure do la possibilità all'avversario di provare qualche colpo il slice che per me è anche peggio.
Gli unici colpi che mi mettono nella possibilità di "forzare" l'avversario in errore è swing ampio, molto veloce e con tanto spin per non andare lungo, in pratica un colpo su dieci Smile

no ma intendevo su palla vivace, sul veloce devo aprire meno ... ma se la palla è lenta, bisogna aprire bene su qualunque superficie ... senno' la palla non viaggia come giustamente dici..


yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da wbtit il Dom 5 Giu 2011 - 21:59

@yokupoku ha scritto:
no ma intendevo su palla vivace, sul veloce devo aprire meno ... ma se la palla è lenta, bisogna aprire bene su qualunque superficie ... senno' la palla non viaggia come giustamente dici..

Ok, e.... funziona? Io sto facendo un po' di esperimenti ma su palle molto veloci se tento di rispondere con tanto "spazzolata" in appoggio ogni tanto la palla mi vola a 20 metri di altezza...

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da benest il Dom 5 Giu 2011 - 22:15

@nw-t ha scritto:Tornando al topic....ma che domanda assurda hai fatto?? Cosa c'entra la quantità di forza che ci và messa...è naturale che di forza ne và messa la massima possibile....più forza metti con la rotazione nel colpo è meglio è...

in realtà la domanda non è così assurda..se la tecnica non è molto buona (come nel mio caso..) e si compensa la fluidità del movimento con la forza...arrotando ce ne vuole molta di più che giocando ad esempio più piatto come può avvenire sul veloce..lo dico perchè quando gioco sulla terra tentando di arrotare di più mi sfianco...

perciò più che assurda la domanda è incompleta e dovrebbe essere: "ma quanta forza ci vuole a giocare arrotato con una tecnica non adatta??" e la risposta è: troppa!!! non reggi una partita intera...

Dunque devi fare come sto tentando (a fatica) di fare io...migliorare la tecnica..e poi penso di poter dire che la forza necessaria sarà sempre meno...

Ciao!!!

benest
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 518
Età : 36
Località : NEAR SWISS
Data d'iscrizione : 21.09.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: FIT 4.3 - ITR 4.0
Racchetta: PRO KENNEX Ki5 315 (2010)

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da yokupoku il Lun 6 Giu 2011 - 22:01

@wbtit ha scritto:
@yokupoku ha scritto:
no ma intendevo su palla vivace, sul veloce devo aprire meno ... ma se la palla è lenta, bisogna aprire bene su qualunque superficie ... senno' la palla non viaggia come giustamente dici..

Ok, e.... funziona? Io sto facendo un po' di esperimenti ma su palle molto veloci se tento di rispondere con tanto "spazzolata" in appoggio ogni tanto la palla mi vola a 20 metri di altezza...

è facile che verticalizzi troppo la spazzolata ( colpo che comunque puo' tornarti utile in difesa )

prova a vedere come cambia il colpo entrando in zona contatto con il piatto corde leggermente piu' "faccia a terra" ... e la spazzolata la fai quindi piu' "coperta" ... la palla dovrebbe abbassarsi e prendere piu' componente orizzontale, sempre mantenendo buona rotazione... ma occhio a non rallentare l'avambraccio senno' ti parte piatta e buchi la recinzione....

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: dritto in topspin: ma quanta forza ci vuole????

Messaggio Da seneca85 il Lun 6 Giu 2011 - 23:35

@yokupoku ha scritto:

prova a vedere come cambia il colpo entrando in zona contatto con il piatto corde leggermente piu' "faccia a terra" ... e la spazzolata la fai quindi piu' "coperta" ... la palla dovrebbe abbassarsi e prendere piu' componente orizzontale, sempre mantenendo buona rotazione... ma occhio a non rallentare l'avambraccio senno' ti parte piatta e buchi la recinzione....

Quando si impatta il piatto corde deve essere sempre parallelo alla rete qualsiasi sia l'impugnatura dalle più classiche alle più esasperate.
Io non consiglierei di entrare con il piatto corde più inclinato verso terra ciò a lungo andare creerebbe problemi, soprattutto si incomincerebbe a schiacciare la palla cosa che sembra fino ad ora non essere successa.
Schiacciare la palla è sempre un'eccezione che si usa in casi particolarissime, se la si adotta come abitudine crea scompensi gravi.
Per ridurre la eccessiva componente verticale consiglierei:
- diminuire la pronazione avambraccio/ braccio (c.d. tergicristallo) e così facendo il gomito del braccio che impugna sale di più e a fine movimento sta alto e guarda indirezione campo avversario (l'avambraccio a fine movimemnto è parallelo al terreno) infatti chi invece dà molto top spin a fine movimento di solito ha il gomito del braccio che impigna rivolto verso il basso;
- se nonostante ciò la palla non cammina molto forse non si scarica il peso sulla palla stessa, c'è qualcosa che nelle spinte dei vari segmenti non va.

Comunque a livello amtoriale secondo me è meglio avere il difetto di avere molta componente verticale rispetto che avercene al contrario molta di orizzontale, in tal modo si ha più margine di errore e si sbaglia meno.
Naturale se oltre alla componente verticale si fa viaggiare anche la palla la musica cambia.

seneca85
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 628
Età : 31
Località : Sezze (LT)
Data d'iscrizione : 29.12.09

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum