Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di Passionetennis!
Da qui potete connettervi o registrarvi per far parte anche voi della nostra comunità.
La registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato e molto altro.
Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!
Buona navigazione su Passionetennis.it

Accedi
Ultimi argomenti
Luxilon SmartOggi alle 2:25w_5100
Post duplicatoIeri alle 20:06Loppo
Mi presentoIeri alle 17:54drichichi
pure drive 2020Ieri alle 17:54Lucasss
Dunlop Srixon Revo CV 3.0Ven 23 Ott 2020 - 19:22Eiffel59
rovescio ad una manoVen 23 Ott 2020 - 12:34drichichi
Head prestige touch tourVen 23 Ott 2020 - 12:25stefano30
Wilson pro Labs Ven 23 Ott 2020 - 12:09nicpett





Ultime dal mercatino
Link Amici

Andare in basso
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 9:05
Salve vorrei raccontarvi quanto successo a mio figlio che quest'anno vorrebbe cambiare club tennis dopo 4 anni che ne frenta uno, il motivo non è perché si trova male con i maestri ma perché organizzano pochi tornei. Quindi ha fatto il provino in un altra scuola ed è uscito depresso e in lacrime. Questo maestro dopo averlo fatto palleggiare due minuti ha incominciato a trovargli ogni sorta di difetti: dall'impugnatura del rovescio, all'apertura del dritto ecc. Insomma non andava bene niente neanche la racchetta acquistata in un negozio specializzato e sotto consiglio del negoziante per la fisicità di mio figlio molto magro e alto 1.65 gli aveva consigliato una babolat drive lite, questo nuovo maestro la definita troppo leggera per mio figlio e anche le corde le ha definite "da spiaggia". Insomma sinceramente far fare 9 mesi di tennis con un maestro così decisamente non mi convince. Sto pensando di iscriverlo alla scuola che ha sempre frequenrato anche se farà poche gare non fa niente ma almeno gioca divertendosi e le lezioni non diventano un incubo . Aspetto un vostro parere.
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 9:07
Dimenticato i suoi maestri di tennis di sempre hanno sempre detto che quella racchetta andava benissimo
maverick9801
maverick9801
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 472
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.08.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello:
Racchetta: Head prestige pro ig, head extreme pro ig, babolat pure drive french open

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 9:29
se fossi in te lo iscriverei alla "vecchia" scuola,il divertimento prima di tutto, meglio stare alla larga dai maestri "fenomeni",questo resta pur sempre uno sport e va vissuto con spensieratezza...i tornei poi se uno vuole se lo può anche andare a cercare altrove
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 9:32
Già è quello che ho pensato anche io. Il problema vero è che mio figlio non ha la tessera fit e molti tornei la vogliono all'iscrizione. Ma non importa se farà meno tornei o partite ma il divertimento è essenziale
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 9:34
Ma poi mio figlio con il suo metodo di gioco (forse non sarà perfetto nei movimenti) è bravino ha anche vinto dei tornei organizzati dalla scuola tennis
chiaralt
chiaralt
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 925
Età : 43
Località : treviglio
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 10:37
Quanti anni ha tuo figlio e che obiettivi ha nel tennis?
Scusa, se te lo dico con franchezza, ma il fatto che abbia vinto tornei della scuola tennis conta fino ad un certo punto, dato che immagino non abbia giocato contro degli agonisti.
Io sono una ragazza alta 1.68 e gioco con una racchetta da 300, peso che trovo assolutamente gestibile e non penso di essere piu' forzuta di un ragazzino
Tutto dipende dalle aspirazioni di tuo figlio, se vuole fare il tennis in modo serio facendo anche la tessera FIT o se per lui e' solo un passatempo per divertirsi.
Nel secondo caso forse la scuola che frequenta attualmente va bene visto che si diverte, ma calcola che racchette di quel tipo io le vedo utilizzare da gente di 11-12 anni al mio circolo. A te sembra che tuo figlio sia migliorato in quattro anni o dopo i primi miglioramenti e' in una fase stazionaria?
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 10:41
Mio figlio vorrebbe fare agonismo ma dicono che non è pronto per quello che non ha la tessera fit. Si vedo mio figlio stazionario nei ultimi due anni non ha fatto molti progressi, ha 16 anni e pesa sui 44 kg circa
Maffa
Maffa
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 215
Data d'iscrizione : 24.11.15

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:10
concordo con chiara. La racchetta che ha (così come tutto i lresto) è commisurato agli scopi che si prefigge.

Se l'intenzione è l'agonismo puro, tipo "voglio mirare a fare il pro" (e a 16 anni il treno ha fischiato da un po' e le porte sono già mezze chiuse) il grado di finezza richiesta è molto più alta rispetto al "voglio giocare a tennis con i miei amici", o fare i tornei cittadini. In mezzo ci sono tutte le gradazioni di grigio, e in generale ho trovato che almeno nelle grandi città ci sono club che si specializzano per rispettive fasce di "impegno" e obiettivi. Mirare troppo in alto (ammesso che il ragazzo venga accettato, perchè a volte fanno pure selezione all'ingresso per non sottrarre tempo e attenzione a chi è promettente) non suportata da un desiderio ardente di migliorare o morte, potrebbe portare alla frustrazione del ragazzo. Io che sono di Torino, so che se porto mio figlio allo Sporting, ai Ronchi Verdi o al Dopo Lavoro Ferroviario, ottengo progetti educativi diversi, per scopi diversi.

Non riesco a fare un paragone con il calcio perchè la spesa maggiore per il calcio sono le scarpe, mentre nel tennis la racchetta ha un apporto molto molto maggiore nel rendimento totale e condiziona ed è condizionato dagli abitudini e dagli stili di gioco. Idem nella tecnica di gioco, perchè la palla viaggia in continuazione avanti e indietro e sei sempre coinvolto in prima persona e devi colpire sempre ogni uno due secondi, il gesto non è granchè spontaneo o naturale, e pochissimi gradi di inclinazione o frazioni di secondo di differenza creano situaizoni completamente diverse. 

Direi che tu e tuo figlio vi dovete chiarire bene le idee, e perchè no chiedere ai maestri di indirizzarvi verso scuole che si avvicinino ai vostri obiettivi.
mattiaajduetre
mattiaajduetre
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 14681
Età : 26
Località : manerbio
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: tra lac dè Garda, mantua, crèmuna e bresa (siAMO parecchi)
Livello: 3.1 F.I.T.
Racchetta: yonex ezone 98

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:15
buon giorno
non entrerò in merito specifico e non emetterò giudizi su persone che non conosco
mi permetto di scrivere alcune considerazioni personali:
ci sta che un professionista possa avere un'opinione su pesi minimi e materiale, ovviamente le proprie ragioni vanno esposte con educazione.
mi chiedo però come possa essere possibile che un ragazzo sia uscito " depresso e in lacrime " per delle battute estemporanee
del resto leggo di chi si lamenta perchè il maestro non aiuta per l'attrezzatura salvo poi fare la stessa cosa se invece si trova un professionista che esprime pareri.
personalmente le cavolate le sento più dai commessi dei negozi che da colleghi.
il mio pensiero è che sotto un certo peso il telaio possa essere pericoloso ma ripeto: parere personalissimo.
discorso tornei: come mai i maestri precedenti non hanno ritenuto di far sottoscrivere una tessera agonistica? e soprattutto il ragazzo l'ha richiesta?
sicuramente il nuovo maestro poteva puntualizzare le eventuali lacune con tatto e non al primissimo impatto, ma credo, (in quanto professionista) abbia il dovere di essere obbiettivo.
buon tennis a tutti
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:17
A questo punto se mio figlio non ha le caratteristiche per fare "carriera" è anche inutile mandarlo in una scuola che lo stressi ad ogni allenamento, penso che se fosse stato veramente un fenomeno gli avrebbero fatto la tessera fit, a questo punto penso che sia meglio per lui la vecchia scuola tennis
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2320
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:19
Non capisco cosa voglia dire "non e' pronto" .A 16 anni sei altro che pronto....che poi la tecnica non sia perfetta poco importa,ma se non ci si butta nella mischia a 16 anni quando si dovrebbe farlo ???? anche perche' oltre al discorso tecnico in campo bisogna imparare a gestire la partita specialmente se di torneo.....digerire le sconfitte...etc etc etc....anche perche' il divertimento sta proprio nel giocare partite e confrontarsi con gli altri nel bene e nel male....
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:23
Si mio figlio la scorsa stagione ha richiesto la tessera ma gli è stata negata. Io non do giudizi proprio perché non me ne intendo, però visto che non conosceva mio figlio poteva benissimo dirgli "guarda secondo me dobbiamo lavorare molto su questo e quest'altro" secondo me è stato l'approccio sbagliato le correzioni ci potevano stare ma non tutte in poco tempo, lo ha scoraggiato e lo ha fatto sentire "una merda" espressione di mio figlio, come se in 4 anni non avesse imparato niente
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:25
Ma infatti questo era il motivo del cambio scuola, anche se per loro non è pronto ma fategli fare questa esperienza
mattiaajduetre
mattiaajduetre
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 14681
Età : 26
Località : manerbio
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: tra lac dè Garda, mantua, crèmuna e bresa (siAMO parecchi)
Livello: 3.1 F.I.T.
Racchetta: yonex ezone 98

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:32
[quote="Veterano"]Non capisco cosa voglia dire "non e' pronto" .A 16 anni sei altro che pronto....che poi la tecnica non sia perfetta poco importa,ma se non ci si butta nella mischia a 16 anni quando si dovrebbe farlo ???? anche perche' oltre al discorso tecnico in campo bisogna imparare a gestire la partita specialmente se di torneo.....digerire le sconfitte...etc etc etc....anche perche' il divertimento sta proprio nel giocare partite e confrontarsi con gli altri nel bene e nel male....[/quote]

perfettamente d'accordo 

ci sta però che possa essere il ragazzo a decidere di buttarsi nella mischia (nonostante nessuno dei maestri precedenti gli dia credito)
forza che l'importante è divertirsi sempre che, non siano solo batoste
buon tennis
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:34
Penso che sia questo il motivo del rifiuto della tessera
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2320
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:36
Mi risulta strano che le abbiano negato la tessera Fit...perche' almeno che le cose non siano cambiate se sei in un club ti fai le visite mediche per l'idoneita' e paghi per avere la tessera fit indipendentemente da cosa possono dire i maestri.
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:37
Non so che dire a quello che ho capito la fanno solo agli agonistici
babolat94
babolat94
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 6286
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:47
16 anni,44 kg? Non sarà un pò troppo esile. Bisogna considerare anche l'altezza che non mi pare di aver capito, ma a me siceramente sembra proprio poco.
Discorso agonismo ma non è pronto: non è che uno si fa la tessera fit quando è pronto perchè di questo passo, aggravato per l'appunto da questa tua sensazione di stazionamento, non sarà mai pronto.
Dsicorso scuola: sarebbe meglio la vecchia, ma sembra che li lo stiano un pò crogiolando. Dall'altra parte invece l'hanno preso a schiaffoni.. Certo due situazioni estreme ma non vorrei si fosse verificato il fatto che dove è sempre stato l'hanno portato in trionfo e dove è andato a fare il provino con ambizioni agonistiche si sia dovuto ridimensionare.
Da considerare l'aspetto ludico.. si vuole farlo per agonismo ma a quest'età, mai fatta una gara e sembra trovino anche un sacco di difetti, non credo possa fare chissa cosa, o meglio credo in una rivitazione delle priorità: può praticarlo spesso i,mpegnandosi , ma sempre nel rispetto del suo divertimento a livello di quarta e magari in futuro anche terza,perchè oramai credo il treno dell'agonista puro credo sia passato da un pezzo. Perciò divertimento e sano e ripeto sano spirito agonistico/competitivo non morboso.
Discorso tornei: o trovi un' altra scuola in cui sono meno duri e fanno più tornei, oppure resta alla vecchia e si può tesserare per conto suo (nel senso si appoggia al circolo. I maestri non possono stabilire per lui se è pronto o meno.. fagliela fare, male che va prende qualche batosta, però in tanto si toglie lo sfizio, sennò gli rimarrà il sogno di continuarsi ad allenare per un torneo che alla fine forse neanche arriverà mai di questo passo.
Ricapitolando:
1) Divertimento
2) cerca una possibile alternativa se esiste alle 2 scuole sovracitate e vedi come si potrebbe trovare
3) lascia perdere dove l'hanno fatto deprimere. Ammesso e non concesso che abbiano pure ragione, i ragazzi si devono divertire, non è un lavoro il tennis (o almeno non lo è per la quasi totalità delle persone
4) resta al suo vecchio circolo e richiedi di diritto di essere iscritto alla fit. Paghi la tessera, paghi la visita medica, pagherai la quota torneo, ,ma non ti possono dir nulla.. Voglio fare tornei?Ok fatti miei. Perdo o vinco? Fatti miei. Non permettere però che mettano scuse del tipo non è pronto..

Ora dico il mio pensiero che potrebbe essere relta ma non è detto: i maestri attuali non hanno fatto un gran lavoro, spiegata oramai la fase di stallo. Sanno bene cosa sono i tornei e veramente non lo vedono pronto. Gli sconsigliano di farli anche perchè più di qualche risultato negativo a livello ufficiale ci potrebbe stare e quindi far venire qulache dubbio sul metodo didattico.
L'altro circolo in vede aperto in chiave più agonistica, soprattutto a 16 anni, credo abbia detto la verità: in una scuola medio seria i 16 anni tirano mazzate e hanno la tessera fit con tanto di classifica (buona o brutta che sia). Non ritiene quindi forse possibile inserirlo in quel gruppo con quelle ambizioni agonistiche. I maestri non rifiutano mai ingacci quindi probabilmente ti avranno proposyto un corso più base con bambini di 12-13 anni.. IMHO
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 11:54
Non so con quali ragazzi avrebbe giocato, nel provino c'era solo il maestro. Io e mio marito avevamo pensato a questa soluzione: per quest'anno si iscrive ancora alla vecchia scuola "magari gli fanno anche la tessera" non sono ancora andata a parlare, poi a giugno 2017 c'è un altra scuola tennis che organizza corsi estivi potrebbe andare lì e vedere come si trova ed eventualmente poi a settembre iscriversi lì
Maffa
Maffa
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 215
Data d'iscrizione : 24.11.15

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 12:02
Beh ma fate ancora in tempo a provarne altre in realtà. 
Siamo ancora agli inizi di Settembre. Sul sito FIT quante scuole potenziali avete? cambia molto se siete in città o in provincia. provate a fare il nome del posto dove vi trovate, magari qualche nome salta fuori.
Matteo1970
Matteo1970
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 671
Età : 49
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: Yonex VCore Duel G97

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 12:04
Se posso....

ti consiglierei di andarea fondo con il club attuale sulle motivazioni del rifiuto della tessera agonistica. Perchè è una cosa assolutamente inusuale. Se ho i requisiti medici, e ne faccio richiesta, la tessera mi deve essere rilasciata. Senza se e senza ma.
Il club cui appartengo può non convocarmi per motivi tecnici ai tornei a squadre, ma non può negarmi la partecipazione individuale a qualsivoglia torneo.

A 16 anni la competizione e anche le pallinate sono parte della crescita, e come in tutti gli sport ci sono livelli e livelli, tuo figlio rientra in uno di questi , che può essere anche il più basso, ciò non toglie che sia suo diritto giocare tornei federali e crescere come giocatore e come persona.

Io fossi in te cambierei club già solo per questa storia del mancato tesseramento, preferisco un   club che mi dice schiettamente che sono uno scarsone rispetto a uno che cerca vuole tutelarmi contro la mia volontà ( di mio poi, mi si instillano sospetti ulteriori di carattere economico).
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 12:05
I corsi iniziano a ottobre avrei paura di perdere il posto in quella vecchia, si potrei richiedere una prova a quella su citata del corso estivo
avatar
Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 12:06
Matteo in che senso economici?
babolat94
babolat94
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 6286
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 12:13
No vabbè ho riscritto in altri termini tutto quello che mentre scrivevo avete aggiunto voi.. Potevate scrivere prima che mi risparmiavo il mio famigerato papiro egizio
Maffa
Maffa
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 215
Data d'iscrizione : 24.11.15

Un maestro che deprime Empty Re: Un maestro che deprime

il Mer 14 Set 2016 - 12:18
Dove vado io a chi fa i corsi "ludici" la tessera FIT non la fanno perchè coprono già con l'assicurazione dell'asociazione sportiva, perchè si suppone che facciano solo i tornei interni e non quelli FIT.
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.