Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
avatar
Mishima
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 13
Età : 40
Data d'iscrizione : 03.11.17

Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Ven 10 Ago 2018 - 21:06
Promemoria primo messaggio :

...ci sono giorni in cui ti senti Federer: arrivi bene su tutte le palle, direzioni senza bisogno di pensare, sei nel match come se non ci fosse niente altro al mondo e altri giorni in cui... Sei una vera pippa.
Domanda banale lo so. Ma esattamente da cosa dipende? Stanchezza, concentrazione, altro? Come si può combattere questa altalena di prestazioni?

kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13150
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Mer 17 Ott 2018 - 4:06
molto probabile e certo sono due mondi separati.

Questo è quanto pubblica Science (Scientific Report). Sull'attendibilità non c'è da discutere...

Human Skeletal Muscle Possesses an Epigenetic Memory of Hypertrophy
30 gennaio 2018

  • Robert A. Seaborne,
  • Juliette Strauss,
  • Matthew Cocks,
  • Sam Shepherd,
  • Thomas D. O’Brien,
  • Ken A. van Someren,
  • Phillip G. Bell,
  • Christopher Murgatroyd,
  • James P. Morton,
  • Claire E. Stewart &
  • Adam P. Sharples



It is unknown if adult human skeletal muscle has an epigenetic memory of earlier encounters with growth. We report, for the first time in humans, genome-wide DNA methylation (850,000 CpGs) and gene expression analysis after muscle hypertrophy (loading), return of muscle mass to baseline (unloading), followed by later hypertrophy (reloading). We discovered increased frequency of hypomethylation across the genome after reloading (18,816 CpGs) versus earlier loading (9,153 CpG sites). We also identified AXIN1, GRIK2, CAMK4, TRAF1 as hypomethylated genes with enhanced expression after loading that maintained their hypomethylated status even during unloading where muscle mass returned to control levels, indicating a memory of these genes methylation signatures following earlier hypertrophy. Further, UBR5, RPL35a, HEG1, PLA2G16, SETD3 displayed hypomethylation and enhanced gene expression following loading, and demonstrated the largest increases in hypomethylation, gene expression and muscle mass after later reloading, indicating an epigenetic memory in these genes. Finally, genes; GRIK2, TRAF1, BICC1, STAG1 were epigenetically sensitive to acute exercise demonstrating hypomethylation after a single bout of resistance exercise that was maintained 22 weeks later with the largest increase in gene expression and muscle mass after reloading. Overall, we identify an important epigenetic role for a number of largely unstudied genes in muscle hypertrophy/memory.

Come dice il dottor Migliaccio: "...Ovvero il muscolo possiede una memoria di crescita che modifica il gene specifico a livello di DNA umano.
Decisamente importante nel campo dell’allenamento sportivo poichè anche se nel passato si “ipotizzava” qualcosa del genere, ad oggi si ha una maggiore certezza e la modifica avviene a livello del DNA e quindi il valore è più elevato.
Sono stati analizzati 850.000 siti di marcatori del DNA umano e quindi sì visto che  dopo periodi prolungati di allenamento gli adattamenti cronici forniscono al Gene la capacità di accendersi e spegnersi con una sorta di “passaggio facilitato” verso la forma muscolare precedente, ovvero con una memoria muscolare. Questo aspetto porta un grande vantaggio, tuttavia è necessario soffermarsi su questo quando dopo periodi, anche prolungati, di disallenamento si vuole ritornare ai livelli precedenti".
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13150
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Mer 17 Ott 2018 - 4:09
Ovvero non siti di produttori di integratori per palestrati...
avatar
Lucamex96
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 23.07.18

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Mer 17 Ott 2018 - 4:53
Avevo promesso di non rispondere, purtroppo mi sento in dovere.
Punto 1 l'articolo è di un sito di integratori che non mostra nemmeno la bibliografia, quindi non è neanche possibile sapere se le cose scritte siano vere(nell'ambito scientifico è così, o citi le ricerche oppure quello che scrivi non ha peso)
Punto 2 il testo chiama con il nome di memoria muscolare quello che alla fine ho spiegato io, l'acquisizione di schemi motori permette di migliorare l'esecuzione del gesto tecnico.
Punto 3 non c'è scritta la parola mielina nemmeno una volta, forse ti confondo con la miosina, mentre la miosina è una proteina muscolare, la mielina è il rivestimento assonico dei neuroni sensoriali e dei motoneuroni, permette l'impulso saltatorio e con il gesto tecnico ci azzeccherebbe meno di niente, se non che senza la mielina probabilmente non saresti in grado di muoverti(es. Sclerosi multipla).
avatar
framan
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 501
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Mer 17 Ott 2018 - 5:25
Só che il portoghese lo conoscerá quasi nessuno qui, peró ci provo

http://forum.tenisnews.com.br/showthread.php?t=21325&page=3

questo jp ferraz é um professore universitário di educazione fisica a Rio de janeiro, maestro di tennis a tempo perso, che mi chiese all'epoca di fare alcuni test sul campo per le sue ricerche. Scrisse un libro sulla memoria muscolare che non só che fine abbia fatto, credo sia diventato tipo dispense universitarie 
E' um vero esperto in matéria e la maggior parte dele cose che conosco sul tema le devo alle lunghe chiaccherate che ci facemmo
E' molto interessante, se si há voglia di tradurlo
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13150
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Mer 17 Ott 2018 - 5:35
“Mi chiese all’epoca”, in ambito scientifico, è come scrivere “l’azione si svolge in un’altra era geologica”...
Sono entusiasta di sapere la metodologia adottata! Il prelievo di DNA mi affascina: hai dovuto riempire una provetta con il tuo liquido seminale direttamente sulla linea di fondo?
avatar
Lucamex96
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 23.07.18

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Mer 17 Ott 2018 - 5:45
Interessante, queste continue pubblicazioni scientifiche che continui a portare con tanto di ricerche approfondite in campo neurologico da parte di esperti in neuroscienze proveniente sia da ambito medico che biologico sono veramente schiaccianti.
avatar
fa
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2476
Età : 51
Data d'iscrizione : 21.01.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.3
Racchetta: Prince Beast 100/Yonex Ezone 100

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Mer 17 Ott 2018 - 20:22
@Mishima ha scritto:...ci sono giorni in cui ti senti Federer: arrivi bene su tutte le palle, direzioni senza bisogno di pensare, sei nel match come se non ci fosse niente altro al mondo e altri giorni in cui... Sei una vera pippa.
Domanda banale lo so. Ma esattamente da cosa dipende? Stanchezza, concentrazione, altro? Come si può combattere questa altalena di prestazioni?
succede anche a me... ma per quanto riguarda il mio caso la risposta è semplice, non sono un atleta, gioco solo a tennis di media 5 o 6 ore a settimana, non vado a correre, in palestra o altro, non seguo una dieta e ho un lavoro di merda…penso possa bastare Very Happy
avatar
framan
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 501
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Mer 17 Ott 2018 - 21:40
@fa ha scritto:
@Mishima ha scritto:...ci sono giorni in cui ti senti Federer: arrivi bene su tutte le palle, direzioni senza bisogno di pensare, sei nel match come se non ci fosse niente altro al mondo e altri giorni in cui... Sei una vera pippa.
Domanda banale lo so. Ma esattamente da cosa dipende? Stanchezza, concentrazione, altro? Come si può combattere questa altalena di prestazioni?
succede anche a me... ma per quanto riguarda il mio caso la risposta è semplice, non sono un atleta, gioco solo a tennis di media 5 o 6 ore a settimana, non vado a correre, in palestra o altro, non seguo una dieta e ho un lavoro di merda…penso possa bastare Very Happy
l'importante é divertirsi  Cool 
se prendiaamo sul serio purê un gioco siam fritti
avatar
framan
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 501
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 7:41
@kingkongy ha scritto:“Mi chiese all’epoca”, in ambito scientifico, è come scrivere “l’azione si svolge in un’altra era geologica”...
Sono entusiasta di sapere la metodologia adottata! Il prelievo di DNA mi affascina: hai dovuto riempire una provetta con il tuo liquido seminale direttamente sulla linea di fondo?

no no, ho fatto un'altra cosa che riguarda il tennis, troppo difficile da spiegare a chi non lo conosce
avatar
framan
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 501
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 7:58
@Lucamex96 ha scritto:Avevo promesso di non rispondere, purtroppo mi sento in dovere.
Punto 1 l'articolo è di un sito di integratori che non mostra nemmeno la bibliografia, quindi non è neanche possibile sapere se le cose scritte siano vere(nell'ambito scientifico è così, o citi le ricerche oppure quello che scrivi non ha peso)
Punto 2 il testo chiama con il nome di memoria muscolare quello che alla fine ho spiegato io, l'acquisizione di schemi motori permette di migliorare l'esecuzione del gesto tecnico.
Punto 3 non c'è scritta la parola mielina nemmeno una volta, forse ti confondo con la miosina, mentre la miosina è una proteina muscolare, la mielina è il rivestimento assonico dei neuroni sensoriali e dei motoneuroni, permette l'impulso saltatorio e con il gesto tecnico ci azzeccherebbe meno di niente, se non che senza la mielina probabilmente non saresti in grado di muoverti(es. Sclerosi multipla).

se prometti e non mantieni........
1 leggi bene, scritto preso il primo sito che ne parla dei mille che appaiono, puoi approfondire ne trovi a bizzeffe
2 certo, perché stiamo dicendo la stessa cosa, ma insisti nel fare polemica inutile giocando su una dizione impropria che non ho deciso io, ma che há deciso chi 'ste cose le studia
3 la parola mielina c'entra, e non c'entra la miosina, perché la miosina stá nei muscoli, mentre la mielina stá come guaina nel tessuto nervoso e visto che la memoria muscolare, che NON é la memoria dei muscoli, ma che tale KK fa finta di non capire, é una memoria del sistema nervoso che controlla i muscoli, e non memoria dei muscoli, continuate a fare polemica per niente.
Se vuoi gli cambiamo il nome io e te, memoria nervosa che comanda i muscoli, resta fra a me e te, perché il resto del mondo la chiama diversamente. Nome che si é sovrapposto alla vera e própria memoria muscolare, che é studio recente, ma che tratta um argomento completamente diverso
Ti informi nei siti scientifici che conosci tu, che é cosa molto nota e risaputa
Quello che avevo dire l'ho detto, faccio e ricevo cultura in um forum, non polemiche e litigi, per cui fate vobis che a me non interessa
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13150
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 9:07
A parte l'Italiano involuto, forse dovuto alla frequentazione degli atenei brasiliani e dei peggiori bar di Caracas, si può sapere di che minkia stai parlando Wik?
Fai un riassuntino di quello che vuoi dire, eviti di sostenere le tue tesi con il sito del produttore di beveroni per bodybuider e poi riprendiamo la discussione, magari senza far intendere di essere a capo di esperimenti scientifici alla Marvel Studios...
Il fatto che tu "faccia cultura e non polemica" è già una tesi ardita, vediamo se la montagna partorisce 'sto topolino.


Ultima modifica di kingkongy il Gio 18 Ott 2018 - 9:34, modificato 1 volta
avatar
Lucamex96
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 23.07.18

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 9:24
Ti rispondo solo sulla mielina, perché le tue congetture mi fanno girare i cosiddetti, avendo studiato in diversi corsi all'universitá la conduzione degli impulsi nervosi(soprattutto in quello di fisiologia). La mielina non fa altro che permettere una conduzione più veloce degli impulsi nervosi, se non sai una cippa dei canali voltaggio dipendenti e dei potenziali d'azione è inutile tirare in ballo la mielina, ti potrei parlare ore di gradienti elettrochimici degli ioni, ti potrei parlare altrettante ore dei canali di leak, dei canali voltaggio dipendenti, del potenziale di membrana, di depolarizzazione e di iperpolarizzazione di membrana, ma non mi sembra per niente il caso. La mielina ha uno solo scopo(volendo due perché essendo un rivestimento si potrebbe dire che anche serva a proteggere l'assone), permette di velocizzare la conduzione dei potenziali d'azione grazie all'isolamento che riesce ad indurre(la mielina isola, fine non fa altro non è un qualcosa di magico, non si inventa processi strani). Quindi per piacere basta sparare stupidaggini su argomenti che non conosci minimamente e su cui non c'è uno straccio di ricerca scientifica. E se ti ostini a dire che ci siano cerca e posta.
avatar
framan
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 501
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 9:44
@Lucamex96 ha scritto:Ti rispondo solo sulla mielina, perché le tue congetture mi fanno girare i cosiddetti, avendo studiato in diversi corsi all'universitá la conduzione degli impulsi nervosi(soprattutto in quello di fisiologia). La mielina non fa altro che permettere una conduzione più veloce degli impulsi nervosi, se non sai una cippa dei canali voltaggio dipendenti e dei potenziali d'azione è inutile tirare in ballo la mielina, ti potrei parlare ore di gradienti elettrochimici degli ioni, ti potrei parlare altrettante ore dei canali di leak, dei canali voltaggio dipendenti, del potenziale di membrana, di depolarizzazione e di iperpolarizzazione di membrana, ma non mi sembra per niente il caso. La mielina ha uno solo scopo(volendo due perché essendo un rivestimento si potrebbe dire che anche serva a proteggere l'assone), permette di velocizzare la conduzione dei potenziali d'azione grazie all'isolamento che riesce ad indurre(la mielina isola, fine non fa altro non è un qualcosa di magico, non si inventa processi strani).  Quindi per piacere basta sparare stupidaggini su argomenti che non conosci minimamente e su cui non c'è uno straccio di ricerca scientifica. E se ti ostini a dire che ci siano cerca e posta.
bene, allora avendo studiato la cosa, ci son scienziati, non io, che ipotizzano che la mielina abbia non solo questa funzione, ma che abbia anche in qualche modo la funzione di memorizzare uma via preferenziale.
Questa é un'ipotesi che hanno tratto dal fatto che le sostanze responsabili della formazione dela mielina sono piú presenti nei bambini che negli adulti.
Ed infatti, se insegni tennis ad um bambino memorizza molto prima di un adulto.
Come ti dicevo in precedenza, si son concentrati lí, ad oggi non hanno ancora scoperto il meccanismo. Ed é probabile, riporto ció che ho letto in proposito da chi ne sá piú di me, che próprio il concentrarsi troppo sulla mielina, li abbia distolti dal ricercare in altro modo. Ovvero, si, pare la mielina c'entri, ma non é la sostanza principale.
Quello che non capisco, é perché non approfondisci la cosa, invece di venir qui a far polemica com me. Queste non son cose che dico io, son cose note, risapute, conosciute, chi fa un corso serio di maestro di tennis le há imparate, perché gliele hanno insegnate, non perché se l'é inventate.
Scusami, ma veramente sei entrato in um circolo vizioso di polemica personale, informati con altri maestri se non sei d'accordo com me, o siam tutti scemi che ci siamo inventati la cosa ?
avatar
Lucamex96
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 23.07.18

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 10:04
Premettiamo che ipotizzare è diverso da dimostrare, seconda cosa di quello che dici non trovo niente da nessuna parte, porta tu delle ricerche a testimonianza della tua tesi, perché se non puoi è inutile discutere. Le tesi si dimostrano con le ricerche, se non ci sono la tesi non vale niente. Se si potesse fare come dici tu allora potrei dire che la terra è piatta, perché è risaputo ti basta cercare su internet, è pieno di scienziati a sostenere che la terra sia piatta.
avatar
framan
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 501
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 10:57
@Lucamex96 ha scritto:Premettiamo che ipotizzare è diverso da dimostrare, seconda cosa di quello che dici non trovo niente da nessuna parte, porta tu delle ricerche a testimonianza della tua tesi, perché se non puoi è inutile discutere. Le tesi si dimostrano con le ricerche, se non ci sono la tesi non vale niente. Se si potesse fare come dici tu allora potrei dire che la terra è piatta, perché è risaputo ti basta cercare su internet, è pieno di scienziati a sostenere che la terra sia piatta.
ti ho dato tre fonti
1 l'archivio del blog di ubitennis
2 un fórum in portoghese dove io stesso ho appreso particolari da chi queste cose le studia, e se non ricordo male, ma adesso me lo vado a guardare, ci sono anche dei riferimenti scientifici specifici
3 i maestri di tennis (quellli seri) a cui queste cose vengono insegnate

io non sono uno scienziato, ok ? sono um esecutore, che giornalmente si trova ad avere a che fare di cosa significa apprendere e memorizzare un gesto, ma purtroppo e soprattutto doverlo smemorizzare. E riscontro esattamente nella realtá ció di cui stó parlando, come tutti quelli che fanno questo mestiere seriamente. Ti interessa qualche contatto a proposito ? Ti faccio parlare via watt con uno che há il titolo massimo d'insegnamento raggiungibile al mondo. Sempre che non ti mandi a quel paese se ti metti a questionare cos'é mielina e miosina che non gliene frega un'accidente, come d'altronde a me.
Se non hai ancora trovato nulla, prova nelle tre fonti che ti ho citato, vedrai che trovi.
avatar
Lucamex96
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 23.07.18

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 11:23
Adesso vedo di chiuderla, perché penso che ci stiamo facendo odiare da tutto il forum è verremo ricordati per secoli per i papiri scritto in questo thread. Comunque le tre fonti da te citate non sono valide, quando si parla di scienza si deve citare ricerche scientifiche, non forum ne insegnanti o quant'altro, quello che dici tu va bene per spiegare qualcosa in ambito extra scientifico.
Esempio si discute sul dritto e tu citi un famoso maestro di tennis, se invece io ti voglio pare di che ne so un farmaco, non ti posso citare mourinho che sostiene sia efficace.
Comunque per quanto riguarda il discorso sei tu che ti sei voluto impelagare in discussioni extra tennistiche. Io all'inizio a parte aver detto che il termine memoria muscolare non mi piaceva avevo detto altro.
Tu sostenevi che il fatto che un giorno un colpo andasse l'altro meno fosse dovuto a questa "memoria muscolare", che altro io non chiamo se non automatismo, ma può essere chiamato gesto tecnico personale, colpo automatizzato, quello che vuoi. Tu sostenevi che allenando allo sfinimento un colpo lo si impara e si lo si esegue più o meno sempre allo stesso modo ed io sono d'accordo , ma io ho spostato il punto su un'altra cosa, secondo me essendo che comunque una persona che gioca da tanti anni ormai la sua tecnica l'ha automatizzata e quindi ha già la sua" memoria muscolare", che gli permette di posizionarsi e colpire la palla scaricando il peso è tutto il resto appresso , difficilmente possa perdere questo gesto, ma che secondo me per diverse variabili che possono influenzare la sua componenete psicofisica la ricerca di palla sia sbagliata e questo non permette di arrivare alla giusta distanza sulla palla ed eseguire il colpo bene come lo si ha imparato negli anni, che poi io abbia avuto ragione o meno poco importa, ci sta sbagliare, sei tu che hai iniziato tirare fuori in ogni post roba nuova che esulava completamente dal contesto, ed io come uno scemo ti sono pure andato dietro, perché più inesattezze scrivevi più mi innervosivo, hai scritto delle cose giuste, ma esposte in modo sbagliato, hai tirato in ballo altre cose decontestualizzandole ed aggiunto altre completamente sbagliate. In questo che alla fine altro non è se non un minestrone di teorie scientifiche.
Quindi ricapitolando tutto secondo me non dipende come dicevi tu dall'esecuzione del colpo che si è persa per qualche strano motivo è che va allenata, ma piuttosto dalla ricerca di palla(che volendo anche quella va allenata) che può essere soggetta a tantissime cose, pigrizia, pancia piena(quindi poco afflusso di sangue al tessuto muscolare), testa da un'altra parte per problemi familiari e quant'altro, perché secondo me è più probabile che l'errore sia nel lato umano più che in quello "meccanico", poi magari sbaglio, arriva fuori un esperto e dice che magari dipende da tutt'altro, sinceramente non so ho dato una possibile risposta a cui è seguito un OT assurdo.
Per il resto pace ed amici come prima.
avatar
framan
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 501
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 12:17
si stá parlando di cos'é la memoria muscolare nel tennis, nota stranota e ipernota a chi col tennis ci há a che fare tutti i giorni
tu cerchi il lato scientifico della cosa, che non ho la piú pallida idea di dove lo puoi trovare, perché non solo non me ne frega niente a livello professionale, al limite potrebbe solo come curiositá personale, di cui ho solo citato la curiositá della mielina (letta su unitennis) che ne hai fatto la tiritera infinita
che non é l'argomento di questo topic
che se fosse stato l'argomento nemmeno mi sarei pronunciato perché non ne só niente e non sono um ricercatore
se le fonti specifiche che trattano di tennis ed é di tennis che stiamo parlando non di fonti scientifiche, e ne stanno parlando ad alto livello non le ritieni valide, sei próprio completamente fuori strada, ma tanto fuori strada
per le ricerche scientifiche specifiche del caso apri altro topic, a cui non parteciperó perché non ne só né m'interessa nulla
avatar
Lucamex96
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 23.07.18

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 18:20
Mi sa che sei un caso di analfabetismo funzionale, nonostante tu riesca a leggere non sei in grado di capire quello che leggi. Il thread non si chiama "memoria muscolare" , la "memoria muscolare " è la spiegazione che tu hai dato, io ne ho data un'altra(e non è detto che una delle due debba essere giusta, come non è detto che entrambe non possano essere giuste). Il lato scientifico lo hai ricercato tu per tutto il post ed io non ho fatto altro che farti capire che hai detto cose che dal punto di vista scientifico sono sbagliate. Se non volevi entrare nell'ambito scientifico avresti probabilmente solo dovuto dire :"ti manca pratica" e non tirare fuori memorie, vie preferenziali, epigenetica, mielina e tutto il resto.
Chiaramente non è che sei obbligato a trattare solo il lato tennistico, ma dopo aver tirato fuori di tutto e di più non dire che non volevi parlare del lato scientifico, perché non sono stupido io e nemmeno gli altri.
Ti rispondo ora sulla seconda parte, del messaggio. Hai parlato che nel tennis è cosa nota, ti ripeto che se parliamo della meccanizzazione di un gesto tecnico ti do ragione, il SNC con la ripetizione allo sfinimento impara ad eseguire in automatico un dato gesto, non vale solo per il tennis, ma anche per gli altri sport e vale per la vita comune. Io ti ho sempre risposto su come provavi tu a spiegare questo fenomeno, perché lo spiegavi male tirando fuori altre cose. Quindi se vogliamo tornare all'inizio della discussione tu pensi che il problema dell'utente sia l'esecuzione tecnica del colpo? Ok, io penso sia la ricerca di palla... Magari è la racchetta, chi lo sa che magari non sia proibitiva con piccolo sweet spot e non permetta colpi scentrati, quindi alcuni giorni ti fa giocare bene altri meno.
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13150
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 18:37
...in realtà il titolo è "Dio del Tennis"... pertanto sono tentato dal proporre citazioni teologiche!

"Analfabetismo funzionale" me lo sono già stampato e appeso in studio. Siamo ai confini tra la leggenda e il mito.
avatar
framan
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 501
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 21:30
@Lucamex96 ha scritto:Mi sa che sei un caso di analfabetismo funzionale, 
grazie, mancava all'appello
si vede che ho preso uma láurea con professori altrettanto analfabeti, altrimenti non si spiega come
avatar
framan
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 501
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 21:59
Ecco, guarda, son andato a leggermi i post del fórum in portoghese, mettili nel traduttore che ci son tutti i riferimenti scientifici che cerchi e i collegamenti con il tennis, anche se non c'entrano direttamente col tema in questione
pensa che parlo e scrivo correttamente anche in portoghese, come analfabeta funzionale non c'é male, che dici ?
buona lettura
avatar
Lucamex96
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 23.07.18

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Gio 18 Ott 2018 - 22:11
Se io scrivo una cosa e tu non capisci cosa ho detto due sono le cose, o non leggi con attenzione oppure effettivamente non sei in grado di capire quello che ti viene detto. Fossi in te mi rileggere quantomeno gli ultimi due interventi, perché altrimenti è inutile discutere con te, non capisci ciò che ti viene scritto, e non sto parlando di roba scientifica. Ti ho più volte spiegato il mio punto di vista sulla situazione e tu continui a parlare di questa dannata memoria muscolare.
avatar
taglia1964
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 50
Data d'iscrizione : 14.06.18

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: ITR 5.5
Racchetta: WILSON BLADE 98 CV - 16 X 19

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Ven 19 Ott 2018 - 19:52
Salto a piedi uniti la diatriba o triatriba o tetratriba sulla memoria muscolare…
Forse il nostro amico Mishima, che non ha più scritto nulla se non il topic, ha un gioco fatto di rischi e tanti cambi di direzione e qui dovrebbe darci lui conferma. Se di ciò si tratta è chiaro che un gioco "rischioso" dove si cerca il punto in modo molto attivo espone ad errori legati a tutti i fattori di disturbo quali luce, stanchezza mentale, condizioni atmosferiche, mani sudate, capelli negli occhi (io son pelato)… e come Federer alterna prestazioni in cui tutto riesce a prestazioni in cui il campo sembra restringersi. Per andare meno in altalena bisogna cercare un gioco che sia fatto di continuità e regolarità che porti ad accelerazioni progressive ed ai cambi di direzione necessari e utili, evitando i suicidi. Il tennis geometricamente è uno sport molto semplice in cui l'unica forma geometrica possibile è il triangolo rettangolo: chi tira su un cateto o mette in grave difficoltà il suo avversario o si suicida. Ecco perché si devono tenere le diagonali, soprattutto di rovescio (altro topic…)
IN bocca al lupo
avatar
taglia1964
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 50
Data d'iscrizione : 14.06.18

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: ITR 5.5
Racchetta: WILSON BLADE 98 CV - 16 X 19

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Ven 19 Ott 2018 - 20:16
Salto a piedi uniti la diatriba o triatriba o tetratriba sulla memoria muscolare…
Forse il nostro amico Mishima, che non ha più scritto nulla se non il topic, ha un gioco fatto di rischi e tanti cambi di direzione e qui dovrebbe darci lui conferma. Se di ciò si tratta è chiaro che un gioco "rischioso" dove si cerca il punto in modo molto attivo espone ad errori legati a tutti i fattori di disturbo quali luce, stanchezza mentale, condizioni atmosferiche, mani sudate, capelli negli occhi (io son pelato)… e come Federer alterna prestazioni in cui tutto riesce a prestazioni in cui il campo sembra restringersi. Per andare meno in altalena bisogna cercare un gioco che sia fatto di continuità e regolarità che porti ad accelerazioni progressive ed ai cambi di direzione necessari e utili, evitando i suicidi. Il tennis geometricamente è uno sport molto semplice in cui l'unica forma geometrica possibile è il triangolo rettangolo: chi tira su un cateto o mette in grave difficoltà il suo avversario o si suicida. Ecco perché si devono tenere le diagonali, soprattutto di rovescio (altro topic…)
IN bocca al lupo
avatar
albs77
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1339
Età : 40
Data d'iscrizione : 30.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Yonex SV100

Re: Dio del tennis io ti invoco, spiegami perché...

il Mar 23 Ott 2018 - 3:26
Per quanto mi riguarda tutto dipende da : attenzione, intenzione, e assenza di timore.

Se ci sono tutte e 3 sembriamo dei novelli federer ma non appena una di queste viene a mancare cominciano a svilupparsi tutta una serie di problemi.

La mancanza di attenzione ci impedisce di osservare il gioco e cominciamo a leggere male la distanza, il rimbalzo, e ogni palla del nostro avversario ci sorprende, anche la più ovvia. Siamo sempre in ritardo su tutto.

La mancanza di intenzione fa si che si accumulino mille dubbi mentre impattiamo, quindi volano le stecche, palle "facili" sparate sul telone, e soprattutto decisioni folli e assurde, tipo tentare il vincente in corsa , la smorzata da due metri fuori dal campo, lungolinea fuori posizione.

Il timore del punteggio e dell'avversario invece producono tensione muscolare, disorientamento mentale, non si regge più lo scambio e si cerca di uscire alla prima palla un pelo più comoda. Fioccano i doppi falli, non si tura su più un back che sia uno, le volee restano sulla racchetta e cadono sui piedi.

Questa la mia esperienza sul campo
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum