Passionetennis - Il portale del tennista
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Passionetennis - Il portale del tennistaAccedi









Epicondilite che non va via!

power_settings_newAccedi per rispondere
+19
Roby62
Stefano74
drichichi
Lupin207
Alessandro
boris73
taglia1964
Eiffel59
luca-run
Paolo MIL
franzx
Poliwhirl
philo vance
The Grinder
GIUMBIBABIO
rogerpersempre
vitali
cike77
Marekomar17
23 partecipanti

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyEpicondilite che non va via!

more_horiz
Promemoria primo messaggio :

Salve a tutti vi scrivo la mia esperienza con l’epicond con la speranza che qualcuno ha avuto il mio stesso tipo di percorso e mi può aiutare. La prima volta che mi è sorto questo problema mi sono dovuto subito fermare perché il dolere era molto forte ed avevo paura di peggiorare le cose all’epoca del fatto ero proprio alle prime armi ed non avevo idea di attrezzatura ed altro, sono stato fermo 3 mesi in cui ho provato di tutto: terapie, antinfiammatori e visita dall’ortepedico ma niente! Il dolore scemava ma non andava via del tutto, cosi su consiglio di vecchi tennisti che avevano subito anke loro l’epicondilite decido di giocarci sopra cambiando modello di racchetta ed incordatura, decido di passare alla head extreme mp 2017 graphene con in primo momento una corda multifilamento ed in più ovviamente avevo la fascia apposita. Dopo un paio di partite il gomito non ne risente più di tanto anzi sembrava che stessi meglio però sentivo che il multifilo non faceva assolutamente al caso mio cosi provo a passare con un mono tra quelli più morbidi ossia head sonic pro edge 1.25 incordato a 23-22 a 4 nodi, i risultati in campo sono stati subito eccezionali in termini di gioco ma a tuttora soffro ancora col gomito soprattutto quando gioco il rovescio in back, premetto che riesco a giocare tranquillamente con il dolore ma poi penso: “Sarò in eterno costretto a convivere con questo limite?” Vi prego se avete qualke consiglio davvero utile, tipo corde, prokennex o altro rispondete e grazie in anticipo

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
Oggi ho avuto cattivissime notizie dall'ortopedico. Ho portato l'ecografia per il controllo prima di riprendere l'attività. Ne emerge che l'infiammazione é rientrata, ma é rimasto un focolaio malacico piuttosto esteso. In pratica l'epicondilite é diventata cronica ed anche se attualmente non ho dolore le probabilità che sforzando il braccio il tendine torni ad infiammarsi sono piuttosto alte.

Come soluzioni mi é stata proposta l'operazione oppure una terapia molto costosa di infiltrazione con PRP (plasma arricchito) dal risultato comunque incerto.

Il preparatore atletico del circolo invece mi dice proviamo a caricare il muscolo progressivamente e vediamo che succede. Se tutto ok ricominciamo a giocare con palline da bambini e poi con quelle normali e vediamo come va.

Quale percorso seguire? Oppure arrendersi e passare al ping pong?

Qualcuno ci é passato e può dare indicazioni sui percorsi sopra citati?

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
Io andrei sul lavoro muscolare come suggerito dal preparatore. Nel mio caso ho avuto problemi ad entrambi i lati del gomito e, coincidenza, da quando ho smesso con i pesi in palestra al primo lockdown, ovviamente insieme probabilmente all'età.
Adesso sto venendo fuori dall'epicondilite, esercizi su esercizi che per settimane sembravano inutili poi finalmente ho iniziato a vedere miglioramenti. Trattamenti con l'osteopata, ogni 2 settimane, ma direi che solo l'agopuntura sembra aver accelerato il recupero.
Ho ripreso la racchetta adesso con multifilo dopo 6/7 settimane di stop. Nessun problema giocando ma fastidi dopo che però recupero velocemente.
Il tipo di fastidio è però diverso, molto localizzato e senza irradiarsi alla mano limitando la presa il che mi da fiducia.
PS: esercizi con la solita twist bar, elastico e kettlebell, fatti sempre anche quando per settimane intere sembrava non cambiare nulla. Mentalmente ammetto è molto difficile.

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
La twist bar e la stessa cosa della Flex bar (che già uso) o é un altro attrezzo?

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
Roby62 ha scritto:
La twist bar e la stessa cosa della Flex bar (che già uso) o é un altro attrezzo?

Probabilmente lo stesso, nome diverso ma sempre una barra di gomma colorata sarà 🤗

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
Ah sì, allora é la stessa cosa 😉

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
Ma l’ozonoterapia serve in questi casi? Personalmente ho sempre avuto benefici dagli esercizi con la twist bar di gomma. Mi hanno parlato bene dell’ozono e vorrei capire se puo servire davvero.

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
Jimbo77 ha scritto:
Ma l’ozonoterapia serve in questi casi? Personalmente ho sempre avuto benefici dagli esercizi con la twist bar di gomma. Mi hanno parlato bene dell’ozono e vorrei capire se puo servire davvero.

Ho trovato una ricerca che confronta trattamento con steroidi e ozono, steroidi leggermente meglio a 6 mesi. Ma, come scritto in precedenza, nel lungo termine molti studi riportano peggioramenti ad un anno dall'uso di steroidi rispetto al trattamento senza. Ergo, per quello che capisco, nessuno di questi da vantaggi reali rispetto alla twist bar che è invece risultata efficace in diversi studi.

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
Il motivo per cui, giocando a tennis, viene l'epicondilite o l'epitrocleite è semplicissimo, forse banale.
Ma purtroppo pochi maestri di tennis o pochi incordatori e nessuno tra ortopedici e fisioterapisti ve lo dirà mai.
La ragione è dovuta al cattivo movimento del rovescio (ad una mano) o del dritto che è effettuato in modo non fluido ma mediante una contrazione dei muscoli e dei tendini del braccio.
Dovrei farvi vedere praticamente, ma cerco di spiegarmi.
Quando colpisci la palla la racchetta deve concludere il suo percorso cinetico. Se viene interrotto, spesso bruscamente per il colpo ricevuto, prima o poi ci sarà l'infiammazione.
Occorre quindi avere chiaro il movimento da compiere.
Per capire meglio basta vedere un allenamento che djocovic fa (cerca su youtube).
Ho detto djocovic e non altri campioni perchè solo djocovic esegue i movimenti in modo quasi perfettamente didattico.
Occorre, come fa lui, avere sempre il corpo avanti e mai buttarsi indietro, ne risentirebbero gli arti superiori.
Le gambe e i piedi devono poggiare per terra.
E' facile notare che la racchetta sia nel dritto che nel rovescio conclude il suo ciclo, il suo percorso, sempre dietro il collo (nel rovescio tocca sempre la spalla).
Il colpo deve essere effettuato in modo rilassato senza stringere troppo la racchetta che, nel dritto, deve essere impugnata alla fine solo con 3 dita (escludendo il mignolo).
Suggerisco (essendo probabilmente, a mie spese, il più esperto di epicondilite ed epitrocleite nel tennis sul circuito) di cambiare il colpo del rovescio da una a due mani.
Paradossalmente ricominciare (anche ad una certa età) dall'inizio aiuta tantissimo a resettare tutto ed eseguire il movimento corretto senza dolore alcuno (dato che è l'altra mano, quella non dominante, che spinge).
Ovviamente per eseguire il rovescio a due mani bisogna correre di più, quindi occorre fare una preparazione atletica sugli scatti e sulla corsa.
Per le braccia occorre potenziare il muscolo dell'avanbraccio con un peso da 3 kg (io lo uso da 5 kg prima di ogni allenamento o partita).
Se fate 3 serie da 30, poi da 35 e poi da 40 e così via, con 5 kg appena avrete una racchetta che pesa 315 g vi sembrerà una piuma). Gli esercizi vanno fatti sia impugnando il manubrio verso il basso (per epicondilite) che verso alto (per epitrocleite). Trovate sul web come farli.
Suggerisco corde sempre multifilamento e (come faceva federer) mettere i duralif in alto alla racchetta (sul web trovate le immagini) per evitare che le corde si spostino e alterino lo stress dell'impatto delle stesse sul braccio.
Dopo questi suggerimenti pratici suggerisco Prokennex ki 15 (attenzione alla grandezza della mano per il manico; fate le prove se serve il manico 3 o il manico 2 o il 4, sul web trovate come si calcola con l'indice).
Io ho sostituito il grip con quello della Noene antivibrazione e poi comprato il Loop (blocca 4 corde in basso) e il Doctor (di [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] Quest'ultimo strumento è, direi, fondamentale! assorbe quasi l'80% delle vibrazioni.
Se avete bisogno di altre dritte e segreti che mai NESSUNO vi dirà contattatemi.
Ciao e buon tennis.
BORIS

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
Un deus ex machina🙄

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
parlando con un coach nazionale molto esperto, ho capito che anche racchette mediamente comfortevoli possono arrecare danni se la loro frequenza vibrante è tale da infiammare il tendine. ho visto in questi giorni 2 agonisti allenarsi con le stesse racchette (stesse corde e stessa tensione), ebbene uno dei 2 sta per cambiare telaio in quanto quello in uso gli continua ad infiammare il gomito mentre con altri telai questo non succede. addirittura, mi spiegava il loro coach, non è solo una questione di rigidità della racchetta (per quanto una rigidità bassa sia comunque di aiuto) ma principalmente di frequenze e che il braccio di ognuno di noi risponde a tali frequenze in modo diverso. Ergo a partià di racchetta un atleta può avere un fastidio al gomito che invece un altro non ha

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
 Quindi come si fa a capire quale telaio va acquistato?

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
Osellapa20s ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
 Quindi come si fa a capire quale telaio va acquistato?

Te lo dice il tuo braccio dopo un po. Ovvio meglio non esagerare con la rigidità del telaio e restare sempre vigili nel saper interpretare i segnali che il braccio ci invia.

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
OK. Grazie e un antivibrante tipo quello fluendo serve a qualcosa oppure no. Sono proprio ora nel mezzo di una epicondilite racchetta troppo rigida con corde rigide e bilanciamento sull'ovale.

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
se hai già l'epicondilite, l'unica è fermarsi e non giocare. poi quando uno è fermo può anche pensare a delle terapie

descriptionEpicondilite che non va via! - Pagina 4 EmptyRe: Epicondilite che non va via!

more_horiz
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] sto già facendo onde d'urto per fortuna non è grave. Stavo pensando alle possibili soluzioni per non ricascarci
privacy_tip Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
power_settings_newAccedi per rispondere