Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Quello che cambierei nel tennis

Pagina 1 di 14 1, 2, 3 ... 7 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 10:54

Ecco quello che cambierei nel tennis, ed il perché:

1. Una sola palla di servizio

- Ormai i Pro servono prime palle ingiocabili: quando entrano sono ace, ace sporchi, o dritti vincenti.
- Lunghissimi tempi morti tra prima e seconda palla che verrebbero eliminati.


2. Niente pause asciugamano tenuti dai raccattapalle

- Odiosissime, lunghe pause.
- Igienicamente una schifezza.
- Immorale.


3. Niente intervento medico

- Stai male? Ti ritiri!
- Eliminate le sceneggiate tattiche, soprattutto femminili


4. Superfici diversificate

- Niente superfici omogeneizzate che favoriscono i soliti noti.
- Erba veloce, come un tempo (con un solo servizio il gioco sarebbe interessante).
- Terra lenta come una volta
- Indoor veloce, per vedere le volèe
- Chi vince il RG, non lo troviamo a Wimledon (a meno non si chiami Borg).

5. Palline come una volta, più veloci

- Si tornerebbe a vedere gioco di rete, e i vari stili di gioco, sarebbero di meno i "robot spara-palle.


6. Vietati TOTALMENTE i monofilamenti

- O, comunque, tutte le corde con rigidità superiore a SI 120.
- Se vuoi tirare mazzate, le devi sapere controllare.





Questo il mio punto di vista... e il vostro?

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da maurotrevi il Mer 6 Gen 2016 - 11:26

asciugamano a parte io non cambierei nulla di ciò che hai detto.

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Attila17 il Mer 6 Gen 2016 - 11:32

@Sonny Liston ha scritto:4. Superfici diversificate

- Niente superfici omogeneizzate che favoriscono i soliti noti.
- Erba veloce, come un tempo (con un solo servizio il gioco sarebbe interessante).
- Terra lenta come una volta
- Indoor veloce, per vedere le volèe
- Chi vince il RG, non lo troviamo a Wimledon (a meno non si chiami Borg).
Ciao Sonny , concordo su tutto quello che hai scritto, in particolare sulla velocità dei campi, che diversificandola effettivamente farebbe diventare il gioco un po più divertente, ogni tanto guardando certe partite mi sembra di vedere la F1, dove mi addormento dopo il primo giro......
Per il discordo di avere solo la prima di servizio, io gioco spesso a Beach Tennis e ti devo dire che il gioco diventa molto molto più veloce così, in 20 min finisci un set. Tra l'altro ti abutua anche ad imparare diversi tipi di servizi per i meno bravi.
Post interessante comunque.
Ciao ciao

Attila17
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1473
Età : 47
Località : Albissola Marina
Data d'iscrizione : 18.05.13

Profilo giocatore
Località: Albissola Marina , ma sun de Milan
Livello: NC. ITR 3,5-4,0
Racchetta: Prince POG 4 stipes 1987; Prince Tour Pro 100; Prince Warrior 107;Yonex Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 11:46

@maurotrevi ha scritto:asciugamano a parte io non cambierei nulla di ciò che hai detto.


Conservatore reazionario! Razz

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 11:47

Non so voi... ma io NON RIESCO più a vedere una partita di tennis per intero... .

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da maurotrevi il Mer 6 Gen 2016 - 11:54

affraid detta così potrei sembrare conservatore ma forse lo sei più te che vorresti un tennis più all'antica da vedere in tv.
mi spiego meglio, io faccio una considerazione, alcuni di questi cambiamenti si ripercuoterebbero anche sul gioco dilettantistico quindi dei pro per lo spettacolo potrebbero essere contro per il giocato.

una sola palla di servizio sarebbe la morte tattica, a parte i professionisti che magari tirerebbero comunque, per gli altri sarebbe un dramma. considera anche che la percentuale di palle vinte sulla seconda di servizio è sotto il 50% esclusi pochissimi giocatori al mondo. Tra l'altro il servizio ha il suo fascino e diventerebbe come nella pallavolo dopo l'eliminazione del cambio palla, si è perso un gesto tecnico molto bello sia da vedere che da fare in favore di colpetti sicuri.

sull'asciugamano sono d'accordo ma più che altro per il povero cristo che deve tenere l'asciugamano sporco di un altro.

l'intervento medico lo terrei ma magari limitandolo per evitarne abusi. se uno si sbuccia un ginocchio è giusto che possa essere sciacquato e cerottato.... lo fanno anche nel rugby.

per campi e palle io credo che il cambiamento dipenda più dal gioco attuale che dalle superfici e palle in se. 

monofilamenti, non si può bloccare l'evoluzione tecnica, tra qualche anno arriverebbero comunque altri materiali che fanno altrettanto.

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 12:00

@maurotrevi ha scritto:affraid detta così potrei sembrare conservatore ma forse lo sei più te che vorresti un tennis più all'antica da vedere in tv.
mi spiego meglio, io faccio una considerazione, alcuni di questi cambiamenti si ripercuoterebbero anche sul gioco dilettantistico quindi dei pro per lo spettacolo potrebbero essere contro per il giocato.

una sola palla di servizio sarebbe la morte tattica, a parte i professionisti che magari tirerebbero comunque, per gli altri sarebbe un dramma. considera anche che la percentuale di palle vinte sulla seconda di servizio è sotto il 50% esclusi pochissimi giocatori al mondo. Tra l'altro il servizio ha il suo fascino e diventerebbe come nella pallavolo dopo l'eliminazione del cambio palla, si è perso un gesto tecnico molto bello sia da vedere che da fare in favore di colpetti sicuri.

Naturalmente stavo scherzando sul "conservatore" jocolor

Sulla percentuale delle seconde, non vedo il problema... con una sola palla sarebbe LEGGERMENTE svantaggiato chi serve (tra i Pro).
Oggi, invece, è MOLTO avvantaggiato chi serve.

In ogni caso, in questo post non c'è chi ha ragione, e chi torto...

E' solo uno scambio di vedute!

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da mestar il Mer 6 Gen 2016 - 12:02

Bei spunti e allora:
1- D'accordissimo, non convalidando il net;
2- L'eccessiva sudorazione è un problema per tutti, figurarsi in certi palazzetti dove non gira un filo d'aria; immorale sì darlo ai raccattapalle, ma si devono pur poter asciugare;
3- Verissimo!! Stucchevole!! Ad essere buoni max un intervento a match, autorizzato dall'arbitro (ma nemmeno quello....);
4- Sinceramente io non riesco ancora a capire un motivo VALIDO che ha portato a questa tendenza di uniformità dei campi;
5- Le palline di una volta non le conosco Razz, dunque non posso pronunciarmi;
6- No. L'evoluzione e la tecnologia hanno portato novità e stravolgimenti in ogni sport, come è normale, e, a mio avviso, è giusto opporsi ad esse solo di fronte ad evoluzioni che comportano rischi per l'incolumità degli atleti e non è il caso delle corde delle racchette da tennis.

mestar
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 304
Età : 37
Data d'iscrizione : 03.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4nc (punti per 4.1)
Racchetta: Wilson Juice blx - Babolat PD Roddick

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da maurotrevi il Mer 6 Gen 2016 - 12:05

chiaro, punti di vista ci mancherebbe! 
però guarda il servizio nella pallavolo moderna 

p.s. io non sono mai riuscito a vedere una partita di tennis intera specialmente a 5 set  lol!

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da blackmox il Mer 6 Gen 2016 - 12:09

Personalmente sono d'accordo sul resto, ma non:
- una sola palla di servizio, ai "nostri" livelli non avrebbe senso giocare solo seconde, e non si possono differenziare le regole per i pro e per gli altri.
- divieto di mono filamenti, ormai il business dell'industria, e del mondo delle incordature in generale non ne può più fare a meno...
- soccorso medico, vieterei solo quello pretestuoso, vietare quello reale è necessario non ha senso...


Ultima modifica di blackmox il Mer 6 Gen 2016 - 12:11, modificato 1 volta

blackmox
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 170
Età : 50
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 08.05.11

Profilo giocatore
Località: Bergamo
Livello: ITR: 3.5
Racchetta: Züs Custom 95 - Wilson Pro Staff 97, Wilson Pro Staff 95S e altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 12:10

@mestar ha scritto:Bei spunti e allora:
1- D'accordissimo, non convalidando il net;
2- L'eccessiva sudorazione è un problema per tutti, figurarsi in certi palazzetti dove non gira un filo d'aria; immorale sì darlo ai raccattapalle, ma si devono pur poter asciugare;
3- Verissimo!! Stucchevole!! Ad essere buoni max un intervento a match, autorizzato dall'arbitro (ma nemmeno quello....);
4- Sinceramente io non riesco ancora a capire un motivo VALIDO che ha portato a questa tendenza di uniformità dei campi;
Il motivo è meramente commerciale: in questo modo arrivano sempre i soliti in finale, e si vendono più biglietti, e pubblicità degli sponsor...
5- Le palline di una volta non le conosco Razz, dunque non posso pronunciarmi;
6- No. L'evoluzione e la tecnologia hanno portato novità e stravolgimenti in ogni sport, come è normale, e, a mio avviso, è giusto opporsi ad esse solo di fronte ad evoluzioni che comportano rischi per l'incolumità degli atleti e non è il caso delle corde delle racchette da tennis.
Diciamo che i mono, a livello di club, hanno fatto bei danni...
Poi, in altri sport si è intervenuto, come nel baseball dove hanno vietato le mazze in alluminio/grafite che limitavano lo spettacolo.


Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 12:14

@blackmox ha scritto:Personalmente sono d'accordo sul resto, ma non:
- una sola palla di servizio, ai "nostri" livelli non avrebbe senso giocare solo seconde,
Perché non avrebbe senso? Ho giocato diverse partite, giocando solo una palla con l'avversario, per allenare la seconda.
In quarta non cambierebbe assolutamente nulla... a differenza dei Pro.

- divieto di mono filamenti, ormai il business dell'industria, e del mondo delle in ordirete i generale non ne può più fare a meno...
Il mondo dell'industria si adeguerebbe vendendo i multi ed i syngut... il mercato non si fermerebbe.
- soccorso medico, vieterei solo quello pretestuoso, vietare quello reale è necessario non ha senso...
E chi (e come) stabilirebbe se sia pretestuoso, o meno?
Una volta non ci si sedeva neanche ai cambi campo, e non esisteva l'interruzione.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da nw-t il Mer 6 Gen 2016 - 12:15

Io avrei SEMPRE voluto le superfici di una volta...con terra come si deve, ERBA VERA...quella degli anni 90....e qli altri 2 Australian Open prima era l'utimo dei 4 con 2 superfici dure ma diverse tra loro. Poi far rispettare i tempi stabiliti tra un punto e l'altro...fregandosene degli scambi lunghi...fan parte del gioco. E per il medical timeOut studierei una penalità in punteggio in gioco se uno lo chiede.

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15453
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da mestar il Mer 6 Gen 2016 - 12:16

@Sonny Liston ha scritto:Diciamo che i mono, a livello di club, hanno fatto bei danni...
Poi, in altri sport si è intervenuto, come nel baseball dove hanno vietato le mazze in alluminio/grafite che limitavano lo spettacolo.
Però i giocatori di club devono saper usare ciò che fa per loro perchè non sono/siamo dei Pro, a cui mi riferivo Wink.
Ok, ma non penso che i mono limitino lo spettacolo

mestar
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 304
Età : 37
Data d'iscrizione : 03.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4nc (punti per 4.1)
Racchetta: Wilson Juice blx - Babolat PD Roddick

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 12:24

@mestar ha scritto:
@Sonny Liston ha scritto:
Poi, in altri sport si è intervenuto, come nel baseball dove hanno vietato le mazze in alluminio/grafite che limitavano lo spettacolo.

Ok, ma non penso che i mono limitino lo spettacolo

Io penso di si...

A livello Pro, hanno uniformato ed esasperato la fisicità del gioco, rendendolo standardizzato.

La palla, colpendo violentemente resta sempre dentro, e trova angoli impossibili.

In questo modo, nessuno ha possibilità serie di andare a rete, perché inesorabilmente passato.

Prova a guardare le partite anni 80-90, prima del mono.

Ti accorgerai che sono molto più avvincenti.

Noterai il diverso stile dei giocatori.

MAI uno uguale all'altro.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Eiffel59 il Mer 6 Gen 2016 - 12:27

Giovà, se vuoi farti 'na risata...

Sai qual'è la richiesta che appoggio di più? Proprio la 6.

Magari non con quei limiti (SI 120 significherebbe solo budelli e pochissimo altro, diciamo divieto di poliesteri e derivati e corde oltre i 175 SI statici)

I danni i mono li hanno fatti anche ai pro, ma essendo più allenati, magari meno marcati (nondimeno pure loro son scesi di tensione, sennò... Suspect)

Si rimparerebbe a giocare, gli scambi sarebbero più variati, tornerebbero in voga telai più "consoni" (quelli che piacciono a te) e grafiti di maggior qualità.

E Cina e Germania si alleerebbero invadendoci militarmente per reimporre lo status quo Very Happy

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40386
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 12:32

@Eiffel59 ha scritto:Giovà, se vuoi farti 'na risata...

Sai qual'è la richiesta che appoggio di più? Proprio la 6.

Magari non con quei limiti (SI 120 significherebbe solo budelli e pochissimo altro, diciamo divieto di poliesteri e derivati e corde oltre i 175 SI statici)

I danni i mono li hanno fatti anche ai pro, ma essendo più allenati, magari meno marcati (nondimeno pure loro son scesi di tensione, sennò... Suspect)


Non mi stupisco che tu, Mario sia d'accordo su questo punto.

Essendo tu un esperto qualificato nel ramo...

Concordo anche che il mio limite sia stato troppo "conservativo"...



Mi interesserebbe conoscere il tuo parere sulla "monopalla"...

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da maurotrevi il Mer 6 Gen 2016 - 12:37

@Eiffel59 ha scritto:Giovà, se vuoi farti 'na risata...

Sai qual'è la richiesta che appoggio di più? Proprio la 6.

Magari non con quei limiti (SI 120 significherebbe solo budelli e pochissimo altro, diciamo divieto di poliesteri e derivati e corde oltre i 175 SI statici)

I danni i mono li hanno fatti anche ai pro, ma essendo più allenati, magari meno marcati (nondimeno pure loro son scesi di tensione, sennò... Suspect)

Si rimparerebbe a giocare, gli scambi sarebbero più variati, tornerebbero in voga telai più "consoni" (quelli che piacciono a te) e grafiti di maggior qualità.

E Cina e Germania si alleerebbero invadendoci militarmente per reimporre lo status quo Very Happy
Mario hai un messaggio privato da parte mia.
scusate l'OT

Non credi che se vietassero i mono, nel giro di qualche anno i mono arriverebbero ad avere prestazioni simili ai mono attuali?

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da blackmox il Mer 6 Gen 2016 - 12:42

@Sonny Liston ha scritto:
@blackmox ha scritto:Personalmente sono d'accordo sul resto, ma non:
- una sola palla di servizio, ai "nostri" livelli non avrebbe senso giocare solo seconde,
Perché non avrebbe senso? Ho giocato diverse partite, giocando solo una palla con l'avversario, per allenare la seconda.
In quarta non cambierebbe assolutamente nulla... a differenza dei Pro.
Perché sarebbero troppi i punti persi per "singoli" falli e risposte imprendibili...
- divieto di mono filamenti, ormai il business dell'industria, e del mondo delle in ordirete i generale non ne può più fare a meno...
Il mondo dell'industria si adeguerebbe vendendo i multi ed i syngut... il mercato non si fermerebbe.
Non credo che sia così semplice.
- soccorso medico, vieterei solo quello pretestuoso, vietare quello reale è necessario non ha senso...
E chi (e come) stabilirebbe se sia pretestuoso, o meno?
Non possiamo vietare qualcosa di giusto solo perché non siamo in grado di controllare, bisogna trovare delle soluzioni (io non ne ho da proporre, ma prima di vietare è necessario farlo)...
Una volta non ci si sedeva neanche ai cambi campo, e non esisteva l'interruzione.
Vero, ma una volta il tennis era molto diverso da oggi (meno fisco e dispendioso)...

blackmox
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 170
Età : 50
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 08.05.11

Profilo giocatore
Località: Bergamo
Livello: ITR: 3.5
Racchetta: Züs Custom 95 - Wilson Pro Staff 97, Wilson Pro Staff 95S e altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 12:47

@blackmox ha scritto:
@Sonny Liston ha scritto:
@blackmox ha scritto:Personalmente sono d'accordo sul resto, ma non:
- una sola palla di servizio, ai "nostri" livelli non avrebbe senso giocare solo seconde,
Perché non avrebbe senso? Ho giocato diverse partite, giocando solo una palla con l'avversario, per allenare la seconda.
In quarta non cambierebbe assolutamente nulla... a differenza dei Pro.
Perché sarebbero troppi i punti persi per "singoli" falli e risposte imprendibili...

Risposte imprendibili? Shocked

In quarta categoria? Rolling Eyes

Ma dai.... Razz


Per i "singoli falli" ci si abituerebbe velocemente a non farli!

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da st13 il Mer 6 Gen 2016 - 12:57

Fino a qualche mese fa avrei preferito che non ci fosse il falco..... Poi ho visto l Italia in coppa Davis contro L Azerbaijan (?) ed ho cambiato idea...... Sul sevizio non sono d'accordo, sulle corde si. In alcuni casi eliminerei anche i vari staff dei giocatori, mi é sembrato di capire che alcuni siano volutamente irrispettosi con gli avversari

st13
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 592
Età : 36
Data d'iscrizione : 03.01.14

Profilo giocatore
Località: Cosenza e dintorni
Livello: itr 3.5 - fino a 4.3 me la gioco
Racchetta: ai 98 - prince classic response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Eiffel59 il Mer 6 Gen 2016 - 12:57

La monopalla? Si tra i pro (eliminando il net fault), ma a livelli più bassi...non so, temo un'inflazione di seconde palle... scratch

@maurotrevi imponendo contemporaneamente un limite alla rigidità statica ed il divieto a poliesteri e derivati, no.
Ti assicuro che un budello a 30 kg ha più capacità di controllo ma meno rigidità di tanti mono a 18 ma consente comunque più varietà di gioco...e non è tutto: si vaglierebbero nuove strade (in negozio per chi vuol vederle -ed in futuro testarle- abbiamo il primo prototipo di corda in seta..Made in China, manco a dirlo Wink )

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40386
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Attila17 il Mer 6 Gen 2016 - 13:00

Ciao,
ripeto, io gioco spesso a beach tennis, rete alta 1,70, racchetta di legnaccio ( dicono graphite o kevlar ma ci credo poco peso 370 gr) singolo servizio.....si fanno max 1 doppio fallo a turno di battuta, devi abituarti a tirare al 70%, magari lavorata e cambiando gli angoli di battuta.
Ma se lo faccio io , fidatevi che si può fare.....

Attila17
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1473
Età : 47
Località : Albissola Marina
Data d'iscrizione : 18.05.13

Profilo giocatore
Località: Albissola Marina , ma sun de Milan
Livello: NC. ITR 3,5-4,0
Racchetta: Prince POG 4 stipes 1987; Prince Tour Pro 100; Prince Warrior 107;Yonex Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Ursus il Mer 6 Gen 2016 - 13:00

1) No, le due palle ci sono sempre state; le due palle avvantaggiano chi batte e tenere il proprio servizio è infatti uno dei capisaldi del tennis. Un solo servizio ribalterebbe la situazione avvantaggiando troppo chi risponde.

2) Totalmente d'accordo. Una vera sceneggiata di gente che fa un ace e poi chiede l'asciugamano. Inoltre mi fa girare le balle come qualche giocatore "butta" l'asciugamano bagnato al raccattapalle. Se proprio vogliamo metterlo 20 secondi max. fra un punto e l'altro e asciugamano su un porta asciugamano dove il giocatore se lo tiene [come facciamo noi pippe che lo "infiliamo" nella rete di recinzione a fondo campo].

3) Totalmente d'accordo.

4) Più che totalmente d'accordo. L'ideale è 4 slam su 4 superfici diverse.

5 - 6) Nì.... le due cose vanno a braccetto, non sono sicuro sia la soluzione. Io lavorerei diversificando le superfici, tenendo le palle attuali e lasciando che corde e telai facciano il loro corso e si adattino alle diverse condizioni di gioco.

Il tennis attuale può risultare noioso e troppo "power tennis" ma che in generale il tennis di una volta sia più divertente non sono d'accordo. Ci sono belle partite oggi e c'erano belle partite una volta, così come c'erano partite noiose un tempo e ci sono al giorno attuale. La terra rossa, capisco possiate non essere d'accordo, era noiosa una volta ed è noiosa oggi (eccetto con alcuni giocatori).
Sulle superfici veloci non vedo grossissime differenze, erba a parte.
Chi ha maggiormente risentito della cosa è Wimbledon che è stato completamente snaturato. Come già scritto è assurdo vedere scambi prolungati da fondo campo e, con tutto il rispetto, è assurdo che un Nadal possa aver vinto un torneo del genere che ormai, purtroppo,  si gioca su "erba battuta".

7) Un bravo a Giovanni che in un modo o nell'altro riesce sempre a trovare argomenti che rivitalizzano il forum innescando discussioni e confronti interessanti.

Ursus
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1752
Età : 50
Località : Modena
Data d'iscrizione : 13.12.09

Profilo giocatore
Località: Modena
Livello: 4.4
Racchetta: Prince: Tour 16x18 / Exo3 Tour 16x18 Head: MG Extreme Teflon

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da blackmox il Mer 6 Gen 2016 - 13:06

@Sonny Liston ha scritto:
@blackmox ha scritto:
@Sonny Liston ha scritto:
@blackmox ha scritto:Personalmente sono d'accordo sul resto, ma non:
- una sola palla di servizio, ai "nostri" livelli non avrebbe senso giocare solo seconde,
Perché non avrebbe senso? Ho giocato diverse partite, giocando solo una palla con l'avversario, per allenare la seconda.
In quarta non cambierebbe assolutamente nulla... a differenza dei Pro.
Perché sarebbero troppi i punti persi per "singoli" falli e risposte imprendibili...

Risposte imprendibili? Shocked

In quarta categoria? Rolling Eyes

Ma dai.... Razz


Per i "singoli falli" ci si abituerebbe velocemente a non farli!

Rispetto il punto di vista, ma resto convinto che a bassi livelli (non solo per i "quarta", ma in generale) i punti persi per errori aumenterebbero drammaticamente...
Ma sono anche convinto che nel caso dei PRO la proposta (peraltro non si tratta di una novità) è assolutamente sensata...

blackmox
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 170
Età : 50
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 08.05.11

Profilo giocatore
Località: Bergamo
Livello: ITR: 3.5
Racchetta: Züs Custom 95 - Wilson Pro Staff 97, Wilson Pro Staff 95S e altro...

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 14 1, 2, 3 ... 7 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum