Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Quello che cambierei nel tennis

Pagina 2 di 14 Precedente  1, 2, 3 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 10:54

Promemoria primo messaggio :

Ecco quello che cambierei nel tennis, ed il perché:

1. Una sola palla di servizio

- Ormai i Pro servono prime palle ingiocabili: quando entrano sono ace, ace sporchi, o dritti vincenti.
- Lunghissimi tempi morti tra prima e seconda palla che verrebbero eliminati.


2. Niente pause asciugamano tenuti dai raccattapalle

- Odiosissime, lunghe pause.
- Igienicamente una schifezza.
- Immorale.


3. Niente intervento medico

- Stai male? Ti ritiri!
- Eliminate le sceneggiate tattiche, soprattutto femminili


4. Superfici diversificate

- Niente superfici omogeneizzate che favoriscono i soliti noti.
- Erba veloce, come un tempo (con un solo servizio il gioco sarebbe interessante).
- Terra lenta come una volta
- Indoor veloce, per vedere le volèe
- Chi vince il RG, non lo troviamo a Wimledon (a meno non si chiami Borg).

5. Palline come una volta, più veloci

- Si tornerebbe a vedere gioco di rete, e i vari stili di gioco, sarebbero di meno i "robot spara-palle.


6. Vietati TOTALMENTE i monofilamenti

- O, comunque, tutte le corde con rigidità superiore a SI 120.
- Se vuoi tirare mazzate, le devi sapere controllare.





Questo il mio punto di vista... e il vostro?

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso


Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da blackmox il Mer 6 Gen 2016 - 13:06

@Sonny Liston ha scritto:
@blackmox ha scritto:
@Sonny Liston ha scritto:
@blackmox ha scritto:Personalmente sono d'accordo sul resto, ma non:
- una sola palla di servizio, ai "nostri" livelli non avrebbe senso giocare solo seconde,
Perché non avrebbe senso? Ho giocato diverse partite, giocando solo una palla con l'avversario, per allenare la seconda.
In quarta non cambierebbe assolutamente nulla... a differenza dei Pro.
Perché sarebbero troppi i punti persi per "singoli" falli e risposte imprendibili...

Risposte imprendibili? Shocked

In quarta categoria? Rolling Eyes

Ma dai.... Razz


Per i "singoli falli" ci si abituerebbe velocemente a non farli!

Rispetto il punto di vista, ma resto convinto che a bassi livelli (non solo per i "quarta", ma in generale) i punti persi per errori aumenterebbero drammaticamente...
Ma sono anche convinto che nel caso dei PRO la proposta (peraltro non si tratta di una novità) è assolutamente sensata...

blackmox
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 170
Data d'iscrizione : 08.05.11

Profilo giocatore
Località: Bergamo
Livello: ITR: 3.5
Racchetta: Züs Custom 95 - Wilson Pro Staff 97, Wilson Pro Staff 95S e altro...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da maurotrevi il Mer 6 Gen 2016 - 13:10

@Eiffel59 ha scritto:La monopalla? Si tra i pro (eliminando il net fault), ma a livelli più bassi...non so, temo un'inflazione di seconde palle... scratch

@maurotrevi imponendo contemporaneamente un limite alla rigidità statica ed il divieto a poliesteri e derivati, no.
Ti assicuro che un budello a 30 kg ha più capacità di controllo ma meno rigidità di tanti mono a 18 ma consente comunque più varietà di gioco...e non è tutto: si vaglierebbero nuove strade (in negozio per chi vuol vederle -ed in futuro testarle- abbiamo il primo prototipo di corda in seta..Made in China, manco a dirlo Wink )
Non posso che crederti non avendolo mai nemmeno provato.

p.s. i miei soldi non li vuoi proprio?  Very Happy

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Ursus il Mer 6 Gen 2016 - 13:11

Una sola palla di servizio :
- Nei pro avvantaggerebbe tantissimo chi risponde [già adesso ti rispediscono comodini...]
- In 4a sarebbe solo ed esclusivamente la felicità dei pallettari...

Ursus
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1752
Età : 50
Località : Modena
Data d'iscrizione : 13.12.09

Profilo giocatore
Località: Modena
Livello: 4.4
Racchetta: Prince: Tour 16x18 / Exo3 Tour 16x18 Head: MG Extreme Teflon

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 13:23

@Ursus ha scritto:
7) Un bravo a Giovanni che in un modo o nell'altro riesce sempre a trovare argomenti che rivitalizzano il forum innescando discussioni e confronti interessanti.

Grazie!

Non è questo, lo scopo di un Forum?

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 13:25

Ragazzi: non necessariamente dovete solo commentare le mie proposte...

Voi non ne avete?

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da araton32 il Mer 6 Gen 2016 - 13:38

Io dico che Sonny ancora una volta ha tirato fuori un argomento molto interessante.
Il tennis in TV non si riesce a vedere, è una gara con la Formula 1 a chi annoia di più.
Io abolirei subito i 5 set. Non posso vedere una partita di oltre 2 ore!!!
Eppure nessuno prende provvedimenti e questo lo trovo inspiegabile.
Ma in questo mondo ci sono troppe cose inspiegabili....
Ultima nota, vorrei rimarcare cosa disse Agassi quando provò il monofilamento "siamo sicuri che non sia illegale?" (non proprio testuali parole, ma una cosa del genere).
Quindi bando al mono.

araton32
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 601
Età : 41
Data d'iscrizione : 19.02.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: Cosa c'è prima di 4NC?
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Eiffel59 il Mer 6 Gen 2016 - 13:43

Dimenticavo i belgi.
Si alleeranno con tedeschi e cinesi e ci invaderanno pure loro Very Happy

@maurotrevi ho l'inbox strapieno..appena ho tempo di farlo, rispondo a tutti.

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40388
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da ThirdEye_ il Mer 6 Gen 2016 - 13:44

Tutte proposte sensate.

ThirdEye_
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1397
Età : 38
Data d'iscrizione : 26.09.14

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 3.5 - 4.0
Racchetta: Tecnifibre TFight 315 16M Ltd; 2x Wilson Pro Staff 97 RFA.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 13:47

@ThirdEye_ ha scritto:Tutte proposte sensate.


Mi fa piacere che ci sia qualcuno che la pensa come me...

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da maurotrevi il Mer 6 Gen 2016 - 13:55

io abolirei quei reggiseno che schiacciano le tette e fanno sembrare tutte piatte.
quello dovrebbe essere illegale!

@eiffel59 mando la richiesta via email al negozio Wink

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da andrea scimiterna il Mer 6 Gen 2016 - 14:09

1) No, a) rispetto dei tempi fra 1°-2°, b) lessi che le regole del tennis privilegiano un tennis propositivo e di attacco, due palle al servizio, due 15 di vantaggio, due giochi per il set, premiano-favoriscono gioco propositivo-di attacco- di talento.        2) D'accordo.                                       3) D'accordo.                                      4)D'accordo, magari e forse dico una scempiaggine diversificate ma standardizzate, esempio stessa terra per Montecarlo e Madrid (per dire) lasciamo alla posizione geografica qualsiasi variante.                                      5) Boh, stessa palla standard per tutto il circuito se la rallenti troppo per il veloce indoor poi voglio vedere che spettacolo offri sulla terra più lenta (livello del mare).                      6) Boh come sopra punto 1, se un tetto alla rigidità premierebbe il talento, la varietà, il gioco a tutto campo (non necessariamente il s&v) ben venga.

andrea scimiterna
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 948
Data d'iscrizione : 26.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da RenaTheWiz il Mer 6 Gen 2016 - 15:32

Quoto tutti i punti ad eccezione del primo sul servizio. Prima e seconda palla sono due colpi che hanno ciascuno una propria dignità ed eliminarne uno mi sembrerebbe togliere qualcosa al gioco. Inoltre verrebbe a ridursi il vantaggio di chi serve che è uno dei capisaldi del gioco.

Piuttosto per velocizzare le partite eliminerei assolutamente i vantaggi, un pò come è stato fatto per i cambi palla nel volley.

La questione varietà delle superfici è un punto cruciale per dare varietà al gioco...non si può vedere randellare da fondo a Wimbledon...Mad

Il controllo sui materiali, che pure condivido, è quello più difficilmente verificabile a livelli non professionali. Cioè difficile valutare la rispondenza tecnica delle corde di uno che si presenta ad un torneo FIT. I produttori dovrebbero rendere le nuove corde facilmente riconoscibili.

Le palle sono un altro settore in cui è possibile introdurre variazioni a basso impatto. Si potrebbe agire non solo sulle pressioni, ma anche su peso e diametro. Una minima variazione di quest'ultimo avrebbe una forte ripercussione sulla resistenza erodinamica e di conseguenza sulla velocità.

RenaTheWiz
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 967
Età : 39
Data d'iscrizione : 20.09.09

Profilo giocatore
Località: Napoli
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Wilson Ultra 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 16:03

@andrea scimiterna ha scritto:, b) lessi che le regole del tennis privilegiano un tennis propositivo e di attacco, due palle al servizio, due 15 di vantaggio, due giochi per il set, premiano-favoriscono gioco propositivo-di attacco- di talento.    

Non è questo il motivo delle 2 palle.

Le due palle di servizio (Gianni Clerici dixit) nacque agli albori del tennis, quando NESSUNO (o quasi) era in grado di mettere dentro una sola palla,

Lo fecero per evitare che i game finissero per doppi falli.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da mestar il Mer 6 Gen 2016 - 16:36

@Sonny Liston ha scritto:Prova a guardare le partite anni 80-90, prima del mono.

Ti accorgerai che sono molto più avvincenti.

Ne ho guardate di quelle partite e pure mi piacciono e che siano diverse a livello di tattica, di velocità e che ci sia più spazio per la "fantasia" è un dato di fatto evidente!
Ma ma non credo proprio che tolti i mono, e facendo giocare i Pro di oggi con ad esempio budello, gli scambi tornerebbero ad essere quelli lì...

Giustamente fai presente anche di avanzare nostre nuove proposte ed io trovo molto interessante il killer-point che in fin dei conti non sposta poi granchè gli equilibri, accorcia le partite, crea quello status adrenalinico del punto decisivo e che, a mio modesto parere, è una di quelle modifiche dure da digerire solo per questioni di abitudine, ma potrebbe ricalcare la strada della modifica del cambio palla della pallavolo che, inizialmente, sembrava lo portasse a diventare un altro sport, per poi accorgersi che ne ha tratto beneficio a tutti i livelli per il semplice fatto di poter presupporre la durata massima di un incontro.

mestar
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 304
Età : 37
Data d'iscrizione : 03.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4nc (punti per 4.1)
Racchetta: Wilson Juice blx - Babolat PD Roddick

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Ursus il Mer 6 Gen 2016 - 16:57

@mestar ha scritto:Giustamente fai presente anche di avanzare nostre nuove proposte ed io trovo molto interessante il killer-point che in fin dei conti non sposta poi granchè gli equilibri, accorcia le partite, crea quello status adrenalinico del punto decisivo e che, a mio modesto parere, è una di quelle modifiche dure da digerire solo per questioni di abitudine, ma potrebbe ricalcare la strada della modifica del cambio palla della pallavolo che, inizialmente, sembrava lo portasse a diventare un altro sport, per poi accorgersi che ne ha tratto beneficio a tutti i livelli per il semplice fatto di poter presupporre la durata massima di un incontro

Qui a Modena la UISP sta organizzando moltissimi tornei e le regole UISP attuali prevedono sul 40 pari di giocare la prima parità e nel caso non si chiuda il game, ovvero si ritorni pari, allora c'è il killer point dove chi riceve sceglie il lato dove giocare.
Io che faccio questi tornei ti garantisco che è' una boiata....
Primo, si perdono/vincono game e set per 1 punto (cosa che non esiste nel tennis) e la casualità/culo ecc. la fa da padrona. Non dico che sia come tirare la monetina ma quasi...
Due, si incentiva il pallettaro e non chi spinge [in questi tornei infatti ci sono delle palette incredibili che regolarmente arrivano nelle fasi finali]

Fra l'altro, la regola sopra descritta è un mezzo passo indietro perchè precedentemente facevano giocare il killer point direttamente sul 40 pari, senza fare giocare la prima parità.
Hanno modificato la regola ovviamente dietro proteste e rimostranze [che significava poi che la gente non si iscriveva ai tornei perchè non gli piacevano le regole].

Per completezza, le regole UISP prevedono anche che si vada al tie-break sul 5 pari e che al posto del 3° set ci sia un tie-break ai 9 [giusto per la cronaca adesso i tie-brek sono liberi, prima erano al punto secco, ovvero 6 pari punto secco, chi fa punto vince. Stessa cosa anche per il tie break ai 9; sull' 8 pari c'era il punto secco].

Queste regole sono state fatte per limitare la durata delle partite che salvo eccezioni [vedi Super pallettaro vs Re dei pallettari] durano mediamente max 1 ora e mezza.

Ursus
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1752
Età : 50
Località : Modena
Data d'iscrizione : 13.12.09

Profilo giocatore
Località: Modena
Livello: 4.4
Racchetta: Prince: Tour 16x18 / Exo3 Tour 16x18 Head: MG Extreme Teflon

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da andrea scimiterna il Mer 6 Gen 2016 - 17:24

@Sonny Liston Ok nondimeno se disponi della 2° la prima la rischi, è un dato di fatto che dal dopo Sampras i grandi servitori non vincono slam e manco master 1000 o comunque molto pochi, oltre la top5 mi pare abbiano apparizioni abbastanza fugaci e siamo sicuri che il gioco servizio e dritto sia più noioso delle maratone sulla linea di fondo? Per il mondo amatoriale se può esistere senza gli stessi telai, le stesse corde, lo stesso talento e quant'altro, può dotarsi delle regole più idonee come di fatto succede fuori dai tornei fit, killer-point punteggio ad handicap ecc.ecc.

andrea scimiterna
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 948
Data d'iscrizione : 26.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da J.Lebowski il Mer 6 Gen 2016 - 17:35

Proposta / provocazione :
1. Due palle ma introduzione limite di velocità al servizio.
2. Rotoloni (3) a fondo campo dove il giocatore può: asciugarsi, soffiarsi il naso e altre schifezze del genere...
3. Budello in full obbligatorio nei tornei del grande slam.

J.Lebowski
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 68
Data d'iscrizione : 05.02.15

Profilo giocatore
Località: Regno delle due Sicilie
Livello: Da NC a 4.1 e viceversa
Racchetta: Donnay Pro One GT 16x19

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da DAVIDE72 il Gio 7 Gen 2016 - 1:27

@Sonny Liston ha scritto:Ecco quello che cambierei nel tennis, ed il perché:

1. Una sola palla di servizio

- Ormai i Pro servono prime palle ingiocabili: quando entrano sono ace, ace sporchi, o dritti vincenti.
- Lunghissimi tempi morti tra prima e seconda palla che verrebbero eliminati.


2. Niente pause asciugamano tenuti dai raccattapalle

- Odiosissime, lunghe pause.
- Igienicamente una schifezza.
- Immorale.


3. Niente intervento medico

- Stai male? Ti ritiri!
- Eliminate le sceneggiate tattiche, soprattutto femminili


4. Superfici diversificate

- Niente superfici omogeneizzate che favoriscono i soliti noti.
- Erba veloce, come un tempo (con un solo servizio il gioco sarebbe interessante).
- Terra lenta come una volta
- Indoor veloce, per vedere le volèe
- Chi vince il RG, non lo troviamo a Wimledon (a meno non si chiami Borg).

5. Palline come una volta, più veloci

- Si tornerebbe a vedere gioco di rete, e i vari stili di gioco, sarebbero di meno i "robot spara-palle.


6. Vietati TOTALMENTE i monofilamenti

- O, comunque, tutte le corde con rigidità superiore a SI 120.
- Se vuoi tirare mazzate, le devi sapere controllare.





Questo il mio punto di vista... e il vostro?
Dico la mia punto per punto:
1) Mantenere le 2 palle, altrimenti il turno di servizio non sarebbe più un vantaggio, e servirebbero tutti in kick per tenere lontano l'avversario, e nelle scuole, che già insegnano poco il servizio, insegnerebbero solo quello.
Il turno di servizio DEVE essere un vantaggio che i 2 giocatori hanno una volta a testa, chi ha la qualità ed il talento di servire bene è giusto che sia premiato, altrimenti diventa come il paddle...
Introdurrei la non ripetizione del servizio in caso di net + palla dentro.
Fissare il tempo tra 1° e 2° a 15 secondi.
2) Basta con i ragazzini che portano asciugamani sudati come schiavi, a fondocampo sulla parete mettere uno speciale gancio di gomma, non acuminato, che regga l'asciugamano che ogni giocatore SI ARRANGIA ad andare a prendere...
3) Sì all'intervento medico, con queste precisazioni:
    - se si tratta di un problema serio ed evidente (tipo storta alla caviglia, visionabile e confermabile dal giudice vedendo il         - replay), allora le regole rimangono come adesso;
    - se si tratta di un problema non verificabile visivamente dall'arbitro, viene concesso il medical time out, ma con la penalizzazione di un 15, e la chiamata dello stesso può essere fatta solo dopo la conclusione di un game, così le simulazioni vengono limitate.
    - pausa pipì e pupù ovviamente confermate
4) rallentare leggermente la terra, velocizzare l'erba, velocizzare leggermente il sintetico, differenziando il comportamento tra Australian Open e Us Open
5) le palline vanno bene così come sono, ma bisognerebbe impedire ad ogni torneo di usare quelle che gli pare, dovrebbero tutte essere uguali, stessa pressione e stesso rimbalzo, al di là dell'omologazione ITF, per evitare favoritismi e "manini" verso uno o l'altro giocatore.
6) No, libertà assoluta per le corde, per una più ampia possibilità di customizzazione in base a temperatura, superficia e palline. Anche perché, poi, se ci fosse solo multi, sgut e budello, questo sport diverrebbe molto più costoso per noi...ci pensate a comprare una matassa di multi e spendere 250 euro invece che 70/80? Alla fine non forniremmo più la nostra matassa all'incordatore, perché TROPPO COSTOSA, e lui ci chiederebbe 25/30 eurozzi ad incordatura compresa manodopera...bell'affare!
Comunque introdurrei alcuni altri punti, fondamentali per motivi di equità:
7) Basta schiavizzare i raccattapalle, con la scusa che però possono vedere da vicino i propri idoli: VANNO PAGATI, lavorare gratis per organizzatori miliardari NON ESISTE!. Sono minorenni e non si può?Allora i soldi vengono versati nel c/c dei genitori che ne potranno disporre in modo controllato a favore del bambino.
Cool Spalmare il montepremi dei tornei in modo più consistente ed equo "verso il basso", per permettere ai tennisti di poter "vivere di tennis", e vedere i loro sacrifici ripagati.
9) rendere ancora più preciso il "falco": ancora troppe palle che in tv o dal vivo il pubblico vede fuori, si rivelano invece dentro, o viceversa: ridurre la tolleranza.
Altre cosette in generale che andrebbero migliorate nel mondo del tennis:
10) Aumento dei parchi pubblici muniti di campi da tennis, sono ancora troppo pochi quelli abbastanza benestanti da potersi permettere ore ed ore di campi settimanali a pagamento.
11) Calmierare il prezzo massimo di 1 ora di campo, come segue:
      - solo campo (scoperto): € 10 max
      - solo campo (coperto): € 12 max
      - campo + luce (scoperto): € 12 max
      - campo + luce (coperto): € 14 max
      - campo + luce + riscaldamento (coperto): € 19 max

12) Calmierare il prezzo massimo di 1 ora di lezione individuale con il maestro, come segue:
      - solo campo (scoperto) + maestro: € 25 max
      - solo campo (coperto) + maestro: € 27 max
      - campo + luce (scoperto) + maestro: € 27 max
      - campo + luce (coperto) + maestro: € 29 max
      - campo + luce + riscaldamento (coperto) + maestro: € 34 max
13) Obblighi di emissione ricevuta fiscale (quella vera, non fittizia...) da parte del circolo per i campi affittati, e da parte dei maestri per le lezioni fatte.
14) NESSUN OBBLIGO DI PAGAMENTO DI TESSERE ANNUALI, ETC, CHE SIANO DEL CIRCOLO.
Rimane l'obbligo di quella UISP o FIT, se si ha intenzione di fare tornei.

Come vedete, per questo argomento ho idee un pò "comuniste"...ma democratiche e non elitarie.

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 7 Gen 2016 - 6:12

Davide: hai fatto un discorso a "piu'ampio respiro" parlando di federazioni, costi, tessere.

Tutto condivisibile...  

Io mi sono limitato a parlare di regole di gioco.

Resto convinto sulla bonta' dell'idea della "monopalla", che secondo me gioverebbe allo spettacolo.

Dici che insegnerebbero solo il kick?
Bene!
Cosi' anche il quarta forse si vedrebbe qualcuno che lo sappia fare...

Per le corde, non concordo con te.
Eliminando il mono rimarrebbe, oltre budello e multi, il buon syngut.

Corda economica!

E molta meno gente avrebbe infortuni alle articolazioni.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da VANDERGRAF il Gio 7 Gen 2016 - 9:24

io aggiungerei una cosa che non ho mai capito: quegli odiosi paletti che alzano la rete ai lati, nemici di molti passanti poco carichi di topspin. ossia, in quelle due zone la rete è rialzata non solo per la tensione del net, ma anche per quegli accrocchi, non so se mi sono spiegato.

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da whiteshark il Gio 7 Gen 2016 - 11:07

dico la mia. uniformerei il numero dei set. o sempre 2 su 3 o sempre 3 su 5. personalmente farei sempre 3 su 5 ma ovviamente accorciando più possibile i tempi morti. Se ci pensiamo quante partite splendide abbiamo visto finire al 5 set dopo che il perdente aveva vinto i primi 2? però capisco che la maggior parte delle persone vorrebbe invece sempre il 2 su 3. 
le asciugature continue le eliminerei e comunque basterebbe poggiare l'asciugamano in un angolo.

whiteshark
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 81
Data d'iscrizione : 02.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da matador66 il Gio 7 Gen 2016 - 11:22

@Sonny Liston ha scritto:Ecco quello che cambierei nel tennis, ed il perché:

1. Una sola palla di servizio

- Ormai i Pro servono prime palle ingiocabili: quando entrano sono ace, ace sporchi, o dritti vincenti.
- Lunghissimi tempi morti tra prima e seconda palla che verrebbero eliminati.


2. Niente pause asciugamano tenuti dai raccattapalle

- Odiosissime, lunghe pause.
- Igienicamente una schifezza.
- Immorale.


3. Niente intervento medico

- Stai male? Ti ritiri!
- Eliminate le sceneggiate tattiche, soprattutto femminili


4. Superfici diversificate

- Niente superfici omogeneizzate che favoriscono i soliti noti.
- Erba veloce, come un tempo (con un solo servizio il gioco sarebbe interessante).
- Terra lenta come una volta
- Indoor veloce, per vedere le volèe
- Chi vince il RG, non lo troviamo a Wimledon (a meno non si chiami Borg).

5. Palline come una volta, più veloci

- Si tornerebbe a vedere gioco di rete, e i vari stili di gioco, sarebbero di meno i "robot spara-palle.


6. Vietati TOTALMENTE i monofilamenti

- O, comunque, tutte le corde con rigidità superiore a SI 120.
- Se vuoi tirare mazzate, le devi sapere controllare.





Questo il mio punto di vista... e il vostro?
Sono d'accordo in tutto tranne per il primo punto.
Lascerei le due palle di servizio.

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da motombo il Gio 7 Gen 2016 - 12:12

io nel tennis metterei come OBBLIGATORIO nel circuito femminile....
Che se non sei una superpatata non puoi giocare.....evitiamo scempi tipo schiavone williams o navarro.
PIU' PATATA NEL TENNIS E PER TUTTI

motombo
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2225
Età : 39
Località : roma
Data d'iscrizione : 28.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: Yonex Si 98

http://www.otticaalfa.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da giococlassico75 il Gio 7 Gen 2016 - 12:33

Io farei solo un cambiamento, cioè asciugamano tra un game e l'altro, non a ogni 15.
Per il resto lascerei così tanto, essendo uno sport individuale, il più forte alla lunga vince...
Abbiamo avuto riprove che chi pur avendo un servizio potente (Cilic, Raonic, Karlovic ecc) contro quelli universalmente superiori (Federer, Murray, Nadal ecc) ci perde 19 volte su 20...

giococlassico75
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1292
Età : 41
Località : Veneto
Data d'iscrizione : 13.10.13

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex SV 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da nardac il Gio 7 Gen 2016 - 13:24

@Sonny Liston ha scritto:Non so voi... ma io NON RIESCO più a vedere una partita di tennis per intero... .

Concordo !!!

Eliminare i tempi morti :
-Asciugamani vari , riducendo ulteriolmente tempi tra i punti con tabellone con countdown così si eliminerebbe la discrezione dell'arbitro , su una sola palla di servizio non so .
- medical Time out non sono d'accordo sull'abolizione.
- nessuna limitazione sui materiali .
- superfici diversificate si assolutamente , con palle veloci e a questo punto si ad una sola palla di servizio .

nardac
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 868
Data d'iscrizione : 20.12.10

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.1
Racchetta: Pro Kennex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da DAVIDE72 il Gio 7 Gen 2016 - 13:24

Lo so, il syn gut è economico, ma eliminando il mono finirebbe che il suo prezzo rischierebbe di aumentare di molto, per fare in modo che i produttori mantengano un margine di guadagno simile a quello del mono...e poi ce lo scorderemmo lo snap-back e il gioco in topspin spinto, e staremmo tutti a raddrizzare le corde dopo ogni scambio, e ad ungere con la vasellina o con il silicone le corde alla sera...!

La gente si fa male al braccio o perché non è allenata, o perché colpisce in modo non corretto, o perché molte racchette fanno letteralmente "cacare", ma soprattutto perché nel campo del tennis c'è una disinformazione totale (eccetto pochi appassionati dei forum come questo), e spesso i primi che sono "ignoranti", e divulgano "ignoranza", sono proprio i cosiddetti maestri di tennis che ci dovrebbero aiutare a compiere le scelte giuste...

Aggiungerei in tutti i tornei anche il tie-break sul 5-5, non più sul 6-6, ed eliminerei i game ad oltranza al 5°, mettendo il tie-break finale anche lì.

Per rispondere invece a Vandergraf, i paletti/stecche vengono lasciati solo nel singolo, nel doppio vengono rimossi, perché la superficie utile di gioco comprende anche i corridoi.
Rimuoverli nel singolo faciliterebbe sì il colpo in lungolinea, ma renderebbe ancora più difficili i recuperi laterali per chi lo subisce, inoltre la porzione centrale del net risulterebbe un pò più "molle", ed aumenterebbero i casi di net "fortunosi", particolarmente odiosi.
Se si volesse un pò limitare il dominio dei servizi, basterebbe portare la linea del servizio di 5 cm più verso la rete, sarebbe una modifica a bassissimo costo, visto che il perimetro del campo resterebbe immutato.
Se qualcuno volesse fare il paragone con altri sport, ad esempio motoristici, citandomi regole quali limitazioni delle potenze dei motori, della larghezza dei pneumatici, etc, risponderei che in quegli ambiti sono state fatte anche per la sicurezza dei piloti...ma in una partita di tennis non mi risulta che nessuno abbia mai rischiato la vita. Smile

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 14 Precedente  1, 2, 3 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum