Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Quello che cambierei nel tennis

Pagina 3 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 10:54

Promemoria primo messaggio :

Ecco quello che cambierei nel tennis, ed il perché:

1. Una sola palla di servizio

- Ormai i Pro servono prime palle ingiocabili: quando entrano sono ace, ace sporchi, o dritti vincenti.
- Lunghissimi tempi morti tra prima e seconda palla che verrebbero eliminati.


2. Niente pause asciugamano tenuti dai raccattapalle

- Odiosissime, lunghe pause.
- Igienicamente una schifezza.
- Immorale.


3. Niente intervento medico

- Stai male? Ti ritiri!
- Eliminate le sceneggiate tattiche, soprattutto femminili


4. Superfici diversificate

- Niente superfici omogeneizzate che favoriscono i soliti noti.
- Erba veloce, come un tempo (con un solo servizio il gioco sarebbe interessante).
- Terra lenta come una volta
- Indoor veloce, per vedere le volèe
- Chi vince il RG, non lo troviamo a Wimledon (a meno non si chiami Borg).

5. Palline come una volta, più veloci

- Si tornerebbe a vedere gioco di rete, e i vari stili di gioco, sarebbero di meno i "robot spara-palle.


6. Vietati TOTALMENTE i monofilamenti

- O, comunque, tutte le corde con rigidità superiore a SI 120.
- Se vuoi tirare mazzate, le devi sapere controllare.





Questo il mio punto di vista... e il vostro?

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso


Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da DAVIDE72 il Gio 7 Gen 2016 - 13:24

Lo so, il syn gut è economico, ma eliminando il mono finirebbe che il suo prezzo rischierebbe di aumentare di molto, per fare in modo che i produttori mantengano un margine di guadagno simile a quello del mono...e poi ce lo scorderemmo lo snap-back e il gioco in topspin spinto, e staremmo tutti a raddrizzare le corde dopo ogni scambio, e ad ungere con la vasellina o con il silicone le corde alla sera...!

La gente si fa male al braccio o perché non è allenata, o perché colpisce in modo non corretto, o perché molte racchette fanno letteralmente "cacare", ma soprattutto perché nel campo del tennis c'è una disinformazione totale (eccetto pochi appassionati dei forum come questo), e spesso i primi che sono "ignoranti", e divulgano "ignoranza", sono proprio i cosiddetti maestri di tennis che ci dovrebbero aiutare a compiere le scelte giuste...

Aggiungerei in tutti i tornei anche il tie-break sul 5-5, non più sul 6-6, ed eliminerei i game ad oltranza al 5°, mettendo il tie-break finale anche lì.

Per rispondere invece a Vandergraf, i paletti/stecche vengono lasciati solo nel singolo, nel doppio vengono rimossi, perché la superficie utile di gioco comprende anche i corridoi.
Rimuoverli nel singolo faciliterebbe sì il colpo in lungolinea, ma renderebbe ancora più difficili i recuperi laterali per chi lo subisce, inoltre la porzione centrale del net risulterebbe un pò più "molle", ed aumenterebbero i casi di net "fortunosi", particolarmente odiosi.
Se si volesse un pò limitare il dominio dei servizi, basterebbe portare la linea del servizio di 5 cm più verso la rete, sarebbe una modifica a bassissimo costo, visto che il perimetro del campo resterebbe immutato.
Se qualcuno volesse fare il paragone con altri sport, ad esempio motoristici, citandomi regole quali limitazioni delle potenze dei motori, della larghezza dei pneumatici, etc, risponderei che in quegli ambiti sono state fatte anche per la sicurezza dei piloti...ma in una partita di tennis non mi risulta che nessuno abbia mai rischiato la vita. Smile

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da jasper il Gio 7 Gen 2016 - 13:34

Esistono storie che non esistono....
Io uscirei i mono, poi le racchette in graphite, le palline gialle.....

https://www.youtube.com/watch?v=BF-rBy2hSf4

jasper
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4010
Età : 42
Località : Liguria
Data d'iscrizione : 21.02.10

Profilo giocatore
Località: Genova
Livello: ITR 4.5 - Arrotino monomane
Racchetta: Babolat PA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Burner69 il Gio 7 Gen 2016 - 13:38

Buon anno Tennisti! In attesa di tornare in campo a smaltire quei 10 kg che le feste ci hanno regalato:
1) Sempre due palle. Scherziamo? È con la risposta che si vince nel tennis moderno basti pensare che Karlovic e Isner non hanno mai vinto niente e Nole e Rafa (con un servizio pietoso per essere numero 1 per anni) spopolano grazie alla loro risposta grandiosa! Se gli concedi solo seconde sarà un tiro al bersaglio, modello Errani quando serve contro Serena o altre...
Per il resto d'accordo tranne sul mono (forse).
E aggiungo un'altra manfrina noiosissima e perditempo da abolire:la scelta della palla con cui servire:quelli che se ne fanno dare 4 poi ne prendono una restituiscono le altre 3 e se ne fanno rilanciare altre...Sei pro e le palline sono nuove:devi giocare con le due che ti passano a meno di gravi problemi (sgonfia, rotta etc).

Burner69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.04.11

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ...121 metri sul mare...
Racchetta: Solo Fischer e forse ora Zus

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da DAVIDE72 il Gio 7 Gen 2016 - 13:46

@Burner69 ha scritto:Buon anno Tennisti! In attesa di tornare in campo a smaltire quei 10 kg che le feste ci hanno regalato:
1) Sempre due palle. Scherziamo? È con la risposta che si vince nel tennis moderno basti pensare che Karlovic e Isner non hanno mai vinto niente e Nole e Rafa (con un servizio pietoso per essere numero 1 per anni) spopolano grazie alla loro risposta grandiosa! Se gli concedi solo seconde sarà un tiro al bersaglio, modello Errani quando serve contro Serena o altre...
Per il resto d'accordo tranne sul mono (forse).
E aggiungo un'altra manfrina noiosissima e perditempo da abolire:la scelta della palla con cui servire:quelli che se ne fanno dare 4 poi ne prendono una restituiscono le altre 3 e se ne fanno rilanciare altre...Sei pro e le palline sono nuove:devi giocare con le due che ti passano a meno di gravi problemi (sgonfia, rotta etc).
Concordo, anche se lasciamoglielo pure il tic nervoso della scelta delle palline, tanto c'è il limite di tempo tra 1° e 2° e tra un 15 e l'altro che deve essere rispettato...

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Michele Forni il Gio 7 Gen 2016 - 13:52

Io vieterei l'uso del graphene...

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da matador66 il Gio 7 Gen 2016 - 13:56

azz mi hai anticipato michele...........

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da matador66 il Gio 7 Gen 2016 - 13:58

per aiutare i malati di racchettite eliminerei i pj.
Racchette tutte di un colore.

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da DAVIDE72 il Gio 7 Gen 2016 - 13:59

@Michele Forni ha scritto:Io vieterei l'uso del graphene...
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da DAVIDE72 il Gio 7 Gen 2016 - 14:01

...Renderei anche OBBLIGATORIO da parte dei costruttori il dichiarare esattamente le percentuali usate di grafite ed altri materiali, rispetto al peso totale dell'attrezzo...

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da nardac il Gio 7 Gen 2016 - 14:42

@DAVIDE72 ha scritto:...Renderei anche OBBLIGATORIO da parte dei costruttori il dichiarare esattamente le percentuali usate di grafite ed altri materiali, rispetto al peso totale dell'attrezzo...

A che scopo ? Togliere una tua curiosità ?

nardac
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 868
Data d'iscrizione : 20.12.10

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.1
Racchetta: Pro Kennex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 7 Gen 2016 - 14:55

@Burner69 ha scritto:
1) Sempre due palle. Scherziamo?  Se gli concedi solo seconde sarà un tiro al bersaglio, modello Errani quando serve contro Serena o altre...


Shocked Burner... scusami, ma su che base dici questo?

Tra i Pro, quando battono le seconde palle non vedo NESSUN tiro al bersaglio!

Il tiro al bersaglio, ed il "non gioco" lo vedo quando giocano le prime...

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da nw-t il Gio 7 Gen 2016 - 14:59

@Michele Forni ha scritto:Io vieterei l'uso del graphene...
Vieterei più le scritte arancioni sulle Prestige...magari solo scritte in Grafene Cool Smile

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15456
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da matador66 il Gio 7 Gen 2016 - 15:09

@Sonny Liston ha scritto:
@Burner69 ha scritto:
1) Sempre due palle. Scherziamo?  Se gli concedi solo seconde sarà un tiro al bersaglio, modello Errani quando serve contro Serena o altre...


Shocked Burner... scusami, ma su che base dici questo?

Tra i Pro, quando battono le seconde palle non vedo NESSUN tiro al bersaglio!

Il tiro al bersaglio, ed il "non gioco" lo vedo quando giocano le prime...
Si, però tranne pochissimi giocatori che annoiano per la quantità di ace, neanche vedo tutti questo non gioco.

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da matador66 il Gio 7 Gen 2016 - 15:13

Poi tutti sti bombardieri, a parte sporadicamente Raonic, non mi sembra ottengano buoni risultati con i grandi.

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Burner69 il Gio 7 Gen 2016 - 15:24

Sony,
non mi piacciono i bombardieri al servizio ma mettiamola così:Nole-Karlovic con due palle 7/6 6/4.Nole-Karlovic con una palla 6-1 6-0.Questo è tiro al bersaglio!!!Metti Rafa stesso risultato.Poi se vuoi una partita che duri 20 minuti allora sarai accontentato, basta che non pretendi di vendere i biglietti a 80 euro minimo come capita in molti tornei...

Burner69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.04.11

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ...121 metri sul mare...
Racchetta: Solo Fischer e forse ora Zus

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 7 Gen 2016 - 15:26

Matador:  le partite di Isner e Karlovich e similia finiscono SEMPRE al TB.

E, anche se perdono, quando servono non ci sta gioco...

Quando un giocatore forte, oggi serve una prima succedono 3 cose:

Ace
Ace sporco
Dritto di chiusura dopo risposta corta

A me, non piace

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Burner69 il Gio 7 Gen 2016 - 15:31

Sonny anche qui non sono d'accordo:Con le palline e i campi veloci di 30 anni fa e gli ovali ben più proibitivi quando giocava Tanner o simili non si vedeva uno scambio.Oggi si gioca un bel po' di più sulle prime...

Burner69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.04.11

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ...121 metri sul mare...
Racchetta: Solo Fischer e forse ora Zus

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 7 Gen 2016 - 15:42

Con le racchette di legno si giocava meno sulle prime?
Non direi...
Gli ace erano MENO di oggi.
E ci sono fior di statistiche a dimostrarlo.

Ma ribadisco che pensare che con solo seconde palle ci sarebbe un massacro sul battitore non e' IMHO realistico.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Maffa il Gio 7 Gen 2016 - 16:02

@DAVIDE72 ha scritto:
Se qualcuno volesse fare il paragone con altri sport, ad esempio motoristici, citandomi regole quali limitazioni delle potenze dei motori, della larghezza dei pneumatici, etc, risponderei che in quegli ambiti sono state fatte anche per la sicurezza dei piloti...ma in una partita di tennis non mi risulta che nessuno abbia mai rischiato la vita. Smile
L'esempio più calzante è il nuoto

E' uno sport non attrezzistico, dove è il corpo che fa il 100% del risultato. Eppure con la novità delle total suit galleggianti che hanno condizionato le prestazioni dei primi 5 posti in corsia e hanno fatto 20 record del mondo in mesi di adozione. Li hanno dovuti proibire per non snaturare lo spirito della competizione.

Ci sono sport dove il risultato finale deriva dal 100% dall'abilità dell'atleta (l'atletica leggera per esempio o gli sport da palazzetto, a meno che qualcuno non sia davvero convinto che con le nike si salti più in alto o si corra più veloce), e altri dove è la sinergia con la tecnologia che fornisce il risultato finale (sport motoristici o quelli invernali). 

IL tennis è un po' una via di mezzo e non ne so abbastanza per poter dire se è meglio avere un atteggiamento luddista antitecnologico o permettere a tutti di usare qualsiasi cosa. Per esempio non esiste una fisionomia del giocatore, ci sono alti bassi magri grassi smilzi tozzi, ed essendo uno sport asimmetrico bisogna compensare per tante troppe cose per poter dire "una taglia va bene a tutti". Dall'altra le compagnie di racchette spingono su sta manfrina della performance, e se ad uno sport che in qualche modo si tira dietro la nomea di sport delle elite si affianca il motore del "pay to win", dove basta spendere di più nell'attrezzo per poter avere performance migliori di quelle che ti meriti, ecco che sta etichetta non te la togli più. Non so trovare il giusto mezzo.

pe rquanto riguarda le altre proposte, basta asciugamani fuori dai cambi campo, sono atleti non fotomodelle: di tutti gli sport competitivi che ho visto non ho mai visto così assillato delle proprie perspirazioni come i tennisti. Si pulissero coi polsini o sulle cosce e via andare, altro che gettare i teli mare in faccia ai ragazzini.

Maffa
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 24.11.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Burner69 il Gio 7 Gen 2016 - 16:13

Le statistiche? Fammele vedere.E spiegami come mai le partite degli slam duravano molto meno di adesso...Questi giorni su Supertennis hanno rifatto parecchie vecchie partite Slam di una noia mortale...E Wilander col suo gioco di lunghi palleggi fu definito:"il modo più veloce per svuotare un palazzetto!".Davvero sei un nostalgico di partitone come quelle di Higueras o di Vilas?

Burner69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.04.11

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ...121 metri sul mare...
Racchetta: Solo Fischer e forse ora Zus

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da elprincipe85 il Gio 7 Gen 2016 - 16:18

a mio avviso, una chiave di volta importantissima sarebbe la diversificazione delle superfici, fatta sul serio come dicevano in molti di noi. credo che cambierebbero di conseguenza molte altre cose elencate nei 6 punti di sonny. eccezzion fatta per le corde e le palle, che penso facciano parte di un progresso che a mio avviso dovrebbe ed è giusto che ne faccia parte dello sport in generale cosi come nel tennis, cambiando le superfici in tanti dovrebbero "reimparare" molti aspetti del proprio gioco. in molti altri sport abbiamo esempi di attrezzature che hanno stravolto negli anni vari record mondiali. ma ripeto diversificare le superfici in maniera credibile porterebbe di sicuro un gioco eterogeneo a seconda del torneo e aumenterebbe lo spettacolo, che per molti, non per me, al momento talvolta latita. per concludere, prendendo spunto dal primo intervento di sonny penso di essere d'accordo su tutto meno che per il servizio, le corde e le palle, ritenendo però come primo passo fondamentale il discorso superfici.

elprincipe85
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 187
Età : 31
Località : Lodi
Data d'iscrizione : 27.08.14

Profilo giocatore
Località: lodi
Livello: 4.5 fit
Racchetta: RF97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Burner69 il Gio 7 Gen 2016 - 16:28

Sai invece Sonny, cosa non mi piace del tennis moderno?
La mancanza di tecnica, a livello femminile eclatante,tanto che non si vedono più Back di dritto (grazie al cielo c'è Dolgopolov), veroniche, posizionamenti corretti a rete...Abbiamo perduto la bellezza di molti colpi perché tanto coi materiali moderni anche da sei metri fuori dal campo su una gamba sola riesci a tirare bordate vincenti al di là della rete...

Burner69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.04.11

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ...121 metri sul mare...
Racchetta: Solo Fischer e forse ora Zus

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 7 Gen 2016 - 16:52

@Burner69 ha scritto:Le statistiche? Fammele vedere.E spiegami come mai le partite degli slam duravano molto meno di adesso...Questi giorni su Supertennis hanno rifatto parecchie vecchie partite Slam di una noia mortale...E Wilander col suo gioco di lunghi palleggi fu definito:"il modo più veloce per svuotare un palazzetto!".Davvero sei un nostalgico di partitone come quelle di Higueras o di Vilas?

Sulle statistiche basta che leggi la classica dei Top 10 giocatori "all time" sugli ace fatti, che trovi in questo articolo:

http://www.ubitennis.com/blog/2015/03/01/roger-federer-entra-nel-club-dei-9-000-aces/

Per quanto riguarda perche' le vecchie partite degli slam duravano di meno, e' semplice:

A Wimbledon l'erba e le palle erano velocissime.

Negli altri, proprio perche' il servizio era meno preponderante di oggi, i set non finivano spesso (come oggi) al Tie Break

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da motombo il Gio 7 Gen 2016 - 16:54

cmq IO preferisco il tennis moderno vedere scambi che durano 10 minuti e' una cosa che mi fa' cadere le palle per terra

se a voi piaceva il vecchio tennis bene per voi.......io se vedo una palla a meta' campo che non viene attaccata mi scazzo....


motombo
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2225
Età : 39
Località : roma
Data d'iscrizione : 28.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: Yonex Si 98

http://www.otticaalfa.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 7 Gen 2016 - 17:06

Sandro: troppo comodo prendere una partita Borg-Vilas.

Perche' non guardi McEnroe-Gene Mayer, Panatta-Connors, oppure Laver-Rosewall (definita la piu' bella partita di tutti i tempi)?

Haimai visto giocare Leconte, da giovane?

E Pat Cash?

E Gattone Mecir?

Vitas Gerulaitis?

Moto: il tennis di quell'epoca era fantastico.

Ma bisogna conoscerlo!

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Burner69 il Gio 7 Gen 2016 - 17:07

Sonny non mi puoi dire che gli Slam duravano di meno perché a Wimbledon l'erba era più veloce....Allora ti rispondo che al R.Garros la terra era più lenta non facevano tanti aces eppure duravano di meno anche lì...

Burner69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.04.11

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ...121 metri sul mare...
Racchetta: Solo Fischer e forse ora Zus

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 8 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum