Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

il salto di qualità

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

il salto di qualità

Messaggio Da riccardo vivona il Sab 30 Ago 2014 - 3:34

ho cominciar quest anno a fare i tornei e al prossimo aggiornamento delle classifiche dovrei essere 4.5 dato che ho appena iniziato i tornei ma mi alleno da circa 3 anni e reputo il mio gioco da 4.3 cosa serve oltre alle doti tecnico-tattiche per fare il salto di qualità e pertanto potersi considerare un giocatore di tennis? Premesso che ho 17 anni e ho ancora un bel po di strada davanti grazie in anticipo per le risposte

riccardo vivona
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 277
Età : 19
Data d'iscrizione : 04.08.14

Profilo giocatore
Località: castellammare del golfo
Livello: 4.35 ITR
Racchetta: Tecnifibre t-flash 315 atp 2014

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da kingkongy il Sab 30 Ago 2014 - 3:55

Ciao Ricky, benvenuto e compimenti per l'entusiasmo.
Hai il vantaggio-svantaggio dell'età: sei troppo vecchio per l'agonismo "alto", sei sufficientemente giovane per toglierti qualche soddisfazione amatoriale. Poi, chissà, diventi pure maestro.
Cosa serve per giocare decentemente? Mamma mia, che domandona! Penso la costanza e la passione, la voglia di prendere una racchetta vecchia e una pallina spelacchiata e giocare contro il muro, in cortile, a dicembre. E lo fai perché ne hai voglia.
Inutile fare alchimie sulle percentuali di talento o di caparbietà: tutto serve! Ma il salto di qualità e' quando guardi, capisci, replichi, usi in partita...vinci.
Ma ci son frasi anche più belle delle mie...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da Kmore il Sab 30 Ago 2014 - 8:27

@king ha scritto:la voglia di prendere una racchetta vecchia e una pallina spelacchiata e giocare contro il muro, in cortile, a dicembre.

cazzarola, ma allora 35 anni fa' abitavi a Mirafiori sud a Torino  Very Happy
... a forza di racchette vecchie, muro e palline spelacchiate guarda dove sono arrivato...4.2 a 50 anni suonati  Sad Sad Sad e a dicembre contro il muro...comincio a sentire qualche acciacchetto 
P.s.
ho appena preso i punti da 4.1...e vai!!!! cheers e chi se ne importa di acciacchi e delle 50 primavere... a preoccuparmi sono gli autunni...anzi gli inverni al muro  Very Happy Very Happy Very Happy

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2657
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da wetton76 il Sab 30 Ago 2014 - 16:46

@kingkongy ha scritto:Ciao Ricky, benvenuto e compimenti per l'entusiasmo.
Hai il vantaggio-svantaggio dell'età: sei troppo vecchio per l'agonismo "alto", sei sufficientemente giovane per toglierti qualche soddisfazione amatoriale. Poi, chissà, diventi pure maestro.

Ciao King!
credo che a 17 anni con un bel po' di impegno ed anche una certa predisposizione in terza cat. ci si può anche arrivare ... sarebbe un livello amatoriale? considerato che anche chi incomincia a 5 anni a giocare e a 17 anni sta in seconda cat., poi si rende ben presto conto dell'abisso che c'è col vero professionismo ... anche in quel caso si può dire che si è raggiunto un agonismo "alto"?

wetton76
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 871
Località : bufalotta-talenti-conca d'oro (Roma)
Data d'iscrizione : 01.06.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: giocatore di club
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da lorenz90 il Sab 30 Ago 2014 - 17:20

io mi ricordo sempre la frase della mia insegnante: il tennis è 50%testa, 40% gambe, 10%tecnica

quindi per me più che lo doti tecniche/tattiche serve tanto cuore, tanta passione e tanto allenamento fisico

pensa a muovere i piedi il più velocemente possibile ed ad arrivare il prima possibile sulla palla, che è sicuramente più importante rispetto al tirare un diritto o un rovescio stilisticamente perfetti 

buona fortuna

ps. complimenti per la racchetta Cool

lorenz90
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3606
Età : 26
Data d'iscrizione : 23.10.13

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: I.T.R 4 - in miglioramento :D
Racchetta: Yonex SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da wetton76 il Sab 30 Ago 2014 - 17:31

a proposito di salti di qualità, Gianni Mina (non il giornalista della RAI), classe 1992, è stato n. 1 junior nel 2010 a 18 anni, adesso ne ha 22 ed è n. 355 del mondo...  ricorda vagamente Monfils, anche lui, con le dovute proporzioni, aspetta il suo salto di qualità ... ecco qualche video




con Nadal:
https://www.youtube.com/watch?v=TWw9Ywhsqpc

wetton76
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 871
Località : bufalotta-talenti-conca d'oro (Roma)
Data d'iscrizione : 01.06.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: giocatore di club
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da kingkongy il Sab 30 Ago 2014 - 17:43

Beh, sì Wetton...se inizia a 17 anni ed è predispostissimo, alla Terza ci arriva tra 2 anni. A 19 sei vecchio per fare sul serio, perché manca tanto - tecnicamente e a livello di esperienza - per mirare più alto. Però non è che uno debba per forza puntare all'Atp.
A mio avviso c'è Seconda e Seconda. C'è il giocatore over 25 anni che gioca bene ma non è "il campione" e c'è il Seconda teen ager (come dicevi tu)...che magari lo è davvero o ne ha le potenzialità. O ancora il 18 enne bravo, che è solo bravo.
Su questo punto, però, dovremmo parlare di "sistema tennis italiano" che non ha ancora trovato (ammesso che cerchi...!) un "metodo" per sostenere i giovani di talento.
Quell'età tra i 16 e i 18 anni ti fa arrivare lì, sul trampolino: c'è chi ha soldi e va avanti. Chi si ferma perché la famiglia non ce la fa più e chi si ferma perché nessuno ha capito bene se ha la scintilla del campione o no.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da kingkongy il Sab 30 Ago 2014 - 17:46

Wetton...stavo giusto per scrivere dei nostri vicini di casa francesi e di come, loro, abbiano davvero una federazione molto attiva ed efficace.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da riccardo vivona il Lun 1 Set 2014 - 18:52

Grazie mille per le risposte ragazziii comunque sono arrivato alla conclusione che per diventare un giocatore di tennis quando scendi in campo devi dare l anima e un arma che pochi sfruttano bene e quella di osservare chi e piu bravo di te ... L osservazione la voglia e la passione secondo me integrate con costanza possono portare a togliersi delle belle sodisfazioni

riccardo vivona
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 277
Età : 19
Data d'iscrizione : 04.08.14

Profilo giocatore
Località: castellammare del golfo
Livello: 4.35 ITR
Racchetta: Tecnifibre t-flash 315 atp 2014

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da massimiliano.derespinis il Lun 1 Set 2014 - 18:58

@Kmore ha scritto:
@king ha scritto:la voglia di prendere una racchetta vecchia e una pallina spelacchiata e giocare contro il muro, in cortile, a dicembre.

cazzarola, ma allora 35 anni fa' abitavi a Mirafiori sud a Torino  Very Happy
... a forza di racchette vecchie, muro e palline spelacchiate guarda dove sono arrivato...4.2 a 50 anni suonati  Sad Sad Sad e a dicembre contro il muro...comincio a sentire qualche acciacchetto 
P.s.
ho appena preso i punti da 4.1...e vai!!!! cheers e chi se ne importa di acciacchi e delle 50 primavere... a preoccuparmi sono gli autunni...anzi gli inverni al muro  Very Happy Very Happy Very Happy

grande! complimenti!

massimiliano.derespinis
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2632
Età : 46
Data d'iscrizione : 12.04.13

Profilo giocatore
Località: MASSA
Livello: 4.3
Racchetta: Yonex VCore SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da riccardo vivona il Lun 1 Set 2014 - 19:01

E comunque volevo precisare che io gioco a tennis xk sono innamorato di questo sport e che durante la mia "carriera" tennistica spero di nn perdere mai l entusiasmo con cui entro in campo adesso .... Diciamo che l unico mio obiettivo futuro é diventare 4.1 Forse vi sembrera poco ma da semi- autodidatta nn mi sembra male .... Semi perché ho trovato una persona nel mio circolo che mi da delle dritte e mi ha fatto migliorare moltissimo e sono molto affezionato a lui e il mio obobiettivo quindi e di superare il mio "maestro"

riccardo vivona
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 277
Età : 19
Data d'iscrizione : 04.08.14

Profilo giocatore
Località: castellammare del golfo
Livello: 4.35 ITR
Racchetta: Tecnifibre t-flash 315 atp 2014

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da Veterano il Lun 1 Set 2014 - 22:56

@riccardo vivona ha scritto:E comunque volevo precisare che io gioco a tennis xk sono innamorato di questo sport e che durante la mia "carriera" tennistica spero di nn perdere mai l entusiasmo con cui entro in campo adesso .... Diciamo che l unico mio obiettivo futuro é diventare 4.1 Forse vi sembrera poco ma da semi- autodidatta nn mi sembra male .... Semi perché ho trovato una persona nel mio circolo che mi da delle dritte e mi ha fatto migliorare moltissimo e sono molto affezionato a lui e il mio obobiettivo quindi e di superare il mio "maestro"
Bravo questo e' lo spirito giusto.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da riccardo vivona il Gio 4 Set 2014 - 3:32

 grazie milleee

riccardo vivona
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 277
Età : 19
Data d'iscrizione : 04.08.14

Profilo giocatore
Località: castellammare del golfo
Livello: 4.35 ITR
Racchetta: Tecnifibre t-flash 315 atp 2014

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da Emanuele 80 il Dom 28 Set 2014 - 22:22

@riccardo vivona ha scritto:E comunque volevo precisare che io gioco a tennis xk sono innamorato di questo sport e che durante la mia "carriera" tennistica spero di nn perdere mai l entusiasmo con cui entro in campo adesso .... Diciamo che l unico mio obiettivo futuro é diventare 4.1 Forse vi sembrera poco ma da semi- autodidatta nn mi sembra male .... Semi perché ho trovato una persona nel mio circolo che mi da delle dritte e mi ha fatto migliorare moltissimo e sono molto affezionato a lui e il mio obobiettivo quindi e di superare il mio "maestro"

Sei giovanissimo se ti applichi nel giro di tre o quattro anni puoi giocare da dio... 
Poi che sia 4.2 4.1 3 ecc ma chissenefrega direi Smile è bello divertirsi, imparare una disciplina complessa come il tennis, superare i propri limiti e crescere, che a volte significa anche doverli riconoscere i propri limiti, e accettarli... 

Io ho smesso di giocare a 15 anni perché mi sentivo vecchio per il tennis! Ho ripreso a 32 e sono veramente sorpreso di quanto ancora si possa imparare a trent'anni con un po' di spirito critico curiosità e applicazione...  Poi ci sarà sempre gente che magari senza il minimo sforzo mi farà sentire una pippa ma bisogna sempre vedere da dove uno parte...

Emanuele 80
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 199
Data d'iscrizione : 01.09.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Aeropro Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da ELVIS1 il Dom 28 Set 2014 - 23:23

Io  sonno  dacordo  con lorenzo90  50 per  cento  testa  non  devi  mollare   40  allenamento  fizico  che  per  me  e  piu  importante  e  10  la  tecnica   e  siguramente  un  buon  maestro  fa  la  diferenza  e  i  rezultati  arrivano

ELVIS1
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 120
Data d'iscrizione : 29.04.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da Adolfo il Mar 30 Set 2014 - 11:29

dire che la tecnica vale il 10% in uno sport come il tennis che è forse il più tecnico che ci sia, mi sembra esagerato.

Io uso un altro paradigma: il livello complessivo del tennis che riusciamo a mettere in campo equivale al valore più basso tra quello tecnico, quello mentale e quello atletico.

Quindi se si ha una di queste tre caratteristiche visibilmente più bassa delle altre due, per rendere in partita conviene concentrarsi per un pò esclusivamente su quella What a Face

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3308
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da smorzatore95 il Gio 6 Nov 2014 - 22:16

Cerca di andare meno di fretta anche io son giovane e vorrei scalar montagne e andare in seconda categoria magara Very Happy . Però il vecchio saggio che è in me dice che non esiste un tempo è un lento e costante progredire non solo a livello tecnico ma anche a livello di psiche ovvio poi che ci saranno settimane in cui ti sembrerà di non essere andato avanti e poi una lezione che ti sentirai Federer.
La cosa migliore è cominciare ad avere tanta calma e pazienza perchè nel tennis ne serve a tonnelate. Arriverà quel punto che a livello di gioco comincerai a migliorare molto lentamente ma se non ti chiami Fabio Fognini migliorerai di testa almeno è quello che stà succedendo a me Cool

smorzatore95
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 486
Età : 21
Località : Roma
Data d'iscrizione : 21.04.14

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: tra un 3.0 e un 3.5
Racchetta: Wilson Blade98 2013 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da riccardo vivona il Ven 7 Nov 2014 - 16:44

grazie mille smorzatore anche se abbiamo quasi la stessa età i tuoi consigli mi serviranno molto Smile

riccardo vivona
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 277
Età : 19
Data d'iscrizione : 04.08.14

Profilo giocatore
Località: castellammare del golfo
Livello: 4.35 ITR
Racchetta: Tecnifibre t-flash 315 atp 2014

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da smorzatore95 il Ven 7 Nov 2014 - 19:10

@riccardo vivona ha scritto:grazie mille smorzatore anche se abbiamo quasi la stessa età i tuoi consigli mi serviranno molto Smile
Figurati è sempre un piacere Smile

smorzatore95
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 486
Età : 21
Località : Roma
Data d'iscrizione : 21.04.14

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: tra un 3.0 e un 3.5
Racchetta: Wilson Blade98 2013 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da wetton76 il Dom 9 Nov 2014 - 10:49

@riccardo vivona ha scritto:grazie mille smorzatore anche se abbiamo quasi la stessa età i tuoi consigli mi serviranno molto Smile

Grande Rick! vedo già nel tuo avatar qualcosa di promettente!!!!! goditi questi momenti in cui sei sul pezzo nel tennis!
Cmq, tanto per chiarire, io perdo pure con i 4.3 FIT ed anche sotto, il mio è solo un sincero incoraggiamento!

wetton76
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 871
Località : bufalotta-talenti-conca d'oro (Roma)
Data d'iscrizione : 01.06.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: giocatore di club
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da riccardo vivona il Lun 10 Nov 2014 - 14:42

Hihi gr wettonnn Smile

riccardo vivona
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 277
Età : 19
Data d'iscrizione : 04.08.14

Profilo giocatore
Località: castellammare del golfo
Livello: 4.35 ITR
Racchetta: Tecnifibre t-flash 315 atp 2014

Tornare in alto Andare in basso

Re: il salto di qualità

Messaggio Da riccardo vivona il Lun 10 Nov 2014 - 14:42

*grazie

riccardo vivona
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 277
Età : 19
Data d'iscrizione : 04.08.14

Profilo giocatore
Località: castellammare del golfo
Livello: 4.35 ITR
Racchetta: Tecnifibre t-flash 315 atp 2014

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum