Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Problemi con il rovescio

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Problemi con il rovescio

Messaggio Da ray237 il Gio 7 Lug 2011 - 1:29

Promemoria primo messaggio :

Salve a tutti, colgo l'occasione per presentarmi.
Mi chiamo Raffaele e ho 17 anni (18 a settembre).
A 7 anni iniziai a praticare tennis e dopo un annetto il maestro mi propose già di entrare a far parte del gruppo agonistico. Di lì a poco arrivò anche la tesserazione F.I.T..
Il mio tennis migliorava e mi piazzavo benissimo nei tornei (per due anni terzo nel rank della mia provincia), ma mi mancava quella spinta agonistica, motivo per il quale a 13 anni decisi di lasciare il tennis per la pallavolo, ricevendo anche molte soddisfazioni (diverse presenze in serie c2).
Cercai di sopprimere la voglia di riprendere il tennis per diversi anni, contando su una molto probabile carriera da pallavolista, ma tutto ciò prese il sopravvento e andò a finire che interruppi ogni tipo di attività fisica, prendendomi una pausa non tanto fisica quando mentale (non ho mai avuto problemi a scuola, ma ero cosciente che non facendo sport avrei comunque avuto più tranquillità anche in quell'ambito).
L'anno scorso ho deciso di riprendere a giocare qualche partita, per poi prendere la fatidica decisione di riprendere seriamente e tesserarmi. Tramite i giusti contatti sono riuscito a giocare contro tesserati anche molto forti, ottenendo anche diverse vittorie, che mi hanno sicuramente incoraggiato, dato che chi assistiva alle mie partite rimaneva incredulo quando chiedendomi dove e da quanto giocassi rispondevo sempre "io non gioco da diversi anni".

Chiudendo questa parentesi, veniamo al dunque. Quando ho ripreso a giocare, ho subito avuto sensazioni molto positive riguardo il mio gioco. Infatti, sentivo tutti i colpi, dal servizio lavorato o piatto al diritto in top e al rovescio in backspin, ma quando riprendo a fare il mio rovescio bimane che in "relativa gioventù" eseguivo con una naturalezza tale che neanche mi ricordo l'impugnatura (semplicemente perchè il maestro non ci ha mai spiegato cos'è una western o una continental, preferendo un approccio più diretto paragonando la racchetta al manubrio di un motore, "accelera" o "decellera" quindi), il risultato è stato un fuoricampo in stile baseball affraid .

In effetti, ripensandoci, proprio durante gli anni di stop dal tennis sono entrato nella fase dell'adolescenza, quindi dello sviluppo e della "mutazione" del corpo. Avendo praticato la pallavolo, la mia struttura fisica e muscolare è variata drasticamente, passando da un copro esile e rapidissimo a uno più muscoloso, e con le spalle molto larghe. Inoltre, anche il mio stile di gioco è cambiato di molto (da essere un giocatore difensivo e di recupero sono diventato un giocatore con diritto, servizio e colpi al volo molto potenti, quasi devastanti). Rispetto a quando ho lasciato, i miei colpi sono migliorati parecchio grazie alla mia struttura fisica (in particolare servizio e diritto, che riesco a giocare sia piatto che in top profondo che spesso seguo a rete), ma il rovescio rimane sempre un problema, sicuramente perchè è il colpo più delicato del tennis e sul quale bisogna lavorare a seconda del proprio fisico. A dire il vero, il rovescio in back riesco a giocarlo piuttosto bene e in maniera fastidiosa, tanto da riuscire quasi a mascherare questa mia mancanza e riuscire tranquillamente a spostarmi sul diritto, ma è ovvio che è una situazione che va risolta.

Entriamo nei particolari. Dato il mio rovescio bimane "da baseball" ho deciso di adattarmi ad eseguirlo a una mano, ma rimane un colpo che riesco ad eseguire solo "d'appoggio" e che in partita non uso mai, perchè riesco a creare maggiori problemi con il back, che utilizzo anche in maniera offensiva come approccio a rete. Vedendo qualche buon video su youtube che spiega l'impugnatura del rovescio bimane, ho provato ad eseguirne alcuni durante le fasi di palleggio delle ultime partite che ho disputato, con risultati altalenanti. Alcuni colpi sono stati scaraventati per terra prima della rete, altri in stile baseball, ma alcuni (in particolare rispondendo a colpi potenti e profondi, quindi con la palla vicina se non dietro al corpo) mi sono riusciti abbastanza bene, sicuramente meglio di quanto possa fare con il rovescio a una mano, sia in potenza che in precisione.

Per settembre dovrei riprendere a fare tennis, sperando che il maestro mi reputi idoneo per essere inserito già nell'agonismo, ma prima voglio gettare le basi per risolvere questo problema con delle lezioni private (con un maestro del circolo che potrà anche valutarmi).

Quello di cui ho bisogno adesso, però, è una vostra opinione, rispondendo alle seguenti domande:
-Mi conviene riprendere il rovescio bimane oppure è meglio insistere con quello a una mano che in fin dei conti so fare?
-Potrei comunque possedere questo maledetto colpo, avendolo usato per 7 anni di tennis, e quindi poterlo riesumare? Oppure lo stop durante lo sviluppo può averne cancellato i residui?
-Ammesso che con l'aiuto di un maestro riesca a riscoprire questo colpo che probabilmente è già in me, quanto potrebbe volerci per poterlo giocare a un livello quasi pari al diritto, considerando che il livello dei colpi è comunque abbastanza elevato?

Grazie in anticipo e scusate per la lunghezza del post Smile E' inutile dire che gradirei delle risposte da parte di utenti con le idee ben chiare su questo argomento, perchè penso di essere in una fase cruciale e non vorrei confondermi le idee più di quanto non lo siano già :S

ray237
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 226
Età : 23
Località : Milano/Bari
Data d'iscrizione : 07.07.11

Profilo giocatore
Località: Milano/Bari
Livello: FIT 4.2
Racchetta: 2x Wilson Juice 100 (2014)

Tornare in alto Andare in basso


Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da ray237 il Sab 9 Lug 2011 - 0:39

La racchetta che uso è una Babola Pure Drive GT, peso 300g, bilanciamento 32 cm, corde pro hurricane tour 125 tirate 27/26 kg

ray237
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 226
Data d'iscrizione : 07.07.11

Profilo giocatore
Località: Milano/Bari
Livello: FIT 4.2
Racchetta: 2x Wilson Juice 100 (2014)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da Turbolz il Sab 9 Lug 2011 - 12:53

Prova una racchetta piu' morbida sui 31/31,5 (tipo prestige o wilson blx 98) e qualcosa di piu'estremo sui 32,5.
Se e' quella giusta come bilanciamento lo senti subito dai primi impatti.

Ciao Smile

Turbolz
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1691
Località : Verona-Cremona
Data d'iscrizione : 27.07.10

Profilo giocatore
Località: Verona-Cremona
Livello: 4.3 Fit (infortunato
Racchetta: ZUS 100 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da Juan Carlos Ferrero il Sab 9 Lug 2011 - 13:06

La blade blx è bilanciata a 33,9 con le corde (tennis warehouse docet) io la uso ci gioco monomane ma di certo non aiuta questo colpo, aiuta più un bimane. Peró il rovescio va come voglio io. Penso che più un discorso di racchetta sia di tecnica. La pure drive è universale come racchetta c'è c'hi ci giocava il monomane (ljubicic) come chi il bimane (roddick). Secondo me ti devi mettere sulla diagonale di rovescio mezz'ora con una mano mezz'ora con due e a sensazioni con quale ti trovo meglio senza fare altro colpo all'infuori del rovescio.

Juan Carlos Ferrero
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 23.12.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: Da definire.
Racchetta: Babolat Pure Drive Roddick 2009

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da Felipo il Sab 9 Lug 2011 - 14:00

Ragazzi, adesso va bene che una racchetta può aiutare o meno un colpo, ma se uno è tecnicamente preparato ad eseguirlo correttamente, tirerà un buon rovescio sia con una 6.1 Tour 90 sia con un padellone da 110.
Che poi con la prima riesca a farlo per un'ora mentre con la seconda per due, con la prima esca meglio che con la seconda, questo è un altro discorso. Ma la capacità tecnica non dipende dalla racchetta.

Non spostiamo ogni discussione tecnica su delle futili discussioni sugli attrezzi.
Cambiare racchetta non può fare miracoli, è praticamente solo un effetto placebo.

L'unico modo per capire, allenare, migliorare un colpo è farlo più volte possibile, altro che cambiare telai.

Felipo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1256
Data d'iscrizione : 13.06.09

Profilo giocatore
Località: Friuli
Livello: 4.0 itr / 4.4 Fit
Racchetta: Aeropro Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da alain proust il Sab 9 Lug 2011 - 14:39

conosco persone che sono davvero convinte che la aero pro drive permetta loro di giocare meglio il top spin perchè ha gli steli aerodinamici, invece che tondeggianti come la pure drive. Very Happy potere della pubblicità.

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da Turbolz il Sab 9 Lug 2011 - 18:02

Forse avete interpretato male.Mentre Ray ha capito. Lui Ha la tecnica. Il problema e' che ha memorizzato il movimento (ormai ce l'ha automatico) quando fisicamente era diverso. Bene. I casi sono due

1) o cambia tecnica, cioe' trova un nuovo movimento e lo memorizza
2) prova a mantenerlo il piu' possibile cambiando attrezzo in modo da trovare quello che gli consenta di riottenere il colpo (modificando il meno possibile)

D'altronde sicuramente siete cresciuti tutti con la racchetta in mano come me e Ray e tutti siete diventati ben piu' di 1.80 per un'ottantina di chili. Non per fare polemica.Ma non mi sono andati giu' certi commenti. Nel problema di Ray ci sono passato tra i 16 ed i 17 anni, ed ho parlato per esperienza.

Ciao Smile


Turbolz
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1691
Località : Verona-Cremona
Data d'iscrizione : 27.07.10

Profilo giocatore
Località: Verona-Cremona
Livello: 4.3 Fit (infortunato
Racchetta: ZUS 100 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da alain proust il Sab 9 Lug 2011 - 18:28

@Turbolz ha scritto:Forse avete interpretato male.Mentre Ray ha capito. Lui Ha la tecnica. Il problema e' che ha memorizzato il movimento (ormai ce l'ha automatico) quando fisicamente era diverso. Bene. I casi sono due

1) o cambia tecnica, cioe' trova un nuovo movimento e lo memorizza
2) prova a mantenerlo il piu' possibile cambiando attrezzo in modo da trovare quello che gli consenta di riottenere il colpo (modificando il meno possibile)

D'altronde sicuramente siete cresciuti tutti con la racchetta in mano come me e Ray e tutti siete diventati ben piu' di 1.80 per un'ottantina di chili. Non per fare polemica.Ma non mi sono andati giu' certi commenti. Nel problema di Ray ci sono passato tra i 16 ed i 17 anni, ed ho parlato per esperienza.

Ciao Smile

mi dispiace che te la sei presa. ma per così poco?!

in ogni caso, la constatazione sulla APD non voleva alludere a te, ma a persone che conosco davvero.
in secondo luogo e premesso che ognuno ha le sue rispettabilissime opinioni, nego con fermezza l'idea che il cambiamento di racchetta possa essere il toccasana per passare da un colpo scarso ad un colpo che funziona.
posso concedere che ci sono racchette in generale più impegnative per peso, bilanciamento, intolleranza ai colpi non centrati. ad esempio, ad un giocatore di club consigliare "la Federer" sarebbe una sciocchezza.
cercare la soluzione di un problema tecnico nel colpo nel bilanciamento, nella racca, nella customizzazione e simili mi pare sbagliato. se uno ha problemi con un colpo, deve lavorare col maestro per capire dove stanno gli errori ed affinare la tecnica.
se il mio (nuovo) maestro mi vedesse giocar male il rovescio e mi dicesse "prova a comprare la super raquet 100 PK G fantastic power!", lo mollerei all'istante.

sì, caspita, c'hai azzeccato sulla crescita con racca in mano, peso e statura! Very Happy

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da Turbolz il Sab 9 Lug 2011 - 18:59

Smile
Non ero arrabbiato....stizzito Smile
Cmq le zozzolat le ABORRO...Wink
Sono d'accordo con te Proust in generale. Ma quello di Ray e' un caso particolare.Secondo me se lo vedessimo portare il colpo sarebbe stlisticamente perfetto. Ma il colpo non va...non lo "sente" ...non e' piu' come prima (ti prego Ray dammi ragione Smile )
E' come se dovesse risintonizzare il colpo, non cambiarlo. Nel suo caso ( come era successo a me) serviva un attrezzo con bilanciatura diversa (a me tutta sul manico).

Ciao Smile

Turbolz
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1691
Località : Verona-Cremona
Data d'iscrizione : 27.07.10

Profilo giocatore
Località: Verona-Cremona
Livello: 4.3 Fit (infortunato
Racchetta: ZUS 100 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da Felipo il Sab 9 Lug 2011 - 20:00

@Turbolz ha scritto:Smile
Non ero arrabbiato....stizzito Smile
Cmq le zozzolat le ABORRO...Wink
Sono d'accordo con te Proust in generale. Ma quello di Ray e' un caso particolare.Secondo me se lo vedessimo portare il colpo sarebbe stlisticamente perfetto. Ma il colpo non va...non lo "sente" ...non e' piu' come prima (ti prego Ray dammi ragione Smile )
E' come se dovesse risintonizzare il colpo, non cambiarlo. Nel suo caso ( come era successo a me) serviva un attrezzo con bilanciatura diversa (a me tutta sul manico).

Ciao Smile

Sono d'accordo con te se la mettiamo in questi termini, ma il tuo consiglio secondo me va messo in pratica successivamente al riprendere gli automatismi del colpo.
Prima si palleggia, si gioca, si cerca si capire possibilmente col maestro cosa c'è che non va, poi eventualmente si parla di cambiare racchetta. Non volevo essere polemico con te, solo con l'andazzo generale del forum per cui se c'è un problema si cambia racchetta (o si consiglia di farlo), invece di andare ad analizzare il lato tecnico della questione.

Che poi sinceramente credo che il rovescio bimane si possa tirare anche con le padelle in acciaio, a mio avviso è il colpo che meno viene influenzato dalle caratteristiche della racchetta in uso.

Felipo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1256
Data d'iscrizione : 13.06.09

Profilo giocatore
Località: Friuli
Livello: 4.0 itr / 4.4 Fit
Racchetta: Aeropro Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da ray237 il Dom 10 Lug 2011 - 0:08

@Turbolz ha scritto:Smile
Non ero arrabbiato....stizzito Smile
Cmq le zozzolat le ABORRO...Wink
Sono d'accordo con te Proust in generale. Ma quello di Ray e' un caso particolare.Secondo me se lo vedessimo portare il colpo sarebbe stlisticamente perfetto. Ma il colpo non va...non lo "sente" ...non e' piu' come prima (ti prego Ray dammi ragione Smile )
E' come se dovesse risintonizzare il colpo, non cambiarlo. Nel suo caso ( come era successo a me) serviva un attrezzo con bilanciatura diversa (a me tutta sul manico).

Ciao Smile

Sì, state dicendo entrambi cose giuste, proverò tutti i consigli e soprattutto chiederò prima verifiche al maestro, ma grazie a voi almeno saprò cosa chiedere Smile
In ogni caso, può essere che, dato che quando lasciai usavo una Volki Catapult V1 (pagata una fortuna, me la fece provare il maestro) che era tutta incentrata sul controllo, molto leggera tra l'altro. Invece adesso sono passato a racchette più pesanti (wilson six on tour k factor, una delle più toste, e ora la pure drive gt), anche se penso che il peso influenzi ancor meno del bilanciamento l'esecuzione di un colpo bimane.

ray237
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 226
Età : 23
Località : Milano/Bari
Data d'iscrizione : 07.07.11

Profilo giocatore
Località: Milano/Bari
Livello: FIT 4.2
Racchetta: 2x Wilson Juice 100 (2014)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da Alessandra76 il Dom 10 Lug 2011 - 15:46

Per esperienza personale credo che la verità possa essere nel mezzo...nel senso che è vero che quando la tecnica c'è con qualunque attrezzo si gioca....ma è anche vero che noi cambiamo adagiandoci o meno secondo quel che noi crediamo che il telaio ci permetta....un po' complicato scritto così....ma faccio un esempio su quella che è la mia ultima deduzione analizzandomi:

Senza perdermi in chiacchere e andare troppo indietro...rovescio monomane.....Dunlop HotMelt 200G (18*20, piatto 95, 350g) avevo ritrovato il mio rovescio ad una mano...per ovvi motivi ho cercato qualcosa di similare ma meno pesante...quindi attuale Dunlop BioM. 300tour (18*20, piatto 97, 320g)...e qui ancora non ho ritrovato quelle belle sensazioni....però nelle ultime due partite è successo qualcosa...mi son ritrovata a preparare bene il colpo prima ancora di cercare la palla....ed ohibò! ...LUCE!!

La mia deduzione, per quanto mi riguarda, è che mentre con la prima sapevo benissimo che se non mi preparavo prima era meglio che la lasciavo nella sacca...con la seconda inconsciamento credo...credevo di avere più tempo sbagliando...quindi mi sono impigrita pensando di poterlo fare...ora devo riuscire a lavorare su questo meccanismo e tornare ad obbligarmi a fare le cose come so che vanno fatte....

Ho notato la stessa cosa sul dritto...solo che mentre col dritto riesco a recuperare anche col solo braccio....con il rovescio....ahimé me lo posso scordare...sopratutto ad una mano! Smile

Ripeto....sto riportando solo la mia esperienza personale....però sia mai che possa aiutare qualcuno a dare spunto per una autoanalisi Smile

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problemi con il rovescio

Messaggio Da mgraz il Dom 10 Lug 2011 - 17:21

Hai ragione.
A me capita adesso mentre sto cercando di passare dalla POG oversize (custom 360 g) a qualcosa di più piccolo e più leggero (roba sui 340 g).
Spesso mi accorgo che con la prima apro bene e in anticipo, con le altre no.

mgraz
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Età : 62
Località : verona
Data d'iscrizione : 20.09.10

Profilo giocatore
Località: verona
Livello: 3.5 ITR
Racchetta: POG oversize e midplus, Dunlop 200g hot melt, Dunlop Maxply Mcenroe

http://www.maurograziani.org/

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum