Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Accedi
Ultimi argomenti
Corde Pro stock?Ieri alle 17:44matice
Curiosità Ieri alle 10:15drichichi




Ultime dal mercatino
Link Amici

www.Auto-DOC.it: Ricambi auto online

Andare in basso
avatar
Fedolester
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 350
Località : Potenza
Data d'iscrizione : 13.05.15

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Pronazione nel servizio quando farla

il Mer 11 Ott 2017 - 9:27
Promemoria primo messaggio :

Vedendo un video su internet sulla tecninca del servizio mi sono accorto di un difetto che forse mi porto dietro proprio da quando sono passato dalla eastern di dritto alla continental. 
Ma la pronazione in che preciso momento va fatta ? 
Perché secondo me io sbagliando la faccio già da subito dopo che sono nella posizione di trophy position ed infatti ho sempre fatto fatica a far scendere la racchetta dietro la schiena. 
La pronazione invece va eseguita dopo vero ? 
Cioè dopo la risalita della racchetta da dietro la schiena negli ultimi momenti prima di impattare la palla. 

Ospite
Ospite

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 0:26
@kingkongy ha scritto:Pertanto Fedolester, sia che tu serva "a piattaforma" (foot down) sia "a pivot" (foot up), la gamba destra DEVE "scalciare" indietro e tu abituati ad atterrare sul piede sinistro. Così, alla fine della cura, ti ritrovi un servizio rovesciato come un calzino (mi spiace! sorry!) ma, sicuramente, più efficace.
Kingkongy, ma scalciare indietro, che io sappia, lo fanno i cavalli ed i muli ... Very Happy , mai scalciato indietro e il mio servizio non fa proprio schifo.
Nel mio avatar puoi vedere un dagoberto con qualche capello in più (orca ciò la berretta, ti tocca fidarti della mia parola Rolling Eyes ) e qualche anno in meno, ma come vedi di scalciare indietro non se ne parla proprio e il mio movimento, magari un po' arruginito e sicuramente meno elettrico, è rimasto sostanzialmente lo stesso.
Siccome mi hai messo la pulce nell'orecchio sono andato a vedere qualche filmato tra i migliori interpreti nel codificare questo fondamentale, ma l'unico che in uscita dal movimento estende in maniera evidente all'indietro la gamba dx è Sampras, ma non definirei un calcio quel movimento, la gamba è quasi a penzoloni. Alcuni, con particolare propensione in avanti nel movimento, per riequilibrare il balance generale del corpo compensano piegano all'indietro la gamba che non fa perno, ma, evidentemente, se molti non lo fanno, non è così indispensabile.
Probabilmente è un atteggiamento che appartiene alla meccanica personale di chi, in particolare, ha il corpo molto sbilanciato in avanti nel gesto, ma non volendo seguire il servizio a rete, deve in qualche modo frenare l'energia cinetica prodotta compensando con la gamba tesa all'indietro, quasi come zavorra frenante.
Di seguito alcuni filamti, dove alla fine ho messo anche un WawrinKa che ha lo stesso movimento all'indietro in chiusura di movimento, se lo scalciare intendevi questo, allora lo svizzero scalcia, ma il calcio dei muli è un'altra cosa ... Laughing  
GONZALES
https://www.youtube.com/watch?v=tyhFo3hvGPI
LAVER
https://www.youtube.com/watch?v=ogJMaP1GRmA
SERVE DAL 1900 AD OGGI
https://www.youtube.com/watch?v=9QL1sglyouU
WAWRINKA
https://www.youtube.com/watch?v=_xmJO_ZUtWU
avatar
seneca85
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 895
Età : 35
Località : Sezze (LT)
Data d'iscrizione : 29.12.09

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 1:28
King si riferiva alla c.d. arabesque (in termini tecnici così è definita nei manuali di biomeccanica del servizio) che è la movenza del tutto naturale della gamba posteriore come controbilanciamento in fase di atterraggio della gamba anteriore. 
Per chi sa gestire bene la catena cinetica questa movenza esce da sola in modo naturale per chi invece tende a ruotare eccessivamente il bacino va inizialmente ricercata appunto per evitare che il bacino ruoti tanto e subito così facendo disperdere tutte le spinte accumulate. Una volta capito a cosa serve e "sentita" la giusta sensazione dovrebbe nel tempo uscire da sola.
Nei giocatori delle epoche passate e che giocavano con racchette in legno l'arabesque è meno accentuata per due motivi: in primis perché appunto giocando molto il serve and volley avevano necessità di attaccare la rete presto e guadagnare tempo perciò avanzavano subito dentro il campo con la gamba posteriore ma pur sempre appena dopo l'atterraggio della gamba anteriore; il secondo motivo risiede nel fatto che, causa anche l'attrezzo in legno, spingevano meno con le gambe in alto rispetto ai giocatori moderni e quindi avevano una fase aerea meno accentuata
avatar
kingkongy
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13625
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 1:30
Fai meno il bigul Dagob... ho anche spiegato che una volta si entrava con il piede destro per il S&V. E ho anche detto che con il foot up ha un certo significato tecnico, perché si riesce a controllare la rotazione del bacino.
Gonzales, che ha inventato il servizio moderno, è invece uno che atterrava "naturalmente" sul piede sinistro.
Wawrinka - che nel video puoi notare che è mancino... - ha la gamba sinistra quasi a 90 gradi rispetto la destra. E lui scalcia.
Ovviamente NON PUO' scalciare nella fase aerea di massima distensione sulla palla: sarebbe innaturale...Ma il "comando" è di tenere arretrata la punta dell'anca destra. Che poi arretrata non è!
--> Ma così come si fa l'"anticipo di anca" nel dritto e nel rovescio, nel servizio si "frena" l'anca per evitare la sovrarotazione.
COMUNQUE... questo gesto dello swing NON è per salite o discese (che hai fatto un casino!!!) ...MA per la catena cinetica. La sua funzione è portare la linea delle anche parallela alla linea di fondo, in modo da ottenere i massimi risultati dalla catena dell'energia dai piedi fino alla palla.
Infatti, se il piede destro avanza sincrono con la rotazione delle spalle, si perde un'enormità di velocità.
Ovviamente...TUTTI fanno l'arabesque. Ma proprio TUTTI.
Ah...Vet usa la parola "capriole" o "arabesque" (su tutti manuali): il termine è del dressage che - sfiga tua - si fa con i cavalli e non con i muli. hehehhehehe


Ultima modifica di kingkongy il Ven 13 Ott 2017 - 1:39, modificato 4 volte
avatar
kingkongy
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13625
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 1:32
Grazie Seneca.
avatar
kingkongy
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13625
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 1:36
Ho visto in ritardo che avevi citato l'arabesque. Scusa. A saperlo non scrivevo io.
avatar
kingkongy
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13625
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 1:46
Dagob, ti sei fuso qualche neurone ??? hehehehhehe
Guarda che hai scritto: "...Nel mio avatar puoi vedere un dagoberto con qualche capello in più (orca ciò la berretta, ti tocca fidarti della mia parola Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Icon_rolleyes ) e qualche anno in meno, ma come vedi di scalciare indietro non se ne parla proprio...".
Della serie: le foto di Dagoberto sono un reference standard ????
Io mi fido eccome della tua parola e del tuo stato tricotico...però ai momenti ieratici del tuo swing...francamente...preferisco qualcosina di più classico. Non ti offendi, vero, se preferisco Federer o Sampras al tuo servizio??!!
Ah, ok.
Allora vado tranquillo....
avatar
seneca85
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 895
Età : 35
Località : Sezze (LT)
Data d'iscrizione : 29.12.09

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 2:00
King abbiamo scritto in contemporanea.
Per osservare bene questo movimento vale sempre la pena prendere come riferimento il servizio di Ljubicic:
https://www.youtube.com/watch?v=Er2wO7A9icw

In generale nella prima piatta l'arabesque/scalciata è fatta diretta indietro (per intenderci verso la rete di recinzione a fondo campo). Nel servizio in kick la scalciata inizia prima per fuori verso il lato (cioè verso la recinzione laterale) per finire indietro.
Comunque penso che l'arabesque e in parte anche la pronazione siano "gli ultimi" problemi del servizio. Nel senso che se uno carica bene con le gambe, entra con l'anca dentro il campo (la sinistra per un destrorso), lancia bene la palla e ha una buona fluidità (ovvero non è contratto o rigido) il resto viene da sé.
Per sbagliare la pronazione uno deve impugnare o con una eastern di dritto o aprire il piatto corde verso l'alto in fase di mulinello.
Se si ruota troppo presto il bacino in fase di spinta uno se l'accorge subito perché manda a benedirsi tutti i caricamenti (si avviluppa su se stesso) e perde l'equilibrio facile in fase di caduta.
Il vantaggio del servizio è che lo si può migliorare sempre se si sa come dovrebbe esser eseguito. Lo si può provare "a secco" anche dentro casa, pure senza racchetta se si usa la mano come se fosse una racchetta. Il problema è che delle volte seppur si sa cosa si sbaglia e quale dovrebbe essere la correzione si hanno dei limiti fisici causati da limitazioni nella mobilità articolare e lì o si lavora su questi limiti o uno può avere a memoria un manuale di biomeccanica ma il colpo non esce lo stesso.
avatar
kingkongy
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13625
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 2:24
...è che il servizio è una "bestiaccia"... anche quando pensi di avere le idee chiare, c'è sempre qualcosa su cui lavorare.
Il problema delle anche è di certo una finezza...però Fedolester ha fatto la domanda...e io non mi tiro mai indietro.
Però, se tu, scansafatiche, fossi comparso prima, io mi risparmiavo un sacco di lavoro, non scrivevo e stavo a guardare! Tié!
Very Happy
Anonymous
Ospite
Ospite

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 8:36
Allora, calciare presuppone trasferire energia all'estremita della gamba permetendo al piede di colpire con violenza qualche cosa.
L'Arabesque, termine altrettanto improprio ed ereditato da una posizione della danza classica - andatevi a vedere che qualità ed eleganza di movimento è rappresentato da questa posizione rispetto a quanto fatto nel tennis Laughing , da un po' più l'idea.
Se il punto è controbilanciare l'eccessiva forza cinetica prodotta dal corpo proiettato nauralmente verso l'interno del campo, allora ok, ci sta, ma con il calciare, onestamento, non c'entra nulla.
Forse bisognerebbe usare una terminologia più chiara per evitare incomprensioni ...
Anonymous
Ospite
Ospite

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 8:55
@kingkongy ha scritto: Non ti offendi, vero, se preferisco Federer o Sampras al tuo servizio??!!
ci mancherebbe, due grandi rappresentanti di questo colpo, ma se lo scopo di tutte questi movimenti e mandare all'avversario una palla efficace, volevo solo dimostrare, con prova provata, che senza scalciare io ci riesco, tutto qui.
se, poi, avessi usato si dall'inizio un'altro termine al posto di calciare, forse ci saremmo capiti subito Very Happy
Anonymous
Ospite
Ospite

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 8:55
@kingkongy ha scritto: Non ti offendi, vero, se preferisco Federer o Sampras al tuo servizio??!!
ci mancherebbe, due grandi rappresentanti di questo colpo, ma se lo scopo di tutte questi movimenti e mandare all'avversario una palla efficace, volevo solo dimostrare, con prova provata, che senza scalciare io ci riesco, tutto qui.
se, poi, avessi usato si dall'inizio un'altro termine al posto di calciare, forse ci saremmo capiti subito Very Happy
avatar
Fedolester
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 350
Località : Potenza
Data d'iscrizione : 13.05.15

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 9:42
Allora raga non ci ho capito niente... da quel che ho capito del tennis io è che fino a quando un movimento non lo percepisci in maniera sensoriale puoi leggere e rileggere i concetti tecnici ma alla fine non cambierai nulla. Certo a volte leggere e vedere di certo accelera il processo per arrivare a percepire prima un movimento...ma voi avete messo troppa carne a fuoco. 
Ho visto qualche video.... a parte essermi fatto una "capa di pianti" per il fatto di aver visto anche laver negli 30 pronare all'ultimo...vabbè...ho notato che comunque tutti quanti non è che atterrano con la gamba sinistra all'indietro e ci restano in perfetto equilibrio come se fosse l'atterraggio di un tre salti di un atleta olimpico... ma comunque la gamba destra tende ad andare davanti da sola sempre per un discorso di energia cinetica accumulata...
ergo cerco di fare cosi....
1 memorizzo bene il fatto di pronare all'ultimo istante perchè solo con questa cosa il mio servizio è migliorato del 50%...non sia mai che facendo partite l'ansia di metterla dentro non mi faccia tornare  a pronare prima ancora di fare il lancio della palla ..... 
2 provo a "scalciare" perdonatemi il termine la destra dietro...sapendo che non devo poi rimanere in equilibrio sulla sinistra ma ci devo solo atterrare e dopo la destra può venire in avanti per ritrovare l'equilibrio su due piedi....
3 vedo che succede e ci aggiorniamo ...Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 1f601 Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 1f601 Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 1f600 Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 1f600
avatar
Fedolester
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 350
Località : Potenza
Data d'iscrizione : 13.05.15

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 9:49
@Fedolester ha scritto:.ho notato che comunque tutti quanti non è che atterrano con la gamba sinistra all'indietro e ci restano in perfetto equilibrio come se fosse l'atterraggio di un tre salti di un atleta olimpico...
gamba destra non sinistra scusate....
albs77
albs77
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1419
Età : 42
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4.5, fit 4.3
Racchetta: Head extreme S 360

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 12:00
io ti do un altro consiglio: finchè non hai un servizio consolidato, NON devi saltare.
Meno movimenti fai e meno elementi che possono andare storti introduci e meglio è.
Ora: se non salti, la gamba destra avanza . Puoi vederlo ad esempio chiaramente quando federer prova il servizio in totale decontrazione negli allenamenti, dove non salta:







E' la normale conseguenza dell'aver messo il peso sulla palla, ed essendo il piede sinistro ancorato al terreno, la gamba destra viene avanti.

Oltretutto è un ottimo segnale del fatto che hai ruotato il tronco e che sei proteso verso l'avanti.

Solo più avanti ci metterei il salto, e a quel punto il piede destro "scalcerà arabesquamente " senza nemmeno pensarci (anche perché se no cadresti sul fianco sinistro Very Happy )
avatar
kingkongy
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13625
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 12:10
Dagob...hai un po' l'abitudine di fare un gran casino e poi di addossare la responsabilità ad altri per non capire o non sapersi esprimere.
Non è carino...
Sulla dinamica dello swing "vecchia" e "nuova" mi sembra non ci sia altro da dire: il portare la gamba destra avanti (passo dentro) è stato superato per i seguenti motivi:
1) Equilibrio generale in uscita dal colpo
2) Gestione ottimale della catena cinetica (NO a dispersione energia)
3) Mancata necessità di raggiungere la rete
Per quanto riguarda lo "scalciare"...rassegnati: si dice così, si insegna così, anche in Inglese. Arabesque o Capriole sono termini ormai entrati nello slang conclamato.
Le motivazioni sono molteplici.
Analisi.
Il servizio prevede: 1)  una transizione di peso (dietro verso avanti) 2) Una rotazione del corpo 3) creazione e sfruttamento angoli di articolazioni
La creazione di energia deve pertanto superare alcuni problemi fisici e geometrici.
PERTANTO... il bacino (linee delle anche) NON deve essere sincrono con la linea delle spalle. Per far memorizzare al tennista questa operazione di "freno dell'anca", lo si fa "costringendo" a scalciare indietro. Basta guardare un po' di video del tennis femminile dove la potenza è sempre poca...tutte sembrano étoile della Scala.
Scalciare, ovviamente, lo si fa dopo aver colpito la palla! Impossibile farlo prima o durante...perché tutto il corpo è disteso in alto...e la gamba destra "penzola" (in salto fa così).
Anonymous
Ospite
Ospite

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 12:17
@Fedolester ha scritto:
@Fedolester ha scritto:.ho notato che comunque tutti quanti non è che atterrano con la gamba sinistra all'indietro e ci restano in perfetto equilibrio come se fosse l'atterraggio di un tre salti di un atleta olimpico...
gamba destra non sinistra scusate....
Fedolester, io la penso così.
Il tennis è sport particolarmente tecnico, nel senso che per eseguire certi movimenti non tradizionalmente istintivi è meglio munirsi di una determinata metodologia comportamentale fondata su principi che hanno anche a che fare con la meccanica e fisica applicata, cioè, per ottenere l'effetto voluto, bisogna eseguire i movimenti con una determinata ed articolata logica che nel tempo ha anche avuto una sua evoluzione.
Insomma, si tratta di metodologie che dovrebbero, sostanzialmente, agevolare, semplificare, la riuscita e, anche l'efficacia del colpo, ma spesso non sono degli imperativi.
Nella storia del tennis abbiamo assistito a molti interpreti particolarmente originali, caraterizzati da colpi non solo poco ortodossi, ma apparente anche poco naturali, nonostante risultasssero, invece, particolarmente efficaci.
Lo stesso rovescio a due mani, prima di affermarsi per quello che è oggi ed essere considerato quasi un must per molti coach, sono dovuti passare una settantina di anni di storia del tennis nel quale non era considerato dalla tecnica didattica maggioritaria. 
Quindi, non c'è nulla di male se nell'eseguire un determinato colpo non ci sentiamo completamente appiattiti su un qualche modello di riferimento.
Se nell'eseguire il servizio, la potenza espressa ti proietta molto in avanti e la conseguente inerzia prodotta ti sbilancia a tal punto da piegare istintivamente all'indietro la gamba dx quale pendolo di compensazione, non vedo perchè tu non debba farlo, ma non mi sentirei obbligato ad eseguire questo movimento se non me lo sentissi naturale.
Guarda caso, è più facile notare questo caratteristo piegamento nei tennisti odierni che esprimono in questo fondamentale una particolare  potenza nel proiettarsi in avanti per colpire la palla, in passato, nonostante eseguissero dei servizi molto potenti e ficcanti lo si notava meno anche in giocatori da fondocampo quali Borg, Connors, Vilas.
Anche in questo tutorial, uno a caso, puoi notare che non è esemplificato questo movimento.
https://www.youtube.com/watch?v=OOqwfczQvEU
Insomma devi valutare tu l'utilità di farlo, o meno, anche perchè se non avessi una adeguata inerzia verso il campo da compensare con questo movimento, il piegamento della gamba a ritroso potrebbe sbilanciarti all'indietro, invece che farti ritrovare l'equilibrio.
A volte, il nostro istinto ci guida nel fare la cosa migliore ed assecondarlo è cosa buona e giusta, al di la dei modelli tennistici più gettonati.
Anonymous
Ospite
Ospite

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 12:30
@albs77 ha scritto:io ti do un altro consiglio: finchè non hai un servizio consolidato, NON devi saltare.
Meno movimenti fai e meno elementi che possono andare storti introduci e meglio è.
Ora: se non salti, la gamba destra avanza . Puoi vederlo ad esempio chiaramente quando federer prova il servizio in totale decontrazione negli allenamenti, dove non salta:







E' la normale conseguenza dell'aver messo il peso sulla palla, ed essendo il piede sinistro ancorato al terreno, la gamba destra viene avanti.

Oltretutto è un ottimo segnale del fatto che hai ruotato il tronco e che sei proteso verso l'avanti.

Solo più avanti ci metterei il salto, e a quel punto il piede destro "scalcerà arabesquamente " senza nemmeno pensarci (anche perché se no cadresti sul fianco sinistro Very Happy )
albs77, trovo questa esemplificazione, che ho letto solo dopo il mio ultimo intervento, molto chiara ed esaustiva nel chiarire le situazioni che si possono verificare (anche se insisto nel sottolineare che scalciare, calciare è cosa diversa; nei casi in esame si tratta semplicemente di allungare/piegare, la gamba dx a mo di pendolo compensativo- senza trasferimento di particolare energia a ritroso come si avvrebbe, appunto, eseguendo un calcio per colpire qualche cosa - un po' come quando si fanno i piegamenti sulle gambe che la fase di piegamento è accompagnata dall'estensione in avanti delle braccia per mantenerci in equilibrio.
Anonymous
Ospite
Ospite

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 12:44
@kingkongy ha scritto:Dagob...hai un po' l'abitudine di fare un gran casino e poi di addossare la responsabilità ad altri per non capire o non sapersi esprimere.
Non è carino...
Quale casino?
Tu hai usato un termne fortemente soggetto ad essere male interpretato e il casinaro sono io ...  sei forte Laughing .
Della serie, come saper girare la frittata  Very Happy
Se tu dici che si usa abitualmente, sarà ...ne prendo atto.
Comunque, al limite, una cosa è usare un gergo con degli addetti ai lavori che sanno riconoscere l'estensivo uso gergale d'uso comune in tale contesto, altro è parlare con un neofita o poco avvezzo ad una pratica sulla quale chiede chiarimenti, usando termini fortemente portatori di ambiguità, tanto più quando questo "scalciare"
 non è detto che sia così indispensabile, anzi appartiene ad una versione del servizio molto evoluta e molto avanzata che presuppone una confidenza con il fondamentale che forse, in questo caso non è stata ancora consolidata.

Allora, diciamo che tra casinari ci capiamo   Wink
avatar
seneca85
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 895
Età : 35
Località : Sezze (LT)
Data d'iscrizione : 29.12.09

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 12:47
Signori l'ultimo intervento di King rispiega nuovamente il tutto chiaramente e non mi dilungo.
Come scritto sopra anche da me il termine arabesque è quello utilizzato nei manuali di biomeccanica del gioco del tennis quindi è il termine appropriato perché quello comunemente utilizzato nella letteratura scientifica. Idem utilizzare il termine "scalciare" è comunemente utilizzato nelle traduzioni dei manuali in italiano per rendere l'idea del movimento.
Non mi pare che sopra nessuno abbia voluto intendere che occorre abbattere una porta scalciano all'indietro. Suvvia non esageriamo con le interpretazioni!!!!!
Poi, insistere ancora sul concetto di portare la gamba destra in avanti è il suggerimento più sbagliato che si può dare ad uno che ha difficoltà nel servire: così facendo il povero cristo non scaricherà mai e poi mai le spinte accumulate in alto, non sarà mai bilanciato nell'esecuzione di tutto il movimento, non avrà mai un buon passo di recupero all'uscita dal servizio.
Anche negli esempi dei servizi di Federer e dei pro delle epoche passate giocati con un baricentro più alto si può notare che la gamba destra avanza SOLO dopo che sia rimasta indietro dopo che la palla è uscita dal piatto corde. Se la gamba avanza prima o nel mentre si impatta è un gravissimo errore che pregiudica tutta l'esecuzione.
L'importanza dell'arabesque poi è fondamentale nel passo di recupero all'uscita del servizio. In partita (salvo giocare contro i ball boy) nessun pro servirebbe con baricentro alto all'uscita del servizio perché all'uscita del servizio stesso gli avversari li impallinerebbero facilmente. 
L'arabesque serve per atterrare dentro il campo e già con baricentro basso per poter recuperare la posizione prima e meglio e per esser pronti a ricercare la palla giocata in risposta. 
Ripeto che è dopo l'arabesque (più o meno accentuata dipende quanto si spinge) che si porta la gamba indietro avanti per prendere forza dal terreno e: o proiettarsi in avanti verso la rete o frenare il movimento e proiettarsi indietro per il gioco dal fondo.
E' ovvio che questi concetti finché non li si assimila e non li sente in gioco sembrano astrusi ma purtroppo le cose stanno così.
Anonymous
Ospite
Ospite

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 13:26
@seneca85 ha scritto:Signori l'ultimo intervento di King rispiega nuovamente il tutto chiaramente e non mi dilungo.
Come scritto sopra anche da me il termine arabesque è quello utilizzato nei manuali di biomeccanica del gioco del tennis quindi è il termine appropriato perché quello comunemente utilizzato nella letteratura scientifica. Idem utilizzare il termine "scalciare" è comunemente utilizzato nelle traduzioni dei manuali in italiano per rendere l'idea del movimento.
Non mi pare che sopra nessuno abbia voluto intendere che occorre abbattere una porta scalciano all'indietro. Suvvia non esageriamo con le interpretazioni!!!!!

Scalciare è scalciare, quanto forte sia il calcio non è detto saperlo, ma sempre di un calcio si tratta. Quando si esegue l'arabescque nella danza classica (il termne, mi ripeto, proviene da li, codificato dai maestri italiani chiamati da Re Sole francese ad insegnare nella prima accademia di danza della storia, in quel di Parigi cheers ) basta vedere un filmato, si alza semplicemente la gamba a compensazione proprio del peso del corpo contemporaneamente sbilanciato in avanti; se una ballerina dovesse, invece scalciare all'indietro gli effetti sarebbero decisamente altri Laughing ).
Poi, insistere ancora sul concetto di portare la gamba destra in avanti è il suggerimento più sbagliato che si può dare ad uno che ha difficoltà nel servire: così facendo il povero cristo non scaricherà mai e poi mai le spinte accumulate in alto, non sarà mai bilanciato nell'esecuzione di tutto il movimento, non avrà mai un buon passo di recupero all'uscita dal servizio.
Ne prendo atto ... scratch
Anche negli esempi dei servizi di Federer e dei pro delle epoche passate giocati con un baricentro più alto si può notare che la gamba destra avanza SOLO dopo che sia rimasta indietro dopo che la palla è uscita dal piatto corde. Se la gamba avanza prima o nel mentre si impatta è un gravissimo errore che pregiudica tutta l'esecuzione.
Scusa, ma come farebbe a sopravanzare la gamba anteriore prima di impattare? è praticamente impossibile che avvenga, la gamba dx parte da dietro dove sostiene la compressione con quella davanti, poco, poco, almeno 10 cm nelle posizione più estreme, se non anche 30 o 50 cm e si estende insieme a quella d'avanti fino a quando si impatta la palla, quindi,  solo a quel punto si può muovere; di cosa stiamo parlando?
L'importanza dell'arabesque poi è fondamentale nel passo di recupero all'uscita del servizio. In partita (salvo giocare contro i ball boy) nessun pro servirebbe con baricentro alto all'uscita del servizio perché all'uscita del servizio stesso gli avversari li impallinerebbero facilmente. 
Mi sembrava stesimo parlando con un appassionato che stesse imparando il servizio, non sapevo avessimo a che fare con un PRO ...
L'arabesque serve per atterrare dentro il campo e già con baricentro basso per poter recuperare la posizione prima e meglio e per esser pronti a ricercare la palla giocata in risposta. 
A mio avviso sei istintivamente portato a piegare all'indietro la gamba dx se esegui un servizio particolarmente esplosivo e proiettato in avanti a tal punto da elevarti da terra  e, nell'atterraggio co la gamba sx, il piegamento all'indietro della gamba dx, "arabesque" e non calcio, quindi, ti aiuta a ritrovare un utile equilibrio. Mc Enroe saltava ed era particolarmente proiettato in avanti, ma non faceva alcuna arabesque, forse non era un amante della danza classica Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 622327
albs77
albs77
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1419
Età : 42
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4.5, fit 4.3
Racchetta: Head extreme S 360

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 13:53
@seneca85 ha scritto:Signori l'ultimo intervento di King rispiega nuovamente il tutto chiaramente e non mi dilungo.
Come scritto sopra anche da me il termine arabesque è quello utilizzato nei manuali di biomeccanica del gioco del tennis quindi è il termine appropriato perché quello comunemente utilizzato nella letteratura scientifica. Idem utilizzare il termine "scalciare" è comunemente utilizzato nelle traduzioni dei manuali in italiano per rendere l'idea del movimento.
Non mi pare che sopra nessuno abbia voluto intendere che occorre abbattere una porta scalciano all'indietro. Suvvia non esageriamo con le interpretazioni!!!!!
Poi, insistere ancora sul concetto di portare la gamba destra in avanti è il suggerimento più sbagliato che si può dare ad uno che ha difficoltà nel servire: così facendo il povero cristo non scaricherà mai e poi mai le spinte accumulate in alto, non sarà mai bilanciato nell'esecuzione di tutto il movimento, non avrà mai un buon passo di recupero all'uscita dal servizio.
Anche negli esempi dei servizi di Federer e dei pro delle epoche passate giocati con un baricentro più alto si può notare che la gamba destra avanza SOLO dopo che sia rimasta indietro dopo che la palla è uscita dal piatto corde. Se la gamba avanza prima o nel mentre si impatta è un gravissimo errore che pregiudica tutta l'esecuzione.
L'importanza dell'arabesque poi è fondamentale nel passo di recupero all'uscita del servizio. In partita (salvo giocare contro i ball boy) nessun pro servirebbe con baricentro alto all'uscita del servizio perché all'uscita del servizio stesso gli avversari li impallinerebbero facilmente. 
L'arabesque serve per atterrare dentro il campo e già con baricentro basso per poter recuperare la posizione prima e meglio e per esser pronti a ricercare la palla giocata in risposta. 
Ripeto che è dopo l'arabesque (più o meno accentuata dipende quanto si spinge) che si porta la gamba indietro avanti per prendere forza dal terreno e: o proiettarsi in avanti verso la rete o frenare il movimento e proiettarsi indietro per il gioco dal fondo.
E' ovvio che questi concetti finché non li si assimila e non li sente in gioco sembrano astrusi ma purtroppo le cose stanno così.

Non sono d'accordo. 
La maggioranza delle persone che conosco che non hanno un grande servizio ricadono TUTTE con il peso sul sinistro.
Questo perché appunto non riescono a veicolare la loro spinta sul lato destro del corpo: in pratica ruotano su un asse obliquo e sono tutte sbilanciate a sinistra.

Il problema sta proprio nel fatto che saltano sul posto e non fanno avanzare il lato destro del corpo.

Se togli il salto dal servizio, l'unico modo che hai per incontrare la palla, posto che tu l'abbia lanciata davanti al corpo, è andare a cercarla eseguendo un cambio di piano e venendo ruotando bacino/tronco e spalle.

La gamba destra viene semplicemente trascinata avanti.. e NON è un errore, è la logica conseguenza della rotazione.

Lo scalcio avviene come conseguenza del salto, non è un gesto attivo: prova a scalciare lasciando il sinistro per terra e ti si svita il bacino.
avatar
seneca85
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 895
Età : 35
Località : Sezze (LT)
Data d'iscrizione : 29.12.09

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 14:03
Considerato che vi vedo interessati al tema vi consiglio di comprarvi un manuale di biomeccanica dei colpi del tennis. Se volete vi passo dei titoli. Basta saper leggere l'inglese, è sufficiente una conoscenza base della lingua.
Se poi non siete d'accordo nemmeno con questi manuali le cose sono due: o avete scoperto cose che fino ad ora non si conoscevano o continuate a non voler capire.
albs77
albs77
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1419
Età : 42
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4.5, fit 4.3
Racchetta: Head extreme S 360

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 14:10
@seneca85 ha scritto:Considerato che vi vedo interessati al tema vi consiglio di comprarvi un manuale di biomeccanica dei colpi del tennis. Se volete vi passo dei titoli. Basta saper leggere l'inglese, è sufficiente una conoscenza base della lingua.
Se poi non siete d'accordo nemmeno con questi manuali le cose sono due: o avete scoperto cose che fino ad ora non si conoscevano o continuate a non voler capire.

Non capisci: E' ovvio che bisogna scalciare e che sia il modo giusto di fare.
Non ci piove.

Ma qui hai di fronte una persona che deve imparare a servire e tu gli stai dicendo di imparare a servire saltando , cosa che porta a scalciare naturalmente.

Non pensi sia meglio che impari ad usare la catena cinetica PRIMA? 

Voglio dire: lo scalcetto dietro è L'ULTIMO dei problemi e di certo non è una cosa che va ricercata attivamente ma viene semplicemente automatico quando si salta dentro al campo e si ruota il tronco.

Spiegare ad una persona che deve imparare a servire come deve scalciare sarebbe come cercare di spiegare ad uno che deve imparare il dritto facendogli fare schiaffi al volo.
avatar
seneca85
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 895
Età : 35
Località : Sezze (LT)
Data d'iscrizione : 29.12.09

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 14:30
@albs77 ha scritto:


Ma qui hai di fronte una persona che deve imparare a servire e tu gli stai dicendo di imparare a servire saltando , cosa che porta a scalciare naturalmente.


E chi ha mai scritto che occorre saltare? Mica stiamo giocando la battuta della pallavolo dove lì si che occorre saltare VOLONTARIAMENTE (la rete è molto più alta)?
Quando vedete i pro saltare prima in alto e poi ricadere dentro il campo è la conseguenza degli enormi caricamenti che loro fanno. Dato che sono allenati, hanno tecnica ed hanno un atletismo diverso dai comuni mortali nel momento in cui attaccano la palla per loro è NATURALE librarsi in aria. Per chi non ha tecnica e atletismo cercare si saltare volontariamente è disastroso.
Quello che si è cercato si spiegare con il movimento arabesque/scalciata/flessione naturale del ginocchio (per far contenti tutti) è che per conservare l'energia accumulata dagli arti inferiori (che spingono verso il terreno) e trasmetterla alla parte superiore (busto e braccio racchetta) ci vuole qualcosa che lungo questa catena di trasmissione funga da perno e questo perno lo fanno le anche. 
Nel momento in cui si attacca la palla prima e durante l'impatto (sono frazioni di secondo) l'anca non sopravanza perché se lo fa rompe la "trasmissione" dell'energia. Ecco allora che nei video si osserva l'arabesque bella netta per chi spinge tanto, la gamba destra che rimane "a penzoloni" (come scrive Dago) per chi sta battendo in scioltezza e riscaldamento. Poi partita la palla la gamba destra e quindi l'anca destra (per un destrorso) può sopravanzare come conseguenza naturale. 
Ma se c'è qualcuno che questa sequenza non la sa sentire o non la favorisce per fargli capire come deve fare gli va detto che la gamba destra (per un destrorso) la deve tenere dietro altrimenti può fare mille, un milione, una vita di cesti ma sempre a carissimo amico rimane.
Questo concetto del perno delle anche è fondamentale non solo nel servizio ma in ogni colpo anche nel dritto, rovescio e voleè. E' ciò che fa la differenza tra chi sa gestire le spinte e chi non ce la fa, tra chi ha stabilità d'esecuzione e chi non ha equilibrio. Purtroppo il tutto avviene in frazioni di secondo il che accentua la difficoltà. Poi mettiamoci che nei colpi dal fondo si deve arrivare pure bene sulla palla e il rebus diventa ancora più difficile.
avatar
chiros
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 970
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 14:38
@seneca85 ha scritto:cut...

Poi, insistere ancora sul concetto di portare la gamba destra in avanti è il suggerimento più sbagliato che si può dare ad uno che ha difficoltà nel servire: così facendo il povero cristo non scaricherà mai e poi mai le spinte accumulate in alto, non sarà mai bilanciato nell'esecuzione di tutto il movimento, non avrà mai un buon passo di recupero all'uscita dal servizio.

Certo. Chiunque abbia parlato con un maestro degno di tal nome sa queste cose. Parlo anche delle fasi iniziali di apprendimento del tennis.
Anzi, non basiamoci troppo sui video dei professionisti per iniziare a giocare.
Anonymous
Ospite
Ospite

Pronazione nel servizio quando farla - Pagina 2 Empty Re: Pronazione nel servizio quando farla

il Ven 13 Ott 2017 - 14:42
@albs77 ha scritto:
@seneca85 ha scritto:Considerato che vi vedo interessati al tema vi consiglio di comprarvi un manuale di biomeccanica dei colpi del tennis. Se volete vi passo dei titoli. Basta saper leggere l'inglese, è sufficiente una conoscenza base della lingua.
Se poi non siete d'accordo nemmeno con questi manuali le cose sono due: o avete scoperto cose che fino ad ora non si conoscevano o continuate a non voler capire.

... Spiegare ad una persona che deve imparare a servire come deve scalciare sarebbe come cercare di spiegare ad uno che deve imparare il dritto facendogli fare schiaffi al volo.
Scusa albs77, mi presti un po' della tua abile capacità di sintesi Laughing ; applausiiiiiiiii ... recitavano i versi di una famosa canzone dei Camaleonti degli anni '70 Very Happy .
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum