Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di Passionetennis!
Da qui potete connettervi o registrarvi per far parte anche voi della nostra comunità.
La registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato e molto altro.
Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!
Buona navigazione su Passionetennis.it

Unisciti al forum, è facile e veloce

Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di Passionetennis!
Da qui potete connettervi o registrarvi per far parte anche voi della nostra comunità.
La registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato e molto altro.
Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!
Buona navigazione su Passionetennis.it
Passionetennis - Il portale del tennista
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Accedi
Ultimi argomenti attivi


Link Amici

Ultime dal mercatino

Attacco a rete e pressione da fondo.

+12
drichichi
kingkongy
Moren
Luchino 67
mattiaajduetre
andyvakgj
PistolPete
Andras
rey20
taglia1964
piccolit
Veterano
16 partecipanti
Andare in basso
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Attacco a rete e pressione da fondo.

Lun 18 Gen 2021 - 14:24
Promemoria primo messaggio :

Mi piacerebbe fare un piccolo sondaggio per  sapere da voi quali siano i criteri fondamenteli per poter essere un buon attacante da fondo che sa spingere, e che di conseguenza potrebbe trasformarsi in un buon attacante che  puo anche permettersi di andare a rete.
Saludos y buen tennis.

Ragus
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 763
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex Vcore100 custom (315g)

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Lun 27 Set 2021 - 18:49
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Al nostro livello serve continuità piuttosto che potenza (che non abbiamo). Troppi errori gratuiti per fretta o perché il più delle volte crediamo di saper fare un colpo ed Invece....
Diciamo che quel 20% di cui parlavo non regala nulla se non forzi l'errore. Sono quelli che hanno gambe, visione del gioco e nessuna debelozza particolare. Lì la pressione da fondo deve essere continua e misurata, di sola continuità puoi restare in campo ore (ci ho provato 😉) ed ecco che se hai i colpi per attaccare meglio imparare a farlo.
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Lun 27 Set 2021 - 19:56
Mettiamo che un "Tal" giocatore tenga lo scambio senza grandi problemi ed errori gratuiti nella sua categoria di appartenenza ma non riesca a fare sufficiente pressione da fondo durante lo scambio per chiudere i punti a rete o anche  da fondo, il problema e' come uscire fuori da questa situazione ???
Come dice Ragus arrivati a questo punto, il solo "tenere" anche  a zero errori gratuiti serve a poco,o almeno non ti serve per riuscire ad utilizzare la tattica di attacco che  ti sei prefissato.
Ovvio che migliorare i colpi e renderli piu' agressivi sicuramente ti puo' fare il salto di qualita', ma non e' detto che tutti riescano a migliorare quel tanto che  basta per fare la differenza da fondo durante lo scambio.
Per questo ci sono due fondamentali che sino ad un certo livello sono poco allenati ma che possono fare la differenza anche  senza avere dei colpi da fondo che fanno la differenza.
IL servizio e la risposta.
Specialmente per gli uomini il servizio fa la differenza a qualsiasi livello di gioco.
Il mio metronomo di gioco era il servizio che  ovviamente dovevo vincere,e se non girava a dovere in seconda con un servizio mediocre vai solo a raccogliere le palline a fondo campo quando l'avversario ti chiude il punto.
Ma seconda categoria a parte anche a piu' basso livello il discorso non cambia,il servizio ti deve servire per prendere da subito il pallino dello scambio in mano,in modo che il secondo colpo che  devi rigiocare sia un colpo abbastanza facile da attaccare,senza per forza di cose dover fare i buchi per terra.
Si per carita' la regolarita' nello scambio e' importante,ma non tutti possiedono un colpo pesante da fondo che permetta poi di riuscire a fare pressione da fondo per aprirsi il campo e venire a rete.
Percio' la grande differenza per prendere da subito in mano le redini del gioco sta nel servizio.
Idem per la risposta.
Ovvio che  dipende da cosa ti arriva, ma il rispondere bene ad una prima e sapere attaccare bene una seconda,quando e' possibile, fa la differenza.
In risposta vedendo tornei di quarta e terza vedo troppi errori gratuiti e vedo risposte tirate di la senza avere un senso logico.
In risposta specialmente contro una buona prima non serve cercare angoli ma bisogna cercare di rispondere centrale e profondo, per fare muovere male l'avversario.
Chiaro che  si fa quello che si puo' ma molte volte manca proprio l'allenamento pratico.
Specialmente su una seconda attaccabile, e li si vede di tutto,non solo in quarta anche  in terza.....
Nell' accademia si spendono ore ed ore ad allenare il servizio e la risposta, si fanno degli allenamenti specifici per chiudere il punto in tre quattro colpi massimo.
Ma cosa fa la differenza non e' tanto il secondo colpo ma il servizio.
Parliamo di una buona mobilita' in campo ed un buon allenamento fisico che  do per scontato.
Poi per carita' per costruire e dare dei consigli ad un giocatore bisogna conoscerlo,perche' dipendendo anche  dalle sue caratteristiche fisiche il percorso puo' essere diverso.
Non ce bisogno di giocare regolari per 20 colpi di fila, ma di sapere giocare bene e fare pressione con i primi due tre colpi o max quattro.
Moren
Moren
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 494
Data d'iscrizione : 09.08.20

Profilo giocatore
Località:
Livello: sempre in miglioramento
Racchetta: Prince Tour 290 - Prince Tour 100P - Donnay Allwood Unybody

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mar 28 Set 2021 - 12:00
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Mettiamo che un "Tal" giocatore tenga lo scambio senza grandi problemi ed errori gratuiti nella sua categoria di appartenenza ma non riesca a fare sufficiente pressione da fondo durante lo scambio per chiudere i punti a rete o anche  da fondo, il problema e' come uscire fuori da questa situazione ???
Come dice Ragus arrivati a questo punto, il solo "tenere" anche  a zero errori gratuiti serve a poco,o almeno non ti serve per riuscire ad utilizzare la tattica di attacco che  ti sei prefissato.
Ovvio che migliorare i colpi e renderli piu' agressivi sicuramente ti puo' fare il salto di qualita', ma non e' detto che tutti riescano a migliorare quel tanto che  basta per fare la differenza da fondo durante lo scambio.
Per questo ci sono due fondamentali che sino ad un certo livello sono poco allenati ma che possono fare la differenza anche  senza avere dei colpi da fondo che fanno la differenza.
IL servizio e la risposta.

Specialmente per gli uomini il servizio fa la differenza a qualsiasi livello di gioco.
Il mio metronomo di gioco era il servizio che  ovviamente dovevo vincere,e se non girava a dovere in seconda con un servizio mediocre vai solo a raccogliere le palline a fondo campo quando l'avversario ti chiude il punto.
Ma seconda categoria a parte anche a piu' basso livello il discorso non cambia,il servizio ti deve servire per prendere da subito il pallino dello scambio in mano,in modo che il secondo colpo che  devi rigiocare sia un colpo abbastanza facile da attaccare,senza per forza di cose dover fare i buchi per terra.
Si per carita' la regolarita' nello scambio e' importante,ma non tutti possiedono un colpo pesante da fondo che permetta poi di riuscire a fare pressione da fondo per aprirsi il campo e venire a rete.
Percio' la grande differenza per prendere da subito in mano le redini del gioco sta nel servizio.
Idem per la risposta.
Ovvio che  dipende da cosa ti arriva, ma il rispondere bene ad una prima e sapere attaccare bene una seconda,quando e' possibile, fa la differenza.
In risposta vedendo tornei di quarta e terza vedo troppi errori gratuiti e vedo risposte tirate di la senza avere un senso logico.
In risposta specialmente contro una buona prima non serve cercare angoli ma bisogna cercare di rispondere centrale e profondo, per fare muovere male l'avversario.
Chiaro che  si fa quello che si puo' ma molte volte manca proprio l'allenamento pratico.
Specialmente su una seconda attaccabile, e li si vede di tutto,non solo in quarta anche  in terza.....
Nell' accademia si spendono ore ed ore ad allenare il servizio e la risposta, si fanno degli allenamenti specifici per chiudere il punto in tre quattro colpi massimo.
Ma cosa fa la differenza non e' tanto il secondo colpo ma il servizio.
Parliamo di una buona mobilita' in campo ed un buon allenamento fisico che  do per scontato.
Poi per carita' per costruire e dare dei consigli ad un giocatore bisogna conoscerlo,perche' dipendendo anche  dalle sue caratteristiche fisiche il percorso puo' essere diverso.
Non ce bisogno di giocare regolari per 20 colpi di fila, ma di sapere giocare bene e fare pressione con i primi due tre colpi o max quattro.
Ritrovo in queste parole quelle stesse identiche del mio primo maestro e che, nel mio piccolo, condivido totalmente. Il problema, spesso, è trovare le situazioni giuste. Purtroppo raramente viene compresa l'importanza di questi "fondamentali", sia dai giocatori stessi e soprattutto (senza naturalmente generalizzare, ma per esperienze) da scuole tennis che spesso si "adattano" ai giocatori i quali, inconsapevolmente, non ne capiscono l'importanza e vogliono divertirsi con gli esercizietti di dritto e di rovescio o a fare i punti con la palla lanciata dal cesto, senza un minimo concetto di gioco. Ma poi si incaxxano se non riescono a vincere un gioco in una partita o se commettono decine di doppi falli e, soprattutto, non si divertono! Ognuno ovviamente è libero di scegliere ciò che vuole fare ma personalmente, da una scuola, mi aspetto esattamente questo programma, questo obiettivo, a qualsiasi livello. 
E lo dico da semplice amatore, che ha iniziato un corso di tennis non a 10 ma a 40 anni suonati, dopo aver giocato da ragazzino con il dannoso "fai da te". Prima lezione: le impugnature (di cui ignoravo esistenza e utilità).
Dalla seconda in poi quello che il mio primo (amato) maestro faceva era impiegare 15-20 minuti a lezione per il servizio! Solo dopo questa fase si lavorava sulla tecnica degli altri colpi. Ma prima di tutto, il servizio! Quella benedetta testa della racchetta che non cadeva mai, quel polso che non doveva fare il cameriere...
In secundis, risposta e un minimo di consapevolezza "tattica" intesa come cercare di indirizzare la palla per far durare lo scambio il meno possibile. Ovvio che tutto va rapportato a quello che è il livello dell'allievo...ma personalmente approvo questo modo di insegnamento per chi voglia migliorare, anche a 40 anni suonati, e riuscire a fare una dignitosa partita.
Al contrario, purtroppo, ho visto anche scuole e presunti maestri mai parlare di impugnature, mai correggerle (col rischio secondo me di far infortunare l'allievo), non lavorare sul servizio (perché l'allievo non era capace e non gli piaceva...), ecc..
Poi, che ognuno possa scegliere quello che vuole fare nella vita, il suo modo di divertirsi, avere più o meno ambizioni, non lo metto in discussione. Ma se parliamo di "insegnare tennis", a qualsiasi livello ed età, approvo totalmente questo pensiero.
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 12070
Età : 53
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: Salirò... prima o poi
Racchetta: Una a caso tra le tante

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mar 28 Set 2021 - 13:16
Quindi allenare principalmente servizio e ricezione sostanzialmente. Giusto?
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mar 28 Set 2021 - 16:21
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Quindi allenare principalmente servizio e ricezione sostanzialmente. Giusto?
Credimi che con un buon servizio ed una buona risposta la quarta te la fumi ed arrivi in terza senza grandi problemi anche non avendo dei colpi particolarmente pesanti da fondo.
La regolararita' nel paleggio e' sempre importante ma sino ad un certo punto.
Gli allenamenti devono variare,non si puo' sempre e solo palleggiare cercando profondita' e non fare errori.
Questa e' la base...ma serve sino ad un certo livello.
Non e' vero che non bisogna mai tirare forte,bisogna farlo eccome,ma per riuscirci bisogna allenarsi a farlo.
Se non si tira mai forte non si imparera' mai a farlo.
O per meglio dire non si esperimenteranno mai le componenti che  servono per tirare forte,che  non dipendono solo dalla tecnica ma anche dal fisico.
Percio con degli allenamenti specifici dove si chiedera' all' allievo di picchiare la palla l'allievo non dovra' solo sperimentare la forza ,cioe' tiro a tutto braccio senza preoccuparmi di niente come se non avessi un domani.
Ma per quanti colpi riesco a mantenere questo livello di "potenza" senza sbagliare riuscendo a rimanere diciamo fresco fisicamente sino a fine partita.
In genere se palleggio da fondo senza errori immaginando una scala di valutazione da 0 a-10 ad un livello 6- 6,5 o 7 dovro riuscire ad elevare questo livello a un 8 o 9 per la prima  serie di colpi che  possono essere due tre o quattro.
Ora non e' tanto importante tirare diciamo "forte " sempre,anche  perche' non essendo professionisti risulterebbe a noi mortali impossibile farlo.
Ma avere nel repertorio una velocita' e peso palla di base sicuri,dove sapete che  non regalate nulla.
Ed un altra dove dovrete raggiungere il vostro massimo per una serie limitata di colpi.
Che  poi il tutto va verificato e programmato in campo dipendendo da chi ci si ritrova davanti.
In quarta con un buon servizio che  ti fa entrare dentro al campo o che  ti permette di giocare una palla abbordabile, non hai bisogno di tirare missili per chiudere il punto in due o tre colpi.
Ma il servizio deve fare la differenza.
Stesso per la risposta, mica devi cercare di tirare un bastonata in un angolo su una prima di servizio potente anche  se ben eseguita,basta giocare profondo e centrale.
Ossia al posto di cercare soluzioni complicate quella benedetta palla mettetela in campo cercate di metterla in campo bella profonda e senza dare troppi angoli.
Ovvio che  crescendo di livello in erza ed in seconda,magari il solo servizio non servira' piu', perche'dio conseguenza la capacita' in risposta dei vostri avversari migliorera.
Percio bisognera' sapere spingere di piu' sin da subito, per quei benedetti due tre o quattro colpi che siano.
Ma ripeto avendo nel servizio un arma diciamo vincente siete gia' sicuri di portavi a casa sempre un punto.
Poi in risposta ce la giochiamo,chiaramente non sara' il mio punto forte, che  poi non e' neanche  detto.
Ma il servizio lo devo vincere si o si.
La risposta diventa importante se tengo sempre il mio servizio,poi in risposta me la gioco.
Credimi che allenando bene questi due fondamentali i risultati arrivano.
Piu' che  mettersi li a palleggiare ore ed ore sulla diagonale anche  a zero errori alla stessa velocita'.
L' idea e' che  devi avere ovviamente una velocita' e peso di palla base, ma che ti serviranno sino ad un certo punto, senza altre armi da utilizzare.
Percio' affilate' le altre armi, servizio, risposta, e fate esercizi dove dovrete chiudere lo scambio in due o tre colpi max, incominciando ovviamente dal servizio.
Non e' tanto difficile, e purtroppo come amatori a volte manca la voglia di farlo, perche' il tempo a disposizione e quello che  e' e si preferisce giocare piuttosto che  rompersi gli zebedei ad allenarsi.
piccolit
piccolit
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 547
Data d'iscrizione : 08.07.19

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4NC
Racchetta:

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mar 28 Set 2021 - 16:41
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] bellissimo intervento.
Io tra l'altro sono passato da un maestro per cui allenamento era uguale a incrociati a più non posso, a uno che non fa un allenamento uguale all'altro.
Ogni lezione 10 minuti sono dedicati al servizio (l'altro in 2 anni e mezzo non mi aveva nemmeno spiegato la seconda)
Mi dice le stesse cose che hai scritto qui sopra..
Moren
Moren
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 494
Data d'iscrizione : 09.08.20

Profilo giocatore
Località:
Livello: sempre in miglioramento
Racchetta: Prince Tour 290 - Prince Tour 100P - Donnay Allwood Unybody

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mar 28 Set 2021 - 16:45
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] WOW!  Smile cheers devo trattenere le lacrime...
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 12070
Età : 53
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: Salirò... prima o poi
Racchetta: Una a caso tra le tante

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mar 28 Set 2021 - 17:21
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Quindi allenare principalmente servizio e ricezione sostanzialmente. Giusto?
Credimi che con un buon servizio ed una buona risposta la quarta te la fumi ed arrivi in terza senza grandi problemi anche non avendo dei colpi particolarmente pesanti da fondo.
La regolararita' nel paleggio e' sempre importante ma sino ad un certo punto.
Gli allenamenti devono variare,non si puo' sempre e solo palleggiare cercando profondita' e non fare errori.
Questa e' la base...ma serve sino ad un certo livello.
Non e' vero che non bisogna mai tirare forte,bisogna farlo eccome,ma per riuscirci bisogna allenarsi a farlo.
Se non si tira mai forte non si imparera' mai a farlo.
O per meglio dire non si esperimenteranno mai le componenti che  servono per tirare forte,che  non dipendono solo dalla tecnica ma anche dal fisico.
Percio con degli allenamenti specifici dove si chiedera' all' allievo di picchiare la palla l'allievo non dovra' solo sperimentare la forza ,cioe' tiro a tutto braccio senza preoccuparmi di niente come se non avessi un domani.
Ma per quanti colpi riesco a mantenere questo livello di "potenza" senza sbagliare riuscendo a rimanere diciamo fresco fisicamente sino a fine partita.
In genere se palleggio da fondo senza errori immaginando una scala di valutazione da 0 a-10 ad un livello 6- 6,5 o 7 dovro riuscire ad elevare questo livello a un 8 o 9 per la prima  serie di colpi che  possono essere due tre o quattro.
Ora non e' tanto importante tirare diciamo "forte " sempre,anche  perche' non essendo professionisti risulterebbe a noi mortali impossibile farlo.
Ma avere nel repertorio una velocita' e peso palla di base sicuri,dove sapete che  non regalate nulla.
Ed un altra dove dovrete raggiungere il vostro massimo per una serie limitata di colpi.
Che  poi il tutto va verificato e programmato in campo dipendendo da chi ci si ritrova davanti.
In quarta con un buon servizio che  ti fa entrare dentro al campo o che  ti permette di giocare una palla abbordabile, non hai bisogno di tirare missili per chiudere il punto in due o tre colpi.
Ma il servizio deve fare la differenza.

Stesso per la risposta, mica devi cercare di tirare un bastonata in un angolo su una prima di servizio potente anche  se ben eseguita,basta giocare profondo e centrale.
Ossia al posto di cercare soluzioni complicate quella benedetta palla mettetela in campo cercate di metterla in campo bella profonda e senza dare troppi angoli.
Ovvio che  crescendo di livello in erza ed in seconda,magari il solo servizio non servira' piu', perche'dio conseguenza la capacita' in risposta dei vostri avversari migliorera.
Percio bisognera' sapere spingere di piu' sin da subito, per quei benedetti due tre o quattro colpi che siano.
Ma ripeto avendo nel servizio un arma diciamo vincente siete gia' sicuri di portavi a casa sempre un punto.
Poi in risposta ce la giochiamo,chiaramente non sara' il mio punto forte, che  poi non e' neanche  detto.
Ma il servizio lo devo vincere si o si.
La risposta diventa importante se tengo sempre il mio servizio,poi in risposta me la gioco.
Credimi che allenando bene questi due fondamentali i risultati arrivano.
Piu' che  mettersi li a palleggiare ore ed ore sulla diagonale anche  a zero errori alla stessa velocita'.
L' idea e' che  devi avere ovviamente una velocita' e peso di palla base, ma che ti serviranno sino ad un certo punto, senza altre armi da utilizzare.
Percio' affilate' le altre armi, servizio, risposta, e fate esercizi dove dovrete chiudere lo scambio in due o tre colpi max, incominciando ovviamente dal servizio.
Non e' tanto difficile, e purtroppo come amatori a volte manca la voglia di farlo, perche' il tempo a disposizione e quello che  e' e si preferisce giocare piuttosto che  rompersi gli zebedei ad allenarsi.
Col servizio sono abbastanza regolare rispetto anche agli altri colpi. Riesco a dare fastidio anche con la seconda, anzi a volte dò più fastidio con la seconda in alcuni casi. In risposta da destra quando mi arriva il servizio, la classica botta al centro (dicasi al corpo) istintivamente vado di rovescio ed in back per darla al centro (in alcuni casi in lungolinea sul suo rovescio) ma di rimessa, non rischio di forzare o di cercare angoli inutili. 
E no, non mi scoccia allenarmi in questo senso, lo faccio con chi ha voglia di allenarsi e vario sempre giocatori per imparare a gestire sempre palle differenti.
semmai [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] avresti degli schemi da suggerire per allenare il serve & receive? Grazie

Aggiungo... Credo che in 4^ categoria serva poco la potenza, serve più la precisione.
Luchino 67
Luchino 67
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1200
Età : 54
Data d'iscrizione : 05.02.13

Profilo giocatore
Località: Reggio Emilia
Livello: Me la cavo bene a rete
Racchetta: Prince Rebel 98 exo3 Prince Tour 100 O3 310

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mar 28 Set 2021 - 19:43
A mio avviso, nell'attacco a rete la cosa più importante è dove piazzi la palla, la seconda è come ti piazzi a rete e la tua capacità di copertura, la terza è la tua capacità nel gioco di volo: d'altronde Federer, in conferenza stampa dichiarò " cosa ci vai a fare a rete, se poi non ci sai giocare", in polemica non tanto velata, con quegli allenatori che ormai non curano più di tanto la tecnica del gioco di volo....sulla pressione da fondo, c'è poco da fare; devi essere in grado di avere un buon ritmo di crociera in sicurezza, per poi cambiare marcia e mettere l'avversario in crisi....e qui conta molto l'allenamento. Personalmente nell'ultimo periodo, mi sono messo ad attaccare più spesso centralmente e corto, tenendo la palla bassa. perchè rende veramente parecchio a livello di quarta categoria, più che attaccare sistematicamente il lato debole, spesso il rovescio....Purtroppo il servizio non mi va più, causa problema alla spalla che si manifesta solo se provo a spingere di più la prima, mentre negli smash non sento questo dolore  scratch scratch, metto tante prime, è vero, ma se non la metto sulla riga, mi rispondono quasi tutti, per cui il serve&volley l'ho un pò accantonato.... Neutral Neutral
rey20
rey20
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 370
Età : 36
Località : roma
Data d'iscrizione : 31.07.17

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mar 28 Set 2021 - 21:53
l'intervento di veterano merita diverse considerazioni, a partire dal fatto, che il problema principale della totalità dei quarta, e mi ci metto anch'io, è il cambio di mentalità, se a uno gli piace giocare la palla, difficilmente risponderà con la botta di semiwestern, a costo di non sbagliare risponderà in slice... e torniamo al discorso che faceva sugli scambi e la difficoltà di chiudere i punti, il problema principale, a un certo punto inizia a non essere più tecnico,  ma mentale, io per attaccare la seconda me lo devo imporre mentalmente punto per punto, e neanche ci riesco!!!     e torniamo al discorso della paura di perdere il punto...
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mer 29 Set 2021 - 13:51
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:l'intervento di veterano merita diverse considerazioni, a partire dal fatto, che il problema principale della totalità dei quarta, e mi ci metto anch'io, è il cambio di mentalità, se a uno gli piace giocare la palla, difficilmente risponderà con la botta di semiwestern, a costo di non sbagliare risponderà in slice... e torniamo al discorso che faceva sugli scambi e la difficoltà di chiudere i punti, il problema principale, a un certo punto inizia a non essere più tecnico,  ma mentale, io per attaccare la seconda me lo devo imporre mentalmente punto per punto, e neanche ci riesco!!!     e torniamo al discorso della paura di perdere il punto...
Bueno di considerazioni da fare ce ne sono moltissime anche  perche' virtualmente,  non essendo in campo con ognuno di voi, non posso che  parlare di concetti generali.
Rey20,mettiamo che  la tua tecnica sia solida e ti manca l'abitudine ad andare a rete,chiaramente se non ti alleni mai a farlo andrai a rete solo se obbligato perche' magari non riesci a riconoscere la situazione ideale per poter andare a rete.
Per andare a rete ci va per primo l'attitudine e secondo, come dicevo prima, l'allenamento.
Attidudine non significa abitudine perche' ci sono molti giocatori che  anche avendo tutte le capacita' per fare un gioco piu' offensivo preferiscono stare a fondo, e li schiodarli da fondo e' un impresa ardua.
Ritorniamo all' attitudine, se nella tua testa quando giochi vorresti attaccare ma sei costretto a stare a fondo perche' hai paura di sbagliare oppure non sai bene cosa fare per chiudere il punto, allora con l'allenamento imparerai a riconoscere la situazione giusta per andare a rete e mentalmente in partita sarai in grado di farlo.
Ora la paura fa novanta,ma in un percorso di miglioramento e' ovvio che all' inizio mentalmente ci si blocca un po.
Ma ci si puo' anche  sbloccare...
Li si che centra il discorso mentale,nel senso che  in partita specialmente in allenamento, non me ne deve fregare nulla se faccio errori,il mio obbiettivo e' quello di allenarmi a fare una cosa che non ho mai fatto,percio' lo sbaglio fa parte della crescita.
E' lo stesso discorso di quando si gioca da fondo,cosa succede se sbagli da fondo ???
Non butti piu' una palla di la perche' hai paura di sbagliare, incominci a tirare piu' piano....etc etc etc...
La risposta mentale deve essere una sola....ossia il punto e' finito vinto o perso che  sia, adesso si incomincia un altro punto,non serve a nulla stare li a pensare a quello che  e' gia successo,si cancella tutto e con calma si incomincia a giocare il punto successivo.
Questa deve essere l'attitudine specialmente in allenamento e ancor di piu' quando sto provando degli schemi nuovi.
Non fa niente se all' inizio si perdono delle partite, l'obbiettivo e' quello di attaccare o almeno di schiodarsi da fondo quando ci sono le possibilita' evidenti per farlo.
Dirichichi di esercizi ce ne sono moltissimi ma il punto e' cosa servirebbe a te per farti migliorare.
Ora senza andare troppo nel tecnico,perche' specialmente parlando di servizio bisogna vedere per dare consigli, di base vanno bene i soliti esercizi .
Uno serve e l'altro risponde si allena la prima e la seconda.
Si puo' fare a tempo prestabilito oppure a colpi, cambiando tutte le volte direzione al servizio e provando gli effetti,come doveste giocare dei game.
In risposta sulla prima e giusto quello che  fai senza complicare molto le cose, in risposta sulla seconda invece prova ad essere piu' incisivo,per esempio se il tuo punto di forza e' il dritto quando rispondi ad una seconda sulla parte sinistra del campo spostati prova a spostarti con il dritto anomalo per cercare il lungolinea.
Avvanza un po di piu' in campo in fase di attesa almeno sulla linea, e ti metti  in posizione come se dovessi rispondere alla prima.
Il trucco per non far capire all' avversario cosa farai e' quello di muoverti per giocare il dritto inside in quando l'avversario lancia la palla.perche ce un momento nel servizio dove guardando la palla per colpire l'avversario perdera' di vista il campo,ecco quello e' il momento giusto per muoverti.
Chi serve invece dovra' rendere difficile le cose all' avversario, cercando di non permettergli di attaccare.
Per rendere una seconda efficace bisogna imparare bene la tecnica del top spin o del Kick.
E non avere paura di lasciare andare il braccio.
Come velocita' di braccio la seconda e' quasi uguale alla prima.
Cambia solo l'effetto che  si da alla palla.

Piccolit partiamo sempre dal punto che non so cosa tu combini in campo,percio mi e' difficile fare una valutazione.
Il discorso del maestro che  ti fa fare sempre le stesse cose puo' anche  avere un senso ma sino ad un certo punto.
Il senso e' che per incominciare a tirare forte devo crearti prima una base, che non si riferisce solo al gesto tecnico corretto del braccio.
Ma si tratta di tutto quell' insieme di cose che servono per poter tirare forte.
Ammesso che  di base il movimento di braccio sia buono,voglio vedere come arrivi sulla palla, come carichi gli appoggi,se stai basso e se mantieni un buon equilibrio quando colpisci.
Ora se il maestro non si ferma mai a farti lavorare su questi punti, il tirare forte di per se non serve ad un tubo.
Basta fare degli esercizi dal cesto lenti anche con palla tirata a mano, dove dovrai muoverti bene, posizionarti bene e tirare senza perdere l'equilibrio.
Questa e' la base del tennis,la velocita' ed il peso palla aumentano di conseguenza.
Ma sempre mantenedo le caratteristiche di base.
Non ce una regola che  dice quanto forte tu possa tirare,ma ci sono delle basi da rispettare sempre....piu' il ritmo aumenta e piu' si picchia la palla, piu' diventa importante la base,cioe' gli appoggi,l'equilibrio, in pratica la stabilita' del corpo quando si colpisce.
IL problema quando la palla incomincia a viaggiare veramente non e' il colpirla ma arrivare bene sulla palla per poi potersi piazzare bene,con degli appoggi solidi.
IL solo palleggio sulle diagonali se non si curano i dettagli non ti serve a molto.
Percio' ci vanno degli esercizi specifici dove passo a passo si curera' tutto quello che  ti serve per poter "diciamo" tirare piu' forte.
Ci vanno gli step giusti.
Ci va la base.
Altro discorso invece e' ho una base buona e voglio fare lo step successivo.
Bueno vi lascio perche' tra poco mi tocca andare in campo.
Saludos e buon tennis.
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 12070
Età : 53
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: Salirò... prima o poi
Racchetta: Una a caso tra le tante

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Mer 29 Set 2021 - 14:03
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:l'intervento di veterano merita diverse considerazioni, a partire dal fatto, che il problema principale della totalità dei quarta, e mi ci metto anch'io, è il cambio di mentalità, se a uno gli piace giocare la palla, difficilmente risponderà con la botta di semiwestern, a costo di non sbagliare risponderà in slice... e torniamo al discorso che faceva sugli scambi e la difficoltà di chiudere i punti, il problema principale, a un certo punto inizia a non essere più tecnico,  ma mentale, io per attaccare la seconda me lo devo imporre mentalmente punto per punto, e neanche ci riesco!!!     e torniamo al discorso della paura di perdere il punto...
Bueno di considerazioni da fare ce ne sono moltissime anche  perche' virtualmente,  non essendo in campo con ognuno di voi, non posso che  parlare di concetti generali.
Rey20,mettiamo che  la tua tecnica sia solida e ti manca l'abitudine ad andare a rete,chiaramente se non ti alleni mai a farlo andrai a rete solo se obbligato perche' magari non riesci a riconoscere la situazione ideale per poter andare a rete.
Per andare a rete ci va per primo l'attitudine e secondo, come dicevo prima, l'allenamento.
Attidudine non significa abitudine perche' ci sono molti giocatori che  anche avendo tutte le capacita' per fare un gioco piu' offensivo preferiscono stare a fondo, e li schiodarli da fondo e' un impresa ardua.
Ritorniamo all' attitudine, se nella tua testa quando giochi vorresti attaccare ma sei costretto a stare a fondo perche' hai paura di sbagliare oppure non sai bene cosa fare per chiudere il punto, allora con l'allenamento imparerai a riconoscere la situazione giusta per andare a rete e mentalmente in partita sarai in grado di farlo.
Ora la paura fa novanta,ma in un percorso di miglioramento e' ovvio che all' inizio mentalmente ci si blocca un po.
Ma ci si puo' anche  sbloccare...
Li si che centra il discorso mentale,nel senso che  in partita specialmente in allenamento, non me ne deve fregare nulla se faccio errori,il mio obbiettivo e' quello di allenarmi a fare una cosa che non ho mai fatto,percio' lo sbaglio fa parte della crescita.
E' lo stesso discorso di quando si gioca da fondo,cosa succede se sbagli da fondo ???
Non butti piu' una palla di la perche' hai paura di sbagliare, incominci a tirare piu' piano....etc etc etc...
La risposta mentale deve essere una sola....ossia il punto e' finito vinto o perso che  sia, adesso si incomincia un altro punto,non serve a nulla stare li a pensare a quello che  e' gia successo,si cancella tutto e con calma si incomincia a giocare il punto successivo.
Questa deve essere l'attitudine specialmente in allenamento e ancor di piu' quando sto provando degli schemi nuovi.
Non fa niente se all' inizio si perdono delle partite, l'obbiettivo e' quello di attaccare o almeno di schiodarsi da fondo quando ci sono le possibilita' evidenti per farlo.
Dirichichi di esercizi ce ne sono moltissimi ma il punto e' cosa servirebbe a te per farti migliorare.
Ora senza andare troppo nel tecnico,perche' specialmente parlando di servizio bisogna vedere per dare consigli, di base vanno bene i soliti esercizi .
Uno serve e l'altro risponde si allena la prima e la seconda.
Si puo' fare a tempo prestabilito oppure a colpi, cambiando tutte le volte direzione al servizio e provando gli effetti,come doveste giocare dei game.
In risposta sulla prima e giusto quello che  fai senza complicare molto le cose, in risposta sulla seconda invece prova ad essere piu' incisivo,per esempio se il tuo punto di forza e' il dritto quando rispondi ad una seconda sulla parte sinistra del campo spostati prova a spostarti con il dritto anomalo per cercare il lungolinea.
Avvanza un po di piu' in campo in fase di attesa almeno sulla linea, e ti metti  in posizione come se dovessi rispondere alla prima.
Il trucco per non far capire all' avversario cosa farai e' quello di muoverti per giocare il dritto inside in quando l'avversario lancia la palla.perche ce un momento nel servizio dove guardando la palla per colpire l'avversario perdera' di vista il campo,ecco quello e' il momento giusto per muoverti.
Chi serve invece dovra' rendere difficile le cose all' avversario, cercando di non permettergli di attaccare.
Per rendere una seconda efficace bisogna imparare bene la tecnica del top spin o del Kick.
Appena posso

Piccolit partiamo sempre dal punto che non so cosa tu combini in campo,percio mi e' difficile fare una valutazione.
Il discorso del maestro che  ti fa fare sempre le stesse cose puo' anche  avere un senso ma sino ad un certo punto.
Il senso e' che per incominciare a tirare forte devo crearti prima una base, che non si riferisce solo al gesto tecnico corretto del braccio.
Ma si tratta di tutto quell' insieme di cose che servono per poter tirare forte.
Ammesso che  di base il movimento di braccio sia buono,voglio vedere come arrivi sulla palla, come carichi gli appoggi,se stai basso e se mantieni un buon equilibrio quando colpisci.
Ora se il maestro non si ferma mai a farti lavorare su questi punti, il tirare forte di per se non serve ad un tubo.
Basta fare degli esercizi dal cesto lenti anche con palla tirata a mano, dove dovrai muoverti bene, posizionarti bene e tirare senza perdere l'equilibrio.
Questa e' la base del tennis,la velocita' ed il peso palla aumentano di conseguenza.
Ma sempre mantenedo le caratteristiche di base.
Non ce una regola che  dice quanto forte tu possa tirare,ma ci sono delle basi da rispettare sempre....piu' il ritmo aumenta e piu' si picchia la palla, piu' diventa importante la base,cioe' gli appoggi,l'equilibrio, in pratica la stabilita' del corpo quando si colpisce.
IL problema quando la palla incomincia a viaggiare veramente non e' il colpirla ma arrivare bene sulla palla per poi potersi piazzare bene,con degli appoggi solidi.
IL solo palleggio sulle diagonali se non si curano i dettagli non ti serve a molto.
Percio' ci vanno degli esercizi specifici dove passo a passo si curera' tutto quello che  ti serve per poter "diciamo" tirare piu' forte.
Ci vanno gli step giusti.
Ci va la base.
Altro discorso invece e' ho una base buona e voglio fare lo step successivo.
Bueno vi lascio perche' tra poco mi tocca andare in campo.
Saludos e buon tennis.
Grazie dei consigli, appena possibile posto un video.
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Ven 1 Ott 2021 - 16:48
Piu' che un video,che puo' dare degli spunti,dovrei vederti dal vivo.
Specialmente con il servizio dal vivo ti rendi ben conto di cosa si puo' o si deve migliorare.
A volte basta veramente poco, e a volte bisogna lavorarci molto di piu'.
Comunque credimi che vedendo e provando sul campo si puo' migliorare da subito con poche ore di pratica ma con gli step giusti.
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 12070
Età : 53
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: Salirò... prima o poi
Racchetta: Una a caso tra le tante

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Ven 1 Ott 2021 - 17:12
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Piu' che un video,che puo' dare degli spunti,dovrei vederti dal vivo.
Specialmente con il servizio dal vivo ti rendi ben conto di cosa si puo' o si deve migliorare.
A volte basta veramente poco, e a volte bisogna lavorarci molto di piu'.
Comunque credimi che vedendo e provando sul campo si puo' migliorare da subito con poche ore di pratica ma con gli step giusti.
Beh si. Gli spunti me li hai dati, li metto in pratica e ti aggiorno. Grazie  [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
baccio7
baccio7
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 429
Data d'iscrizione : 01.10.20

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Wilson blade 104 v.6 - Prince TEXTREME tour 100 -Dunlop CX 400 - PRO KENNEX Q TOUR 300

Attacco a rete e pressione da fondo. - Pagina 3 Empty Re: Attacco a rete e pressione da fondo.

Gio 7 Ott 2021 - 14:29
Bellissimo topic... leggervi e' un piacere. Grazie a tutti... menzione d'onore a  [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.