Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi
Ultimi argomenti
PURE AERO 2019Ieri alle 18:54niraga
nuova q5 proGio 19 Lug 2018 - 22:45geriko007
Cerco avversari Gio 19 Lug 2018 - 22:22Paolo Mariani
Corde per Yonex EZONE 100Gio 19 Lug 2018 - 10:31nino56
Consiglio dunlop force 100Mer 18 Lug 2018 - 18:22T_Muster
Hawk Touch 1,25 o 1,20 ?Mer 18 Lug 2018 - 18:20Lastman


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
avatar
Ospite
Ospite

Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Lun 14 Nov 2011 - 16:14
Promemoria primo messaggio :

Master... quali sono le racchette agonistiche (stock) con il punto di flessione più in alto?

Quali differenti sensazioni e rendimenti di gioco determinano, rispetto a quelle con punto di flessione abbassato?

Grazie..

VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Mer 16 Mag 2018 - 0:30
in un post che ora non ritrovo mario mi dice che tutte le prince exo
hanno il punto di flessione piuttosto in alto. su tennistaste, invece, mi
dicono che ad esempio la prince exo rebel 98 flette in basso.
mario, ma esiste un modo univoco per sapere esattamente dove sta
questo benedetto punto di flessione ? tu hai quella famosa macchina che
lo misura e lo hai ricavato da lì o ci sono tabelle tecniche accessibili da
chiunque ? poi se ho ben capito ogni racchetta ha più di un punto di
flessione, io intendo quello principale ovviamente (nel caso sia così).
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Mer 16 Mag 2018 - 0:35
sta scritto anche qui sopra nel corso della discussione. si dice anche che
un punto di flessione alto si può abbassare aggiungendo piombo negli
steli. ma come fa il peso aggiunto a cambiare il punto in cui flette il telaio ?
capisco bilanciamento e polarizzazione, ma il punto di flessione non rimane
sempre quello ?
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Mer 16 Mag 2018 - 0:38
tempo fa avevo coinvolto anche king in questi miei dubbi amletici, ma
alla fine, sentendo varie persone, in teoria tutte autorevoli, ho ricavato
due risposte opposte e altre due della serie "si può sapere solo misurando
la racchetta in oggetto ma di macchine adatte allo scopo ne esistono
pochissime in italia". quindi ho dedotto, provvisoriamente, che nessuna
azienda rende noto questo punto di flessione. come se fosse un segreto
di fatima.....
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 48243
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Mer 16 Mag 2018 - 8:39
Purtroppo è la realtà, le aziende quasi mai danno informazioni sui flexpoint.
Puoi solo misurarli con i macchinari specifici, Flexinfinity, Pro-t-One Racquetlab, ERT4000 e Pacific MTC. Se tra tutti i modelli ce ne sono una decina in Italia, è grasso che cola.

Quanto allo "spostamento" dello stesso può essere ottenuto mediante l'aggiunta di peso posizionato specificamente in quantità calcolate telaio per telaio.

E' la ragione per la quale insisto sempre di non fare custom eccessivi con pesi e posizioni a caXXo...
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Mer 16 Mag 2018 - 8:54
ok, ma non mi hai detto come hai fatto a conoscere il punto
di flessione delle prince exo. lo hai ricavato da sensazioni durante
i test o è stato misurato con quelle macchine apposite ?
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 48243
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Gio 17 Mag 2018 - 8:04
Reputazione del messaggio: 0% (1 voti)
La seconda che hai detto. Con il mio vecchio ERT 4000 e per controllare la precisione dello stesso, dalla combinazione di Prince Multitest+ERT700.

Conto di sostituire il tutto con un macchinario ancor più completo (quello di Pro-t-One magari) ma essendo su ordinazione e fabbricati pezzo per pezzo, i tempi di attesa sono lunghi...
avatar
Giampi83
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 176
Età : 35
Località : Caserta
Data d'iscrizione : 22.01.18

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Prince Beast 100

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Gio 17 Mag 2018 - 8:33
In linea di principio, il punto di flessione dovrebbe dipendere SOLO dalla sezione (distribuzione della massa) e dalla geometria del telaio, difficile pensare che una massa aggiunta nell'ordine del 2-3% riesca a spostarlo in maniera apprezzabile per l'utente (roba di millimetri)..perlomeno in ambito strutturale variazioni di massa dell'ordine di qualche punto percentuale si ritengono trascurabili ai fini delle performance della struttura..ma l'essere umano è straordinario
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Gio 17 Mag 2018 - 9:50
un'ultima cosa mario e poi non ti scoccio più: avevi scritto,
sempre in questa discussione, che tutte le prince con o-ports
e derivati hanno ovviamente il punto di flessione in alto.
ovviamente in che senso ? mi sfugge il motivo. e per derivati
che intendi ? ci sono altre prince o racchette di altri marchi
che hanno un sistema simile ad exo3 e si trovano facilmente
sul mercato nuovo/usato ?
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Ven 18 Mag 2018 - 15:10
Reputazione del messaggio: 0% (1 voti)
Up and down
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 48243
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 19 Mag 2018 - 7:40
Per "O3 e derivati" si intendono soprattutto i diversi sistemi di Prince, dagli O3 appunto ai vari Hybrid, Speedport, EXO3, ESP. Che è poi il sistema che ha convinto i progettisti Prince a ridisegnare/riprogettare gli O3. Finestre sempre più grandi (come già sperimentato da Wilson nella serie Rollers o da Gosen nella serie Twinpro) portavano si ad una sensazione di "palla in mano", a spin spettacolari con poca fatica, ma a causa della mancanza di materiale nell'ovale -che causava appunto uno spostamento del punto di flessione nello stesso- una riduzione di potenza importante e sweetspot ridicoli in proporzione all'ovale.

Al tempo (fino a 5-6 anni fa) la conoscenza dei vantaggi ottenibili con la polarizzazione era ancora limitata, e l'unico modo di contrastarla era inserire materiali ad altissima densità nell'ovale, cosa che portava si a miglioramenti nella resa ma aumentava a dismisura l'inerzia diminuendo la mobilità. Da qui vali più grandi e steli più lunghi per risultare più tolleranti agli inevitabili ritardi di impatto causati da tali inerzie. Già questo rendeva meno "appetibili" tali telai se non ad una clientela anziana e di club -specie in doppio- se non fosse per il fatto che lo sforzo meccanico/fisico imposto alla corda ne determinava una "morte" fin troppo precoce quando non addirittura la rottura improvvisa, anche da nuova, su steccate decise. L'ultima "figlia", in assoluto la migliore, la più bilanciata nelle prestazioni e gestibile, era ancora una Prince, la ESP Premier 105. Frenata però dal prezzo di vendita, quasi 300 € qualche anno fa, ed ancora un filo troppo "tritacorde" per le masse.

Da qui il "nuovo" O3, ridisegnato nella forma ed irrobustito dalla schiumatura dei "pilastri" di separazione delle finestre, e migliorato dall'aggiunta di Twaron negli steli che rende più progressiva e "dolce" la risposta.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 19 Mag 2018 - 9:08
ma la prince exo3 rebel 98 è del 2011, quindi più di 5/6 anni fa,
quindi non ho capito se la devo considerare tra le migliori in
quel senso oppure sono molto più efficienti le exo3 successive
(che se non erro non si chiamano più rebel ma in altri modi).
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 48243
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 19 Mag 2018 - 9:14
La EXO3 Rebel aveva il suo limite soprattutto nella sweetzone (e conseguentemente nella potenza fuori dalla stessa). Aspetta la nuova Tour 98 O3 a fine d'anno...altra storia...
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Dom 27 Mag 2018 - 8:29
io quel limite sinceramente non lo avverto. ora ci sto giocando con
1.8 + 1.8 grammi di nastro piombato a ore 3 e 9 ed è migliorata
tantissimo nel dritto. il rovescio è sempre ad alti livelli. a rete e
servizio nulla da dire. possibile che un telaio con un limite strutturale
di quel tipo che tu hai notato abbia poi una resa sul campo così
ottimale ? per non parlare di rotazioni e stabilità. che raramente si
trovano a quei livelli su schemi corde non molto aperti, ovali da
98 pollici e peso di 300 grammi con inerzia non altissima.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Mer 6 Giu 2018 - 13:43
Siccome il suddetto piombo genera vibrazioni e idem se metto 2/3 grammi all'altezza del copri/adesivo del grip, dove conviene aggiungere peso per aumentare spinta ? Provato anche 1 grammo a ore 12 ma non va. Quel famoso punto di flessione è a ridosso di ore 3 e 9 o ancora più in testa ?
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Gio 7 Giu 2018 - 15:36
Reputazione del messaggio: 0% (1 voti)
Cercasi Mario e Susan disperatamente.
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13069
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 8:53
Vander, il fatto che arrivi il nuovo telaio è forse dovuto al fatto che anche altri hanno messo del piombo...ma anche a loro, il risultato è piaciuto solo in parte. 
Da quello che ho capito, anche se non ho il dato preciso del Flex Point principale, è che sulle orecchie c’è troppo “traffico”. La racchetta flette sotto l’asse 3-9....quindi tu, mettendo piombo, migliori il rendimento “inerziale” ma, meccanicamente, rompi le scatole alla risonanza.
Se vuoi insistere, prova a prendere 1,5 grammi di piombo e a spostarlo da ore 3 verso il basso, usando il nastro di carta per l’attacca-stacca più pratico. Ovviamente con o senza il piombo che hai già messo. 
A questo punto, però, la tua sweet area si è spostata (leggermente) in basso... fa lo stesso? Se sì, ok. Se no, devi togliere gli 1,8 grammi che hai già piazzato e ricominciare da capo, pensando già a mettere “qualcosa” a ore 2-10 o a ore 12. 
Non conviene prendere un’altra racchetta? Hahahaha
Scherzo, il bello è anche provare.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 9:38
e secondo te se non avevo motivi di giocare con questa, non l'avrei già
accantonata ? ora proverò una soluzione del tutto nuova: due custom
damp da 2 grammi sulle corde a ore 3 e 9 (praticamente ultimo incrocio
laterale disponibile). nella speranza che il peso "separato" dal telaio non
interferisca e mantenga buona la reattività delle corde. grazie comunque
per il supporto
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 48243
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 14:11
Che la Rebel 98 abbia una resa in campo "più che ottimale" è decisamente soggettivo.
Se impatti pieno, si. Proprio perché efficiente (quasi "concentrata") sulla zona centrale dell'ovale. Fuori da quella...'sti caXXi.
La susseguente Tour 98 era un passo indietro -non totale- perdeva moderatamente in potenza, acquisiva in tolleranza, stabilità, spin.
La nuova mixa le due, ma come detto, pari stampo, metodologia costruttiva e materiali totalmente diversi.

P.S. Il piombo genera vibrazioni?  Shocked 
Se si stacca, forse.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 17:39
Ovvio che sia soggettivo, parlo per me. Altrettanto ovvio che le vibrazioni sono ad applicazione corretta del piombo. Per vibrazioni intendo che l'avambraccio ne esce indolenzito. Cosa che non avviene col telaio stock
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 17:42
Sto forum è diventato enigmatico. Una risposta mi parla di problemi di risonanza e l'altra esclude possibilità di vibrazioni. Per le prossime volte vado ad intuito.... è meglio
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 48243
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 20:16
Nessuno -perlomeno non io- ha parlato di vibrazioni "causate" dal piombo (semmai dal separarsi dello stesso).

Il piombo può intervenire nelle dinamiche di flessione del telaio, ed in quel senso causare indolenzimenti, non vibrazioni, non shock.

Proprio per quello mi sfugge il senso dell'ultimo post... scratch
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 20:44
chiamale come vuoi, irrigidimenti, interferenze, la sostanza rimane la stessa,
cioè che si hanno indolenzimenti che durano parecchi giorni e si verificano
tutte le volte che ci giochi. lo stesso risultato lo aveva avuto un altro utente
non ricordo se in questo forum o un altro. il senso dell'ultimo post è che ho
impiegato tre o quattro mesi per capire in che punto flette la prince exo
rebel 98 e ancora non sono riuscito a saperlo, chiedendo l'intervento di tre
persone direttamente. per dire di come tante cose vengono smidollate fino
ad avere ettolitri di latte alle ginocchia ed altre rimangono misteri avvolti
dalla nebbia. mie considerazioni in generale, nulla di personale
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 48243
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 21:07
Mah... Rolling Eyes 

Comunque la Rebel flette appena sopra il ponte (o meglio lì è il principale punto di flessione)
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 21:20
ti ringrazio. credimi, al mio posto penso che avresti avuto la mia
stessa reazione. a volte il tennis è come quando si va dai dottori,
uno ti dice una cosa, un altro la cosa opposta e un altro ancora
una via di mezzo. a quel punto tu che cura seguiresti tra le tre ?
impossibile scegliere. allora ci si arrovella cercando di capire da
soli dove sia la soluzione più vicina all'utile personale. adesso
almeno ho una base da cui partire a cui aggiungere altre piccole
basi derivanti dal campo. tutto questo è dovuto a mie esigenze
particolari su alcuni telai, non sto di certo dicendo che è una
cosa che può capitare facilmente a tutti.
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 48243
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 21:27
Non tutti hanno database di 45 anni di lavoro ed una libreria specifica.
Il mio lavoro mi piace, cerco di tenermi informato e se possibile informare.

Ma ci sta che qualcuno abbia idee diverse, magari con piena convinzione...
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchette e punti di flessione (Qui ci vuole il Master)

il Sab 9 Giu 2018 - 21:55
non lo metto in dubbio. la cosa raccapricciante (sempre parlando in termini
di passione per il tennis ovviamente), è che su uno stesso argomento,
in apparenza oggettivo, ci siano da parte di persone molto dentro al settore
- e sottolineo la parola dentro - valutazioni diverse. ad esempio quel punto
di flessione subito sopra al ponte di cui mi dicevi pocanzi, da un altra persona,
che tra l'altro progetta pure racchette, non viene considerato alto, come invece
avevi evidenziato tu in riferimento a tutti i modelli prince della serie exo3.
dalla parte di chi è soltanto fruitore sul campo di racchette risulta praticamente
impossibile farsi un'idea precisa sul motivo di tali divergenze su cose così
specifiche. ma, ripeto, non si tratta di dare più credito ad una persona e meno
ad un'altra, ma semplicemente di cercare di sapere nella speranza che poi
ci sia un orientamento utile sul campo in fase di scelta telaio ed eventuale custom
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum