Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da universe_mb il Gio 21 Lug 2016 - 9:29

Scrivo qui anche se per sua natura credo sia un post a metà tra la sezione tecnica/tattica e quella psicologica.
Il mio più grande problema, torneo e non, è quello di non riuscire a mantenere il mio stile e la mia intensità di gioco a seconda di chi mi trovo di fronte. Se trovo un avversario che gioca molto meno forte (non solo di pesantezza di palla, ma anche di varietà di colpi) anche se inizio i primi games tirando al mio ritmo, poi mi ritrovo sempre, senza capire come, a giocare al suo ritmo, a fare la sua partita, senza che lui abbia fatto nulla per farmelo fare. A quel punto, le volte in cui me ne rendo conto prima della fine del match, se cerco di ripristinare la mia intensità dei colpi vado sistematicamente fuori giri, perdo fiducia in quello che so fare e mi ritrovo ad avere il timore di giocare un diritto in spinta. Fortunatamente in questi casi visto il livello dell'avversario, riesco poi a trovare un modo per portare a casa la partita anche con i colpi che mi restano (generalmente servizio, back e smorzate), ma potete immaginare come esco dal campo: inca**ato nero con me stesso, deluso e conscio di essere una poppa allucinante.
Mi ripeto quindi "la prossima volta non lascerò che succeda di nuovo, giocherò al massimo per tutta la partita"... Potete facilmente immaginare cosa succede dopo..
Esiste qualche strategia risolvere questa situazione?

universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 35
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da VANDERGRAF il Gio 21 Lug 2016 - 9:58

una poppa allucinante è bellissimo

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da universe_mb il Gio 21 Lug 2016 - 10:28

Eheh dannato correttore automatico :-) Chissà perché non riconosce PIPPA :-)

universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 35
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da mestar il Gio 21 Lug 2016 - 11:11

Se ho capito bene la cosa (che conosco.....) la strategia si chiama solo: fregarsene del risultato!!!
Quello che racconti non è altro che, a mio parere, un sistema per ottimizzare il risultato e dunque evitare di prendersi rischi inutili, il che alla fine dei conti è una virtù; poi magari ci va di mezzo il movimento, la chiusura dei colpi, si commettono errori banali, il che è frustrante, ma la vera preoccupazione dovrebbe subentrare solo se poi non si porta a casa.
Quindi il cervello, anche inconsciamente, preferisce vincere giocando così così, che magari rischiare di perderne 1 su X numero partite giocando al massimo, poichè prima o poi capita la giornata che non ne metti una, e di solito è tipico di chi arriva da altro sport giocato a livello agonistico.
La soluzione che ho intanto trovato è: partite di allenamento non mi interessa il risultato, partite vere lascio fare...

mestar
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 304
Età : 37
Data d'iscrizione : 03.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4nc (punti per 4.1)
Racchetta: Wilson Juice blx - Babolat PD Roddick

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da universe_mb il Gio 21 Lug 2016 - 11:37

Concordo con te che non sia né necessario né obbligatorio giocare sempre al massimo. Quello che vorrei evitare è semplicemente di abbassare così tanto il livello fino a vedere che i miei colpi si modificano diventando orrendi e quasi innaturali.
Anche perché poi non è detto che l'avversario non sia anche lui affetto da "braccino" inizialmente e che quindi prenda fiducia vedendo che il mio livello si abbassa: in questo caso se non riprendo le redini dei miei colpi la partita stai sicuro che la perdo. Il problema è che coscientemente non riesco a recuperare la forma corretta.. Poi rendendomene conto subentra la paura, l'ansia, e viene ancora più il braccino.. Insomma mi servirebbe un modo per saper "smettere di pensare".. Mi viene in mente la scena de "l'ultimo samurai": "Meno Mente!!!!"

universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 35
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da Robbyc il Gio 21 Lug 2016 - 14:47

È semplice... perché x fare un gioco spumeggiante bisogna essere parecchio superiori all'avversario di turno... 
Se ti devi sporcare le mani x vincere la partita vuol dire che il tuo livello è  simile al suo.... tutto qui, ma tranquillo... sei in ottima compagnia... l'unica soluzione se vuoi mantenere quel tipo di gioco è allenarsi x salire di livello....
Saluti

Robbyc
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 829
Età : 40
Data d'iscrizione : 12.03.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.3 fit
Racchetta: PD 2015

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da tommy82 il Gio 21 Lug 2016 - 16:34

a me oltre a questo capita pure il contrario, ovvero se l'avversario spinge forte, mi adatto e vado fuori giri, invece di provare a rallentare il gioco e trovare un ritmo mio.

tommy82
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 6
Età : 34
Località : Cascina
Data d'iscrizione : 11.09.13

Profilo giocatore
Località: Cascina
Livello: 4.2 fit
Racchetta: Head Prestige Youtek MP, Babolat Aeropro Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da universe_mb il Gio 21 Lug 2016 - 16:44

A questo punto mi sembra di capire che i miei/nostri problemi siano dovuti principalmente ad una poca esperienza, perché appena in qualche strano modo siamo portati fuori dalla nostra "comfort zone" andiamo in palla, chi in un senso, chi in quello opposto. Passerei quindi la parola a qualcuno più esperto, ad esempio, credo che ad un 3a non capiti mai una cosa del genere (quantomeno a quelli che conosco io non capita mai ed è la cosa che mi impressiona di più: riescono sempre ad avere un loro gioco ben riconoscibile e ad adattarlo leggermente in funzione dell'avversario, ma sempre per rendersi le cose più facili!) quindi c'è qualcuno di questi che possa darci la sua opinione?

universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 35
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da kingkongy il Gio 21 Lug 2016 - 17:14

Universe...c'è sempre un filo rosso che unisce l'allenamento alla partita. Tu, in pratica, lo spezzi e giochi la partita come un "corollario", un "di cui" del gioco del Tennis.
Volgarmente mi verrebbe da dire che avresti bisogno di una piscina olimpionica piena di palline e di un maestro che ti faccia fare la "croce spagnola" tirandoti le palline con le mani (palle senza peso). 
Quando giocavo decentemente il maestro costringeva tutti noi pistolini a giocare con ragazzi e adulti meno forti e guai a sgarrare e a fare accademia! Appena scatta il punteggio cala il sipario e si entra in modalità "agonismo ON". 
Il tuo problema, al 99% è tecnico non mentale. La palla debole la si spinge, senza sconti. Se la mandi fuori o in rete, la testa non c'entra! 
Pertanto, in questa fase, semplifica al massimo il tuo gioco: sii banale ma concreto. Senza accorgertene vedrai che - complessivamente - il tuo gioco si alzerà di livello. 
Tutto molto semplice. Magari non facile...ma semplice.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da universe_mb il Gio 21 Lug 2016 - 18:00

Grazie gorillone!
Non sapevo si chiamasse così, ma è proprio uno degli esercizi che mi fa fare di più (in varie declinazioni) e la cosa strana è che in allenamento mi viene anche discretamente bene. Quindi ci deve essere qualche altro limite tecnico che mi influenza in quelle situazioni..

universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 35
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da Andrea Malagoli il Gio 21 Lug 2016 - 18:58

Difficilmente mi concentro sul mio gioco, pochi giocatori possono sperare di vincere contro tutti imponendo il proprio gioco ideale, di solito appena entro in campo scannerizzo il gioco del mio avversario e su quello mi concentro, cerco i suoi punti deboli, soffre gli attacchi a rete?? scendo spesso a rete!!! soffre i topponi da fondo campo?? mi piazzo un metro dietro la riga e via di topponi!!! gioca male di rovescio??? gioco tutte le palle sul suo rovescio!!! il tennis ha una filosofia semplice secondo me.... giochi bene quando vinci....

Andrea Malagoli
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 122
Data d'iscrizione : 06.06.16

Profilo giocatore
Località: Bologna
Livello: amatoriale
Racchetta: head graphene xt- pro kennex KI 15 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da kingkongy il Gio 21 Lug 2016 - 21:30

@universe_mb ha scritto:Grazie gorillone!
Non sapevo si chiamasse così, ma è proprio uno degli esercizi che mi fa fare di più (in varie declinazioni) e la cosa strana è che in allenamento mi viene anche discretamente bene. Quindi ci deve essere qualche altro limite tecnico che mi influenza in quelle situazioni..
Hihihihi ok ok le tira con le mani....però guarda su YouTube cosa è la "croce spagnola"... E procurati la bombola d'ossigeno! Hehehe
Manda un video che ci diamo un'occhiata!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da Mai paura il Gio 21 Lug 2016 - 22:39

Concordo totalmente con quanto scritto da Andrea M... Soprattutto in 4 categoria si vincono più' partite osservando l'avversario che imponendo il propio gioco... Salendo in 3... O in 2... Il discorso cambia , lì ci sono i mezzi tecnici per cui chi sa imporre i suoi punti di forza prima  riesce a prevalere.

Mai paura
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 610
Età : 44
Località : Roma
Data d'iscrizione : 29.12.14

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: Niente male... Per battermi devi vincermi...ma non sarà facile...
Racchetta: Yonex Vcore SV 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da Veterano il Dom 24 Lug 2016 - 22:20

@Mai paura ha scritto:Concordo totalmente con quanto scritto da Andrea M... Soprattutto in 4 categoria si vincono più' partite osservando l'avversario che imponendo il propio gioco... Salendo in 3... O in 2... Il discorso cambia , lì ci sono i mezzi tecnici per cui chi sa imporre i suoi punti di forza prima  riesce a prevalere.
Si ma qua' non si tratta di impore il proprio gioco ma di mantenere il proprio ritmo di gioco,come dice kk la testa qua non centra ma si tratta di saper spingere..........a volte si prende questo tipo di abitudine incomincinado ad allenarsi con quelli che hanno un ritmo superiore a di consegunza si impara ad appoggiarsi al colpo avversario,ma non a spingere.....potrei scrivere un enciclopedia sulla x spagnola anche se da poco e diventata la x inglese eh eh eh

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da Mai paura il Dom 24 Lug 2016 - 22:25

Hai ragione Vet... La mia era un'affermazione generica su come vanno le cose a seconda della categoria...

Mai paura
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 610
Età : 44
Località : Roma
Data d'iscrizione : 29.12.14

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: Niente male... Per battermi devi vincermi...ma non sarà facile...
Racchetta: Yonex Vcore SV 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da universe_mb il Dom 24 Lug 2016 - 22:43

Interessante il discorso di Veterano... Mi ha fatto riflettere. Effettivamente in allenamento gioco con gente che ha un buon ritmo e in quelle condizioni non ho problemi, probabilmente perché mi appoggio bene.. Quindi mi sembra di saper spingere quando in realtà "brillo di luce riflessa".. Ahi ahi ahi... :-(

universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 35
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da Veterano il Lun 25 Lug 2016 - 19:47

Quando si parla di tenere il proprio ritmo di gioco la pesantezza o velocita' di palla dell' avversario e' indifferente.
Nel senso che indipendentemente da cosa ti arriva da rigiocare,che sia una palla molto pesante e veloce oppure una palla lenta e senza peso,tu devi essere in grado di mantenere costante la tua velocita' e pesantezza di palla,spingendo od accellerando se e' il caso,oppure rallentando o appoggiandosi sul colpo avversario.IL problema e' che e' molto piu' facile appoggiarsi al colpo avversario o colpire una palla con peso che saper spingere quando e' il caso.Percio' l'allenamento che suggerisce kk va bene,il maestro puo anche farti giocare dal cesto una serie di palle dove tu inizialmente dovrai tenere il tuo ritmo su palla tesa o pesante,e poi dovrai cercare di fare lo stesso su palle senza peso.Bisogna solo allenarsi.....

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da universe_mb il Lun 25 Lug 2016 - 20:44

Grazie ragazzi, mi avete aperto gli occhi su cose a cui da solo non sarei arrivato. Più che altro mi avete fatto acquisire la CONSAPEVOLEZZA dell'errore, che per me è fondamentale per potersi allenare veramente e non solo "fare l'esercizio"l che ti propone il maestro". Appena riesco farò un video mentre faccio questo tipo di esercizi così da poter avere i vostri suggerimenti! ;-)

universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 35
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da D_Artagnan il Dom 31 Lug 2016 - 3:15

Io ho lo stesso problema tuo, aggravato dal fatto che le partite non le porto a casa mai Very Happy !

D_Artagnan
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 258
Età : 46
Data d'iscrizione : 27.12.12

Profilo giocatore
Località: Dausin Turin
Livello: Sterminatore di volatili, perforatore di reti e teloni
Racchetta: Zus 100" 16x19 305gr/bil325; Pro Kennex KI15 300gr. - Sez. Vintage: Miller Konica Pro; 2x Head Mirage Plus Pro Series

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da Kaly il Mar 2 Ago 2016 - 15:04

bhe i fattori sono tanti ma dipende se questo tuo calo succede in partitelle o anche in tornei...è successo spesso e succede anche a me ma per me è tutto rapportato anche alle classifiche...dubito che facendo tornei di 3cat ci sia gente che rallenta il gioco anzi se rallenti ti entrano ma è anche vero che allenandosi con "avversari" con stile di gioco diverso possa far migliorare la condizione mentale per gestire al meglio le situazioni...
di sicuro se ti piace spingere senza pensarci troppo e ti piace anche alzare il ritmo devi fare tanti tornei così da aumentare la tua consapevolezza di poter fare i colpi per portare via l'avversario

Kaly
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 155
Età : 34
Data d'iscrizione : 03.08.14

Profilo giocatore
Località: Montignoso
Livello: 4.1 Fit - Itr 4.5
Racchetta: Head Prestige xT Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da albs77 il Mer 3 Ago 2016 - 15:59

Sicuramente entra in gioco una certa tensione muscolare, ma il problema ha una base tecnica come dice Vet.
Spingere le palle senza peso è tecnicamente e fisicamente complesso, anche se sembra più facile.

C'è anche un lato mentale, perchè accelerare viene percepito come "rischioso" e mal si coniuga con il braccino da torneo. Ho il tuo stesso problema e anche io tendo ad addormentarmi contro avversari che non spingono.

Secondo me è comunque troppo rischioso spingere da fondocampo una palla lenta,o palleggi e aspetti un colpo migliore, oppure provi ad aprirti il campo per avere più spazio e correre meno rischi oppure rispondi con un toppino a metà campo che magari ti fornisce l'occasione per andare a rete o chiudere l'evetuale risposta corta.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1180
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da Veterano il Mer 3 Ago 2016 - 20:57

Ciao Albs,scusami se mi permetto,nel dire spingere non intendo che devi tirare forte,ma proprio spingere o se vogliamo accompagnare la palla,non e' questione di top spin o di tirare piu' forte,ma quelle pallette senza peso le devi proprio accompagnare o saper spingere che e' ben diverso dal limitarsi a colpire.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da kingkongy il Mer 3 Ago 2016 - 21:35

Spingere, spingere...Vet, non c'è nemmeno la scusa del tuo Italo-spagnolo: hai scritto spingere e vuol dire spingere! Hihihihi
Very Happy

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da albs77 il Gio 4 Ago 2016 - 12:48

@Veterano ha scritto:Ciao Albs,scusami se mi permetto,nel dire spingere non intendo che devi tirare forte,ma proprio spingere o se vogliamo accompagnare la palla,non e' questione di top spin o di tirare piu' forte,ma quelle pallette senza peso le devi proprio accompagnare o saper spingere che e' ben diverso dal limitarsi a colpire.

Si beh non intendevo tirare mazzate, intendevo dare un certo brio ad una palla che quando ti arriva non ne ha... insomma quello che dici tu,accompagnarla, magari detto diverso ma intendevo quello. Poi per me una palla del genere va un minimo attaccata ma magari mi sbaglio

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1180
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Come NON adattare il gioco al livello dell'avversario

Messaggio Da Veterano il Sab 6 Ago 2016 - 17:29

Non sbagli una palla del genere va attaccata,ma bisogna saper spingere,scusa se ribatto il concetto ma di colpitori ce ne a milioni ,cosa molto diversa il saper spingere,e per farlo bisogna far funzionare tutta la catena di spinta a partire dalle gambe (appoggi e spinta),alla rotazione del busto e ad accompagnare la palla.Molti colpiscono ma non sanno spingere e questo fa la differenza per chiudere o rigiocare una palla senza peso.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum