Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Liam IRSA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Liam IRSA

Messaggio Da manodepedra il Mar 5 Mag 2015 - 7:09

Ho conosciuto ad un torneo un incordatore e mi ha detto che ai corsi IRSA ,che ha frequentato, insegnano e considerano ancora valido il Liam , mentre in questo sito viene assolutamente sconsigliato ,  come mai ?

manodepedra
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 318
Data d'iscrizione : 17.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liam IRSA

Messaggio Da Eiffel59 il Mar 5 Mag 2015 - 8:08

Complicazione del pattern a parte personalmente lo ritengo accettabile su telai che abbiano il doppio skip sia in testa che in gola (per questioni di distribuzione dello sforzo). Sugli altri qualche problemino di deformazione di quando in quando lo ha dato, per cui l'ERSA lo ha messo al bando.
Considerazioni personali a parte (non amo i pattern con troppi hard weaves specie usando corde sagomate o ritorte) la logica dice che qualsiasi pattern in cui le verticali esterne siano installate dopo che molte -o tutte- le orizzontali lo sono state provoca uno sforzo in senso opposto a quello dell'andamento naturale dello stesso.

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40454
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liam IRSA

Messaggio Da Leutonio il Mar 5 Mag 2015 - 12:59

@Eiffel59 ha scritto:Complicazione del pattern a parte personalmente lo ritengo accettabile su telai che abbiano il doppio skip sia in testa che in gola (per questioni di distribuzione dello sforzo). Sugli altri qualche problemino di deformazione di quando in quando lo ha dato, per cui l'ERSA lo ha messo al bando.
Considerazioni personali a parte (non amo i pattern con troppi hard weaves specie usando corde sagomate o ritorte) la logica dice che qualsiasi pattern in cui le verticali esterne siano installate dopo che molte -o tutte- le orizzontali lo sono state provoca uno sforzo in senso opposto a quello dell'andamento naturale dello stesso.

E' un pattern inoltre non adatto a molti incordatori, in quanto si arriva ad un punto dove bisogna sapere bene cosa fare con le starting clamp o si rischia di fare un pasticcio...
Ho visto incordatori impanicarsi sul Box, cosa pensate che farebbero sul Liam?
Inoltre, due HW verticali che non mi piacciono minimamente e cmq tutte le orizzontali installate quando ancora di verticali appunto ne mancano due.
Non consiglio ATW Basic e altri, figuriamoci il Liam.
Di funzionale, pratico e stabile davvero non trovo niente.
...ma è stato detto e scritto più volte, anche in sedi ufficiali come i simposi ERSA o nelle stringers-room dei tornei più importanti del mondo. Infatti non lo usa nessuno.
Che poi l'inventore o chi lo divulga come metodo "della casa" lo ritengano valido è assolutamente discutibile.

Leutonio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2416
Età : 38
Data d'iscrizione : 28.07.11

Profilo giocatore
Località: Senigallia (AN)
Livello: 4.3
Racchetta: Yonex RDS 001 MP

http://www.michelefabbretti.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liam IRSA

Messaggio Da oldblack il Mer 6 Mag 2015 - 0:27

Generalmente non amo intervenire nelle discussioni sui forum, ma quando viene palesemente chiamata in causa l’associazione che quasi quattro anni mi vede coinvolto in prima persona, sento la necessità di fare chiarezza.
Posso confermare che ai corsi IRSA di secondo livello (che attribuiscono la qualifica di IRSA Pro Stringer  chi supera le prove d’esame finali), tutt’ora viene insegnato il pattern UKRSA, conosciuto più familiarmente come “Liam”.
Dirò di più.  Poiché ai nostri corsi annuali, partecipa proprio Liam Nolan,  i nostri associati hanno da sempre la fortuna di vedere mostrato e spiegato nei dettagli tecnici questo schema direttamente da chi lo ha inventato.
Ricordo, a beneficio dei meno informati, che Liam Nolan è stato per circa vent’anni componente ed anche capo del team di incordatori di Wimbledon. Quindi stiamo parlando di una persona di enorme competenza tecnica e con un bagaglio di esperienza tra i più completi al mondo.
Detto questo, e tornando al nostro corso di secondo livello, non è corretto però pensare o sostenere che ai corsi IRSA si usi o si insegni “solo” il Liam.  Infatti, nei tre intensi giorni che caratterizzano il corso, vengono spiegati ed illustrati anche il Box, il Box modified, il Jay Schweid box, il Jay Schweid a quattro nodi, si rivede il 4 nodi classico (che già fa parte del programma del corso base) e molto altro ancora. Tutto viene declinato per pregi e difetti.
A nostro avviso un incordatore, che si voglia definire un professionista, deve non solo conoscere questi pattern, ma deve anche sapere quando è meglio usare l’uno e quando l’altro e soprattutto cosa si dovrà aspettare in termini di risultato finale (inteso per esempio come rigidità del piatto). Che poi uno ami o meno gli HW è una cosa assolutamente soggettiva e non definitiva in termini di qualità.
Riguardo al presunto “bando” del Liam sinceramente non ho mai letto nulla di ufficiale in tal senso.
I simposi sono momenti di confronto importanti, ma per sdoganare una teoria debbono fornire dati certi (come nei convegni scientifici), altrimenti si resta nel campo delle ipotesi che non risolvono i dubbi, ma rischiano solo di alimentare discussioni infinite. Ovviamente, sono disposto a ricredermi davanti a qualsiasi documento ufficiale di cui potrei non essere a conoscenza.
Posso invece dire che alcuni nostri associati (con le massime qualifiche IRSA ed ERSA) hanno svolto numerosi test (con misurazione tramite calibro elettronico) volte proprio a verificare la presunta deformazione dei telai con l’uso di alcuni pattern. Posso confermare ed affermare che la stessa racchetta, incordata 3 volte di fila con Liam , Box e 4 nodi (stessa corda, stessa macchina, stessa tensione, stesso incordatore), non ha mai evidenziato variazioni di telaio degne di nota. Questo test è stato ripetuto più volte con telai diversi, a tensioni diverse e con tipi di corda diversi…stesso risultato. Purtroppo non possiedo il database con i risultati di questi test (che sono ovviamente di proprietà di chi li ha condotti), ma la rigorosità con cui sono stati effettuati è stata, credetemi, massima.
Affermare quindi che una racchetta è stata deformata da un pattern può essere azzardato se non suffragato da dati certi e da test rigorosi effettuati da incordatori qualificati. Affiancare due racchette “uguali” e verificare che una risulta più lunga dell’altra sostenendo che la deformazione è dovuta all’uso di uno schema piuttosto che un altro a mio avviso è un metodo empirico e poco confacente ad un esame che si voglia definire attendibile.
Resta il fatto che ogni incordatore è libero di utilizzare il pattern che preferisce e che ritiene più adatto al cliente o al telaio che deve gestire. L’importante è che sappia fare le cose per bene e secondo le procedure corrette. In un torneo serio, per esempio, è il capo-incordatore che stabilisce (se non ci sono richieste specifiche di un giocatore) quale sia lo schema da usare come base di lavoro. Quante volte (anche in un torneo blasonato) tutti gli incordatori presenti nella stringing-room sono allo stesso livello di competenze e qualità ? Questo probabilmente è il vero motivo per cui si preferisce scegliere pattern meno tecnici e più alla portata di tutti. Il Liam è uno schema che sicuramente si presta a difficoltà di esecuzione se non lo si maneggia correttamente, in questo caso, concordo, meglio non usarlo.
Tornando a noi, la IRSA non “sponsorizza” uno schema piuttosto che un altro; la IRSA insegna tutto quello che sa ai propri associati e, avendo la fortuna di avere Liam Nolan tra i propri amici, ha anche il privilegio di poter mostrare “dal vivo” l’inventore di un pattern all’opera. Naturalmente, per coerenza con il nostro mandato di associazione votata alla formazione, siamo ben disposti a prendere in considerazione qualsiasi dato che certifichi inequivocabilmente che esistono schemi ideali e schemi da evitare. Tenere alto il valore dei nostri corsi è da sempre un nostro obiettivo, perciò saremo lieti di apprendere nuove, reali “scoperte” nel campo delle incordature per poterle condividere con i nostri associati.
Questo per chiarezza di informazione.

oldblack
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 65
Data d'iscrizione : 30.04.11

Profilo giocatore
Località: Vercelli
Livello: 3.5 FIT
Racchetta: TGK 233.1

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liam IRSA

Messaggio Da Eiffel59 il Mer 6 Mag 2015 - 6:40

@Teospin ha scritto:Guarda hai perfettamente ragione però chi mi incorda la racchette sta facendo i corsi irsa e nell'ultimo gli hanno detto che i 4 nodi sono sempre meno frequenti...addirittura head ha tolto la questione che incordando a 2 nodi si perdeva la garanzia ...poi ti dico ...sono cose che ti riporto magari eiffel può aiutarci sulla questione.....
 La difesa delle proprie posizioni mi può andare benissimo ma quando si leggono affermazioni del genere -che non penso che l'incordatore a cui l'utente fa riferimento si sia inventato di sana pianta- non ci si limita a "tirar acqua al proprio mulino" ma si va ben oltre la "chiarezza di informazione".

Se davvero il tutor dell'incordatore in questione ha fatto un'affermazione del genere ha detto il falso. Head non ha affatto tolto il limite dei quattro nodi ed in torneo l'uso del "due" non va oltre il 20% e non si tratta mai di Liam (che nello specifico veniva consigliato su una Speed a fori condivisi... Rolling Eyes ) ma di Box o ModBox, al limite addirittura dell'Haribito...nel Team Head si usa solo 4 nodi salvo diversa e specifica richiesta.

Ogni incordatore è libero di utilizzare il pattern che preferisce? Si, a patto che non vada smaccatamente contro quelle che sono le linee guida della casa fabbricante...sull'eticità di quanto affermato -sempre che la cosa corrisponda al vero ovviamente- dal tutor in questione c'è invece molto da discutere...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40454
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liam IRSA

Messaggio Da manodepedra il Mer 6 Mag 2015 - 21:16

Quindi ....

manodepedra
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 318
Data d'iscrizione : 17.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liam IRSA

Messaggio Da Eiffel59 il Gio 7 Mag 2015 - 6:31

Quindi continuerò a non consigliare pattern come il Liam (o lo Schweid, visto che è stato citato) come qualsiasi altro pattern che comporti vistose asimmetrie di lavorazione, o montaggio delle ultime verticali con la maggior parte delle orizzontali già montate, ed a prediligere/usare quasi esclusivamente il 4 nodi (salvo quando fisicamente non possibile per come è strutturato il telaio ed il suo grommet oppure per richiesta specifica...).

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40454
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liam IRSA

Messaggio Da Leutonio il Gio 7 Mag 2015 - 20:24

@manodepedra ha scritto:Quindi ....

Quindi lascia perdere il Liam...

Leutonio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2416
Età : 38
Data d'iscrizione : 28.07.11

Profilo giocatore
Località: Senigallia (AN)
Livello: 4.3
Racchetta: Yonex RDS 001 MP

http://www.michelefabbretti.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liam IRSA

Messaggio Da manodepedra il Ven 8 Mag 2015 - 6:17

allora sempre 4 nodi, modified box,box... e a me piace haribito perche' rende il piatto corde meno rigido .

manodepedra
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 318
Data d'iscrizione : 17.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liam IRSA

Messaggio Da oldblack il Ven 8 Mag 2015 - 8:01

Quindi.
Se sei solo un giocatore affidati ad un incordatore qualificato, esponigli le tue necessità e lascia fare a lui la scelta del pattern migliore per te, visto che non esistono pattern migliori o peggiori, ma solo risultati diversi che si possono ottenere.
Se sei un incordatore, esplora e sperimenta tutto, fatti le tue idee e decidi come meglio credi e non fermarti alle esperienze di altri. L'importante è che tu lavori bene.
Se dovessi aprire una discussione di questo tipo sul forum IRSA emergerebbero pareri discordanti anche lì e sarebbe giusto così.
Buon tennis!

oldblack
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 65
Data d'iscrizione : 30.04.11

Profilo giocatore
Località: Vercelli
Livello: 3.5 FIT
Racchetta: TGK 233.1

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum