Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

top dirovescio (a due mani)

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Lun 20 Feb 2012 - 16:41

litigo ancora un pò con il rovescio in top, nel senso tendo a colpire ancora troppo piatto e comunque a non ottenere sufficiente effetto (soprattutto una palla che rimbalzi in alto).ho un rovescio bimane con sinistra dominate (sono destrorsa)

capita anche a voi?

avete videoanalisi, slow motion che chiariscano come deve essere fatto correttamente il movimento?

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Lun 20 Feb 2012 - 17:40

Io lo eseguo come te.
Secondo me per dare più top devi usare i polsi. Cioè quando apri prima di colpire fletti i polsi indietro e in basso per poter scendere sotto la palla e il tappo deve puntare la pallina (regola d'oro in tutti i colpi a rimbalzo e servizio)

Poi dai la spazzolata dal basso verso l'alto coprendo un po' la palla.
Stesso principio per alzare topponi alti o lob liftati.

Intanto guarda questo video di Nole che ritengo il miglior e più bel rovescio bimane


alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Lun 20 Feb 2012 - 17:45

Ho trovato un video bellissimo ed esplicativo in inglese che dice le stesse cose ma le fa anche vedere:


alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Lun 20 Feb 2012 - 17:48

grazie alba77 (preziosissima olre che ...sul pezzo....)

nella flessione dei polsi al di sotto della pallina ci sono già; il problema però lo riscontro dall'impatto in poi. perchè forse non accelero il piegamento degli avambracc.

in ogni caso rispetto all'utilissimo video che hai proposto il mio maestro mi suggerisce durante l'apertura del colpo di tenere già molto flessi e rilassati i gomiti (nole invece mi sembra che prepari il colpo tenendo le braccia quasi tese)

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Lun 20 Feb 2012 - 18:02

wow!!!bello il video in inglese.

che mi dici della preparazione:gomiti flessi, come suggerito a me o gomiti più distesi?

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Lun 20 Feb 2012 - 18:20

A me piace eseguire entrambi i colpi col i gomiti distesi - mi escono colpi più precisi e potenti. Se per caso calcolo male il rimbalzo di palla e me la trovo addosso uso i gomiti flessi ovviamente non per scelta Smile

Forse devi spazzolare meglio la palla in alto.
Certe volte mi accorgo di avere un finale non sopra la spalla ma quasi verso il sopra della testa - ovviamente senza il giro come nel diritto.

Se gioco il colpo piatto che è il mio preferito tendo ad accompagnare di più la palla verso il punto d'impatto quando lungolinea, centrale o diagonale lunga.

Sono tutte cose che a me sono venute spontanee senza lavorarci più di tanto - infatti all'inizio il maestro mi correggeva qualcosa nel rovescio. All'inizio pure mi era bastato vedere qualche videoguida e prendere spunti da Nole. Ormai il maestro può limitarsi di dirmi di usare più top durante il cesto ma i lresto va da se... Il diritto invece non ho fatt oche perfezionarlo tra internet e cesti... Smile

Prova a vedere dei video in slow di Nadal che toppa molto anche col rovescio. Magari ti viene qualche idea.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Lun 20 Feb 2012 - 18:25

[quote="alba77"]

Forse devi spazzolare meglio la palla in alto.


si è il mio problema.di dritto spazzolo, di rovescio non mi riesce naturalmente, vado piatta

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da FedEx il Lun 20 Feb 2012 - 18:28

Io invece spazzolo col rovescio (che però è a una mano), mantre col dritto non riesco proprio e la palla mi parte alta...

FedEx
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6636
Età : 18
Località : Venexia
Data d'iscrizione : 18.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: PPP
Racchetta: 2x Head i.Radical MP, Head Radical Tour TT 630 blacked out, Head YT IG Prestige S, Wilson n-Code nPro Team silver label

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Lun 20 Feb 2012 - 18:36

Allora Marti ci sono - ora puoi vedere la sensazione del finale quasi sopra la testa che dicevo e non sapevo spiegare bene.
guarda il video di Nadal:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=j86FuSXtWUM#t=30s

Nel colpo aggressivo e piatto che di colito gioco uso il gesto alla Nole.
In fase di chiusura nota il gomito sinistro che sta all'altezza delle spalle e poi fa a chiudere ditro la schiena con un movimento lineare.

Ora nota Rafa (a 27" come ho impostato il video) come da molto top con buona spazzolata verso l'alto e in fase di chiusura ha il gomito destro (per noi destrosi il sinistro) che sta molto sopra la spalla e solo all'ultimo della deceleraazione porta la racchetta in basso

@Fedex - io a volte sul diritto vorrei dare più potenza orizzontale e farla stare in campo e mi scappa - alla fine tendo a giocre il diritto con più top e meno accelerazione e peso del rovescio, ma sono anche forse più precisa.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Lun 20 Feb 2012 - 19:33

Grazie alba77.ora devo spegnere.domani lo guardo e poi ne riparliamo.intanto stase faccio 1ora e provo a spazzolare.ma sra'dura.ho contro uno che gioca piatto oppure affetta piu'di un salumiere.grazie. a domani!!!

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mar 21 Feb 2012 - 16:06

infatti....è finita come pensavo.ieri sera ho giocato con uno che mi giocava solo back sul mio rovescio, io che patisco il back,neppure lo gioco, volevo provare il rovescio in top e ho fallito miseramente.

di dritto ok, ma di rovescio le palline mi partivano nei teloni.ho la sensazione di scndere bene sotto la palla ma poi...la nebbia

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mar 21 Feb 2012 - 17:21

Però Marti, è meglio allenarlo in palleggio.

Io ultimamente ho scoperto il grande vantaggi odi saper giocare il back decentemente. Oltre a essere utile per la difesa in allungo o per togliere ritmo all'avversario è ottimo per le palle basse raso terra. Prima di sapere usare il back o mi appoggiavo col colpo piatto e rischioso o le prendevo da sotto ma senza la giusta tecnica slice e la palla si alzava troppo.

Parlane col tuo mestro e dedicati al back se vuoi avere più progressi - ti ci vorrà un po' di tempo però.
Dedicagli del tempo perché è un taglio che SERVE!

Io ho cominciato col rovescio a inizio 2011 poi giocavo il diritto senza ottimi risultai ma con entrambi riuscivo a togliere il ritmo a delle avversario non troppo esperte e il gioco riusciva oppure giocando volutamente più corto sapendo che con la rincorsa in avanti tendono ad andare fuori giri.
Ora mi sento più sicura e posso giocarlo anche in torneo con buona continuità - poi, man mano diventerà ancora più basso ed insidioso...

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mar 21 Feb 2012 - 17:35

venerdì andrò dal maestro.stiamo lavorando molto sulla profondità e sul top.(lui è un convinto assertore della teoria della profondità per le femminucce)

il mio problema però è questo: ho un rovescio piatto molto solido che so direzionare come voglio (il lungolinea di rovescio è il mio colpo); il problema è che un colpo che comunque consente all'avversario di appoggiarsi se non lo gioco aggressivo e giocandolo aggressivo spesso scappa. per cui voglio accentuare il top (di qui l'inserimento di questo argomento) perchè comuqnue se ben giocato mette in crisi un pò tutti (le poche volte che mi riesce vedo che mi ritorna una palla difensiva e soprattutto non in back)

ora mi piacerebbe anche iniziare con i "cestini di back" ma ho paura tra top e back di fare confusione (pure questo mio messaggio è forse un pò....confuso!!) e che sia meglio concentrarsi con una rotazione per volta

PS:comunque provare il top di rovescio con uno che gioca solo in back non è stat una bella idea!!!!

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mar 21 Feb 2012 - 17:54

Come ti ho scritto cerca di allenarlo in palleggio e non in partita.

Poi la scelta di alternare e amliare il bagaglio tecnico in contemporanea sta a te e la valutazione del tuo maestro.
Anche se io per farmi insegnare il back ho insistito moltissimo.
Sarò un caso a sè ma a me piace alternare le cose e non vado in confusione, ma sono fatta così - anche su argomenti al di fuori del tennis.

Abbi l'idea delle cose che ti servono e fanne tesoro dagli errori.
Poi fai quello che ti senti dandoti delle priorità...

Aggiungo che la profondità è fondamentale sia a livello femminile che maschile. Ti salvi solo a bassissimi livelli contro giocatoi inesperti o pallettari del tutto passivi se accorci troppo.
Scappo
A presto Wink

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da kingkongy il Mar 21 Feb 2012 - 18:43

Premetto che, come è ben noto (hehehhehe), non amo il rovescio a due mani... Ma, è altrettanto noto, che per me ognuno gioca come si sente meglio e come meglio gli aggrada!

Il fatto che non lo ami e non lo pratichi, però, non significa che non lo sappia fare...heheheheh

Suggerisco una "sensazione", anzi, una serie di sensazioni. Se son utili, tanto meglio. Altrimenti, spero, si apprezzi la buona volontà.

Per ottenere fluidità e velocità, si punta moltissimo sul finish e sul follow through. Visualizzare mentalmente il finish (e consolidarlo nella memoria muscolare) aiuta moltissimo ad eseguire correttamente il colpo.

Il maestro di Marti suggerisce, MOLTO correttamente, una flessione dei gomiti: questo è funzionale a un aspetto chiave.
Nel "due mani" si raddoppiano le leve, quindi, se c'è una contrazione-irrigidimento muscolare del braccio destro e, soprattutto, sinistro...lo swing rallenta.
Allora il maestro cosa fa? Dice: parti "morbido" con le leve lunghe = braccio & avambraccio. Mantieni le leve corte cariche = polsi rilassati: se stanno rilassati il tappo della racchetta guarda la palla e - PER GRAVITA' - la testa della racchetta cade sotto la palla.

Se riesci a pensare alla racchetta che "parte" e "attraversa (follow through) la palla" cosa succede?
Il braccio destro si distende (guarda il video di Nole e Nadal...) ma attenzione!!!! Se vedi i muscoli di Nadal, questi NON sono in tensione in apertura ma si contraggono SOLO quando "gira" la racchetta.
"Marti - dirà il maestro - non devi fermare lo swing! Lascia che lo slancio distenda tutte le leve e lascia che la racchetta attraversi la palla. Il busto girerà naturalmente e le braccia si arrotoleranno intorno alla spalla destra. Non devi tirare con le braccia, ma con il corpo. Non devi colpire la palla: devi passarci dentro".

Prima di spazzolare la palla...mi sa che devi fissare queste sensazioni. Il resto viene di conseguenza...

Poi, dovresti ragionare su come spinna la palla dell'avversario prima di colpirla... Back e Top vanno colpiti con precauzione, a meno che il tuo movimento sia talmente potente e veloce che "contro-spinna" la palla!
Ma se non è fluido...non è abbastanza veloce...e se non è veloce...vai di telone....

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mar 21 Feb 2012 - 19:16

Mi ha fatto piacere leggere il tuo intervento.

Prementto che secondo me entrambi i metodi sono validi - basta scegliere quello più naturale ed intuitivo e se uno risulta più efficace dell'altro rimanere senza cambiare.

Però sempre a sensazione ti dico che se teniamo le braccia con i gomiti estesi, non è che il destro si contragga perché quando ruotiamo il busto nell'apertura si allinea ed è il sinistro che tenedo la racchetta dopo e stando più dietro rimane quasi altrettanto esteso senza che nessuno dei due "tiri" in modo da avere fluidità.
Non so dare la spiegazione biomeccanica ma anche vedendo Nole con quello swing ottiene ottimi risultati. Nel video che ho postato anche Nadal lo esegue con i gomiti abbastanza estesi. Poi nello swing uno è leggermenti piegato e man mano si flette ed è l'altro a estendersi.
Dopo l'impatto è normale che per un destroso il primo a flettersi sarà il gomito destro perché la leva sarebbe sproporzionatamente lunga rispetto alla sinistra quando gira attorno al corpo.
Però la flessione è minima rispetto al video del maestro americano che ha le braccia attaccate al corpo - cosa che io faccio solo per colpa di una cattiva ricerca di palla, ma nonostante tutto ne vengo speso fuori.

Secondo le mie sensazioni con le leve più estese si riesce a impattare molto più davanti al corpo.

Hai fatto ben e a sottolineare che come negli altri colpi decontrazione +velocità di braccio + copertura palla = risultato desiderato Smile

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mar 21 Feb 2012 - 19:29

@kingkongy ha scritto:
Se riesci a pensare alla racchetta che "parte" e "attraversa (follow through) la palla" cosa succede?
Il braccio destro si distende (guarda il video di Nole e Nadal...) ma attenzione!!!! Se vedi i muscoli di Nadal, questi NON sono in tensione in apertura ma si contraggono SOLO quando "gira" la racchetta.

Riprendo questo concetto perché lo trovo molto interessante nel crecare di SENTIRE il colpo.

Io una volta vidi un video su supertennis (del tennis channel - erano delle pillole di 1) chiamato le 3 palle.
Bisognava immaginare di colpire 3 palle poste una davanti all'altra - questo dà l'accompagnamento del colpo.
Per quanto è naturale il mio rovescio ho subito provato la sesazione e sono riuscita a metterla in atto.
Occhio come scrivevo sopra, non vale per i cross stretti.

Tu King per "attraversa la palla" intendevi questo?
Io so che il "follow through" è il finale del movimento - la chiusura del colpo che avviene dopo l'impatto.

Questo è il concetto della decontrazione -no? Essere sciolti fino all'apertira -> accelerazione con massima velocità di braccio che darà l'inerzia nel mopmento a colpire e stringere la racchetta il giusto per controllare la palla appena prima di impattare ... accompagnarla e solo dopo decontrare in chiusura col braccio morbido che completa il movimento decelerando in modo naturale....

Poi aggiungo secondo la mia esperienza su tutti i colpi - la cosa ci riesce su palle accessibili e quando abbiamo il tempo di aprire e riusciamo a impattare in un decente equilibrio... più giochiamo in controbalzo meno sarà l'apertura e la chiusura... correggimi se sbaglio.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da kingkongy il Mar 21 Feb 2012 - 20:46

Sempre interessante leggerti Alba.

Partiamo dai gomiti, ovvero da come il maestro di Marti suggerisce l'apertura.
Quello che dicono i maestri...spesso è un "drill", ovvero un metodo per arrivare a un risultato o alla correzione di un errore. Se il maestro vuole i gomiti non estesi...è forse perché punta al massimo rilassamento muscolare. Poi, Marti è una donna (se non sbaglio)...pertanto non so nemmeno se questo è un suggerimento "conforme" al suo fisico.
Amen.
L'obiettivo del maestro è chiaro: vuole che Marti non si "aggrappi" al grip.
I campioni (dei video) non hanno di questi problemi e dominano perfettamente le tensioni muscolari.
Il loro obiettivo? Velocità & Massimo rendimento con il minor sforzo!
Per avere la massima velocità della testa della racchetta puntano alle leve (le più lunghe possibili) e alla somma di leve. Ogni angolo è un guadagno.
Il passaggio della mano sinistra sopra la destra è un guadagno di velocità (e di spin).
Se la testa è bassa per poi spazzolare "sopra" la palla...è un guadagno di velocità.
Se il tappo "guarda la palla" vuol dire che ci sono circa 90° di "velocità radiale guadagnati"...perché il piatto corde va poi a colpire la palla ortogonalmente!
E' tutto molto logico.

Le sensazioni, invece, hanno ha che fare con una sfera più "intima" e "intimistica" hehehhehehe
Il "finish" è il nostro obiettivo mentale. E' il nostro premio a una meccanica dello swing corretta.
Il "follow through" ...è invece il Sacro Graal. Sono esattamente quelle 3 palle messe in fila. "Attraversare la palla" significa sentirla in mano e sentirla rotolare su ogni singola corda. E' la palla che rimane "dentro" la nostra racchetta per un lungo, lunghissimo tempo. In realtà sono pochi centesimi di secondo, ma per noi è una sensazione "permanente".
Quando siamo in questo stato di grazia, non colpiamo la palla, non la picchiamo: lei è fiondata fuori dalle corde e la racchetta non rallenta nemmeno nell'impatto.
In termini fisici, la racchetta perde energia nell'impatto e la restituisce alla palla. Se noi non la "attraversiamo"...rallentiamo lo swing, come una meringa appoggiata su uno strato di panna montata copita dalla ciliegina rossa di un pasticciere maldestro.

Se sei in equilibrio precario, in corsa o in difficoltà, solo un follow through ispirato ci toglie fuori dai guai. Tu pensa ai tuoi colpi migliori...e vedrai che è così.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mar 21 Feb 2012 - 21:32

@kingkongy ha scritto:Sempre interessante leggerti Alba.

Grazie Kinkg, gentilissimo Smile La cosa è reciproca

I campioni (dei video) non hanno di questi problemi e dominano perfettamente le tensioni muscolari.
Il loro obiettivo? Velocità & Massimo rendimento con il minor sforzo!
Sarebbe anche il mio di obietivo, anzi obbligo, visto che sono gracile come puoi leggere in firma, e per sprigionare potenza devo farlo SOLO con la giusta tecnica oltre al controllo che a volte se si ha uno che arriva dappertutto non basta Very Happy

Per avere la massima velocità della testa della racchetta puntano alle leve (le più lunghe possibili) e alla somma di leve. Ogni angolo è un guadagno.

Per somma di leve intendi le 2 braccia nel bimane o in generale - la somma di angoli e modi di sfruttare le leve... argomento bellissimo degno di un 3d apposito
..........

Il "follow through" ...è invece il Sacro Graal. Sono esattamente quelle 3 palle messe in fila. "Attraversare la palla" significa sentirla in mano e sentirla rotolare su ogni singola corda. E' la palla che rimane "dentro" la nostra racchetta per un lungo, lunghissimo tempo. In realtà sono pochi centesimi di secondo, ma per noi è una sensazione "permanente".

Quando siamo in questo stato di grazia, non colpiamo la palla, non la picchiamo: lei è fiondata fuori dalle corde e la racchetta non rallenta nemmeno nell'impatto.

Ancora non sono allo stato di "nirvana" di poter sentire la palla con ogni corda Very Happy .. però si... quando accompagni bene senti qualcosa che ti chiami attraversare la palla.... come se la prendessi in mano e la mettessi dove vuoi tu e hai proprio la sensazione del tempo che si rallenta estremamente, quasi a fermarsi... tutto è fermo...anche l'avversario e la palla ti arriva lentamente e ci sei solo tu che ti muovi in uno swing perfetto e ancora prima di colpire sai il punto esatto dove rimbazerà la sfera gialla

....

Se sei in equilibrio precario, in corsa o in difficoltà, solo un follow through ispirato ci toglie fuori dai guai. Tu pensa ai tuoi colpi migliori...e vedrai che è così.

E' vero - a volte in corsa ho giocato i miei più bei colpi ... ma il corpo non può spingere allora il tutto lo fà il tocco e il polso e il sapersi appoggiare sulla palla e controllarla bene nel fare un vincente impensabile.
Peccato riesca poche volte Very Happy


ti ho risposto in grassetto dentro il tuo messaggio Laughing

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 9:16

@kingkongy ha scritto:Sempre interessante leggerti Alba.

Partiamo dai gomiti, ovvero da come il maestro di Marti suggerisce l'apertura.
Quello che dicono i maestri...spesso è un "drill", ovvero un metodo per arrivare a un risultato o alla correzione di un errore. Se il maestro vuole i gomiti non estesi...è forse perché punta al massimo rilassamento muscolare. Poi, Marti è una donna (se non sbaglio)...pertanto non so nemmeno se questo è un suggerimento "conforme" al suo fisico.
Amen.
L'obiettivo del maestro è chiaro: vuole che Marti non si "aggrappi" al grip.
I campioni (dei video) non hanno di questi problemi e dominano perfettamente le tensioni muscolari.
Il loro obiettivo? Velocità & Massimo rendimento con il minor sforzo!
Per avere la massima velocità della testa della racchetta puntano alle leve (le più lunghe possibili) e alla somma di leve. Ogni angolo è un guadagno.
Il passaggio della mano sinistra sopra la destra è un guadagno di velocità (e di spin).
Se la testa è bassa per poi spazzolare "sopra" la palla...è un guadagno di velocità.
Se il tappo "guarda la palla" vuol dire che ci sono circa 90° di "velocità radiale guadagnati"...perché il piatto corde va poi a colpire la palla ortogonalmente!
E' tutto molto logico.

Le sensazioni, invece, hanno ha che fare con una sfera più "intima" e "intimistica" hehehhehehe
Il "finish" è il nostro obiettivo mentale. E' il nostro premio a una meccanica dello swing corretta.
Il "follow through" ...è invece il Sacro Graal. Sono esattamente quelle 3 palle messe in fila. "Attraversare la palla" significa sentirla in mano e sentirla rotolare su ogni singola corda. E' la palla che rimane "dentro" la nostra racchetta per un lungo, lunghissimo tempo. In realtà sono pochi centesimi di secondo, ma per noi è una sensazione "permanente".
Quando siamo in questo stato di grazia, non colpiamo la palla, non la picchiamo: lei è fiondata fuori dalle corde e la racchetta non rallenta nemmeno nell'impatto.
In termini fisici, la racchetta perde energia nell'impatto e la restituisce alla palla. Se noi non la "attraversiamo"...rallentiamo lo swing, come una meringa appoggiata su uno strato di panna montata copita dalla ciliegina rossa di un pasticciere maldestro.

Se sei in equilibrio precario, in corsa o in difficoltà, solo un follow through ispirato ci toglie fuori dai guai. Tu pensa ai tuoi colpi migliori...e vedrai che è così.



che bella discussione che ho inconsapevolmente "provocato"!grazie Kingkonghy grazie Alba77.

sgombero immediatamente ogni dubbio; sono una femminuccia e evidentemente l'obiettivo del mio Maestro (che peraltro ha il merito di non dirmi troppe cose tutte in una volta ma di correggere piano piano gli errori) è quello di farmi "accorciare" la preparazione per far sì che il mio movimento risulti più rilassato, veloce, armonico e quindi efficace.già sul dritto abbiamo fatto in passato questo lavoro (avevo infatti una preparazione più ampia dell'apertura alare di un'aquila) e ho ottenuto quindi buoni risultati.

la preparazione a gomiti flessi e rilassati è quindi finalizzata a questo e fa parte ormai del mio (acquisito) bagaglio!!peraltro questa preparazione mi consente di "neutralizzare" la possibile resistenza della mano destra e far si che sia proprio la sinistra a spingere (a ciò si ggiunga che per il rovescio cambio impugnatura destra perchè impugno continental, retaggio del mio antico rovescio ad una mano).

sul punto il mio maestro aggiunge un'altra cosa secondo me importante, dice di ENTRARE con la spalla sinistra:alla fine diventa una sorta di dritto con la sinistra (kingkonghy non rabbrividire!!!!)

quello che mi manca è la sensazione così ben descritta da voi, una volta che colpisco la palla.ma proverò a lavorarci magari tenendo presente anche i vostri suggerimenti

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da kingkongy il Mer 22 Feb 2012 - 10:03

hehhehe ma sì, sgombriamo il campo: sei una lady! Ecchecavolo!

Mi par di capire che il tuo maestro stia facendo un bel lavoro alla ricerca della fluidità... Anche l'idea di "entrare" con la spalla sinistra mi piace parecchio, altro che rabbrividire! E' un equilibrio tra passività e attività. Sta proprio cercando di togliere uno dopo l'altro gli "attriti" e lo fa un passo alla volta, senza sovraccaricarti di concetti e di "sensazioni". Mi sa che è proprio in gamba!
Per il "follow through godurioso"...a un certo punto arriva, non si sa quando, ma arriva. C'è chi gli attribuisce importanza zero e chi dice "voglio questo, sempre!". E' un po' come mangiare: c'è chi si nutre e chi fa esperienze multisensoriali...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 10:19

si il mio maestro è in gamba o almeno ha capito che nel mio caso è meglio procedere con pochi concetti e "immagini" alla volta altrimenti rischio la confusione.quando qualche anno fa ho ripreso la racchetta in mano il rovescio era per me quasi impossibile, non riuscivo a mandarla di là!!poi con il suo lavoro è diventato il mio colpo più solido (intendo il rovescio piatto)

io però sono molto esigente e avendo iniziato a giocare qualche torneo mi rendo conto che solo utilizzando le rotazioni riesco a dare fastidio all'avversario.un rovescio piatto a volte finisce con il mettere "in palla" l'avversario che si limita ad appoggiarsi e rimettere di là....

con il dritto (ci sono voluti mesi perchè sono di coccio!! e il lavoro del maestro che mi ha fatto fare ore di pittino) ho finalmente raggiunto la sensazione delle 3 palline di cui tu e alba parlate.lo scorrimento su TUTTE le corde della palla per un tempo lunghissimo (felice come descrizione, la faccio mia!).

con il rovescio invece ancora no.il mio maestro dice che devo flettere velocemente i gomiti dopo l'impatto e portarli in alto (come il video inglese postato da alba77)imitando il gesto di un golfista

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da kingkongy il Mer 22 Feb 2012 - 10:31

Vada per lo swing golfistico ! Tieni presente che a golf ci giocavano i romani. Essendo lo sport regolamentato più antico del mondo e con il più alto numero di libri scritti...hai di che sbizzarrirti! hahahahaha
Le affinità meccanicho-fisiche, per il rovescio a due mani, sono ovviamente notevolissime. Un maestro di golf, però, ti direbbe due cose:
1) mi raccomando la distribuzione-transizione dei pesi (equilibrio);
2) ricordati che la velocità di swing, quella vera, la fai con l'ombelico, non con le mani. Che, tradotto in tennissese fa: "Non tirare con le sole braccia o un solo braccio ma con una bella torsione del busto".

I concetti di finish e follow through sono assolutamente identici: sono quelli!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 10:59

la sensazione del corpo (e non delle sole braccia) che spinge c'è.il problema è che -correggimi se sbaglio -la spinta per toppare così come nel dritto non deve essere in avanti ma verticale altrimenti si torna al solito piatto che tanto mette in palla l'avversario

io cerco di fare questa associazione mentale: le gambe catturano energia dalla terra e la trasferiscono al busto e da lì a avambraccia -telaio e pallina....come dici tu "esperienze multisensoriali"

questa sensazione la vivo (ed è davvero esaltante) quando decido di chiudere con un lungolinea di rovescio:approccio la pallina piazzandomi bene di profilo, carico le gambe abbassandomi leggeremente e divaricandole un pò di più, uso la spalla destra come mirino facendo ben attenzione a non muoverla mentre colpisco e spingo in maniera elsatica(??????mi viene da dire così) entrando con la spalla sinistra e facendo un movimento continuo quasi volessi andarci io laggiù dall'altra parte del campo.sento la palla, sento il corretto movimento.ecco questa è una espierienza multisensoriale

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 11:04

ELSATICA sta per ELASTICA (ho litigato con la tastiera)

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum