Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

top dirovescio (a due mani)

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Lun 20 Feb 2012 - 16:41

Promemoria primo messaggio :

litigo ancora un pò con il rovescio in top, nel senso tendo a colpire ancora troppo piatto e comunque a non ottenere sufficiente effetto (soprattutto una palla che rimbalzi in alto).ho un rovescio bimane con sinistra dominate (sono destrorsa)

capita anche a voi?

avete videoanalisi, slow motion che chiariscano come deve essere fatto correttamente il movimento?

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso


Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 11:04

ELSATICA sta per ELASTICA (ho litigato con la tastiera)

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da kingkongy il Mer 22 Feb 2012 - 11:39

Sull' "orizzontale" e "verticale" ti seguo a fatica.
Visto il lavoro del tuo maestro temo davvero di dirti cose che possan inficiare il suo lavoro progressivo.

Tranni casi estremi, il finish è lo stesso...e la palla deve sempre superare la rete...pertanto, diciamo, lo slancio in avanti c'è nel piatto, nel back e nel top.
Il "segreto" è in tutto quello che avviene prima. Ci sono angoli di attacco alla palla differenti e movimenti differenti della testa (ovvero come arriva il piatto corde a impattare la maledetta-gialla).

La sensazione - per me, ripeto, PER ME e solo per me - nel top, è di un'onda. Mai viste onde che vadano solo in verticale! Onde alte, che parton basse, si gonfiano e dopo decrescono violente? Sì, certo. Ecco, io visualizzo così la mia racchetta.

Il fatto che il maestro cerchi la fluidità partendo dai gomiti mi fa pensare a una cosetta... Secondo me vuole - come obiettivo - la mano sinistra che passa sopra la destra. Mi spiego.

La palla sta arrivando, tu sei già in posizione, hai già completato l'apertura e stai per colpire.
Mano destra su. Mano sinistra giù. Tappo verso pallina = angoli
!!!
1) Arriva la palla.
Mano destra che fa da perno e mano sinistra che sale e che porta la racchetta ortogonale rispetto alla linea della palla.
2) Impatto con la palla.
Mano destra e mano sinistra alla pari (sulla stessa linea).
Piatto corde leggermente a coprire la palla. Massimo sviluppo di velocità con tutti gli angoli allo "zero".
3) Pallina appena colpita.
Mano destra giù. Mano sinistra sopra la destra. Braccio sinistro completamente disteso e spalla sinistra che spinge la palla. Slancio in avanti....etc etc
Come vedi c'è quella sensazione di "entrare" con la spalla sinistra che hai già...ma ho l'impressione che lui cerchi il movimento delle mani... Impressione, per carità...puoi sempre chiederglielo! Anzi, secondo me ti aiuta capire cosa vuole "preciso-preciso".

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mer 22 Feb 2012 - 11:53

@kingkongy ha scritto:C'è chi gli attribuisce importanza zero e chi dice "voglio questo, sempre!". E' un po' come mangiare: c'è chi si nutre e chi fa esperienze multisensoriali...

Da un'ottima forchetta e buon gustaia ti posso confermare che una volta che provi quella sensazione e la riconosci è impossibile ignorarla.
Sono momenti in cui capita di più altri in cui latita ma ogni volta che succede è un momento indescrivibile.
Questo è uno dei motivi che mi rende felice di giocare a tennis. Quando riesce a te anche ai tuoi bassi livelli non c'è PRO che tenga perché un Federer lo ammiri e volendo in alcuni colpi ti puoi anche immedesimare mentre quando sei tu a colpire in quel modo nel tuo piccolo a provare l'intensità di quell' "esperienza multisensoriale" sei solo TU bounce .

@marti ha scritto:...........uso la spalla destra come mirino facendo ben attenzione a non muoverla mentre colpisco e spingo in maniera elsatica(??????mi viene da dire così) entrando con la spalla sinistra e facendo un movimento continuo quasi volessi andarci io laggiù dall'altra parte del campo.sento la palla, sento il corretto movimento.ecco questa è una espierienza multisensoriale

Sì è vero - ti allunghi così tanto nell'accompagnare la palla che ti sembra di arrivare, senza nessuno sforzo, a poggiarla nel punto d'impatto bounce cheers

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 12:03

ok.ti seguo.ora procedo con i tuoi punti perchè qualcosa l'ho capito, qualcosa meno

la palla sta per arrivare ho completato l'apertura con gomiti molto flessi e rilassati, porto il piatto corde sotto la racchetta portando giù la racchetta aiutandomi con i polsi

1)arriva la palla.mano destra fa da perno la sinistra che porta la racchetta ortogonale rispetto alla linea della palla (capisco cosa vuol dire ortogonale ma mi chiedo comuqnue se in questo momento il piatto corde rispetto al terreno è perpendicolare non guarda il terreno vero?)

2)impatto con la palla:se puoi sviluppami il concetto:in questo momento com'è il piatto corde rispetto al terreno?è perpendicolare?

3)grazie ho capito.comanda la sinistra (spalla e mano) che si allunga e si distende

proverò a parlare con il maestro.forse più che al piatto corde devo pensare alle mani?

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da kingkongy il Mer 22 Feb 2012 - 12:34

Sì, Marti, secondo me - ribadisco, secondo me - hai più da guadagnare da un corretto gioco polsi-mani, piuttosto che fissarti sul piatto corde. In fin dei conti la racchetta fa quello che gli dici tu....hehhehehe

@marti ha scritto:la palla sta per arrivare ho completato l'apertura con gomiti molto flessi e rilassati, porto il piatto corde sotto la racchetta portando giù la racchetta aiutandomi con i polsi

Ecco, già qui avrei da fare una nota: se il tappo guarda la palla...la mano sinistra scende da sola. Se tu sei tutta rilassata (come dice il maestro) manco te ne accorgi. Meglio di così?!
Sai che è così quando diventi "attiva" nel colpo e "senti" la testa della racchetta bassa. Chissà perché chi spinna tanto vuole la testa pesante...indovina un po'????

@marti ha scritto:1)arriva la palla.mano destra fa da perno la sinistra che porta la racchetta ortogonale rispetto alla linea della palla (capisco cosa vuol dire ortogonale ma mi chiedo comuqnue se in questo momento il piatto corde rispetto al terreno è perpendicolare non guarda il terreno vero?)
2)impatto con la palla:se puoi sviluppami il concetto:in questo momento
com'è il piatto corde rispetto al terreno?è perpendicolare?

Nel momento in cui la palla colpisce il piatto corde, io direi che vai da un perfettamente "verticale" a un leggermente inclinato "sopra la palla" (facciamo 10-20°?).
Sai perché arrivo a dirti: "kakkio te ne frega?". Perché dipende tutto dalla geometria complessiva dello swing: quanto hai caricato di spin "prima". Così è altrettanto importante il "dopo", il finish, ovvero la destinazione finale dell'attrezzo dopo aver disegnato una traiettoria nello spazio. Il "durante" è la logica conseguenza.

Scollati dall'idea di impatto: non c'è impatto. La tua racchetta se ne va per i fatti propri. Poi senti la palla che entra nella tua mano e se ne va.

Un passo alla volta....

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 12:44

wow!!perchè non mi scrivi un libretto di istruzioni.il tennis istruzioni per l'uso.non scherzo.sei davvero chiaro o come preferisco dire io "rendi l'idea".

quanto al pre-impatto le tue parole trovano nella mia espierienza una duplice conferma:1)il mio maestro dice sempre "scendi sotto la palla, agganciala dal basso, così non puoi che salire". 2)ho giocato per un pò con una racchetta maggiormente bilanciata in testa e devo dire che tutto veniva più facile (purtroppo la racchetta non era mia)

allora:mi scollo dall'idea di impatto.penso al "prima" e al "finish", penso ai polsi e alle mani e non al piatto corde.cerco di pensare solo alla sensazione della palla che entra nella mia mano e che se ne va.

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da kingkongy il Mer 22 Feb 2012 - 12:51

Embarassed
...sono uno scimmione timido....

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mer 22 Feb 2012 - 13:25

@kingkongy ha scritto:
Ecco, già qui avrei da fare una nota: se il tappo guarda la palla...la mano sinistra scende da sola. Se tu sei tutta rilassata (come dice il maestro) manco te ne accorgi. Meglio di così?!
Sai che è così quando diventi "attiva" nel colpo e "senti" la testa della racchetta bassa. Chissà perché chi spinna tanto vuole la testa pesante...indovina un po'????
Mamma mia King - ma qunte ne sai - non solo nell'eseguire ma nell'inisme di biomeccanica e sensazioni su ogni passaggio...
Devo dire che queste cose le so più sul diritto che mi sono dovuta impegnare molto per migliorarlo - ho dovuto partire dallo studio alla pratica...

Infatti non ci avevo pensato ma è proprio così - il rovescio va talmente da sè che il movimento non è frammentato in più fasi alle quali devo pensare ma è unico e il tutto va "in automatico" - poi se non ho ricercato bene la palla non c'è movimento che tenga
Cosa intendi per essere "attivi" nel colpo?

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da kingkongy il Mer 22 Feb 2012 - 14:18

Cosa intendi per essere "attivi" nel colpo?
Capperi Alba, che bella domanda!

Allora, io la penso così: dall'alluce ai polpastrelli delle dita è un'unica catena (cinematica), è tutto collegato. Pertanto, ogni segmento è in relazione con l'altro. A volte un segmento tira, a volte l'altro spinge...uno si comprime, l'altro si estende.
Fin qui tutto logico.

Prendiamo un esempio pratico, così "entriamo" nella questione.
Dritto a una mano.
Quando vedo partire la palla dalla racchetta dell'avversario (magari basta anche il movimento della spalla...) già ho un'idea del colpo che dovrò affrontare e, con le gambe mi sposto. Poi mi piazzo con i piedi. Poi vado in assetto con il corpo e il peso.
Nella mente penso a un colpo.
Quindi il mio corpo ATTIVAMENTE si muove.

Ora seguimi nella dinamica del colpo. Chiudi gli occhi e prova a sentire i singoli muscoli.
In questa fase, la racchetta potrebbero anche strapparmela di mano senza fatica. Ho la mano dischiusa, l'indice disteso.
Nessuna contrazione di avambraccio.
Carico la torsione del busto: nessuna contrazione della parte alta.
Bacino e gambe: sono la parte attiva, stanno opponendo forza al mio peso in compressione e alla torsione del busto (la molla si carica).
Appena decido di colpire, la catena cinematica si mette in moto e parte dai piedi.
I primi angoli da scaricare son quelli vicini all'asse di rotazione: quindi colonna vertebrale e spalla. Ma mentre giro la racchetta verso la palla l'avambraccio e la mano sono PASSIVI. A cosa mi serve stringere il grip? Sai quanta velocità perderei???? Si parla di percentuali pazzesche per dei grip "a tenaglia". Perché allora contrarre un muscolo se questo è una barriera alla trasmissione dell'energia?

Fino a quando non vado a colpire la palla...la racchetta è "appoggiata". Questo grip leggerissimo permette di "sentire" la posizione nello spazio della racchetta. Chi gioca di tocco e di volo sa perfettamente cosa intendo. Il bilanciamento è tutto. Se è troppo pesante in testa, sei costretto a contrarre la mano per recuperarla e recuperare il momento d'inerzia: non solo dello Swinghweight, bensì di tutto l'attrezzo, ovvero della sua massa inerziale (il peso). Il polso e la sua articolazione sono quelli che devono lavorare tra velocità e torsioni.
Per migliorare la sensibilità e per giocare con i muscoli attivi e passivi ci si mette in un quadrante di servizio e si gioca alla morte di volée e demi-volée... poi sai cosa di fanno male? I muscoli dell'avambraccio...hehehhehe

Torniamo al dritto a una mano. Pensa a come cambiano i muscoli in gioco in base a un movimento in top rispetto a un back. A occhi chiusi ci pensi, muovi il braccio, ti tocchi i muscoli e capisci cosa intendi per fase attiva e passiva.

Pensa al finish. Hai già colpito la palla, pertanto non c'è motivo per contrarre qualche muscolo: giusto? Tu immaginati di pensare solo a quella di sensazione finale.
Prova a giocare senza racchetta adesso.
Prova a sentire i muscoli che hai contratto. Scommettiamo che la mano non l'hai stretta intorno al grip immaginario? Scommettiamo che la mano l'hai messa di taglio come se fosse il piatto corde? Toccati all'altezza del "gomito del tennista" e senti la differenza tra mano a paletta e mano con grip.

Ok, per me il passaggio da passivo ad attivo è lì. Ed essendo una catena... c'è tutto il resto.

Figurati nel servizio quanti muscoli sono prima attivi e poi passivi e viceversa!

sono stato chiaro? sperem!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 16:18

attivi nel colpo e fluidi.

tornando al rovescio a due mani, king, confesso che in pausa mi sono trovata a casa a provare a vuoto il rovescio cercando di concentrarmi su pre-impatto e finish, lasciando che tutto quello che c'è in mezzo ...venisse da sè.in particolare ho cercato di focalizzare l'attenzione sul dopo impatto quando la mano sinistra sale rispetto alla destra e il braccio sinistrao si stende coprendo così la palla.

a vuoto senza pallina sono sempre capace, poi con la maledetta gialla perdo di fluidità e il corretto movimento va a farsi benedire!

tornando alle mani ed in particolare al grip;potendo contare nel rovescio a due mani, sulla sinistra è corretto rilassare la destra ANCHE durante l'impatto, utilizzandola unicamente per la direzione e lasciandola quasi solo appoggiata, senza stringere?

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mer 22 Feb 2012 - 16:46

@marti ha scritto: utilizzandola unicamente per la direzione e lasciandola quasi solo appoggiata, senza stringere?

Nonostante abbia la sinistra dominante a me il maestro tempo fa aveva detto di non tenere la presa morbida con la destra durante l'impatto.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 16:51

a me tenere la destra morbida mi aiuta a spingere di più con la sinistra perchè mi sembra che in questa maniera si annulli la possibile resistenza contrarua della destra.a volte sollevo addirittura il mignolo sinistro quando mi accorgo che la sinistra è un pò addormentata e spinge poco.

però se il tuo maestro ti dice così è facile che sbagli. è infatti un accorgimento del tutto personale che nessuno mi ha suggerito.

so per certo però che nel rovescio a due mani con sinistra dominante la destra serve più che altro a direzionare (tipo nel diagonale stretto o strettino c'è un'interazione tra spalla sinistra e mano destra per stringere la traettoria)

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mer 22 Feb 2012 - 16:57

@marti ha scritto:
però se il tuo maestro ti dice così è facile che sbagli. è infatti un accorgimento del tutto personale che nessuno mi ha suggerito.
Non mi ha spiegato il perché ma vedendo il consumo di grip mi fece notare sta cosa e se mi ricordo sto più attenta ad aumentare per lo meno la presa con la destra.

@marti ha scritto:
so per certo però che nel rovescio a due mani con sinistra dominante la destra serve più che altro a direzionare (tipo nel diagonale stretto o strettino c'è un'interazione tra spalla sinistra e mano destra per stringere la traettoria)

A me succede il contrario.
Sul lungolinea mi trovo bene a usare di più la destra pur sempre avendo com dominante la sinistra.
Per i colpi incrociati centrali e diagonale lunga la destra diminuisce e per la diagonale stretta quasi si annulla e mi accorgo di chiudere l'impatto col polso sinistro e alla fine dello swing addiritura tante volte la destra ha mollato il manico.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 17:11

la mia interazione tra destra e sinistra nel rovescio è solo in parte opposta alla tua nel senso che per il lungolinea posso dire che le due mani giocano quasi lo stesso ruolo di spinta (con GRANDE COLLABORAZIONE della spalla destra che io uso come mirino verso l'obiettivo) spesso infatti è per me un colpo di chiusura e allora più che forza uso precisione.

per le diagonali di rovescio entra invece in gioco la spalla sinistra soprattutto per lo strettino perchè in tal caso accorcio la preparazione (il tappo della racchetta nella preparazione non guarda la rete perché il piatto corde è già a metà strada, cioè non è indietro come per un rovescio normale) braccio sinistro e spalle quasi SALGONO sopra la palla e la destra svolge un ruolo fondamentale ad accompagnare la racchetta verso il punto stretto dall'altra parte del campo.

non so se non stata chiara anzi credo proprio di no;ma parlando di sensazioni questo è quello che avverto quando gioco questi colpi

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mer 22 Feb 2012 - 17:25

Per le diagonali strette dobbiamo usare il controllo e non la profondità quindi dobbiamo esclure una gran parte dei segmenti della catena cinetica tra cui la spalla e coprire la palla dando il giro con la pronazione dell'avambraccio destro nel diritto e sinistro nel rovescio, mentre il destro qui gira al contrario della pronazione (supinazione se non sbaglio)

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 17:31

io gioco le diagonali strette di rovescio solo quando sono dentro il campo quindi è necessario che io gli dia effetto ovvero più rotazione per tenere la palla in campo, perchè quando si è dentro il campo è vero che il campo dell'avversario si allarga ma è anche vero che si accorcia, quindi faccio addirittura un movimento a tergicristallo;stessa cosa per dritto, il braccio non si distende ma imita il tergicristallo

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mer 22 Feb 2012 - 17:41

@marti ha scritto:io gioco le diagonali strette di rovescio solo quando sono dentro il campo quindi è necessario che io gli dia effetto ovvero più rotazione per tenere la palla in campo, perchè quando si è dentro il campo è vero che il campo dell'avversario si allarga ma è anche vero che si accorcia, quindi faccio addirittura un movimento a tergicristallo;stessa cosa per dritto, il braccio non si distende ma imita il tergicristallo

Brava - è quello che intendevo e a lavorare è solo l'avambraccio. Le diagonali strette le intendevo quando si è dentro il campo - sì - mea cupla che l'ho omesso.

Comunque se sai fare il tergicristallo non dovresti avere problemi a coprire la palla anche da fondo, solo che tendi ad allungare il movimento in avanti e in alto e finisci sopra la spalla...

A volte mi riesce quanche diagonale stretta anche da fondo e il principio è lo stesso... poi deipende quanto salta alta la palla.
Col rovescio addirittura riesco a dare la diagonale stretta in corsa su palle oltre la spalla. Mi sento talemnte sicura su quel colpo che a volte pecco di presunzione.
A volte mi riesce anche sul diritto in corsa ma su altezze di rimbazo non oltre la spalla... lì a volte finisco come Sogerling basso o col giro sopra la testa...

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 22 Feb 2012 - 17:54

guarda a coprire la palla sono brava con i piedi dentro il campo, zona nella quale dimostro un certo sanfue freddo, per mia fortuna.

a fondo campo ho ancora problemi perchè o accorcio troppo cioè do effetto ma la palla mi va troppo corta, oppure vado lunga senza effetto quindi nei teloni!!!!ma ci sto lavorando e incomincio a capire che da fondo campo devo prima allungare e poi coprire (tarda tarda tarda che non sono altro)

comunque gli strettini mi danno molta soddisfazione!!

scusa, una domanda:come fai (tecnicamente e anche come visualizzazione) per fare la diagonale stretta da fondo campo? a me scappano nei corridoi (ma sono migliorata prima mi finivano nel campo accanto!!)

ti lascio con questa domanda, per ora chiudo e spero di ricoleggarmi più tardi così magari dò uno sguardo anche al nuovo argomento sulla velocità che hai inserito da poco tu.ciao

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mer 22 Feb 2012 - 20:33

@marti ha scritto:
scusa, una domanda:come fai (tecnicamente e anche come visualizzazione) per fare la diagonale stretta da fondo campo? a me scappano nei corridoi (ma sono migliorata prima mi finivano nel campo accanto!!)

E' un gesto che non mi è stato insegnato e mi viene in modo istintivo e non riesco a dirti i passaggi esatti e poi già trovandomi in corsa non ho tempo per soffermarmi sulle sensazioni Very Happy colpisco cercando di coprire la palla (se è troppo alta a volte la prendo staccando da terra) e inclinare il piatto verso l'angolo da dare.

Anche sul diritto la stessa cosa - addirittura su palle piuttsto alte mi è capitato di giocare come uno smash non di potenza ma uscendomi con l'effetto slice - quindi non do un angolo strettissimo incrociando ma è l'effetto slice che fa un po' scappare la palla. Non mi chiedere come mi succede perché sul servizio slice non riesce e invece quella specie di smash a rimbalzo sì...

Scusa se vado OT ma a volte eseguo dei gesti in modo "automatico" - per esempio una giorno giocavo con uno che aveva una palla più potente della mia e certe volte per contrastare bene le "bordate" mi trovavo a staccare da terra ma non come sui colpi aggressivi dove è una coseguenza del caricamento, anzi anche qui era una conseguenza ma soprattutto necessità di dare più peso per contrastare la potenza e la cosa mi permetteva di appoggiarmi e rimandare una palla altrettanto potente e soprattuto ben controllata.
Mi ero stupita di come saltavo e pensavo in me che sicuramente era un errore imperdonabile quel salto (d'altronde non comandavo e non potevo stare con gli appoggi in modo canonico come volevo) l'indomani ho visto un PRO non indifferente (forse Wawrinka scratch ) fare lo stesso tipo di salto che non avevo mai notato prima e mi sono consolata che forse il mio non era del tutto improponibile.

Non so come mi sia venuto ma era efficace - tutto frutto del mio intuito senza consapevolezza o studio dietro.
Ecco uguale per quelle palle incrociate.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Gio 23 Feb 2012 - 18:14

oggi in allenamento ho messo in pratica un paio di suggerimenti di alba e king:

rovescio a due mani in top: ho pensato essenzialmente a preparazione bassa (testa della racchetta ben sotto la palla) e finish (perchè come dice king quello che è in mezzo viene da sè)

dritto in top: movimento ad onda (bella immagine davvero mentre si esegue pensare all'onda aiuta) il mio dritto ne ha guadagnato in fluidità e ordine

ho anche provato (senza impegno) un paio di felici colpi di dritto stretto da fondo campo.ho stretto molto il movimento di avambraccio a tergicristallo ma da fondo campo è fondamentale l'anticipo

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mer 12 Dic 2012 - 13:16

Ho rispolverato un video che è davvero ben fatto.
Analizza l'apertura col piatto alto e notate che racchetta e braccia formano un angolo sui 90°, forse 100 col piatto verso l'alto.
E' una cosa che istintivamente ho cominciato a fare e mi da grandi soddisfazioni.




Ps: Mari - che fine hai fatto?

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da marti il Mer 12 Dic 2012 - 16:17

alba eccomi!!!

sono già intervenuta nel tuo interessantissimo 3d.come già detto lì mi siete mancati tanto;cercherò di non sparire più per così tanto tempo.

nel tentativo di recuperare cercherò di rileggermi tutti i post persi e di vedermi anche i video compreso questo di nole

nel febbraio 2012 avevo introdotto questo 3d perchè litigavo parecchio con il tospin in generale (soprattutto col dritto).

ora ho risolto (mesi e mesi emesi di lavoro e pazienza di quel santo del mio magister) ma ho finalmente recepito in pieno il colpo e devo dire che il risultato ora è davvero soddisfcente in termini di profondità e pesantezza della palla.

rispondo (per quella che è la mia esperienza) al ...mio 3d(!!) dopo mesi perchè i problemi che avevo nel febbraio col topspin di rovescio bimane è superato.

devo confessare che nell'esecuzione di questo colpo mi aiuta molto...visualizzare il mio polso sinistro ovvero una volta che mi avvicino alla palla immagino di "passarle sopra" con il mio polso sinistro.il resto viene da sè!!

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: top dirovescio (a due mani)

Messaggio Da alba77 il Mer 12 Dic 2012 - 16:30

Ho letto e risposto.
Non ci credo che era febbraio - così tanto tempo. pale

E pensare che io ho lavorato anche molto sul diritto al punto che il povero rovescio era rimasto un po' indietro. E' diventato un colpo che se conduco lo scambio o se esso non è esasperante riesco a prenderlo in mano e il diritto fa anche male.
Però i limiti ci sono - basta palleggiare con una 4.3-4.2 o un 4.4 che col rovescio gestisco ben le bordate mentre il diritto accorcia Mad
Beh che dici - che non va e devi migliorarlo Very Happy

Col maestro per mettere a posto il rovescio invece ci abbiamo messo la bellezza di una lezione e non tutta dedicata ad esso Very Happy

Ora sto cominciando a usare lo sventaglio che prima non mi riusciva e se mi esce bello carico è davvero un bel colpo. Anche quello mi è venuto dopo un po' di cesto alla lezione collettiva Laughing

E' pazzesco quando si debba sgobbare per il diritto e il rovescio migliora con un niente.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum