Passionetennis - Il portale del tennista
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

















Accedi
Articoli suggeriti
Scarpe: Tennis VS Badminton
Ultimi argomenti attivi
Wilson Blade Pro 98 v9 (16x19)Oggi alle 15:48nw-tCambio Racchetta Consigli - Da Wilson a ???Oggi alle 15:38pathosinoParere incordatura Oggi alle 15:28Mat78Head Boom MPOggi alle 15:21MARIOPGravity 2023Oggi alle 14:57sandro_zManicotti protettivi (?)Oggi alle 14:54EDOARDO GANDOLFILuca NardiOggi alle 14:49francesco_jsbBerrettini ce lo siamo giocato definitivamente?Oggi alle 14:35malconcioCamila GiorgiOggi alle 14:29mattiaajduetreROLAND GARROSOggi alle 14:28mattiaajduetreJannik SinnerOggi alle 14:24mattiaajduetreNovak DjokovicOggi alle 13:49andyvakgjConsigli corde x Wilson Blade V9 100 polliciOggi alle 13:46MauiNuova PK Black Ace 105Oggi alle 13:41pigiHead Boom MP 2022 vs Head Boom MP 2024Oggi alle 12:33Megas97




Ultime dal mercatino
Link Amici

Andare in basso
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 20803
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Mar 27 Giu 2023 - 9:38
[size=35]I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi[/size]
 https://www.tennisfever.it/2023/06/11/i-13-migliori-giocatori-di-tennis-di-tutti-i-tempi/I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Collag10


#1 Novak Djokovic
Benché non abbia mai raggiunto le fanbase di Federer e Nadal, è evidente che in questo momento Nole sia in pole position nell’eterno dibattito sul GOAT. Ha vinto il suo primo Slam nel 2008 in Australia e dal 2011 ha inanellato una serie impressionante di trionfi, arrivando a superare stabilmente sia Roger che Rafa nel ranking Atp.


#2 Rafael Nadal
Sicuramente il miglior giocatore sulla terra rossa della storia di questo sport. 66 titoli in carriera su questa superficie, 14 Roland-Garros, il record assoluto per un tennista in una singola competizione dello Slam, in cui ha perso solo tre volte in 17 anni.
Grazie all’ultima straordinaria vittoria in finale a Parigi 2022 è riuscito a staccare ulteriormente, con 22 Slam, il suo amico e rivale di una vita, Roger Federer.


#3 Roger Federer
Lo svizzero si è fatto conoscere per la vittoria nel 2001 contro Pete Sampras a Wimbledon nei quarti di finale. Ma nessuno avrebbe potuto immaginare che proprio lui avrebbe eclissato il record dell’americano di 7 vittorie ai Championships. Eppure è successo, nel 2017, quando ha conquistato il suo ottavo titolo sull’erba inglese.
La prima vittoria avvenne nel 2003, all’età di 21 anni. Il suo match con Nadal a Wimbledon, nel 2008, è considerato da molti addetti ai lavori e tifosi la partita più grande di sempre.
Con 20 titoli Slam vinti ha fatto la storia di questo sport. Un record che sembrava irraggiungibile e che invece è stato superato dai suoi due più grandi rivali, insieme ai quali ha costruito l’epopea dei Big Three.


#4 Pete Sampras
Ci avviciniamo al podio. Pete Sampras è considerato uno dei più grandi interpreti di sempre del serve and volley e ha vinto ben 14 tornei dei Grande Slam tra il 1990 e il 2002. “Pistol Pete” è stato numero 1 del mondo per un totale di 286 settimane, incluso il pazzesco record di sei anni consecutivi tra il 1993 e il 1998.
Ha vinto 2 volte a Melbourne, 7 volte a Wimbledon e 5 volte a New York. Non è mai riuscito a vincere sulla terra rossa di Parigi.


#5 Roy Emerson
Roy Emerson è l’unico tennista ad aver vinto tutti e 4 i tornei dello Slam sia in singolare che in doppio. Appartiene a lui un record pazzesco: 10 vittorie consecutive nelle finali Major a cui ha preso parte.
Ha vinto 12 tornei del Grande Slam, tutti negli anni ’60: 5 Australian Open, 2 Roland-Garros, 2 Wimbledon e 2 Us Open.


#6 Rod Laver
Da molti considerato il vero GOAT (Greatest of all time) per due motivi: ha conquistato 11 titoli nei tornei del Grande Slam e rimane l’unico ad aver completato due ‘Calendar Slam’, uno a sette anni di distanza dall’altro. Per cinque di questi sette anni non ha potuto prendere parte agli Slam, come forma di penalizzazione per aver deciso di diventare professionista. Non è difficile immaginare che, senza questa assenza forzata, sarebbe potuto arrivare oltre i 20 Slam.


#7 Bjorn Borg
“Ice-Man” ha vinto il suo primo torneo del Grande Slam nel 1974, a Parigi, quando era ancora un teenager. La sua rivalità con John McEnroe, con le loro personalità agli antipodi, è nota in tutto il mondo, non solo tra gli appassionati di tennis.
Nella sua breve carriera (si è ritirato alla giovane età di 26 anni) è riuscito a vincere 11 tornei Major (6 Roland-Garros, 5 Wimbledon). Sono in molti a credere che se avesse continuato, almeno fino a 30 anni, oggi sarebbe al livello dei Big Three che hanno polverizzato tutti i record di chi li ha preceduti.


#8 Bill Tilden
“Big Bill” è stato il primo tennista americano a vincere a Wimbledon. Ha vinto ben 10 titoli dello Slam (7 volte a New York e 3 Championships). E’ stato anche il primo a raggiungere per 10 volte la fine a Londra, record infranto da Roger Federer nel 2011.
E’ stato numero uno del mondo per sei anni consecutivi tra il 1920 e il 1925, record battuto da Pete Sampras ben 73 anni dopo, nel 1998. Nel 1924 Bill Tilden non ha perso un solo match in singolare durante tutto l’anno.


#9 Jimmy Connors
Il suo record di 109 titoli Atp messi in bacheca resta imbattuto. E’ stato cinque volte numero 1 al mondo, 160 settimane consecutive tra il 1974 e il 1977. E’ uno dei sei giocatori capace di conquistare la vetta del mondo sia prima che dopo i 30 anni.
Ha conquistato 8 tornei dei Grande Slam, di cui ben 5 volte a New York (altro record). E’ stato inserito nel 1998 nella International Tennis Hall of Fame.


#10 Ivan Lendl
E’ l’unico tennista della storia ad avere un record di vittorie superiore al 90% per ben cinque differenti anni. Ha vinto 94 titoli Atp, tra cui 8 tornei del Grande Slam. Ha raggiunto per la prima volta la prima posizione del ranking nel febbraio del 1983, pur non avendo vinto neppure un Major fino a quel momento.
Non è mai riuscito nell’impresa di trionfare a Wimbledon, andandoci molto vicino nel 1986 e nel 1987, sconfitto in finale da Boris Becker e Pat Cash.


#11 Ken Rosewall
La particolarità di KR è quella di essere stato sia il più giovane che il più anziano vincitore dell’Australian Open, la prima volta nel 1953 a 19 anni, l’ultima nel 1972 a 38 anni.
Anche per lui 8 vittorie in singolare, oltre che 11 vittorie in doppio. Con il team australiano, infine, ha conquistato ben 4 Davis Cup.


#12 John McEnroe
Se contassero solo Wimbledon e Us Open (o se avesse avuto a Parigi e Melbourne gli stessi risultati ottenuti a Londra e New York) John McEnroe sarebbe a ridosso dei Big Three in questa speciale classifica. I 7 trionfi in singolare e i 9 in doppio nei major, infatti, sono tutti concentrati nei Championships e a Flushing Meadows.
Giocatore irascibile e scostante, ha fatto vedere in campo, soprattutto nel gioco a rete, un talento incredibile. Memorabili i suoi “sbrocchi” (prevalentemente contro gli arbitri) e la sua rivalità con Bjorn Borg.


#13 Andre Agassi
Considerato (prima dei Big Three) il tennista con la miglior risposta al servizio che il gioco abbia mai visto, Andre Agassi ha dominato la scena tra gli anni ’90 e i primi anni 2000, insieme al suo amico-rivale Pete Sampras.
E’ stato il primo tennista ad ottenere il ‘Career Super Slam’, come scrive Sports Illustrated Magazine, che comprende i 4 tornei dello Slam, l’oro olimpico e le ATP Finals.
Ha conquistato 8 Major, di cui 4 Australian Open.


Io aggiungerei ... e le 13 giocatrici migliori di sempre???


#1 Martina Navrátilová (pronuncia[?·info]) nata Šubertová (Řevnice18 ottobre 1956) è un'allenatrice di tennis ed ex tennista ceca naturalizzata statunitense dal 9 gennaio 2008. Considerata una delle migliori tenniste di tutti i tempi, detiene tre record assoluti, sia a livello femminile che maschile: maggior numero di titoli vinti (344), maggior numero di titoli vinti in singolare (167) e maggior numero di titoli vinti in doppio (177).[1]
Navrátilová ha vinto 59 prove del Grande Slam (diciotto in singolare, trentuno in doppio e dieci in doppio misto), l'ultima delle quali il doppio misto degli US Open nel 2006 all'età di quasi 50 anni. Grazie a questo successo è diventata l'atleta più anziana, sia a livello maschile che femminile, a essersi aggiudicata una prova del Grande Slam. È rimasta per 331 settimane in vetta alla classifica WTA di singolare (seconda solamente a Steffi Graf che primeggia con 377) e per 237 settimane al primo posto in quella di doppio.[2]
È l'unica persona al mondo ad avere vinto tutte le specialità in tutti i tornei del Grande Slam[3] (ottenendo il cosiddetto Super Slam) oltre alla WTA Championships e alla Fed Cup[4]. Tra i suoi record assoluti detiene, inoltre, quello di vittorie nei singoli a Wimbledon, con nove successi, e quello del maggior numero di incontri disputati e vinti in singolare.
Altro record da lei detenuto a livello femminile è quello della più lunga serie di vittorie consecutive: 74, ottenute fino a gennaio 1984, quando perse da Hana Mandlíková al Virginia Slims of California.[5]
Con Chris Evert ha generato una delle rivalità più famose e avvincenti della storia: le due, infatti, si sono affrontate ottanta volte, di cui quattordici in finali Slam, con la tennista di origini cecoslovacche che ha vinto quarantatré di questi incontri.
È stata inserita nella International Tennis Hall of Fame nel 2000.




#2 Justine Henin (Liegi1º giugno 1982) è un'allenatrice di tennis ed ex tennista belga.
Nata a Liegi, in Vallonia, la regione francofona del Belgio, all'epoca del suo matrimonio con Pierre-Yves Hardenne, avvenuto il 16 novembre 2002 e terminato nel gennaio del 2007, il suo nome ufficiale era Justine Henin-Hardenne.
In carriera ha vinto 43 titoli WTA, di cui 7 prove del Grande Slam: quattro volte il Roland Garros (di cui tre consecutive), due gli US Open e una l'Australian Open, ed è ritenuta, insieme a Kim Clijsters, una delle tenniste belghe più forti di sempre. Nel suo palmarès figurano inoltre due Masters di fine anno e un oro olimpico alle Olimpiadi di Atene 2004.
Ritiratasi dalle competizioni nel maggio del 2008, mentre era ancora numero uno al mondo, il 22 settembre 2009 ha annunciato il suo ritorno alle gare[1]. Il 26 gennaio 2011 annuncia sul suo sito web il definitivo ritiro dalle gare a causa di un infortunio al gomito subito l'anno precedente a Wimbledon.


#3 Serena Jameka Williams (Saginaw26 settembre 1981) è un'ex tennista statunitense.
Soprannominata The Queen (La regina), è considerata una delle migliori tenniste di tutti i tempi,[1][2][3][4][5][6][7][8][9][10][11] anche da leggende di questo sport come Chris Evert[12], grazie alla sua forza fisica e mentale, ai suoi potenti colpi da fondo campo e al miglior servizio del circuito, nel corso di una carriera da professionista della durata di ventisette anni (1995-2022).[13]
Williams si è aggiudicata 73 titoli WTA in singolare: 23 di questi sono prove del Grande Slam (record assoluto nell'Era Open, a pari merito con Novak Djokovic), che la rendono la seconda tennista di sempre ad aver vinto più Major in questa specialità dietro alla sola Margaret Smith Court, che primeggia con 24. Ha compiuto il Grande Slam virtuale, che consiste nella vittoria di quattro Slam consecutivi non durante lo stesso anno solare, per due volte (nei bienni 2002-2003 e 2014-2015), impresa che è stata ribattezzata in suo onore come Serena Slam. Può inoltre vantare cinque WTA Finals e 19 tornei di categoria Premier (6 Premier Mandatory, 6 Premier 5 e 7 Premier), oltre a 21 titoli Tier I e Tier II e alla medaglia d'oro conquistata alle Olimpiadi di Londra nel 2012 ai danni di Marija Šarapova.
È stata per 319 settimane, di cui 186 consecutive, la tennista numero uno del mondo, terza nella classifica di tutti i tempi dietro a Steffi Graf e Martina Navratilova.[14]
Non solo in singolare Williams può vantare numerosi successi, ma anche in doppio femminile e doppio misto, dove si contano altri 16 tornei del Grande Slam complessivi: 14 vinti in coppia con la sorella maggiore Venus e due in doppio misto, entrambi ottenuti con Maks Mirny nel 1998. Ha raggiunto la vetta anche della classifica di doppio nel 2010. A questi successi vanno sommate altre tre medaglie d'oro alle Olimpiadi, tutte vinte insieme a Venus, una Federation Cup e due Hopman Cup.
Con un montepremi in denaro di oltre 94 milioni di dollari[15] è la tennista ad aver guadagnato di più nella storia di questo sport. In virtù dei successi ottenuti e dei contratti di sponsorizzazione, sia nel 2016 che nel 2017 è risultata essere l'atleta donna più pagata dell'anno, ha conseguito quattro volte la vittoria del prestigioso Laureus Sportswoman of the Year Award, mentre nel 2015 la rivista Sports Illustrated l'ha consacrata atleta dell'anno.


#4 Monica Seles (nata Monika Selešungh. Mónika SzelesNovi Sad2 dicembre 1973) è un'ex tennista jugoslava con cittadinanza ungherese naturalizzata statunitense.
Considerata una delle tenniste più forti della storia,[1][2] nel corso della sua carriera è stata numero uno del ranking WTA per 178 settimane, vincendo in tutto 53 titoli WTA in singolare (tra cui 9 tornei del Grande Slam e 3 WTA Championships) e 6 in doppio. Ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Sydney 2000 grazie al successo contro la serba Jelena Dokić, aggiudicandosi inoltre tre volte la Fed Cup con gli Stati Uniti nel 19961999 e nel 2000. Negli anni Novanta fu protagonista insieme a Steffi Graf di un'accesa rivalità tennistica. Nel 1993 fu vittima al torneo di Amburgo di un'aggressione da parte di un tifoso morboso di Graf che la pugnalò alla schiena, provocandole una ferita non troppo grave (profonda circa un centimetro e mezzo) che le procurò tuttavia degli effetti psicologici devastanti tanto da pregiudicarle il resto della carriera. Rimasta lontana dal tennis dal 2003 in poi, ha annunciato ufficialmente il ritiro dalle competizioni nel 2008 all'età di 34 anni.
Nel 2007 le è stata conferita anche la cittadinanza ungherese, in quanto tale era l'origine della sua famiglia.


#5 Billie Jean King, nata Moffitt (Long Beach22 novembre 1943), è un'ex tennista statunitense. Considerata tra le migliori tenniste della storia,[1][2] ha vinto in carriera 78 titoli WTA; di questi, 12 titoli singolari, 16 titoli di doppio e 11 titoli di doppio misto sono prove del Grande Slam. È inoltre la fondatrice della Women's Tennis Association.[3]
Accesa sostenitrice della lotta al sessismo nello sport e nella società, è ricordata per l'incontro di tennis noto come battaglia dei sessi, che nel 1973, la vide sconfiggere il tennista Bobby Riggs, vincitore del singolare a Wimbledon e numero 1 al mondo tra il 1941 e il 1947.


#6 Chris Evert, all'anagrafe Christine Marie Evert (Fort Lauderdale21 dicembre 1954) è un'ex tennista e commentatrice televisiva statunitense.
Fu costantemente ai vertici del tennis mondiale negli anni settanta e ottanta (precisamente dal 1972 al 1989, anno del ritiro) e numero uno delle classifiche ufficiali per sette anni (dal 1974 al 1978 e poi nel biennio 1980-81).
Chris Evert, tra le prime ad usare il rovescio a due mani, avendo battuto campionesse come Margaret CourtVirginia Wade e Billie Jean King era già un nome prima ancora di entrare nel circuito professionistico. Nel 1974 la conquista a soli diciannove anni del Roland Garros diede il via a una delle più lunghe serie di successi della storia del tennis: 154 titoli vinti nel singolare, di cui diciotto sono prove del Grande Slam (sette Open di Francia, sei US Open, tre Wimbledon e due Australian Open); nel suo palmarès anche cinque titoli agli Internazionali d'Italia.
Nell'arco della sua quasi ventennale carriera la tennista statunitense ha vinto oltre il 90% delle gare disputate (1304 su 1448 secondo le statistiche ufficiali della WTA): la più alta percentuale in tutta la storia del tennis professionistico maschile e femminile. Altro record mai eguagliato è la sequenza di 125 vittorie consecutive sulla stessa superficie, la terra rossa, dove la Evert rimase imbattuta per sei anni, dal 1973 al 1979. La tennista statunitense, inoltre, ha vinto almeno una prova del Grande Slam per tredici anni consecutivi, dal 1974 al 1986 (anche questo è un record assoluto).[1]
Proprio in virtù dell'eccezionalità dei risultati conseguiti, la letteratura sportiva ha annoverato il nome di Chris Evert nell'albo d'oro delle più grandi campionesse di ogni epoca e disciplina.
Insieme a Martina Navrátilová, altra grande campionessa di questo sport, ha generato una delle rivalità più famose e accese della storia del tennis.


#7 Steffi Graf, all'anagrafe Stefanie Maria Graf (IPA[ˈʃtɛfiː ˈgʁa:f]Mannheim14 giugno 1969), è un'ex tennista tedesca naturalizzata statunitense, considerata da molti la migliore tennista e tra le migliori atlete della storia[1][2].
Ha al suo attivo 22 titoli del Grande Slam (terza nella classifica di tutti i tempi dietro Margaret Court e Serena Williams), un oro ed un argento olimpico e cinque WTA Finals. Atleta completa, rapida, potente e veloce, il suo colpo più forte era il celebre dritto, che le valse il soprannome di Fräulein Forehand ("Miss Dritto") e che le consentì di essere numero uno della classifica mondiale per 377 settimane complessive, un record per il tennis femminile. È, assieme a Serena Williams, tra le uniche atlete al mondo ad aver vinto, al singolare, i quattro tornei del Grande Slam, la medaglia d'oro ai Giochi olimpici estivi, il WTA Championships, la Fed Cup e la Hopman Cup.
Nel 1988 diventa la terza tennista della storia a conquistare in singolare il Grande Slam, ossia la vittoria di tutti i tornei maggiori nello stesso anno solare, e a questo risultato aggiunge, unica nella storia di questo sport (uomini compresi), l'oro olimpico nello stesso anno. Per questa impresa da lei compiuta fu coniata appositamente l'espressione Golden Slam.


#8 Suzanne Rachel Flore Lenglen (Parigi24 maggio 1899 – Parigi4 luglio 1938) è stata una tennista francese che ottenne grandi successi negli incontri femminili in Francia e Regno Unito tra il 1919 e il 1926, vincendo 25 titoli del Grande Slam tra singolare, doppio e doppio misto.
Atleta estroversa e dettatrice di mode, fu la prima celebrità femminile del tennis e una delle prime stelle internazionali dello sport femminile, soprannominata La Divine dalla stampa francesewww.bookraqs.com-1" target="_blank" rel="nofollow">[1].


#9 Martina Hingis (Košice30 settembre 1980) è un'allenatrice di tennis ed ex tennista slovacca naturalizzata svizzera.
Raggiunse il successo nel periodo di transizione tra il tramonto della Graf e la futura ascesa delle sorelle Williams[1]. In carriera si è aggiudicata in tutto 43 titoli WTA in singolare e 64 in doppio, compresi 25 tornei del Grande Slam (5 in singolare, 13 in doppio e 7 in doppio misto). All'età di 16 anni, nel 1997, fu la più giovane tennista della storia a vincere Wimbledon e diventare numero uno del mondo, nonché uno dei più grandi talenti tennistici femminili degli anni 90[2].
Vittima di diversi infortuni e delle forti pressioni psicologiche sulle sue aspettative di carriera unite alla giovane età da debuttante, ha annunciato un primo ritiro nel 2003 a soli 23 anni, per poi tornare alle competizioni due anni dopo e ritirarsi di nuovo nel 2007, dedicandosi in seguito al mestiere di coach e di capitano della squadra svizzera di Fed Cup. Nel 2013, anno in cui è stata introdotta nell'International Tennis Hall of Fame,[3] rientra nel tennis professionistico cimentandosi però solo nel doppio e nel doppio misto. Ha ottenuto in entrambe le specialità il Career Grand Slam, vincendo almeno una volta tutti e quattro i tornei dello Slam.
In singolare non è riuscita ad aggiudicarsi il Grande Slam per le due sconfitte nelle finali al Roland Garros: la prima (vinta da Iva Majoli) nel 1997, anno in cui Hingis ha vinto gli altri tre Slam, e la seconda nel 1999 (vinta da Steffi Graf). È stata aspramente criticata per il modo in cui sono maturate queste sconfitte a Parigi, per un ginocchio menomato da una caduta a cavallo alla vigilia del torneo nel 1997 e per il cedimento nervoso durante la finale del 1999.[4][5] Si è definitivamente ritirata dall'agonismo alla fine della stagione 2017, quando era ancora la numero uno al mondo in doppio.[6]


#10 Lindsay Ann Davenport Leach (Palos Verdes8 giugno 1976) è un'allenatrice di tennis ed ex tennista statunitense.
Durante la sua carriera ha vinto 55 titoli WTA in singolare, tra cui tre prove dello Slam (US Open 1998Wimbledon 1999Australian Open 2000) e la medaglia d'oro olimpica ad Atlanta 1996. L'unico Slam in cui non ha mai disputato una finale è l'Open di Francia, dove vanta una semifinale raggiunta nel 1998 e altri tre quarti di finale. In doppio, invece, ha vinto 38 titoli WTA, tra cui altri tre tornei del Grande Slam.
Ha raggiunto la prima posizione del ranking WTA sia in singolare che in doppio, rispettivamente, il 12 ottobre 1998 e il 20 ottobre 1997. Inoltre, è una delle quattro donne che, dal 1975, hanno chiuso l'anno da numero 1 del mondo in singolare almeno quattro volte; le altre sono Chris EvertSteffi Graf e Martina Navrátilová.
Nel 2014 è stata inserita nella International Tennis Hall of Fame.[1][2][3]


#11 Sarah Virginia Wade (Bournemouth10 luglio 1945) è un'ex tennista e telecronista sportiva britannica.
In carriera ha vinto 55 titoli, di cui tre nel Grande Slam: gli US Open del 1968, gli Australian Open del 1972 e, titolo più importante da lei vinto, il Torneo di Wimbledon del 1977: era l'anno del centenario dei Championships ed il 25º anniversario di regno della Regina Elisabetta. Dopo aver battuto in semifinale la campionessa uscente Chris Evert, in finale sconfisse l'olandese Betty Stöve.
Nel 1989 è stata inserita nell'International Tennis Hall of Fame.


#12 Maríja Júr’evna Šarápova, romanizzato Maria Sharapova[1] (in russo: Мари́я Ю́рьевна Шара́пова? ascolta[?·info]Njagan'19 aprile 1987), è un'imprenditrice ed ex tennista russa. Soprannominata La Tigre Siberiana,[2][3] è considerata una delle tenniste più forti della sua generazione.[4][5]
In carriera ha vinto cinque tornei del Grande Slam: un Australian Open, due Roland Garros, un Wimbledon, conquistato a soli 17 anni, e uno US Open, diventando quindi una delle dieci giocatrici della storia ad avere completato il Career Grand Slam, traguardo raggiunto il 9 giugno 2012 con la vittoria del suo primo Roland Garros.[6] Oltre a ciò vanta 36 tornei in singolare, tra cui le WTA Finals nel 2004, e dodici tornei di categoria Premier.
Ha occupato la prima posizione del ranking mondiale in singolare in cinque diverse occasioni, per un totale di 21 settimane, diventando la prima tennista di origine russa della storia a guidare la vetta della classifica. È diventata numero uno per la prima volta a 18 anni il 22 agosto 2005 e per l'ultima volta nel luglio 2012.[7][8][9] Ha conseguito per cinque volte l'ESPY Award come miglior tennista (2005, 2007, 2008, 2012 e 2014).[10][11][12]
Nel 2012 si è aggiudicata la medaglia d'argento in singolare alle Olimpiadi di Londra, nella sua unica Olimpiade giocata.[13][14] Nel suo palmarès figurano anche tre titoli di doppio. Malgrado i numerosi infortuni è stata una delle giocatrici più longeve del circuito femminile, avendo vinto almeno un torneo in singolare per tredici anni consecutivi (un anno in meno rispetto alle sole Steffi GrafMartina Navrátilová e Chris Evert). Unica vittoria assente nel suo palmarès è quella in Fed Cup, dove si è spinta fino in finale nel 2015.[15][16]
Nel giugno 2016, a causa di un controllo antidoping fallito nel mese di gennaio, è stata squalificata per due anni dall'ITF, pena ridotta a un anno e tre mesi dopo il ricorso in appello della tennista. Si è ritirata dal tennis il 26 febbraio 2020, all'età di 32 anni.[17]
Eccelleva nel circuito femminile per l'aggressività del suo stile di gioco e soprattutto per forza mentale e spirito competitivo. Molti commentatori e leggende del passato, come Monica Seles e John McEnroe, hanno notato questo aspetto e l'hanno definita una delle «sportive più competitive di sempre».[18][19] È stata, per undici anni consecutivi, dal 2004 al 2015, l'atleta donna più pagata al mondo.[20] È la quarta tennista della storia, dietro alle sorelle Williams e Halep nella graduatoria dei guadagni ottenuti in carriera tramite i montepremi: 38 milioni di dollari.[21]


#13 Lea Pericoli (Milano22 marzo 1935) è un'ex tennistaconduttrice televisivatelecronista sportiva e giornalista italiana.
In coppia con Silvana Lazzarino è stata cinque volte finalista nel doppio agli Internazionali d'Italia. Al Roland Garros è entrata quattro volte negli ottavi di finale nel singolare ed è stata una volta semifinalista sia nel doppio (con Silvana Lazzarino) che nel doppio misto (con Antonio Palafox). A Wimbledon è entrata tre volte negli ottavi di finale nel singolare, una volta nei quarti di finale nel doppio (con la Lazzarino) e due volte nel doppio misto (con Orlando Sirola e con Palafox). Detiene il record del maggior numero di titoli vinti ai Campionati italiani assoluti di tennis, ventisette, ritirandosi a quarant'anni come campionessa in carica in tutte e tre le specialità.
Per la sua eleganza, sia in campo che fuori, Lea Pericoli è stata soprannominata "la Divina" dal giornalista sportivo specializzato Gianni Clerici[1].


https://www.google.com/search?q=le+pi%C3%B9+grandi+tenniste+della+storia&sxsrf=APwXEdeB2VMThO1HUbheOzYGHx5Ghqd5Bg%3A1687851104941&ei=YJCaZLSCOd-E9u8PvoiB-Ac&oq=le+pi%C3%B9+grandi+tenniste&gs_lcp=Cgxnd3Mtd2l6LXNlcnAQARgAMgUIABCABDIGCAAQFhAeOgcIIxCKBRAnOgQIIxAnOgsILhCKBRCxAxCDAToLCAAQgAQQsQMQgwE6BQguEIAEOggILhCABBCxAzoRCC4QgAQQsQMQgwEQxwEQ0QM6BwgAEIoFEEM6CggAEIoFELEDEEM6EQguEIoFELEDEIMBEMcBEK8BOg0ILhCKBRCxAxCDARBDOgcILhCKBRBDOggIABCABBCxAzoUCC4QgAQQsQMQgwEQxwEQrwEQmAU6CggAEIAEEBQQhwI6CAgAEBYQHhAPSgQIQRgAUABYkSVgpjhoAHABeACAAasCiAGsHZIBBjAuMTguNJgBAKABAcABAQ&sclient=gws-wiz-serp
Ceza
Ceza
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 363
Località : Mortara (PV)
Data d'iscrizione : 21.06.21

Profilo giocatore
Località: Mortara (PV)
Livello: NC
Racchetta: PK Black Ace 100 Yonex Vcore pro 2022 100/300 Prince 107G

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty Re: I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Mar 27 Giu 2023 - 13:00
Ti faccio i miei più vivi complimenti per l'esaustiva esposizione. Non sono molto d'accordo sul podio. Premesso che i fab3 sono talmente unici nel loro genere da meritare di condividere il gradino più alto ma se proprio proprio devo scegliere metterei Federer. E' stato il primo a portare l'asticella così in alto nell'era open. Io sono fermamente convinto che se non fosse esistito i suoi avversari non sarebbero stati spronati a portarsi a quei "livelli" per stare al suo passo e la distribuzione dei titoli slam non sarebbe stato l'oligopolio degli ultimi vent'anni, hanno lasciato indietro solo qualche briciola! Inoltre è stato il più vincente sulla superficie più tecnica e difficile in assoluto! Senza contare che giocava in "pantofole", correva la metà eppure li metteva in riga tutti! Se uno si basasse solo sui titoli Maradona sarebbe uno dei calciatori meno vincenti di qualsiasi campionato europeo o sudamericano (e anche di altri) eppure...
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 20803
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty Re: I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Mer 28 Giu 2023 - 0:16
E comunque ho lasciato fuori giocatori non di minore importanza....
Jimbo77
Jimbo77
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 636
Località : Milano
Data d'iscrizione : 17.07.18

Profilo giocatore
Località:
Livello: tra Federer e Sampras
Racchetta: Prince ATS Tour 100P - Prince Phantom 107G - Prince POG 110 - Prince POG 90 - Fischer Vacuum Pro 90

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty Re: I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Mer 28 Giu 2023 - 0:51
non entro nel merito della classifica maschile ma per le donne per me c'è la Graf e poi le altre. E' stata l'unica giocatrice a catturare la mia attenzione e a farmi seguire ogni sua partita (ed ero giovane ai tempi). il suo tennis era ed è per me stupendo: dritto potente (potentissimo) e rovescio in back. e poi, tanto per dirne una, giocava con una racchetta mitica. Scusate la botta di romanticismo.
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 20803
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty Re: I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Mer 28 Giu 2023 - 9:24
Jimbo77 ha scritto:non entro nel merito della classifica maschile ma per le donne per me c'è la Graf e poi le altre. E' stata l'unica giocatrice a catturare la mia attenzione e a farmi seguire ogni sua partita (ed ero giovane ai tempi). il suo tennis era ed è per me stupendo: dritto potente (potentissimo) e rovescio in back. e poi, tanto per dirne una, giocava con una racchetta mitica. Scusate la botta di romanticismo.
per me in assoluto la Navratilova...  Cool anche per la racchetta...
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 20803
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty Re: I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Mer 28 Giu 2023 - 9:35
altri a seguire... 

Thomas Muster (Leibnitz2 ottobre 1967) è un allenatore di tennis ed ex tennista austriaco, ex numero 1 del ranking mondiale.
Nella sua carriera ha vinto un titolo del Grande Slam, il Roland Garros 1995, 44 tornei ATP in singolare, di cui 8 della Master Series ed uno in doppio. È stato numero 1 del mondo in due occasioni: la prima, per appena una settimana, dal 12 al 18 febbraio 1996 e la seconda, dopo un intervallo di tre settimane di Pete Sampras, per cinque settimane, dall'11 marzo al 14 aprile 1996. Detiene il record assoluto di titoli in singolare della categoria ATP International Series/ATP Tour 250 con 26 titoli.
Dati i suoi numerosi successi sulla terra rossa, era soprannominato "The King of Clay" (il re della terra rossa).
 
Roscoe Tanner (Chattanooga15 ottobre 1951) è un ex tennista statunitense.
Detto anche "il bombardiere di Chattanooga" per la potenza devastante del suo servizio da mancino. Vinse gli Australian Open nel 1977 e perse in finale da Björn Borg a Wimbledon nel 1979. Proprio nel 1979 Tanner conquistò il suo miglior risultato in classifica ATP: 4º. Conta in tutto sedici titoli da singolo e tredici in doppio. Nel 2005 ha scritto la sua biografia.
 
Vytautas Kevin Gerulaitis, detto Vitas (Brooklyn26 luglio 1954 – Southampton17 settembre 1994), è stato un tennista statunitense, che ha vinto gli Australian Open nel 1977, sconfiggendo in 5 set in finale l'inglese John Lloyd, futuro marito della grande Chris Evert.


Guillermo Vilas (Mar del Plata17 agosto 1952) è un ex tennista argentino.
È il tennista con il maggior numero di vittorie su terra battuta nell'era open con 681 partite vinte, il sesto tennista con il maggior numero di partite vinte, 951, e il nono per numero di titoli ATP vinti, 62. Ha vinto 4 tornei del Grande Slam e 1 ATP Finals. È stato nº 1 del Grand Prix, circuito ufficiale dell'ITF, nelle stagioni 19741975 e 1977. La rivista World Tennis, l'Agence France-Presse e l'autore Michel Sutter, tra le altre classifiche specializzate, l'hanno catalogato come nº 1 mondiale dell'anno 1977[2][3]. Arrivò al nº 2 del ranking ATP il 30 aprile 1975, posizione che occupò per 83 settimane. È stato inserito nell'International Tennis Hall of Fame nel 1991.
 
Ilie Năstase (Bucarest19 luglio 1946) è un ex tennista e politico rumeno, vincitore degli US Open e del Roland Garros ed ex numero 1 del ranking del mondiale del tennis.


Adriano Panatta (Roma9 luglio 1950) è un ex tennistasaggistaopinionista, ex pilota motonautico italiano.
Tra i migliori tennisti italiani di sempre,[2] nel suo palmarès vanta 10 tornei del circuito maggiore in singolare su 26 finali disputate, oltre a 18 titoli in doppio su 29 finali.
Nel 1976, il suo anno magico, trionfò in singolare agli Internazionali d'Italia e al Roland Garros, unico tennista italiano ad aver centrato l'accoppiata nella stessa stagione e, in era Open, ad aver conquistato una prova del Grande Slam. Nello stesso anno contribuì, inoltre, all'unica, storica, vittoria della Coppa Davis da parte della nazionale italiana. È stato numero 4 del mondo nell'agosto del 1976, miglior classifica ATP mai raggiunta in singolare da un tennista italiano dall'introduzione del sistema di calcolo computerizzato, ed è stato numero 1 italiano per un totale di 284 settimane.
Unico tennista italiano ad aver conquistato due titoli di categoria equipollente all'attuale ATP Masters 1000 in singolare, nel 1975 diventò il primo italiano a essersi qualificato per un'edizione delle finali di singolare maschile del Masters.
È stato l'unico giocatore al mondo in grado di sconfiggere al Roland Garros il sei volte campione del torneo Björn Borg.
Vinse per sei anni consecutivi il titolo ai Campionati italiani assoluti, dal 1970 al 1975.
Nel 1980, insieme a Paolo Bertolucci, si aggiudicò il torneo di doppio a Monte Carlo, unico titolo conquistato nell'era Open da una coppia italiana nel torneo del Principato.
 
Patrick Hart Cash (Melbourne27 maggio 1965) è un allenatore di tennis ed ex tennista australiano, vincitore di Wimbledon nel 1987. Nel circuito maggiore ha vinto in totale 6 titoli in singolare e 11 in doppio, oltre a due edizioni della Coppa Davis nel 1983 e nel 1986. I suoi migliori ranking ATP sono stati il 4º in singolare nel maggio 1988 e il 6º in doppio nell'agosto 1984.


Yannick Noah (Sedan18 maggio 1960) è un allenatore di tennis, ex tennista e cantante francese.
In carriera si è aggiudicato in tutto 23 tornei ATP in singolare e 13 in doppio, vincendo il Roland Garros in entrambe le discipline rispettivamente nel 1983 e nel 1984. È stato numero tre del mondo in singolare nel luglio 1986 raggiungendo, nello stesso anno, anche la vetta della classifica mondiale di doppio. È tutt'oggi il tennista francese più vincente di sempre, nonché l'ultimo ad essersi aggiudicato un torneo del Grande Slam. Si è ritirato nel 1991, all'età di 31 anni.
Padre del cestista NBA Joakim Noah, centro dei Chicago Bulls dal 2007 al 2016, nel 2005 Noah è stato inserito nella International Tennis Hall of Fame, nono francese a ottenere questo onore. È stato anche consulente psicologico della nazionale camerunese di calcio e di Amélie Mauresmo.
 
Henri Leconte (Lillers4 luglio 1963) è un ex tennista francese.

Sergi Bruguera (Barcellona16 gennaio 1971) è un allenatore di tennis ed ex tennista spagnolo, vincitore per due volte del Roland Garros.
Luchino 67
Luchino 67
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2518
Età : 57
Data d'iscrizione : 05.02.13

Profilo giocatore
Località: Reggio Emilia
Livello: Me la cavo bene a rete
Racchetta: Prince Rebel 98 exo3 Prince Tour 100 O3 310 Prince Tour 100P 2022

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty Re: I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Mer 28 Giu 2023 - 12:08
Non citare Andy Murray, mi sembra una grave mancanza  No No
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 20803
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty Re: I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Mer 28 Giu 2023 - 12:14
Luchino 67 ha scritto:Non citare Andy Murray, mi sembra una grave mancanza  No  No
affraid  vero! .... ma mi sta antipatico  Very Happy
Jimbo77
Jimbo77
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 636
Località : Milano
Data d'iscrizione : 17.07.18

Profilo giocatore
Località:
Livello: tra Federer e Sampras
Racchetta: Prince ATS Tour 100P - Prince Phantom 107G - Prince POG 110 - Prince POG 90 - Fischer Vacuum Pro 90

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty Re: I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Gio 29 Giu 2023 - 2:36
Ma Becker e Edberg?
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 20803
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi Empty Re: I 13 migliori giocatori di tennis di tutti i tempi

Gio 29 Giu 2023 - 11:25
Jimbo77 ha scritto:Ma Becker e Edberg?
se ne faranno una ragione  Very Happy
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.