Passionetennis - Il portale del tennista
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Accedi
Articoli suggeriti
Scarpe: Tennis VS Badminton
Ultimi argomenti attivi
Head anni 90Ieri alle 6:56Eiffel59
Multifilo progressivoSab 4 Feb 2023 - 21:31drichichi
PresentazioneSab 4 Feb 2023 - 21:02drichichi
Mantis PS 315 Sab 4 Feb 2023 - 17:32rogermaestro555




Ultime dal mercatino
Link Amici

Andare in basso
ciabo18
ciabo18
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 24.06.21

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Prince ats tour 100 290, Pure drive 2015, Ezone 2022

Sovratensionamento delle prime verticali Empty Sovratensionamento delle prime verticali

Ven 2 Dic 2022 - 14:59
Salve a tutti mi piacerebbe avere delle opinioni su questo tread che ho trovato su TW in cui si parla di un problema di tensione sulle prime verticali. 
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Per chi non mastica molto l'inglese faccio un sunto. Il creatore del post chiede se c'è qualcuno e se ha senso tensionare le prime 2-4 verticali ad un 5-10% in più. Di fatto lui riscontra una tensione più bassa su di esse rispetto alle successive e questo è facilmente verificabile "suonando" le corde che hanno frequenze ben diverse. Ovviamente non so la qualifica di coloro che hanno risposto ma sicuramente c'è molta confusione. Le risposte infatti sono le più disparate:
1) No, non serve e non è corretto tensionarle di più. A sostegno di queste risposte ci sono molte motivazioni tra le quali, errori tecnici sull'inizio delle verticali; tensionare due corde insieme (yusuki method?) crea problemi; le corde centrali sono più lunghe quindi risulteranno sempre più basse di tensione; inutile tanto poi alla fine il piatto si uniformerà ad una certa tensione; inutile tanto nessuno sentirà la differenza
2) Si è corretto e utile. A sostegno di queste risposte le seguenti motivazioni. Si raggiunge uno sweetspot più grande avendo una tensione delle verticali uniforme; il piatto raggiunge una tensione più vicina a quella desiderata; si rimedia alla perdita di tensione dovuta alla lunghezza delle prime verticali; si rimedia alle imprecisioni di inizio dell'incordatura.
Ci sono poi riferimenti al JET method (che proverò prima o poi)
Sarei curioso di sapere cosa ne pensate. Di fatto andando ad ascoltare corda per corda una volta terminate le verticali avverto spesso anche io questo problema con le prime 4 verticali abbastanza sotto tono e man mano che vado verso l'esterno il tono aumenta. Riflettendoci un po le prime cose da analizzare dal mio punto di vista sono tecnica e tempi incordatura e poi la qualità della macchina con cui si incorda
Spero in un intervento chiarificatore di uno dei tanti professionisti presenti nel forum
johnnyyo
johnnyyo
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1059
Località : Emilia Romagna
Data d'iscrizione : 24.01.12

Profilo giocatore
Località: Emilia Romagna
Livello: 3.4 FIT
Racchetta: -

Sovratensionamento delle prime verticali Empty Re: Sovratensionamento delle prime verticali

Ven 2 Dic 2022 - 15:21
Ciao, non sono un professionista (e non ti darò una risposta Smile), ma sono sempre questioni molto interessanti che ciclicamente mi pongo anch'io.
La risposta più convincente, per me, è banalmente osservare ciò che fanno i professionisti più esperti ed ho sempre visto incordare racchette in modo "classico" (nel senso di non aumentare la tensione nelle prime verticali); incluse le racchette fatte ai professionisti che disputano ogni anno un Challenger nel mio circolo.

Poi non escludo che qualcuno richieda incordature "progressive" (cioè calando gradualmente la tensione verso le corde più esterne), così come non escludo che possano esserci effettivi benefici, ma ciò che vedo è che sembra una pratica abbastanza di nicchia.

Comunque buon punto e mi accodo nell'attendere il parere degli esperti =)
Federgabry
Federgabry
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 71
Località : Cesena
Data d'iscrizione : 11.01.22

Sovratensionamento delle prime verticali Empty Re: Sovratensionamento delle prime verticali

Ven 2 Dic 2022 - 16:07
Io personalmente ho fatto alcuni esperimenti e provato anche i vari metodi proposti dagli esperti del settore,  alla fine secondo me dipende molto anche da giocatore a giocatore,  nel senso che ognuno di noi poi  percepisce delle sensazioni personali durante il gioco che non si possono generalizzare e che quindi non può essere una regola valida per tutti.
Alla fine  ho fatto mie alcune considerazioni,  e cmq il primo metodo da te descritto è quello più utilizzato e  che forse va bene a tutti .
Cmq lascio la parola agli esperti , anche se le prime volte che incordavo ho per errore saltato un passaggio  nell'incrocio delle orizzontali e la racchetta andava così bene che ci ho giocato, e fatta provare per curiosità  senza dire nulla,  andava così bene che mi dispiaceva tagliare 🤣🤣
Eiffel59
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 67766
Età : 64
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Sovratensionamento delle prime verticali Empty Re: Sovratensionamento delle prime verticali

Ven 2 Dic 2022 - 18:27
Giocare bene (o credere di farlo) pur sbagliando incordatura può magari funzionare per quel giocatore ma non è una ragione per farlo scientemente. Trazionare le due centrali insieme serve solo per suddividere lo sforzo, no è una messa in tensione, visto che la corda va ritrazionata poi singolarmente. Alla fine delle verticali dopo aver annodato si equalizza il tutto agendo con i pollici sulle corde.
Federgabry
Federgabry
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 71
Località : Cesena
Data d'iscrizione : 11.01.22

Sovratensionamento delle prime verticali Empty Re: Sovratensionamento delle prime verticali

Ven 2 Dic 2022 - 18:55
Concordo pienamente!!
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.