Passionetennis - Il portale del tennista
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Passionetennis - Il portale del tennistaAccedi











sfogo del neofita

power_settings_newAccedi per rispondere
+6
Dagoberto
kingkongy
drichichi
mattiaajduetre
piccolit
taglia1964
10 partecipanti

descriptionsfogo del neofita - Pagina 2 Emptysfogo del neofita

more_horiz
Promemoria primo messaggio :

Piccolo sfogo.
Cheppalle, dopo mesi e mesi di corso collettivo sto facendo le prime partite (livello infimo, naturalmente) e mi ritrovo ancora a non tenere il palleggio in partita e perdere malamente contro amatori che non hanno mai visto un maestro di tennis. Mentre io ogni settimana ero sul campo a fare cesti, tergicristallo, servizi ed altro.
La partita mi crea tensione, giocare per il punto mi mette ansia. E la tensione cresce anche quelle rare volte che il palleggio si allunga: ad ogni colpo sento una voce dentro che mi dice “non sbagliare, non fare cazzate, se sbagli questo colpo fai una figura di merda colossale”, mentre la voce dovrebbe dirmi “prepara l’impugnatura, apri, affiancati…” .
Quando gioco, anche in allenamento ma soprattutto in partita, impiego 10 volte l’energia psico-fisica veramente necessaria, finendo stremato dopo 30 minuti. In partita, naturalmente, poi tutto peggiora. Il servizio, già scarso, diventa pessimo. Dritto e rovescio incerti e tremolanti. Ogni volta che provo a spingere un pochettino, finisco per tirare sul telone. Il campo dell’avversario diventa minuscolo, il mio una prateria infinita. Mi sembra di perdere lucidità, non fare nulla di quello che andrebbe fatto: non sono presente mentalmente, non ragiono, non faccio l’apertura, non sono neppure certo di tenere l’impugnatura corretta… completamente annebbiato!
Vedo gente che ha preso una manciata di lezioni battermi agevolmente e questo mi deprime non poco. E naturalmente è un circolo vizioso: più perdo malamente, più mi deprimo, più mi deprimo, più gioco male…
Per uscirne non vedo altra strada che continuare a giocare e continuare a seguire le lezioni, sperando di crescere tecnicamente e, contemporaneamente, abituarmi al clima partita. Nel breve termine vorrei pormi dei micro-obiettivi: nella prossima partita l’obiettivo potrebbe essere semplicemente ricordarmi di aprire per tempo e concludere il movimento nel modo corretto, in ogni colpo.
Comunque, che sport di merda…

descriptionsfogo del neofita - Pagina 2 EmptyRe: sfogo del neofita

more_horiz
Breve aggiornamento.
La mia situazione sta migliorando. Ho un nuovo istruttore che mi sta reimpostando completamente, dandomi una impostazione diversa, credo più moderna (semi open) rispetto a quanto fatto in precedenza (closed). C'è molta più attenzione alle varie fasi del colpo, dallo split step alla chiusura: l'istruttore tiene molto al fatto che io pensi, se voglio anche ad alta voce, a tutte le fasi... split step, apertura, movimento del braccio, chiusura sulla spalla... Negli allenamenti non ci sono partitelle, o scambi feroci, come avveniva prima, ma per ora solo tecnica e qualche palleggio con il Maestro, durante il quale la cosa più importante è sempre dimostrare di pensare ed eseguire le fasi del colpo, giocando PIANO e cercando di tenere il RITMO dettato dal Maestro. Nelle partitelle che sto facendo con gli amici in questi giorni cerco di mantenere la stessa filosofia: pensare alle fasi del colpo e non a tirare a mille, tenere il palleggio e non cercare di fare punto in ogni momento. Inoltre, rivolgendo il pensiero alla tecnica e non al punteggio, gioco molto più rilassato.
Tranne un paio di giorni fa quando chissà perché ho fatto un passo indietro, ritornando a giocare ad cazzum e perdendo in modo vergognoso!!!! A mente lucida ho capito che tornavo a fare gli stessi vecchi errori: non pensavo a compiere tutti i movimenti corretti per il colpo, ma cercavo di tirare forte, di fare il vincente... E' evidente che in questo momento devo concentrarmi su altri aspetti, piuttosto che sul fare punto.
Grazie, ciao.

descriptionsfogo del neofita - Pagina 2 EmptyRe: sfogo del neofita

more_horiz
fiulin ha scritto:
Breve aggiornamento.
La mia situazione sta migliorando. Ho un nuovo istruttore che mi sta reimpostando completamente, dandomi una impostazione diversa, credo più moderna (semi open) rispetto a quanto fatto in precedenza (closed). C'è molta più attenzione alle varie fasi del colpo, dallo split step alla chiusura: l'istruttore tiene molto al fatto che io pensi, se voglio anche ad alta voce, a tutte le fasi... split step, apertura, movimento del braccio, chiusura sulla spalla... Negli allenamenti non ci sono partitelle, o scambi feroci, come avveniva prima, ma per ora solo tecnica e qualche palleggio con il Maestro, durante il quale la cosa più importante è sempre dimostrare di pensare ed eseguire le fasi del colpo, giocando PIANO e cercando di tenere il RITMO dettato dal Maestro. Nelle partitelle che sto facendo con gli amici in questi giorni cerco di mantenere la stessa filosofia: pensare alle fasi del colpo e non a tirare a mille, tenere il palleggio e non cercare di fare punto in ogni momento. Inoltre, rivolgendo il pensiero alla tecnica e non al punteggio, gioco molto più rilassato.
Tranne un paio di giorni fa quando chissà perché ho fatto un passo indietro, ritornando a giocare ad cazzum e perdendo in modo vergognoso!!!! A mente lucida ho capito che tornavo a fare gli stessi vecchi errori: non pensavo a compiere tutti i movimenti corretti per il colpo, ma cercavo di tirare forte, di fare il vincente... E' evidente che in questo momento devo concentrarmi su altri aspetti, piuttosto che sul fare punto.
Grazie, ciao.

Ottimo

descriptionsfogo del neofita - Pagina 2 EmptyRe: sfogo del neofita

more_horiz
fiulin ha scritto:
Breve aggiornamento.
La mia situazione sta migliorando. Ho un nuovo istruttore che mi sta reimpostando completamente, dandomi una impostazione diversa, credo più moderna (semi open) rispetto a quanto fatto in precedenza (closed). C'è molta più attenzione alle varie fasi del colpo, dallo split step alla chiusura: l'istruttore tiene molto al fatto che io pensi, se voglio anche ad alta voce, a tutte le fasi... split step, apertura, movimento del braccio, chiusura sulla spalla... Negli allenamenti non ci sono partitelle, o scambi feroci, come avveniva prima, ma per ora solo tecnica e qualche palleggio con il Maestro, durante il quale la cosa più importante è sempre dimostrare di pensare ed eseguire le fasi del colpo, giocando PIANO e cercando di tenere il RITMO dettato dal Maestro. Nelle partitelle che sto facendo con gli amici in questi giorni cerco di mantenere la stessa filosofia: pensare alle fasi del colpo e non a tirare a mille, tenere il palleggio e non cercare di fare punto in ogni momento. Inoltre, rivolgendo il pensiero alla tecnica e non al punteggio, gioco molto più rilassato.
Tranne un paio di giorni fa quando chissà perché ho fatto un passo indietro, ritornando a giocare ad cazzum e perdendo in modo vergognoso!!!! A mente lucida ho capito che tornavo a fare gli stessi vecchi errori: non pensavo a compiere tutti i movimenti corretti per il colpo, ma cercavo di tirare forte, di fare il vincente... E' evidente che in questo momento devo concentrarmi su altri aspetti, piuttosto che sul fare punto.
Grazie, ciao.


E, consiglio non richiesto, metti da parte in fretta l' incazzatura per le sconfitte: arriveranno a pioggia... ma la strada di procedere a consolidare la tecnica è l' unica che ti darà una base solida. Io ci ho perso 2 anni, passati i 35, per capirlo...certo che quel maestro che ti faceva fare partite tirate, boh... Buon percorso.

descriptionsfogo del neofita - Pagina 2 EmptyRe: sfogo del neofita

more_horiz
[quote="fiulin"]Breve aggiornamento.
La mia situazione sta migliorando. Ho un nuovo istruttore che mi sta reimpostando completamente, dandomi una impostazione diversa, credo più moderna (semi open) rispetto a quanto fatto in precedenza (closed). C'è molta più attenzione alle varie fasi del colpo, dallo split step alla chiusura: l'istruttore tiene molto al fatto che io pensi, se voglio anche ad alta voce, a tutte le fasi... split step, apertura, movimento del braccio, chiusura sulla spalla... Negli allenamenti non ci sono partitelle, o scambi feroci, come avveniva prima, ma per ora solo tecnica e qualche palleggio con il Maestro, durante il quale la cosa più importante è sempre dimostrare di pensare ed eseguire le fasi del colpo, giocando PIANO e cercando di tenere il RITMO dettato dal Maestro. Nelle partitelle che sto facendo con gli amici in questi giorni cerco di mantenere la stessa filosofia: pensare alle fasi del colpo e non a tirare a mille, tenere il palleggio e non cercare di fare punto in ogni momento. Inoltre, rivolgendo il pensiero alla tecnica e non al punteggio, gioco molto più rilassato.
Tranne un paio di giorni fa quando chissà perché ho fatto un passo indietro, ritornando a giocare ad cazzum e perdendo in modo vergognoso!!!! A mente lucida ho capito che tornavo a fare gli stessi vecchi errori: non pensavo a compiere tutti i movimenti corretti per il colpo, ma cercavo di tirare forte, di fare il vincente... E' evidente che in questo momento devo concentrarmi su altri aspetti, piuttosto che sul fare punto.
Grazie, [/quote]
[quote]Ottimo!
il prossimo step sarà esplorare l’open stance
discorso pensare: sarà più un automatizzare immagino.
ciao ciao[/quote]
privacy_tip Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
power_settings_newAccedi per rispondere