Passionetennis - Il portale del tennista
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Accedi
Ultimi argomenti attivi
quale PrinceIeri alle 17:048z
Pure aero 2023Sab 13 Ago 2022 - 11:39Eiffel59
Cambio RacchettaSab 13 Ago 2022 - 11:28Eiffel59
RPM HURRICANE PURE AERO VSSab 13 Ago 2022 - 9:23maxpump
rpm blast e rpm team Sab 13 Ago 2022 - 5:10Eiffel59
DUNLOP SX 300 '22Sab 13 Ago 2022 - 1:45Ale2021
Yonex vcore pro 97 310 2021Ven 12 Ago 2022 - 20:55Pat75
Head Boom ProVen 12 Ago 2022 - 17:44266
jannik sinnerVen 12 Ago 2022 - 13:16andyvakgj
Head Extreme 2022Ven 12 Ago 2022 - 12:17Eiffel59
HEAD PRESTIGE MP LVen 12 Ago 2022 - 12:02Eiffel59
corde per yonex vcore 98Ven 12 Ago 2022 - 10:09Zeus


Ultime dal mercatino
Andare in basso
Jacopo28
Jacopo28
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 30.08.19

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 1:39
Ciao a tutti, 
innanzitutto essendo nuovo faccio una brevissima presentazione: sono un agonista classifica 3.5 di 27 anni, gioco con una Pure Strike 2017 piatto 98 e incordatura ibrida.

Ultimamente sto pensando di provare qualche attrezzo con uno swingweight minore. Ho un dritto molto pulito e corretto tecnicamente, abbastanza pesante, un rovescio a due mani solido ma di rimessa ed un servizio direi mediocre. 

Proprio nel dritto, dove all'inizio spingo bene e riesco a muovere velocemente la racchetta durante tutto il movimento a tergicristallo fino al finale sopra la spalla, dopo circa un oretta e mezza giocata a buon ritmo inizia a subentrare un po' di difficoltà nel far scorrere correttamente la racchetta durante il movimento...insomma la sento più pesante e difficile da manovrare in maniera rapida. 

Analizzando alcune racchette, ne ho viste 4 che potrebbero fare al mio caso (posto la foto della comparativa, con la prima a sinistra che è la mia attuale), ma mi piacerebbe conoscere anche il parere dei più esperti sia sul fatto se sia una scelta giusta da fare (ovviamente le proverei prima), sia in merito alle singole racchette da me selezionate per la prova.

Grazie

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Lucamex96
Lucamex96
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 74
Data d'iscrizione : 22.07.18

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 6:38
Non sono un esperto, però in teoria se si abbassa l'inerzia la palla dovrebbe uscirti un po' meno pesante(ma potenzialmente più veloce se riesci ad accelerare il braccio di più rispetto ad una con inerzia maggiore). La coperta è corta. Non entro in merito sulle racchette, perché non ne capisco molto Very Happy. Buonafortuna Very Happy.
Eiffel59
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 66236
Età : 63
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 7:43
Mettiamola così: se tu fossi una dodicenne in conflitto con i primi problemi ormonali avresti -forse- una giustificazione a certe scelte (soprattutto per l'ultima  Rolling Eyes ).  Se tu fossi un istruttore che deve tenere in mano lo strumento di lavoro otto ore al giorno e nel 90% dei casi a ritmi blandi pure, specie per la MXG.
Per le altre scelte però non mi viene in mente nulla di logico od accettabile per un 3.5 di 27 anni…. Twisted Evil
Jacopo28
Jacopo28
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 30.08.19

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 10:05
Eiffel59 ha scritto:Mettiamola così: se tu fossi una dodicenne in conflitto con i primi problemi ormonali avresti -forse- una giustificazione a certe scelte (soprattutto per l'ultima  Rolling Eyes ).  Se tu fossi un istruttore che deve tenere in mano lo strumento di lavoro otto ore al giorno e nel 90% dei casi a ritmi blandi pure, specie per la MXG.
Per le altre scelte però non mi viene in mente nulla di logico od accettabile per un 3.5 di 27 anni…. Twisted Evil

Grazie per il suggerimento. Che alternativa mi consigli?
avatar
manuel17787
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 283
Età : 35
Località : Treviso
Data d'iscrizione : 27.09.15

Profilo giocatore
Località: Treviso
Livello: 4.1
Racchetta: Yonex VCORE 100

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 14:12
Eiffel59 ha scritto:Mettiamola così: se tu fossi una dodicenne in conflitto con i primi problemi ormonali avresti -forse- una giustificazione a certe scelte (soprattutto per l'ultima  Rolling Eyes ).  Se tu fossi un istruttore che deve tenere in mano lo strumento di lavoro otto ore al giorno e nel 90% dei casi a ritmi blandi pure, specie per la MXG.
Per le altre scelte però non mi viene in mente nulla di logico od accettabile per un 3.5 di 27 anni…. Twisted Evil

Perchè? Troppo facili?
taglia1964
taglia1964
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 827
Data d'iscrizione : 14.06.18

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: ITR 5.5
Racchetta: WILSON BLADE 98 CV - 16 X 19 - AERO PRO 2019

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 14:33
mmm. nel movimento a tergicristallo il finale non è sopra la spalla…
3.5 senza rovescio (solido ma di rimessa… che cosa vuole dire? che la rimando senza pungere? se si è solido solo finché il tuo avversario non tira un vincente) 
detto questo, non senza vena polemica, se la racchetta che hai ti soddisfa per resa e performance, tienila, ottimizza armeggi e allena il braccio affinché tu possa giocare per tre ore senza avvertire stanchezza anomala.

non esiste racchetta che compensi l'assenza di fatica e abnegazione in allenamento. Se non ti va di faticare, accontentati di essere 3.5 nella tua regione che probabilmente vuol dire  4.2 in lazio o lombardia.

buon tennis
Jacopo28
Jacopo28
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 30.08.19

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 14:47
taglia1964 ha scritto:mmm. nel movimento a tergicristallo il finale non è sopra la spalla…
3.5 senza rovescio (solido ma di rimessa… che cosa vuole dire? che la rimando senza pungere? se si è solido solo finché il tuo avversario non tira un vincente) 
detto questo, non senza vena polemica, se la racchetta che hai ti soddisfa per resa e performance, tienila, ottimizza armeggi e allena il braccio affinché tu possa giocare per tre ore senza avvertire stanchezza anomala.

non esiste racchetta che compensi l'assenza di fatica e abnegazione in allenamento. Se non ti va di faticare, accontentati di essere 3.5 nella tua regione che probabilmente vuol dire  4.2 in lazio o lombardia.

buon tennis
Ehm...io invece senza vena polemica, ti dico che la mia regione è il Lazio  lol!  non so com'è il livello in Lombardia, io da 3.5 faccio partita pari con i pari classifica, me la gioco anche con i 3.4 ma poi dai 3.3 in giù prendo belle sberle (come è giusto che sia).

Per finale sopra la spalla mi sono espresso male, intendevo con il polso che in pronazione va ad altezza spalla e la racchetta che va a scorrere fluida dietro la schiena con la punta che guarda in basso (che è ciò che non riesco più a fare intorno alla seconda ora, "troncando" il movimento). Il rovescio solido ma di rimessa significa che a palla spinta mi appoggio bene trovando anche qualche vincente, non lo tiro a 2 km/h certo, ma su palla moscia lo carico parecchio di spin senza trovare la stessa pesantezza del dritto, di conseguenza risulta solido perché faccio meno errori rispetto al dritto dove però, spingendolo, trovo anche diversi vincenti.

Tornando alla racchetta, certamente non ne cerco una che mi faccia dimenticare l'allenamento (anzi, dedico molto tempo alla preparazione fisica e la mia classifica è data anche da quello, non certo dal talento naturale che non ho assolutamente), non volevo passasse il messaggio che non voglio faticare, credo che hai letto troppo tra le righe rispetto a quello che ho scritto (ho la fortuna/sfortuna di avere partita iva e poter dedicare al tennis 1-2 ore al giorno per tutto l'anno). Molto più semplicemente, usando una racchetta che reputo ottima ma con uno swingweight che mi sembra medio-alto rispetto alla media di categoria, cercavo di capire se potessi provare un attrezzo che mi agevolasse alla lunga distanza senza sacrificare troppo la pesantezza di palla (un minimo va comunque sacrificata, ovviamente)
taglia1964
taglia1964
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 827
Data d'iscrizione : 14.06.18

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: ITR 5.5
Racchetta: WILSON BLADE 98 CV - 16 X 19 - AERO PRO 2019

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 15:32
Bene,
veniamo quindi al dunque, il tuo dritto ha bisogno di un attrezzo "pesante" così come il tuo rovescio. Se riduci il peso sulla palla devi faticare di più con l'accelerazione. Il consiglio che ti posso dare è di conservare l'attrezzo con cui hai un feeling e di modificare lievemente i tuoi movimenti per togliere un po' di spin e far viaggiare di più la palla. la coperta è corta e giocare con il tergicristallo costa molta fatica a braccio e spalla. In sostanza se vuoi dare 60 kg di impatto ad una palla puoi usare un attrezzo con uno swingweight medio alto come il tuo ed andare ad una velicità medio alta oppure un attrezzo con con SW più basso compensando con la velocità di swing. La fatica è la stessa e in più ti cambia il timing. io non lo farei. Allenamento aerobico/ anaerobico su pettorali e potenziamento di quadricipite per spingere di più con le gambe. Attenzione a non incrementare troppo le masse muscolari che devono rimanere lunghe ed elastiche.
Se io avessi potuto dedicare 2 ore al giorno al tennis sarei un seconda alta ancora oggi pur essendo over 55. Sono invece un dipendente stipendiato che può dedicare a questo sport maledetto solamente 2 ore alla settimana e oltre 3.3/3.2 non posso arrivare (non gioco tornei over).
Jacopo28
Jacopo28
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 30.08.19

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 16:25
Partendo dalla fine, invidio (in senso positivo) e stimo allo stesso tempo chi, come te, ha nelle corde un tennis da 2.8/3.1 senza essere costretto come me a lavorare duramente sull'aspetto tecnico e fisico. Purtroppo, ho preso la mia prima racchetta a 20 anni ed ero davvero scarso...in più, sono stato impostato maluccio dal mio primo maestro, e si sa che chi è impostato male e gioca in quella maniera per 3-4 anni (come successo a me: servizio a padella, dritto frontale e piatto a tutto braccio, rovescio tutto storto e gioco a rete inesistente) poi fa il triplo della fatica a correggersi rispetto a uno che inizia da zero, specie se da bambino. In questi anni ho speso non so quante ore a settimana per correggere errori ed affinare i colpi, sono ripartito da zero, ho cambiato 4 maestri fino a trovare il mio attuale da ormai 3 anni (che ha fatto un vero miracolo), ho fatto videoanalisi, e da quest'anno ho lavorato duramente e con criterio sull'aspetto fisico, altrimenti non mi sarebbe mai stato possibile raggiungere questa classifica (ho iniziato i tornei fit lo scorso anno) ma avrei continuato a perdere partite nel TPRA. La mia unica fortuna, è stata avere una struttura fisica ed una catena muscolare abbastanza idonea per questo sport.

Detto ciò, e tornando al tema del post, direi che sei stato davvero molto chiaro ed illuminante. Sicuramente lavorerò ancora dal punto di vista fisico per riuscire a rinforzare la muscolatura in modo che possa sostenere un certo sforzo per un lungo tempo, senza rallentare la spinta. Come hai detto tu, sicuramente una racchetta più leggera mi aiuterebbe nel movimento ma, oltre alla fatica in più che dovrei fare per dare maggiore spinta (da ignorante, non credevo che 15 grammi di peso in meno fossero così influenti), mi darebbe anche meno margine di crescita. Grazie per le dritte
taglia1964
taglia1964
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 827
Data d'iscrizione : 14.06.18

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: ITR 5.5
Racchetta: WILSON BLADE 98 CV - 16 X 19 - AERO PRO 2019

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 16:44
Aggiungo che un ultravalido aiuto è dato dall'imparare a giocare in decontrazione. Decontrazione vuole dire serrare la presa sulla racchetta solamente nel momento dell'impatto rilasciando immediatamente dopo. 
Quindi: Preparazione con presa morbida accelerazione della testa della racchetta ancora con presa morbida, impatto serrato e finale con presa rilasciata. Riuscire a giocare in questo modo è molto defaticante ed è il vero segreto dei "pro". Trucchetti da adottare possono essere il far girare la racchetta dopo ogni colpo ed utilizzare bene la mano sinistra per sorreggere l'attrezzo fino alla preparazione successiva.

i muscoli devono necessariamente riposare durante lo sforzo e la decontrazione è il modo più efficace per farli riposare un po'.

buon tennis
Jacopo28
Jacopo28
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 30.08.19

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 30 Ago 2019 - 17:52
Anche quello della decontrazione è un ottimo spunto, ci provo spesso ma non è facile da attuare in quanto credo sia qualcosa anche di difficilmente esercitabile. Avevo letto in giro qualcosa riguardo ad esercizi da fare tirando il dritto tenendo la racchetta con tre dita, ma non ci ho capito molto...altrimenti che altri esercizi possono aiutare in questo senso?
Anonymous
Ospite
Ospite

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Sab 31 Ago 2019 - 11:37
Scusa, ma invece di tutti questi discorsi non fai prima a provare una racchetta che ti sembra interessante ? Solo il campo può darti le risposte che cerchi. Tutto il resto non sarà mai totalmente affidabile, perché il tennis è un mix di 7/8 cose diverse, non una o due
avatar
chicco1964
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 49
Età : 57
Località : bergamo
Data d'iscrizione : 31.12.15

Profilo giocatore
Località: Bergamo
Livello: Intermedio
Racchetta: racchetta head extreme mp

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Ven 27 Set 2019 - 10:10
Ciao io ti consiglierei la Wilson Blade 100L v7.0 MODELLO APPENA USCITO, racchetta sottovalutata ma vedo che alcuni dei miei amici di classifica l'anno provata trovando la giusta corda è uno spettacolo sopratutto se la partita va per le lunghe, la puoi personalizzare con i pesi bilanciamento ecc ecc, io la provo stasera sono gasato!!!!!, provala poi mi dirai!!!! ciao
Gipippox
Gipippox
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 279
Età : 53
Data d'iscrizione : 12.07.10

Profilo giocatore
Località: Bari
Livello: Basso
Racchetta: Head Extreme MP

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Lun 30 Set 2019 - 9:24
Alla fine qualcuno ha dato un consiglio sull'attrezzo!!! Dopo Eiffel, ovviamente...
Very Happy
Fabri789
Fabri789
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 678
Data d'iscrizione : 19.12.17

Profilo giocatore
Località: Reggio Calabria
Livello: 4a Cat. - (4.3)
Racchetta: Prince Beast 100

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Lun 30 Set 2019 - 12:29
Jacopo28 ha scritto:Ciao a tutti, 
innanzitutto essendo nuovo faccio una brevissima presentazione: sono un agonista classifica 3.5 di 27 anni, gioco con una Pure Strike 2017 piatto 98 e incordatura ibrida.

Ultimamente sto pensando di provare qualche attrezzo con uno swingweight minore. Ho un dritto molto pulito e corretto tecnicamente, abbastanza pesante, un rovescio a due mani solido ma di rimessa ed un servizio direi mediocre. 

Proprio nel dritto, dove all'inizio spingo bene e riesco a muovere velocemente la racchetta durante tutto il movimento a tergicristallo fino al finale sopra la spalla, dopo circa un oretta e mezza giocata a buon ritmo inizia a subentrare un po' di difficoltà nel far scorrere correttamente la racchetta durante il movimento...insomma la sento più pesante e difficile da manovrare in maniera rapida. 

Analizzando alcune racchette, ne ho viste 4 che potrebbero fare al mio caso (posto la foto della comparativa, con la prima a sinistra che è la mia attuale), ma mi piacerebbe conoscere anche il parere dei più esperti sia sul fatto se sia una scelta giusta da fare (ovviamente le proverei prima), sia in merito alle singole racchette da me selezionate per la prova.

Grazie

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Ciao Jacopo e tutti voi altri,
mi trovo praticamente nella tua stessa situazione, mi alleno 3 volte a settimana per 2 ore curando anche la parte atletica, provengo da 4 anni di errata impostazione ma mi sto correggendo e crescendo con i maestri adeguati, sono un 4.3 fit (invidio la tua classifica e spero di arrivarci tra qualche anno Wink ).

Vengo al punto: anche io volevo scendere appena di un gradino con l'inerzia dell'attrezzo, uso da ormai un anno (con soddisfazione) Prince Beast 100/300 standard, tuttavia spesso dopo 1 ora e mezza di gioco inizio a perdere incisività e fluidità nei movimenti, specie dal lato del rovescio. Tra l'altro, avendo la coppia, tra i due telai che possiedo ci sono 5 grammi di differenza, cosa non da poco quando prendo il più pesante.

Ho pensato a un test di Dunlop Srixon CX 200 LS (peso non incordata 290g), per scendere di qualche punto di inerzia potrebbe (forse) essere una soluzione anche per te, considerato che usi già un piatto 98" dal profilo sottile, con schema corde 16/19.
Chiedo a chi l'ha provata (o la conosce come Mario) se possa essere in effetti, sulla carta, un attrezzo con cui perfezionare la crescita prima di tornare alle Beast che sempre rimarranno nel mio borsone.

Un saluto a tutti, buon tennis Smile
albs77
albs77
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1466
Età : 44
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4.5, fit 4.3
Racchetta: Head prestige touch MP

Passaggio a racchetta con inerzia minore Empty Re: Passaggio a racchetta con inerzia minore

Lun 30 Set 2019 - 13:00
Io una prova la farei nel verso di cambiare bilanciamento.
Si percepisce come più maneggevole una racchetta magari un pelo più pesante ma più bilanciata al manico di una classica 300/100.

Soprattutto se hai un dritto "pulito" da come affermi, potresti trovare giovamento in un bilanciamento più basso, che ti renda la testa più agile/leggera ma che non ti faccia perdere in pesantezza.

Potresti dare un occhiata alle varie piatto 98/97 ,305-315 grammi.
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.