Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi
Ultimi argomenti
Corde per Beast 100Ieri alle 20:09fa
Dunlop SrixonIeri alle 19:24Eiffel59
Tour Bite SoftIeri alle 19:14nw-t
Pure Drive vsIeri alle 8:08fa
HEAD FXPSab 20 Ott 2018 - 22:24Yonderboy69
Rottura Tendine AchilleSab 20 Ott 2018 - 19:27sinnet
Forza SchumacherSab 20 Ott 2018 - 17:16mattiaajduetre
Corde per Vcore duel G 100Sab 20 Ott 2018 - 13:42Fabione
corde per Vcore SV100Sab 20 Ott 2018 - 5:58Eiffel59


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Dom 26 Mar 2017 - 14:08
Ragazzi, sono nei casini.
Ho tre Tecnifibre 315 Limited, e volevo personalizzarle per le mie esigenze di gioco.
Inanzitutto volevo dire che sono assolutamente deluso nello scoprire che, una volta tolto il fondello, il tanto declamato "Tour prepared" si è dimostrato assolutamente approssimativo, tanto che ho scoperto che in una racca il silicone era presente solo in un foro nell'altro praticamente appena un residuo.
Nell'altra era presente in entrambi i fori ma in quantità e consistenza decisamente diversa. Davvero non mi sarei mai aspettato questo, e mi sono deciso a rimuovere e iniettare di nuovo il silicone per mio conto.
Ma il casino di cui parlavo non è propriamente questo, anche se è una complicazione non da poco. Il problema è che le racchette che ho acquistato erano manico l3, e io volevo trasformarle in l2 che sicuramente per me più idoneo.
Visto che i pallets delle Tecnifibre montano i TK 82 e sembrano quindi in tutto e per tutto quelli delle Head anche come sigla, allora mi son messo a cercare dove poter comprare un TK 82 l2. Non essendoci più la Bottega del Tennis, che era un punto di riferimento anche per me, ho optato per "Maurosport", che mi pare sia l'unico qui in Italia che vende questo tipo di accessori, a parte TWarehouse.

Per venire al dunque, in primis ho trovato estrema difficoltà del togliere i pallets dalla Tecnifibre tanto erano perfettamente saldati al telaio. Ho scaldato e riscaldato, ma alla fine l'unica soluzione è stata quelli di romperli rimuovendoli un pò alla volta. E c'è voluto anche un bel pò. E già questo mi è sembrato strano.
Appena arrivati i nuovi pallets l2  li ho montati, ma ho subito notato che non "chiudevano bene sul punto di accoppiamento, più di 2 mm di vuoto, anche se invece i pallets aderiscono perfettamente al manico del telaio. In sostanza, in questo modo il manico si "ingrossa" e resta un l3, ma con la differenza che ora è decisamente più quadrato tipo Wilson e non la forma tipica "schiacciata" Head e appunto Tecnifibre. E ora, alla presa, mi trovo male se non peggio di prima quando avevo il TK 82 l3...
Tra l'altro tra pochi giorni ho un torneo, quindi non so come farò.

Io non so cosa pensare, che sia un difetto del prodotto mi pare strano, anche perchè di pallets ne ho presi 2 da Mauro sport, e sono identici.
Mi viene quindi da pensare che nonostante la sigla identica, i pallets Tecnifibre montati non siano esattamente quelli Head.
Per darvi un'indicazione ulteriore, con manici L2 ho anche delle Head Trysis Tour, racchette rarissime tra l'altro, e queste montano un "TK 76", con cui mi trovo benissimo. Direi che è la forma e la dimensione con cui mi trovo decisamente meglio.

Vi chiedo quindi, avete un'idea di quale possano essere le risposte e i rimedi a quello che vi ho descritto?
Grazie.
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 49431
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mar 28 Mar 2017 - 8:17
Punto primo...quello che vedi nei "fori" è l'avanzo del silicone immesso nella struttura del manico...non -se non in qualche caso e solo se serve- nel cavo dello stesso.
Poi..di TK82 ne esistono due versioni (regular ed S) e ne esistevano addirittura tre (con la F -Flat- poi tolta) tu quale ti sei fatto mandare? Suspect

Ah..la Trysis Tour non è altro che la Tour Lite per il mercato USA, ergo tanto rara non è
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mar 28 Mar 2017 - 8:29
Ovviamente il tk82 regular, lo so che il modello S è quello più quadrato, ma non fa per me. Ti garantisco che i gusci non chiudono bene, e mi sbatto la testa a capire come mai.
Per quanto riguarda il silicone l'ho tolto tutto sciogliendolo e grattandolo, e l'ho reiniettato, previo aver messo dei tappi di polistirolo proprio in cima al manico tutto, quindi a 18 cm circa.
Lavoraccio, ma sembra andato bene. Ho pesato la racchetta ed è pressapoco sul peso precedente.

Per la Trysis non sarà rara in USA, ma qui in Italia e credo in Europa è letteralmente introvabile. Perlomeno per le mie ricerche.
Il suo problema è l'incredibile flessibilità, troppa, per cui avrei deciso di aggiungere silicone. ma devo stare attento, è già una racchetta che pesa 343 gr. con grip sintetico.
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 49431
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mar 28 Mar 2017 - 8:51
Introvabile non direi visto che c'è chi ne vende online qui in Italia ed io pure ne ho due di bianche (USA, appunto). Il silicone non altera la flessibilità, per cui non ha alcun senso metterlo a quello scopo (anche perché 57RA ha una sua ragion d'essere, o meglio l'aveva al tempo). Sul fatto dello "sciogliere" il silicone preferisco non indagare oltre, spero solo tu non abbia usato solventi.. Suspect
Per il fatto dei gusci posso solo far congetture, visto che venerdì ho fatto l'identico lavoro (riduzione da tre a due su una LTD) senza alcun problema, neppure di distacco.... scratch
Solo qualche problemino a rimuovere i resti di biadesivo visto che non voglio usare nulla di chimico, ma cinque minuti di olio di gomito....
avatar
ThirdEye_
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1730
Età : 39
Data d'iscrizione : 26.09.14

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Züs 100

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mar 28 Mar 2017 - 9:17
La mia è passata da L3 (TK82) a L4 (TK82S) senza grandi problemi, a quanto ne so. Grazie a Bottega del Tennis.
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mar 28 Mar 2017 - 9:55
@Eiffel59

Va beh, io la Trysis l'ho cercata non so quante volte su internet, e non l'ho mai trovata. Anzi, spesso mi ha dato il risultato di non capire nemmeno quale modello fosse...tu hai evidentemente altre possibilità che io non sono riuscito a trovare.

Per il silicone da rimuovere ho usato un solvente specifico per il silicone, non acqua ragia o roba simile. E' un prodotto a spruzzo di tipo "secco" che evapora velocemente. Spero che vada bene, come mi è sembrato.
Poi Mario non ho capito cosa intendi con
"Punto primo...quello che vedi nei "fori" è l'avanzo del silicone immesso nella struttura del manico...non -se non in qualche caso e solo se serve- nel cavo dello stesso."
Ho rimosso il silicone che era presente nel manico fino, come ho detto, a 18 cm circa cioè dove finisce l'airpin. Tu intendi che il silicone prosegue oltre?
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mar 28 Mar 2017 - 15:48
Capito il problema, purtroppo.
Ho telefonato a Maurosport e mi hanno spiegato che il manico delle Tecnifibre è leggermente più grande come perimetro, ovviamente di mm, di quello delle Head, ecco per cui i gusci non possono aderire perfettamente.
Io però gli avevo chiesto preventivamente per telefono se questi erano compatibili con le racchette Tecnifibre, perchè avevo i miei dubbi, e loro mi hanno risposto che se c'er scritto TK82 dovevano andare bene.
Ora sono nei guai...

Tu Mario mi hai detto che pure tu li hai cambiati su 315 LMT e non hai  avuto problemi. In che senso allora, visto cosa mi hanno risposto da Maurosport?
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 49431
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 7:33
Il silicone non è solo "nel manico", ma pure tra i fogli di grafite della struttura dello stesso.
Ora se hai trattato chimicamente il tutto con un prodotto specifico, cè la quasi certezza che sia penetrato dai punti di sfogo. Quello lo avrei proprio evitato... Suspect

Per i gusci, continuo a non capire. vero che qualità e finitura dei pallet Head non brillano per costanza, ma nel tempo ho montato sia TK82 che 82S sulle LTD e solo in un caso ho riscontrato problemi , ma perché tra colla, vernice e primer c'era telmente tanto spessore extra sull'hairpin della TF che ho dovuto scartavetrare una volta pulito dal biadesivo...
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 9:45
@"Eiffel59

Mario non so cosa tu intenda con "silicone tra i fogli di grafite", le mie competenze non arrivano a tal punto. Nel senso che non capisco dove possa essere stratificato il silicone, visto che il manico in sezione, che credo composto anche di acciaio oltre che grafite, nei suoi lati ha una spessore di 1 mm, non credo di più, compreso il divisorio dei due fori.
Ho visto che quando toglievo il silicone, grattandolo, c'era come una pellicola trasparente di plastica aderente all'interno del manico, che chiaramente si è un pò rovinata. Forse intendi quello, non so, ma quella è esterna, non stratificata all'interno.

Comunque ti garantisco che è come ti ho detto io, cioè che il silicone in una racchetta era quasi del tutto assente in un foro, e nell'altra è stato messo in quantità disuguale. Quindi sicuramente una pesava assai meno ed era sbilanciata, e questo non è una buona cosa in un prodotto venduto come già preparato.

Per il solvente come ti ho detto ho usato un prodotto specifico per il silicone, uno sparay secco che al tatto ghiaccia le mani, ma avapora quasi subito. Il silicone lo ha sciolto bene, spero non abbia fatto danni come tu presumi.
avatar
mattiaajduetre
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13592
Età : 24
Località : manerbio
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: tra mantüa e bresà
Livello: 3.1 F.I.T.
Racchetta: yonex Sv98

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 10:00
buon giorno
posso parlare direttamente fino a tre anni fa, quando partecipavo ai Tf-day dove gli ing./comm., presentavano i prodotti e spiegavano le tecnologie o quant'altro...
Mario intende che il silicone non è semplicemente iniettato nel manico ma è posto nei fogli di graphite stessi...
come spiegato da Giandomenico bava, "tour prepared" si intendeva che il silicone era "spalmato" sulla graphite direttamente.

buon tennis
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 10:11
@mattiaajduetre
Mah, non so, io vedo sempre il solito manico che nelle altre racchette, non era certo la prima che ne aprivo una.
Non capisco nemmeno ora cosa possa voler dire "spalmato sulla grafite"...
Allora probabilmente è quello che ho descritto io, cioè quella pellicola che si è un pò distaccata e rovinata quando ho tolto il silicone.
Ma, ripeto, quella è una "fodera" esterna che riveste i fori.

Comunque, se iniettare il silicone in quel modo pressapochistico descritto è professionale, beh, meglio davvero venderle così come sono senza tour prepared, perlomeno non ti chiederai come mai senti sensazioi strane o ci sia tanta differenza di peso tra una e l'altra.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 10:15
scusa la domanda antoine, ma se usi manico 2 perchè ne hai prese  tre con manico 3 ?
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 10:21
@VANDERGRAF
Racchette chiaramente comprate usate, messe molto bene a buon prezzo...
E comunque la mia misura naturale sarebbe sicuramente un L3, ma ho scoperto col tempo che mi trovo meglio con un L2.
Credo questo sia un problema di molti, che cioè si basano sulla misura che dovrebbe essere quella "naturale", e non si rendono conto che giocherebbero meglio con un'altra presa. Basterebbe provare ovviamente.

Per esempio Nadal gioca con un L2, anche se ha mani piuttosto grandi e la sua misura "ortodossa" sarebbe sicuramente un 3.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 10:33
che io sappia, per passare o avvicinarsi molto a una misura inferiore, basta mettere un grip sintetico sottile molto tirato. la differenza tra due misure è di pochi millimetri in circonferenza. avendo la racchetta in oggetto il grip in cuoio, dovresti poi applicare del peso al tappo del manico per mantenere il bilanciamento uguale. è sicuramente meglio di tutto il casino cui vai incontro smontando il manico.
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 10:51
@VANDERGRAF
vai tranquillo che ho già provato :-)...

Descrivo meglio per capirci: la 315 limited pesa 329 gr., peso ufficiale dichiarato, ma io ne ho una per esempio che pesa 338. E qui siamo al discorso che stavo facendo, cioè che questo tour prepared è molto approssimativo, purtroppo.

Io per giocare bene, dopo varie prove, ho ormai verificato avere una racchetta che sia bilanciata molto verso il manico, a 30,5 massimo 31 punti.
Pe ottenere questo con una Tecnifibre Tfight 315 limited, devo appesantire "verso il manico" di 25-26 gr., cosa che ho già fatto come tu hai proposto, fino ad arrivare quindi a 360 gr. e oltre. Io ho bisogno in sostanza di una  racchetta molto pesante ma assai maneggevole, che mantenga una discreta inerzia ma in mano sembri molto meno pesante di quello che è realmente.
Il problema è che ho dovuto mettere uno strato talmente grande di piombo adesivo sul fondello che chiaramente primo la racchetta si è un pò allungata, secondo non è proprio una cosa stabile e definitiva, e infatti lo strato in un'occasione mentre giocavo si è distaccato...

Alla fne mi sono deciso a fare una cosa più "rifinita", ed ecco che da lì comincia tutto il racconto fatto finora...
Preciso anche che non so perchè, a distanza di più di 2 giorni il silicone dentro il mancio non si è ancora asciugato e seccato, e proprio non o perchè...
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 10:57
le differenze di parametri su quel modello le ho riscontrate anche io, ma nel mio caso ho dovuto aggiungere peso all'ovale, altrimenti spingeva poco. mi sembra strano che tu abbia bisogno di tutto quel peso al manico su una racchetta così poco votata alla spinta. praticamente hai stravolto la natura del telaio e ora il telaio stesso si sta vendicando.... scherzo ovviamente
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 11:03
@VANDERGRAF
Ovviamente ognuno ha il suo modo di giocare, ma tu se puoi o vuoi fai una prova e aggiungi molto peso in fondo al manico come ho fatto io, poi vedi se la racchetta funziona eccome ;-)...
Naturalmente a quel punto devi essere tu con la velocità di braccio a compensare, ma d'altronde una racchetta che spinga da sola io non l'ho ancora conosciuta...
In più acquisti molta maneggevolezza, che nei recuperi giova molto, e sopratutto non stanca il  braccio.
Se ti va fai una prova, poi mi dici.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 11:06
non metto in dubbio che funzioni, ma sei l'unico che ha fatto quel tipo di custom su quel tipo di racchetta. per racchetta poco votata alla spinta intendevo dire che è morbida, non profilata, con un ovale non molto generoso e inerzia bassa. è per quello che si consiglia di aggiungere peso da 3 a 10 grammi sull'ovale.
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 11:11
@VANDERGRAF
Lo so che ha un'inerzia molto bassa, proprio per quello l'ho scelta e customizzata in quel modo sapendo che avrei ottenuto una racchetta più "cattiva", ma che la stessa sarebbe diventata ancora più maneggevole.
Se fai questo con una racchetta che pesa 360 gr., che ha il bilanciamento a 30,5, e già un'inerzia alta come per esempio la RF 97, è chiaro che non potrai pretendere di ottenere uno "stuzzichino" in mano, ma diventerebbe difficilmente gestibile.
Quindi bisogna scegliere racchette con quelle caratteristiche della Tecnifibre.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 11:16
sì, ovvio, non ne sto facendo un discorso di conoscenza della resa delle racchette in generale, sto solo dicendo che hai scelto un custom molto particolare. evidentemente ne avrai provati altri tipi che non ti hanno soddisfatto oppure hai esigenze atipiche. tutto qua.
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 11:33
@VANDERGRAF
Il problema è che secondo me molti usano racchette che non sono adatte alle loro caratteristiche, e magari non lo scoprono mai.
Io per esempio, come tanti se non tantissimi, ho giocato per molto tempo con la Pro Tour 630 molto reclamizzata.
Sentivo che era una gran racchetta in termini di spinta, ma sopratutto in senso negativo che ero molto in difficolta sulle palle laterali specie in recupero, e che dopo 40-45 minuti era già molto stanco di braccio.
Una racchetta pesante quasi 360 gr. ma bilanciata a 32,5-6 circa, anche lì poi ho verificato che il peso e quindi il balance variava da modello a modello. Ne ho tre di Pro Tour.
Tiravo delle botte formidabili da fermo, ma appena in equilibrio precario ero già in difficoltà.
Ci ho ragionato un pò sopra e ho capito che quella racchetta per me non era l'ideale. Ma credo per molti. Gestire un peso simile a un bilanciamento di quasi 33 punti, no è cosa normale. Penso nemmeno ta i pro.
Quindi ho cercato di capire quale potesse essere un modello adatto per l miotipo di gioco e sono caduto sulla 315 limited per tutto il discorso che abbiamo fatto finora.
Ora spero solo di non averla rovinata :-)...mi romperebbe davvero l'anima. in più il silcone non è ancora asciugato :-|...
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 49431
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 21:31
Mi ero ripromesso di non intervenire ma dopo la serie di stupidaggini lette non riesco proprio ad evitarmelo... Suspect

In primis...
Questo  è il "tour prepared". Come puoi vedere, niente silicone nei cavi dell'impugnatura. i fori sono solo lo "sfogo" per poter permettere al gel di mantenere la giusta consistenza. Ergo cominciamo col non tirare in ballo presunte "sòle" che non esistono se non nelle tue -errate- intuizioni.
Secondo...Tecnifibre non "dichiara ufficialmente" un peso di 329 grammi ma un peso a nudo di 315 grammi +/-2.84 grammi (ovvero 11.1 once +/- 0.1). Per essere più precisi, il peso ufficiale dichiarato può avere una tolleranza di 3 grammi per le versioni con i pallet e 4 per quelle con la schiuma. Ergo, 9 grammi, se misurati esattamente, non ci dovrebbero stare.
Ma TF a mio modo di vedere non c'entra nulla, anche perché i telai non sono stati acquistati nuovi ma usati. E visto che in quelli che ho preparato "grumi" di silicone non ce n'erano, permettimi il dubbio.
Tu invece di dubbi non te ne fai, e parti in quarta con  i sospetti di "lavoro approssimativo".
Hai tolto il foglio di politene che fungeva da protezione ed hai spruzzato un solvente specifico per silicone.."strano" che quello che hai messo (a proposito, si possono scegliere sia per densità che per velocità di retinatura) ci metta tanto ad asciugare...per inciso: quasi tutti i solventi spray contengono idrocarburi aromatici e solventi clorurati, tutta roba da non usare su FRP, carbonio, kevlar e derivati.
Tralascio il discorrso sul custom (non sono assolutamente d'accordo e confondi in maniera marchiana il primo ed il secondo momento d'inerzia, ma l'importante è che tu ti ci trovi...) però quando leggo insulsaggini come queste...
@antoine_live ha scritto:Ma credo per molti. Gestire un peso simile a un bilanciamento di quasi 33 punti (ndr sono centimetri, non punti... Suspect) , no è cosa normale. Penso nemmeno ta i pro.
Non è normale tra i pro? Shocked
Ma la hai mai presa in mano, la racchetta di Murray? O quella di Djokovic? O ancora, quella di Berdych?
E ti assicuro che molti hanno "quei" pesi e bilanciature, e non necessariamente tra i primi dieci... Rolling Eyes
antoine_live
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 66
Località : Pisa
Data d'iscrizione : 20.07.14

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Mer 29 Mar 2017 - 22:39
@Eiffel59 
Purtroppo devo constatare che come al solito vuoi fare sempre e solo il fenomeno, e così facendo cadi nel ridicolo, anche quando una persona chiede semplicemente aiuto come ho fatto io, che in materia di customizzazioni sono un puro principiante, forse anche maldestro come certo non ho nascosto chiedendo per questo venia.
Le stupidaggini quindi le racconti te belle e buone, come spesso ho l'impressione che ti inventi cose di sana pianta per fare "sensazione". Ma in qualche caso purtroppo per te esci dal seminato straparlando e questo si coglie in pieno.

Il "tour prepared" significa che nel manico delle Tecnifibre 315 limited viene iniettato "silicone", che non è altro infatti quello che ho trovato dentro le mie racchette. Ne ho tre, e in tutte c'è il silicone purtroppo in maggior o minore quantità come detto, ma sempre presente, cosa cavolo ti inventi che nei fori non ci sia??!! Ma ti rendi conto una buona volta...Se non le conosci questo tipo di racchette, anche se affermi naturalmente di si (e cosa non conosci...), non entrare nemmeno nel discorso, invece di voler sempre dissertare e sentenziare.
Basta andare su internet e fare qualche ricerchina, come hai fatto tu evidentemente in malo modo o chissà a quale scopo "dimostrativo", per vedere se questo concetto significa che viene "anche" immesso del silicone nel manico. O sentire la Tecnifibre direttamente, per vedere cosa ti dice.

Non ho tolto nessun foglio di polietilene, ho solo detto che grattando il silicone questo sottilissimo strato si è sciupato qua e là, ma cosa vai dicendo...e menomale ho le intuizioni errate io.
E anche pure avessi fatto qualcosa di sbagliato grossolonamente, cavoli miei, se permetti.

Per quanto riguarda i Pro io non ho mai letto che un bilanciamento della propria racchetta sia pesantemente spostato verso il manico quasi tipo Hammer, ma casomai il contrario. Per l informazioni che ho io sono tutte ovviamente racchette molto pesanti rispetto alla media come ovvio, ma con un balance mai sopra i 33, che a quel punto come ho scritto diventano racchette molto difficili da gestire "anche per un pro, ma non che non lo possono fare. Non ho certo detto che sono tute bilanciate a 30,5 come esempio quella di Federer.
Ma anche su questo argomento, non voglio passare per un super esperto perchè non lo sono. Quello che mi interessa e che era alla base del discorso era solo il verificare che per me è più adatta una racchetta nettamente bilanciata al manico.

Infine ti dico lascia perdere, visto che ti eri riproposto di non intervenire (ma quando mai l'hai scritto anche questa...), questo modo di fare usalo con qualcun altro non con me. Avevo pensato addirittura di inviarti le racchette per fartele customizzare, visto che tu sei un grande esperto e ce lo ricordi immancabilmente ogni santa volta, ora non lo farò di certo.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Gio 30 Mar 2017 - 0:11
scusa antoine se mi intrometto, non voglio difendere nessuno, anche perchè non ho gli strumenti per farlo. ma sono andato a leggere alcuni tuoi post precedenti su altre racchette e ho notato che hai sempre questa "strana" esigenza di sviscerare manici, materiali, rigonfiamenti e via dicendo, introducendo materiali che, sinceramente, è la prima volta di cui sento parlare come strumenti custom in oltre 30 anni di tennis giocato, parlato e visto. non che questo sia un male, per carità, ma ti conviene  fare tutti questi lavori sui telai con cui giochi ? non fai prima a scegliere una racchetta che già ti piace così come è ? esisterà, no ?
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Racchetta Tecnifibre 315 Limited

il Gio 30 Mar 2017 - 0:38
anche sulle corde ti vai a "ingrovigliare" in situazioni molto complesse tipo ibridi con calibri diversi, ma queste sono cose che conviene fare dopo aver provato già quelle più semplici senza successo e dopo aver esattamente capito di cosa hai bisogno, non come scelte di partenza al buio, semplicemente perchè suggerite o supportate da altri. se tendi ad andare lungo devi semplicemente alzare la tensione sulla stessa corda che ti faceva andare lungo, una tensione maggiore genera una traiettoria più corta e quindi la palla ti rimane in campo anche sbracciando. se il problema è evidente ti conviene usare monofilo a tensione 23 oppure syntgut a tensione 24 o multifilamenti a tensione 25/26. il calibro 1,30 dovrebbe andare benissimo ma anche lì sembra che non ti piace, ma non si capisce per quale motivo, perchè parli di fluidità o cose del genere, che secondo me non c'entra nulla. in definitiva, senza alcuna malizia, ti suggerisco di avere un approccio più semplicistico, perchè il tennis è già complesso di suo, se tu ci aggiungi tutta quella serie di cose, rischi persino di non arrivare mai a quello che invece sarebbe dietro l'angolo. non possiamo essere consapevoli che ne sappiamo poco ma poi al tempo stesso comportarci come se sapessimo già tutto. si va avanti gradualmente, come hanno fatto più o meno tutti, me compreso
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum