Passionetennis - Il portale del tennista
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Accedi
Ultimi argomenti attivi
Pure aero 2023Oggi alle 18:18Fabri789
DUNLOP SX 300 '22Oggi alle 15:06nw-t
Wilson Ultra 100 V3Oggi alle 12:19fa
Ezone 2022Oggi alle 0:04Minghi77
Head Boom MpIeri alle 12:14flubber
Head Velocity MLTIeri alle 11:18Zeus
Mono per Black Ace 105Lun 15 Ago 2022 - 18:07Eiffel59


Ultime dal mercatino

Nuova racchetta per un salto di qualità

+9
Andrea0
Eiffel59
enriba
MB74
drichichi
LukeBWBW
Ragus
taglia1964
Oldcarpet
13 partecipanti
Andare in basso
Oldcarpet
Oldcarpet
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 22.12.21

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Nuova racchetta per un salto di qualità

Gio 23 Dic 2021 - 9:58
Promemoria primo messaggio :

Buonasera a tutti. 

Sono un ventottenne che la scorsa estate, dopo sette anni di inattività, è tornato a giocare a tennis. 
Quando ho ripreso ero 4.5 mentre ora sono passato a 3.2. 

Premetto che a seguito del lockdown e di alcuni problemi personali ho messo su molto peso ma in attesa di un significativo miglioramento della mia condizione atletica sono riuscito a compensare, almeno in parte, giocando un tennis potente e aggressivo da fondocampo ( servizio e diritto sono da seconda categoria ).  

Lo scorso inverno ho acquistato la Babolat Aero Pro 2019 ( 300 g ) poiché la reputai una racchetta "generosa" e che mi desse il giusto equilibrio tra spin e potenza ( la corda che utilizzo è una String-Kong Yeti calibro 1.26 tesa a 23-22 kg ). 

Ora, però, quest'attrezzo non mi basta più per diverse ragioni : 

1. Benché di diritto usi una semi-western "debole" mi piace tirare piuttosto piatto ( lo spin lo uso soprattutto quando sono ben dietro la riga di fondocampo o quando voglio muovere l'avversario con l'incrociato oppure con l'inside out ) ma spesso la pallina "mi scappa" ( un problema analogo ce l'ho sulla risposta, che cerco di giocare d'incontro il più possibile ) ; 

2. Nonostante il piatto-corde sia di 100 pollici quadrati ho spesso la sensazione di scentrare la pallina benché le corde si rompano nello sweet spot o negli immediati dintorni ; 

3. Di rovescio ( che gioco ad una mano con una classica eastern ) fatico a dare "la spazzolata" come se, ruotando nell'aria, il profilo largo rallentasse il mio gesto ( e tale problema si accentua quando devo sollevare un back a metà campo, indipendentemente dal fatto che lo faccia col diritto o col rovescio ). 
Di fatto, al di là dello slice, mi limito a giocare dei top gonfi o delle sbracciate abbastanza piatte, se però sono almeno due metri dietro la riga di fondocampo ; 

4. Ho dei seri problemi a giocare i lungolinea, che escono "fluttuanti" e poco precisi, e fatico a stringere gli angoli ; 

5. Il gioco a rete è disastroso : quando cerco di andare "di fino" la racchetta è imprecisa e scarsamente collaborativa ma se cerco di spingere con un colpo secco la perdo in lunghezza. 

Sono soddisfatto, invece, della potenza e dello spin gratuiti nonché della resa al servizio. 

Qualche giorno fa mi è capitato di giocare con la Wilson Pro Staff 97 Counterveil 315 e quale gioia ho avuto nell'usarla ! 
Il numero di errori era improvvisamente calato ( pure nella risposta ), le stecche non arrivavano ( ne avrò colpite un paio in un'ora e mezza ) e riuscivo finalmente a piazzare i colpi dove volevo sfruttando bene gli angoli per poi accelerare con un lungolinea dritto e penetrante. 
Come se ciò non bastasse, riuscivo pure a giocare delle belle volée senza sforzo ! 

Detto questo, non posso però fare a meno di notare che, rispetto alla Aero Pro, la racchetta in questione abbia delle carenze evidenti : 

1. Di potenza ; 

2. Di spin ( che troverei anche accettabile da fondocampo ma insufficiente nel kick ). 

In linea di massima mi definirei dunque un giocatore che gioca con aggressività da fondocampo puntando ad usare un top spin veloce ( o, se possibile, un colpo quasi piatto ) ma anche a stringere gli angoli ( lo strettino di diritto e l'inside out dall'alto verso il basso nel rettangolo del lato dei vantaggi del servizio erano i miei marchi di fabbrica e con la Pro Staff, seppure per poco, li ho ritrovati ). 

Dunque, un attrezzo di controllo ( anche solo per evitare che vada su di giri ) mi è indispensabile ( ma onestamente non so se vorrei passare ad una 18X20 ). 

Non disdegno le variazioni di ritmo giocando, ad es., lo slice ( colpo che ho sempre amato ) o alzando la parabola sul rovescio dell'avversario e a situazione di vantaggio acquisito mi piacerebbe scendere a rete per chiudere il punto ( in tal senso mi sarebbe utile poter giocare lo smash "liftato" con sicurezza ). 

Mi piacerebbe infine reinserire nel mio repertorio il rovescio lungolinea, colpo che un tempo giocavo abbastanza bene ( piatto o quasi ) ma che ho smarrito per strada. 

Cercando su Internet, ho ristretto le mie scelte ai seguenti modelli ( tutti del 2019 ) : 

- Babolat Pure Strike 98 ; 

- Yonex VCore Pro 97 ; 

- Head Speed 360 ; 

- Wilson Blade 98. 

Essendo voi ben più esperti del sottoscritto vorrei sapere se, alla luce delle mie caratteristiche, aveste una preferenza tra i modelli che ho citato e se magari ce ne fossero alcuni che ho trascurato. 

Mi scuso per la lunghezza del post ma ci tenevo ad essere il più accurato possibile.

Oldcarpet
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 22.12.21

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Mar 1 Feb 2022 - 11:51
Ciao, mattiaajduetre,

Ti sembrerà incredibile ( o forse neanche tanto ) ma il proprietario di quel negozio che da le racchette in prova mi aveva consigliato proprio la VCore 95 !
Purtroppo, a causa di un comportamento non proprio carino da parte sua, ci ho litigato.
Ahahah !
Al limite, potrei comprarne una a breve ( o alla peggio quest'Inverno ) e vedere come funziona.
Il mio unico dubbio ( ma mi baso su quel che ho sentito ) è che sia più "arrotona" ( non necessariamente un male, visto il profilo più stretto e l'ovale più piccolo della Aero Pro ).
Andrea0
Andrea0
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 97
Età : 52
Località : Genova
Data d'iscrizione : 12.09.18

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Mar 1 Feb 2022 - 12:12
Io non credo che i tuoi problemi siano dovuti al profilo largo della aero ma piuttosto al bilanciamento molto spostato in testa. Tant’è che non ti trovavi bene neppure con la Blade che ha un profilo sottile. Il bilanciamento incide moltissimo sulla maneggevolezza della racchetta sia sul rovescio che a rete, molto più che il profilo largo.  È normale che con le racchette pesanti (310/315 g.) tu abbia maggior controllo. Così come è normale che con racchette molto bilanciate in testa tu abbia problemi a gestire la testa della racchetta sulle palle basse con il rovescio. Per cui, al di là di racchette di quasi 10 anni fa, mi concentrerei su racchette di 310/315 grammi con bilanciamento 31 o 31,5 cm senza corde. Non sono tantissime sul mercato. Per esempio, la yonex VCore pro 310 g. (Che non ho capito perché l’hai scartata a priori visto che è la corrispettiva della pro staff 315 in casa yonex), la tecnifibre che ti ha consigliato Eiffel (che è quella con cui gioco io), la extreme pro della head, e probabilmente la nuovissima head boom pro. Ce ne sono altre sicuramente di altre marche, comunque le cercherei con queste caratteristiche.
mattiaajduetre
mattiaajduetre
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 15993
Età : 28
Località : manerbio
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: tra lac dè Garda, mantua, crèmuna e bresa (siAMO parecchi)
Livello: 3.1 F.I.T.
Racchetta: Ezone98 & Vcore98

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Mar 1 Feb 2022 - 12:53
[quote="Oldcarpet"]Ciao, mattiaajduetre,

Ti sembrerà incredibile ( o forse neanche tanto ) ma il proprietario di quel negozio che da le racchette in prova mi aveva consigliato proprio la VCore 95 !
Purtroppo, a causa di un comportamento non proprio carino da parte sua, ci ho litigato.
Ahahah !
Al limite, potrei comprarne una a breve ( o alla peggio quest'Inverno ) e vedere come funziona.
Il mio unico dubbio ( ma mi baso su quel che ho sentito ) è che sia più "arrotona" ( non necessariamente un male, visto il profilo più stretto e l'ovale più piccolo della Aero Pro ).

discorso Vcore95 dal feedback sixone95 direi sia da provare
discorso pureaero: condivido in pieno perchè gli stessi feedbacks riportati sopra sono i miei...
racchetta molto performante outside, gioca anche piatto ma, ma, ma, comunque sia una volta dentro no ho feel


hola[/quote]
Oldcarpet
Oldcarpet
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 22.12.21

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Mar 1 Feb 2022 - 13:00
Ciao, Andrea.
Ti ringrazio per la tua disamina.
Preciso che la forza fisica e la velocità di braccio non mi mancano ma racchette come la Pro Aero etc. per quanto efficaci ( oggettivamente la palla è carica e corre ) le sento "goffe", poco maneggevoli.
Tuttavia ho controllato e due racchette che ho amato da ragazzo/giovane adulto ( Head Liquidmetal Instinct e Babolat Pure Storm GT ) avevano un bilanciamento di 325 mm laddove la Pure Aero viaggia sui 320 mm.
Inoltre, qualche tempo fa le avevo riprese e pur non potendoci più giocare ( sono "morte" ) non avevo riscontrato alcun problema sul rovescio.
E difficoltà di manovrabilità sul rovescio non ne avevo avute neanche con la Pure Strike 98, che ha lo stesso bilanciamento della Pure Aero ( poi, che non mi ci sia trovato poiché la Strike è rigida e da 0 potenza e topsin è un altro discorso ).
Tra l'altro, in un suo video, Tennisnerd sconsigliava racchette dal profilo spesso per chi gioca il rovescio ad una mano.
Quindi, non so : potrebbe anche essere che sia la combinazione profilo-bilanciamento che mi rende questa racchetta ostica su alcuni colpi.

In ogni caso, la VCore Pro l'ho scartata poiché, in termini di potenza, già la Pro Staff mi sembrava appena accettabile.
Ripeto, la forza non mi manca ma a certi livelli la palla comincia a girare tanto e dunque, a meno che non sia un contrattaccante o un superfisicato ( e non rientro in nessuna di queste due categorie ), un attrezzo di questo genere può rivelarsi un'arma a doppio taglio.
Inoltre, non amo le racchette morbide poiché mi piace avere molta stabilità all'impatto ( ed infatti con la Blade V8 non avevo buone sensazioni anche per questa ragione - si fletteva troppo dandomi un senso d'insicurezza nei colpi - ).

Sulla Tecnifibre ho scritto qualche post più su ma giuro che se trovo il modo di provarla lo farò con grande piacere.

Sulla Head, invece, ti confesso che forse c'è un pregiudizio storico da parte mia.
Non mi sono mai ripreso, infatti, dal non essere riuscito a trovare, intorno ai 14-15 anni, una sostituta della "mia" Liquidmetal e da allora non ho più provato questa marca ( sicuramente sbagliando ).
Tuttavia, anche qui o trovo qualcuno che me la presta o sarei costretto a fare un acquisto a scatola chiusa.
Comunque, la terrò in considerazione.
PistolPete
PistolPete
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 962
Località : Roma Garbatella / Caserta
Data d'iscrizione : 09.09.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Babolat Pure Drive

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Mar 1 Feb 2022 - 15:05
Il bilanciamento è solo una componente della manovrabilità della racchetta, una misura importante è l'inerzia (swingweight) che nella Pure Aero, e in generale nei telai da spin, è piuttosto alta.

Per quanto riguarda il fatto che le profilate non siano adatte al rovescio a una mano, dissento totalmente - tieni presente che le recensioni "one-man", seppur fatte da persone competenti e con esperienza, risentono inevitabilmente di attitudini e gusti personali.
Oldcarpet
Oldcarpet
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 22.12.21

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Mar 1 Feb 2022 - 15:42
Ciao, PistolPete ( campione straordinario dotato forse del più grande braccio della storia del tennis ).

Ci tengo a precisare che di tennis ne so molto meno della maggior parte di voi ( cosa che ho potuto ben riscontrare leggendo il forum ) e dunque sono aperto a tutte le vostre opinioni/indicazioni.
Il discorso sull'inerzia lo comprendo e sarà sicuramente così.
Il mio unico dubbio in proposito è dato dal fatto che con la Pure Strike ( inerzia : 330 punti, quindi più alta della Aero Pro ) problemi di rovescio non ne avevo ( nell'esecuzione, perlomeno, dato che quella racchetta è "morta" in quanto priva di topspin e spinta ).
Per questo parlavo di una combinazione di fattori.

A proposito, qualcuno mi saprebbe dire se la VCore 98 è tanto diversa dalla 95 ( ho trovato una persona che mi farebbe provare la versione 98 ) ?
Fabri789
Fabri789
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 680
Data d'iscrizione : 19.12.17

Profilo giocatore
Località: Reggio Calabria
Livello: 4a Cat. - (4.3)
Racchetta: Prince Beast 100

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Mer 2 Feb 2022 - 0:06
Mi inserisco in questo interessante thread per chiedere: esiste una classica da 305 con inerzia umana/gestibile (diciamo entro i 320 punti) che sia fruibile e valida stock per un braccio non allenatissimo ma con buona tecnica? Insomma una racchetta “vera”, classica, per un buon quarta pronta all’uso…sia in casa Head sia altrove…
Moren
Moren
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 687
Data d'iscrizione : 09.08.20

Profilo giocatore
Località:
Livello: sempre in miglioramento
Racchetta: Prince Tour 290 - Prince Tour 100P - Ezone 100 '22 - Regna 100 '19

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Mer 2 Feb 2022 - 0:12
Prince Tour 100p
Oldcarpet
Oldcarpet
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 22.12.21

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Ven 4 Feb 2022 - 19:48
Buonasera a tutti.
Ho giocato con un 2.7 ( perso 6-4 e vincevo 2-1 nel secondo ) e confermo le sensazioni positive avute la volta scorsa con la BLX.
In un sol colpo mi sono tornati il diritto e il rovescio che avevo da ragazzo, quando ancora "ci credevo".
Servizio potente e preciso, diritto pienamente "centrato", slice di rovescio meraviglioso, soprattutto in difesa.
Buona anche la risposta e, incredibile ma vero, dopo due anni che sono tornato a giocare, per la prima volta riuscivo a sbracciare con sicurezza di rovescio !
Adesso il mio rimpianto è di non averci giocato l'anno passato, che probabilmente sarei entrato in seconda ...
Dato che anni fa ci giocai pochissimo, penso che le terrò.
Avrei due domande da porvi :

1. Ho notato che con questa racchetta mi viene un leggero dolore al braccio ; niente di serio ma volevo sapere se potessi fare qualcosa per porre rimedio a questo piccolo problema.
2. Chiaramente, pur se quasi nuove, queste racchette non dureranno in eterno.
Sapreste consigliarmi altre 95 con caratteristiche simili ( purtroppo, dal 97 in su sento di avere poco controllo e pulizia nei colpi ) ?
Oldcarpet
Oldcarpet
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 22.12.21

Nuova racchetta per un salto di qualità - Pagina 2 Empty Re: Nuova racchetta per un salto di qualità

Mer 16 Feb 2022 - 20:14
Buonasera a tutti.
Alla fine ho deciso di passare alla BLX 95 da 309 grammi ( 306, 317, 318, per la precisione ) e per sicurezza ne ho comprata una nuova.
Ora, io possiedo tre BLX Amplifeel 2012 ( quelle bianco-rosso-nere ) e quella che mi è appena arrivata è la BLX 2010 ( quella nero-rossa-oro ).
Ci sono, secondo voi, delle differenze apprezzabili tra i due telai ?
Le specifiche sono identiche : stesso peso, stesso headsize, stesso reticolo, stesso bilanciamento ...
Ad un primo swing, benché pesi 314 grammi, mi è sembrata, in aria, più rapida della Amplifeel, ma è solo una sensazione.
Di certo c'è, invece, ( ho potuto verificarlo sovrapponendole ) che la testa è un po' più larga del modello 2012 ( come sia possibile, dato che sono entrambe delle 95, è per me un mistero ).
Qualcuno che le ha provate o è comunque pratico dell'argomento mi saprebbe dire cosa potrei aspettarmi di diverso tra le due ?
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.