Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di Passionetennis!
Da qui potete connettervi o registrarvi per far parte anche voi della nostra comunità.
La registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato e molto altro.
Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!
Buona navigazione su Passionetennis.it

Accedi
Ultimi argomenti commentati
Pro Staff V13Ieri alle 23:37nicpett
Wilson Blade 104 v7Ieri alle 18:45T3x
Parnell padIeri alle 16:42Vicio98
Club PT57A - PT57E - PT10Gio 26 Nov 2020 - 21:20nicpett
pro's pro hornetGio 26 Nov 2020 - 18:58tocci
ATP TFight 300 XTCGio 26 Nov 2020 - 18:12Eiffel59
Black code Gio 26 Nov 2020 - 16:31Eiffel59
corde x Tour O3 290 grGio 26 Nov 2020 - 15:38drichichi











Ultime dal mercatino
Link Amici

Andare in basso
Alessandro
Alessandro
Amministratore
Amministratore
Numero di messaggi : 4850
Età : 43
Località : Acireale (CT) - Comiso (RG)
Data d'iscrizione : 17.11.08

Profilo giocatore
Località: Acireale (CT)
Livello:
Racchetta: Yonex Ezone 100
https://www.passionetennis.com

Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi Empty Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi

il Sab 14 Nov 2020 - 11:04
L’inerzia nelle racchette viene calcolata in chilogrammi per centimetro quadrato (kg/cm2), anche se normalmente viene presentata come cifra senza specificazioni.

Ma allora perché scegliere una racchetta longbody? Perché essa può comportare alcuni vantaggi.

La capacità di generare potenza è evidente soprattutto nel servizio, perché consente di colpire la palla leggermente più in alto, il che risulta utile per scavalcare più facilmente la rete, e dunque rende possibile “sbracciare” con più sicurezza. Dunque, non soltanto più potenza, ma anche un più alto margine d’errore nel fondamentale del servizio.

Inoltre, un telaio più lungo più risultare utile nei colpi in recupero, quando si tratta di allungarsi e arrivare a prendere palle quasi impossibili.

Un altro vantaggio può esserci per i giocatori bimani: dal momento che il rovescio a due mani comporta una minore leva (perché l’asse di rotazione è tra le due mani che impugnano il manico), avere una leva di lunghezza maggiore può essere utile per spingere con più facilità e dunque trovare più profondità nel colpo.

Non risultano invece particolari vantaggi nel dritto, che anzi sembra essere un po’ penalizzato.

In sintesi, fermo restando il fatto che non tutti riescono ad adattarsi ad un attrezzo più lungo, provare un telaio longbody può essere interessante per chi gioca il rovescio o entrambi i colpi a due mani, e per chi ha un servizio potente e può essere propenso a cercare una racchetta che consenta di trarre un ulteriore vantaggio da questo colpo, o magari per chi non è molto alto e vuole provare a guadagnare qualcosa riguardo all’altezza da cui si colpisce la palla.

Tra i professionisti, alcuni giocatori come Moya o Roddick ricorrevano a questo tipo di attrezzo, a volte addirittura di uno o due centimetri più lungo dei 70 centimetri dei normali longbody. Ma va detto che loro hanno la possibilità di provare tutti i telai che vogliono, di farseli costruire in base alle proprie esigenze, ed hanno tutto il tempo per allenarsi e adattarsi al nuovo attrezzo.

Il consiglio: Acquistate una racchetta di lunghezza standard (68,58 cm, massimo 69). Se giocate il rovescio a due mani (o addirittura entrambi i colpi a due mani) e/o volete più potenza nel servizio e avete la possibilità di provare una racchetta longbody, provatela per un po’ prima di acquistarla.

(fonte: http://tuttoracchette.altervista.org)

_______________________________________________

drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 7482
Età : 52
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.6 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19, Prince Graphite 100 Longbody 16x18, Tour 100 290gr 16x18

Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi Empty Re: Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi

il Sab 14 Nov 2020 - 11:09
Anche Fognini, Seppi, se non sbaglio Djokovic, le Williams, in pratica molti bimani.
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 7482
Età : 52
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.6 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19, Prince Graphite 100 Longbody 16x18, Tour 100 290gr 16x18

Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi Empty Re: Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi

il Sab 14 Nov 2020 - 11:21
PRO E CONTRO - Quali sono i vantaggi? Sicuramente la leva maggiore aiuta in termini di spinta, l'inerzia è superiore rispetto a un attrezzo identico ma di lunghezza standard. Tecnicamente sono evidenti i vantaggi al servizio: non solo Errani e Ferrer sono andati in quella direzione, ma anche Andreas Seppi è da sempre legato a un telaio extralungo.

Pioniere del longbody è stato lo statunitense Mikael “Michelino” Chang con la sua Prince Graphite; non a caso anche il suo attuale assistito, Kei Nishikori manovra una Wilson Burn "allungata". Come pare facciano con i rispettivi telai anche Richard Gasquet, Jo-Wilfried Tsonga, Sam Groth, Thanasi Kokkinakis e Sam Querrey.

Al servizio ma anche nei recuperi e nel rovescio bimane (che prevede una leva più corta) la spinta in più potrebbe essere d'aiuto, per tutti. Anche se sulla bilancia occorre mettere però la minore maneggevolezza di un attrezzo più lungo, perciò meno ideale per il gioco di volo.   "Mauro Simoncini"

L'ANGOLO TECNICO Racchette più lunghe: ecco tutti i vantaggi
Basta mezzo pollice a fare la differenza: 12,7 millimetri. Una racchette più lunga di tanto così può fare un’enorme differenza ma sono pochissimi a ragionare su questo fattore al momento di scegliere un nuovo attrezzo. Si guarda al peso, alle dimensioni dell’ovale, al profilo, allo schema corde. Eppure se il telaio si allunga la musica cambia, di molto. Si tira più forte, si arriva più in alto. Eppure sul mercato c’è una serie di varianti dei modelli di racchette più diffusi, più lunghe della norma. Dunque è importante capire quali possono essere i vantaggi (o gli svantaggi) annessi. Vediamoli insieme.

VANTAGGI CONCRETI – Il vantaggio più netto ed evidente è quello in termini di potenza, certo. Con un attrezzo più lungo, la leva maggiore consente di spingere e impattare la pallina con più energia. Per dirla con i dati di laboratorio delle racchette, a parità di altre caratteristiche, l’inerzia è sicuramente maggiore. Diritto e rovescio da fondo ma differenze tangibili riguardano anche il servizio, che è diventato arma incisiva anche per Ferrer che di certo non è uno “spilungone” alla Karlovic. Potenza e anche resa del top spin, visto che la testa della racchetta si muove più velocemente. Ancora più banalmente, anche se 1 o 2 centimetri sembrano pochi, il telaio più lungo consente di “arrivare” più lontani, quindi coprire più facilmente il campo. Da alcuni calcoli sembra che 2 pollici in più possano offrire una copertura di campo maggiore addirittura del 13%. Non male se si considerano tutte le volte che si è obbligati a muoversi da destra a sinistra nel campo o correre sotto rete per recuperare una palla corta dell’avversario.

SVANTAGGI? – Non è ovviamente tutto oro quel che luccica. Abbiamo già ribadito in un altro articolo che il bilanciamento più spostato verso la testa della racchetta o in generale un peso maggiore aiutano in termini di potenza e spin ma incidono negativamente sulla maneggevolezza. Per questo un telaio longbody non è quindi consigliato per un giocatore che pratica assiduamente il serve&volley, o comunque per chi punta anzitutto sulla manovrabilità dell'attrezzo.

BILANCIATE... AL CUORE – Le racchette longbody attualmente in commercio sono pensate per giocatori di livello amatoriale. Il deficit in termini di maneggevolezza viene attutito da una migliore distribuzione del peso (spostato un po’ verso il cuore il manico). A questo proposito, attenzione in primo luogo ai dati di bilanciamento. A parità di modello e di misura del bilanciamento, è più “leggero in testa” (quindi probabilmente più maneggevole) il telaio longbody rispetto a quello standard. Infatti i centimetri che trovate indicati a proposito di bilanciamento sono misurati dall'estremità del manico. In secondo luogo ci sono longbody e longbody: il pollice aggiuntivo (o di più) di lunghezza può avere origine da diverse parti di una racchetta. Nelle "amatoriali" lunghezza maggiore significa quasi sempre un piatto corde più ampio perché più lungo; e questo vuol dire anche sweetspot (area “utile” di impatto) maggiore. Invece nelle agonistiche l’allungo riguarda quasi sempre il manico e il cuore, per lasciare invariata l’area del piatto corde rispetto ai modelli standard da 27 pollici. "Allungare" è un'opportunità: potrebbe valere la pena provarla.
di Mauro Simoncini

Un telaio più lungo può risultare meno maneggevole ma se dovessimo mettere a confronto due telai con uguale inerzia ma misure diverse credo che il "più" lungo vince sul "più" pesante.


Articolo di Mauro Simoncini di qualche anno fa.
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 7482
Età : 52
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.6 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19, Prince Graphite 100 Longbody 16x18, Tour 100 290gr 16x18

Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi Empty Re: Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi

il Sab 14 Nov 2020 - 11:28
Ed anche Isner ha una Longbody
avatar
andrea scimiterna
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1331
Data d'iscrizione : 26.01.14

Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi Empty Re: Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi

il Sab 14 Nov 2020 - 11:50
Diciamo che i pro essendo allenati possono permettersi di sfruttare la maggior leva di un longbody, ma questo per la maggior parte è vero per i giocatori che giocano comunque da fondo, dubito che siano molti i giocatori a tutto campo o l'estinta razza dei s&v  che abbiano adottato un lb. Altri esempi credo Nishikori mi sembra di ricordare anche Ferrer, nonchè i pollicini, Chang, Rochus, Errani
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 7482
Età : 52
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.6 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19, Prince Graphite 100 Longbody 16x18, Tour 100 290gr 16x18

Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi Empty Re: Lunghezza della racchetta:vantaggi e svantaggi

il Sab 14 Nov 2020 - 11:55
Vero, mi ero dimenticato la Errani e Ferrer.
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.