Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di Passionetennis!
Da qui potete connettervi o registrarvi per far parte anche voi della nostra comunità.
La registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato e molto altro.
Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!
Buona navigazione su Passionetennis.it

Accedi
Ultimi argomenti
Luxilon SmartOggi alle 9:01Eiffel59





Ultime dal mercatino
Link Amici

Andare in basso
matador66
matador66
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2077
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty dritto in open stance

il Ven 9 Ott 2020 - 14:22
Promemoria primo messaggio :

Un saluto preliminare a tutti.
Avrei un quesito da fare agli esperti, riguardo il dritto in open stance.
Io ormai sono abituato (sicuramente per pigrizia) ed effettuare il dritto in open stance. Per questo motivo colpisco la palla abbastanza ravvicinata al tronco, ma tirando poco il braccio dietro la schiena. L'altro giorno, parlando con un maestro del mio circolo, è venuto fuori che, per tirare un dritto potente e lungo, dovrei modificare il gesto allontanandomi di più dalla palla e mettermi in posizione "closed".
Possibile che non ci sia modo di mantenere la posizione open e tirare più potente, magari con qualche esercizio ad hoc?
Tenete presente che non tiro fortissimo, ma il mio dritto non è poi così male, ma la pecca è non riuscire ad imprimere più forza sulle palle prive di peso. Il maestro dice perché con il movimento open il braccio non distendendosi dietro al corpo prima dell'impatto non genera sufficiente potenza.
Grazie per gli eventuali consigli

Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2320
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 1:14
@rey20 ha scritto:https://www.youtube.com/watch?v=ZuBC8Sj8pdc&t=23s

nel video postato è open o semi open secondo voi? (intendo il primo)
Dalle dinamiche che  vedo mi sembra una open stance con appoggio sul piede destro avvanzato, anche se non si vede bene la distanza tra i piedi che sembrano paralleli.
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2320
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 1:38
@matador66 ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:Matador, ho trovato un paio di esemplificazioni per meglio chiarire, forse, ciò che intendevo quale possibile soluzione per riuscire a meglio caricare la racchetta attraverso una maggiore rotazione delle anche in fase di preparazione (apertura) del dritto, senza modificare, nella sostanza, credo, il tuo attuale forehand swing.
Al di la di come si vogliano definire queste stance, vista la difficoltà a sancirne unanimamente una nomenclatura ufficiale, non mi sembra fondamentale ... appare evidente un limitato, ridottissimo disallineamento tra i due piedi che vede sempre il piede dx (entrambi i tennisti esaminati sono destrorsi) leggermente arretrato rispetto al sinistro. Questo apparente dettaglio, il disallineamento può essere davvero molto ridotto, permetterà una maggiore mobilità delle anche e, conseguentemente, del tronco e spalle. Così, ti sarà possibile anche una maggiore retro estensione del braccio racchetta che fungerà da volano per trasferire una maggiore energia alla palla impattata, attraverso un'escursione maggiore del piatto corde.
Puoi anche testare l'efficacia della stance simulando il movimento senza palla, ti accorgerai subito come le anche risulteranno molto più libere rispetto ad una stance con i due piedi paralleli che bloccano le anche fronte net ... 
dritto in open stance  - Pagina 5 Del-po10
Grazie Dago!
Io prima di dare certi consigli anche se in fin di bene ci penserei bene.....perche' leggendo quello che dici ci sono diverse imprecisioni, non me ne volere Dago ,non e' un attacco nei tuoi confronti ma e' quello che vedo.
Per prima cosa non conoscendo da dove si parte, cioe' il soggetto in questione, i consigli lasciano il tempo che trovano e possono fare piu' danni che altro,soppratutto se non si ha esperienza nel insegnare e nel seguire i giusti passi.
Non va bene il dire che il preparare piu' indietro cioe' girare di piu' le spalle poco cambierebbe nelle dinamiche del  movimento,anche perche' la preparazione non ha nulla a che vedere con la stance che si usa,ma sono proprio le dinamiche differenti, tra le due stance che fanno molta differenza,cioe', ricerca palla differente, punto d'impatto differente,e presa di posizione differente, e molte altre dinamiche ormai memorizate da anni,anche con lo stesso tipo di preparazione, mettendo anche il caso che si prepari puntando con il braccio parallelo alla linea di fondo come il video che hai postato di Gonzales.
Ora avendo visto il video di Matador come dicevo qualche post fa, mi permetto di dare un altro piccolo consiglio, il primo cambio dovrebbe proprio essere quello di incominciare a preparare puntando con il braccio sinistro parallelo alla linea di fondo,sempre.....per incominciare a girare le spalle e avere piu' liberta' di movimento....
Poi da li in avanti si vede come procedere......bisogna vedere in campo....e siccome ti segue un maestro, e da quello che dici ha visto le stesse cose che ho visto io nel tuo video segui i suoi consigli......
Saluti e buon tennis
Dagoberto
Dagoberto
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 28.05.20

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 9:01
Non capisco quale sia il problema. Ovvio che se Matador si facesse seguire da un maestro sarebbe meglio, non mi sembra che si sia affermato il contrario. Il Forum é un'opportunitá per approfondire informalmente cose indistntamente sul tennis, credo, oppure si chiarisca quali temi siano affrontabili e quali no. Matador, adulto con capacitá di intendere e volere, sa bene che rivolgersi ad un tecnico preparato sia la cosa migliore per risolvere problemi di tecnica, ritengo. Se ha deciso, comunque, di postare un quesito per quale motivo non si dovrebbe condividere con lui le proprie esperienze? Comprendo che una certa difesa d'ufficio del ruolo professionale, spinga a demonizzare tutto ciò non sia etichettato, etichettabile quale tecnico o maestro o, non so quale altro, ruolo didattico, ma cerchiamo di non esagerare, questo non é un circolo tennis, tantomeno il portale FIT, nessuno ruba lavoro ad altri, anche perché nessuno é pagato, o si? Inoltre, non dimentichiamolo, ognuno partecipa con un nickname anonimo, quindi chi ci sia dietro ad ogni scritto non é noto ... tantomeno certificabile, ergo, si giudicano, semmai, i contenuti espressi e su questi, personalmente non ho ancora capito cosa ci possa essere di controproducente tra quelli da me proposti. Non é che il verbo sia di appannaggio solo di alcuni, o si? Chiaro che ogni modifica al proprio tennis consolidato comporti cambiamenti, anche questa é un'ovvietá. Se Matador riterrá o meno apportare modifiche al suo tennis lo deciderá da persona adultá qual é. Io, dal canto mio, credendo di bene interpretare lo spirito del Forum, ho proposto un contributo di riflessione proprio nell'ottica non di non modificare nulla, ma di modificare il meno possibile nell'intento di apportare qualche miglioramento nell'ottica di quanto richiesto. Lasciamo decidere all'interessato se quanto suggerito sia o meno interessante, utile ... al limite proponendo soluzioni alternative.
piccolit
piccolit
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 393
Data d'iscrizione : 08.07.19

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4NC
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 9:30
Beh insomma....matador si è rivolto agli "esperti", non a tutti quelli che hanno una tastiera.
E' chiaro che è bello dire la propria, ma mettetevi nei panni di uno che riceve 8000 risposte da persone che sostanzialmente potrebbe incontrare al bar.
Utile?
Se uno è un maestro e uno non lo è, i due pareri NON SONO sullo stesso piano. Accettiamolo con serenità.
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5493
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 10:15
dago, te lo dico sinceramente e senza nessuna voglia di fare polemica; tu scrivi cose molto interessanti
con bei riferimenti storici e via dicendo, ma purtroppo le infarcisci con tue conclusioni personali spesso 
discutibili, perchè in alcuni casi limitano l'interpretazione e in altri affermano nettamente cose che invece
non sono esattamente così nella realta. ad esempio è vero che se posizioni i piedi non perfettamente 
paralleli avrai più gioco di anche, ma è anche vero che persino se li hai perfettamente paralleli e con 
la punta rivolta verso la rete puoi avere non solo il contributo del braccio, ma anche quello di gambe, 
tronco e spalle. poi che a te riesca meglio in un modo rispetto ad un altro, quello è un altro 
paio di maniche. in più vedi nelle considerazioni diverse dalle tue una convinzione personale soggettiva
che invece non esiste, difatti ti ho spiegato che io addirittura non la faccio la open, mentre tu pensavi 
che io avessi intavolato un discorso solo per far valere di più le mie scelte personali.
quando mi avete detto che le foto di tilden e federer rappresentavano una open, io stesso dopo essere
partito da una posizione netta che non lo fossero ho detto ok, probabilmente sono io che vedo una semi
open ma in realtà si può chiamare open anche quella. con tanto di disegnino dove stranamente i 
piedi erano posizionati come la foto di federer e la tipologia era inquadrata come semiopen.
disegnino che doveva convincermi del fatto che fosse una open, ancora non ho capito in base a quale
assurdo ragionamento. ovvero ognuno può partire con una sua interpretazione e serie di convinzioni, 
ma poi dal confronto si dovrebbe arrivare a riconoscere se si sono dette inesattezze, altrimenti 
qualsiasi confronto sarà sempre inutile. tanto più quando quelle inesattezze ci portano a dire verso 
altri utenti cose poco gradevoli e simpatiche, solo perchè si pensa che siano esatte e inattaccabili.
matador66
matador66
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2077
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 10:19
@Veterano ha scritto:
@matador66 ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:Matador, ho trovato un paio di esemplificazioni per meglio chiarire, forse, ciò che intendevo quale possibile soluzione per riuscire a meglio caricare la racchetta attraverso una maggiore rotazione delle anche in fase di preparazione (apertura) del dritto, senza modificare, nella sostanza, credo, il tuo attuale forehand swing.
Al di la di come si vogliano definire queste stance, vista la difficoltà a sancirne unanimamente una nomenclatura ufficiale, non mi sembra fondamentale ... appare evidente un limitato, ridottissimo disallineamento tra i due piedi che vede sempre il piede dx (entrambi i tennisti esaminati sono destrorsi) leggermente arretrato rispetto al sinistro. Questo apparente dettaglio, il disallineamento può essere davvero molto ridotto, permetterà una maggiore mobilità delle anche e, conseguentemente, del tronco e spalle. Così, ti sarà possibile anche una maggiore retro estensione del braccio racchetta che fungerà da volano per trasferire una maggiore energia alla palla impattata, attraverso un'escursione maggiore del piatto corde.
Puoi anche testare l'efficacia della stance simulando il movimento senza palla, ti accorgerai subito come le anche risulteranno molto più libere rispetto ad una stance con i due piedi paralleli che bloccano le anche fronte net ... 
dritto in open stance  - Pagina 5 Del-po10
Grazie Dago!
Io prima di dare certi consigli anche se in fin di bene ci penserei bene.....perche' leggendo quello che dici ci sono diverse imprecisioni, non me ne volere Dago ,non e' un attacco nei tuoi confronti ma e' quello che vedo.
Per prima cosa non conoscendo da dove si parte, cioe' il soggetto in questione, i consigli lasciano il tempo che trovano e possono fare piu' danni che altro,soppratutto se non si ha esperienza nel insegnare e nel seguire i giusti passi.
Non va bene il dire che il preparare piu' indietro cioe' girare di piu' le spalle poco cambierebbe nelle dinamiche del  movimento,anche perche' la preparazione non ha nulla a che vedere con la stance che si usa,ma sono proprio le dinamiche differenti, tra le due stance che fanno molta differenza,cioe', ricerca palla differente, punto d'impatto differente,e presa di posizione differente, e molte altre dinamiche ormai memorizate da anni,anche con lo stesso tipo di preparazione, mettendo anche il caso che si prepari puntando con il braccio parallelo alla linea di fondo come il video che hai postato di Gonzales.
Ora avendo visto il video di Matador come dicevo qualche post fa, mi permetto di dare un altro piccolo consiglio, il primo cambio dovrebbe proprio essere quello di incominciare a preparare puntando con il braccio sinistro parallelo alla linea di fondo,sempre.....per incominciare a girare le spalle e avere piu' liberta' di movimento....
Poi da li in avanti si vede come procedere......bisogna vedere in campo....e siccome ti segue un maestro, e da quello che dici ha visto le stesse cose che ho visto io nel tuo video segui i suoi consigli......
Saluti e buon tennis
Grazie Vet, seguirò certamente i tuoi consigli.
Dagoberto
Dagoberto
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 28.05.20

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 10:20
@piccolit ha scritto:Beh insomma....matador si è rivolto agli "esperti", non a tutti quelli che hanno una tastiera.
E' chiaro che è bello dire la propria, ma mettetevi nei panni di uno che riceve 8000 risposte da persone che sostanzialmente potrebbe incontrare al bar.
Utile?
Se uno è un maestro e uno non lo è, i due pareri NON SONO sullo stesso piano. Accettiamolo con serenità.
Piccolit, scusa, puoi precisare il tuo concetto di esperto?
Maestro?
In italia vige un dettato costituzionale in base al quale "arte è scienza sono libere e libero ne è l loro insegnamento" ... 
Di fatto, giuridicamente, il ruolo di maestro non è sancito erga omnes, cioè non esiste una legge dello stato che decreti nella generalità chi possa o non possa insegnare tale disciplina e ciò vale anche per molte altre; è un tema oggetto di continue polemiche, da anni soggetto a proposte e riproposte, prima cassate, poi riproposte ... insomma, giusto o sbagliato che sia, ad oggi è così.
I Maestri o tecnici con targa sono riconosciuti tali nell'ambito dei contesti nei quali tali certificazioni sono rilasciate. I Maestri FIT sono riconosciuti, appunto, dalla FIT e solo i circoli affiliati FIT sono obbligati ad avvalersi di maestri o tecnici FIT, pena possibili sanzioni emanata dalla stessa FIT (infatti ci sono molti circoli tennis, anche storici, che non condividendo tale orientamento, hanno abbandonato l'affiliazione federale da tempo). Analogamente avviene per altre Organizzazioni come la UISP e via dicendo. Poi ci sono riconoscimenti internazionali, come la certificazione PTR, che fondano la loro credibilità sulla base della loro lunga e consolidata esperienza nel settore, nonchè accordi di collaborazione con altre prestigiocìse associazioni del settore, per esempio PTR è riconosciuta dalla ATP, fornendo rappresentatività mediatica, ma anche in questo caso nessun riconoscimento giuridico erga omnes, almeno in Italia.
A tutto ciò, va sottolineato come ogni Maestro abbia le sue peculiarità; il tennis è disciplina molto articolata, profonda e il suo insegnamento è anche condizionato da gusti e convinzioni personali, anche per questo la scelta di un maestro è tutt'altro che semplice; se ci si rivolge a un maestro che predilige un tennis che a noi non piace, beh, il minimo che possa succedere è che si imparerà a giocare un tennis che non ci diverta e per un gioco non è proprio un successone. 

Come si sposa tutto questo ginepraio di situazioni, equilibri, competenze con un FORUM di partecipazione anonima?
Chi decide chi sia esperto, maestro, capace per ...?
Bar ...
Beh, credo che un Forum come Passione Tennis sia, nella sostanza, molto assimilabile ad un Bar, anzi, in un Bar ognuno risponde di quello che dice con la propria faccia, qui, invece, uno interviene e sulla base di non si capisce cosa avrebbe più autorevolezza di altri ... boh, mi sembra molto capzioso.
Chi dietro un nickname si può effettivamente presentare come Maestro e di cosa, poi, visto il quadro normativo generale di cui sopra ...
Chi decide se un Dagoberto ... pippo, pluto o paperino, possa discquisire o meno di tecnica, fino a che punto possa spingersi, quali immagini possa o non possa postare?
Un Forum come Passione Tennis nasce, ritengo, per una libera fruizione e ciò che si scrive, di fatto, si giudica per quello che è.
Io ho avanzato alcune riflessioni in merito al questito posto da Matador che, evidentemente, così facendo, ha accettato l'idea di cogliere spunti da chichessia; lo ritengo sufficientemente esperto per giudicare e scegliere cosa possa o non possa essergi utile.
Non mi sono spacciato per Maestro, ma mi sono messo in gioco esponendo alcune tesi; si possono condividere, contestare, proporne altre, questo dovrebbe essere il bello di un Forum libero (provate ad andare a curiosare in qualche Forum americano e capirete cosa intendo dire ...), invece, a questo interessante ed intelligente post di Matador, si assiste ad interventi, per così dire, "parassiti", con arzigogoli sul nulla, puntualizzazioni su un termine o su un altro, sull'avere o meno l'autorevolezza per dire cosa, invece che entrare nel merito e alimentare un sano e utile dibattito sui contenuti; io non ho ancora capito cosa ci sarebbe di sbagliato nel tenere in open stance i due piedi leggermente disallineati, senza, quindi, passare ad una semi open, in modo da agevolare maggiormente una libertà di anche, nessuno l'ha ancora detto, maestro o no che sia ... 
Io continuo a sostenere la validità del mio contributo  ...
Dagoberto
Dagoberto
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 28.05.20

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 10:31
@VANDERGRAF ha scritto:dago, te lo dico sinceramente e senza nessuna voglia di fare polemica; tu scrivi cose molto interessanti
con bei riferimenti storici e via dicendo, ma purtroppo le infarcisci con tue conclusioni personali spesso 
discutibili, perchè in alcuni casi limitano l'interpretazione e in altri affermano nettamente cose che invece
non sono esattamente così nella realta. ad esempio è vero che se posizioni i piedi non perfettamente 
paralleli avrai più gioco di anche, ma è anche vero che persino se li hai perfettamente paralleli e con 
la punta rivolta verso la rete puoi avere non solo il contributo del braccio, ma anche quello di gambe, 
tronco e spalle. poi che a te riesca meglio in un modo rispetto ad un altro, quello è un altro 
paio di maniche. in più vedi nelle considerazioni diverse dalle tue una convinzione personale soggettiva
che invece non esiste, difatti ti ho spiegato che io addirittura non la faccio la open, mentre tu pensavi 
che io avessi intavolato un discorso solo per far valere di più le mie scelte personali.
quando mi avete detto che le foto di tilden e federer rappresentavano una open, io stesso dopo essere
partito da una posizione netta che non lo fossero ho detto ok, probabilmente sono io che vedo una semi
open ma in realtà si può chiamare open anche quella. con tanto di disegnino dove stranamente i 
piedi erano posizionati come la foto di federer e la tipologia era inquadrata come semiopen.
disegnino che doveva convincermi del fatto che fosse una open, ancora non ho capito in base a quale
assurdo ragionamento. ovvero ognuno può partire con una sua interpretazione e serie di convinzioni, 
ma poi dal confronto si dovrebbe arrivare a riconoscere se si sono dette inesattezze, altrimenti 
qualsiasi confronto sarà sempre inutile. tanto più quando quelle inesattezze ci portano a dire verso 
altri utenti cose poco gradevoli e simpatiche, solo perchè si pensa che siano esatte e inattaccabili.
Io ho indicato la luna, ma tu ti ostini a guadare il dito ...  Question Exclamation
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5493
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 10:31
innanzitutto di sbagliato c'è che una semiopen è stata chiamata open e questo è un dato oggettivo.
altrimenti persino un dritto potrei chiamarlo rovescio. e poi il modo in cui una tua idea o suggerimento
vengono posti nei confronti di altri utenti che anche loro stanno scrivendo per dare un contributo 
utile ma tu invece continui a giudicarli capziosi e quasi ridicoli, a volte. se questo è lo spirito di 
un forum....è molto meglio non scrivere per niente. a me sembra lo spirito di chi deve per forza 
attaccare gli altri anche quando non esiste alcun motivo.
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5493
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 10:33
di ostinato ci sei solo tu, e lo dimostra il fatto che ogni volta che ti ho scritto messaggi privati 
per comprenderci meglio non hai nemmeno risposto. bello spirito di forum !
Iron
Iron
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 953
Età : 41
Data d'iscrizione : 04.03.13

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: Scarso...ma mi diverto troppo
Racchetta: Head Speed 360 MP

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 10:44
Un punto che continuo a leggere dove si fa confusione è quello dove si dice che nella open stance i piedi puntano la rete.Nella quasi totalita dei casi, la punta dei piedi sono  rivolte lateralemente per favori la dissociazione della parte superiore del corpo con il resto fondamentale per creare la forza angolare fondamentale in questo tipo di colpo.
piccolit
piccolit
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 393
Data d'iscrizione : 08.07.19

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4NC
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 10:54
@Dagoberto ha scritto:
@piccolit ha scritto:Beh insomma....matador si è rivolto agli "esperti", non a tutti quelli che hanno una tastiera.
E' chiaro che è bello dire la propria, ma mettetevi nei panni di uno che riceve 8000 risposte da persone che sostanzialmente potrebbe incontrare al bar.
Utile?
Se uno è un maestro e uno non lo è, i due pareri NON SONO sullo stesso piano. Accettiamolo con serenità.
Piccolit, scusa, puoi precisare il tuo concetto di esperto?
Maestro?
In italia vige un dettato costituzionale in base al quale "arte è scienza sono libere e libero ne è l loro insegnamento" ... 
Di fatto, giuridicamente, il ruolo di maestro non è sancito erga omnes, cioè non esiste una legge dello stato che decreti nella generalità chi possa o non possa insegnare tale disciplina e ciò vale anche per molte altre; è un tema oggetto di continue polemiche, da anni soggetto a proposte e riproposte, prima cassate, poi riproposte ... insomma, giusto o sbagliato che sia, ad oggi è così.
I Maestri o tecnici con targa sono riconosciuti tali nell'ambito dei contesti nei quali tali certificazioni sono rilasciate. I Maestri FIT sono riconosciuti, appunto, dalla FIT e solo i circoli affiliati FIT sono obbligati ad avvalersi di maestri o tecnici FIT, pena possibili sanzioni emanata dalla stessa FIT (infatti ci sono molti circoli tennis, anche storici, che non condividendo tale orientamento, hanno abbandonato l'affiliazione federale da tempo). Analogamente avviene per altre Organizzazioni come la UISP e via dicendo. Poi ci sono riconoscimenti internazionali, come la certificazione PTR, che fondano la loro credibilità sulla base della loro lunga e consolidata esperienza nel settore, nonchè accordi di collaborazione con altre prestigiocìse associazioni del settore, per esempio PTR è riconosciuta dalla ATP, fornendo rappresentatività mediatica, ma anche in questo caso nessun riconoscimento giuridico erga omnes, almeno in Italia.
A tutto ciò, va sottolineato come ogni Maestro abbia le sue peculiarità; il tennis è disciplina molto articolata, profonda e il suo insegnamento è anche condizionato da gusti e convinzioni personali, anche per questo la scelta di un maestro è tutt'altro che semplice; se ci si rivolge a un maestro che predilige un tennis che a noi non piace, beh, il minimo che possa succedere è che si imparerà a giocare un tennis che non ci diverta e per un gioco non è proprio un successone. 

Come si sposa tutto questo ginepraio di situazioni, equilibri, competenze con un FORUM di partecipazione anonima?
Chi decide chi sia esperto, maestro, capace per ...?
Bar ...
Beh, credo che un Forum come Passione Tennis sia, nella sostanza, molto assimilabile ad un Bar, anzi, in un Bar ognuno risponde di quello che dice con la propria faccia, qui, invece, uno interviene e sulla base di non si capisce cosa avrebbe più autorevolezza di altri ... boh, mi sembra molto capzioso.
Chi dietro un nickname si può effettivamente presentare come Maestro e di cosa, poi, visto il quadro normativo generale di cui sopra ...
Chi decide se un Dagoberto ... pippo, pluto o paperino, possa discquisire o meno di tecnica, fino a che punto possa spingersi, quali immagini possa o non possa postare?
Un Forum come Passione Tennis nasce, ritengo, per una libera fruizione e ciò che si scrive, di fatto, si giudica per quello che è.
Io ho avanzato alcune riflessioni in merito al questito posto da Matador che, evidentemente, così facendo, ha accettato l'idea di cogliere spunti da chichessia; lo ritengo sufficientemente esperto per giudicare e scegliere cosa possa o non possa essergi utile.
Non mi sono spacciato per Maestro, ma mi sono messo in gioco esponendo alcune tesi; si possono condividere, contestare, proporne altre, questo dovrebbe essere il bello di un Forum libero (provate ad andare a curiosare in qualche Forum americano e capirete cosa intendo dire ...), invece, a questo interessante ed intelligente post di Matador, si assiste ad interventi, per così dire, "parassiti", con arzigogoli sul nulla, puntualizzazioni su un termine o su un altro, sull'avere o meno l'autorevolezza per dire cosa, invece che entrare nel merito e alimentare un sano e utile dibattito sui contenuti; io non ho ancora capito cosa ci sarebbe di sbagliato nel tenere in open stance i due piedi leggermente disallineati, senza, quindi, passare ad una semi open, in modo da agevolare maggiormente una libertà di anche, nessuno l'ha ancora detto, maestro o no che sia ... 
Io continuo a sostenere la validità del mio contributo  ...

In 2 parole e senza tante supercazzole: ti senti in grado di insegnare il tennis a matador o altri?
Perchè matador ha un problema tecnico e ha citato un maestro nelle prime 3 righe. E ha chiesto un parere su quello che gli è stato detto da un maestro, ovvero un tecnico qualificato, cosa che credo tu non sia, e il fatto che filosofeggi per ampliare il discorso il più possibile, solo per dimostrare che vale tutto e anche il suo contrario, lo conferma.

Un forum come quello che sogni tu, serve solo a passare il tempo...
La prossima volta potrei esserci io al posto di matador e mi farebbe piacere ottenere dei pareri che si discostino dalle opinioni.

Questa è la mia personalissima opinione ovviamente,  e so già che è una battaglia persa, ma è un brutto lunedì.
Dagoberto
Dagoberto
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 28.05.20

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 11:08
@piccolit ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@piccolit ha scritto:Beh insomma....matador si è rivolto agli "esperti", non a tutti quelli che hanno una tastiera.
E' chiaro che è bello dire la propria, ma mettetevi nei panni di uno che riceve 8000 risposte da persone che sostanzialmente potrebbe incontrare al bar.
Utile?
Se uno è un maestro e uno non lo è, i due pareri NON SONO sullo stesso piano. Accettiamolo con serenità.
Piccolit, scusa, puoi precisare il tuo concetto di esperto?
Maestro?
In italia vige un dettato costituzionale in base al quale "arte è scienza sono libere e libero ne è l loro insegnamento" ... 
Di fatto, giuridicamente, il ruolo di maestro non è sancito erga omnes, cioè non esiste una legge dello stato che decreti nella generalità chi possa o non possa insegnare tale disciplina e ciò vale anche per molte altre; è un tema oggetto di continue polemiche, da anni soggetto a proposte e riproposte, prima cassate, poi riproposte ... insomma, giusto o sbagliato che sia, ad oggi è così.
I Maestri o tecnici con targa sono riconosciuti tali nell'ambito dei contesti nei quali tali certificazioni sono rilasciate. I Maestri FIT sono riconosciuti, appunto, dalla FIT e solo i circoli affiliati FIT sono obbligati ad avvalersi di maestri o tecnici FIT, pena possibili sanzioni emanata dalla stessa FIT (infatti ci sono molti circoli tennis, anche storici, che non condividendo tale orientamento, hanno abbandonato l'affiliazione federale da tempo). Analogamente avviene per altre Organizzazioni come la UISP e via dicendo. Poi ci sono riconoscimenti internazionali, come la certificazione PTR, che fondano la loro credibilità sulla base della loro lunga e consolidata esperienza nel settore, nonchè accordi di collaborazione con altre prestigiocìse associazioni del settore, per esempio PTR è riconosciuta dalla ATP, fornendo rappresentatività mediatica, ma anche in questo caso nessun riconoscimento giuridico erga omnes, almeno in Italia.
A tutto ciò, va sottolineato come ogni Maestro abbia le sue peculiarità; il tennis è disciplina molto articolata, profonda e il suo insegnamento è anche condizionato da gusti e convinzioni personali, anche per questo la scelta di un maestro è tutt'altro che semplice; se ci si rivolge a un maestro che predilige un tennis che a noi non piace, beh, il minimo che possa succedere è che si imparerà a giocare un tennis che non ci diverta e per un gioco non è proprio un successone. 

Come si sposa tutto questo ginepraio di situazioni, equilibri, competenze con un FORUM di partecipazione anonima?
Chi decide chi sia esperto, maestro, capace per ...?
Bar ...
Beh, credo che un Forum come Passione Tennis sia, nella sostanza, molto assimilabile ad un Bar, anzi, in un Bar ognuno risponde di quello che dice con la propria faccia, qui, invece, uno interviene e sulla base di non si capisce cosa avrebbe più autorevolezza di altri ... boh, mi sembra molto capzioso.
Chi dietro un nickname si può effettivamente presentare come Maestro e di cosa, poi, visto il quadro normativo generale di cui sopra ...
Chi decide se un Dagoberto ... pippo, pluto o paperino, possa discquisire o meno di tecnica, fino a che punto possa spingersi, quali immagini possa o non possa postare?
Un Forum come Passione Tennis nasce, ritengo, per una libera fruizione e ciò che si scrive, di fatto, si giudica per quello che è.
Io ho avanzato alcune riflessioni in merito al questito posto da Matador che, evidentemente, così facendo, ha accettato l'idea di cogliere spunti da chichessia; lo ritengo sufficientemente esperto per giudicare e scegliere cosa possa o non possa essergi utile.
Non mi sono spacciato per Maestro, ma mi sono messo in gioco esponendo alcune tesi; si possono condividere, contestare, proporne altre, questo dovrebbe essere il bello di un Forum libero (provate ad andare a curiosare in qualche Forum americano e capirete cosa intendo dire ...), invece, a questo interessante ed intelligente post di Matador, si assiste ad interventi, per così dire, "parassiti", con arzigogoli sul nulla, puntualizzazioni su un termine o su un altro, sull'avere o meno l'autorevolezza per dire cosa, invece che entrare nel merito e alimentare un sano e utile dibattito sui contenuti; io non ho ancora capito cosa ci sarebbe di sbagliato nel tenere in open stance i due piedi leggermente disallineati, senza, quindi, passare ad una semi open, in modo da agevolare maggiormente una libertà di anche, nessuno l'ha ancora detto, maestro o no che sia ... 
Io continuo a sostenere la validità del mio contributo  ...

In 2 parole e senza tante supercazzole: ti senti in grado di insegnare il tennis a matador o altri?
Perchè matador ha un problema tecnico e ha citato un maestro nelle prime 3 righe. E ha chiesto un parere su quello che gli è stato detto da un maestro, ovvero un tecnico qualificato, cosa che credo tu non sia, e il fatto che filosofeggi per ampliare il discorso il più possibile, solo per dimostrare che vale tutto e anche il suo contrario, lo conferma.

Un forum come quello che sogni tu, serve solo a passare il tempo...
La prossima volta potrei esserci io al posto di matador e mi farebbe piacere ottenere dei pareri che si discostino dalle opinioni.

Questa è la mia personalissima opinione ovviamente,  e so già che è una battaglia persa, ma è un brutto lunedì.
Le supercazzole sono il contesto di riferimento che, evidentemente, tu ignori e non ti interessa approfondire anche se è aspetto fondamentale per dare un senso e comprendere tutto il resto.
Io non mi sento in grado di insegnare niente a nessuno e tantomeno l'ho fatto o pensato di farlo; questa è una tua illazione o pregiudizio, definiscilo come vuoi.
Un utente del Forum ha posto un questito e a me è piaciuto contribuire esprimendo delle mie convinzioni (sinonimo di parere e opinione ... curioso tu voglai assegnarli un significato diverso ...),molto semplicemente.
Se si scrivono cose poco attendibili o, peggio, pericolose, fallo decidere a chi l'ha posto o ti ritieni in dovere di fare il difensore d'ufficio di altri ...
Invece che accusarmi, non ho capito ancora di cosa ... entra nel merito, perchè non esprimi un tuo parere, perchè non proponi un tuo suggerimento, cosa non andrebbe bene di quanto da me esposto?
O il punto è che io, a prescindere, non avrei dovuto intervenire e sulla base di quale principio e chi, quindi, può intervenire in un simile post?
Mi sembri molto confuso ... non capisco, però, se pur non avendo le idee chiare ti senti in dovere di azzittire me che, invece, ritengo di averle, boh?
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5493
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 11:48
di solito chi chiede aiuto non ha possibilità per giudicare cosa è giusto e cosa no, altrimenti non avrebbe bisogno di aiuto. è per questo motivo che in una discussione intervengono altri utenti ad approfondire. ripeto, far vedere una foto di una semiopen significa dover parlare di semiopen, non di open e nemmeno di open con stratagemmi. e il tennis è talmente complesso che per dare contributi validi sono molto più utili i video, magari anche in slow motion, delle foto
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5493
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 11:51
iron, ho fatto un esempio estremo per dire che persino in quella posizione si può ruotare busto e spalle. non ho mai detto che la open si gioca solo e sempre in quel modo. ma può succedere anche quello ad esempio in risposta al servizio o altre situazioni di gioco.
avatar
kingkongy
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13764
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 13:43
Provo una sorta di piacere fisico per la decisione di non partecipare a questa discussione.
Come si fa a incasinarsi così per una cosa tanto “naturale”. Boh?
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5493
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 14:04
che significa tanto naturale king ? tu stesso avevi detto che tilden era talmente open che quasi giocava negli spogliatoi. ma open mica significa che devi fare la spaccata in allungo o cose del genere. puoi essere open anche con i piedi molto vicini. di naturale in questa discussione ho visto solo gli interventi di veterano.
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5493
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 22:10
Non mi sono spacciato per Maestro, ma mi sono messo in gioco esponendo alcune tesi; si possono condividere, contestare, proporne altre, questo dovrebbe essere il bello di un Forum libero (provate ad andare a curiosare in qualche Forum americano e capirete cosa intendo dire ...), 
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5493
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 22:12
qui sopra ho voluto riportare il tuo pensiero, dago, con la speranza che tu possa leggerlo e valutarlo 
serenamente, anche qualora non fosse utile ai fini del tuo proseguimento. tu dici in sostanza che 
quello che scrivi si può condividere oppure contestare. giustissimo ! ma come si può contestare se 
quando io lo contesto tu reagisci dicendo che l'ovvio non si può contestare e non capisci perchè una
persona possa arrivare a tanto ?!
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5493
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Lun 12 Ott 2020 - 22:18
tutto è iniziato perchè io ho detto ...dove la vedi la open stance nella foto di tilden ? 
ora.....ammesso che sia un mio errore di valutazione (ho parlato di una prospettiva visiva
che secondo me non aiuta a decifrare bene), basterebbe rispondere spiegando che i 
piedi sono sulla stessa linea oppure andando ad approfondire insieme cosa caratterizza la
open stance. poi dici che la foto di federer è identica ma veterano interviene e dice che 
si tratta di semi-open e non di open, con tutte le altre caratteristiche relative annesse.
bene !  il punto non è se io o te abbiamo sbagliato oppure abbiamo detto entrambi 
inesattezze oppure ci siamo spiegati male, il punto è che tu invochi una libertà espressiva
che sottintende anche una certa competenza ma poi se una persona fa la stessa cosa la
interpreti come un mero atto di protagonismo volto a mettere in campo chissà quali 
manifestazioni di ego o di presunzione. questo non potrà mai essere un dialogo civile 
e costruttivo, perchè tu ti prendi delle "libertà" ma non le concedi agli altri.
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2320
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Mer 14 Ott 2020 - 16:21
https://www.youtube.com/watch?v=HBmUfD8bOB4
Qua ce una progressione interessante dove le gambe intervengono solo come posizionamento essendo in ginocchio e si lavora con il giro di spalle.
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 7058
Età : 52
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.6 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19, Prince Graphite 100 Longbody 16x18, Tour 100 290gr 16x18

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Mer 14 Ott 2020 - 23:57
@Veterano ha scritto:https://www.youtube.com/watch?v=HBmUfD8bOB4
Qua ce una progressione interessante dove le gambe intervengono solo come posizionamento essendo in ginocchio e si lavora con il giro di spalle.
Grazie
taglia1964
taglia1964
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 558
Data d'iscrizione : 14.06.18

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: ITR 5.5 FIT 4.NC
Racchetta: WILSON BLADE 98 CV - 16 X 19

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Ven 16 Ott 2020 - 8:34
Ma quanti gradi di inclinazione sono necessari per il passaggio da open a semiopen? 
Meglio la misurazione in gradi (dove il centro è il piede dx) o in centimetri di distanza tra le rette parallele passanti per i due piedi?
nel caso in cui il piede sulla palla sia avanzato rispetto all'altro? si parla di ultraopen?
Veterano
Veterano
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2320
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

dritto in open stance  - Pagina 5 Empty Re: dritto in open stance

il Sab 17 Ott 2020 - 17:24
@taglia1964 ha scritto:Ma quanti gradi di inclinazione sono necessari per il passaggio da open a semiopen? 
Meglio la misurazione in gradi (dove il centro è il piede dx) o in centimetri di distanza tra le rette parallele passanti per i due piedi?
nel caso in cui il piede sulla palla sia avanzato rispetto all'altro? si parla di ultraopen?
Eh eh eh mi piace la ultra open  Very Happy
https://www.youtube.com/watch?v=BzMvsdmBU8c
Si chiama open stance con appoggio esterno avvanzato come dice il video.
Torna in alto
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.