Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Accedi
Ultimi argomenti
Black code Oggi alle 12:55Eiffel59
Highstring Oggi alle 10:26drichichi
Chi ha ragione?Ieri alle 14:08lisi




Ultime dal mercatino
Link Amici

www.Auto-DOC.it: Ricambi auto online

Andare in basso
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5030
Età : 52
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Gio 23 Apr 2020 - 22:46
Promemoria primo messaggio :

Ho trovato questo articolo che aiuta a identificare (o comprendere) i punti deboli del tuo avversario. 

https://www.tennisworlditalia.com/tec/57/identifica-i-punti-deboli-del-tuo-avversario-nel-riscaldamento-free/

Questo articolo aiuta a "leggere" il servizio dell'avversario.

https://www.tennisworlditalia.com/tec/793/come-leggere-il-servizio-avversario/

Voi come riuscite di solito a "leggere" la partita e "studiare" l'avversario? 

Grazie

drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5030
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Sab 9 Mag 2020 - 9:11
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
Ci attira il lato oscuro del tennis Twisted Evil
framan
framan
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1296
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: Head gravity mp

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 0:06
@VANDERGRAF ha scritto:imporsi non esclude adattarsi, se ti adatti spesso e facilmente entra a far parte del tuo modo di importi. ma chiaramente dipende da tante cose, capacità di osservazione, spirito di sacrificio, qualità e varietà del patrimonio tecnico, tenuta mentale e fisica. e non sono sempre e soltanto fattori costanti. è un'interazione di rendimenti e caratteristiche tra due giocatori.
Ci si impone adattandosi all'avversario, le due cose sono combinate e varia solo la percentuale delle due componenti che darà 100% in totale.
È che l'avversario tenterà lo stesso, per cui le scelte diventano, attaccare, difendere, contrattaccare.
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 0:41
non necessariamente, esistono anche avversari con cui ci troviamo a nozze, non perché siano nettamente inferiori, ma perché giocano sempre un tipo di palla che possiamo gestire bene. ad esempio, nel mio caso, con un avversario abituale non ho mai dovuto cercare niente al di fuori delle mie preferenze, mentre con un altro, sempre abituale, devo spesso trovare soluzioni più ostiche per avere uguale efficacia sia in difesa che in attacco.
framan
framan
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1296
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: Head gravity mp

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 1:23
Comunque ti sei adattato al 100% al tuo avversario, tirando in libertà ti sei adattato al suo gioco per te adatto e ti sei imposto al 100%
Nel messaggio precedente ho commesso un errore di scrittura, la somma è sempre 200%
Nel secondo caso, più ostico, ti imponi al 100% adattandoti al 100% alle condizioni più difficili che ti offre.
È un falso problema, il reale problema è attacco difesa contrattacco.
Si gioca sempre in due, mai da soli.
piccolit
piccolit
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 258
Data d'iscrizione : 08.07.19

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4NC
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 8:40
@kingkongy ha scritto:Ciao Piccolit, arrivo a te.

Il vantaggio tattico, strategico e "situazionale" (inerzia dello scambio) del dritto anomalo e, in particolare, dello sventaglio ti son già state presentate.
Il concetto di "overnet" è quanto passa alta la palla sopra il nastro della rete.
Come puoi immaginare, una palla senza spin (rotazione) ha una traiettoria "balistica": la velocità della palla (variabile), il peso della palla (fisso), l'angolo di gittata (variabile) e la forza di gravità (fissa) determinano se la palla sta in campo o va a rete. Più tiri forte e più la palla tende ad avere una traiettoria rettilinea. Pertanto "vedi" più o meno campo, in base da dove tiri, da che altezza tiri e quanto forte tiri.
L'overnet, invece, è il risultato di una nuova variabile che si aggiunge a quelle precedenti, ovvero la rotazione (spin). Nel caso specifico, il "top spin".
Te la faccio breve e semplice perché le sfumature tecniche sono davvero tante perché corde, telaio e movimento dato dal giocatore alla testa della racchetta influiscono sulla geometria della parabola coperta dalla palla.
Pertanto...alla pane e salame, se la palla ha tanta rotazione riesce a passare alta sulla rete, il che ha dei vantaggi, come la sicurezza di farla stare dentro il campo e il poterla spingere (dare più velocità).
Più la palla veleggia in aria e più tempo avrà il tuo avversario per piazzarsi. Pertanto, un grande overnet ha vantaggi e svantaggi. Se il forte overnet (anche un metro oltre la rete) viene associato a una grande velocità di palla e quindi, oltre al peso, si dà "profondità" allo scambio...allora il tuo avversario comincerà a preoccuparsi. hehehehheheheh
Ma se hai solo overnet, senza profondità e velocità....allora la parabola alta della palla è solo una gran comodità per l'avversario. E se gli girano i 5 minuti...ti risponde pure con uno "schiaffo a volo".

Più chiaro?


p.s. scusate ma ho corretto dei refusi di Italiano, non ho cambiato il senso del post!

Ciao King! Cristallino direi! grazie  Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 622327
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 9:32
dipende da cosa intendi per adattarsi. per me significa che se mi arriva una palla nel mio range ottimale di gestione, la partita la perdo solo per miei demeriti. poi se il problema è vero o falso non lo so, ognuno può avere una prospettiva diversa, ma ugualmente rispondente al concreto
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 9:33
voglio dire, non mi devo adattare in quel caso
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5030
Età : 52
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 10:00
Puoi perdere per tuoi demeriti ma anche per meriti dell'avversario se tecnicamente più forte.
framan
framan
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1296
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: Head gravity mp

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 10:18
Quello che intendo dire è che hai sempre un avversario su cui devo impormi, e sempre devo optare delle scelte in relazione a come gioca il mio avversario. Poi posso vincere o perdere, a seconda di quanto siano corrette le mie scelte.
Se l'avversario consente un gioco a me adatto, mi adatto a questo senza ulteriori complicazioni, ammesso o non concesso sia il miglior modo di giocare contro di lui.
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 10:53
stiamo parlando 5 lingue diverse in tre persone. mi spiego meglio: io sono A, il mio avversario che non devo 
adattarmi è B, l'altro che invece richiede mio adattamento è C.  partita tra A e B: lui mi gioca sempre una 
palla pulita, con rimbalzo medio/basso, velocità e profondità media, senza grandissime angolazioni. io su 
questo tipo di palla ci vado a nozze, perchè ho una percentuale più bassa di errore e una più alta di 
vincenti. fin qui tutto chiaro ? partita tra A e C: mi arrivano palle più tese con profondità variabile e 
spesso angolazioni estreme, quindi non riesco a giocare sempre con la stessa efficacia e pur adattandomi
il discorso rimane piuttosto "in bilico" perchè non è che se mi adatto divento superman e prendo tutte le 
palle in modo perfetto o riesco ad annientare la sua possibilità di tirarmele. se così fosse basterebbe 
adattarsi sempre per avere certezza di vincere. partita tra B e C: B è un giocatore regolare che tende 
a sbagliare poco, fa il suo senza strafare. C è esuberante, non gestisce bene gli scambi lunghi perchè 
si assume troppo spesso l'incarico di chiudere e ha una percentuale di successo altalenante, quindi 
sono più le volte che con B ci perde di quelle che vince. questo è una piccola sintesi di quello che in modo 
molto più esteso accade in vari sport e anche nel tennis. bestie nere, bestie bianche, scontri diretti, 
tipologie di gioco, chi gioca meglio sul ritmo, chi  va in tilt se glielo spezzi, chi aspetta l'errore, chi 
non ha pazienza e via dicendo. sono incastri, che se non hai un livello medio alto di elasticità mentale
e bagaglio tecnico/fisico, non riesci a disincastrare facilmente. questo è. punto. poi se lo volete 
trasformare in qualcos'altro, ma è totalmente inutile. il tennis non è sempre logica e matematica,
può esserlo a priori e posteriori, meno durante. A può vincere su B e perdere da C ma al tempo 
stesso C può perdere da B.
piccolit
piccolit
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 258
Data d'iscrizione : 08.07.19

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4NC
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 11:03
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
Ma se (riprendendo la risposta che mi ha dato Framan) la base tattica (e anche tecnica) del tennis è lo scambio in incrociato, e SE la tecnica genera la tattica (anche se io dopo un po di riflessione direi che la tecnica non genera la tattica, al massimo la sviluppa e la ramifica) dove sono tutte queste scelte?  Smile
Premesso che credo ci stiamo parlando tra amatori, una volta che io imposto lo scambio sulla diagonale, volendo fare un ragionamento di tennis percentuale, tutte le altre scelte sono più rischiose. 
E' chiaro che in un mondo teorico in cui ci sono 2 federer che giocano allo specchio tutti e due  hanno un sacco di scelte davanti a loro.
Ma in un mondo in cui la tecnica è limitata, come diceva King poco sopra, e nel quale l'errore genera un punto per l'avversario, bisogna per forza fare un ragionamento legato al rischio.
E nel momento in cui lo si fa, indipendentemente dall'avversario che si  ha davanti, ci sono dei colpi più rischiosi di altri, più difficili di altri in maniera inconfutabile.
Sia per l'altezza della rete che  per la geometria del campo.
E quindi mi chiedo, se chi sbaglia meno vince, io, piccolit, 4nc da strapazzo (ma fossi 3.1 cambierebbe tanto?) ho tutte queste scelte, oppure no? (se voglio vincere la mia partita)
Molto spesso la differenza che c'è tra vincere 6-0 o vincere 6-4 (o magari perdere 4-6) sta nel numero di palle che butto fuori...e non necessariamente accade per merito del gioco dell'avversario, anzi....
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13546
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 11:25
@VANDERGRAF ha scritto:stiamo parlando 5 lingue diverse in tre persone. mi spiego meglio: io sono A, il mio avversario che non devo 
adattarmi è B, l'altro che invece richiede mio adattamento è C.  partita tra A e B: lui mi gioca sempre una 
palla pulita, con rimbalzo medio/basso, velocità e profondità media, senza grandissime angolazioni. io su 
questo tipo di palla ci vado a nozze, perchè ho una percentuale più bassa di errore e una più alta di 
vincenti. fin qui tutto chiaro ? partita tra A e C: mi arrivano palle più tese con profondità variabile e 
spesso angolazioni estreme, quindi non riesco a giocare sempre con la stessa efficacia e pur adattandomi
il discorso rimane piuttosto "in bilico" perchè non è che se mi adatto divento superman e prendo tutte le 
palle in modo perfetto o riesco ad annientare la sua possibilità di tirarmele. se così fosse basterebbe 
adattarsi sempre per avere certezza di vincere. partita tra B e C: B è un giocatore regolare che tende 
a sbagliare poco, fa il suo senza strafare. C è esuberante, non gestisce bene gli scambi lunghi perchè 
si assume troppo spesso l'incarico di chiudere e ha una percentuale di successo altalenante, quindi 
sono più le volte che con B ci perde di quelle che vince. questo è una piccola sintesi di quello che in modo 
molto più esteso accade in vari sport e anche nel tennis. bestie nere, bestie bianche, scontri diretti, 
tipologie di gioco, chi gioca meglio sul ritmo, chi  va in tilt se glielo spezzi, chi aspetta l'errore, chi 
non ha pazienza e via dicendo. sono incastri, che se non hai un livello medio alto di elasticità mentale
e bagaglio tecnico/fisico, non riesci a disincastrare facilmente. questo è. punto. poi se lo volete 
trasformare in qualcos'altro, ma è totalmente inutile. il tennis non è sempre logica e matematica,
può esserlo a priori e posteriori, meno durante. A può vincere su B e perdere da C ma al tempo 
stesso C può perdere da B.

Mi sono perso. Non hai inserito la costante universale: BC (botta di culex).
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13546
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 11:27
@piccolit ha scritto:Ma se (riprendendo la risposta che mi ha dato Framan) la base tattica (e anche tecnica) del tennis è lo scambio in incrociato, e SE la tecnica genera la tattica (anche se io dopo un po di riflessione direi che la tecnica non genera la tattica, al massimo la sviluppa e la ramifica) dove sono tutte queste scelte?  Smile
Premesso che credo ci stiamo parlando tra amatori, una volta che io imposto lo scambio sulla diagonale, volendo fare un ragionamento di tennis percentuale, tutte le altre scelte sono più rischiose. 
E' chiaro che in un mondo teorico in cui ci sono 2 federer che giocano allo specchio tutti e due  hanno un sacco di scelte davanti a loro.
Ma in un mondo in cui la tecnica è limitata, come diceva King poco sopra, e nel quale l'errore genera un punto per l'avversario, bisogna per forza fare un ragionamento legato al rischio.
E nel momento in cui lo si fa, indipendentemente dall'avversario che si  ha davanti, ci sono dei colpi più rischiosi di altri, più difficili di altri in maniera inconfutabile.
Sia per l'altezza della rete che  per la geometria del campo.
E quindi mi chiedo, se chi sbaglia meno vince, io, piccolit, 4nc da strapazzo (ma fossi 3.1 cambierebbe tanto?) ho tutte queste scelte, oppure no? (se voglio vincere la mia partita)
Molto spesso la differenza che c'è tra vincere 6-0 o vincere 6-4 (o magari perdere 4-6) sta nel numero di palle che butto fuori...e non necessariamente accade per merito del gioco dell'avversario, anzi....

Cristallino/2... Cool
framan
framan
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1296
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: Head gravity mp

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 11:37
@VANDERGRAF ha scritto:stiamo parlando 5 lingue diverse in tre persone. mi spiego meglio: io sono A, il mio avversario che non devo 
adattarmi è B, l'altro che invece richiede mio adattamento è C.  partita tra A e B: lui mi gioca sempre una 
palla pulita, con rimbalzo medio/basso, velocità e profondità media, senza grandissime angolazioni. io su 
questo tipo di palla ci vado a nozze, perchè ho una percentuale più bassa di errore e una più alta di 
vincenti. fin qui tutto chiaro ? partita tra A e C: mi arrivano palle più tese con profondità variabile e 
spesso angolazioni estreme, quindi non riesco a giocare sempre con la stessa efficacia e pur adattandomi
il discorso rimane piuttosto "in bilico" perchè non è che se mi adatto divento superman e prendo tutte le 
palle in modo perfetto o riesco ad annientare la sua possibilità di tirarmele. se così fosse basterebbe 
adattarsi sempre per avere certezza di vincere. partita tra B e C: B è un giocatore regolare che tende 
a sbagliare poco, fa il suo senza strafare. C è esuberante, non gestisce bene gli scambi lunghi perchè 
si assume troppo spesso l'incarico di chiudere e ha una percentuale di successo altalenante, quindi 
sono più le volte che con B ci perde di quelle che vince. questo è una piccola sintesi di quello che in modo 
molto più esteso accade in vari sport e anche nel tennis. bestie nere, bestie bianche, scontri diretti, 
tipologie di gioco, chi gioca meglio sul ritmo, chi  va in tilt se glielo spezzi, chi aspetta l'errore, chi 
non ha pazienza e via dicendo. sono incastri, che se non hai un livello medio alto di elasticità mentale
e bagaglio tecnico/fisico, non riesci a disincastrare facilmente. questo è. punto. poi se lo volete 
trasformare in qualcos'altro, ma è totalmente inutile. il tennis non è sempre logica e matematica,
può esserlo a priori e posteriori, meno durante. A può vincere su B e perdere da C ma al tempo 
stesso C può perdere da B.
Il problema è "più o meno adatto al tuo gioco", in tutti i casi.
Operare una scelta di cosa fare in relazione al tuo avversario è sempre adattarsi, in tutti i casi fai scelte di come giocare in relazione a X, scelte libere od obbligate
Fai una scelta tattica, a te più facile o no, che può essere facile o difficile perché il gioco avversario è più adatto al tuo gioco, ma dipende dal tuo avversario, devi sempre adattarti al 100% per importi al 100%. Poi puoi giocare random, per carità ! Se ti piace, libero di farlo.
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 12:06
non opero nessuna scelta, B mi fa giocare come mi piace e come mi viene più naturale ed efficace. poi se mi vuoi fare per forza operare questa scelta, ti dico che la opero, che ti devo dire ?!
framan
framan
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1296
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: Head gravity mp

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 12:20
@VANDERGRAF ha scritto:non opero nessuna scelta, B mi fa giocare come mi piace e come mi viene più naturale ed efficace. poi se mi vuoi fare per forza operare questa scelta, ti dico che la opero, che ti devo dire ?!
Hai fatto la scelta di giocare come ti piace, puoi farne un'altra, che però può essere più perdente o no. In questo caso la scelta è facile e a portata di mano.
Dico, si fanno scelte, opzioni, sempre, che mai sono indipendenti da chi hai di fronte.
Sembra un gioco di sfumature di parole e significati, ma non lo è.
L'opzione, che è componente sempre più essenziale col passar del tempo, questa è la vera ragione per cui i vecchietti stanno ancora dominando il circuito, non prevede una percentuale di adattamento o imposizione, ma è la scelta in un contesto tattico per aver più o meno possibilità di vincere o perdere.
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 12:40
si, ma qui il discorso di partenza era un altro, credo. è meglio fare sempre il proprio gioco o cercare di contestualizzarlo in presenza di avversari dove il proprio gioco non è sufficiente per vincere ? la mia risposta è sempre quella ed è, questa sì, adattata a giocatori di quarta categoria, più che a tutto il resto. si può e ci si deve adattare, ma nei limiti, spesso insormontabili, del proprio livello tecnico/fisico. altrimenti devo prima occuparmi di crescere in quel livello e poi applicare i sopravvenuti vantaggi in partita. della serie ci sono giocatori che non sanno gestire un rimbalzo alto vicino la riga di fondo o sono totalmente imbranati sotto rete o fanno un servizio ridicolo e via dicendo. al crescere del livello entrano in ballo maggiori possibilità di contromisure e varietà di schemi
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5030
Età : 52
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 12:41
@piccolit ha scritto:Ma se (riprendendo la risposta che mi ha dato Framan) la base tattica (e anche tecnica) del tennis è lo scambio in incrociato, e SE la tecnica genera la tattica (anche se io dopo un po di riflessione direi che la tecnica non genera la tattica, al massimo la sviluppa e la ramifica) dove sono tutte queste scelte?  Smile
Premesso che credo ci stiamo parlando tra amatori, una volta che io imposto lo scambio sulla diagonale, volendo fare un ragionamento di tennis percentuale, tutte le altre scelte sono più rischiose. 
E' chiaro che in un mondo teorico in cui ci sono 2 federer che giocano allo specchio tutti e due  hanno un sacco di scelte davanti a loro.
Ma in un mondo in cui la tecnica è limitata, come diceva King poco sopra, e nel quale l'errore genera un punto per l'avversario, bisogna per forza fare un ragionamento legato al rischio.
E nel momento in cui lo si fa, indipendentemente dall'avversario che si  ha davanti, ci sono dei colpi più rischiosi di altri, più difficili di altri in maniera inconfutabile.
Sia per l'altezza della rete che  per la geometria del campo.
E quindi mi chiedo, se chi sbaglia meno vince, io, piccolit, 4nc da strapazzo (ma fossi 3.1 cambierebbe tanto?) ho tutte queste scelte, oppure no? (se voglio vincere la mia partita)
Molto spesso la differenza che c'è tra vincere 6-0 o vincere 6-4 (o magari perdere 4-6) sta nel numero di palle che butto fuori...e non necessariamente accade per merito del gioco dell'avversario, anzi....
Infatti per questo il post, non per i tecnici 2a categoria ma per gli gli scarsoni di 4a.
framan
framan
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1296
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: Head gravity mp

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 12:54
@piccolit ha scritto:Ma se (riprendendo la risposta che mi ha dato Framan) la base tattica (e anche tecnica) del tennis è lo scambio in incrociato, e SE la tecnica genera la tattica (anche se io dopo un po di riflessione direi che la tecnica non genera la tattica, al massimo la sviluppa e la ramifica) dove sono tutte queste scelte?  Smile
Premesso che credo ci stiamo parlando tra amatori, una volta che io imposto lo scambio sulla diagonale, volendo fare un ragionamento di tennis percentuale, tutte le altre scelte sono più rischiose. 
E' chiaro che in un mondo teorico in cui ci sono 2 federer che giocano allo specchio tutti e due  hanno un sacco di scelte davanti a loro.
Ma in un mondo in cui la tecnica è limitata, come diceva King poco sopra, e nel quale l'errore genera un punto per l'avversario, bisogna per forza fare un ragionamento legato al rischio.
E nel momento in cui lo si fa, indipendentemente dall'avversario che si  ha davanti, ci sono dei colpi più rischiosi di altri, più difficili di altri in maniera inconfutabile.
Sia per l'altezza della rete che  per la geometria del campo.
E quindi mi chiedo, se chi sbaglia meno vince, io, piccolit, 4nc da strapazzo (ma fossi 3.1 cambierebbe tanto?) ho tutte queste scelte, oppure no? (se voglio vincere la mia partita)
Molto spesso la differenza che c'è tra vincere 6-0 o vincere 6-4 (o magari perdere 4-6) sta nel numero di palle che butto fuori...e non necessariamente accade per merito del gioco dell'avversario, anzi....
Hi !
Hai aperto il vaso di Pandora, è che lo dovrai scoprire col passar degli anni passati sui campi, perché se il punto di partenza è quello, le ramificazioni sono innumerevoli e tendenti all'infinito.

drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5030
Età : 52
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98 16x19 - Prince Beast 100 16x19 & Phantom pro 100P 16x18 - Zus Custom 100 ra 62 e 70 16x19 & Wepem X 100 16x19

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 13:12
@framan ha scritto:
@piccolit ha scritto:Ma se (riprendendo la risposta che mi ha dato Framan) la base tattica (e anche tecnica) del tennis è lo scambio in incrociato, e SE la tecnica genera la tattica (anche se io dopo un po di riflessione direi che la tecnica non genera la tattica, al massimo la sviluppa e la ramifica) dove sono tutte queste scelte?  Smile
Premesso che credo ci stiamo parlando tra amatori, una volta che io imposto lo scambio sulla diagonale, volendo fare un ragionamento di tennis percentuale, tutte le altre scelte sono più rischiose. 
E' chiaro che in un mondo teorico in cui ci sono 2 federer che giocano allo specchio tutti e due  hanno un sacco di scelte davanti a loro.
Ma in un mondo in cui la tecnica è limitata, come diceva King poco sopra, e nel quale l'errore genera un punto per l'avversario, bisogna per forza fare un ragionamento legato al rischio.
E nel momento in cui lo si fa, indipendentemente dall'avversario che si  ha davanti, ci sono dei colpi più rischiosi di altri, più difficili di altri in maniera inconfutabile.
Sia per l'altezza della rete che  per la geometria del campo.
E quindi mi chiedo, se chi sbaglia meno vince, io, piccolit, 4nc da strapazzo (ma fossi 3.1 cambierebbe tanto?) ho tutte queste scelte, oppure no? (se voglio vincere la mia partita)
Molto spesso la differenza che c'è tra vincere 6-0 o vincere 6-4 (o magari perdere 4-6) sta nel numero di palle che butto fuori...e non necessariamente accade per merito del gioco dell'avversario, anzi....
Hi !
Hai aperto il vaso di Pandora, è che lo dovrai scoprire col passar degli anni passati sui campi, perché se il punto di partenza è quello, le ramificazioni sono innumerevoli e tendenti all'infinito.
Allora è meglio richiuderlo il vaso di Pandora sennò escono venti di guerra o l'elogio alla pazzia  Very Happy
framan
framan
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1296
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: Head gravity mp

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 13:26
US Open 2009, non son sicuro sul 2009, Federer, ancora uno dei migliori Federer, contro del Potro, decisamente inferiore.
Federer all'epoca non era minimamente tattico, la sua superiorità tecnica su campi veloci assecondata da due molle che aveva al posto delle gambe era sufficiente a battere praticamente chiunque.
Federer perse, perse perché il suo ego voleva dimostrare che il suo dritto incrociato era il migliore del circuito. Sbatté la testa contro il macigno della combinazione incrociato-lungolinea di del Potro, quando lo stesso aveva una miriade di punti deboli su cui Fed poteva far leva.
Tanto è vero che la diagonale di dritto è la base del gioco, tanto è vero che se su questa diagonale non hai la supremazia, tanto è vero che devi avere capacità di uscirne e trovare altre soluzioni. E le implicazioni sono innumerevoli, su cui si baseranno altrettanto innumerevoli soluzioni alternative.
Ma tanto è vero questo, tanto è vero che se tu ti alleni sistematicamente con vari partner a tenere la diagonale di dritto, hai fatto il miglior allenamento possibile e diventi sicuramente molto forte.
Un semplice validissimo consiglio che mi diede un maestro 50 anni fa, "nel dubbio, incrocia", non c'è consiglio migliore che ho ricevuto
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 13:42
quindi mi pare di capire ..... tanto è vero ! scherzo. nel dubbio incrocia ma bisogna vedere come, perché, ripeto, a livelli bassi è tutto relativo. se tiri centrale non dai angoli all'avversario, se tiri male incrociato può aprirsi un vortice dove vieni inghiottito.se tutti i tennisti top 20 facessero sempre le scelte giuste, sarebbero tutti numero uno a pari merito, o tutti numero 20, dipende da come lo guardi
framan
framan
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1296
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: Head gravity mp

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 13:46
Si, a bassi livelli mandala di là senza sbagliare e non sul lato forte, e pedala
Funziona quasi sempre, ma così resti basso e cresci poco.
Questo è anche il motivo perché arrivi lì e non cresci, poi arriva il ragazzino dell'agonistica e ti stende.
Se vuoi crescere devi cominciare a pensare differente
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 13:58
io ho sempre pensato diversamente, framan, infatti in questa discussione l'ho anche scritto. sto dicendo un'altra cosa. che tutte queste teorie si scontrano con la realtà nella maggioranza dei casi, a livello quarta categoria stabile. non sto parlando di chi fa un percorso di apprendimento o allenamenti finalizzati alla crescita. un conto è il potenziale teorico a disposizione e un conto è quello effettivo pratico. e te lo dice uno che ha sempre cercato di superare i propri limiti a costo di fare figuracce colossali su 30 colpi ogni ora
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 14:05
io se i colpi sono troppo facili nemmeno mi diverto, devo puntare al rischio, allo spettacolo. e ovviamente non sono un supereroe, quindi le percentuali positive più alte le ottengo solo a determinate condizioni derivanti dall'avversario. nonostante questo la mia ricerca è piuttosto costante, mi piace spezzare il ritmo, cercare soluzioni anche atipiche, non mi fossilizzo su schemi monotoni, la mia fantasia ha sempre il sopravvento, nel bene e nel male.
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 5066
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello:
Racchetta:

Identifica i punti deboli del tuo avversario - Pagina 3 Empty Re: Identifica i punti deboli del tuo avversario

il Lun 11 Mag 2020 - 14:10
detto questo, ti ho riferito di quello che vedo io, come lo vedo io. se per te è una visione sbagliata, pazienza. credo di avere sufficiente saggezza tennistica per interpretare quello che vedo. altrimenti qualsiasi discorso diventa infinito a oltranza
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum