Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi

Ultimi argomenti
Wilson ClashOggi alle 11:39Paul_90









Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1789
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Beast 100.

Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.  - Pagina 2 Empty Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.

il Gio 17 Ott 2019 - 16:31
Promemoria primo messaggio :

Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali?
Aggressività e reti sociali: un binomio esplosivo!

Dimmi quali tipo di commenti fai sui social network e ti dirò chi sei. Non è un mistero che le reti sociali siano diventati una valvola di sfogo per molti utenti. Politica, cultura o temi sociali vengono spesso utilizzati come scuse per sfogare l'aggressività. Basta guardare i commenti che appaiono sotto vari stati o articoli di giornale per trovare insulti e offese fra utenti. Perché spesso i social network vengono utilizzati in questa maniera? Come reagire?
Una delle principali caratteristiche che permette di dare libero sfogo all'aggressività è senza dubbio l'anonimato. Non a caso, è molto comune l'intervento dei cosiddetti "troll", ossia utenti anonimi che sui social inseriscono commenti provocatori o aggressivi con l'obiettivo di disturbare la discussione. Anche la sensazione sicurezza che viene data dalla presenza di uno schermo fra noi e i nostri interlocutori fa spesso pensare che le proprie parole non abbiano conseguenza sugli altri. La sensazione di libertà nel poter mostrare una personalità completamente diversa dalla propria o, al contrario, una parte negativa del proprio carattere permette di provare un certo grado di soddisfazione attraverso l'umiliazione degli altri. Spesso, infatti, sono proprio il narcisismo e la voglia di protagonismo i sentimenti che sono alla base di questa aggressività.
La psicologia è ancora al lavoro per comprendere i comportamenti umani legati all'uso di internet. Patricia Wallace, esperta in psicologia delle relazioni e dell'apprendimento presso la Graduate School del Maryland University College e autrice del libro "La psicologia di Internet" (Cortina Editore) ha analizzato, attraverso le sue ricerche, i comportamenti umani online. Una parte del libro si occupa anche delle reti sociali.
Se da una parte gli utenti cercano di mostrare online la parte migliore di se stessi, la mancanza di un faccia a faccia, la comunicazione attraverso testi e immagini, l'anonimato e la difficoltà nel recepire il tono della risposta, rendono le conversazioni più aggressive.
Dietro a quest'aggressività, spesso si celano disturbi veri e propri legati per esempio al narcisismo e all'utilizzo compulsivo di internet. Nonostante in alcuni casi i social network diano la sensazione di essere un toccasana per la propria autostima, in realtà la stanno affossando: siamo costantemente preoccupati per la nostra immagine e per l'opinione che gli altri hanno di noi. Tuttavia, questa presunta sicurezza permette di sentirsi in diritto di essere arroganti e poco rispettosi. La non presenza diretta della vittima dei nostri commenti aggressivi, inoltre, ci farà sentire più sicuri del nostro comportamento.

Come reagire?
Sei vittima dell'aggressività di un troll o di un utente reale? A meno di non ricevere vere e proprie minacce o stalking, caso in cui è necessario avvisare immediatamente le autorità competenti, la regola numero uno per affrontare l'aggressività sui social network è quella di non rispondere. È indispensabile, infatti, non prendere sul personale questi commenti, lasciar perdere la situazione e non cadere nella trappola. Prendete anche in considerazione la possibilità di bloccare l'altro utente, in modo tale da non dover subire ulteriori attacchi inutili e di mantenere al sicuro il vostro profilo.

https://www.guidapsicologi.it/articoli/perche-siamo-cosi-aggressivi-nelle-reti-sociali


Ultima modifica di Alessandro il Gio 17 Ott 2019 - 16:56, modificato 1 volta (Motivazione : Formattazione del testo)

framan
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1006
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: Head gravity mp

Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.  - Pagina 2 Empty Re: Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.

il Ven 18 Ott 2019 - 10:38
Umberto Eco ha dato la risposta.
Caro Alessandro con te ci ho litigato anche pesantemente varie volte.
Se certe attitudini fossero state fermate a suo tempo come ho tentato invano di farti comprendere, non esisterebbero questi post, e non esisterebbero neanche due forum, perché TT l'ho creato perché a suo tempo qui non era possibile esprimere le proprie opinioni.
Pensare di riunire in un tavolo chi imperterrito si ritiene in diritto di commettere abusi con chi è in buona fede è ora impensabile, a chi è consentito commettere abusi non torna mai indietro. A volte mi fa sorridere la tua innocenza nel tentare risolvere le questioni con mezzi troppo leggeri pensando che il buon senso prevalga. No, purtroppo non è cosi, ne ho viste troppe nei miei 61 anni di vita per crederci.
Quando i buoi son scappati, e son scappati quasi tutti, chiudere il recinto non serve più.
Cmq, meglio tardi che mai, rimbocchiamoci le maniche e tiriamo dritto.
Come vedi, è riuscito nel vero intento, creare litigi e divisioni, scopo di chi incapace di costruire il proprio ben fatto, distrugge l'altrui.
Alessandro
Alessandro
Amministratore
Amministratore
Numero di messaggi : 4448
Età : 42
Località : Acireale (CT)
Data d'iscrizione : 17.11.08

Profilo giocatore
Località: Acireale (CT)
Livello:
Racchetta: Wilson Pro Staff 97
https://www.passionetennis.com

Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.  - Pagina 2 Empty Re: Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.

il Ven 18 Ott 2019 - 11:29
@framan ha scritto:Umberto Eco ha dato la risposta.
Caro Alessandro con te ci ho litigato anche pesantemente varie volte.
Se certe attitudini fossero state fermate a suo tempo come ho tentato invano di farti comprendere, non esisterebbero questi post, e non esisterebbero neanche due forum, perché TT l'ho creato perché a suo tempo qui non era possibile esprimere le proprie opinioni.
Pensare di riunire in un tavolo chi imperterrito si ritiene in diritto di commettere abusi con chi è in buona fede è ora impensabile, a chi è consentito commettere abusi non torna mai indietro. A volte mi fa sorridere la tua innocenza nel tentare risolvere le questioni con mezzi troppo leggeri pensando che il buon senso prevalga. No, purtroppo non è cosi, ne ho viste troppe nei miei 61 anni di vita per crederci.
Quando i buoi son scappati, e son scappati quasi tutti, chiudere il recinto non serve più.
Cmq, meglio tardi che mai, rimbocchiamoci le maniche e tiriamo dritto.
Come vedi, è riuscito nel vero intento, creare litigi e divisioni, scopo di chi incapace di costruire il proprio ben fatto, distrugge l'altrui.

Non sono all'altezza di Umberto Eco ma nemmeno un ingenuo o uno sprovveduto.
Nella mia vita non ho litigato mai pesantemente con nessuno e tanto meno con te.
Sono stanco ogni "due e tre" di specificare i "veri" motivi che hanno portato qualcuno (e non parlo di te) alla sua esigenza STRETTAMENTE PERSONALE di aprire un altro forum
Questo è sempre stato un forum libero; se ad alcuni è stato scomodo per alcune cose o perchè tanti avevano atteggiamenti e lessici poco consoni... ed hanno avuto la necessità di crearsi una nicchia...bhè...mi fa tanto piacere ma non puoi di certo accollarla a me.
Non sono mai scappati i buoi da qui (se tali vuoi nomenclare chi ha preferito spostarsi su TT - qui, amici o "nemici", sempre utenti sono) anche perchè qui non ci sono mai stati recinti.
Il post è uno di quei tanti che dovrebbero farci riflettere ma ove alcuni hanno colto l'occasione per sputare ancora dissapori.

Mi sento liberissimo di estendere l'invito a chiunque voglia; se poi tu non vuoi partecipare non so che farci. La porta è sempre aperta. Non serbo rancori e non guardo indietro. Il mio è solo un invito a guardare avanti.  Wink

_____________________________________________________________
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1789
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Beast 100.

Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.  - Pagina 2 Empty Re: Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.

il Ven 18 Ott 2019 - 14:44
@matador66 ha scritto:
@drichichi ha scritto:Di nulla... Condivido quello che dici ma non sempre è utile rispondere alle provocazioni. Ma evidenziare il problema ed isolare o allontanare i soggetti molesti dal forum.
Bisognerebbe però individuare bene chi sono i molesti. 
E in questo caso tu non lo hai fatto.
Il tizio ha mandato a quel paese tutti, anche quelli che sono intervenuti in maniera educata, ma qui ha riportato solo (ed in maniera ipocrita) le offese nei suoi confronti, ed ha inventato l'avvocato difensore. 
il moderatore qui ha chiuso due argomenti aperti dallo stesso signore e l'admin si è auspicato che queste chiusure terminassero la catena idiota che si era venuta a creare, ma tu ne hai subito aperto un'altro.....
Probabilmente i tuoi conflitti con TT non ti hanno reso lucido.

@matador66 rispondo a te e rispondo a tutti. 
Ho promesso il 9 marzo a @DrDivago di tenere fede ad una promessa e spero di averlo fatto fino ad ora. (E' gradita la conferma)

Premesso che prima di aprire il 3D ho chiesto ad @Alessandro cosa ne pensasse. 
Da un post chiunque può vedere il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, liberi di farlo. 
Ma "la tua libertà finisce dove inizia la mia."
Ho deciso di lasciare tutto alle spalle. Stop.
1) Bisognerebbe però individuare bene chi sono i molesti: E in questo caso tu non lo hai fatto. Assolutamente si. Molesto è chiunque tende ad essere aggressivo o ad umiliare qualcuno. Anche chi ha ragione se sbaglia atteggiamento passa dalla parte del torto. Purtroppo è un mio difetto credere sempre nella buona fede delle persone e molto spesso si incorre in errori di valutazione.


2) Il tizio ha mandato a quel paese tutti, anche quelli che sono intervenuti in maniera educata, ma qui ha riportato solo (ed in maniera ipocrita) le offese nei suoi confronti, ed ha inventato l'avvocato difensore.  Ha sbagliato nel fatto ma non nella sostanza, si è visto attaccato ed ha risposto. Siamo in un paese libero e democratico, ognuno è libero di pensare ed agire di conseguenza, non posso essere messo in croce se faccio la Stessa domanda a Rossani, Medri, Parisio, Tessari, Desi, Bortone, ed a chi mi pare e piace, si definisce valutazione di più punti di vista. Può piacere o non piacere,non credo che Marco Gazziero si offende se chiedo a Gabriele Medri cosa ne pensa della Legendary o di qualunque altra cosa.


3) il moderatore qui ha chiuso due argomenti aperti dallo stesso signore e l'admin si è auspicato che queste chiusure terminassero la catena idiota che si era venuta a creare, ma tu ne hai subito aperto un'altro.....: Ho risposto sopra, ho proposto il 3D ad @Alessandro. Poi se uno vuole prendere lo spunto per attaccare liberissimo, ma resta un discorso a senso unico.

4) Probabilmente i tuoi conflitti con TT non ti hanno reso lucido. Nessun conflitto, mi arrabbio quando qualcosa m'interessa o è importante. Sono più che lucido.  Stop.


Se si vuole leggere il giusto dell'Articolo, visto che il centro della discussione doveva essere il nostro rapporto con i social media, ossia come ci influenzano e come li percepiamo o come veniamo percepiti. 


"la mancanza di un faccia a faccia, la comunicazione attraverso testi e immagini, l'anonimato e la difficoltà nel recepire il tono della risposta, rendono le conversazioni più aggressive."


Spero di essere stato esaustivo. 
Tutti hanno notato questo post, ma non gli altri due: 'A Livella di Totò (Siamo tutti uguale) ed Il Testamento Spirituale di Gabriel Garcia Marquez (ci sono cose veramente importanti nella per perdere tempo con altro) di cui riporto le frasi per me più belle:


"Ho imparato che un uomo ha diritto a guardarne un altro dall'alto solo per aiutarlo ad alzarsi."


"Ho imparato che quando un bimbo appena nato stringe con il suo piccolo pugno, per la prima volta, il dito del padre, lo racchiude per sempre."


Un Abbraccio @matador66

PS Il centro del mondo per me è in questo momento solo una persona. Stop.
drichichi
drichichi
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1789
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Beast 100.

Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.  - Pagina 2 Empty Re: Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.

il Ven 18 Ott 2019 - 15:03
@Alessandro ha scritto:Il post è uno di quei tanti che dovrebbero farci riflettere ma ove alcuni hanno colto l'occasione per sputare ancora dissapori.
.
DrDivago
DrDivago
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 6953
Età : 32
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: Yonex DR 100, Yonex DR&AI 98
http://www.zeroquaranta.tk

Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.  - Pagina 2 Empty Re: Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.

il Sab 19 Ott 2019 - 8:06
Doverosa premessa: non ho davvero la più pallida idea di quale sia l'antefatto del "second opinion affaire". Dico al volo la mia, vista la delicatezza della questione, solo su quanto è stato pubblicato qui in PT negli ultimi 2-3 giorni.

Per quanto l'articolo citato da drichichi sia ben scritto ed induca a giuste riflessioni, non condivido il timing con cui è stato pubblicato. In passato il sottoscritto ha commesso lo stesso identico errore (ritengo che l'adagio "sbagliando si impara" sia ancora validissimo), con la conseguenza di generare ulteriori risentimenti. Senza indulgere in "lenzuoli", nello stesso spirito con cui ieri ho chiuso due topic, auspico che questo ennesimo flame si chiuda definitivamente qui. Grazie!

_____________________________________________________________
“The greatest enemy of a good plan is the dream of a perfect plan. Stick to the good plan. Traditional.” 
John C. Bogle
avatar
Riki66
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 803
Data d'iscrizione : 12.06.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.  - Pagina 2 Empty Re: Perché siamo così aggressivi nelle reti sociali.

il Sab 19 Ott 2019 - 9:07
Grazie a te Divago, e buon forum a tutti!
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum