Passionetennis
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi


Ultime dal mercatino
Link Amici

Bookmarking sociale
Bookmarking sociale yahoo  Bookmarking sociale google      

Conserva e condividi l'indirizzo del Forum Passionetennis sul tuo sito social netwok.
Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
kent08
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1613
Età : 39
Località : castelnuovo rangone
Data d'iscrizione : 28.08.11

Profilo giocatore
Località: modena
Livello: 4.1
Racchetta: wilson burn 95 cv

Che marca di abbigliamento scegliere?

il Sab 7 Ott 2017 - 18:17
Buona sera, stavo cercando tra le varie offerte di vestiario su tennis Ware House i completi per la prossima stagione. A parte il gusto personale secondo voi quali sono qualitativamente buoni e con una vestibilita buona. Tipo in base alla mia esperienza lacoste veste bene con ottimi materiali ma costa un botto come anche Nike Adidas e hydrogen e tenderei ad escluderli.  Guardavo con interesse lotto, hunder h. E asics. Anche se qs ultima mi sembra a volte nei giocatori in TV che vesta un po' tipo "sacco". Yoma l'ho usata anno scorso e sono rimasto deluso dalla vestibilita troppo aderente e con i pantaloncini disegnati male nella forma, sia quelli al ginocchio che quelli più corti. Fatemi sapere le vostre preferenze.  Buon tennis
avatar
Poliwhirl
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 69
Data d'iscrizione : 05.09.17

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 14:00
Be', il tennis non è che richieda chissà che come abbigliamento... Le scarpe sono importanti e anche i pantaloncini. il resto può essere qualsiasi cosa, io per allenarmi uso magliette di cotone o da running. Mi hanno regalato completi da tennis ma non li uso (le magliette) perché non mi piace né il colletto, né il tessuto. Preferisco il tessuto di quelle da running.
Una volta addirittura mi hanno regalato un completo (credo nike, secondo me da palestra (?) ma va be') e i pantaloncini non avevano le tasche. Ingenuamente l'ho detto alla persona che me lo ha regalato, al momento del regalo, e lei mi ha risposto "eh ma il venditore mi ha detto che le tasche non servono perché i tennisti tengono la pallina in mano". xD
avatar
kent08
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1613
Età : 39
Località : castelnuovo rangone
Data d'iscrizione : 28.08.11

Profilo giocatore
Località: modena
Livello: 4.1
Racchetta: wilson burn 95 cv

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 14:26
Hahaha!! Io pure per allenarmi uso magliette di cotone di ogni genere, intendevo per i tornei, in cui mi piace avere almeno l'aspetto di un tennista.
avatar
Dagoberto
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 662
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 14:44
@Poliwhirl ha scritto:Be', il tennis non è che richieda chissà che come abbigliamento... Le scarpe sono importanti e anche i pantaloncini. il resto può essere qualsiasi cosa, io per allenarmi uso magliette di cotone o da running. Mi hanno regalato completi da tennis ma non li uso (le magliette) perché non mi piace né il colletto, né il tessuto. Preferisco il tessuto di quelle da running.
Una volta addirittura mi hanno regalato un completo (credo nike, secondo me da palestra (?) ma va be') e i pantaloncini non avevano le tasche. Ingenuamente l'ho detto alla persona che me lo ha regalato, al momento del regalo, e lei mi ha risposto "eh ma il venditore mi ha detto che le tasche non servono perché i tennisti tengono la pallina in mano". xD
Mi sa che il venditore in questione è giovane come me  Very Happy .
In effetti una volta le palline si tenevano in mano e, sinceramente, ancora adesso mi chiedo perchè, ma era così e le tasche c'erano, eccome, già allora.
Non solo le tasche c'erano, ma i pantaloncini, in particolare, avevano una fattura sostanzialmente analoga ad un normale pantalone lungo da vestito, con giro vita, pence, abbottonatura e cerniera in piena regola.
Le magliette, poi, erano molto curate sia nei materiali, che nei dettagli.
Sarà semplice nostalgia, ma non c'è assolutamente possibilità di confronto.
Le uniche marche che cercano, ancora, di rimanere a quei livelli di produzione sono La Coste, Sergio Tacchini e Fila con le versioni retrò, nonchè, ultimamente, ho visto belle cose sempre nella marca italiana ellesse, ma sono quasi sempre eccezioni.
Io per le maglie spesso uso quelle da rugby definite del tifoso; sono maglie che richiamano i vecchi modelli con colletto bianco e ottimo cotone, oramai non più impiegate nelle partite, ma molto accattivanti nelle fantasie; anche in quel contesto agonistico, con la scusa della maglia hi tech, si è passato in concomitanza, guarda caso, con la produzione orientale a materiali insulsi, viscidi e molto spesso dalle dubbie livree. La stessa Nike che si era fatta conoscere negli anni '80 come marchio innovativo propone sempre più spesso articoli dozzinali.
Per i calzoncini mi avvalgo del mercato vintage che offre ottime proposte degli anni 80/90 con articoli anche intonsi a prezzi molto interessanti; alla faccia della globalizzazione  Very Happy
avatar
chiaralt
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 922
Età : 40
Località : treviglio
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 15:47
Ciao conosco un ragazzo che lavora nel mondo dei tessuti e dice che il miglior tessuto e' Under Armour. Io uso la linea femminile e mi trovo bene.
Tra l'altro ha un prezzo non eccessivo
avatar
Max1966
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 472
Località : London UK
Data d'iscrizione : 16.08.17

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 16:02
Io uso prevalentemente Sergio Tacchini e Fila (i brands dei miei tempi) e rigorosamente polo.
Puoi trovare sia dell'ottimo sintetico che cotone 100%.
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 12772
Età : 52
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 16:16
Suggerisco L'Alpina, al secolo "Australian". Anni fa era il miglior cotone insieme a Lacoste e Fred Perry.
Ora, sui tessuti tecnici, c'è il gusto personale che conta. Under Armour, comunque, ha resistito a lavatrice e detersivo di mia suocera...pertanto può rientrare nell'abbigliamento con specifiche STANAG militari-Nato...
Very Happy
avatar
chiaralt
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 922
Età : 40
Località : treviglio
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 16:30
La Sergio tacchini esteticamente e' bella con quel gusto retro', avevo regalato la vecchia polo di Djokovic a mio marito, ma il tessuto mi pareva un po' pesantino.
Se mi dici che l'abbigliamento lo usi in torneo, io ti do un mio parere personale... prendi un completino sobrio, a me fa ridere la gente che entra in campo con le cose militari tipo Hydrogen/Australian o con le magliette fosforescenti che si vedono a chilometri, alla fine anche se ormai si vedono in campo solo i picchiatori il tennis rimane sempre uno sport elegante
avatar
Dagoberto
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 662
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 16:39
@chiaralt ha scritto:... alla fine anche se ormai si vedono in campo solo i picchiatori il tennis rimane sempre uno sport elegante ...
un momento, il tennis non "rimane", è uno sport elegante ... peccato che a molti non glielo hanno detto!  Sad
ad alcuni manca solo che entrino in campo con le Timberland da tagliatore di quercie e sono pronti per la disboscazione dell'Ontario ...
Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
Dagoberto
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 662
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 16:46
@kingkongy ha scritto:Suggerisco L'Alpina, al secolo "Australian". Anni fa era il miglior cotone insieme a Lacoste e Fred Perry.
Ora, sui tessuti tecnici, c'è il gusto personale che conta. Under Armour, comunque, ha resistito a lavatrice e detersivo di mia suocera...pertanto può rientrare nell'abbigliamento con specifiche STANAG militari-Nato...
Very Happy

Under Armour usa, in effetti, ottimi materiali, ma in quanto a gusto estetico ... però fa scopa con il suo testimonial scozzese, Murray già di suo è un simpaticone, con quei completini che dire sobri e fare un complimento e la morte sua, in particolare quando sceglie il nero Cool
sarebbe interessante capire la sindrome dell'eliminazione del colletto dalle maglie di molti sport; forse per evitare che nello svolazzo si ferisse qualche cornea?
d'altra parte, se alcuni giocano in canottiera, che c'è ne facciamo del colletto ... scratch
avatar
DrDivago
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 6879
Età : 30
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: Yonex DR 100, Yonex DR&AI 98
http://www.zeroquaranta.tk

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 17:02
Giacchè è tutto Made in China, dei marchi me ne sono sempre strafregato.

Come tessuto sintetico a me piace molto quello delle maglie da running di secondo prezzo (RUN DRY+, costo sui 10€) della Kalenji (Decathlon). Tessuto morbido come il cotone ed allo stesso tempo traspirante, mai avuto il benchè minimo problema d'irritazione.


Ultima modifica di DrDivago il Mar 10 Ott 2017 - 17:03, modificato 1 volta

_____________________________________________________________
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 12772
Età : 52
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 17:02
...il fatto è che sono stato l'anno scorso allo store Under Armour di New York: beh, le cose mettibili le hanno!
Pertanto è proprio Murray che sceglie gli scarti di produzione! Very Happy
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 12772
Età : 52
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 17:05
DrD....e le svendite dove le mettiamo!!!!
Perché, dentro ogni tennista, si cela una massaia disperata !!!!
Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
DrDivago
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 6879
Età : 30
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: Yonex DR 100, Yonex DR&AI 98
http://www.zeroquaranta.tk

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 17:10
@kingkongy ha scritto:DrD....e le svendite dove le mettiamo!!!!
Su Amazon, mannaggia a me! Embarassed Very Happy

_____________________________________________________________
avatar
Dagoberto
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 662
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 17:24
@DrDivago ha scritto:Giacchè è tutto Made in China, dei marchi me ne sono sempre strafregato.

Come tessuto sintetico a me piace molto quello delle maglie da running di secondo prezzo (RUN DRY+, costo sui 10€) della Kalenji (Decathlon). Tessuto morbido come il cotone ed allo stesso tempo traspirante, mai avuto il benchè minimo problema d'irritazione.
Allora sono io riuscito male; ogni volta che ho provato a mettere quelle maglie in acetato mi sono sempre riempito di orticaria, manco avessi il morbillo Rolling Eyes .
Tra l'altro, a proposito di cinesi, con il massimo rispetto per loro e la loro manifattura, per carità, ho osservato l'altro giorno Nadal aprire una nuova confezione e mettersi al cambio di campo una maglietta intonsa, quindi senza che venisse minimamente lavata; ma avrà considerato quale possa essere la location dove sono prodotti e stoccati questi articoli prima di confezionarli? 
Lo spagnolo avrà la pelle di corteccia ...
avatar
Max1966
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 472
Località : London UK
Data d'iscrizione : 16.08.17

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 17:47
L'importante e' che le 2 bottigliette siano perfettamente allineate secondo una diagonale precisa e che non ci siano briciole in campo Laughing
avatar
kent08
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1613
Età : 39
Località : castelnuovo rangone
Data d'iscrizione : 28.08.11

Profilo giocatore
Località: modena
Livello: 4.1
Racchetta: wilson burn 95 cv

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 18:06
Buona sera e grazie per le risposte fin qui pervenute e per quelle che mi auspico verranno. Che il tennis viva ancora oggi con quell aurea di elegante snobismo non vi è alcun dubbio anche se ritengo sia anacronistico e piu calzante ad altri sport oggi come tipo il golf.  Non elencherò gli innumerevoli esempi di come non sia più lo sport più elegante di ...
avatar
Max1966
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 472
Località : London UK
Data d'iscrizione : 16.08.17

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 18:56
Beh, anzitutto l'indossare una polo, un paio di pantaloncini a mezza coscia e calzini che arrivano al polpaccio e' buon gusto e non ha nulla a che vedere con lo "snobismo"; in ogni caso basta guardare come vestono molti tennisti, anche professionisti, per confermare che l'eleganza e' altra cosa.
Si possono tranquillamente usare magliette senza il colletto e pantaloncini poco sopra il ginocchio senza nessun problema, ma almeno sarebbe il caso di evitare canottiere scollacciate e pantaloni tipo basket players.
D'altro canto l'unico torneo che ha mantenuto una corretta eleganza e' rimasto Wimbledon, dove il bianco (o almeno prevalente tale) e' d'obbligo.
avatar
Dagoberto
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 662
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 19:55
Io credo, invece, che lo snobbismo sia stato, almeno inizialmente, rappresentato proprio da chi pensava, mettendo delle magliette insulse e distanti dall'iconografia più classica del tennista, di distinguersi.
Lo snob è, o meglio era, colui che pensava di distinguersi dal popolino attraverso diversi modi ed abbigliamenti. 
Bene nel tennis dei completi bianchi è stato prima introdotto il colore, poco male, anzi, poi, piano, piano, i pigiami Laughing ed, infine, di tutto e di più pur che non fosse una banale e scontata polo; ve lo ricordate come si presentava all'inizio Nada, con i pantaloni a pinocchietto e la canottiera!!! Povero Orantes scratch
Alla fine, si può anche mettre una più semplice T shirt, molti tennisti USA la usavano già dopo l'ultima guerra, ma adesso assistiamo veramente ad una carosello di modestia stilistica che ritengo sia solo giustificata dal basso costo delle produzioni e, forse, da una modesta creatività degli stilisti impiegati. Un esempo su tutti, Tommy Haas vestiva sempre una semplice T shirt, ma era sempre di una grande eleganza e raffinatezza. In fondo basta avere un po' di buon gusto.
Siamo sempre nello show business ...
avatar
Max1966
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 472
Località : London UK
Data d'iscrizione : 16.08.17

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 20:23
Finale Wimbledon 2007

avatar
Dagoberto
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 662
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 21:16
@Max1966 ha scritto:Finale Wimbledon 2007

Federer è fin troppo esagerato, sembra quasi uno chauffeur d'albergo, ma il maiorchino non si può guardare. Chissà se indossava il calzoncino a mezzo polpaccio, come far sembrare un ragazzone da più di 1.80 un nanetto della fiaba di Biancaneve. Rolling Eyes
avatar
DrDivago
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 6879
Età : 30
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: Yonex DR 100, Yonex DR&AI 98
http://www.zeroquaranta.tk

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 21:26
@Dagoberto ha scritto:
@DrDivago ha scritto:Giacchè è tutto Made in China, dei marchi me ne sono sempre strafregato.

Come tessuto sintetico a me piace molto quello delle maglie da running di secondo prezzo (RUN DRY+, costo sui 10€) della Kalenji (Decathlon). Tessuto morbido come il cotone ed allo stesso tempo traspirante, mai avuto il benchè minimo problema d'irritazione.
Allora sono io riuscito male; ogni volta che ho provato a mettere quelle maglie in acetato mi sono sempre riempito di orticaria, manco avessi il morbillo Rolling Eyes .
Ho specificato apposta "secondo prezzo" e modello preciso, perchè sono tutt'altra cosa rispetto a quelle che dici tu. Provare per credere. Wink

_____________________________________________________________
avatar
Max1966
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 472
Località : London UK
Data d'iscrizione : 16.08.17

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 22:08
Eccoli in campo


avatar
Dagoberto
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 662
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mar 10 Ott 2017 - 23:57
@Max1966 ha scritto:Eccoli in campo


Be, non c'è che dire, lo svizzero, tolta la tenuta da autista, fa proprio la sua bella figura, fascia a parte.
Sullo spagnolo non mi pronuncio più ... è come sparare sulla croce rossa ..., ma mi domando come e a chi sia potuta uscire un'idea del genere per vestire un tennista.
non riesco proprio a comprendere da chi possano avere preso spunto, oltre che dal basket, ma non hanno i calzoni così lunghi. tra l'altro, un calzoncino così lungo non è d'impaccio nella corsa, a me le bermuda mi si impuntano sempre sul ginocchio proprio quando meno te lo aspetti Question
avatar
PistolPete
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 594
Località : Roma Garbatella / Caserta
Data d'iscrizione : 09.09.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Babolat PD 2012

Re: Che marca di abbigliamento scegliere?

il Mer 11 Ott 2017 - 0:39
Io uso esclusivamente T-shirt di cotone perché i materiali sintetici li trovo poco traspiranti... saranno materiali "tecnici"  ma davvero non mi piacciono... Sì il cotone si impregna di sudore ma basta cambiarsi la maglietta (tipicamente la cambio ogni set).

Leggendo i simpatici commenti nel thread, mi viene in mente che quando giocavo i tornei FIT neglii anni '90 ero quasi l'unico a non essere "travestito" da tennista... Very Happy  Tutti si presentavano in campo con il loro bel completino griffato... OK allora non esisteva ancora Decathlon... Very Happy
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum