Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Ultimi argomenti
» Yonex VCore SV
Oggi alle 23:11 Da lorenz90

» Grigor Dimitrov
Oggi alle 23:06 Da Max1966

» Scelta racchetta
Oggi alle 22:55 Da Vale piga

» Head Graphene XT Radical S vs Head Graphene XT Instinct Lite
Oggi alle 21:55 Da dario81

» EZone 2017
Oggi alle 21:16 Da ifabricos

» Polytour Tough
Oggi alle 21:16 Da nw-t

» aiutatemi a scegliere la scarpa
Oggi alle 20:41 Da VANDERGRAF

» Concorso PT-100 - Novembre 2017
Oggi alle 20:39 Da Leutonio

» dunlop nt 3.0 2017 (308 g)
Oggi alle 18:39 Da sallac

» Pro Kennex Q+ Tour 300 2017
Oggi alle 17:44 Da mirkoc

» Grip 1.7/1.8mm peso 11g max
Oggi alle 17:06 Da adip89

» Wilson Pro Staff CV (Countervail)
Oggi alle 16:36 Da Paolo070

» Club PT57A - PT57E - PT10
Oggi alle 16:36 Da glenn uguccioni

» Requisiti e regole per l'utilizzo del "Mercatino"
Oggi alle 16:28 Da marconadal

» EZONE DR
Oggi alle 15:57 Da Paramahansa

» Consiglio per Yonex vcore duel g 100 (300g)
Oggi alle 15:32 Da Attila17

» Yonex Poly Tour Spin G 125
Oggi alle 15:25 Da Stefan63

» Nick Kyrgios
Oggi alle 14:41 Da Max1966

» PRO STAFF L CV
Oggi alle 13:37 Da MEGA77

» Telaio 100/300 comfort
Oggi alle 13:02 Da Eiffel59

» Lotto Stratosphere
Oggi alle 12:15 Da gabr179

» Luxilon Element
Oggi alle 11:31 Da ANTROB

» Corde pèer six one 16x18 2014
Oggi alle 10:45 Da kent08

» Forza Schumacher
Oggi alle 10:32 Da mattiaajduetre

» Head Radical Graphene XT S: recensioni/prestazioni? Scelta (compresa incordatura) azzeccata?
Oggi alle 10:12 Da kgb1969

» Domande sparse Starburn
Oggi alle 10:10 Da st13

» Blade 104 Serenona Williams autograph
Oggi alle 9:48 Da Victor69

» RAFTennis: nuovo circuito amatoriale
Oggi alle 9:41 Da andyvakgj

» Dubbio sensazioni corde su babolat aero pro drive
Oggi alle 9:40 Da NikRafa22

» Un saluto a tutto il forum, mi presento.
Oggi alle 9:36 Da chiaralt



Ultime dal mercatino
Link Amici




19982 Utenti registrati
187 forum attivi
672969 Messaggi
New entry: belloribello123

Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Messaggio Da Ospite il Sab 11 Mar 2017 - 18:58

Leggendo il mio primo articolo “Tattica e Gestione Mentale del match”, potrebbe sembrare che per me il tennis sia molto simile ad una partita di scacchi e che la tattica e la strategia siano le uniche vie per raggiungere il successo in questo sport. Da un lato è così, perché scendere in campo con le idee chiare riguardo al proprio stile di gioco e alla strategia da applicare contro qualsiasi avversario, dà all’Atleta un vantaggio enorme e sicuramente lo aiuterà a massimizzare la propria performance; non per niente quando un Atleta stabilisce gli obiettivi performance prima di una partita dovrebbe, secondo me, partire dagli obiettivi mentali e tattici, e successivamente considerare gli aspetti fisici e la tecnica. Dall’altro lato, però, il tennista deve agire in un tempo molto inferiore rispetto ad un giocatore di scacchi, ed il tempo che intercorre tra un colpo e l’altro, e tra una scelta e l’altra, è pochissimo. Proprio per questo bisogna sempre tenere presente l’aspetto dell’istinto e dell’improvvisazione: fa parte del gioco rischiare e seguire il proprio istinto, lasciarsi andare.
In alcuni testi la capacità di fantasia motoria viene addirittura inserita tra le capacità coordinative più importanti da sviluppare per il tennista. Per fantasia motoria intendo la capacità dell’Atleta di essere in grado di risolvere, in maniera inconsueta, un problema motorio che si contrappone alla buona riuscita del colpo: è l’improvvisazione, la capacità di uscire dagli schemi per seguire il flusso del nostro corpo. Secondo me, dunque, le capacità tattiche e la capacità di improvvisazione sono ugualmente importanti ed è proprio quando l’Atleta riuscirà ad unire un piano tattico ben strutturato e consapevole con sprazzi di improvvisazione e”genialità”, che otterrà le performance migliori. “Una mente che danza, un corpo che pensa”, questo potrebbe essere il mio motto!
 Prendiamo un esempio pratico. Recentemente ho seguito la finale femminile degli Australian Open 2016 tra Angelique Kerber e Serena Williams, vinta dalla tedesca per 6/4 3/6 6/4. La partita della Kerber è stata per me illuminante proprio dal punto di vista tattico! Infatti ha sfruttato in maniera incredibile le sue qualità da contrattaccante: per due ore di gioco si è mossa benissimo in campo e non ha regalato niente alla sua avversaria. La Williams sembrava incapace di giocare colpi vincenti ed anche al servizio non riusciva a mettere a segno ace, perché la Kerber anticipava costantemente le sue scelte tattiche e partiva verso la palla ancora prima di riceverla. In più ha usato angoli, traiettorie e rotazioni perfette per ogni situazione di gioco e di punteggio, riuscendo a ridurre al minimo gli errori ed anzi trovando nei momenti più importanti dei preziosissimi vincenti. Ma nonostante la grande partita che stava giocando la tedesca, alla fine del secondo set, Serena Williams era tornata la tigre di sempre e sembrava lanciata per una vittoria in rimonta. Se avesse continuato con la strategia dei primi due set Angelique avrebbe lasciato il campo con il merito di aver giocato un’ottima partita, ma avrebbe perso perché il suo match super diligente non sarebbe stato sufficiente per sconfiggere la numero 1 al mondo. Ed ecco che la Kerber mi ha stupito, mettendo veramente tutto quello che poteva in campo, a partire dall’istinto e la fantasia motoria della campionessa: improvvisamente il servizio, che è decisamente il suo colpo più debole visto che raramente lo gioca a più di 170 km/h, è diventata un’arma molto efficace perché ha deciso di rischiare il tutto per tutto alternando delle prime slice imprendibili ad uscire, a delle prime piatte sulla riga centrale del campo. E poi le smorzate!! Per tutti i primi due set Angelique non aveva mai provato delle palle corte e neanche dei colpi in back spin, perché non fanno parte del suo gioco, o meglio non sono i colpi che preferisce soprattutto sul cemento. Eppure nel momento cruciale del set decisivo, quando Serena stava giocando il tennis migliore del match, la Kerber ha trovato la follia per giocare delle fantastiche smorzate vincenti che le hanno permesso di portarsi 5/2 e chiudere il match. Dei veri e propri colpi di genio che sicuramente Angelique non aveva premeditato, ma che sono risultati migliori di qualsiasi scelta tattica stabilita in partenza!
“Mi chiedono spesso cosa penso prima di entrare in area. In realtà non penso, la mia mente dipinge una scena e io semplicemente la realizzo.” M. Jordan
 
Arianna Magagnoli 
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Messaggio Da gio2012 il Lun 13 Mar 2017 - 9:17

non è improvvisazione nell'esempio fatto: è la lucidità dell'allenato che ha ancora un po' di ossigeno nel cervello e decide di provare ciò che non ha ancora provato, variando quindi il gioco e, facendolo nella seconda metà della partita, non dà tempo all'avversario ad abituarsi ai colpi per contrastarli.

Alla fine la vicenda è: devi avere più colpi possibili nel repertorio, vanno usati nel momento giusto della partita.

La battuta di M. Jordan non ha senso nel contesto: la capacità di Jordan di esecuzione era di una qualità nettamente più alta degli altri che non ha bisogno di tutte ste tattiche/strategie... non penso che un Isner pensi troppo sul servizio...
avatar
gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1763
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Messaggio Da Ospite il Lun 13 Mar 2017 - 9:56

@gio2012 Bravo  Wink e grazie
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Messaggio Da gio2012 il Lun 13 Mar 2017 - 14:47

MAPERKEKAZSCRIVOCIO'CHENONFACCIO????
avatar
gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1763
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Messaggio Da Ospite il Lun 13 Mar 2017 - 22:42

avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Messaggio Da gio2012 il Mar 14 Mar 2017 - 9:52

ecco, meglio due risate!
avatar
gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1763
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Messaggio Da Veterano il Mar 14 Mar 2017 - 11:21

Occhio che stai parlando di tennis femminile,dove chi e' capace a cambiare ritmo,(poche) puo portarsi a casa trofei importanti.....se ricordi la Vinci le aveva suonate alla Williams al Us Open facendola impazzire con il rovescio in slice,e anni prima con la stessa tattica variando il gioco la Schiavone aveva mandato al manicomio la Wozniachi che mi sembra fosse la numero uno al momento.
Ora la tattica non puo essere la palla corta sistematica,nel senso che la partita non la vinci a smorzate almeno che dall' altra parte del campo non ci sia un bradipo,e tanto meno se non hai la smorzata nel tuo repertorio.
Un conto e' la tattica e la strategia,un altro sono le situazioni e il saper leggere la partita.
La tattica la applichi a secondo di cosa sai fare in campo,cioe' se non hai un serve and volley sicuro e meglio che stai a fondo,anche se magari sarebbe la tattica giusta da usare.
Ora sto applicando la mia tattica e vedo che durante il punto posso provare o devo provare qualcosa di diverso,la smorzata e' un colpo che se non hai nel repertorio e meglio che non lo giochi,percio' di genialata li ci vedo poco,credo che la Kerber abbia capito che doveva cercare di non giocare nella confort zone della Williams,ma per farlo devi avere le armi necessarie nel tuo repertorio.
IL tennis femminile si gioca quasi solo in un modo e ormai sono tutte abituate a menare botte da fondo,ma non e' detto che no ci sia chi sappia anche giocare in modo differente.
IL provare un cambio di tattica alle volte puo risultare vincente ma il tutto dipende da cosa sai fare in campo.
Li anche se avolte puo sembrare di imporvisazione ce ben poco.
avatar
Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2153
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Messaggio Da ThirdEye_ il Mar 14 Mar 2017 - 11:40

Come dice chi mi ha preceduto se improvvisi è perché sai farlo, ovvero hai talmente tante armi nel tuo arsenale che puoi permetterti di tirare fuori il coltellino svizzero (ogni riferimento è, ovviamente, puramente casuale) quando in gioco si usa il bazooka o l'obice nel 90% dei casi. Il problema, poi, e non è un problema da poco, è che devi sapere anche quando è il momento giusto per tirarlo fuori, il coltellino svizzero.
avatar
ThirdEye_
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1654
Età : 38
Data d'iscrizione : 26.09.14

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Tecnifibre TFight 315 16M Ltd; 2x Wilson Pro Staff 97 RFA.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tattica o Improvvisazione? Mente o Istinto?

Messaggio Da Matusa il Mar 14 Mar 2017 - 17:39

È un po' come quando in un concerto jazz i musicisti decidono di fare una jam session. Improvvisano, ma non a casaccio.
avatar
Matusa
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 397
Località : profondo Nord-est
Data d'iscrizione : 26.10.16

Profilo giocatore
Località: Nord-est
Livello: NC, ITR 4.0
Racchetta: Angell TC95, Angell TC100, Head Youtek Speed Pro, Prince Spectrum Comp 90

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum