Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Ultimi argomenti
» Da Radical Pro Graphene a Sv 98 305 gr.
Ieri alle 22:52 Da neorunner

» Alternativa a grip yonex synthetic
Ieri alle 22:48 Da alfredo scigliano

» Ritrovamento racchette vintage + stima
Ieri alle 22:32 Da glenn uguccioni

» Nuove Burn FST
Ieri alle 22:10 Da ciofdany

» Telaio rigido=corda morbida?
Ieri alle 21:54 Da VANDERGRAF

» Corde Weisscanon Scorpion 1,33
Ieri alle 21:51 Da geriko007

» Quando ti passa la voglia di prendere lezioni
Ieri alle 21:47 Da Dagoberto

» Gamma RZR 98 M che corde?
Ieri alle 21:40 Da woho21

» TENNIS WINNER GAME metodo TenniSans
Ieri alle 21:30 Da FedericoFFG

» Cuffia rotatori infiammata
Ieri alle 21:12 Da Leonardo77

» Nuova Wilson steam 99S
Ieri alle 20:59 Da Federertop

» Tennis amatoriale: quante volte allenarsi?
Ieri alle 19:11 Da gabr179

» [Thread unico] Fabio Fognini
Ieri alle 18:31 Da vitali

» Corde per prestige s xt
Ieri alle 17:28 Da gio2012

» Corde per pure drive 2015
Ieri alle 17:21 Da giascuccio

» nuova q5 pro
Ieri alle 16:51 Da pacianka

» Volkl Superg 7 - Rivista nelle specifiche
Ieri alle 15:45 Da fabioborg

» YONEX TENNIS FANS CLUB...sei appassionato Yonex? Ti aspettiamo..
Ieri alle 15:19 Da alfredo scigliano

» Bonus fedeltà: sconto 15% su Tennis Warehouse Europe
Ieri alle 13:12 Da Alessandro

» Chiarimento conteggio punti per classifica fine anno
Ieri alle 12:58 Da emish89

» Wilson Pro Staff CV (Countervail)
Ieri alle 12:57 Da Federede

» RED HARROW 2017
Ieri alle 12:17 Da Double AR Strings

» Racchetta per riniziare
Ieri alle 11:47 Da Polo

» Forza Schumacher
Ieri alle 11:17 Da mattiaajduetre

» Babolat propulse team all court
Ieri alle 10:33 Da Tonico

» rpm blast e rpm team
Ieri alle 9:19 Da raftermania

» Wilson Blade 18x20 CV e Revolve 1.25
Ieri alle 9:07 Da Trox

» Multi per tecnifibre T-Fight 305 DCS3
Ieri alle 8:30 Da infinitejest

» Incordare a Perugia
Ieri alle 7:54 Da Jessie Malone

» Corde per Wilson Blade 98 CV 18x20
Ieri alle 7:46 Da Jessie Malone



I postatori più attivi del mese
Eiffel59
 
FedericoFFG
 
Alessandro
 
nw-t
 
Alex
 
Max1966
 
davenrk
 
fa
 
glenn uguccioni
 
VANDERGRAF
 

Ultime dal mercatino
Link Amici




19901 Utenti registrati
195 forum attivi
669599 Messaggi
New entry: glmanzo

Andy Murray

Pagina 13 di 13 Precedente  1, 2, 3 ... 11, 12, 13

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Andy Murray

Messaggio Da DrDivago il Ven 7 Ott 2011 - 17:23

Promemoria primo messaggio :


Andy Murray: "Voglio il n° 3 per fine anno"


Non più di una decina di giorni fa si tornava ad accennare all’immaturità che, in fondo, ha finora limitato la cresciuta umana e sportiva di Andy Murray; troppo legato alla madre, un rapporto decisamente infantile anche con la fidanzata, un’incapacità di visualizzare con lucidità, freddezza e intelligenza il proprio tennis e la propria carriera (incapacità che riemerge implacabilmente negli scontri diretti con i primissimi, ma che si manifesta troppo spesso anche in partite che non dovrebbero portare alcun problema). Si criticava in particolare il ben poco felice tempismo con il quale lo scozzese unì la critica al calendario ATP, a sua detta troppo stressante, con la decisione di partecipare a una massacrante stagione asiatica, iniziata la scorsa settimana a Bangkok e che sta continuando in questi giorni a Tokyo.

La scorsa settimana “Muzza” ha dominato il torneo, perdendo un solo set (in semifinale contro Simon) e umiliando in finale il povero Donald Young in 47 minuti, lasciando la miseria di due game all’avversario (al quale sta facendo pagare decisamente salato lo sgarbo di Indian Wells, così come Bogomolov jr). Tale prova, evidentemente, ha galvanizzato il numero 4 del mondo, tanto che questi si è slanciato nel riferire apertamente l’obiettivo di questo fine 2011, ovvero finire l’anno al terzo posto.

L’obiettivo è sacrosanto, sia chiaro: nella race lo scozzese ha già scavalcato Federer e lo svizzero, che non difenderà i punti della finale di Shangai (persa proprio contro Murray), sarà chiamato a ripetere un finale di stagione, quello 2010, praticamente perfetto, con le vittorie di Stoccolma, Basilea e al Master di Londra e la semifinale (persa oltretutto con una marea di match point) di Parigi Bercy. Murray, a parte ovviamente il titolo cinese, ha scadenze meno gravose, dovendo difendere il secondo turno di Valencia, i quarti di Bercy e la semifinale del Master.

Certamente Federer ama giocare indoor e quindi non è detto che non riesca a ripetersi, ma è indubbio che la difficoltà dello svizzero a mantenere costantemente alto il livello di gioco e il suo digiuno da vittorie (è ancora fermo al solo titolo di Doha quest’anno) siano basi concrete per lasciare speranza a Murray.

Ma ancora una volta è criticabile il modo e il tempismo con cui l’eterna promessa del tennis attuale si sia reso protagonista di tali dichiarazioni. Come un juniores, o comunque non come un giocatore potenzialmente da numero 1 e da Slam, Murray passa tuttora con troppa facilità dalla depressione all’euforia – e viceversa – a seconda dei risultati.

Dall’abbattimento post US Open (dove ha perso l’ennesimo treno della sua carriera), con tanto di dichiarazioni pessimistiche in Davis (pessimismo ai confini della realtà, visto che la Gran Bretagna affrontava l’Ungheria) e quelle ben note circa il calendario, è passato a tutt’altro tono, “ho giocato bene, mi sono mosso bene, ho servito bene, l’obiettivo è finire l’anno al numero 3”. E tutto questo per la vittoria del torneo di Bangkok. Dove ha affrontato i numeri 88, 76, 12 e 55 del mondo.

L’augurio è quindi che Murray, ben prima che diventi numero 3 o 2 o 1 del mondo, prima che diventi vincitore di Slam, trovi un equilibrio e una maturità che gli consenta di esprimere in pieno il suo enorme potenziale (perché è enorme, non verrà mai sottolineato abbastanza e non farà mai arrabbiare abbastanza tutto questo).

Perché ancora una volta ha toppato in pieno: dichiarare di voler finire l’anno al numero 3, significa implicitamente – ma nemmeno troppo – di voler finire l’anno davanti a un giocatore a cui la classifica, semplicemente, importa sempre più relativamente…essere numero 3 o 4 cos’importa, quando si è stati numeri 1 per 237 settimane consecutive e si ha vinto 16 Slam?

Ancora una volta, insomma, Murray ha sbagliato clamorosamente bersaglio, nel giorno sbagliato, nel luogo sbagliato. Ha dato dimostrazione ancora una volta che sa benissimo che deve fare qualcosa per fare il famigerato salto di qualità ma, con una goffaggine paperinesca, ha dato dimostrazione ancora una volta che non ci ha capito nulla.


Riccardo Nuziale - Ubitennis.com

_____________________________________________________________
avatar
DrDivago
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 6706
Età : 30
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: Yonex DR 100, Yonex AI 98

http://www.zeroquaranta.net

Tornare in alto Andare in basso


Re: Andy Murray

Messaggio Da Pizzampras il Gio 18 Mag 2017 - 23:38

Quello che farei non vedo proprio cosa c'entri. E comunque non è che intendessi che Querrey (o chiunque) gli stia simpatico o antipatico, che ne so. Intendevo proprio sottolineare come sia paradossale pensare che Novak perda un punto e sorrida "davvero". Perché dovrebbe sorridere? Non certo per la simpatia dell'avversario (ecco il paradosso). Quindi di sicuro il sorriso è ironico.
Se tu sei sicuro come dici che lo sia verso sé stesso anziché verso l'avversario, bene, allora quello che sa leggere nella mente non sono io Wink

PS. A me nessuno dei big sta particolarmente antipatico, ma se dovessi sceglierne uno antipatico sarebbe proprio Nadal, quindi non è che proietti la mia antipatia in questo tipo di giudizio.

Pizzampras
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 512
Data d'iscrizione : 21.09.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 3.0-3.5
Racchetta: Donnay Pro One GT 97 - Wilson Staff 750 st

Tornare in alto Andare in basso

Re: Andy Murray

Messaggio Da Eiffel59 il Ven 19 Mag 2017 - 7:10

Perdonami ma non sono stato io a presumere come "supponente" il sorrisetto di Nole. Visto che è un atteggiamento condiviso dal 90% dei giocatori -non solo pro- allora il mondo dei tennisti è composto al 90% da stron*etti supponenti.

Oddio, a ben pensarci non hai tutti i torti... Very Happy


Presenti esclusi, ovviamente Cool
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 44221
Età : 58
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Andy Murray

Messaggio Da brian_67 il Ven 19 Mag 2017 - 8:03

Continuo a pensare che ''l'eventuale sorrisetto ironico'' di Nole , che a me non da assolutamente fastidio, sia meno peggio del salto e pugno ''simil-calcistico'' che fa Nadal dopo un set o una partita vinta. Penso che il sorriso dopo un winner point dell'avversario non sia di supponenza quanto autoironia per non aver interpretato bene la strategia dello scambio.
avatar
brian_67
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 327
Età : 48
Data d'iscrizione : 30.07.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Andy Murray

Messaggio Da Pizzampras il Ven 19 Mag 2017 - 12:11

Eiffel59 ha scritto:Perdonami ma non sono stato io a presumere come "supponente" il sorrisetto di Nole. Visto che è un atteggiamento condiviso dal 90% dei giocatori -non solo pro- allora il mondo dei tennisti è composto al 90% da stron*etti supponenti.

Oddio, a ben pensarci non hai tutti i torti... Very Happy


Presenti esclusi, ovviamente Cool

Laughing

Ripeto, dimentichiamo il termine "supponente"... Diciamo che (secondo me) il sorrisetto è "sarcastico" nei confronti degli avversari.
A me dà fastidio, ma capisco benissimo che possa essere il contrario.
E come ho detto sin dall'inizio, sicuramente c'è molto peggio.
avatar
Pizzampras
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 512
Data d'iscrizione : 21.09.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 3.0-3.5
Racchetta: Donnay Pro One GT 97 - Wilson Staff 750 st

Tornare in alto Andare in basso

Re: Andy Murray

Messaggio Da Pizzampras il Ven 19 Mag 2017 - 12:26

brian_67 ha scritto:Continuo a pensare che ''l'eventuale sorrisetto ironico'' di Nole , che a me non da assolutamente fastidio, sia meno peggio del salto e pugno ''simil-calcistico'' che fa Nadal dopo un set o una partita vinta. Penso che il sorriso dopo un winner point dell'avversario non sia di supponenza quanto autoironia per non aver interpretato bene la strategia dello scambio.

Quello può essere vero (l'autoironia intendo) in certe occasioni, quando è palesemente "demerito suo" aver perso il punto.
Ma quando è l'avversario a fare qualcosa di inaspettato e imprendibile (e sono quelle le occasioni cui mi riferisco io), secondo me non è autoironia...

Servirebbe un video lo so ma non mi viene in mente niente per trovarlo in fretta Smile
avatar
Pizzampras
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 512
Data d'iscrizione : 21.09.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 3.0-3.5
Racchetta: Donnay Pro One GT 97 - Wilson Staff 750 st

Tornare in alto Andare in basso

Re: Andy Murray

Messaggio Da jasper il Ven 19 Mag 2017 - 17:02

Sbaglierò ma io non riesco a giudicare un tennista per come si comporta durante un incontro, a meno di atteggiamenti clamorosi. Gioco a tennis, anche se sono una schiappa, ma la tensione di un incontro la conosco e comprendo alcune reazioni.  
Tornando a Murray, ma vale anche per Nole, credo che gli infortuni subiti abbiano tolto la loro sicurezza e non permesso un ottimo allenamento.
avatar
jasper
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4137
Età : 42
Località : Liguria
Data d'iscrizione : 21.02.10

Profilo giocatore
Località: Genova
Livello: ITR 4.5 - Arrotino monomane
Racchetta: Babolat PA

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 13 di 13 Precedente  1, 2, 3 ... 11, 12, 13

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum