Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Palle senza peso e grado di decontrazione.

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da yokupoku il Ven 18 Mar 2011 - 13:16

Una riflessione senza pretese, giusto come spunti di discussione, sulla quale avrei piacere conoscere altre opinioni.

Dopo la lettura di un suggerimento di Veterano riguardo ad un esercizio di decontrazione, che prevedeva lo swing tenendo la racchetta con tre dita, mi sono posto il problema dell'azione piu' o meno passiva del braccio ed in particolare dell'avambraccio.

Infatti, durante lo scambio, ad esempio di dritto, non ho mai la sensazione di totale decontrazione per tutto il colpo perchè al momento del contatto, aggiungo volontariamente un "accompagnamento" , sempre in velocita', di avambraccio che rende in modo evidente il colpo piu' controllato.

Di contro, provando il servizio, ho notato una maggiore pesantezza di palla tirando in totale decontrazione, anche sul contatto...e cosi' mi sono chiesto:

Perchè sul dritto non trovo vantaggi con una decontrazione totale e sul servizio si ?
Che differenza c'è' tra i due tipi di impatto ?

Sul servizio si colpisce una palla senza peso: per me questa è la differenza.

La spiegazione potrebbe stare nel fatto che una palla con inerzia minima non crea problemi di stabilita' dell'attrezzo, in quanto la massa della racchetta al contatto si presenta con una energia cinetica di gran lunga superiore a quella della pallina. Possiamo quindi decontrarre in misura maggiore puntando cosi' tutto sulla accelerazione e lasciando che il peso dell'attrezzo faccia il resto.

Una palla viva, in movimento, che arriva con buona velocita', si presenta invece con una notevole energia cinetica in opposizione a quella che andremo a produrre, causando notevoli problemi di stabilita' dell'attrezzo all'impatto. Questo fattore rende indispensabile l'uso attivo dell'avambraccio affinche esso "guidi", aggiunga "solidita'", aggiunga "massa impattante"... e renda piu stabile ( quindi piu' preciso) l'attrezzo. In questo caso si punta su una forza supplementare che vada ad aumentare la stabilita' e che certo, diminuira' la nostra capacita' di accelerazione, ma non necessariamente la velocita' finale.

Se questo ragionamento fosse valido, la necessita' di aggiungere compattezza con un uso attivo e consapevole dell'avambraccio risulterebbe tanto piu' necessaria quanto piu' l'attrezzo fosse leggero... di contro un attrezzo pesante potrebbe consentire, in teoria, la possibilita' di sbracciare con maggiore decontrazione anche contro una palla veloce.

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da Alessandra76 il Ven 18 Mar 2011 - 13:25

Io credo che dipenda molto dal punto d'impatto della palla...sia parlando della palla se in fase ascendente, discendente o neutra(scusate per il termine forse poco preciso)...e sia relativamente al nostro corpo..se più o meno davanti o in linea con noi Neutral

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da Veterano il Ven 18 Mar 2011 - 17:19

Vedi yoku per quanto possa sembrare semplice il giocare rilassato muscolarmente non e facile e siccome si basa tecnica a parte,anticipo di gomito a parte,su sensazioni e difficile riuscire a trovare le giuste sensazioni che corrispondano anche ad una tecnica corretta........e un meccanismo che bisogna ripetere e cercare di ottimizzare ,mi spiego,parti rilassato ,presa sciolta,ma al contatto il braccio deve avere una certa consistenza al punto d'impatto,senza per questo perdere velocita' d'esecuzione.Bene la teoria la sappiamo ma in pratica le cose si fanno complicate.........perche' quanto a lungo rilassare,quando stringere piu o meno la racchetta,e quando rilassare i muscoli appena dopo l'impatto e' una sensazione che devi provare tu.........se mi vedessi tirare un dritto in sioltezza e provassi tu a ripeterlo,vedendo ti sembrerebbe tutto facile ma poi in pratica le cose non sono cosi.Bene il famoso anticipo di gomito e la relativa scioltezza non sono per niente facili da realizzare correttamente,qua stiamo parlando gia di una resa ottimale del colpo ehhhhhh,c'e gente che fa la terza e non sa neanche cosa sia sto anticipo di gomito,e c'e gente che no lo capira' mai e non riuscira mai a farlo.........questo non per scoraggiarti ma per farti capire che e' un lavoro lungo come il tennis............comunque se ti riece una volta o qualche' pensa che no sei neanche a meta' dell'opera perche si ti e' riuscito ma renderlo automatico non e ' per niente facile,chiedi ad araba.......

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da alba77 il Ven 18 Mar 2011 - 18:34

Secondo la mia esperienza non è così difficile dal momento che si riesce a provare una sensazione e a ripeterla anche con pochi successi. Ovvio non parlo che si riesca dall'oggi al domani - parlo sempre di piccoli passi senza fare il passo più lungo della gamba.

Il cervello umano è molto intelligente anche se noi non lo sappiamo e cerca di farci ripetere la nostra migliore prestazione, quindi rivivendo determinate sensazioni lui ottimizza a livello inconscio e ce le fa elaborare. E' il cervello che da solo tende a farcele emulare finche non diventa un atomatismo.

Ovvio ci vuole anche la guida del maestro strada facendo e tanto allenamento.

Finisco ripetendo che parlo della mia esperienza e i passi da gigante che ho compiuto in questi mesi che sono paragonabili a dei passi millimetrici a livello tennistico completo, ma l'importante è non fermarsi mai e cercare sempre le sensazioni e riprodurle.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da yokupoku il Ven 18 Mar 2011 - 18:52

Si Vet, infatti mai ho detto di saper fare un nuovo colpo... sto facendo un discorso prettamente teorico scaturito da sensazioni e non è fine a se stesso, perchè se la strada giusta è decontrarre, io lavoro per decontrarre.. se la via maestra è accompagnare, io evito di decontrarre eccessivamente ....ma se devo andare per tentativi stiamo freschi Vet, con 2 ore a settimana lo capiro' mai quando c'è da spingere e quando da lasciar andare !!

Capire .... poi che ci vorra' tempo per imparare... ci mancherebbe. Pero' se mi dici che la cosa è ininfluente e ognuno sul colpo ci mette quel che gli pare, che tira o molla fa lo stesso importante che prendi confidenza con il "tuo colpo" ... allora mi ritiro in buon ordine e vado a tentativi.

Alla fine non ho capito la risposta... la sensazione che la palla senza peso possa essere colpita con maggiore decontrazione rispetto ad una palla in movimento è una mia sensazione del tutto personale ?

E sul servizio a parer tuo, che si usi maggior decontrazione rispetto al colpo di scambio è sensazione mia ?


quoto Alba nel senso che in età adulta la comprensione teorica ha un certo peso nel processo di apprendimento, enormemente piu' che in tenera eta'

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da alba77 il Ven 18 Mar 2011 - 19:11

@yokupoku ha scritto:
Si Vet, infatti mai ho detto di saper fare un nuovo colpo... sto facendo un discorso prettamente teorico scaturito da sensazioni e non è fine a se stesso, perchè se la strada giusta è decontrarre, io lavoro per decontrarre.. se la via maestra è accompagnare, io evito di decontrarre eccessivamente ....ma se devo andare per tentativi stiamo freschi Vet, con 2 ore a settimana lo capiro' mai quando c'è da spingere e quando da lasciar andare !!

Capire .... poi che ci vorra' tempo per imparare... ci mancherebbe. Pero' se mi dici che la cosa è ininfluente e ognuno sul colpo ci mette quel che gli pare, che tira o molla fa lo stesso importante che prendi confidenza con il "tuo colpo" ... allora mi ritiro in buon ordine e vado a tentativi.

Alla fine non ho capito la risposta... la sensazione che la palla senza peso possa essere colpita con maggiore decontrazione rispetto ad una palla in movimento è una mia sensazione del tutto personale ?

E sul servizio a parer tuo, che si usi maggior decontrazione rispetto al colpo di scambio è sensazione mia ?


quoto Alba nel senso che in età adulta la comprensione teorica ha un certo peso nel processo di apprendimento, enormemente piu' che in tenera eta'

Provo a dare una "mia" risposta così come interpreto le cose.

Secondo me e quanto letto e sentito in giro (anche come mostrava uno dei maestri il gesto per esempio di un diritto parlando di decontrazione) è che la scioltezza deve esserci prima dell'impatto e dopo mentre durante contrai nella giusta misura rapportandoti alla velocità e peso di palla all'impatto pre-calcolandoli, grazie all'eperienza. Ovvio che per una palla veloce devi stringere di più che magari su uno slice lento.

Anche per questo motivo secondo me al servizio la cosa ti riesce meglio.

Nel momento di impatto e accompagnamento (non chiusura) la dose di contrazione deve essere aumentata dosando la misura per poi lasciare andare il braccio. Cete volte sento in chiusura il braccio morto che va in contatto col corpo. La cosa ad oggi mi risulta più difficile in apertura, ma come scrive VET forse grazie all'anticipo di gomito ci riuscirò o per lo meno mi ci avvicinerò.
Cmq già mi muovo con molta più scioltezza in campo rispetto a quando ho ripreso.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da araba il Ven 18 Mar 2011 - 19:17

Qualunque muscolo che non serve se viene contratto impedisce-rallenta la corretta esecuzione del colpo.
Mettiti lì al cesto e prova, prova a trovare il massimo rendimento possibile, quello è quello giusto. Se poi vuoi dare un nome ad ogni muscolo usato e non usato e quanto lo contrai non riuscirai mai a farlo.

araba
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 415
Data d'iscrizione : 18.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da yokupoku il Ven 18 Mar 2011 - 19:27

araba, ma ha senso dire che con una racchetta da 280 grammi e contro una palla pesante, ci vuole un miracolo per tenere la palla in campo in totale decontrazione ? L'attrezzo in questo senso, puo' aiutare ?

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da araba il Ven 18 Mar 2011 - 19:31

Io la tengo, sei tu che sei scarso, la tengo anche con una da 250 se è per quello.
Poi sicuramente l'attrezzo ha meno stabilità per cui occorre un gesto preciso e pulito, ma quello dipende dalla racchetta mica dalla decontrazione.

araba
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 415
Data d'iscrizione : 18.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da alba77 il Ven 18 Mar 2011 - 19:35

Io ho ripreso in mano la mia precedente racchetta 20-30 grammi più leggera dell'attuale e con meno bilanciamento in testa, palleggiando con un ragazzo dal colpo forte.
Se appoggiavo su palle non troppo forti ottenevo profondità, se cercavo di arrotare perdevo il controllo.
Le palle più veloci mi si portavano via braccio e attrezzo.
Se decontrai troppo magari vola via davvero la racchetta e più è leggera più vola via.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da alba77 il Ven 18 Mar 2011 - 19:38

@araba ha scritto:Io la tengo, sei tu che sei scarso, la tengo anche con una da 250 se è per quello.
Poi sicuramente l'attrezzo ha meno stabilità per cui occorre un gesto preciso e pulito, ma quello dipende dalla racchetta mica dalla decontrazione.
Se è per questo a Roddick basta una padella Very Happy
Ma più è leggera la racchetta più forza muscolare e più contrazione ci vuole rispetto ad una più pesante, per fronteggiare le palle veloci o sbaglio?

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da araba il Ven 18 Mar 2011 - 19:41

@alba77 ha scritto:Io ho ripreso in mano la mia precedente racchetta 20-30 grammi più leggera dell'attuale e con meno bilanciamento in testa, palleggiando con un ragazzo dal colpo forte.
Se appoggiavo su palle non troppo forti ottenevo profondità, se cercavo di arrotare perdevo il controllo.
Le palle più veloci mi si portavano via braccio e attrezzo.
Se decontrai troppo magari vola via davvero la racchetta e più è leggera più vola via.
No non ci siamo,
vabbè che l'inerzia maggiore di una racchetta lanciata si fa sentire per cui reagisce lei all'impatto in maggior misura di una racchetta ad inerzia più bassa, ma qui si parla di muscoli da utilizzare e muscoli da non utilizzare, e qui c'è il distinguo per ogni fase del colpo.
All'impatto i muscoli da utilizzare sono uguali sia con bassa inerzia che con alta, la racca ad inerzia alta può aiutare ad assorbire il colpo, ma centra nulla con la decontrazione.
Ragà, cercatevi qualche filmato HD di un pro che gioca a torso nudo e guardatevi l'evolversi delle tensioni muscolari. Se ne trovate uno ben fatto vi stupirete di come pre impatto ci sia molta roba rilassata, all'impatto ci siano moltissime masse muscolari in tensione.

araba
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 415
Data d'iscrizione : 18.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da yokupoku il Ven 18 Mar 2011 - 19:46

adesso è molto piu' chiaro araba ...gracias.

... no è che già mi stavo spalmando il muscoril sull'avambraccio per tenerlo rilassato ad oltranza !!!

Very Happy

p.s.

Ho cercato su youtube "Ivanovic torso nudo"... nisba !! Smile

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da alba77 il Ven 18 Mar 2011 - 19:53

@yokupoku ha scritto:araba, ma ha senso dire che con una racchetta da 280 grammi e contro una palla pesante, ci vuole un miracolo per tenere la palla in campo in totale decontrazione ? L'attrezzo in questo senso, puo' aiutare ?

@araba ha scritto:
@alba77 ha scritto:Io ho ripreso in mano la mia precedente racchetta 20-30 grammi più leggera dell'attuale e con meno bilanciamento in testa, palleggiando con un ragazzo dal colpo forte.
Se appoggiavo su palle non troppo forti ottenevo profondità, se cercavo di arrotare perdevo il controllo.
Le palle più veloci mi si portavano via braccio e attrezzo.
Se decontrai troppo magari vola via davvero la racchetta e più è leggera più vola via.
No non ci siamo,
vabbè che l'inerzia maggiore di una racchetta lanciata si fa sentire per cui reagisce lei all'impatto in maggior misura di una racchetta ad inerzia più bassa, ma qui si parla di muscoli da utilizzare e muscoli da non utilizzare, e qui c'è il distinguo per ogni fase del colpo.
All'impatto i muscoli da utilizzare sono uguali sia con bassa inerzia che con alta, la racca ad inerzia alta può aiutare ad assorbire il colpo, ma centra nulla con la decontrazione.
Ragà, cercatevi qualche filmato HD di un pro che gioca a torso nudo e guardatevi l'evolversi delle tensioni muscolari. Se ne trovate uno ben fatto vi stupirete di come pre impatto ci sia molta roba rilassata, all'impatto ci siano moltissime masse muscolari in tensione.

Araba, la mia risposta era legata alla parte in grassetto e rosso citata.
Alla cosa del torso nudo ci avevo pensato anch'io, ma magari anche non dico in boxer, ma pantaloncini cortissimi aiuterebbe a vedere il lavoro delle gambe. Cmq avevo registrato un'esibizione su ST che ancora non mi guardo, ma mi è capitato di vedere un pezzo di soppio con Llodrà a piedi nudi e in boxer affraid poi McEnroe senza mglietta e non ricordo il nome - un altro veterano francese pure a piedi nudi.
Al limite metto il pezzo su youtube e esaminiamo, se serve faccio una slow motion.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da yokupoku il Ven 18 Mar 2011 - 20:00

quindi il servizio che mi esce forte in totale decontrazione ivi compreso il contatto, in realta' è un colpo da circo equestre privo di controllo e fuori da ogni logica di ripetibilita' ....

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da Felipo il Ven 18 Mar 2011 - 20:07

Chiesto, fatto Wink





Felipo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1256
Data d'iscrizione : 13.06.09

Profilo giocatore
Località: Friuli
Livello: 4.0 itr / 4.4 Fit
Racchetta: Aeropro Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da alba77 il Ven 18 Mar 2011 - 21:04

Guardate i muscoli dell'avambraccio a 4:08



Qua guardate i rovesci - sul diritto non si vede
http://www.youtube.com/watch_popup?v=C1Qt1lQ2fv0&vq=hd1080

@Felipo Nel video del rovescio di Rafa io vedo le fibre contrarsi un bel po' prima del colpo Rolling Eyes

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da yokupoku il Ven 18 Mar 2011 - 21:44

qui abbiamo anche il super slow motion ...
ci vorrebbe una ripresa dall'altro angolo ma accontentiamoci...


yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da yokupoku il Ven 18 Mar 2011 - 22:01

io ci vedo
impugnatura tra SW e W.

a fine apertura: tensionamento dell'avambraccio sinistro ... la spalla sx si contrae a causa dell'estensione totale; braccio destro rilassato.

zona contatto: bicipite contratto per mantenere o chiudere l'angolo del gomito... non vedo rotazione di avambraccio ma rotazione di tutto il braccio a livello spalla.

I muscoli attivi in zona contatto mi sembrano bicipite e deltoide/cuffia dei rotatori... ma non si vedono i dorsali da questa angolazione.

Probabilmente il colpo di solo avambraccio è il famoso tergicristallo, che pero' è un'altro tipo di dritto rispetto a questo...





yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da wbtit il Ven 18 Mar 2011 - 22:45

@Veterano ha scritto:perche' quanto a lungo rilassare,quando stringere piu o meno la racchetta,e quando rilassare i muscoli appena dopo l'impatto e' una sensazione che devi provare tu.........Bene il famoso anticipo di gomito e la relativa scioltezza non sono per niente facili da realizzare correttamente,qua stiamo parlando gia di una resa ottimale del colpo ehhhhhh,c'e gente che fa la terza e non sa neanche cosa sia sto anticipo di gomito,e c'e gente che no lo capira' mai e non riuscira mai a farlo.........questo non per scoraggiarti ma per farti capire che e' un lavoro lungo come il tennis............comunque se ti riece una volta o qualche' pensa che no sei neanche a meta' dell'opera perche si ti e' riuscito ma renderlo automatico non e ' per niente facile,chiedi ad araba.......
Alla faccia del "tanto per non scoraggiarti"! Smile
Io penso Veterano che qui c'è gente che non è neanche in III ITR altro che II cat. ma che ora lo sa! Sa che gran lavoro c'è dietro ad un gesto tecnico e che ci vorranno anni (forse) . E' un gran lavoro di informazione il tuo e quello di araba da me molto apprezzato ANCHE se non sarò mai in grado di realizzarlo.
Vengo al punto.
Durante il palleggio col maestro uso la mia TF 325 e non ho problemi. La settimana scorsa palleggio con un mio amico (itr 1.5) e zac! leggero fastidio all'avambraccio. Non perdo nenche tempo a domandarmi se sia la racchetta o la corda o la tensione, mi dico: è sicuramente il movimento che non va. E non va con le palle senza peso! Quelle dove mi tocca spingere. Quelle dove la magagna tecnica salta fuori. Mi sono dei vs post, la catena cinetica, di colpire avanti, con il polso bloccato ecc., ecc. e soprattutto di NON spingere col braccio e di stare rilassato.
La conseguenza è che qualche volta la racchetta si torce su se stessa perché ho la mano "frolla" e abbatto un colombo, tiro piano e non sarei mai in grado di affrontare una partita ma il fastidio sta passando!!
Vorrà pur dire qualcosa?






wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da Alessandra76 il Ven 18 Mar 2011 - 23:07

Io credo che su quel polso che sembra essere instabile ci si passa un po' tutti all'inizio....e credo che noi donnine forse ne siamo ancor più soggette...credo nè Razz ...e forse...e dico forse è proprio la voglia di controllare il colpo che alla fine ci da questa orribile sensazione...quanto la stabilità del colpo alla fine non sta nel braccio o nella racchetta...ma nelle gambe...che si devono piazzare e scendere...e in tutta la tecnica del colpo nel suo insieme....ovviamente è una mia supposizione...cercando di analizzare quello che è stata la mia scaletta....visto che è da tanto che quel problema al polso fastidiosissimo non si presenta...fo' gli scongiuri...che non si sa mai!! Very Happy

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da Veterano il Ven 18 Mar 2011 - 23:15

Per assurdo la racchetta piu va veloce e segue una linea con il piatto corde e meno si torce,anzi la frustata se cosi vogliamo chiamarla se fatta veramente veloce ti aiuta anche a stringere di piu la racchetta al momento giusto,pero il gesto deve essere il piu pulito possibile.
Facile ehhhhh Smile

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da Alessandra76 il Ven 18 Mar 2011 - 23:25

@Veterano ha scritto:Per assurdo la racchetta piu va veloce e segue una linea con il piatto corde e meno si torce,anzi la frustata se cosi vogliamo chiamarla se fatta veramente veloce ti aiuta anche a stringere di piu la racchetta al momento giusto,pero il gesto deve essere il piu pulito possibile.
Facile ehhhhh Smile

Come bere un bicchiere d'acqua!!


...forse non era acqua Neutral

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da wbtit il Ven 18 Mar 2011 - 23:41

Fosse facile! Smile Il fatto è che è un movimento estremamente complesso per il quale ad ora non esiste un esempio sintetico. Ad esempio per spiegare ad uno come fare il mulinello per il servizio si dice: "è come se tirassi un sasso".
E così uno richiama alla memoria un movimento già appreso e lo confronta con le sensazioni di quello nuovo. Qui il livello è decisamente di un'altra dimensione. Il trucco delle tre dita è comunue qualcosa. Io so solo che quella volta che imbrocchi sembra la pallina sia leggerissima.
Un passo alla volta.

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palle senza peso e grado di decontrazione.

Messaggio Da yokupoku il Sab 19 Mar 2011 - 8:11

@Veterano ha scritto:Per assurdo la racchetta piu va veloce e segue una linea con il piatto corde e meno si torce,anzi la frustata se cosi vogliamo chiamarla se fatta veramente veloce ti aiuta anche a stringere di piu la racchetta al momento giusto,pero il gesto deve essere il piu pulito possibile.
Facile ehhhhh Smile

Nella frustata per come la vedo io, si ritarda il timing.. praticamente ti presenti a 30 cm dal contatto con ancora il tappo che guarda la palla ( 30 cm si fa per dire..) Il gomito anticipa e apre un po' l'angolo ... il contatto si sposta leggermente avanti. Poi per velocizzare il richiamo della testa della racchetta si avverte sforzo di polso e una maggiore pressione nella presa .. ma non lo definirei uno stringere.. piu' un "richiamare forte".

yokupoku
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 259
Data d'iscrizione : 07.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum