Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da wbtit il Mar 1 Mar 2011 - 20:18

Dopo i recenti post ormai mi sembra di aver capito il concetto che in partita bisognerebbe colpire la palla nella stance opportuna come se si fosse fermi. Fosse facile. Per arrivarci vicino bisogna fissare la palla, fare split step pochi istanti prima che l'avversario colpisca e poi muoversi in campo per passi usando differenti tecniche (baby step, shuffle, cross over e via cantando) raggruppate sotto il termine footwork. Bon. Cerco un bel video di riepilogo e capito su questo:

http://www.youtube.com/watch?v=R5CWAwtijVI

dove si parla di walk, hop, pivot, crossover, inside-in e, udite udite, karaoke step!!!!
Appena penso di aver afferrato un concetto, zac!, subito qualcuno che dice cose diverse. E poi la gente parla male dell'informatica Smile
Ad ogni modo mi sembra che walk,hop,inside-in e karaoke possano essere molto utili contro palle senza peso. La cima è sempre più lontana?


wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da Veterano il Mar 1 Mar 2011 - 20:28

Lascia perdere sto video.........sti due qua stanno dicendo un casino di cacchiate,il walk step................ma che mi facciano ridere..........guarda un po quando palleggiano se fanno il walk step............senza poi parlare del passo incrociato in ricerca palla..........roba da fucilazione...........ma dai che si limitino a fare quello che sanno senza farci credere che hanno inventato l'acqua calda.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1994
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da Felipo il Mar 1 Mar 2011 - 21:13

Concordo con Veterano, appena ho visto il video (credo fosse lo scorso autunno) ho pensato: tutto molto utile in una sala da ballo, su un campo da tennis chi provasse a fare cose del genere durante una partita finirebbe per inciampare su se stesso.
Già è difficile (ma redditizio) imparare a steppare ed applicare i rudimenti del footwork, figuriamoci fare queste cavolate.

Felipo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1256
Data d'iscrizione : 13.06.09

Profilo giocatore
Località: Friuli
Livello: 4.0 itr / 4.4 Fit
Racchetta: Aeropro Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da blwi85 il Mar 1 Mar 2011 - 21:23

@Veterano ha scritto:Lascia perdere sto video.........sti due qua stanno dicendo un casino di cacchiate,il walk step................ma che mi facciano ridere..........guarda un po quando palleggiano se fanno il walk step............senza poi parlare del passo incrociato in ricerca palla..........roba da fucilazione...........ma dai che si limitino a fare quello che sanno senza farci credere che hanno inventato l'acqua calda.

hahahah grande!! Very Happy Very Happy

blwi85
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 254
Località : Pescara
Data d'iscrizione : 15.08.10

Profilo giocatore
Località: Pescara
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: yonex DR100 - starburn T6

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da wbtit il Mar 1 Mar 2011 - 23:39

Veterano, secondo te potrebbe essere una proposta per tennisti over 60? Diciamo un modo più soft per sopperire ad un eventuale minore forza fisica del torso/braccio e giocare in modo meno "traumatico" per le articolazioni?

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da Veterano il Mer 2 Mar 2011 - 0:40

Con tutta la buna volonta' non credo proprio questi qua sono convinti ma predicano una cosa e ne praticano un altra,no credo che nessun allenatore sensato possa insegnare il walk step.............mi spiace perche' comunque il ragazzo di fuzzy ha fatto dei video davvero interessanti ma questo qua poteva veramente risparmiarselo.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1994
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da araba il Mer 2 Mar 2011 - 1:23

Questi qui di fuzzy per farti l'analisi del video vogliono 300 eurini tondi.
Allora che si fece per metterli alla prova ?
Gli si scrisse fra amici una domandina tecnica non poi così facile, ma nemmeno impossibile.
Risposero targiversando praticamente senza rispondere al quesito........
Non ho mai capito se le cose le sanno per davvero, se le scopiazzino da qualche parte e un po' se le inventano.
Ma questa del walky talky ballet non mi sembra poi così geniale.

araba
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 415
Data d'iscrizione : 18.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da wbtit il Mer 2 Mar 2011 - 9:38

Siete piuttosto severi con FYB come ogni buon maestro ma io sono un allievo e il mio compito è quello di fare domande (anche e soprattutto su cose che non conosco).
Al minuti 1:22 di questo famoso video di Djokovic:
http://www.youtube.com/watch?v=R0dldQUtRbo
mi sembra proprio che faccia vedere una cosa che assomigli molto al walk step, o mi sbaglio?

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da araba il Mer 2 Mar 2011 - 10:26

E' un'entrata in neutral, lo si fà dai tempi di Tilden.

FYB, sicuramente ha fatto dei buoni video, forse i primi a fare dei video completi che spaziano vari aspetti del tennis, ma tutto sommato son cose piuttosto banali, niente di trascendentale, preso un buon libro pubblicato dalla USTA, guardandosi video di altri e con un po' d'esperienza quei video li puoi fare.
Quando però si esce dal già seminato e ben noto non è che mi abbiano entusiasmato troppo, ci sono maestri che apprezzo molto di più su youtube che ci mettono del proprio con maggiore esaustività anche se magari con video meno ben confezionati

araba
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 415
Data d'iscrizione : 18.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da wbtit il Mer 2 Mar 2011 - 10:42

Ciao araba,
da un punto di vista più generale di cultura tennistica il movimento "entrata in neutral" o walk step se lo vediamo eseguire in una partita da un campione (che non lo fa certo perché arriva in affanno Smile ) come lo dobbiamo interpretare? La palla avversaria era in slice, lenta, senza peso, oppure perché deve colpire a 5 metri dalla linea di fondo?

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da araba il Mer 2 Mar 2011 - 10:51

Son due modi di colpire differenti, uno in neutral e uno in open, si usano entrambi a seconda della situazione di gioco.
La open è molto più moderna come impostazione, la neutral è antica quanto il tennis.
Se la open ora è tanto di moda ed è indispensabile per esprimere maggior potenza e topspin, la neutral non la si può dimenticare come tecnica.
Le scuole tennistiche si sono aggiornate con difficoltà, fino a qualche anno fa c'erano maestri che la open guai a sentirne parlare, ora visto che ha preso piede addirittura si sente parlare il contrario.
L'accademia Bollettieri, che ancora è punto di riferimento le cura entrambe allo stesso modo, quasi tutti i tennisti le usano entrambe anche magari senza accorgersene e pensarci.

araba
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 415
Data d'iscrizione : 18.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da Alessandra76 il Mer 2 Mar 2011 - 10:55

@wbtit ha scritto:Siete piuttosto severi con FYB come ogni buon maestro ma io sono un allievo e il mio compito è quello di fare domande (anche e soprattutto su cose che non conosco).
Al minuti 1:22 di questo famoso video di Djokovic:
http://www.youtube.com/watch?v=R0dldQUtRbo
mi sembra proprio che faccia vedere una cosa che assomigli molto al walk step, o mi sbaglio?

Scusate, piccolo OT....bello il video....compresa imitazione alla fine!! Very Happy

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da wbtit il Mer 2 Mar 2011 - 11:09

@araba
Molto chiaro: neutral stance per dare profondità e potenza ai colpi e open per dare rotazione ( e per arrivare prima negli spostamenti laterali mi sembra).
Nel video di Djokovic io vedo due dritti, nel primo mi sembra che si metta in semi-open stance e poi fa un passo in avanti finendo in quella che appare come una neutral dicendo che così da più potenza (pace?) (minuto 1:22) poi si mette in open stance e rimane fermo senza spostarsi dicendo che così da più rotazione.
La domanda è (?): qual è la differenza tra colpire in neutral stance canonica e colpire in "entrata in neutral"?

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da araba il Mer 2 Mar 2011 - 11:39

Sia potenza che rotazione sono maggiori in open, calcoli alla mano dei moderni sistemi di misura, la scienza applicata al tennis non lascia scampo all'opinione in proposito.

Entrata in neutral e neutral non sono differenti, è la stessa cosa, con la dizione entrata in neutral facevo semplicemente notare il passo che si fa per prendere la posizione neutral. In realtà una neutral si fa sempre quasi camminando, è quasi un passo, si entra sulla palla, si fa un passetto per entrarci e si completa il passo colpendo perchè prevede l'affiancamento del piede destro al sinistro in chiusura.

I due colpi si usano non tanto per l'effetto desiderato, ma per la posizione di gioco dovre andrai a colpire. Una palla centrale corta ad esempio si colpirà quasi sempre in neutral perchè sei in avanzamento, e colpendo in avanzamento è molto più facile rispetto ad una open,
un approccio si fa in neutral perchè la stessa dinamica del colpo ti proietta verso la rete, una open ti obbliga a fermarti quando chiudi il movimento.

araba
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 415
Data d'iscrizione : 18.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da wbtit il Mer 2 Mar 2011 - 12:17

@araba
Molto chiaro e molto interessante in particolare per me principiante che in palleggio con altri principianti mi trovo spesso ad affrontare palle "morte" a metà campo.
Riassumendo:
1. Walk step inteso come colpo "in movimento" verso palle corte e/o per approcciare a rete esiste già da eoni tramite la neutral stance. Eseguito a partire da una open/semi-open stance non sembra godere dell'approvazione dei maestri.
2. hop step. Questo sembra un neutral stance con saltello. Anche qui pollice verso dei saggi ma io non lo scarterei. Ottimo per eseguire un vincente a sopresa spacciandolo per l'ultimo grido in fatto di tecnica confondendo l'avversario e mettendolo in soggezione psicologica.

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da Veterano il Mer 2 Mar 2011 - 13:42

Purtroppo il walk step non posso proprio guardarlo.......sto piede destro avanti.......non ha proprio senso almeno che non palleggi ai due all'ora dove e tutto e relativo e posso giocare con i piedi un po come voglio....comunque anche fosse ai due all' ora non ne vedo proprio l'utilita se non quella di non riuscire ad utilizzare gli appoggi e la rotazione del busto come si deve,specialmente per chi impara se vedessi un mio alunno colpire con la gamba destra in avanti mi sentirebbero perfino gli abitanti dell' isola di fronte,fosse almeno come una neutral in entrata come dice araba,ma in questo caso l'intenzione non e' quella e non ne vedo proprio l'utilita.
L' hop step e' un movimento vecchio come la neutral stance non vedo niente di nuovo,il saltello ci puo stare ma non fatto volontariamente come penso vogliano farci credere i due volponi.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1994
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da araba il Mer 2 Mar 2011 - 16:21

@Veterano ha scritto:Purtroppo il walk step non posso proprio guardarlo.......sto piede destro avanti.......non ha proprio senso
Son diventato idrofobo per togliere questo difetto ad un amico mio, posizione inconcepibile senza nessun senso logico.

araba
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 415
Data d'iscrizione : 18.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da alba77 il Mer 2 Mar 2011 - 16:38

Ragazzi (veterano e araba) più leggo i vostri pareri altamente professionali e tecnici più mi rendo conto di non aver capito nulla finora (anche le poche cose che mi sembrava di comprendere - anche se non riusco a mettere in pratica).

...E la cosa peggiora in modo inversamente proporzionale - più vado avanti e più faccio progressi - meno mi sembra di capire e addirittura a volte ho la sensazione si peggiorare (il maestro dice che è solo una sensazione)

Poi il footwork corretto per me è il tasto più dolente e più difficile da mettere in atto. Olre lo split step non riesco a progredire.
Nemmeno il primo passo col pide contrario al lato del colpo adotto e mi scordo di allenarlo pure al muro - troppe cose alle quali pensare...
Il maestro non me lo insegna e io lascio fare a lui perché avrà le sue motivazioni e altre priorità.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da Veterano il Mer 2 Mar 2011 - 17:12

Il problema e che per migliorare il footwork dovresti fare molto lavoro senza palla per capirne veramente le dinamiche e a volte il profe di turno se non richiesto passa olimpicamente dal tema.Il footwork deve crescere in percentuale in base al tuo livello di gioco,il perche' non spenda tanto tempo sul footwork non lo so bisognerebbe vedere su cosa stai lavorando e sopratutto se il profe in questione ha un piano ben organizzato e strutturato nel tempo per farti progredire o improvvisa di volta in volta........

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1994
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da wbtit il Mer 2 Mar 2011 - 22:41

Oggi ho fatto 50' di palleggio e devo dire che le basse temperature sono un'ottimo stimolo per applicarsi sul footwork con entusiasmo e passione Smile . L'occasione è stata utile per provare a mettere in pratica alcune cose dette in questo post in particolare il neutral "in cammino" e il walk step su palle corte e senza peso. Dico forse un'ovvietà ma per me la classica palla morta a metà campo o alta a fondo campo (alla pallettaro per intenderci) sono difficilissime da gestire. Se colpisco spingendo va a campanile, se cerco di dare spin va a rete! Ho cercato allora di non pensare a come colpire la palla ma di tentare di colpirla usando la spinta del corpo in avanti. Sia come sia gli scambi si sono allungati e sono riuscito a buttarla di là più frequentemente di quanto fossi stato in grado di fare prima. il walk step ha avuto un qualche senso sulle palle senza peso laterali a metà campo dove mi era impossibile arrivare in neutral e dove non mi era possibile eseguire il pivot (si dice così)?

@alba77
Nel video mi sembra che facciano vedere il cross over step che citi. Anche a me sembra molto innaturale l'esecuzione di questo passo (non mi piace trovarmi a gambe incrociate) ma ha delle potenzialità pazzesche: puoi decidere di andare in laterale o indietro in un attimo!

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da wbtit il Dom 6 Mar 2011 - 22:43

@Veterano ha scritto:L' hop step e' un movimento vecchio come la neutral stance non vedo niente di nuovo,il saltello ci puo stare ma non fatto volontariamente come penso vogliano farci credere i due volponi.
Quando hai tempo mi sia dire qualcosa di questo hop step? In palleggio mi sono accorto che per le palle corte e senza peso entrare in neutral e successivamente portando avanti il piede destro è più che sufficiente per dare profondità al colpo.
Server forse per avere una maggiore accelerazione per andare a rete?

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da Veterano il Lun 7 Mar 2011 - 14:07

E' molto semplice,come dici si usa per giocare palle corte e per andare a rete,siccome visto che l'intenzione dopo aver giocato la palla e' seguire a rete il corpo si appoggia tutto sulla gamba sinistra e visto che la corsa e in avanti il saltello viene naturale per bilanciarsi e non perdere l'equilibrio,pero' non e' un azione pensata,e proprio la posizione dei piedi e la conseguente spinta in avanti che ti fa fare il saltello che puo essere piu evidente o meno.Piu' che accellerazione direi miglior posizione su un certo tipo di palle .

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1994
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da wbtit il Lun 7 Mar 2011 - 15:05

Grazie mille, a volte ho perfino l'impressione di iniziare a capire quello che dici Smile. Il footwork è infido. Vedo e sembra che il saltello sia la caratteristica di un certo step. Sbagliato! Allora mi informo meglio e penso che sia l'effetto di un certo step. Sbagliato! E' la transizione tra uno step e un altro.
Ieri guardavo la seconda partita di Nadal alla Davis e di come "ruota" attorno alla palla per fare il dritto anomalo con degli step rapidissimi all'indietro che neanche un gambero... E' come se fosse un centrometrista al contrario. Come fa a non cadere?

wbtit
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Età : 46
Località : Vicenza
Data d'iscrizione : 08.08.10

Profilo giocatore
Località: Veneto
Livello: I.T.R. 2.5 NO iscritto FIT difensivo da fondo campo
Racchetta: Vedi firma.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Footwork: non bastava lo static adesso c'è pure il dinamic!

Messaggio Da Veterano il Lun 7 Mar 2011 - 15:15

E va be calcola che i pro fanno solo quello e la loro preparazione fisica e' al top,noi comuni mortali dobbiamo accontentarci di quelo che passa il convento.
Il footwork a quie livelli come a per altro a tutti il ivelli deve essere accompagnato da una buona preparazione fisica,se no scordiamoci di muoverci anche minimamente cosi.Bisogna anche dire che a volte in bassa categoria si cercano cose non alla portata perche' viste in televisione,come ad esempio un rovescio anomalo cercato a mille come fa Nadal,quando per un giocatore medio sarebbe meglio fare il bel rovescio e cercare l'anomalo solo quando si puo'.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1994
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum