Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

incordatura a 3 nodi

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

incordatura a 3 nodi

Messaggio Da incordator il Ven 18 Feb 2011 - 22:27

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti, entrando in un negozio ho ammirato una HEAD incordata a 3 nodi ( direttamente dalla casamadre) che era in vendita.
mi chiedevo se qualcuno ( soprattutto il maestro eifell ) mi desse qualche delucidazione su questa incordatura e se c'è qualche video o slides disponibile.
Grazie

incordator
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 52
Età : 32
Località : roma
Data d'iscrizione : 06.10.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: basso
Racchetta: aereo pro drive gt

Tornare in alto Andare in basso


Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Leutonio il Mar 4 Mar 2014 - 14:31

@Jianka ha scritto:Premetto che non sarei voluto intervenire perchè non ho voglia di polemiche però è ora che si faccia veramente un pò di chiarezza.

Partiamo dal presupposto che chi incorda DEVE conoscere tutti gli schemi e saperli utilizzare quando serve o quando richiesti (vedi ai tornei)!! Su questo punto credo che la maggior parte dei professionisti che intervengono qui dentro è assolutamente preparata e competente.
La questione allora non è sulla capacità/conoscenza ma sulle scelte....

Io ho un negozio e ho discreti rapporti con Head e posso solo confermare che le indicazioni che Head ITALIA da sui 4 nodi sono solo per evitare che incordatori non professionisti/professionali incordino i loro telai partendo con le orizzontali dal basso. 
A domanda diretta a Stefano Cavuto (Direttore HEAD Italia) mi ha risposto come detto sopra. Se la racchetta è incordata con un ATW qualsiasi la garanzia è assolutamente valida. 
Non entro nei discorsi di quale schema sia meglio o peggio  ma questa precisazione è solo fatta per sgombrare dubbi sulla garanzia...almeno qui in Italia e penso se incordata da un professionista certificato.
Se poi qualcuno ha informazioni diverse date direttamente da chi dirige Head in Italia allora è il momento di confrontarsi in serenità.

Se poi servono info supplementari sul famoso test di Dusseldorf sulla cui base sono state fatte milioni di parole, molte secondo me buttate lì per superficialità, potete chiedere visto che ero presente.
Spero che questo intervento sia preso con la dovuta serenità e con il solo obiettivo di chiarezza e confronto.

Grazie mille Giancarlo, ti quoto con grande convinzione.  Wink 

Leutonio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2416
Data d'iscrizione : 28.07.11

Profilo giocatore
Località: Senigallia (AN)
Livello: 4.3
Racchetta: Yonex RDS 001 MP

http://www.michelefabbretti.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da SW1985 il Mar 4 Mar 2014 - 14:39

ma che è sto test di dusseldorf??  scratch 
potete spiegarlo anche a noi mortali? Very Happy

SW1985
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Località : Provincia d Modena
Data d'iscrizione : 28.01.14

Profilo giocatore
Località: Provincia di Modena
Livello: 4.2
Racchetta: Mah

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Jianka il Mar 4 Mar 2014 - 15:20

Rispondo per chiarezza:
* Nanobabbo: 

Capisco perfettamente e ti do pienamente ragione dal punto di vista formale.
Ma credo che la discussione qui sia nata non per problemi di garanzia ma per problemi di qualità sul pattern adottato per incordare le racchette Head. Se il problema è formale allora hai tutte le ragioni ma qui penso si parlasse più di altro.


* Leutonio: concordo che un professionista deve essere pronto a recepire/provare/sperimentare nuove informazioni, nuove tecniche etc etc perchè è la base delle persone intelligenti che vogliono crescere, per cui non è detto che ciò che oggi riteniamo  ottimo e perfetto lo possa essere anche domani, quindi non bisogna dare contro a chi cambia idea ma forse ammirarlo perchè ha capacità di elaborazione e voglia di imparare.


Invece non concordo quando dici"Non ero a Dusseldorf ma mi hanno riferito di alcuni test fatti direttamente lì che hanno evidenziato come si stressano e si deformano i telai usando appunto il Liam ATW."


Ecco secondo me quando dici "mi hanno riferito" sbagli.  SENZA NESSUNA POLEMICA, ma a Dusseldorf non è stato fatto nessun test o perlomeno nessuna cossa che si possa definire un Test e prima di basare molti interventi su un "mi hanno detto" sarebbe stato meglio da parte tua fare degli esperimenti diretti.


Ti scrivo qui alcune informazioni sulle quali riflettere e poi se vorrai mi dirai tu se sulla base delle cose che ti ho scritto quello di Dusseldorf 2013 si può definire un test serio sul quale basare tante.....troppe parole.:


a) il test è stato fatto con 2 racchette identiche??? risposta SI
b) il test è stato fatto su 2 macchine identiche? risposta NO
c) il test è stato fatto con lo stesso incordatore? risposta NO
d) il test è stato fatto con due corde identiche? risposta NO
e) le due racchette sono state misurate, anche solo in maniera semplice, prima delle incordature? risposta NO
f) le due racchette sono state misurate, anche solo in maniera semplice, dopo le incordature? risposta NO, le racchette sono state messe solo vicine per vedere se c'era differenza.
g) il test (definiamolo così…) è stato ripetuto più volte per confermare i dati? risposta NO
Inoltre il test sarebbe dovuto essere in raffronto tra 2 ATW  (Box vs Liam) e non tra un 4 nodi e il Liam.
L'unica cosa valida del test e che le racchette erano nuove e di modello identico, ma già non misurandole prima della prima incordatura il test non aveva più senso e validità.

Ti scrivo queste cose perchè ero lì e anche Marco Rossani penso potrà confermarti come si sono svolte le cose anche se lui è arrivato solo al momento del raffronto dei 2 telai.
Con questo non intendo dire che quello che viene affermato "non è ottimale incordare le orizzontali prima di avere incordato tutte le verticali" sia una supposizione sbagliata. Magari in un test fatto come dio comanda uscirebbero gli stessi risultati.
 Però se si vogliono scrivere cose serie bisogna avere dati seri. Ti assicuro che in questo periodo ci sono persone che hanno dedicato parecchio tempo a testare con misuratori elettronici e con molte, molte prove le cose di cui si sta discutendo e non anticipo nulla ma i risultati sono molto sorprendenti.
Sarebbe bello al Simposio di quest'anno (credo che ci sarai anche tu) fare queste prove tutti insieme con strumenti professionali! in fondo credo che siamo tutti qui per migliorare e offrire il miglior servizio possibile ai nostri clienti e non per dire chi è più bravo e bello.
Senza polemica ma solo come spunto di riflessione per tutti.
Giancarlo

Jianka
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da renatolib il Mar 4 Mar 2014 - 15:32

Scusa @Jianka, poiche' secondo me la questione della GARANZIA invece e' in un certo senso DIRIMENTE, considerate le caratteristiche meccaniche sulle fibre di un telaio, che chiaramente, credo, in normali condizioni, non si rompera' sotto incordatura nemmeno se inizi dal basso e con 50  kg, ma che anche a tensioni normali invece potrebbe avere, dico potrebbe, ripercussioni negative anche con ATW fatti male sull'integrita' MICROSCOPICA del carbonio,
POTRESTI per gavore, considerati i tuoi rapporti con la Head, se questi mettono x iscritto che con un ATW NON SI PERDE LA GARANZIA?

Grazie.

P.s: anche il mio vuole essere un contributo sereno, almeno spero cosi' venga anche inteso.

renatolib
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 628
Età : 51
Data d'iscrizione : 09.03.13

Profilo giocatore
Località: Palermo
Livello: amatoriale
Racchetta: head graphene speed pro.

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da nanobabbo8672 il Mar 4 Mar 2014 - 15:33

@Jianka ha scritto:Rispondo per chiarezza:
* Nanobabbo: 
Capisco perfettamente e ti do pienamente ragione dal punto di vista formale.
Ma credo che la discussione qui sia nata non per problemi di garanzia ma per problemi di qualità sul pattern adottato per incordare le racchette Head. Se il problema è formale allora hai tutte le ragioni ma qui penso si parlasse più di altro.

da estremo ignorante, tra l'altro non so nemmeno cosa sia la ATW, per quanto ne so potrebbe essere anche il nome della nonna di Liam...  Very Happy , secondo me il nodo della questione era proprio quello formale...
non si discuteva se fosse meglio, o più efficace, o più sicuro, l'ATW o il 4 nodi...
altrimenti non ho capito una cippa di quello che avete detto!  Shocked Sad 

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Jianka il Mar 4 Mar 2014 - 15:39

Ragazzi vi capisco ma penso che per scritto Head non lo farà mai x i motivi che sono già stati ampiamente spiegati. 
Quello che è sicuro è che se la racchetta incordata ATW da un negozio/incordatore professionista certificato avesse dei problemi HEAD non negherà mai la sostituzione in garanzia.
Quindi il consiglio è quello comunque di rivolgervi SEMPRE ad un negozio con incordatori certificati.

Jianka
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da renatolib il Mar 4 Mar 2014 - 15:46

@Jianka ha scritto:Ragazzi vi capisco ma penso che per scritto Head non lo farà mai x i motivi che sono già stati ampiamente spiegati. 
Quello che è sicuro è che se la racchetta incordata ATW da un negozio/incordatore professionista certificato avesse dei problemi HEAD non negherà mai la sostituzione in garanzia.
Quindi il consiglio è quello comunque di rivolgervi SEMPRE ad un negozio con incordatori certificati.
Ottimo consiglio, ma io che incordo da me, e ho imparato dai grandi Mario, Michele, Luca e compagnia bella, se faccio un discreto Atw e per disgrazia il telaio si dovesse macroscopicamente rovinare, secondo te perderei la garanzia?
Perche' sulla GARANZIA non ci dovrebbero essere AMBIGUITA', e non e' scritto da nessuna parte che la garanzia necessita di incordatori certificati, almeno credo...

renatolib
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 628
Età : 51
Data d'iscrizione : 09.03.13

Profilo giocatore
Località: Palermo
Livello: amatoriale
Racchetta: head graphene speed pro.

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da nanobabbo8672 il Mar 4 Mar 2014 - 15:49

@Jianka ha scritto:Ragazzi vi capisco ma penso che per scritto Head non lo farà mai x i motivi che sono già stati ampiamente spiegati. 
Quello che è sicuro è che se la racchetta incordata ATW da un negozio/incordatore professionista certificato avesse dei problemi HEAD non negherà mai la sostituzione in garanzia.
Quindi il consiglio è quello comunque di rivolgervi SEMPRE ad un negozio con incordatori certificati.

immagino che sia davvero come dici, ma fidarsi è bene, non fidarsi è meglio!
poi siamo sopravvissuti a qualsiasi tipo di incordatura, io ho usato la stessa racchetta per 20 anni senza sapere che corde stavo usando, sapevo solo che erano trasparenti e non colorate...
aggiungo che a ravenna non conosco incordatori certificati, sono tutti o dipendenti di negozi non tennisti, o tennisti amatori o maestri, tutti o quasi con conoscenze basilari o poco più!
una volta in un negozio alla richiesta dei 4 nodi mi hanno domandato: in che senso? intendi 2 corde separate?  affraid 

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Jianka il Mar 4 Mar 2014 - 15:54

*renatolib: nel tuo caso penso che avresti problemi, quindi vai di 4 nodi....

*nanobabbo: mi spiace per la mancanza ed è sintomo di quanta poca professionalità ci sia in giro. In questo caso chiedi sempre i 4 nodi......almeno quello dovrebbero saperlo fare.

Jianka
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da nanobabbo8672 il Mar 4 Mar 2014 - 16:01

@Jianka ha scritto:*nanobabbo: mi spiace per la mancanza ed è sintomo di quanta poca professionalità ci sia in giro. In questo caso chiedi sempre i 4 nodi......almeno quello dovrebbero saperlo fare.

grazie jianka, ma alcuni fanno il 4 nodi partendo da dove capita, magari anche dal centro!

per la questione garanzia secondo il nodo è proprio qui, garantendo di ufficio solo il 4 nodi, l'unico modo per utilizzare l'ATW è che l'incordatore ti dia la garanzia lui al posto di head... nel senso che se vengo da te e tu mi proponi ATW, ti assumi tu l'onere di garantire la racchetta o di intermediare con head, dico bene?
allora non vale la pena utilizzare solo il 4 nodi? o i vantaggi dell'ATW sono tali che il gioco vale la candela? non ho idea di quali vantaggi ci siano (se me li sintetizzate mi fate un favore!).
immagino poi che di fatto il caso che un telaio si rovini sia molto raro, e spesso la maggior parte di noi non se ne accorgerebbe nemmeno, me compreso ovviamente! ma questo è un altro discorso!

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Leutonio il Mar 4 Mar 2014 - 16:36

Grazie Giancarlo per la tua esaustiva risposta.
Evidentemente sono stato informato male perchè più persone hanno riferito altro, sia sul "test" sia sul risultato eclatante.
Purtroppo non ci sarò a Dusseldorf, capita in un periodo per me di pieno lavoro, ma ci saranno occasioni in futuro per vederci e parlarne con birretta annessa  Wink 
Anzi, se verrai a Roma a maggio e dovessi fermarti, possiamo farci una pizza insieme anche con Marco.


Leutonio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2416
Età : 38
Data d'iscrizione : 28.07.11

Profilo giocatore
Località: Senigallia (AN)
Livello: 4.3
Racchetta: Yonex RDS 001 MP

http://www.michelefabbretti.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da gugaste il Mar 4 Mar 2014 - 16:41

a me piace incordare e queste discussioni con interventi di esperti le considero costruttive ed occasione d'apprendimento di conoscenze

gugaste
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 667
Età : 37
Data d'iscrizione : 15.07.13

Profilo giocatore
Località: bresciano
Livello: terrificante
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Jianka il Mar 4 Mar 2014 - 17:26

@Leutonio ha scritto:Grazie Giancarlo per la tua esaustiva risposta.
Evidentemente sono stato informato male perchè più persone hanno riferito altro, sia sul "test" sia sul risultato eclatante.
Purtroppo non ci sarò a Dusseldorf, capita in un periodo per me di pieno lavoro, ma ci saranno occasioni in futuro per vederci e parlarne con birretta annessa  Wink 
Anzi, se verrai a Roma a maggio e dovessi fermarti, possiamo farci una pizza insieme anche con Marco.

Non verrò a Roma ma prima o poi capiterà.
Buona Giornata

Jianka
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 61
Data d'iscrizione : 05.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Andrea. il Mar 4 Mar 2014 - 21:32

@Jianka,ti stimo perchè hai capito in pieno tutto.
Ricapitolando io ho scritto alla pagina 2

Su questa racchetta (IMHO secondo il mio punto di vista)poi non ci sarebbe bisogno dei 4 nodi in quanto le orizzontali partono obbligatoriamente dalla testa.
Ma come si fà dico io a fare i 4 nodi e chiuderli in fori che non sono i suoi...c'è pure scritto sui fori,quale nodo va fatto sullo stesso=  "main" e "cross"
mi è stato dato dello stupido e che stavo facendo cattiva informazione,in quanto la Head vuole OBBLIGATORIAMENTE i 4 nodi,quando poi sappiamo che se un incordatore sà fare il suo lavoro e fà un ATW,questo viene riconosciuto in garanzia dalla stessa casa e che se le orizzontali partono di default dalla testa ,non importano i 4 nodi.
Che poi un giocatore poi si trovi meglio o peggio con i 2 o i 4 nodi,questa è un'altra questione.
Se un incordatore ritiene giusto fare un 4 nodi o un ATW su questo tipo di racchette,,stà a lui e solo a lui capire e vedere se i clienti sono soddisfatti del suo operato.
[size=13.333333969116211]Io sono una persona che si confronta fa prove su prove(anche sbagliate)però PROVO(vedi radical che ho incordato con 2 corde in più sulle orizzontali,dove ho anche scritto che se mi vedevano alla Head mi sparavano)secondo me queste non sono cose da demonizzare ma da doverne parlare ,io cerco sempre di confrontare le prove con chi è ,o si ritiene professionista...non pensavo di prendermi dello stupido da un pischello che si crede chi sà chi perchè è stato ad incordare a Roma,ci sono stato prima di te ad incordare là senza peraltro vantarmi della cosa,ma non per questo dò dello stupido agli altri ...anzi.[/size]
E con questa il Sig.Brachi chiude l'argomento con te....ma solo con te.

Andrea.
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 307
Età : 59
Località : Prato
Data d'iscrizione : 10.06.10

Profilo giocatore
Località: Prato
Livello: Non posso più giocare
Racchetta: Troppe

http://www.facebook.com/ShopDelTennisClubBisenzio?fref=ts

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Leutonio il Mar 4 Mar 2014 - 22:06

Amen.  Very Happy

Leutonio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2416
Età : 38
Data d'iscrizione : 28.07.11

Profilo giocatore
Località: Senigallia (AN)
Livello: 4.3
Racchetta: Yonex RDS 001 MP

http://www.michelefabbretti.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da kingkongy il Mar 4 Mar 2014 - 22:11

Saluto amici e nomi a me nuovi.
Premessa: non sono un incordatore e il tennis non è il mio business. Non solo, ma ci capisco pure poco.
Affermazione: potete esser tutti dei grandi esperti ma, in quello fin qui riferito c'è qualcosa che non quadra. A livello logico.

Perché?
Perché visto "da fuori" il problema è piuttosto stupido, mentre la sedimentazione di affermazioni e azioni è grottesca.

Nel merito.
Head scrive e certifica che esiste una procedura corretta per incordare le proprie racchette. Al di fuori di questa procedura vengono a decadere i termini di garanzia.
Un'Associazione professionale si pone il problema: ma siamo sicuri che un metodo alternativo (in voga) sia dannoso?
Qualcuno fa un test, con criteri NON scentifici e i risultati dicono il tutto e il contrario di tutto.
--> L'associazione, a fronte della disinformazione generata non chiarisce l'accaduto.
--> La Head, a fronte della NON informazione non prende alcun provvedimento e non produce un comunicato ufficiale.
--> Un operatore commerciale pone la domanda a un direttore Head in una nazione (Italia). Questi, contraddicendo la linea informativa e commerciale (termini di garanzia) della casa madre a livello mondiale, afferma che il metodo d'incordatura alternativo non inficia strutturalmente le racchette vendute.
--> Il direttore nazionale non viene licenziato in tronco .... (per il momento).
--> Il direttore nazionale non produce alcun documento a sostegno delle sue affermazioni.
--> Le affermazioni del direttore nazionale Head diventano (da oggi grazie al Forun di passionetennis) di dominio pubblico e presto verranno diffuse in tutto il mondo del tennis: "La Head Italia dice, per bocca del suo direttore, che si può incordare anche a 2 nodi e che la garanzia vale lo stesso".
--> Forse domani il direttore Head Italia verrà licenziato.
--> E se avesse ragione il direttore di Head Italia? Allora esiste, da qualche parte, della documentazione NON ufficiale ma scientificamente attendibile che 2 o 4 nodi pari sono... E ci voleva tanto a tirarla fuori????
--> Come mai l'associazione (incordatori) popolata da celebri e affermati tecnici del settore non ne sapeva un piffero?
--> Ma che cavolo costa all'associazione succitata o alla stessa Head a prendere una cavolo di termocamera, un FlexInfinity, un microscopio elettronico o un forcellino da rabdomante e fare dei test....così la facciam finita?

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da kingkongy il Mar 4 Mar 2014 - 22:15

...domani, il Direttore della Head Italia smentirà le affermazioni riportate qui sul forum da un utente...

Timeo danaos et dona ferentes....

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da renatolib il Mar 4 Mar 2014 - 22:39

@kingkongy ha scritto:...domani, il Direttore della Head Italia smentirà le affermazioni riportate qui sul forum da un utente...

Timeo danaos et dona ferentes....
Quoto Enrico,
attendesi pubblicazione UFFICIALE Head, nero su bianco...

renatolib
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 628
Età : 51
Data d'iscrizione : 09.03.13

Profilo giocatore
Località: Palermo
Livello: amatoriale
Racchetta: head graphene speed pro.

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Leutonio il Mar 4 Mar 2014 - 22:55

Head, Prince, Yonex, Prokennex...

Leutonio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2416
Età : 38
Data d'iscrizione : 28.07.11

Profilo giocatore
Località: Senigallia (AN)
Livello: 4.3
Racchetta: Yonex RDS 001 MP

http://www.michelefabbretti.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Eiffel59 il Mar 4 Mar 2014 - 22:58

[size=12.727272033691406]@Matley, accetto l'impegno. In tutta onestà una mia idea nel tempo me la sono fatta, ma andrebbe, come dici, verificata su una serie di singoli telai tutti uguali alla stessa tensione. Cosa che al momento ho potuto fare solo sulla PD...[/size]

[size=12.727272033691406]Il basic non mi piace così come l'around and around. Il Diredesire ha addirittura tre hard weaves..impresentabile.[/size]
[size=12.727272033691406]Il Liam trovosia accettabile come ad esempio la SixOne 95, e comunque telai con orizzontali pari, meglio se con doppio skip in alto ed in basso. Molto meno bene ad esempio su 16x19 tipo PD e simili, dove invece lo vedo spesso utilizzato.[/size]
[size=12.727272033691406]Poi..il Box lo utilizzavo prima ancora di sapere che era stato diciamo così "registrato". la scelta mi pare ovvia.[/size]

[size=12.727272033691406]4 nodi, o box Wink[/size]

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40386
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Eiffel59 il Mar 4 Mar 2014 - 22:59

...e come dicevo qualche post fa..f*****o ai numeretti... Very Happy

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40386
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da abracadabra78 il Mer 5 Mar 2014 - 0:07

oh ragazzi.,ci facciamo troppe pippe mentali(io per primo!)  Laughing ...a 4 nodi o 2 nodi atw nn cambia una cippa! basta che le orizzontali partano dall'alto! non ci sono mille motivi per il fatto che nn bisogna far partire le orizzontali dal basso,ma soltanto uno,cioe' quello che il telaio e' piu' fragile in alto quindi incordando dal basso si crea uno "schiacciamento" che nn verra' mai compensato,invece incordando dall'alto,lo "schiacciamento" iniziale verra' compensato dalla zona di telaio piu' robusta,cioe' quella verso lo stelo.....spiegazione "pane e salame",nn so se mi sono spiegato  Suspect 

p.s.:in ogni caso le case costruttrici dovrebbero essere piu' chiare e mettere tutto nero su bianco,per nn lasciare nel dubbio chi incorda!

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Matley il Mer 5 Mar 2014 - 1:28

@Eiffel59 ha scritto:@Matley, accetto l'impegno. In tutta onestà una mia idea nel tempo me la sono fatta, ma andrebbe, come dici, verificata su una serie di singoli telai tutti uguali alla stessa tensione. Cosa che al momento ho potuto fare solo sulla PD...

Il basic non mi piace così come l'around and around. Il Diredesire ha addirittura tre hard weaves..impresentabile.
Il Liam trovosia accettabile come ad esempio la SixOne 95, e comunque telai con orizzontali pari, meglio se con doppio skip in alto ed in basso. Molto meno bene ad esempio su 16x19 tipo PD e simili, dove invece lo vedo spesso utilizzato.
Poi..il Box lo utilizzavo prima ancora di sapere che era stato diciamo così "registrato". la scelta mi pare ovvia.

4 nodi, o box Wink
Azz, quanti numeri! Ok credo di avere capito. Restez à l'écoute!  Wink 

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Matley il Mer 5 Mar 2014 - 1:49

@Leutonio ha scritto:
@Matley ha scritto:A me invece imbarazza tutta la sicurezza e le varie spiegazioni  sbandierate prima della "cura Parnell" di Dusseldorf e l'esatto contrario "dopo".
Vogliamo essere per una volta imparziali e verificare di persona l'effettiva valenza di queste dichiarazioni? Si può in ogni caso avere il beneficio del dubbio oppure siamo bandierine al vento? Metti caso che domani arriva un altro famoso incordatore  e dice che non va bene nemmeno il box, che facciamo? Soltanto perchè l'ha detto il signor "X" dirottiamo di getto verso altri lidi?
Ti ricordo tra l'altro che l'ATW (lasciamo perdere le varianti) è citato nello Stringer Digest come metodo alternativo ai 4 nodi che DOVREBBE essere la bibbia degli incordatori.
Inviterei invece Mario che so essere molto bravo in questo, a fare test e misurazioni per poter avere qualcosa a disposizione per confrontare certi dati.
Questo  credo che sia un passaggio costruttivo per tutti e se recepito potrebbe costituire un grande passo nel mondo delle incordature italiane perchè fino ad ora siamo alla "mercè degli stranieri": abbiamo ancora un minimo di orgoglio ITALIANO nelle vene o no?

Non ero a Dusseldorf ma mi hanno riferito di alcuni test fatti direttamente lì che hanno evidenziato come si stressano e si deformano i telai usando appunto il Liam ATW. Quindi parli per sentito dire
Il simposio ERSA è un vero e proprio corso di aggiornamento, ed è ovvio che vengano proposti cambiamenti ed aggiornamenti in merito a questo mestiere. Mi sembra ovvio soltanto come aggiornamenti in quanto a cambiamenti non sono d'accordo.

A Roma nel 2012 ho incordato Sam Querrey (circa 5 telai al giorno) sempre usando ATW LIAM e lui e il suo coach sono stati così contenti del rendimento del telaio da avermi fatto pubblicamente i complimenti dei quali (ancora oggi ci scherzo sopra) mi ricordo la frase "that's not good, very good".

Dal 2013 però sono cambiate diverse cose: è cambiato il "safe method" iniziale e sono stati scartati alcuni metodi di incordatura troppo stressanti rispetto ad altri che vanno ancora bene e che sono stati promossi come unici metodi impiegabili in gran parte dei tornei internazionali. Che piaccia o no, è così. Su questo mi informo direttamente dalla casa madre stanne certo.
Io e altri incordatori ERSA e altri incordatori non ERSA ci siamo semplicemente adattati alle linee guida della nostra associazione, verificando cmq che in effetti non è bene incordare le orizzontali senza aver prima incordato tutte le verticali, provocando quindi un deformazione del telaio e un inevitabile allungamento che, a Dusseldorf, è stato visto e quantificato in qualche millimetro tra due telai: un ATW BOX e un ATW LIAM. Direi che Jianka si è espresso molto bene, quindi....

Parlando del Digest, purtroppo, (ed è stato detto mille volte) viene stampato da anni e anni così e andrebbe riaggiornato quasi completamente...quasi completamente?!? Si capisce che è stampato da qualche annetto, non ci piove, riaggiornato quasi completamente ho forti dubbi
Di conseguenza andrebbero aggiornati gli esami di certificazione MRT e CS per i quali si studia proprio quel materiale.

Per quanto riguarda infine le dichiarazioni del Sig. Brachi, rispondo solo che avendo il diritto di decidere quali argomenti seguire e quali non seguire (come tutti gli iscritti ad una community), ho semplicemente scelto di non seguire questo argomento perchè oltre ad annoiarmi e ad aver preso una piega che non mi piace, lo trovo privo di interesse. E qui, purtroppo per te, nessuna propensione quantomeno al beneficio del dubbio tra l'altro in grande contraddizione dicendo poco sopra che il Digest andrebbe riaggiornato....
Se per Lei smettere di sorvegliare un argomento significa essere bambini, nascondersi dietro ad un dito o sentirsi bravissimi e pieni di bravura, beh, mi dispiace ma evidentemente non mi conosce proprio. Sono il primo che si confronta ogni giorno con tutti e ovunque e sono il primo che risponde ai tanti messaggi privati che mi arrivano qui sul forum, quindi, non mi sembra proprio di ignorare le cose e nessuno. Ci sono tantissimi utenti che apprezzo e che seguo con grande interesse, così loro verso di me e una community serve anche a questo.
E qui c'è un fraintendimento oppure un rifuto al confronto. Preferisco immaginare il primo (chi mai ha scritto che abbandonare un argomento significa essere bambini??? ma che c'entra?) e all'uopo intendo semplicemente il confronto tra professionisti in modo da innalzare il livello di preparazione degli incordatori italiani rispetto al resto del mondo perchè io credo di più nella bravura e capacità italiana. Quindi il mio messaggio era: facciamoci valere!

ps: anche se ho qualche annetto più di te preferirei non comunicare con i "lei".
grazie per l'attenzione

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Matley il Mer 5 Mar 2014 - 2:03

@Leutonio ha scritto:

Non ero a Dusseldorf ma mi hanno riferito di alcuni test fatti direttamente lì che hanno evidenziato come si stressano e si deformano i telai usando appunto il Liam ATW.

Io e altri incordatori ERSA e altri incordatori non ERSA ci siamo semplicemente adattati alle linee guida della nostra associazione, verificando cmq che in effetti non è bene incordare le orizzontali senza aver prima incordato tutte le verticali
IN QUALE MODO? , provocando quindi un deformazione del telaio e un inevitabile allungamento che, a Dusseldorf, è stato visto e quantificato in qualche millimetro tra due telai: un ATW BOX e un ATW LIAM.


Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: incordatura a 3 nodi

Messaggio Da Matley il Mer 5 Mar 2014 - 2:13

@kingkongy ha scritto:Saluto amici e nomi a me nuovi.
Premessa: non sono un incordatore e il tennis non è il mio business. Non solo, ma ci capisco pure poco.
Affermazione: potete esser tutti dei grandi esperti ma, in quello fin qui riferito c'è qualcosa che non quadra. A livello logico.

Perché?
Perché visto "da fuori" il problema è piuttosto stupido, mentre la sedimentazione di affermazioni e azioni è grottesca.

Nel merito.
Head scrive e certifica che esiste una procedura corretta per incordare le proprie racchette. Al di fuori di questa procedura vengono a decadere i termini di garanzia.
Un'Associazione professionale si pone il problema: ma siamo sicuri che un metodo alternativo (in voga) sia dannoso?
Qualcuno fa un test, con criteri NON scentifici e i risultati dicono il tutto e il contrario di tutto.
--> L'associazione, a fronte della disinformazione generata non chiarisce l'accaduto. L'ERSA forse, serve la dichiarazione del Special Projects Manager USRSA? Basta chiedere!
--> La Head, a fronte della NON informazione non prende alcun provvedimento e non produce un comunicato ufficiale.
--> Un operatore commerciale pone la domanda a un direttore Head in una nazione (Italia). Questi, contraddicendo la linea informativa e commerciale (termini di garanzia) della casa madre a livello mondiale non è proprio così, afferma che il metodo d'incordatura alternativo non inficia strutturalmente le racchette vendute.
--> Il direttore nazionale non viene licenziato in tronco .... (per il momento).
--> Il direttore nazionale non produce alcun documento a sostegno delle sue affermazioni.
--> Le affermazioni del direttore nazionale Head diventano (da oggi grazie al Forun di passionetennis) di dominio pubblico e presto verranno diffuse in tutto il mondo del tennis: "La Head Italia dice, per bocca del suo direttore, che si può incordare anche a 2 nodi e che la garanzia vale lo stesso".
--> Forse domani il direttore Head Italia verrà licenziato.
--> E se avesse ragione il direttore di Head Italia? Allora esiste, da qualche parte, della documentazione NON ufficiale ma scientificamente attendibile che 2 o 4 nodi pari sono... E ci voleva tanto a tirarla fuori????
--> Come mai l'associazione (incordatori) popolata da celebri e affermati tecnici del settore non ne sapeva un piffero?
--> Ma che cavolo costa all'associazione succitata o alla stessa Head a prendere una cavolo di termocamera, un FlexInfinity, un microscopio elettronico o un forcellino da rabdomante e fare dei test....così la facciam finita?
Troppo comodo!  Very Happy 
Ottimo humor King!  Smile 

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum