Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da Eros il Sab 5 Set 2009 - 1:04

"io prendo la prima racchetta che mii capita per mano e ci gioco. non ci capisco nulla di racchette, ieri avevo in mano un padellone e ora ho questa (ag 200 18*20, ndr). non capisco le differenze, ci gioco e basta..."

a uno che dice cosi' voi cosa pensate?
e' cio' che mi ha detto stasera uno dei maestri del mio circolo, ex C1. non so come giocasse da agonoista, ma ha un tennis abbastanza classico. non fa piu' partite ma si cimenta spesso in ore di palleggio ad alto ritmo con dei discreti quarta categoria. e in effetti l'ho visto giocare indistinatmente con tutta la gamma dunlop (che lo sponsorizza): 200, 300 e 500...

che dite, forse ha ragione lui? senza seghe mentali sulla racchetta che abbiamo in mano, sulle corse, sulle palle, sulle zanzare, sulla compagna di doppio misto di marco61, forse giocheremmo tutti meglio.

a giugno ho visto giocare un amico che ha ricominciato da poco nel torneo sociale (livello 4.0)... usa di solito la pure storm tour (la vecchia) che gli ha passato un amico; insomma al torneo dice: "cavolo, vorrei provare a cambiare racchetta" e si fa prestare una six.one team e semplicemente ci gioca... e ha giocato pure bene (per la cronaca ha perso, ma non e' questo il punto).

insomma forse dovremmo diventare un po' piu' superficiali su telai, corde e tensioni e concentrarci su altro... forse farebbe bene al nostro tennis e al portafogli.

ps: certo che, non so voi, ma io a giocare con il piombo e a "studiare" tutte le caratteristiche dei telai in commercio MI DIVERTO UN CASINO Very Happy ...

ciao
e buon tennis a tutti
eros

Eros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 906
Età : 41
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Melzo/Milano
Livello: 4.0 ITR
Racchetta: Custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da jvƐƦdƐl il Sab 5 Set 2009 - 1:45

ti faccio il mio esempio..io ho giocato negli ultimi 20anni con le pro staff classic..
da piccolo ero C pure io..quest'anno (come sapete) mi sono "svegliato" e ho provato le kblade93..ma provato intendo dire giocato con un ex c, subito così, in partita..la racchetta era in prova con delle luxilon sopra..ebbene mi ci sono trovato benissimo, da subito, vedevo che dovevo spignere un pò di più..ma giocavo benissimo..a rete molto bene.e io non sono proprio un giocatore da volo..ecco.. (poi come è andata non lo sto a ripetere..ahimè)
ciò per dire..che secondo me da un lato è un pò come dici te..cioè che ci si fanno tante s..mentali..perchè uno che sa giocare, è vero che gioca con quasi tutte le racchette che gli dai in mano..ovvio si troverà peggio con alcune meglio con altre..ecc..però se mi dai una racchetta che è bilancianta a 34cm, certo ci gioco da fondo come niente, però la butterei via subito..perchè non sopporto giocare con il peso così in testa, il mio gioco sarebbe molto diverso, limitato a fondo.ecc..
..
dipende veramente da noi..:
se uno desidera cambiare perchè sa già cosa vuole e quindi cerca un telaio che gli permetta di migliorarsi e migliorare un'aspetto del proprio gioco senza stravolgerlo è un conto..
altra cosa invece è cambiare senza "obbiettivo", cioè pensando che magari una racchetta ci possa risolvere completamente tutti i problemi tenici e/o far giocare molto melgio di quello che sappiamo..
..
quindi alla fine se io rimanevo sulle mie psc, certo giocavo come sempre, anche se magari essendo così pesanti io cercavo una racchetta molto simile ma un pò più maneggevole e quindi leggera..am ero ahimè inconsapevole poi della "minor" stabilità e rigidità di una tale racchetta (kblade93)..ma per fortuna ho conosciuto voi qui..
e diciamo che forse un pelino in tempo..mi sono fermato..e ho capito..
e quindi sono ripassato a telai più simili..vedi ncode..
..
direi che hai azzeccato la parola chiave: ci vuole "riflessione" ...

ciao.


Ultima modifica di jverdel il Gio 10 Set 2009 - 14:36, modificato 1 volta

jvƐƦdƐl
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 3317
Data d'iscrizione : 14.03.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex C, oggi decisamente troppo acciaccato... :(
Racchetta: Wilson n6.1 tour 90 pro room, H22, Ps 6.0 95, Ps 85 St. Vincent, Ps Classic 6.1 95 (18x20), Volkl PB10mid, Pk Ki5 Pse USA, Dunlop 4D 100 custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da Eros il Sab 5 Set 2009 - 2:04

ma la riflessione non si riferisce al tuo caso...

parlo uno come me che dopo una primavera estate di involuzione tecnica, invece di mettersi sul campo a ritrovare la palla, pensa di cambiare telaio e di fare prove e prove...
invece credo che i telai vadano testati quanto siamo "in palla", altrimenti il test e' significativo soplo fino a un certo punto.

solo che quando uno sta giocando bene, difficolmente si trova bene con un telaio diverso dal suo...

Eros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 906
Età : 41
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Melzo/Milano
Livello: 4.0 ITR
Racchetta: Custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da jvƐƦdƐl il Sab 5 Set 2009 - 2:09

ti straquoto.. è vero!
mi sembra che in un vecchio post tu dicevi anche un'altra cosa vera che capita:
che quando uno ha in mano un nuovo telaio, colto dall'euforia dell'impugnarlo, psicologicamente ma anche tecnicamente gli sembra di giocar bene..poi però come dici..si dovrebbe provare da ben allenati e più volte e più ore..sempre quello..senza cambiarne con un altro nuovo..
allora si che si riesce a "venirne" fuori forse Very Happy
ed avere una prova oggettiva..

jvƐƦdƐl
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 3317
Data d'iscrizione : 14.03.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex C, oggi decisamente troppo acciaccato... :(
Racchetta: Wilson n6.1 tour 90 pro room, H22, Ps 6.0 95, Ps 85 St. Vincent, Ps Classic 6.1 95 (18x20), Volkl PB10mid, Pk Ki5 Pse USA, Dunlop 4D 100 custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da magazzie il Sab 5 Set 2009 - 12:25

Guardate.....ioqdo sono in fase triste di gioco al posto di pensare a cambiare racchetta......gioco un paio di volte con un allenatore, ci prendiamo a pallate e ritrovo il sorriso: spesso basta giocare con uno più forte per sentirsi "vivi" e riprendere con l'entusiasmo.
Poi forse più che sul telaio si dovrebbe lavorare sul tipo e sulla tensione delle corde: una volta trovato un telaio che soddisfa per peso, maneggevolezza, spinta ecc..... lavorando su corde, tensione e custom si ottiene la racchetta perfetta

magazzie
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3257
Età : 40
Località : la capitale del monferrato....
Data d'iscrizione : 25.06.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: I.T.R 4.5
Racchetta: speed mp 16x19+STARBURN

http://www.eiffel59ts.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da jvƐƦdƐl il Sab 5 Set 2009 - 20:35

@magazzie ha scritto:
Poi forse più che sul telaio si dovrebbe lavorare sul tipo e sulla tensione delle corde: una volta trovato un telaio che soddisfa per peso, maneggevolezza, spinta ecc..... lavorando su corde, tensione e custom si ottiene la racchetta perfetta

concordo magazzie!!
a questo non ci si pensa mai..ma è fondamentale..

jvƐƦdƐl
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 3317
Data d'iscrizione : 14.03.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex C, oggi decisamente troppo acciaccato... :(
Racchetta: Wilson n6.1 tour 90 pro room, H22, Ps 6.0 95, Ps 85 St. Vincent, Ps Classic 6.1 95 (18x20), Volkl PB10mid, Pk Ki5 Pse USA, Dunlop 4D 100 custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da Alex il Dom 6 Set 2009 - 3:52

@Eros ha scritto:"io prendo la prima racchetta che mii capita per mano e ci gioco. non ci capisco nulla di racchette, ieri avevo in mano un padellone e ora ho questa (ag 200 18*20, ndr). non capisco le differenze, ci gioco e basta..."

a uno che dice cosi' voi cosa pensate?
e' cio' che mi ha detto stasera uno dei maestri del mio circolo, ex C1. non so come giocasse da agonoista, ma ha un tennis abbastanza classico. non fa piu' partite ma si cimenta spesso in ore di palleggio ad alto ritmo con dei discreti quarta categoria. e in effetti l'ho visto giocare indistinatmente con tutta la gamma dunlop (che lo sponsorizza): 200, 300 e 500...

che dite, forse ha ragione lui? senza seghe mentali sulla racchetta che abbiamo in mano, sulle corse, sulle palle, sulle zanzare, sulla compagna di doppio misto di marco61, forse giocheremmo tutti meglio.

ps: certo che, non so voi, ma io a giocare con il piombo e a "studiare" tutte le caratteristiche dei telai in commercio MI DIVERTO UN CASINO Very Happy ...

ciao
e buon tennis a tutti
eros

Se devi fare il maestro a dei IV cat il discorso può anche starci, però se dovesse allenare dei II cat vorrei vederlo giocare con la dunlop 500... Razz

Forse ho sintetizzato troppo ciò che intendo.

Credo che dipenda molto da ciò che cerchi e dal tuo livello di tennis.

Se ti vuoi rilassare e divertire il discorso è perfetto ma se vuoi la prestazione non regge.

Poi, per ciò che mi riguarda, io non mi diverto proprio a giocare con un telaio con cui non riesco a sentire bene la pallina, neppure se palleggio con la mia fidanzata a velocità ridicola.

E' chiaro che tutti Cool qui siamo in grado di passare da un telaio ad un altro e buttare di là la palla, ma se sbracci con una profilata e sei abituato a telai pesanti rischi di uccidere il vicino di campo Embarassed , quindi meglio evitare. Smile

Il tutto secondo me, naturalmente. Wink

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da rossano il Dom 6 Set 2009 - 8:50

Quoto Alex: é sbagliato guardare ai PRO, perché non sono tennisti, sono extraterrestri, ma se pensi che il più imbecille dei tennisti che abbiano una classifica ATP, mette silicone nel manico e piombo sotto il passacorde di plastica, e lo fa su racchete che nativamente pesano già 330 grammi, allora vuol dire che un motivo c'é.
Al tuo maestro non arrivano le sassate che arrivano in II (Come ci spiegava il buon Alex), e non cerca la stabilità che invece, in altre categorie, cerchi, e trovi solo con la customizzazione.
Certo, il tuo maestrino "Dunlop", ti dirà che invece è un problema di impostazione, di presa, di polso....sì sì, certo,
Ma certe sassate che ti arrivano in II, con una Z lite....non le puoi ribattere...
hai voglia di raccontare la storiella che """io gioco bene con tutto...."

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da Eros il Dom 6 Set 2009 - 9:50

quoto tutte le vostre riflessioni,.

la mia voleva solo essere una riflessione sul fatto che, forse, molti di noi investono troppe energie alla ricerca del sacro graal, quando basterebbe individuare una tipologia di racchetta (mix di poche variabili, peso, piatto, bilanciamento) e giocare con quella...

forse era piu' calzante l'esempio del mio amico, che iin una partita del torneo sociale si e' fatto prestare la six.one team al posto della pure storm tour e semplicemente ci ha giocato...

riguardo al maestro non credo proprio che quando fosse c1 usasse una racchetta a caso.

Eros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 906
Età : 41
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Melzo/Milano
Livello: 4.0 ITR
Racchetta: Custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da KingBM il Dom 6 Set 2009 - 14:02

@Eros ha scritto:quoto tutte le vostre riflessioni,.

la mia voleva solo essere una riflessione sul fatto che, forse, molti di noi investono troppe energie alla ricerca del sacro graal, quando basterebbe individuare una tipologia di racchetta (mix di poche variabili, peso, piatto, bilanciamento) e giocare con quella...

forse era piu' calzante l'esempio del mio amico, che iin una partita del torneo sociale si e' fatto prestare la six.one team al posto della pure storm tour e semplicemente ci ha giocato...

riguardo al maestro non credo proprio che quando fosse c1 usasse una racchetta a caso.
bravissimo!!!quello che ho fatto io alla fine...io mi trovo con racchette con ovali piccoli,profilo stretto e peso consistente...difatti ci ho messo un pò a decidermi a cambiare la dunlop! Smile

KingBM
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 812
Età : 25
Data d'iscrizione : 28.06.09

Profilo giocatore
Località: Aosta
Livello:
Racchetta: Babolat APD Cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da superteo il Dom 6 Set 2009 - 15:03

giorni fa sono passato in negozio a prendere un paio di telai da provare e mi ha dato una K Pro Staff 88 e una EXO3 Graphite 100, sono andato in campo per provare qualche servizio ed il mio amico che mi accompagnava (mai toccato una racchetta) mi ha chiesto di provare a giocare, dopo aver provato tutti e due i telai, che uno con l'altro sono completamente diversi, ha preferito giocare con la wilson.
Finita la "partita" ha deciso di acquistare una racchetta per iniziare a prendere qualche lezione e alla fine in negozio ha preso una K Six One Tour per il colore più accattivante.
Quello che voglio dire è che il mio amico non conosce Federer dunque è da escludere lo spirito di emulazione d inoltre ha provato la prince e la wilson senza che io dicessi nulla sulle varie caratteristiche, lui ha preso solamente quello che in maniera completamente naturale lo faceva giocare meglio, giocare è una parola grossa nel suo caso però la palla di là la manda abbastanza spesso ed in maniera discretamente profondo....mah.....

superteo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1350
Età : 39
Località : Viterbo/Roma
Data d'iscrizione : 15.12.08

Profilo giocatore
Località: Viterbo-Roma
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Wilson BLX Six One 95 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da rossano il Dom 6 Set 2009 - 19:50

Ma io quoto molto anche te, Eros,
difatti, un po' tutti, qui sul forum, sono malati di racchette, certo, ma hanno tutti un'"ammiraglia". Una racchetta che sta sempre nel borsone, magari anche da diversi anni, e che prendono in mano quando vogliono andare "sul sicuro".
Abbiamo ragione un po' tutti, alla fine.

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da Alex il Lun 7 Set 2009 - 3:50

@Eros ha scritto:quoto tutte le vostre riflessioni,.

la mia voleva solo essere una riflessione sul fatto che, forse, molti di noi investono troppe energie alla ricerca del sacro graal, quando basterebbe individuare una tipologia di racchetta (mix di poche variabili, peso, piatto, bilanciamento) e giocare con quella...

forse era piu' calzante l'esempio del mio amico, che iin una partita del torneo sociale si e' fatto prestare la six.one team al posto della pure storm tour e semplicemente ci ha giocato...

riguardo al maestro non credo proprio che quando fosse c1 usasse una racchetta a caso.

Il mio post non voleva essere in contrapposizione al tuo. Wink

Ciò che hai scritto mi trova pienamente d'accordo (infatti io non cambio il telaio da una vita Wink ).

Ho solo specificato che, a mio parere, se il tuo maestro dovesse allenare gente che tira più forte, customizzerebbe una delle Dunlop che usa per renderla più stabile. Razz

Ciao. Smile

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da federervito il Lun 7 Set 2009 - 9:03

Ragazzi avete ragione un pò tutti! Io di racchette ne ho cambiate tante alla fine sembra che adesso mi sia stabilizzato però devo ammettere che nei vari passaggi continui si finisce per non evolvere mai perchè non ci abitua abbastanza ad una racchetta che la si cambia.
E' vero anche che alla fine c'è una racchetta che più si avvicina al proprio modo di giocare e voler giocare, nel senso che ognuno di noi preferisce un certo tipo di gioco, ma è anche vero che probabilmente non è il gioco che rende di più in base al nostro livello ed ecco che si finisce per cambiare di continuo telaio alla ricerca del sacro graal.
Io nello specifico ho deciso di assecondare la mia voglia di giocare scegliendo un telaio che risalta le mie qualità ma che è comunque difficilotto e non aiuta i miei difetti, l'ho capito e sono contento cosi', nonostante i limiti miei nello sfruttarlo se gioco con persone più forti che tengono un palleggio lungo , profondo e sostenuto escono tutti ma, volete mettere la soddisfazione di tirare (quando ne ho la possibità) missili sulle righe sbracciando a più non posso Very Happy


Ultima modifica di federervito il Lun 7 Set 2009 - 9:37, modificato 1 volta

federervito
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 885
Età : 34
Località : Bari
Data d'iscrizione : 29.11.08

Profilo giocatore
Località: Bari
Livello: 3,5
Racchetta: pro kennex ki 5 295g

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da miguel il Lun 7 Set 2009 - 9:18

ormai giocando da tempo so quale é la mia tipologia di racchetta : piatto 95/98, profilo sottile,16x19, peso sui 330/340... se prendo un telaio del genere, di qualsiasi marca sia, i tempi di adattamento saranno ridottissimi.
con un tipo di telaio completamente diverso avro' dei problemi ma se gioco con qualcuno più debole di me la partita la porto a casa lo stesso, sicuramente non mi diverto ma la partita la vinco.
molto più imporatni a mio parere le corde, soprattutto a livello di tensione. io gioco a 24 e se mi date un telaio incordato a 20 divento un altro giocatore (in peggio naturalmente).
il consiglio dunque é: cercate la vostra tipologia di telaio+corda ed a quel punto potrete cambiare con molta facilità senza danni al vostro gioco, ma curate soprattutto la tecnica e la preparazione fisica. non esiste racchetta che fa migliorare il vostro gioco, se il vostro rovescio é marcio nessuna racchetta ma solo un buon maestro potrà porre soluzione al problema

miguel
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 282
Età : 50
Località : torino
Data d'iscrizione : 15.01.09

Profilo giocatore
Località: torino
Livello: decente
Racchetta: ezone xi 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da frank il Mar 8 Set 2009 - 11:44

ragazzi miei mi sono reso conto che in 12 mesi esatti ho acquistato provato e rivenduto 15 telai....se sfascio la yt radical stasera torno sicuramente su uno di quelli provati...sono tre in ballottaggio indovinate quali?

frank
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2661
Età : 45
Data d'iscrizione : 27.02.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da giascuccio il Mar 8 Set 2009 - 12:40

@rossano ha scritto:Quoto Alex: é sbagliato guardare ai PRO, perché non sono tennisti, sono extraterrestri, ma se pensi che il più imbecille dei tennisti che abbiano una classifica ATP, mette silicone nel manico e piombo sotto il passacorde di plastica, e lo fa su racchete che nativamente pesano già 330 grammi, allora vuol dire che un motivo c'é.
Al tuo maestro non arrivano le sassate che arrivano in II (Come ci spiegava il buon Alex), e non cerca la stabilità che invece, in altre categorie, cerchi, e trovi solo con la customizzazione.
Certo, il tuo maestrino "Dunlop", ti dirà che invece è un problema di impostazione, di presa, di polso....sì sì, certo,
Ma certe sassate che ti arrivano in II, con una Z lite....non le puoi ribattere...
hai voglia di raccontare la storiella che """io gioco bene con tutto...."


quoto e straquoto

giascuccio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1721
Età : 51
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 10.12.08

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: sublime
Racchetta: 2xVcore100s ; 2xRQS33

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da MichaelStich il Mar 8 Set 2009 - 13:40

@frank ha scritto:ragazzi miei mi sono reso conto che in 12 mesi esatti ho acquistato provato e rivenduto 15 telai....se sfascio la yt radical stasera torno sicuramente su uno di quelli provati...sono tre in ballottaggio indovinate quali?

perchè tra tutti questi 15 telai non hai acquistato la youtek speed??? almeno l'avrei trovata ad un ottimo prezzo e in ottime condizioni con poche ore di gioco!!

scherzo frank

vedrai comunque che alla fine terrai la youtek radical mp, è un'ottima racchetta a quanto mi hanno detto chi l'ha provata

MichaelStich
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3348
Località : -
Data d'iscrizione : 14.07.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.5
Racchetta: Head Youtek Speed MP 16x19

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da frank il Mar 8 Set 2009 - 13:53

lo spero così faccio la coppia e non ne parlo più..avrei la possibilità di prenotare un test con la speed mp..ma non mi va di arrivare a roma a prenderla..o forse ci provo..vediamo prima stasera come va...............comunque sia non acquisterei mai una speed mp usata se non da uno di voi fidato perchè dovrebbe essere a specifica, 315g spaccati...altrimenti in giro con bilancino a cercarla nei negozi :-))

frank
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2661
Età : 45
Data d'iscrizione : 27.02.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da MichaelStich il Mar 8 Set 2009 - 14:09

@frank ha scritto:lo spero così faccio la coppia e non ne parlo più..avrei la possibilità di prenotare un test con la speed mp..ma non mi va di arrivare a roma a prenderla..o forse ci provo..vediamo prima stasera come va...............comunque sia non acquisterei mai una speed mp usata se non da uno di voi fidato perchè dovrebbe essere a specifica, 315g spaccati...altrimenti in giro con bilancino a cercarla nei negozi :-))

ma tanto il peso non si sente.. mi è sembrata molto piu leggera la speed mp che la mic radical pro per via del bilanciamento.. e ti dirò che se con la rad pro a volte (non sempre) il braccio mi fa male, con la speed mp incordata con luxilon a 27/26 e tirando a tutto braccio, il dolore è praticamente scomparso....

ora provo a testarla con una corda piu morbida e poi di nuovo con le luxilon però questa volta a 26/25 e vediamo come và.. certo è che è una racchetta tosta.. a rete è difficile, bisogna farle perfette le volèe.. idem da fondo, per farla rendere perfettamente bisogna arrivarci con le gambe e col corpo su tutti i colpi.. non perdona molto.. però se colpisci la palla perfettamente e tirando a tutto braccio, è una meraviglia...

MichaelStich
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3348
Località : -
Data d'iscrizione : 14.07.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.5
Racchetta: Head Youtek Speed MP 16x19

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da rossano il Mar 8 Set 2009 - 15:27

Grazie Giascuccio,
sei tra i veterani del forum. Avere la tua stima, mi onora.

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da frank il Mar 8 Set 2009 - 16:28

grande rossano, ti sei stabilizzato sulla prestige?

frank
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2661
Età : 45
Data d'iscrizione : 27.02.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da rossano il Mar 8 Set 2009 - 16:30

Mi sta piacendo parecchio la RDS003. Sto giocando con le customizzazioni.
Mi son fatto la coppia di prestige team...é ancora l'ammiraglia. Ma il mondo Yonex mi piace.

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da frank il Mar 8 Set 2009 - 16:41

quindi giochi ancora con la mia RDS 003 o la tua vecchia versione?

frank
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2661
Età : 45
Data d'iscrizione : 27.02.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: RIFLESSIONE "gioco con quello che capita"

Messaggio Da rossano il Mar 8 Set 2009 - 17:10

ah, già. Me lo ero dimenticato che era tua. Sì, gioco con la tua 2009. Te l'avevo detto, si fanno affari d'oro con te...
A parte gli scherzi: se hai pazienza, le Yonex piacciono: qualità costruttiva, innanzitutto. E poi quel 1/2 cm in più, nel rovescio bimane, aiuta veramente tanto. stesso dicasi per l'impugnatura: l'unica racchetta che abbia considerato che ci sono i bimani, nel tennis.
Poiché comincio a gradire e sopportare pesi superiori, sto valutando di provare la RDS001 (no la 100 nuova, quello rossa, di quella ne parlano male).
non mi dispiacerebbe invece la nuova 300, quella bianca. Sembrerebbe la Pure Drive della Yonex. Ha la lunghezza standard, e dice che prende bene le rotazioni. L'isometrico aiuta a sentire un impatto buono anche quando decentri, e quindi...la valuto.
Per ora, ho solo messo peso sulla RDS003: testa soprattutto, e un po' al manico.

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum