Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Mer 9 Feb 2011 - 20:45

Come da titolo mi stavo chiedendo quali fossero le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica e in modo più costruttivo senza fare il passo più lungo della gamba e prima di impare una cosa nuova metabolizzare quanto precedentemente imparato? Rolling Eyes
Credo sia utile per avere maggiore consapevolezza sulla crescita e sugli obiettivi da raggiungere.

Di seguito scrivo alcuni colpi e tecniche che mi vengono in mente ma la parola agli esperti nel costruire una graduatoria, magari anche motivando la scelta e spiegando come raggiungere gli obiettivi. Siete pregati di indicare anche dei colpi o tecniche da me non indicati:

Dirtto/Rovescio piatto
Dirtto/Rovescio top
Rovescio slice
Colpi in corsa difensivi
Colpi in corsa offensivi
Servizio
Palla corta
lob in back
lob liftato
Gioco di volo + smash
Rincorsa lob e rimessa difensiva
Rincorsa lob e rimessa offensiva
Footwork - split step
Footwork avanzato

...non mi viene più nulla in mente
Ovvio che la testa è la prima a dover funzionare a dovere. lol!

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alain proust il Mer 9 Feb 2011 - 22:26

il3d è interessante, ma per rispondere esaurientemente ci vorrebbe un intero tomo...
be', sappiamo tutti che si inizia con i colpi da fondo campo, la meccanica dei movimenti di dritto e rovescio. e già qui, per ogni colpo, i particolari sono infiniti.
poi servizio, colpi al volo e via andare.
ma io credo che tecnicamente, la cosa più importante da far capire al principiante è il concetto di regolarità, il concetto che il tennis è essenzialmente uno sport a percentuale. far capire, da un certo livello in poi (dopo il principiante assoluto), che i miglioramenti nei risultati si ottengono solo con la regolarità, l'assenza di errori non forzati. solo dopo con la consistenza, che significa (se non vado errato coi termini, ma insomma, basta capirsi) regolarità e pressione.
troppi sono i principianti e anche gloi intermedi (come sbagliavo io in passato) che pensano che il tennis sia uno sport di x colpi spettacolari, che quasi giustificano x+1 errori gratuiti... Sad
quindi, la base del principiante - intermedio deve essere secondo me il concetto di regolarità, tensione continua per l'eliminazione dell'errore gratuito.
ovvio che prima di ciò ci deve essere la tecnica di base, ma questo è scontato.

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Mer 9 Feb 2011 - 23:17

Sono d'accordo e questo fa parte di una presisposizione e maturazione mentale.
Ma mi riferivo come colpi a livello di crescita tecnica.
Apposta ho messo i colpi piatti dai quali si inizia, poi servizio e gioco di volo per arrivare alle rotazioni e i tagli. Ma siccome ho messo anche i livelli di footwork ero curiosa di sapere man mano che si progredisce a quale cosa dare più peso nella scaletta di apprendimento.

Se si fanno troppe cose in contemporane si arriva al proverbio di chi troppo vuole nulla stringe, appundo cadendo nella confuzione.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da Alessandra76 il Mer 9 Feb 2011 - 23:31

Io credo che a questo ci deve pensare il nostro maestro...sono dell'idea che una volta scelto il maestro...così il nostro medico...o peggio ancora il nostro chirurgo (pensando alla mia attuale situazione Very Happy )....poi si debba riporre in questa persona la piena fiducia...quindi predisporsi ad apprendere senza farsi tante manovelle in testa che fanno tutto tranne che darci modo di metterci nella giusta condizione di assorbire e concentrarsi in quel che stiamo andando a fare Razz

Poi è ovvio che può capitare di sbagliare nella scelta della giusta persona...ma questo si viene a scoprire solo a posteriori...dalla constatazione che qualcosa non va....o nel scoprire che altra metodologia è migliore in assoluto o migliore per noi...ovviamente questo è un mio parere Smile

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alain proust il Mer 9 Feb 2011 - 23:35

@alba - capisco, io ho cercato di bypassare il faticoso impegno limitandomi ad una "filosofia" generale... Wink
l'elencazione con le motivazioni dei singoli step di ogni singolo colpo la lascio a quelli più esperti (e pazienti) di me...

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da Alessandra76 il Mer 9 Feb 2011 - 23:36

Poi c'è da considerare un'altra cosa...che chi inizia comunque sia può avere occasione di giocare fuori dalle lezioni....quindi alla fine una volta impostato quelle che sono le nozioni iniziali è ovvio e normale fare un po' di tutto...anche perché diventerebbe a dir poco noioso e controproducente fare uno o due colpi alla volta fino alla loro precisa esecuzione, sempre secondo il mio parere Razz

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Mer 9 Feb 2011 - 23:42

@Alessandra76 ha scritto:Io credo che a questo ci deve pensare il nostro maestro...sono dell'idea che una volta scelto il maestro...così il nostro medico...o peggio ancora il nostro chirurgo (pensando alla mia attuale situazione Very Happy )....poi si debba riporre in questa persona la piena fiducia...quindi predisporsi ad apprendere senza farsi tante manovelle in testa che fanno tutto tranne che darci modo di metterci nella giusta condizione di assorbire e concentrarsi in quel che stiamo andando a fare Razz

Poi è ovvio che può capitare di sbagliare nella scelta della giusta persona...ma questo si viene a scoprire solo a posteriori...dalla constatazione che qualcosa non va....o nel scoprire che altra metodologia è migliore in assoluto o migliore per noi...ovviamente questo è un mio parere Smile

Secondo me in liea di massima invece è utile sapere in quale direzione si va anche con una propria consapevolezza.
Es. credo che il top sia più facile del back e che il footwork avanzato sia una delle cose difficilissime, ma i tasselli del puzzle si possono invertire nell'ordine di composizione

@alain proust ha scritto:@alba - capisco, io ho cercato di bypassare il faticoso impegno limitandomi ad una "filosofia" generale... Wink
l'elencazione con le motivazioni dei singoli step di ogni singolo colpo la lascio a quelli più esperti (e pazienti) di me...
E hai fatto bene.
Cmq la continuità e la gestione del campo sono frutti dell'esperienza... come anche il pensare alle strategie generali o tattiche a breve su una singola situazione che si crea.
@Alessandra76 ha scritto:Poi c'è da considerare un'altra cosa...che chi inizia comunque sia può avere occasione di giocare fuori dalle lezioni....quindi alla fine una volta impostato quelle che sono le nozioni iniziali è ovvio e normale fare un po' di tutto...anche perché diventerebbe a dir poco noioso e controproducente fare uno o due colpi alla volta fino alla loro precisa esecuzione, sempre secondo il mio parere Razz

Invece per metabolizzare bene credo ci voglia un po' di tempo e calma, concentrandosi su una due cose alla volta - ovvio non per dei mesi...

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da Alessandra76 il Gio 10 Feb 2011 - 7:34

Ma se tu poi ti metti a fare partitella o anche palleggio con altra persona ti troverai facilmente a fare un colpo qualsiasi come colpo al volo...se non hai una minima idea di come vada fatto ti troverai a crearti una tua tecnica...molto probabilmente errata...quindi che si insegni un po' tutti i colpi è assolutamente normale e giusto....e poi nel tempo si lavora per perfezionarli....se tu ora ti fissi che ci sia una scaletta...diversa da quella che sarà in campo durante le lezioni rischi di non accettare l'insegnamento del/dei tuo/tuoi maestro/maestri....e ciò non ti mette in campo in modo positivo per apprendere Wink

Allo stesso tempo non puoi pretendere che chi insegna...cambi il suo metodo...spesso basato su quel che lui/lei vede...che è estramente diverso da quel che vedi te....ma molto diverso Wink

Secondo me bisogna sempre imparare ad inquadrare quale è il nostro ruolo in una situazione...e cercare di fare il meglio per il ruolo che abbiamo....altrimenti non staresti più nel ruolo di chi vuole imparare ma...ma di chi vuole insegnare...su questo credo che tu debba prendere una decisione per poter apprendere al meglio Wink

Poi ripeto....è il mio modo di pensare....ed è il mio modo di pormi durante le lezioni....altrimenti diventano soldi/tempo buttati le stesse lezioni Smile

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Gio 10 Feb 2011 - 9:46

Sono d'accordo con te che poi ci si mette nelle mani del maestro/a e sono d'accordo che all'inizio si deve apprendere la base del gioco da fondo, al volo e il servizio.
Poi noi non siamo agonisti giovani che possono avere un futiro sui quali se presta molta più attenzione ma ci si rende in grado di gestire le partie.

Sta anche a noi chiedere piccole indicazioni se siamo preparati sull'agomento... Non dico di imporre un insegnamento piuttosto che un altro.

Ma quando si passa man mano avanti ci sarà una cosa più avanzata di un'altra e se so in modo aprossimativo la scaletta posso orientarmi con quale passo sto andando avanti. Poi sono d'accordo che in base al proprio gioco una capacità sia più da prendere in cosiderazione di un'altra ma in linea di massima e la fascia di complessità è su un determinato livello di gioco.

Poi ripeto tu hai la tua visione, io la mia - nessuna sarà giusta o sbagliata.
Es. pratico: se sto imparando l'inglese e sto ancora studiando il presente non posso pretendere di imparare il past perfect che a mio avviso è il più difficile in assoluto, ma se mi stanno insegnato i vari futuri e passati, saprei di avvicinarmi anche a quella "meta".

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da Alessandra76 il Gio 10 Feb 2011 - 10:16

I verbi non sono la grammatica...ma bensì una parte di essa...quindi non è che fino a che non sai tutti i verbi e i tempi non impari il resto, non scrivi e non provi a creare delle frasi di senso compiuto Wink

La stessa cosa nel tennis...poi è ovvio che se ti rendi conto che ancora non arrivi nella giusta misura sulla palla e non ti fermi e appoggi bene per fare un colpo canonico...dove lo stesso maestro ti dice "non continuare a correre ma fermati per fare il colpo" non mi chiedi di apprendere un colpo in corsa...il quale viene imparato per avvicinarsi a quella che è una tattica di approccio per attacco a rete (esempio)...quindi molto più in là di fare la semplice partitella Smile

Poi son d'accordo con te nel momento che fai una lezione singola...o comune nel quale avete un interesse per l'appunto comune potete chiedere di fermarsi un po' di più su un colpo in cui avete difficoltà...oltretutto ottimo se si hanno delle casistiche dove uno dice mi è successo questo e mi son trovato in difficoltà...chiedendo aiuto/spiegazione del caso....ma oltre a questo io ho sempre visto insegnare un po' tutti i colpi una volta appresa una base sul dritto e rovescio...appunto perché comunque bisogna anche abituarsi al cambio di situazione...in una partita ci si trova...o almeno ci si dovrebbe trovare a poter fare un po' di tutto....quindi sarebbe sbagliato limitarvi spingendovi a fare e memorizzare cose sbagliate....che poi uno sbagli comunque...è ovvio e normale...ma la vocina che dice..."cavolo, mi son dimenticato di cambiare impugnatura" è già un passo avanti...che non potresti fare se non ti venisse spiegato durante le lezioni...non so se mi son spiegata Smile

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Gio 10 Feb 2011 - 11:28

In parte parliamo delle stesse cose con parole diverse.
Appunto io mi riferisco a gradualità e scaletta perché se prima non si apprende bene una cosa quella successiva può essere dannosa.
E per apprendere non si intende copire così o colà ma tutto l'insieme di componenti tra giusto posizionamento, timig, precisione, potensa e profondità del coplo. Componenti che non sempre si riesce ad abbinare a meno che non si vada sul vincente. Un volta prevale la potenza, un'altra il controllo e così via - e tutto eseguito con consapevolezza.

Ma se bene o male di ha la sicurezza e la confidenza con una tecnica o serie di tecniche è il momento di andare avanti.

Es. il colpo in corsa che nominavi tu, secondo me è di un livello più avanzato quando tu vai a impattare in corsa ben consapevole che stai correndo e che è la situazione estrema che te lo impone... ma avendo come una base gi gioco consolidata sul colpo da ben piazzata pronta a dare più spinta alla palla. Ma se non hai il giusto footwok rischi di arrivare male sulle palle distanti, però il footwok è molto difficile e avanzato secondo me - non equivale a correre e basta...Esso ti permette di arrivare dove prima non ce l'avresti fatta e magari anche di posizionarti bene.
Ecco dove lo collochiamo?
Il back di rovescio dove lo collochiamo?
Ci si gioca anche senza - ovvio, ma mentre si cresce è da aggiungere perché dà fastidio all'avversario e ti permette di adottare più tattiche.

Ma a cosa dò la priorità a un back o al footwork? - Credo che sia anche individuale perché se uno corre e ci arriva correndo e basta il footwok può aspettare, ma delle linee guida su cosa arriva prima ci saranno Question

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alain proust il Gio 10 Feb 2011 - 12:02

maschietto soletto in questo 3d di femminucce... Very Happy mi reinserisco...
il discorso che fau tu alba è interessante, ma secodno me di scarsa utilità pratica.
voglio dire: sappiamo tutti che un principiante assoluto deve prendere dimestichezza con i colpi da fondo campo, senza rotazioni, cercando di impattare bene col movimento teoricamente corretto.
da intermedio, si lavora sulle rotazioni, sulla prima di servizio, sui colpi al volo ecc.
da avanzati, sui colpi speciali: in corsa, drop shot ecc.
avere una scaletta non credo che aiuti davvero. concordo con alessandra quando dice che è il maestro che deve istruirti sui VARI colpi, lezione dopo lezione e durante la stessa lezione. non su singoli colpi, a gradini. a parte la noia mortale di fare dritti per settimane, ma credo che sia controproducente allenare a compartimenti stagni.
è il lavoro del maestro allenare gradualmente tutti gli aspetti del tennis. dando la priorità alla tecnica (che è anche il footwork) e solo in seconda battuta alla tattica e alla strategia (che senza una buona tecnica di base sono inapplicabili, anche se ben pensate).
onestamente, a parte la disquisizione teorica, non vedo l'utilità di avere una precisa scaletta. a mio avviso il tennista intermedio o di quarta deve puntare sulla solidità della tecnica a 360gradi per acquisire la regolarità, questo è il fondamento di tutto. con la scaletta, cosa si fa? dici al maestro che vuoi allenare solo il dritto piatto finchè non è perfetto per poi passare alle rotazioni? oppure che prima vuoi perfezionare il back di rovescio e solo dopo il top? certo, ci sono dei passi da seguire, ma credo che molto dipenda anche dal tennista, dalla sua predisposizione, da ciò che sa già fare meglio o peggio.
è inutile pensare al passante in corsa se non si riescono a tenere 5 scambi di fila a causa di errori tecnici (compreso il footwork). e la regolarità la ottieni con una preparazione equilibrata su tutti i colpi.
il tutto secondo me, eh?! Razz

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Gio 10 Feb 2011 - 12:15

Grazie della risposta contenuta nelle tue parole.
Non mi riferivo a una scaletta rigida, ma a un ragruppamento per livello un po' come l'hai classificato sopra.
Ovvio che decide il maestro cosa sia l'ora di fare...
La scaletta non dovrebbe avere lo scopo di imporre tu l'insegnamento ma di renderti conto in LIEA DI MASSIMA dove stai andando... Ha scopo solo indicativo. Concordo che la tattica si può applicare con un buona e completa tecnica e controllo del camo.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da otello69 il Gio 10 Feb 2011 - 12:16

A mio personale parere il consiglio migliore è affidarsi a un maestro che identifichi il percorso giusto per ciascuno in base a 1) obiettivi che si vogliono raggiungere (tenere la partitella con amici o fare tornei, ad esempio) 2) tecnica di partenza e 3) forma fisica di partenza.
Detto ciò, a mio parere, la cosa prioritaria e fondamentale è acquisire buona padronanza dei colpi di base da fondo (cosa che comprende il footwork perchè senza quello non si va da nessuna parte).
Come si diceva l'obiettivo è migliorare la solidità (secondo me uguale a saper tirare profondo con buona precisione alla velocità adeguata alla propria tecnica). Aggiungerei il servizio (con particolare attenzione alla seconda palla...). Il gioco di volo è a mio parere meno prioritario (non dico che sia inutile, anzi, ma si può giocare alla grande senza scendere mai a rete o quasi...)
ciao!

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Gio 10 Feb 2011 - 12:28

Purtroppo a me non è stato ancora insegnato il footwok.
Usare le gambe per scendere e per spigere sì, ma non il foot work inteso come movimento sul campo e passi. Sarà ancora presto?
Io ho adottato da sola lo spit step che è più semplice.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da Alessandra76 il Gio 10 Feb 2011 - 12:32

@alba77 ha scritto:Grazie della risposta contenuta nelle tue parole.
Non mi riferivo a una scaletta rigida, ma a un ragruppamento per livello un po' come l'hai classificato sopra.
Ovvio che decide il maestro cosa sia l'ora di fare...
La scaletta non dovrebbe avere lo scopo di imporre tu l'insegnamento ma di renderti conto in LIEA DI MASSIMA dove stai andando... Ha scopo solo indicativo. Concordo che la tattica si può applicare con un buona e completa tecnica e controllo del camo.

Ti sei tesserata e quindi prossima a fare qualche competizione ufficiale...non c'è giudice migliore del campo per verificare come siamo messi tennisticamente parlando....anche perché il nostro tennis è molto ma molto volubile...esempio, oggi giochi con un dritto che fa male mentre il rovescio è un colpo debole....ti metti a lavorare sul rovescio...e nel tempo raggiungi una discreta tecnica/continuità ma ti ritrovi a retrocedere con il dritto....ti assicuro che è una cosa molto più comune di quanto si possa pensare....quindi la complessità del nostro tennis....e non si può parlare per colpo...ma per complessità...non c'è miglior modo per verificarla se non nelle competizioni ufficiali....ma non tanto guardando al risultato....ma a quel che accade in campo....dove non giochi al tuo circolo, non giochi con persone che conosci e quindi giochi non sapendo cosa aspettarti....e tutto nuovo e non ripetitivo....e li valuti quello che è il tuo gioco nella complessità...e più facilmente ti rendi conto di cosa manca...o su caso senti il bisogno di lavorare Smile

La scaletta evolve col giocatore....ed è il maestro che riesce a valutare come sei messa...quello che per te può essere buono...può non esserlo agli occhi di un maestro che vede oltre a quello che tu senti....perché mandare un colpo al di là della rete e dentro il campo...questo non significa che questo non possa essere migliorato...quindi magari per te ci sei....ma per il maestro no... Wink

...sempre mia opinione Wink

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da Alessandra76 il Gio 10 Feb 2011 - 12:42

@alba77 ha scritto:Purtroppo a me non è stato ancora insegnato il footwok.
Usare le gambe per scendere e per spigere sì, ma non il foot work inteso come movimento sul campo e passi. Sarà ancora presto?
Io ho adottato da sola lo spit step che è più semplice.

Il footwork non è una cosa facile da insegnare secondo me...è una cosa che viene man mano con esercizi mirati....tendenzialmente già si lavora quando vi fanno fare degli esercizi che vi spostano da una parte all'altra del campo e/o da un colpo all'altro...sopratutto all'inizio si fa di tutto un po'....ed alcuni esercizi che sembrano mirati su uno o due colpi in realtà contengono molti più "fini"...non so se mi son spiegata Neutral

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Gio 10 Feb 2011 - 12:45

Ma tu dici che durante tali esercizi il footwork viene da sè o va spiegato fai il side o cross step, ovvio non usando i termini ma spigando come fare?

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da nw-t il Gio 10 Feb 2011 - 12:49

Prenditi un muro prendilo a PALLATE sia di dritto che di rovescio curando il footwork continuo...quando riuscirai a batterlo.. Very Happy tanto i punti li conti te... Very Happy vedrai che la tua tecnica dei fondamentali e solida e i tuoi piedi si muoveranno sempre bene... per il resto alterni partite con gente che ti fà correre...e lì mgliori ancora...poi fiducia in te stessa e nei tuoi colpi quando li senti sicuri...TIRALI come si deve anche in sicurezza...e vedrai che più sicura ti senti giocando e più migliori.. solo questione di credere in quello che sai fare..

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da Alessandra76 il Gio 10 Feb 2011 - 12:54

Man mano arrivano lavorando...con esercizi che ti portano un po' alla volta a farlo....una volta che i tuoi colpi diventano più sicuri...il tuo occhi leggono meglio il movimento/palla dell'avversario tutto verrà più semplice e naturale...per fare un buon lavoro di gambe bisogna avere il tempo di farlo...quindi bisogna avere una ottima prontezza e lettura...ma se io ho ancora i mie colpi insicuri...come posso leggere i colpi altrui...è tutto un discorso che viene man mano da sé...e gli esercizi che i maestri ci fanno fare spesso contengono dei "fini" che noi non vediamo...proprio perché ancora non sappiamo Smile

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Gio 10 Feb 2011 - 12:58

@nw-t ha scritto:Prenditi un muro prendilo a PALLATE sia di dritto che di rovescio curando il footwork continuo...quando riuscirai a batterlo.. Very Happy tanto i punti li conti te... Very Happy vedrai che la tua tecnica dei fondamentali e solida e i tuoi piedi si muoveranno sempre bene... per il resto alterni partite con gente che ti fà correre...e lì mgliori ancora...poi fiducia in te stessa e nei tuoi colpi quando li senti sicuri...TIRALI come si deve anche in sicurezza...e vedrai che più sicura ti senti giocando e più migliori.. solo questione di credere in quello che sai fare..
Bene un po' come Roddick contro pong Very Happy

@Alessandra76 ha scritto:Man mano arrivano lavorando...con esercizi che ti portano un po' alla volta a farlo....una volta che i tuoi colpi diventano più sicuri...il tuo occhi leggono meglio il movimento/palla dell'avversario tutto verrà più semplice e naturale...per fare un buon lavoro di gambe bisogna avere il tempo di farlo...quindi bisogna avere una ottima prontezza e lettura...ma se io ho ancora i mie colpi insicuri...come posso leggere i colpi altrui...è tutto un discorso che viene man mano da sé...e gli esercizi che i maestri ci fanno fare spesso contengono dei "fini" che noi non vediamo...proprio perché ancora non sappiamo Smile
Ok - ottima spiegazione. Wink

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da Felipo il Gio 10 Feb 2011 - 13:03

@nw-t ha scritto:Prenditi un muro prendilo a PALLATE sia di dritto che di rovescio curando il footwork continuo...quando riuscirai a batterlo.. Very Happy tanto i punti li conti te... Very Happy vedrai che la tua tecnica dei fondamentali e solida e i tuoi piedi si muoveranno sempre bene... per il resto alterni partite con gente che ti fà correre...e lì mgliori ancora...poi fiducia in te stessa e nei tuoi colpi quando li senti sicuri...TIRALI come si deve anche in sicurezza...e vedrai che più sicura ti senti giocando e più migliori.. solo questione di credere in quello che sai fare..

Quoto nw-t (incredibile! Smile).
Il modo migliore in assoluto per imparare ad eseguire i colpi con buona tecnica è allenarsi al muro, possibilmente cercando di mettere in pratica quanto insegnato a lezione dal maestro e/o appreso per altre vie (guardare cosa fanno i pro, leggere i consigli tecnici sui forum, etc). La palla torna sempre indietro, ci si può concentrare su se stessi e i propri movimenti, si colpiscono (dopo un po' di pratica) veramente tantissime palline, molte più che in un qualsiasi palleggio.
Poi la tecnica del colpo va applicata alla ricerca della palla, e qui entra in scena il footwork e la capacità di muoversi nella giusta maniera sul campo.
Anche qui credo che la percezione di se stessi e di cosa si sta facendo, oltre ad una certa infarinatura su come ci si muova in campo e dove ci si debba posizionare durante lo scambio, siano la base per apprendere i fondamentali degli spostamenti sul terreno di gioco in ogni fase dello scambio.

In ogni caso i maestri non fanno miracoli, per cui prima di tutto deve esserci la capacità di rimanere concentrati e la voglia di migliorare di chi sta imparando, che deve sforzarsi di mettere in pratica tutto quanto, un pezzetto alla volta.

Felipo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1256
Data d'iscrizione : 13.06.09

Profilo giocatore
Località: Friuli
Livello: 4.0 itr / 4.4 Fit
Racchetta: Aeropro Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da alba77 il Gio 10 Feb 2011 - 13:12

Io sono fortunata perché abbiamo il muro. Da sempre è stato il mio migliore compagno di allenamenti.
Ora è tornato il sole e torneranno anche le mie uscita a tu per tu col muro.
Già sono un po' di volte che mi ci alleno prima e dopo la lezione.
Pensate che ho imparato il top al muro poi il maestro me lo ha perfezionato Razz
E facendo il tutto con l'aiuto di siti specilizzati, videoguide e slowmotion dei pro.
Ora al muro mi riescono anche dei decenti back di rovescio.

Unica limitazione del muro. Prima di tirare sai dove andrai a correre per la palla successiva. La mossa del muro non dà quasi mai sorprese va sempre anticipata. Però dai va bene così. Le corse si riescono a fare lo stesso.
L'altra volta tra vari colpi e cambi tra diritto e rovescio, avevo fatto 40 diritti consecutivi senza errore e subito dopo un 30 di rovesci - il tutto ad alto ritmo. Dopo è seguita la lezione ed ero sempre in piedi

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da nw-t il Gio 10 Feb 2011 - 13:23

Vedi Felipo che non sono così tanto un pessimo elemento come credevi... ho visto che il tuo "lato oscuro sulle Babolat" s'è aperto un pò..la Dunlop che hai preso di dà più controllo nei colpi anche se tendi ad arrotare un pò..ma con la corda giusta e la giusta tensione diventa un arma vincente.. ti farà spingere di più quando vorrai tirare a tutto braccio x cercare i vincenti da fondo e il palleggio sostenuto. Forse fraintendevi alcune cose... pensa che io gioco x il solo divertimento personale... i tornei non mi interessano più da 20 anni.. e gioco da 36 anni a tennis... i bracci vanno da soli da tempo...son le gambe che non hanno più la velocità dei braccio...

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quali sono le priorità nell'apprendere gradualmente la tecnica?

Messaggio Da nw-t il Gio 10 Feb 2011 - 13:31

@alba77 ha scritto:Io sono fortunata perché abbiamo il muro. Da sempre è stato il mio migliore compagno di allenamenti.
Ora è tornato il sole e torneranno anche le mie uscita a tu per tu col muro.
Già sono un po' di volte che mi ci alleno prima e dopo la lezione.
Pensate che ho imparato il top al muro poi il maestro me lo ha perfezionato Razz
E facendo il tutto con l'aiuto di siti specilizzati, videoguide e slowmotion dei pro.
Ora al muro mi riescono anche dei decenti back di rovescio.

Unica limitazione del muro. Prima di tirare sai dove andrai a correre per la palla successiva. La mossa del muro non dà quasi mai sorprese va sempre anticipata. Però dai va bene così. Le corse si riescono a fare lo stesso.
L'altra volta tra vari colpi e cambi tra diritto e rovescio, avevo fatto 40 diritti consecutivi senza errore e subito dopo un 30 di rovesci - il tutto ad alto ritmo. Dopo è seguita la lezione ed ero sempre in piedi
E' una cosa che ti serve tanto anche x aumentare la tua concetrazione in gioco sui colpi...la testa l'hai sempre lì a pensare come avere la GIUSTA impugnatura e colpire ancora bene e PIU' forte la palla del colpo prima..lavorando sempre bene con i piedi per cercare la poszione perfetta... così riesci a crescere anche x dare peso di palla e scaricare il peso del copo sulla palla..

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum