Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

il servizio

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

il servizio

Messaggio Da frank mano de pedra il Sab 4 Dic 2010 - 20:24

salve a tutti gioco ormai a tennis da un anno , ho una ottimo dritto e rovescio piatto , ma la mia bestia nera è il servizio ....è vero che ogni partita faccio più di una decina di aces ma non servono niente perchè corrispondono alle prime in campo durante tutta la partita!!!della seconda di servizio non ne parliamo proprio è la tipica palla messa da chi non sa giocare lenta ed alta....comunque vi volevo chiedere se c'è qualche metodo per alzare la palla di servizio più alta ? quanto tempo avete impiegato per imparare a servire bene? fatemi sapere news grazie Laughing Laughing

frank mano de pedra
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1026
Età : 24
Località : ischia
Data d'iscrizione : 02.11.10

Profilo giocatore
Località: ischia
Livello: 4.3 F.i.T
Racchetta: una,cento,mille :(

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da alain proust il Sab 4 Dic 2010 - 20:38

@frank mano de pedra ha scritto:salve a tutti gioco ormai a tennis da un anno , ho una ottimo dritto e rovescio piatto , ma la mia bestia nera è il servizio ....è vero che ogni partita faccio più di una decina di aces ma non servono niente perchè corrispondono alle prime in campo durante tutta la partita!!!della seconda di servizio non ne parliamo proprio è la tipica palla messa da chi non sa giocare lenta ed alta....comunque vi volevo chiedere se c'è qualche metodo per alzare la palla di servizio più alta ? quanto tempo avete impiegato per imparare a servire bene? fatemi sapere news grazie Laughing Laughing
premesso che io non posso insegnare niente a nessuno; che il servizio è uno dei colpi più difficili perchè devi fare tutto da solo, non ti arriva nessuna palla alla quale poterti appoggiare; l'importanza di coordinazione, lancio di palla e scioltezza nello swing sono fondamentali (per non parlare dell'impugnatura, della famosa pronazione del polso e di tanti altri particolari).
be', ciò premesso, non posso che consigliarti di guardati un bel po' di video esplicativi che troverai a badilate su youtube. molto belli quelli di fuzzyyellowball, con lezioni molto tecniche e spiegazioni illuminanti. buon tennis

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da calabrone67 il Sab 4 Dic 2010 - 20:39

un consiglio?cesti su cesti di servizi,possibilmente con un maestro.per il momento "accontentati"di una prima palla al 75%,con qualche ace in meno,ma una maggior pressione quando sei al servizio. Twisted Evil

calabrone67
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 350
Età : 49
Località : teramo
Data d'iscrizione : 09.11.10

Profilo giocatore
Località: teramo
Livello: più dell'attuale 4.4
Racchetta: head prestige mp

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da magazzie il Mer 15 Dic 2010 - 18:02

@calabrone67 ha scritto:un consiglio?cesti su cesti di servizi,possibilmente con un maestro.per il momento "accontentati"di una prima palla al 75%,con qualche ace in meno,ma una maggior pressione quando sei al servizio. Twisted Evil

Quoto i cesti di servizio, colpo al quale i nostri maestri danno troppa poca importanza.Devi trovare il tuo colpo, è molto personale sia nei movimenti che nella tempistica: basta che sia efficace Very Happy
Infatti, come puoi vedere anche in tv, in tanti hanno movimenti stranissimi.....ma funzionano alla grande

magazzie
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3257
Età : 40
Località : la capitale del monferrato....
Data d'iscrizione : 25.06.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: I.T.R 4.5
Racchetta: speed mp 16x19+STARBURN

http://www.eiffel59ts.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da chiros il Mer 15 Dic 2010 - 18:36

Esperienza personale dopo un anno di tennis per una lezione a settimana col maestro: inutile tentare di fare cesti da solo perchè finiresti con lo sviluppare un servizio tutto tuo e quasi sicuramente errato.
A me è successo così per due volte. Dopo aver provato i cesti e dopo aver sviluppato delle belle bombe, il maestro mi ha detto che non andava bene. Così mi sono rimesso sotto e vedo che se eseguo i movimenti giusti, la palla passa più alta sulla rete ed è meno spinta in avanti ma cade dall'alto. Ancora, non avevo capito la chiusura dall'alto verso il basso del polso perchè davo importanza solo alla pronazione di cui tutti parlano.
Mi fermo qui.

Comunque...ancora devo imparare bene Sad

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da magazzie il Gio 16 Dic 2010 - 11:44

Chiros.......ma......cambiando movimento ora servi meglio o peggio??? Xchè quello che conta nel servizio è solo ed esclusivamente l'efficacia!
Non è come un colpo di rimando che se giocato errato tecnicamente ti preclude di salire di livello xchè salendo di velocità perderesti in potenza e controllo.......il servizio è una cosa a se stante. Vedi Roddick, vedi Cilic, lo stesso Nadal.....e prima ancora Mac, Berger(che non eseguiva la prima parte del movimento e partiva col servizio da dietro la testa).........qui conta solo ed esclusivamente l'efficacia. Se poi è brutto da vedere....chissenefrega! Very Happy
Io, stufo di avere problemi a spalla e schiena , ho ridotto al minimo i movimenti della prima palla guadagnando in potenza, precisione e continuità(non mi stanco mai con questo movimento minimo) ed ho cambiato la seconda passando da un lift ad uno slice molto meno faticoso per la schiena.

magazzie
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3257
Età : 40
Località : la capitale del monferrato....
Data d'iscrizione : 25.06.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: I.T.R 4.5
Racchetta: speed mp 16x19+STARBURN

http://www.eiffel59ts.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da oldest il Gio 16 Dic 2010 - 12:40

mazza 10 aces a partita What a Face ....io non ne faccio uno dal 1992 Very Happy mi rendo conto cmq che dipende chi hai dall'altra parte e cmq, te lo dice uno che serve malissimo....cesti manetta

oldest
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3389
Età : 43
Località : Rho (MI)
Data d'iscrizione : 02.07.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: FIT 3.4
Racchetta: non ne ho

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da nw-t il Gio 16 Dic 2010 - 13:51

oldest (Gio 16 Dic 2010 - 12:40) ha scritto:mazza 10 aces a partita What a Face ....io non ne faccio uno dal 1992 Very Happy mi rendo conto cmq che dipende chi hai dall'altra parte e cmq, te lo dice uno che serve malissimo....cesti manetta
Se la spalla mi ritorna a posto e una volta capiterà di giocare contro...portati l'elmetto... Very Happy Very Happy

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15466
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Hammer72 il Gio 16 Dic 2010 - 14:00

un paio ( COME MINIMO ) di lezioni con maestro SOLO sul servizio e poi cesti a manetta dopodiche' un paio di altre lezioni con il maestro e chiedi come e cosa e cambiato , poi vai a giocare e vedi che la seconda ce l'hai...

Hammer72
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4709
Età : 44
Località : Alessandria / Torino
Data d'iscrizione : 25.05.10

Profilo giocatore
Località: Alessandria
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: BABOLAT PURE AERO E APD GT ROLAND GARROS

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da alain proust il Gio 16 Dic 2010 - 14:28

beh, bisogna dire che frank mano de pedra ha seguito i nostri consigli: da quando ha aperto il post e letto le risposte, deve essersi precipitato in campo a fare cesti su cesti: non si è più visto...
è il caso di dire che ha lanciato la pedra e ha nascosto la mano... geek

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da frank mano de pedra il Gio 16 Dic 2010 - 14:35

ahaha....grazie a tutti per le risposte bhè ho constatato che il servizio è un problema di allenamento , purtroppo non posso esercitarmi a giocare solo con il maestro e di persone per fare partite è veramente difficile da trovarne dalle mie parti..... Rolling Eyes

frank mano de pedra
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1026
Età : 24
Località : ischia
Data d'iscrizione : 02.11.10

Profilo giocatore
Località: ischia
Livello: 4.3 F.i.T
Racchetta: una,cento,mille :(

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Hammer72 il Gio 16 Dic 2010 - 14:38

alain proust (Gio 16 Dic 2010 - 14:28) ha scritto:beh, bisogna dire che frank mano de pedra ha seguito i nostri consigli: da quando ha aperto il post e letto le risposte, deve essersi precipitato in campo a fare cesti su cesti: non si è più visto...
è il caso di dire che ha lanciato la pedra e ha nascosto la mano... geek

ahh proposito piccolo ot ti faccio fare dei servizi giocando con me martedi sera ma se il campo alle 20 non c'e' ma c'e' solo alle 21 lo prendo cmq?

Hammer72
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4709
Età : 44
Località : Alessandria / Torino
Data d'iscrizione : 25.05.10

Profilo giocatore
Località: Alessandria
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: BABOLAT PURE AERO E APD GT ROLAND GARROS

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da chiros il Gio 16 Dic 2010 - 15:00

magazzie (Gio 16 Dic 2010 - 11:44) ha scritto:Chiros.......ma......cambiando movimento ora servi meglio o peggio??? Xchè quello che conta nel servizio è solo ed esclusivamente l'efficacia!
Non è come un colpo di rimando che se giocato errato tecnicamente ti preclude di salire di livello xchè salendo di velocità perderesti in potenza e controllo.......il servizio è una cosa a se stante. Vedi Roddick, vedi Cilic, lo stesso Nadal.....e prima ancora Mac, Berger(che non eseguiva la prima parte del movimento e partiva col servizio da dietro la testa).........qui conta solo ed esclusivamente l'efficacia. Se poi è brutto da vedere....chissenefrega! Very Happy
Io, stufo di avere problemi a spalla e schiena , ho ridotto al minimo i movimenti della prima palla guadagnando in potenza, precisione e continuità(non mi stanco mai con questo movimento minimo) ed ho cambiato la seconda passando da un lift ad uno slice molto meno faticoso per la schiena.

Quello che scrivi è vero, ricordo Berger, però penso che affidarsi ad un maestro sia sempre una strada consigliabile. Oggi proprio ho provato un sacco di servizi con lui, fino a stancarmi. Finchè ero fresco ho avuto sensazioni nuove e positive e ho iniziato a servire qualche palla buona al punto che mi ha detto: "Che vuoi ancora?". Vantaggi: molto meno sforzo fisico con il braccio e la spalla e maggior uso di gambe (se si fanno i movimenti giusti di caricamento, si trasferisce molta energia sulla palla senza sforzi muscolari di braccio e spalla); palla che passa più alta sulla rete; possibilità di effettuare la seconda con un movimento di polso senza variare il lancio di palla (prima la tiravo più a sinistra, come fanno tanti, rendendo evidenti all'avversario le mie intenzioni). Svantaggi: servo un po' più piano ma conto di poter migliorare. Smile

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Alessandra76 il Mer 22 Dic 2010 - 17:03

Girovagando ho trovato questo....ho pensato di metterlo in questo topic Smile

http://tennisvillacidro.altervista.org/il_servizio.html

Alessandra76
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2173
Età : 40
Località : Roma
Data d'iscrizione : 05.11.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: Dunlop: Biomimetic 300tour (97 18*20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Neytiri il Dom 26 Dic 2010 - 17:17

Bell'articolo Ale... molto interessante.

Io ho dato una piccola sistemata al servizio con 50 minuti di prime e seconde sui due rettangoli.. e mi son resa conto di come -nel mio caso, al mio livello- il rendimento sia mooolto più alto con battuta slice rispetto al colpo piatto. Non farò quasi ace, ma il colpo è imprevedibile -l'avversario spesso vede la pallina che sembra uscire invece rimane nel rettangolo- come pure l'effetto una volta colpita la terra. Pochi ace, un certo numero di ace sporchi e parecchie risposte facilmente attaccabili.. anche contro avversari decisamente più bravi. Non so ben definire la mia presa, che è con parte del polso oltre il manico, il risultato però è che quando colpisco, possibilmente con un movimento veloce della racchetta, questa è quasi perpendicolare alla rete..
Probabilmente al crescere del livello conta la velocità di palla, ma sulla terra ho il sospetto che quest'ultima non sia poi la cosa fondamentale.. o no?

Neytiri
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 791
Età : 49
Data d'iscrizione : 27.11.10

Profilo giocatore
Località: Pandora
Livello: FIT: 4.4 - Obb 2013 4.3 ITR : 3.0++
Racchetta: Babolat APD-Cortex (337 e 339 Gr) w/LXN Adrenaline 1.20@24/23 - TF Black Code 1.18@24/23

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Tor il Dom 26 Dic 2010 - 17:43

Sulla terra, come confermano anche i professionisti, considerando che ormai si riesce a rispondere spesso, soprattutto sulla superficie citata (vedi statistiche degli ace e raffronto con la percentuale di quelli messi a segno sul cemento), è sempre preferibile far rimbalzare la palla molto esternamente (se ci si riesce) per spingere l'avversario fuori dal campo, piuttosto che cercare l'ace.

Tor
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 974
Data d'iscrizione : 30.09.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Veterano il Dom 26 Dic 2010 - 18:37

Il discorso di allenarsi da solo e valido solo se conosci bene la tecnica e devi aggiustare la precisione,continuita' del colpo.Se non come gia' ti hanno risposto puoi incorrere in errori che poi risulterebbero difficili da corregere.
Si puo anche senza una buona tecnica riuscire a fare ace........ma con quale continuita' e precisione........l'ace non ti fa voncere il turno di servizio al meno che tu non lo faccia sempre.......cosa molto improbabile.Come ti dicevo prima bisogna conocscere bene la tecnica e dopo ci si puo allenare da soli per perfezionare ,personalizzare il servizio........una volta che sai la tecnica per fare meno doppi falli devi allenarti per un po di tempo a giocare una prima al 70 per cento e una seconda ad altrettanta velocita cercando piu la precisione che la potenza.Poi chiaramente per essere davvero efficaci bisogna conoscere tutti i tipi di servizio,top spin e slice e riuscire a variare per non essere troppo prevedibili.Per quello che riguarda il lancio palla ed il tempo di esecuzione sono cose che devi trovare tu personalemente,il lancio palla deve essere sufficentemente alto in modo che tu riesca a distendere bene il braccio quando colpisici la palla,il tempo d'impatto puo avere delle varianti ossia,lanci la palla e contemporaneamente prepari la racchetta,o se no ritardi il movimento della racchetta,se vedi nei video dei pro ognuno ha il suo tempo,c'e chia prepara contemporaneamente ce invece chi ritarda il movimento della racchetta........comunque meglio avere una base con un maestro e poi ci si puo allenare anche da soli.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da AntonelloRoma il Dom 26 Dic 2010 - 19:25

Allenamento e tecnica secondo Gilbert Wink

http://link.brightcove.com/services/player/bcpid933850474?bctid=1184542741

http://link.brightcove.com/services/player/bcpid933850474?bctid=1026280176

AntonelloRoma
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 21
Età : 50
Località : Roma
Data d'iscrizione : 10.12.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: PenZo I.T.R. 3.5 ..è possibile penZare qui?
Racchetta: Dunlop Hot Melt 200G (95sq.in. 18x20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Veterano il Dom 26 Dic 2010 - 20:24

@AntonelloRoma ha scritto:Allenamento e tecnica secondo Gilbert Wink

http://link.brightcove.com/services/player/bcpid933850474?bctid=1184542741

http://link.brightcove.com/services/player/bcpid933850474?bctid=1026280176
I video sono ben fatti e molto didattici,pero c'e un piccolo problema.........e questo vale per tutti i video........che tu quando vai a servire o ad allenare un colpo che ti sembra di aver capito vedendo il video la sensazione che hai sul campo,magari buona,puo essere tecnicamente totalmente scoretta,perche' tu non vedendoti ti basi solo su una sensazione che hai.
Se provi a filmarti almeno che tu non sia un giocatore finito............vedrai cose che voi umani non vi potete nemmeno sognare,la sensazione e' una ma la realta' e' un altra...........purtroppo il tennis e' si uno sport di autocorrezione ma solo quando si sa veramente dove intervenire ,senza basarsi su una sensazione che anche se buona puo' risultare tecnicamente scorretta.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da AntonelloRoma il Dom 26 Dic 2010 - 22:38

Concordo pienamente Wink ...però "tu parli pe' come magni", si dice a Roma (e lo si vede dal tuo profilo Smile )....io sono alla perenne ricerca di medicine miracolose che possano compensare la mia mancanza di tempo per perfezionare la pratica Sad
Ogni "dottore" che si presenta in "corsia" è ben accetto se no che "corsia" sarebbe...più che un gruppo di malati saremmo un gruppo di "guariti" e allora... il forum? Rolling Eyes
Scherzo ma è logico e naturale il tuo pensiero Wink

AntonelloRoma
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 21
Età : 50
Località : Roma
Data d'iscrizione : 10.12.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: PenZo I.T.R. 3.5 ..è possibile penZare qui?
Racchetta: Dunlop Hot Melt 200G (95sq.in. 18x20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Veterano il Dom 26 Dic 2010 - 23:07

Purtroppo capisco che il tempo e quello che e' e bisogna arrangiarsi come si puo' anche perche' i maestri costano
Una soluzione sarebbe quella di filmarsi e vedere cosa si combina.............pero' purtroppo certe cose anche se il video e' chiaro e si capisce bene sono molto difficili da percepire da soli.........come per esempio,tanto per dirne una,il trasferimento di peso in una semi open stance,con il video o per scritto,puoi avere un idea,e comunque per tanto che tu sia bravo come maestro e' una situazione difficilissima da spiegare per iscritto..............in campo ci andrebbero 5 minuti............i forum sono sempre interessanti per tutti i livelli di giocatore pero' purtroppo certe cose non si possono imparare da soli...........




































Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da AntonelloRoma il Dom 26 Dic 2010 - 23:58

Lo so' amico caro....non si può avere tutto Smile
Però siccome stiamo su un forum e, nel mio piccolo, qualcosa potrebbe tornare utile, che ne pensi di queste indicazioni trovate sul web?
Gradirei un tuo parere Wink

Il servizio è il colpo più importante nel tennis ed è l'unico colpo di cui si ha il totale controllo della palla. Purtroppo però, nonostante non ci siano praticamente mai fattori esterni ad interferire con l'esecuzione, rimane un colpo davvero difficile da eseguire alla perfezione. Come vedremo in queste righe, ci sono tantissimi riferimenti tecnico-biomeccanici da considerare nello studio del servizio, questo significa che è davvero difficile determinare il servizio "perfetto" perchè troppe sono le possibili varianti in ogni fase dell'esecuzione del colpo. Cercheremo quindi di spiegare quelli che ritieniamo aspetti molto importanti che si possono ritrovare nella maggior parte dei giocatori professionisti dei nostri giorni. Bando alle ciance!

Analizzeremo il servizio attraverso lo studio delle seguenti fasi:

La posizione delle gambe (Stance)

Il lancio della palla

Lo swingdown

La zona d'impatto

Il finale
La posizione delle gambe - The Stance

Esistono vari tipi di stance per il servizio ma i due più diffusi sono il foot up dove il piede dietro si sposta avanti per finire vicino al piede davanti (sempre dietro) ed il foot down dove il piede dietro non viene spostato durante il caricamento del servizio. La grande differenza tra le due posizioni è che in foot down il lavoro di spinta è svolto sostanzialmente dalla gamba davanti, mentre in foot up entrambe le gambe partecipano alla fase di spinta. Se consideriamo esclusivamente l'elemento potenza è facile intuire che il risultato migliore dovrebbe arrivare da una posizione in foot up. In realtà poi entrano in campo alcuni altri importanti fattori come l'equilibrio che vengono facilitati dalla posizione in foot down. Importante e ricordarsi che per sfruttare la gamba dietro anche in foot down è sempre meglio tenere i piedi abbastanza vicini. In conclusione, comunque, vince la regola che bisogna fare quello che ci da' più feeling perchè un buon servizio si fa in uno stato di non tensione muscolare (chissà come mai il sig. Djokovic fa rimbalzare la palla 100 volte prima di battere!?).

Il lancio della palla

Abbiamo 3 principali punti di riferimento:

1. la rotazione delle spalle
2. la posizione del braccio che lancia la pallina
3. il rilascio della palla

Diamo per scontato che tutti sappiano l'importanza di lanciare la pallina sempre nello stesso identico modo (in funzione del tipo di colpo: piatto, kick, slice, ecc.) in ogni situazione ed in ogni momento e parliamo di come deve farsi tecnicamente il lancio.

Il primo punto di riferimento è la rotazione del busto tale da portare la linea delle spalle a circa 45 gradi rispetto alla rete, prima di cominciare a fare il movimento di lancio della palla. Se mediamente le spalle alla partenza si trovano a 90 gradi rispetto alla rete, la rotazione effettuata è di 45 gradi.

Il secondo punto di riferimento è la posizione del braccio durante il lancio di palla. In generale la salita del braccio avviene in un angolo compreso tra i 45 ed i 90 gradi (parallelo) rispetto alla rete. Naturalmente nella prima di servizio la palla sarà lanciata davanti al corpo in modo più accentuato rispetto alla seconda (indicativamente si parla di 20 cm davanti al piede opposto al braccio racchetta).

Il terzo punto di riferimento è il rilascio della palla che sarà ad ore 2 e nel momento in cui comincia la flessione delle ginocchia. Fino a qualche anno fa si parlava di ore 1.

Lo swingdown

Nel tennis moderno possiamo individuare 3 tipi di swingdown: quello breve (Roddick), quello semibreve (Safin) e quello completo (Sampras). Nonostante tutto, i principali punti di riferimento dello swingdown rimangono sempre gli stessi:

Il primo punto di riferimento è il palmo della mano che tiene la racchetta che deve essere rivolto al terreno nel portare indietro il braccio.

Il secondo ed il terzo punto di riferimento sono simultanei. Mentre il braccio che lancia è completamente disteso puntando il cielo in una verticale perfetta, il braccio racchetta si trova a formare una L con braccio ed avambraccio spezzati a 90 gradi. In questo momento si realizza il quarto punto di riferimento che è importantissimo nello sviluppo corretto del servizio e cioè che la spalla del braccio racchetta deve essere più bassa rispetto all'altra. Questo aspetto è cruciale perché da qui si sviluppa il ribaltamento delle spalle (dopo lo spieghiamo in modo accurato).

Il quinto punto di riferimento ci dice che la massima flessione delle gambe avviene nello stesso momento in cui la pallina si trova al suo apice (appena prima di cominciare la fase discendente). L'aspetto complesso di questo punto è quanto si sia in grado di flettere le gambe. Da un certo punto di vista una flessione accentuata (Roddick) dovrebbe garantire maggior potenza ma bisogna anche far fronte al problema della forza necessaria per riportare le gambe dritte spingendo tutto il corpo verso l'alto. In sostanza, se non si ha un bell' allenamento e dei bei quadricipiti, è meglio non esagerare con la flessione del ginocchio. Da un punto di vista biomeccanico l'angolo corretto di flessione delle ginocchia è di 110 gradi (+/- 10%).

Il sesto punto di riferimento è l'angolo di separazione verticale, cioè quell' angolo che si forma tra la linea delle anche e quella delle spalle, affinchè si creino le condizioni ottimali di caricamento del colpo. E' di circa 30 gradi. In parole povere, nel movimento di caricamento, le anche vengono spinte in fuori verso la rete creando un ulteriore segmento nella catena cinetica.

La zona d'impatto

Una volta raggiunta la posizione ad L nella preparazione, avverrà la tripla estensione simultanea di caviglie, ginocchia ed anche che porterà il corpo verso l'alto e comincerà anche la torsione del busto (per la precisione si parla di ribaltamento del piano spalle) che avviene insieme all'azione di swing verso la palla del braccio racchetta. Vediamo i punti di riferimento di questa fase.

Il primo punto di riferimento è la posizione a martello che è lo sviluppo bio meccanico della posizione ad L di cui abbiamo parlato prima. Quando comincia la fase di ribaltamento delle spalle e la spalla del braccio racchetta sale su un piano verticale, succede che il gomito sale ma il polso rimane fermo portando l'avambraccio in posizione orizzontale. A questo punto la racchetta si ritrova verticale con il tappo che guarda il cielo.

Il secondo punto di riferimento: il braccio nel momento in cui la racchetta colpisce la palla deve essere completamente disteso.

Il terzo punto di riferimento riguarda l'azione del polso che al momento dell'impatto deve portare la racchetta quasi in linea col braccio attraverso una flessione verso destra.

Il quarto punto di riferimento riguarda il momento in cui bisogna colpire la palla: nella sua fase discendente. Ovviamente l'altezza in cui avverrà l'impatto palla – racchetta dipende dal tipo di lancio effettuato. E' scontato che l'altezza deve essere sufficiente a distendere completamente la catena cinetica creata nelle fasi viste precedentemente. Visto in slow motion anche Roddick colpisce la palla in fase discendente.

Il finale

Il primo punto di riferimento è la pronazione, ossia un movimento rotatorio dell'avambraccio grazie al quale il palmo della mano viene volto verso l'alto e il dorso verso il basso. Questo movimento deve avvenire appena la racchetta tocca la pallina (una conseguenza bio meccanica della pronazione è la rotazione interna della spalla). La pronazione avviene sia nei servizi slice (in questo caso dopo il movimento della testa della racchetta da sinistra a destra che si fa con la flessione del polso e che porta all'impatto con la palla) sia nei servizi flat (in questo caso non c'è il movimento della testa della racchetta da sinistra a destra). In sostanza abbiamo la racchetta che si trova a 90 gradi rispetto all'avambraccio poco prima di impattare la palla (posizione a martello) ed il polso effettuerà una flessione (in inglese si dice snap, che sta per srotolare) tale per cui la racchetta si trova quasi in linea con l'avambraccio all'impatto con la palla. Dopo l'impatto la pronazione riporterà l'angolo tra racchetta ed avambraccio a 90 gradi.

Il secondo punto di riferimento è il calcio all'indietro con la gamba destra. Dopo l'impatto con la palla il corpo si sbilancia in avanti. Un elemento importante per fare da ancora all'intero movimento del giocatore è la gamba destra che da una sorta di calcio all'indietro. Questo permette un più veloce recupero della posizione.

Il terzo punto di riferimento è la posizione del braccio sinistro. Oggi la maggior parte dei giocatori, durante il ribaltamento delle spalle, porta il braccio che lancia piegato vicino al corpo. Questo serve per creare meno ostacoli nel movimento del corpo e favorire l'equilibrio.

Il quarto punto di riferimento riguarda la posizione finale della testa della racchetta che deve finire a sinistra del corpo. A volte capita di vedere qualche servizio (si parla di giocatori ATP) con il finale a destra ma si parla di estremizzazioni per altro pericolose da un punto di vista articolare.

Il quinto punto di riferimento è che bisogna sempre cadere col piede opposto al braccio racchetta dentro il campo. Naturalmente, quanto si entra dentro il campo è conseguenza del tipo di servizio e del lancio di palla (si parla di circa 80 cm per gli uomini e 60 cm per le donne).

AntonelloRoma
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 21
Età : 50
Località : Roma
Data d'iscrizione : 10.12.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: PenZo I.T.R. 3.5 ..è possibile penZare qui?
Racchetta: Dunlop Hot Melt 200G (95sq.in. 18x20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da AntonelloRoma il Lun 27 Dic 2010 - 0:34

Perdonami e perdonatemi, giustamente Alessandra, la moglie "monella", mi ha fatto riflettere e in effetti forse ho approcciato in modo troppo "entusiastico" con il forum, non sottolineando magari quelle difficoltà che incontriamo ogni volta in campo, ma generalizzando le questioni in modo si tecnico e valido, ma indubbiamente troppo dispersivo,...così fosse non esisterebbero i maestri....

@Veterano ha scritto:.....e comunque per tanto che tu sia bravo come maestro e' una situazione difficilissima da spiegare per iscritto..............
.....giusto! Wink
Chiedo venia ragazzi. Smile

AntonelloRoma
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 21
Età : 50
Località : Roma
Data d'iscrizione : 10.12.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: PenZo I.T.R. 3.5 ..è possibile penZare qui?
Racchetta: Dunlop Hot Melt 200G (95sq.in. 18x20)

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Veterano il Lun 27 Dic 2010 - 0:50

In linea di massima la spiegazione tecnica e buona,pero non sono d'accordo sul lancio palla a ore 2.In genere il riferimento che si da e a ore 12,poi comunque puo' variare dipendendo dalla posizione dei piedi,e anche dalla personalizzazione del lancio.Non vedo bene a ore due perche' se non lanci la palla bene in avanti non riesci a distendere bene il braccio in posizione di impatto palla e rischi di colpire sempre arretrato e non riuscire a girare sufficentemente il busto per giocare la palla all angolo esterno specialmente quando si serve dal lato destro,e poi comunque esistono variazioni dipendendo dalla posizione dei piedi se con la punta del piede guardi di piu la rete o sei piu parallelo alla linea di fondo,pero come dicevo in linea di massima va bene.il problema nasce proprio dal lancio palla in base alla posizione dei piedi che e' una posizione che devi trovare tu,c'e una posizione standard pero' e modificabile e personalizzabile,il problema e' che non vedentoti non riesci a capire da solo se in base alla posizione che adotti il lancio palla vada bene,e non parlo solo di altezza ma di direzione e se' piu avanti o meno..............comunque meglio che niente..........

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: il servizio

Messaggio Da Veterano il Lun 27 Dic 2010 - 1:25

http://www.youtube.com/watch?v=qe4MomUhq5k&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=OIjfJrfIWnI&feature=related
http://www.youtube.com/watch?v=91IxRV4RDt8
http://www.youtube.com/watch?v=ShF5LVCi7zI
Se vedi i video ti renderai conto che colpiscono la palla a ore 12

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum