Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi
Ultimi argomenti
Wilson ClashOggi alle 19:15drichichi
PURE DRIVE VSOggi alle 9:36nw-t
Project One7Oggi alle 9:22Iron
Roger FedererOggi alle 1:04framan


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
rey20
rey20
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 217
Età : 33
Località : roma
Data d'iscrizione : 31.07.17

arrotini, istruzioni per domarli

il Sab 2 Mar 2019 - 18:23
Promemoria primo messaggio :

in un torneo di 4 cat mi è capitato un arrotino che mi mandava la palla profonda arrotata e parecchio in diagonale, tralasciando che sono poco allenato con chi spinna così tanto, nel senso che mi capitano avversari che spinnano, ma non con questo mix di profondità/rotazioni/diagonale mettendomi subito sotto pressione e obbligandomi solo a difendere, di impostare un mio gioco non c'era proprio verso, vista la superiorità dell'avversario, allora mi chiedo c'è una qualche racchetta/corda adatta contro questo tipo di avversari? come si neutralizza con la tecnica/tattica un gioco simile?

Ospite
Ospite

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 12:11
Personalmente non condivido questo senso unico giudiziario o, se si preferisce, due pesi, due misure e io così lo interpreto, ma accetto precisazioni eventuali che mi possano far cambiare idea scratch .
Nessuna esperienza pregressa, a mio modo di vedere, tanto meno itinerante, autorizzano sgarberie  nell'esprimere le proprie convinzioni, tanto meno su temi che di assolutismo hanno molto poco e Taglia, spesso, è scivolato su questo terreno per primo e senza stimolo alcuno, diciamo di sua sponte ... 
Come già detto, il sarcasmo e l'ironia, tanto meno il facile cameratismo, possono giustificarsi da una qualche apparente presunzione di autorevolezza che in questo forum di anonime presenze lascia il tempo che  trova e non mi sembra il tuo intervento, KK,  si sia mai operato a calmierare certe uscita, anzi ... 
L'high management di PT,  Laughing, non mi sembra si sia dotato di un moderatore tecnico ufficiale, l'unico che potrebbe, semmai, governare certe diatribe tra forumisti, tra l'altro non saprei a che pro ... e forse per questo che non c'è, figuriamoci se un qualsiasi forumista per un suo ventilato passato non meglio definito possa assumere altezzosi e ironici atteggiamenti senza che l'interessato di turno non si senta in diritto di farsi giustizia da solo, considerato che la moderazione appare in alcuni casi, quantomeno, distratta ...
No, non comprendo questo trand KK, desidero essere sincero nel sottolineare che fatico a interpretare la policy che PT voglia perseguire con queste iniziative, sempre che ci sia una policy comune ... la partecipazione e il libero scambio di opinioni dovrebbe essere il plus valore di un forum, mentre si intravvede sempre una ricerca all'autoreferenzialità ...  cui prodest scratch?
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4527
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 12:58
Purtroppo in qualsiasi "ambiente" reale o virtuale ci sono persone che, giustamente, la pensano in maniera diversa, ma alcune (direi sempre troppe) manifestano questa diversità con modalità quantomeno "strane". Esiste un solo modo per mantenere la serenità: evitare di interagirci. Se lo fai lo fai a tuo rischio e pericolo, a qualsiasi livello di approccio e confidenza. Tutto il resto sono buoni propositi, rimedi inutili, mancanze di autocritica e via dicendo...
Alessandro
Alessandro
Amministratore
Amministratore
Numero di messaggi : 4365
Età : 41
Località : Acireale (CT)
Data d'iscrizione : 17.11.08

Profilo giocatore
Località: Acireale (CT)
Livello:
Racchetta: Wilson Pro Staff 97
https://www.passionetennis.com

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 14:00
@VANDERGRAF ha scritto:Purtroppo in qualsiasi "ambiente" reale o virtuale ci sono persone che, giustamente, la pensano in maniera diversa, ma alcune (direi sempre troppe) manifestano questa diversità con modalità quantomeno "strane". Esiste un solo modo per mantenere la serenità: evitare di interagirci. Se lo fai lo fai a tuo rischio e pericolo, a qualsiasi livello di approccio e confidenza. Tutto il resto sono buoni propositi, rimedi inutili, mancanze di autocritica e via dicendo...

Se poi proprio ci si vuole interagire (magari si hanno le proprie ragioni per farlo), basta proseguire in privato e senza ammorbare gli altri utenti con scontri verbali online ed alla mercè (si scrive così?) di tutti.
Basta rispettare gli altri così come si desidera essere rispettati dagli altri 

_____________________________________________________________
avatar
Riki66
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 771
Data d'iscrizione : 12.06.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 14:23
Dagoberto ha scritto:Personalmente non condivido questo senso unico giudiziario o, se si preferisce, due pesi, due misure e io così lo interpreto, ma accetto precisazioni eventuali che mi possano far cambiare idea scratch .
Ho letto il topic dall' inizio
Ho trovato una risposta interessante e condivisibile di taglia ed un insulto gratuito di framan
Mi sono perso qualcosa? Quindi non parlerei di due pesi e due misure ma di dar spazio a chi ci porta la propria esperienza (reale) gratis e senza offendere
taglia1964
taglia1964
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 273
Data d'iscrizione : 14.06.18

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: ITR 5.5
Racchetta: WILSON BLADE 98 CV - 16 X 19

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 14:37
Vorrei chiarire un paio di punti:

mai mi capita di insultare chicchessia e di scrivere "piantala di scrivere idiozie". Dico la mia e non importa quanto sorretta da passati fasti. 

mai mi capita di consigliare ad un 4° bassa di giocare meglio del suo avversario o di cambiare drasticamente il gioco di gambe (footwork come è ormai di moda dire). Anche io ho 55 anni e se mi sentissi dire che devo giocare sempre facendo split step e gioco di gambe da ventenne mi verrebbe quantomeno da sorridere.

Non irrido chi si manifesta come debole, mentre mi permetto di confutare con gli argomenti chi vomita parallelismi da garzanti facendo credere che il tennis sia uno sport dove la strategia viene elaborata mentre si gioca. Chi ha giocato o gioca ad un livello di 3° alto sa che nel tennis il tempo per pensare è ai cambi di campo e nelle pause di gioco e che la strategia o gioco uno deve averla bene in mente prima di iniziare lo scambio… Poi quando la palla è in gioco i pensieri devono volare via, non si prendono decisioni, tutto deve essere automatico. Ecco, abituarsi ad elaborare una strategia o una decisione di gioco prima dell'inizio dello scambio aiuta a liberare la mente durante il gioco. 

Tornando all'arrotino vi chiedo: è da scienziati consigliare di giocare più top, più profondo e con diagonali più strette del tuo avversario? Quando negli incontri a squadre mi trovo a fare coaching ad un mio giocatore e lo vedo in particolare difficoltà perché ha di fronte uno più bravo di lui non posso dirgli di giocare meglio, di tirare più forte e di chiudere prima il punto del suo avversario. Sarebbe bello che lo facesse ma non è possibile perché il più forte è l'altro. E allora i miei consigli vanno nella direzione del togliere l'avversario dalla sua "confort zone", nel togliere peso alla palla, nel togliere ritmo allo scambio, nel generare discontinuità sia in termini di rotazioni che di peso di palla. poi si vince e si perde, si è più forti o più deboli e questo, davvero, non cambia l'amore che si ha per questo sport che è fatto solo per uomini coraggiosi che sanno accettare le loro debolezze.

Io dietro la tastiera sono esattamente quello che sono in campo dove anche in torneo se ho un dubbio la palla la do sempre buona al mio avversario.
Il tennis è un gioco di supremazia, e la supremazia è una conseguenza del gioco. nulla di più e nulla di meno.
taglia1964
taglia1964
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 273
Data d'iscrizione : 14.06.18

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: ITR 5.5
Racchetta: WILSON BLADE 98 CV - 16 X 19

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 14:43
Ringrazio @Riky66 per aver letto tutto ed essere giunto a tale conclusione perché cominciavo ad avere il dubbio di avere provocato/insultato anche io
drichichi
drichichi
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 681
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Phantom Pro 100P;

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 15:23
È proprio vero che altri forum sono pieni di VILLANI con la testa per aria e pure vuota... E non torno in certi postacci.
Anonymous
Ospite
Ospite

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 15:43
Si vuole dare una traduzione buonista o miope (effetto alterazione ...) dei fatti? Si può fare, non è neanche complicato e non sono certo io a incapricciarmi per confutare ciò, le cose importanti sono altre ..., ma un po' di onestà intellettuale non guasterebbe, vero Riki ..., o dobbiamo armarci ci copia ed incolla a raffica dei tanti tentativi discriminatori dell'ultimo periodo verso l'utente Framan che ha visto, guarda caso, anche il brillante contributo proprio di Taglia? Come poter pensare che l'interessato rimanga così indifferente e non caschi nel tranello della continua provocazione e perchè ritenere giusto che cià debba considerarsi tollerabile se alimentato da chi proponga suggerimenti utili alla crescita tecnica di questo sport e chi, poi, certificherebbe la bontà di tali suggerimenti? KK, o qualche altro forumista che si elegge autonomamente sufficientemente autoreferenziale per farlo? Bene, allora che tutti mettano al pubblico giudizio il proprio comprovabile CV sportivo prima di esprimere pareri e poi, probabilmente, questo forum, come altri, perirebbe per mancanza di fonti sufficientemente autorevoli ... suvvia, rientriamo nei nostri corpi, caliamoci un po' tutti nella realtà ed evitiamo di sorregere architetture puramente virtuali Rolling Eyes .
Io, neanche da un maestro vero, in carne e ossa, mi farei ridicolizzare, ma neanche sminuire, per quale motivo dovrei accettare che accada per mezzo di uno sconosciuto che dice di essere stato ... con nick name di fantasia, ma stiamo scherzando?
Lo so, un po' ho letto e, forse, qualche cosa credo di aver compreso rispetto ai passati di alcuni utenti seriali da forum e l'utente Framan, ma onestamente non mi interessa più di tanto venire al dunque; sono questioni passate, io non c'ero e se c'ero ero distratto e, in fondo, il punto è un'altro. Qui si scrivono delle cose, piaciono, bene, non piaciono, basta girare pagina o, magari anche obiettare, ma non passare al ludico gioco della presa in giro pregiudiziale, perchè nessuno può sentirsi sufficiente autorevole per farlo, in particolare in un contesto anonimo; è necessario che chiarisca perchè ... Se, poi, quanlcuno desidera continuare a cavalcare questi equivoci perchè trova più divertente, edificante, alimentare le proprie aree di comfort, le proprie rassicuranti alleanze di comodo, anzichè alimentare un sano e rispettoso confronto dal quale, magari, con un po' di raziocinio e sana analisi si possa acquisire qualche sana consapevolezza che faccia, si, crescere e migliorarsi ... bene, me ne farò una ragione scratch , ma auspico, vivamente, che, piano, piano, diventi prassi sempre meno seguita dai più e, soprattutto, non sostenuto da chi dovrebbe, invece, boicottarla .
drichichi
drichichi
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 681
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Phantom Pro 100P;

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 16:22
Dagoberto ha scritto:Si vuole dare una traduzione buonista o miope (effetto alterazione ...) dei fatti? Si può fare, non è neanche complicato e non sono certo io a incapricciarmi per confutare ciò, le cose importanti sono altre ..., ma un po' di onestà intellettuale non guasterebbe, vero Riki ..., o dobbiamo armarci ci copia ed incolla a raffica dei tanti tentativi discriminatori dell'ultimo periodo verso l'utente Framan che ha visto, guarda caso, anche il brillante contributo proprio di Taglia? Come poter pensare che l'interessato rimanga così indifferente e non caschi nel tranello della continua provocazione e perchè ritenere giusto che cià debba considerarsi tollerabile se alimentato da chi proponga suggerimenti utili alla crescita tecnica di questo sport e chi, poi, certificherebbe la bontà di tali suggerimenti? KK, o qualche altro forumista che si elegge autonomamente sufficientemente autoreferenziale per farlo? Bene, allora che tutti mettano al pubblico giudizio il proprio comprovabile CV sportivo prima di esprimere pareri e poi, probabilmente, questo forum, come altri, perirebbe per mancanza di fonti sufficientemente autorevoli ... suvvia, rientriamo nei nostri corpi, caliamoci un po' tutti nella realtà ed evitiamo di sorregere architetture puramente virtuali Rolling Eyes .
Io, neanche da un maestro vero, in carne e ossa, mi farei ridicolizzare, ma neanche sminuire, per quale motivo dovrei accettare che accada per mezzo di uno sconosciuto che dice di essere stato ... con nick name di fantasia, ma stiamo scherzando?
Lo so, un po' ho letto e, forse, qualche cosa credo di aver compreso rispetto ai passati di alcuni utenti seriali da forum e l'utente Framan, ma onestamente non mi interessa più di tanto venire al dunque; sono questioni passate, io non c'ero e se c'ero ero distratto e, in fondo, il punto è un'altro. Qui si scrivono delle cose, piaciono, bene, non piaciono, basta girare pagina o, magari anche obiettare, ma non passare al ludico gioco della presa in giro pregiudiziale, perchè nessuno può sentirsi sufficiente autorevole per farlo, in particolare in un contesto anonimo; è necessario che chiarisca perchè ... Se, poi, quanlcuno desidera continuare a cavalcare questi equivoci perchè trova più divertente, edificante, alimentare le proprie aree di comfort, le proprie rassicuranti alleanze di comodo, anzichè alimentare un sano e rispettoso confronto dal quale, magari, con un po' di raziocinio e sana analisi si possa acquisire qualche sana consapevolezza che faccia, si, crescere e migliorarsi ... bene, me ne farò una ragione scratch , ma auspico, vivamente, che, piano, piano, diventi prassi sempre meno seguita dai più e, soprattutto, non sostenuto da chi dovrebbe, invece, boicottarla .
Aggiungerei facendo ping-pong con altri forum per ridicolizzare utenti. Tutti esperti e leoni da dietro una tastiera.
taglia1964
taglia1964
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 273
Data d'iscrizione : 14.06.18

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: ITR 5.5
Racchetta: WILSON BLADE 98 CV - 16 X 19

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 17:01
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
Mi chiamo Luca Classe 1964.
Vivo a Milano.
ho imparato a giocare a 8 anni frequentando la SAT del CONI in via mecenate con il Maestro Bertuccelli che ho seguito poi al TC Ambrosiano di Milano dove ho proseguito la SAT fino a coccodrillo (principiante, racchetta, cerbiatto, cerbiatto scelto, canguro e coccodrillo). Per passare all'agonistica i costi cambiavano radicalmente ed anche l'impegno, per cui ho lasciato l'ambrosiano e trasferendomi al TC dei Cigni di Cologno Monzese ed allenandomi con l'oggi l'ex B1 Ugo Colombini  (credo ex manager di Murray). 

Ho iniziato ad insegnare a 15 anni al TC Triante di Monza con il maestro Lirici da cui dopo due anni mi trasferii allo SC Milano2 alla corte del Maestro Auditore (RIP) per via della vicinanza con la mia scuola.  

la mia miglior classifica è stata C2 negli anni 80, subito prima del servizio militare (AM 1984/85). Rientrato dal servizio di leva ho continuato ad insegnare allo SC Mi2 fino al 1988. 

Causa lavoro e vita ho interrotto la mia attività tennistica nel 1995, decidendo di riprendere a pallettare un po' lo scorso anno e tesserandomi per il CUS Milano. Rientrando come 4.NC a Marzo 2018 e con un peso di 93 kg x 180cm, ho oggi una classifica di 4.3 e 180 punti. Il peso odierno è 84 kg. 

Riesco ad allenarmi due ore a settimana ed il mio personale obiettivo è di raggiungere una classifica di 3.4-3.3  entro la fine del 2020 per poter giocare tornei di 3° senza massacrarmi di turni preliminari. 

Quando gioco i rodei sono costretto a fare 3 partite di sabato ed alla domenica arrivo in condizioni pietose, completamente bloccato. 

In passato ho dovuto affrontare 2 ernie (non operate ma guarite spontaneamente causa inefficienza dei tempi ASL) e qualche condralgia alle ginocchia dovuta a sovrappeso e gioco del calcio che pratico 1 volta a settimana.

Ebbene si, a differenza di quelli che vivono ovunque, che non hanno un'età e neppure un sesso, io esisto e sono vero.
Anonymous
Ospite
Ospite

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 17:55
Ottimo, almeno adesso si sapra da chi dover essere ridicolizzati ... avanti il prossimo ... 
http://www.passionetennis.com/t55245-praticare-e-formare-nessi-e-distinguo-e-ruolo-del-web
drichichi
drichichi
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 681
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Phantom Pro 100P;

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 18:03
Dagoberto ha scritto:Ottimo, almeno adesso si sapra da chi dover essere ridicolizzati ... avanti il prossimo ... 
http://www.passionetennis.com/t55245-praticare-e-formare-nessi-e-distinguo-e-ruolo-del-web
@Dagoberto Ignorali. @Alessandro conosce il significato del detto: "sunnu nuddu mbiscatu cu nenti".
Stiamo pure perdendo tempo a parlare di questi soggetti.
Trick
Trick
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 150
Età : 55
Località : Provincia di Modena
Data d'iscrizione : 15.03.10

Profilo giocatore
Località: Provincia di Modena
Livello: Ludico
Racchetta: Prince Textreme Tour 100 T , Pro Kennex Ki 5 300 gr. Mod. 2018

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 18:55
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
mi sa che da "arrotini, istruzioni per domarli", dovremmo passare a: "leoni da tastiera, istruzioni per domarli". Ma discutere senza provocazioni e senza offese non si può proprio? Sad
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13332
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 19:07
Dago, io mi son rotto di prendere insulti in pubblico e in privato.
Sono stufo di dover sempre giustificare la maleducazione e l'arroganza altrui.
pertanto, se non ti sta bene quello che scrivo tecnicamente ...fai quello che ti pare. Appena abbiamo parlato di volée o di back hai rifiutato il confronto per giustificare il tuo gesto atletico e il tuo approccio al gioco. Amen.
Sono stufo di leggere analisi tecniche "di alto livello" da chi non ci capisce una beota e che, visto giocare fa paura e visto "insegnare" è pure peggio. Mi spiace ma non mi va di legittimare i fanfaroni. Siamo arrivati addirittura a negare le leggi elementari della Fisica. 
Visto che di farmi prendere in giro non ne ho voglia, io ho provato a sottolineare gli errori altrui: ne ho ricevuto insulti... rispondo bannando.
Non ti sta bene il mio stile? Come vedi mi tengo lontano. Io, da te. Dopo di che, fai quello che vuoi, apri un forum tu, criticami, insultami: non me ne frega nulla perché "il mio tennis", ovvero la mia personalissima e intima proiezione ideale di "Tennis" è un mio tesoro di emozioni, delusioni, gioie, pianti infiniti. Se la mia esperienza umana non ti interessa e la denigri: AMEN!
Circa il banning a Framan è pure il minimo. Non sei d'accordo? rivolgiti ad Alessandro: questo forum non è mio. A me hanno dato il compito di gestire quest'area e io lo faccio al meglio delle mie capacità. Sbaglio? Sicuramente!
Sbaglio a bannare Framan (io in 10 anni ho bannato solo due persone)? Ti rispondo democraticamente: "Non mi interessa cosa ne pensi, mi ha dato un piacere orgasmico". Ovviamente non è vero...ma a te fa piacere pensarlo.
Notte!
drichichi
drichichi
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 681
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Phantom Pro 100P;

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 19:14
@kingkongy ha scritto:Notte!
Veramente è ancora giorno  Suspect
Anonymous
Ospite
Ospite

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 20:41
@Trick ha scritto:mi sa che da "arrotini, istruzioni per domarli", dovremmo passare a: "leoni da tastiera, istruzioni per domarli". Ma discutere senza provocazioni e senza offese non si può proprio? Sad
pare sia, effettivamente, molto difficile ... probabilmente più facile tentare di insegnare come gestire e domare il top spin Sad
Anonymous
Ospite
Ospite

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 21:08
@kingkongy ha scritto:Dago, io mi son rotto di prendere insulti in pubblico e in privato.
Sono stufo di dover sempre giustificare la maleducazione e l'arroganza altrui.
pertanto, se non ti sta bene quello che scrivo tecnicamente ...fai quello che ti pare. Appena abbiamo parlato di volée o di back hai rifiutato il confronto per giustificare il tuo gesto atletico e il tuo approccio al gioco. Amen.
Sono stufo di leggere analisi tecniche "di alto livello" da chi non ci capisce una beota e che, visto giocare fa paura e visto "insegnare" è pure peggio. Mi spiace ma non mi va di legittimare i fanfaroni. Siamo arrivati addirittura a negare le leggi elementari della Fisica. 
Visto che di farmi prendere in giro non ne ho voglia, io ho provato a sottolineare gli errori altrui: ne ho ricevuto insulti... rispondo bannando.
Non ti sta bene il mio stile? Come vedi mi tengo lontano. Io, da te. Dopo di che, fai quello che vuoi, apri un forum tu, criticami, insultami: non me ne frega nulla perché "il mio tennis", ovvero la mia personalissima e intima proiezione ideale di "Tennis" è un mio tesoro di emozioni, delusioni, gioie, pianti infiniti. Se la mia esperienza umana non ti interessa e la denigri: AMEN!
Circa il banning a Framan è pure il minimo. Non sei d'accordo? rivolgiti ad Alessandro: questo forum non è mio. A me hanno dato il compito di gestire quest'area e io lo faccio al meglio delle mie capacità. Sbaglio? Sicuramente!
Sbaglio a bannare Framan (io in 10 anni ho bannato solo due persone)? Ti rispondo democraticamente: "Non mi interessa cosa ne pensi, mi ha dato un piacere orgasmico". Ovviamente non è vero...ma a te fa piacere pensarlo.
Notte!
Ho già parlato troppo ... cercherò, con estrema difficoltà, ad essere sintetico.
non hai fatto male a bannare un utente che ha usato offese verso altri,  ma non condivido il fatto che hai lasciato fare ad altri l'esercizio di abbondanti esternazioni di disistima, per essere diplomatico, (qui e in altri luoghi anche da te frequentati ...) verso lo stesso utente, poi bannato, quando sclerato ... un moderatore deve moderare, a meno di evoluzione della linguia italiana ... tu non solo non l'hai fatto, ma hai censurato infine chi stremato da attacchi incrociati Exclamation . Non molto elegante ... forse anche pretestuoso; Framan in sei mesi l'hai bannato 2 volte ... Non ti piace il verbo usato nella sua idea di tennis? Provare a dirglielo francamente, ma con esplicito rispetto, difficile, troppo rispettoso?
Il mio post sulle volèe ha avuto più di un migliaio di accessi e parecchie decine di interventi, non mi sembra mi sia preso a capelli con nessuno e la dialettica è stata vivace e serena fino all'arrivo tuo e di Taglia ... casualità? Non ho colto con gratitudine il tuo suggerimento di alzare la racchetta nell'apertura dello swing di rovescio e la cosa ti ha reso infelice ... mi spiace, ti chiedo scusa, ma sarò libero di decidera quale priorità dare alle mie carenze tecniche, visto che ho solo l'imbarazzo della scelta per cercare di risolverle e il tempo che dedico al tennis è 1 ora a settimana, o mi devo sentire brutto, sporco e cattivo perchè non ho dato seguito al suggerimento di un avatar di nome kingkongy che non so chi sia, dove sia, cosa sia e, soprattutto, cosa voglia?
Chiudo con una chiosa di saggezza; fai male a non interessarti del mio pensiero, potresti farne un migliore uso, ad maiora
drichichi
drichichi
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 681
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Phantom Pro 100P;

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 21:42
Reputazione del messaggio: 0% (1 voto)
Senza troppi fronzoli per contrastare un arrotino devi togliergli il ritmo, glielo devi spezzare, palle senza peso sulle quali non si può appoggiare, devi farlo arrabbiare, devi farlo uscire dalla sua confort zone. 
Un po' di tempo fa ho postato il metodo di Tiziano De Tommaso e mi avete riso dietro, io l'ho usato e mi ci alleno e funziona. Devi rafforzare il tuo gioco partendo dal tuo ritmo, devi essere tu ad imporre il tuo ritmo all'avversario, e non lo dico io, è quello che mi hanno insegnato.
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13332
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Mer 6 Mar 2019 - 23:48
Dago, ribadisco il concetto: tu non solo non capisci una beata di tennis (il che è tuo diritto), ma hai la smodata convinzione di giocarlo splendidamente (il che sarebbe tuo diritto esercitare tale fantasia...ma tu la intendi come "dovere").
Non accetti osservazioni da me per principio e non le hai accettate manco da Taglia che, stasera, ti ha spiegato che qualcosina più di te lo ha fatto su un campo di tennis. In particolare, in ambito didattico.
Però a te stanno bene le osservazioni assolutorie. Il che è tuo diritto ascoltarle ma è un dovere, per chi ama questo sport, stigmatizzarle.
Quella che tu chiami dialettica vivace è tale fino a quando nessuno ti dice che sbagli lo swing. Dal momento che tu questo non lo accetti....allora il dibattito diventa per te incivile. Perdonami, ma tu dai un significato più concreto all'aggettivo sostantivato "infantile".
Ora, qualora tu non lo abbia ancora capito, io non faccio di mestiere il moderatore di PassioneTennis, ovvero, faccio quel che posso quando posso e non ho nemmeno capito a cosa tu ti riferisca citando mie mancanze, pensieri, opere o omissioni.
Sicuramente hai ragione tu.
Sicuramente non me ne importa nulla della tua opinione perché viziata da un serie di pregiudizi che la rende - a me - irricevibile.
Et de hoc satis.
avatar
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4527
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Gio 7 Mar 2019 - 1:02
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
aggiungo alcune considerazioni, senza alcuna intenzione di scatenare ulteriori polemiche, ne sono state già fatte tante 
e mi ci metto in mezzo anche io che a volte non resisto a non dire la mia con estrema schiettezza. l'autorevolezza o 
l'esperienza, sia notevole che meno, è un dato parziale nel modo di affrontare un argomento. un mio caro amico deve 
sottoporsi urgentemente ad un intervento chirurgico importante, si è rivolto ad un luminare, dietro consiglio del medico
specialista che lo segue da anni; risultato: due visite per un totale di 500 euro in cui la seconda ha contraddetto la prima,
non è stato ancora stabilito un iter preciso nella tempistica e il paziente è stato pure trattato di m...  - questo per dire che 
nel corso della vita qualsiasi persona, anche quella più autorevole, può affrontare male un problema, perchè oltre alla 
competenza ci vuole anche il buon senso e l'umanità, due cose insieme che poche persone dimostrano sempre e 
a prescindere. prima del tennista o del maestro o di qualsiasi altra figura, viene sempre la persona; se la persona non ha 
il pieno controllo del suo tatto, del suo garbo, del rispetto verso gli altri, sarà comunque soggetta a disguidi e situazioni 
spiacevoli. e non basta che quella persona abbia pienamente ragione, nella sua testa o in quella di molti altri, per determinare
che sia stata perfetta e inattaccabile. perchè cambiano le modalità, le circostanze e gli stati d'animo, non siamo macchine 
programmate per comprendere sempre tutto senza reazioni negative. anche io penso che dago come molti altri di noi abbia 
una passione smisurata nel dialogare di cose spesso rischiose....terreni minati....approfondendo in modo eccessivo in rapporto 
alle abilità pratiche che abbiamo sul campo, ma da qui a dargli dello gnucco e a rendere noto uno spietato rapporto 
computerizzato del suo gioco senza chiedere la sua autorizzazione c'è una bella differenza. il punto non è se qui ci sono 
persone autorevoli in materia, sicuramente ci saranno, ma il modo in cui una qualsiasi persona si pone nei confronti di un'
altra, proprio nel momento in cui ci si trova in disaccordo totale. tornando al medico di cui sopra....voi preferireste farvi 
operare da quel luminare che vi ha trattato di merda oppure da un altro medico meno quotato che però vi tratta bene e vi 
trasmette fiducia e affidabilità ? tutto qua. se nessuno ragiona mai su queste cose staremo sempre qui a fare l'imitazione della tv 
spazzatura, continueremo a controsuonare il clacson a chi ci ha suonato perchè non abbiamo messo una freccia di svolta in 
strada invece di chiedere scusa, mancheremo puntualmente di ringraziare qualcuno per un aiuto o una cortesia, avremo più 
tempo per un social network che per approfondire i problemi di un amico, chiederemo scusa ad un tizio citofonando a caio e 
dicendo che se vede tizio gli può riferire le nostre scuse, invece di citofonare direttamente a tizio e via dicendo. 
esagerato ? non penso proprio.......basta guardare meglio la realtà di tutti i giorni e troveremo tante cose simili a queste
appena descritte....
Lucamex96
Lucamex96
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 45
Data d'iscrizione : 22.07.18

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Gio 7 Mar 2019 - 1:10
Letto tutto il topic, devo dire che inizialmente era anche interessante un possibile confronto tra framan e Taglia, poi framan ha insultato in modo gratuito, non so se sia giusto il ban, ma almeno delle scuse mi sembrerebbero d'obbligo
Anonymous
Ospite
Ospite

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Gio 7 Mar 2019 - 1:14
KK, continui a stuzzicarmi ... ma non avevi detto che ti tenevi alla larga?

... tu non solo non capisci una beata di tennis ...
... hai la smodata convinzione di giocarlo splendidamente ...
... tu dai un significato più concreto all'aggettivo sostantivato "infantile" ...

scratch in un post di poche righe sei riuscito a dedicare così tanti omaggi alla mia persona, sempre all'insegna della moderazione ... e insisti ...


Non accetti osservazioni da me per principio e non le hai accettate manco da Taglia che, stasera, ti ha spiegato che qualcosina più di te lo ha fatto su un campo di tennis. In particolare, in ambito didattico.

scratch dovrei accogliere suggerimenti da coloro che dimostrano ampliamente di non stimarmi, per fortuna non sono solo al mondo ... e, tranquillo, è sentimento che contracambio senza fatica ... sulla possibilità di cogliere pillole di saggezza da chi ha praticato a livello intensivo ho dedicato un recente Post che ha totalizzato quasi un migliaio di visite, magari dagli una letta anche tu e comprenderai perche delle esperienze di Taglia non so cosa farmene se ne fa l'uso che ha dato ampiamente dimostrazione in questi pochi mesi di frequentazione del forum ...


Però a te stanno bene le osservazioni assolutorie.

scratch aridanghete con i pregiudizi ... questa è una tua conclusione ... non sai quanto ho imparato da questo forum e non certo grazie ai tuoi suggerimenti ...



Quella che tu chiami dialettica vivace è tale fino a quando nessuno ti dice che sbagli lo swing. Dal momento che tu questo non lo accetti....allora il dibattito diventa per te incivile.

scratch o non leggi, o fingi di non aver letto, non credo non mi sia spiegato e dubito tu abbia bisogno dei sottotitoli, quindi ... mi ripeterò, sono pienamente consapevole che lo swing del mio rovescio non segua i canoni più ortodossi, l'ho assimilato ai tempi di Mc Enroe, quando anche per il diritto spostai l'apertura in linea con il braccio; sai comè, ero una dei pochi rincoglioniti adolescenti che correvano dietro l'americano scimmiottando tutto quello che faceva. Il diritto l'ho corretto una decina di anni fa o poco più, ci ho messo più di un anno, ma anche tu hai detto che sono gnucco ... il rovescio non mi crea particolari problemi di efficacia (per quello che sono le mie aspettative)  e visto l'esperienza ... ora, come, ora, vorrei, avessi tempo, concentrarmi su altro ... (fosse solo l'apertura del rovescio che non segue l'ortodossia più raffinata; ma davvero tu pensi che io in 40 anni e più di tennis non sia mai stato visto da un maestro, intendo uno in carne e ossa?). Chissà se il tuo ego, ora, sarà più sollevato a sapere che non era la tua dritta ad essere fuori standard ...


Ora, qualora tu non lo abbia ancora capito, io non faccio di mestiere il moderatore di PassioneTennis, ovvero, faccio quel che posso quando posso

scratch però il tempo per bannare ben 2 volte in sei mesi lo stesso utente l'hai trovato ...
drichichi
drichichi
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 681
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Phantom Pro 100P;

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Gio 7 Mar 2019 - 1:15
@Lucamex96 ha scritto:Letto tutto il topic, devo dire che inizialmente era anche interessante un possibile confronto tra framan e Taglia, poi framan ha insultato in modo gratuito, non so se sia giusto il ban, ma almeno delle scuse mi sembrerebbero d'obbligo
Il problema è che può essere vecchia ruggine o c'è dell'altro che non sappiamo. Se li conosci li eviti o li ignori.
Anonymous
Ospite
Ospite

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Gio 7 Mar 2019 - 1:19
@VANDERGRAF ha scritto:aggiungo alcune considerazioni, senza alcuna intenzione di scatenare ulteriori polemiche, ne sono state già fatte tante 
e mi ci metto in mezzo anche io che a volte non resisto a non dire la mia con estrema schiettezza. l'autorevolezza o 
l'esperienza, sia notevole che meno, è un dato parziale nel modo di affrontare un argomento. un mio caro amico deve 
sottoporsi urgentemente ad un intervento chirurgico importante, si è rivolto ad un luminare, dietro consiglio del medico
specialista che lo segue da anni; risultato: due visite per un totale di 500 euro in cui la seconda ha contraddetto la prima,
non è stato ancora stabilito un iter preciso nella tempistica e il paziente è stato pure trattato di m...  - questo per dire che 
nel corso della vita qualsiasi persona, anche quella più autorevole, può affrontare male un problema, perchè oltre alla 
competenza ci vuole anche il buon senso e l'umanità, due cose insieme che poche persone dimostrano sempre e 
a prescindere. prima del tennista o del maestro o di qualsiasi altra figura, viene sempre la persona; se la persona non ha 
il pieno controllo del suo tatto, del suo garbo, del rispetto verso gli altri, sarà comunque soggetta a disguidi e situazioni 
spiacevoli. e non basta che quella persona abbia pienamente ragione, nella sua testa o in quella di molti altri, per determinare
che sia stata perfetta e inattaccabile. perchè cambiano le modalità, le circostanze e gli stati d'animo, non siamo macchine 
programmate per comprendere sempre tutto senza reazioni negative. anche io penso che dago come molti altri di noi abbia 
una passione smisurata nel dialogare di cose spesso rischiose....terreni minati....approfondendo in modo eccessivo in rapporto 
alle abilità pratiche che abbiamo sul campo, ma da qui a dargli dello gnucco e a rendere noto uno spietato rapporto 
computerizzato del suo gioco senza chiedere la sua autorizzazione c'è una bella differenza. il punto non è se qui ci sono 
persone autorevoli in materia, sicuramente ci saranno, ma il modo in cui una qualsiasi persona si pone nei confronti di un'
altra, proprio nel momento in cui ci si trova in disaccordo totale. tornando al medico di cui sopra....voi preferireste farvi 
operare da quel luminare che vi ha trattato di merda oppure da un altro medico meno quotato che però vi tratta bene e vi 
trasmette fiducia e affidabilità ? tutto qua. se nessuno ragiona mai su queste cose staremo sempre qui a fare l'imitazione della tv 
spazzatura, continueremo a controsuonare il clacson a chi ci ha suonato perchè non abbiamo messo una freccia di svolta in 
strada invece di chiedere scusa, mancheremo puntualmente di ringraziare qualcuno per un aiuto o una cortesia, avremo più 
tempo per un social network che per approfondire i problemi di un amico, chiederemo scusa ad un tizio citofonando a caio e 
dicendo che se vede tizio gli può riferire le nostre scuse, invece di citofonare direttamente a tizio e via dicendo. 
esagerato ? non penso proprio.......basta guardare meglio la realtà di tutti i giorni e troveremo tante cose simili a queste
appena descritte....
orca, mi hai anticiapto con un bel intervento e non perchè mi hai anche carinamente omaggiato, ma perchè concordo in toto cheers
drichichi
drichichi
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 681
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Phantom Pro 100P;

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Gio 7 Mar 2019 - 1:21
"Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura ché la diritta via (del tread) era smarrita"
drichichi
drichichi
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 681
Età : 51
Data d'iscrizione : 02.01.19

Profilo giocatore
Località: Ovunquemente
Livello: 4.5 fit
Racchetta: Mantis Custom 98; Prince Phantom Pro 100P;

Re: arrotini, istruzioni per domarli

il Gio 7 Mar 2019 - 1:24
«Fama di loro il mondo esser non lassa; misericordia e giustizia li sdegna: non ragioniam di lor, ma guarda e passa.»


Ultima modifica di drichichi@alice.it il Gio 7 Mar 2019 - 1:25, modificato 1 volta
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum