Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
avatar
marco1966
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 04.04.18

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Corde da Tennis ?

il Ven 21 Set 2018 - 11:15
[size=31]La corda da tennis è roba interessante[/size]



La corda da tennis è roba interessante. L’elenco che segue lo dimostra. La lista è creata in nessun ordine particolare.

Lo scopo di questa lista è semplicemente quello di elencare conclusioni senza alcuna spiegazione, giustificazione o contesto.


[size=48]La Lista[/size]

1. La stessa corda alla stessa tensione in racchette diverse incordate con metodi diversi su macchine diverse in condizioni diverse perderà diverse quantità di tensione. La stessa corda, incordata alla stessa tensione, si comporta in modo diverso in ciascun caso.

2. C’è una differenza tra il cercare di raggiungere la stessa tensione in ogni corda verso l’ottenere la stessa rigidità in ogni corda.

3. Due corde identiche della stessa lunghezza tirate alla stessa tensione non sono necessariamente la stessa cosa. Se una è tirata più a lungo, sarà più rigida. Se è più rigida, si allungherà meno all’impatto con la palla e la palla stessa rimarrà meno a contatto con la corda, anche se è la stessa corda alla stessa tensione.

4. Se si tira una corda per sempre con forza costante, la corda si estenderà per sempre.

5-11. Quanto una corda si estenderà ad una certa tensione dipende da quanto velocemente la si tira.

·[size=9]                   Le macchine incordatrici fanno allungare la corda di meno di 500mm/min.[/size]

·[size=9]                   L’allungamento della corda durante l’impatto palla è circa 40.000 mm / min.[/size]

·[size=9]                   Incordando più lentamente, la corda si allungherà di più, avendo come risultante una corda più rigida.[/size]

·[size=9]                   Incordando più velocemente, la corda si allungherà di meno, avendo come risultante una corda più morbida.[/size]

·[size=9]                   Ritmi più lenti permettono più tempo per l’allungamento, con conseguente maggiore estensione.[/size]

·[size=9]                   Ritmi più veloci permettono meno tempo per l’allungamento, con conseguente minore estensione.[/size]

12. Corde bloccate o legate ad un lunghezza costante perdono tensione continuamente, ma in modo decrescente al tempo.

13. Il tasso di perdita tensione può essere rallentato (sebbene ciò non è necessariamente auspicabile) tenendo la corda ad una tensione desiderata per un tempo più lungo prima del serraggio con le pinze dell’incordatrice. Un pre-stretching prima dell’installazione rallenta la perdita di tensione.

14. La perdita di tensione inizia nell’istante stesso in cui si inizia a tirare.

15. La perdita di tensione è dovuta alla rottura dei legami molecolari tra molecole adiacenti a catena lunga che poi possono scivolare l’una accanto all’altra.

16. La corda perde tensione ad ogni secondo di tempo che passa e ad ogni impatto.

17. Il comportamento di una corda dipende dalla sua storia: pre-stretch, tempo di tensione prima del serraggio, tensione di riferimento, numero di impatti, temperatura.

18. L’impatto allunga la corda e fa sì che la tensione salga fino a una tensione di picco. L’aumento della tensione provoca più legami da rompere. Così ogni impatto abbassa la tensione. Il primo impatto fa perdere più tensione, ma questa diminuisce successivamente dopo.

19. Il picco di tensione arriva pochi millisecondi prima del picco di deflessione perché, a questo punto, il tasso di allungamento rallenta e la perdita di tensione avviene a un ritmo quasi veloce come il suo aumento.

20. Le corde, di per sé, perdono pochissima energia.

21. La forza all’impatto moltiplicata per il tempo la palla rimane sulle corde sarà lo stesso per tutte le corde per una data velocità all’impatto. Sulle corde morbide, la forza sarà inferiore e più lunga la durata. Per corde rigide la forza sarà maggiore, ma la durata minore.

22. La forza con cui la palla spinge sulle corde è la stessa con la quale le corde spingono sulla palla. Poiché la quantità di spinta moltiplicato per il tempo di spinta è lo stesso per tutte le corde, la velocità del rimbalzo è approssimativamente la stessa per tutte le corde.

23-29. Relazioni tra corde e compromessi:

·[size=9]                   Tensione e rigidità: a bassa tensione = piatto corde morbido; ad alta tensione = piatto corde rigido.[/size]

·[size=9]                   Tensione e tempo di permanenza sulle corde: bassa tensione = tempo maggiore di permanenza sulle corde; alta tensione = tempo minore di permanenza sulle corde.[/size]

·[size=9]                   Tempo di permanenza sulle corde e controllo: lunga durata = angolo di traiettoria maggiore e controllo superiore; breve durata = angolo di traiettoria minoree controllo inferiore.[/size]

·[size=9]                   Tempo di permanenza sulle corde e torsione: Tempo di permanenza maggiore= maggiore torsione; tempo di permanenza inferiore = minore torsione.[/size]

·[size=9]                   Tempo di permanenza sulle corde e vibrazioni: maggiore tempo di permanenza sulle corde = minore frequenza di vibrazione; minore tempo di permanenza sulle corde = maggiore frequenza di vibrazione[/size]

·[size=9]                   Tempo di permanenza sulle corde e shock: poco tempo = maggiore shock alla mano; meno tempo = minore shock alla mano.[/size]

30. Corde meno tese permettono un maggiore tempo di permanenza della palla sul piatto corde.

31. Corde allentate ingrandiscono lo sweetspot. Corde tese lo minimizzano. Un errore non è dovuto a più o meno potenza a causa della velocità della palla nel lasciare la racchetta. La velocità è la stessa, ma la traiettoria è differente. La tensione modifica la velocità della palla di meno dell’uno per cento.

32. La traiettoria di rimbalzo dipende anche dall’attrito della corda. Un piccolo cambiamento di aderenza della corda sulla palla può causare un grande cambiamento nella traiettoria.

33. Recenti studi hanno dimostrato che la percezione della tensione delle corde (e quindi la potenza) dipende principalmente dal suono di impatto. Durante un test eseguito negli U.S.A. due giocatori Satellite Pro, indossando tappi per le orecchie, non erano in grado di capire quale fra due racchette avesse le corde piu’ o meno tese, incordate con una differenza di 7 chili.

34. Misure di cose come la velocità della palla e la tensione sono spesso in contraddizione con le dichiarazioni dei giocatori. La questione diventa allora: “Perché i giocatori dicono quello che dicono? Che cosa è che si sentono? Qual è la relazione tra percezione e realtà?”

35. Potenza delle corde: Se si lascia cadere una sfera di acciaio sulle corde di racchette incordate a tensioni diverse, tutte fissate al pavimento, la palla rimbalzera’ sempre alla stessa altezza.

36. La rigidità è probabilmente la singola proprietà più importante e più facile da percepire di una corda. Essa determina la maggior parte del comportamento di una corda.

37. La rigidità viene definita come la variazione in tensione durante l’impatto diviso per la quantità di allungamento durante l’urto. Quindi, una corda che aumenta di 25 chili in tensione e si estende per 25 millimetri ha una rigidità di 100 chili per centimetro. Ciò significa che ci vogliono 100 chili di tensione per allungare la corda di 1 centimetro.

38. La rigidità dipende dalla lunghezza della corda. Se una corda fosse due volte più lunga, la rigidità sarebbe della metà perché la corda si allungherebbe il doppio.

39. La costruzione e la progettazione creano solo piccole differenze di rigidità. Il materiale con il quale la corda è costruita è la variabile più importante.

40. L’elasticità è relativa alla tensione di partenza. Una corda può essere staticamente e dinamicamente elastica fino ad una certa tensione, ma non dopo.

41. L’equazione per la rigidità durante un impatto è:

Rigidità = variazione di tensione ÷ variazione di lunghezza

42. L’aumento di tensione all’ impatto dipende dalla tensione iniziale, dalla velocità dello swing e dalla rigidità del materiale.

43. Ogni corda in una racchetta ha una lunghezza diversa e quindi una differente rigidità. La tensione in ogni corda aumenterà quindi ad una diversa quantità durante l’impatto.

44. Corde corte sono più rigide, perché c’è meno da allungare a parità di tensione.

45. La rigidità cambia in base a lunghezza iniziale e tensione.

46. Ogni corda in ciascuna metà di una racchetta è di diversa lunghezza, per cui ogni corda ha una rigidità diversa.

47. Quanto più una corda è costretta ad allungarsi durante l’incordatura o l’impatto con la palla, tanto più resiste all’allungamento diventando più rigida.

48. La tensione è solo un mezzo per raggiungere diversi gradi di rigidità in luoghi diversi. L’importo di deflessione del piatto corde in qualsiasi punto è un’indicazione di rigidità. Solitamente il piatto corde è più rigido verso l’esterno del telaio.

49. Il tirare corde di diversa lunghezza alla stessa tensione crea una rigidità variabile delle corde.

50. All’impatto, la corda è divisa in due segmenti su ciascun lato della palla. Se si colpisce al centro, l’allungamento e la tensione in ciascuna metà è lo stesso. Se il colpo non è nel mezzo, il lato più corto si estende meno, è più rigido e ha un aumento tensione alto rispetto al lato lungo. Questo è il motivo per cui le corde si rompono vicino al telaio su colpi fuori centro.

51. L’angolo più stretto di una corda in un colpo fuori centro spinge la palla in una direzione diversa rispetto ad un colpo nel bel mezzo delle corde.

52. Gli incordatori hanno la capacità di controllare l’ angolo di lancio di qualsiasi punto sulla racchetta.[/one_half][one_half_last]53. Allungandosi, una corda diventa più sottile.

54-57. Una corda si comporta in modo diverso quando:

·[size=9]                   Incordatura (allungamento lento): l’essere tirata con una lenta continua tensione.[/size]

·[size=9]                   Impatto (allungamento veloce): allungamento sotto una forza sempre crescente, diverse energie di impatto, tensioni differenti.[/size]

·[size=9]                   Esistente (senza allungamento): tensione in continua diminuzione in corde di lunghezza costante .[/size]

58. Una corda si allunga per sempre se tirata da una macchina per sempre. Bloccandola con le pinze, non è più sotto tensione costante. Ora subisce la perdita permanente di tensione costante.

59. La forza di una corda è proporzionale alla area della sezione trasversale (cioè, il calibro).

60. Costruzioni differenti hanno differenti rigidità, perché quelli con più parti (filamenti, avvolgimenti e anime) devono trasferire e condividere il carico con più parti. Ogni parte avrà una rigidità diversa rispetto alle altre parti grazie alla sua lunghezza differente, rettilineità, la tensione e orientamento di ciascuna delle altre parti.

61. La forza di impatto è distribuita dal centro del punto di impatto verso l’esterno. Ogni corda si deforma più o meno a seconda della forza applicata su quella corda e la sua lunghezza, tensione e rigidità rispetto ai suoi vicini.

62. La palla rimane sulle corde 0,003 – 0,005 secondi.

63. Una corda più spessa si allunga meno, una corda più sottile si estende di più. (In realtà dipende dalla tensione)

64. Una corda è una somma delle sue parti. Una corda è la combinazione di design, materiali, diametri, avvolgimenti, resine, vernici, ecc. Tutti determinano il comportamento di una corda.

65. Il contributo di ciascuno degli elementi di una corda dipende dalla composizione e l’orientamento geometrico di ciascun elemento in relazione alla direzione della lunghezza della corda.

66. Il nucleo della corda detta il comportamento più di ogni altra parte perché è di solito la fibra con il massimo diametro.

67. Anche la fibra meno elastica in una corda detta le prestazioni. Ad esempio, una fibra adiacente rigida non consentirà ad una componente elastica di allungarsi tanto quanto farebbe altrimenti. Rendere l’elemento rigido più sottile o ritorto può alterare questo comportamento.

68. Ciò di cui una corda è fatta è più importante del come viene costruita.

69. Per la maggior parte, i materiali influenzano più della costruzione la giocabilità della corda. La costruzione di un determinato materiale contribuisce più alla sua durabilita’. La durabilita’ stessa è stata la ragione per cui sono stati inventati, in primo luogo, gli involucri esterni.

70. La dentellatura è il peggior nemico di una corda. Gli avvolgimenti isolano una fessura in modo che non si propaghi lungo l’intera corda.

71. Più elementi della corda significa più spazio tra gli elementi, che richiedono meno materiale in fibra per diametro specifico. Lo spazio è riempito di resina. A sua volta, più parti significa ottenere una corda più morbida e confortevole.

72. Quando la corda diventa più morbida (con più elementi, e quindi più debole con meno materiale), non si verifica cosi’ tanta forza di impatto.

73. Attorcigliamenti e avvolgimenti aumentano l’elasticità. Questi richiedono meno forza per allungarsi rispetto a filamenti disposti in linea retta. Più stretto l’avvolgimento, la più elastica sarà la corda.

74. Il 20-25% di un multifilamento può essere “volume vuoto”, riempito da resina.

75. Forza e resistenza non sono la stessa cosa.

76. Diversi rivestimenti, trattamenti e orientamento delle fibre possono fare la differenza in quello che sembra lo stesso materiale e la stessa costruzione.

77. Allentato vs molto teso: allentato è più potente rispetto a molto teso, non perché vi è più potenza nelle corde, ma perché perdono meno energia, non schiacciando la palla molto.

78. Lungo vs Corto: corde più lunghe si allungano di più perché c’è più materiale da allungare (non perché sono piu’ elastiche). Più deflessione significa maggiore ammortizzazione della palla. Più ammortizzazione significa meno perdita di energia nella deformazione della palla. Più energia viene immagazzinata nella corda e restituita alla palla.

79. Sottile vs spesso: non è che la corda più sottile si allunghi di piu’, ma la corda più sottile trasporta un carico maggiore per pollice quadrato rispetto a una corda più grossa per cui si estende di più.

80. La perdita di tensione in una racchetta durante l’incordatura è dovuta al rilassamento della tensione e distorsione telaio. La tensione scende su ogni corda verticale mentre le si installa e torna a salire quando si installano le orizzontali.

81. Le due estremità di una corda orizzontale sono a tensioni differenti perché il lato lontano dalla testina di trazione raggiunge la tensione di riferimento con una combinazione di attrito (causato ad ogni intersezione con le verticali) e di stiramento. Sul lato vicino alla testina di trazione, la corda raggiunge tensione per estensione, non per attrito.

82. Pre-stretching: il pre-stretching allinea tutte le fibre e le molecole all’interno della corda. La tensione rimane più stabile, ma il piatto corde diventa più rigido.

83. Diverse combinazioni di tensioni e di tecniche di trazione possono portare a molti piatti corde differenti.

84. Più a lungo si allunga una corda ad una determinata tensione, meno tensione si perde dopo la pinzatura e più stabile sarà la tensione nel corso del tempo. Ma la corda sarà anche molto più rigida.

85. Le tensioni di riferimento più elevate perdono tensione più velocemente durante l’incordatura.

86. Due incordatori che partono da tensioni di riferimento diverse, ma con metodi di incordatura diversi, possono ottenere la stessa tensione finale. Ma la stessa tensione non è la stessa rigidità.

87. Angolo di tensionatura: si sta tirando ogni stringa ad una tensione diversa se ognuna è tirata a un angolo diverso. Quando si rilascia la pinza, le corde diseguali adiacenti si equalizzeranno grosso modo a metà strada.

88. Testina di tensione e pre-stretch: la lunghezza della corda tra la pinza e la testina di trazione viene pre-stirata. Maggiore è la lunghezza , più rigida sarà la corda. Questo è equivalente a tirare quella lunghezza di corda due volte.

89. Racchette incordate alla stessa tensione ma a diverse temperature avranno piatti corde a tensioni differenti.

90. L’allungamento dinamico è quanto una corda si allungherà quando la tensione aumenta durante l’impatto con la palla.

91. Una corda si allungherà di circa 2.5 cm. durante l’impatto.

92. Potenza e tensione: variando la tensione si ottiene meno dell’1% di aumento di velocità della palla.

93. Tutte le corde perdono solo circa il 5% dell’energia di impatto con palla che memorizzano. Questo è tutto, non importa il materiale della corda o la tensione.

94. Le corde memorizzano solo circa la metà l’energia dell’impatto. La palla memorizza l’altra metà.

95. La velocità di uscita della palla dalla racchetta è una combinazione del rimbalzo della palla dalle corde e la velocità della racchetta. La palla rimbalza tipicamente a 40-45% della sua velocità impatto. Questo valore varia con il materiale della corda e la tensione, ma di solito non più di 1-2% in normali condizioni di gioco. E’ conosciuto come ACOR (coefficiente apparente di restituzione). Test hanno dimostrato che la velocità al servizio è uguale a (1 + ACOR) volte la velocità della racchetta. Quindi, se l’ACOR è pari a 0,4 e la velocità racchetta è di 130 kmh, la velocità del servizio sarà di 182 kmh. L’abbassamento di tensione di 5 chili aumenterebbe l’ACOR a solo circa 0,41. La velocità del servizio sarebbe quindi 183,3 kmh. Questo è un aumento di solo 0,7%.

96. Corde a tensione più bassa aumentano la velocità di rimbalzo della palla da una racchetta ferma, ma l’aumento della velocità di palla finale da uno swing è quasi irrilevante (vedi sopra). La velocità di swing è il principale generatore di potenza, non l’abbassare la tensione.

97. La potenza è la stessa (entro l’1% o giù di lì, che è meno di quello che può essere rilevato dal giocatore) per tutte le corde, allentate o tese, spesse o sottili, vecchie o nuove, budello o poliestere. Che cosa cambia percettivamente è il suono, la durata dell’impatto, lo shock, l’angolo e la direzione della traiettoria. Queste cose possono essere psicologicamente interpretate come maggiore o minore potenza, ma non hanno nulla a che fare con la velocità della palla.

98. Le corde non “muoiono” per quanto riguarda la potenza. Dopo 1.200 impatti in laboratorio, a 190 kmh, la velocità di rimbalzo è rimasta la stessa.

99. Quanto più una corda deflette, tanto più diventa rigida. Un abbassamento di tensione delle corde del 50% non aumenterà la deflessione del 50%. Sarà inferiore al 50% perché la corda diventa più rigida.

100. Tensioni più elevate e corde più rigide schiacciano la palla di più, con conseguente maggiore perdita di energia. Assolutamente vero! Ma la perdita non è sufficiente per rendere la differenza percettibile dal giocatore.
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 49453
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Corde da Tennis ?

il Ven 21 Set 2018 - 13:51
Già non è bello inserire il lavoro d'altri -specie quando già a sua volta tradotto e copiato senza autorizzazione da altri ancora- ma copiarlo pure male senza un commento od una spiegazione..che logica ha?  scratch
avatar
marco1966
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 04.04.18

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Corde da Tennis ?

il Ven 21 Set 2018 - 16:18
copiato ed incollato da:
http://www.irsa-stringers.com/la-corda-da-tennis-e-roba-interessante/

*****
articolo interessantissimo,
del quale non era mia intenzione prenderne la paternità omettendo la fonte 
la logica della mia "copiaincollatura" era quella di portarne a conoscenza il maggior numero di
persone e comunque non sei obbligato da nessuno a mettere il becco ovunque, o no ?
avatar
Eiffel59
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 49453
Età : 59
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Re: Corde da Tennis ?

il Ven 21 Set 2018 - 19:52
Non lo sono -ma neppure tu ad essere una persona intelligente né tantomeno corretta-  però c'è una cosa chiamata diritto d'autore.
Autore originario peraltro neppure citato neppure nell'articolo in questione.

Articolo già peraltro ripubblicato, sia qua che su un altro Forum, il 20 aprile 2012.

Stammi bene Wink
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum