Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi
Ultimi argomenti
PURE AERO 2019Ieri alle 18:58rafapaul
pk q+5 proIeri alle 13:35Becker
corde per ezone 100Ieri alle 10:02fa
Pattern 16x18 vs 18x16Ven 14 Dic 2018 - 14:41Eiffel59
Dunlop force 100 tourVen 14 Dic 2018 - 9:27stecosta66
Dunlop SrixonVen 14 Dic 2018 - 8:15Hammer72
presentazioni Gio 13 Dic 2018 - 15:52Alessandro
Gamma Ocho 1,25 e 1,30Gio 13 Dic 2018 - 14:07Eiffel59
Nuova MSV Co-ultra 1,20Gio 13 Dic 2018 - 13:48Eiffel59
BUTT CAPGio 13 Dic 2018 - 13:31geriko007


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
avatar
timeo
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 05.07.18

ormai vivo di ricordi

il Gio 5 Lug 2018 - 10:40
Salve a tutti, sono nuovo del forum e per caso mi ci sono ritrovato.
Sono un giocatore di tennis da almeno 40 anni adesso ne ho 54 
con buoni risultati e militato in 3 categoria, da qualche anno soffro di condropatia e o mal allineamento della rotula non si capisce, girato numerosi ortopedici tutti a dirmi problemi di cartilagine, bisogna potenziare il quadricipite che ha perso tono non facendo pìù sport a buoni livelli, infiltrazioni acido ialuronico e cortisone, le ultime costosissime 180 euro ciascuna. Il tutto per dire che non è migliorato niente continuo a giocare ma come se avessi le gambe di legno, non scatto per non sentire il dolore e gioco praticamente da fermo e dire che ho amo questo sport e vedere gente anche più vecchia che sgambetta sui campi mi rattrista. Che ne dite devo rassegnarmi qualcuno ha affrontato questo problema? il tutto accadde qualche anno fa dopo un torneo strepitoso feci un sei mesi di allenamento sul tappetto a diverse velocità ed inclinazioni dopo non mi sono mosso più. ho finito di giocare. Grazie per qualche commento.  Sad
avatar
rangers41
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 226
Età : 42
Località : Torino
Data d'iscrizione : 18.10.13

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello: Batti Lei
Racchetta: Prince Beast 100 O3

Re: ormai vivo di ricordi

il Gio 5 Lug 2018 - 16:23
innanzitutto benvenuto nel forum....personalmente non saprei cosa consigliarti....se non il fatto che se il tennis e' la tua passione....giocaci anche da fermo....personalmente in passato ho avuto dei problemi seri alla schiena....piu precisamente ad alcune vertebre troppo compresse....ho dovuto smettere di giocare per qualche anno....all epoca ero 3.4....ho fatto delle infiltrazioni .....molto dolorose tra le vertebre....per fartela breve....un po di sollievo dopo le infiltrazioni l ho avuto....chiaramente i medici mi avevano consigliato di evitare di giocare....ovviamente io ho ripreso a giocare e fare tornei.....Very Happy....ma i medici cosa ti dicono?un saluto
avatar
timeo
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 05.07.18

Re: ormai vivo di ricordi

il Ven 6 Lug 2018 - 12:52
Grazie della risposta, io continuo a giocare con le limitazioni che ho detto, però non faccio più tornei, non riuscirei a prendere neanche una smorzata fatta male, io credo che ho perso anche la forma fisica, per non correre faccio camminate veloci, per mantenere un pò di fiato,ma  nel campo mi sento un estraneo non so più muovermi, i medici che dicono niente, un ortopedico mi disse "io sono combinato come te, ma alla mia età non penso ad interventi o altro, quando vado a giocare a calcetto,dopo  metto del ghiaccio e l'indomani so che avrò dolori finché passa per arrivare alla prossima partita" Boh!!!
avatar
Dave71
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 459
Località : Lucca / Torino
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Milano | Torino
Livello: I.T.R. 4.5
Racchetta: ProKennex Ki 10 305

Re: ormai vivo di ricordi

il Ven 6 Lug 2018 - 14:18
Ciao Timeo, di dove sei? Hai provato a sentire un nuon osteopata sportivo? A volte i medici disdegnano i casi come il tuo perchè per loro non è sufficientemente invalidante.
davenrk
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 157
Data d'iscrizione : 10.07.17

Re: ormai vivo di ricordi

il Sab 7 Lug 2018 - 13:01
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
@timeo ha scritto:Salve a tutti, sono nuovo del forum e per caso mi ci sono ritrovato.
Sono un giocatore di tennis da almeno 40 anni adesso ne ho 54 
con buoni risultati e militato in 3 categoria, da qualche anno soffro di condropatia e o mal allineamento della rotula non si capisce, girato numerosi ortopedici tutti a dirmi problemi di cartilagine, bisogna potenziare il quadricipite che ha perso tono non facendo pìù sport a buoni livelli, infiltrazioni acido ialuronico e cortisone, le ultime costosissime 180 euro ciascuna. Il tutto per dire che non è migliorato niente continuo a giocare ma come se avessi le gambe di legno, non scatto per non sentire il dolore e gioco praticamente da fermo e dire che ho amo questo sport e vedere gente anche più vecchia che sgambetta sui campi mi rattrista. Che ne dite devo rassegnarmi qualcuno ha affrontato questo problema? il tutto accadde qualche anno fa dopo un torneo strepitoso feci un sei mesi di allenamento sul tappetto a diverse velocità ed inclinazioni dopo non mi sono mosso più. ho finito di giocare. Grazie per qualche commento.  Sad

guarda potrei scriverci un libro, è un anno che sto facendo praticamente solo riabilitazione per lo stesso problema.
Chiaramente ognuno fa storia a sè, quello che mi sento di consigliarti è:
- stretching importantissimo sia dei quadricipiti che dei bicipiti femorali, va fatto bene su tappetino non in piedi. io ci ho messo MESI ad allungare i femorali che erano cortissimi
allunga sia i quadricipiti che i muscoli posteriori della coscia
stretching tensore fascia lata, puoi prenderti un foam roller

- potenziare muscoli dei glutei (nel mio caso venivo da anni di ciclismo non erano più allenati)

- prendere scarpe con drop 0 e imparare a correre di avampiede, senza appoggiare il tallone....si lo so, il tennis è diverso dalla corsa, ma aiuta lo stesso scaricando gli urti sui muscoli invece che sulle articolazioni

L'unico che mi ha aiutato finora è stato un fisioterapista specializzato in problemi dei corridori 
https://www.christianroncagliolo.com/
se non abiti troppo distanti vai da lui, gli ortipedici non hanno una visione di insieme, e secondo me non sono utili a meno di rompersi qualcosa

in molti casi se si ha problemi di questo tipo alle ginocchia il problema è da un'altra parte, piedi o zona glutei/anche

diffida dagli osteopati che ti consigliano un plantare, a me il primo me l'ha appioppato alla modica cifra di 260 euro
avatar
timeo
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 05.07.18

Re: ormai vivo di ricordi

il Mar 10 Lug 2018 - 10:23
Grazie delle risposte, vivo in sicilia provincia di messina, non credo di avere vicino grandi specialisti o tecniche avveniristiche, comunque ieri invece della camminata veloce ho ripreso a correre leggero, non ho niente da perdere mi può tornare il dolore acuto, devo dire all'inizio sembrava avere le ginocchia ingessate poi piano piano mi sono sciolto, non avevo fiato sono andato in affanno questo a dimostrazione che la camminata serve a poco o niente, comunque ho ripreso cautamente la corsa, oggi ho i quadricipiti doloranti ma le ginocchia tutto sommato, penso che se torno ad allenarmi come prima certo con cautela, sul campo posso ritrovare la confidenza di un tempo.
Speriamo bene.
avatar
Link90
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 14.05.18

Re: ormai vivo di ricordi

il Gio 12 Lug 2018 - 14:21
Non posso dare alcun consiglio perché non conosco il problema, ma ti posso augurare di risolvere presto.
Il dolore è il modo che il nostro corpo ha di dirci "time out"... non specifichi quanti allenamenti hai fatto, quante ore di tennis e corsa per subire questo infortunio.
Non voglio dire che sia il tuo caso, ma io vedo tanti tennisti di mezza età o non più giovanissimi che tendono un po' a esagerare in certi periodi e inevitabilmente si ritrovano pieni di acciacchi dopo. Purtroppo la passione per il tennis può essere un'arma a doppio taglio.
rogerpersempre
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 01.04.17

Profilo giocatore
Località:
Livello: pecorone
Racchetta: head extreme xt pro

stesso problema tuo

il Lun 16 Lug 2018 - 22:27
ciao timeo, ho lo stesso problema tuo e sono anch'io in provincia di messina, in più della condropatia mi manca mezzo menisco mediale e adesso sembra io stia sforzando anche l'altro ginocchio, corricchiare te lo sconsiglierei il ginocchio gonfia, le camminate veloci le odio figuriamoci se le consiglio, io ho fatto così...niente più allenamento, niente più spleep step, ho abbassato drasticamente il mio livello di gioco, sono passato da una racchetta 300 gr a 315 per un gioco più risolutivo in pochi colpi, su certe palle non ci vado più... un altro avrebbe smesso io non ci riesco non mi vergogno a dirlo reagirei  piangendo se smettessi, quindi gioco come posso , faccio quello che posso , quindi solo palleggio, partite da club, niente tornei fit, qualche tpra giocato male, bicicletta senza esagerare, leg extension in palestra ed esercizi per gambe, sperando che qualche dottore mi aiuti...auguri .

CONTINUO A GIOCARE ANCHE QUANDO SARò DA PROTESI!!!
avatar
misterrovescio
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 19.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: RETROCESSO 4/4
Racchetta: ormai e' caos....

Re: ormai vivo di ricordi

il Sab 21 Lug 2018 - 19:11
Ciao Timeo e Rogerxsempre...le vostre lettere sembra le abbia scritte io...mi ci sono rivisto in pieno...soprattutto Timeo quando parli di gambe ingessate o Roger della tristezza di non poter piu' fare come una volta questo sport meraviglioso...il tennis era la mia droga,niente mi teneva lontano dai campi...famiglia ,lavoro,febbri o doloretti vari...ero sempre li sulla terra rossa...poi 2 anni fa sono iniziati i dolori...condropatia rotulea bilaterale...ho 58 anni ,medico,e per i miei colleghi ortopedici sono da protesi(tranne 1)...ma non mi sono mai arreso completamente(anche se spesso la depressione era forte)...tra alti e bassi ho continuato a giocare,certo niente piu' tornei da 2 anni e solo doppi e qualche singoletto ogni tanto...ho fatto di tutto,fisio,infiltrazioni,calo di peso,dieta antiartrosi...ma l'unica cosa che un po' m'ha giovato e' stato il rinforzo muscolare in sala pesi...e alloraa giu' con la palestra e in primavera mi sembrava quasi di essere uscito dal tunnel,ho fatto anche qualche singolo tirato e qualche singolo di torneo sociale...ma poi venti giorni fa ricaduta e l'ortopedico m'ha aspirato un siringone di 20 cc di liquido dal ginocchio sinistro(il peggio) che chissa' da quanto era li,peraltro con sollievo immediato...ancora non ho ripreso a giocare ma conto di rifarlo a breve...comunque non m'arrendo...da medico vi dico che le ginocchia artrosiche vanno mobilizzate,piu' state fermi peggio e'...rinforzo muscolare delle gambe e un po' di corsa leggera,magari sul tapirulan, e un po' di straching penso siano le soluzioni migliori...l'organismo col tempo ,se proprio non ci sono limitazioni strutturali grosse,tende a compensare tutto e a trovare un adattamento a tutto...percio' ragazzi non arrendiamoci e lottiamo con tutte le nostre forze e armi...non possiamo mollare il nostro caro sport,sara' una guerra dura ma potremo farcela!!!! 
Teniamoci in contato e aggiorniamoci su come va...sara' utile x tutti!
avatar
Link90
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 14.05.18

Re: ormai vivo di ricordi

il Mer 1 Ago 2018 - 6:26
Non vorrei sembrare inopportuno, ma quando uno dice "ero sempre sulla terra rossa"... be', non è difficile capire da dove nasca il problema. 
Io credo che a qualsiasi età esagerare con la pratica di uno sport sia sbagliato. Non fare alcuno sport è molto peggio, ma tra le due cose esiste una via di mezzo, che è quella che garantisce una longevità maggiore.
Ne ho visti tanti di giocatori non più giovanissimi che letteralmente passano le ore a giocare, roba che neanche un professionista fa quegli sforzi, si divertono molto e arrivano sì ad essere 4.1, 3.5 e via dicendo, ma a quale prezzo?

Il tennis purtroppo è uno sport estremamente rischioso da questo punto di vista: il fatto che sia individuale porta a fare sforzi talvolta molto più grandi di chi pratica qualsiasi altro sport, sia perché uno gioca sempre, con pochi tempi morti, sia perché si tende ad esagerare, come già detto.
Esistono anche i doppi, per esempio, esistono le settimane di riposo, esiste il fare tennis un'ora a settimana, che comunque non è poco e dà comunque la stessa soddisfazione che giocare tutte le sere. E magari invece che fare 15 tornei all'anno (roba che serena williams ne gioca di meno) e diventare 3.1 ti accontenti di farne tre o quattro e diventare 4.4, che tanto alla fine sono solo numeri che neanche riflettono le vere capacità tennistiche
avatar
misterrovescio
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 19.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: RETROCESSO 4/4
Racchetta: ormai e' caos....

Re: ormai vivo di ricordi

il Mer 1 Ago 2018 - 7:13
Hai perfettamente ragione Link...se mi fossi gestito un po' di piu' ora starei sicuramente meglio...ma sai cosa ti dico?Se tornassi indietro farei esattamente le stesse cose...per 20 anni circa mi sono divertito come un pazzo...il tennis mi ha dato tanta gioia,divertimento e mi ha aiutato a superare le difficolta' della vita...ho giocato come un pazzo quando volevo e dove volevo,senza farmi troppi pensieri di come sarei poi stato a 60 anni, con tanto divertimento e anche tante soddisfazioni ,visto che da autodidatta tardivo ero andato anche  oltre a chi aveva iniziato da giovane e con maestro ,e se ora ne pago le conseguenze chi se ne frega...x 20 anni mi sono divertito  e ho avuto tanta gioia da questo bellissimo sport e perche' no,anche se ci sono i problemi articolari,anche benessere fisico ,visto che a 58 anni mi mantengo molto meglio di chi ha fatto solo vita sedentaria...per cui se non potro' giocare piu' come una volta chi se ne frega....se non potro' giocare proprio piu' me ne faro' una ragione ma non rimpiango niente....quando volevo giocare e potevo giocare tutti i giorni l'ho fatto ,senza stare a pensare alle conseguenze,e ho fatto proprio bene perche' io col tennis mi sono proprio divertito!!!!E va bene cosi'!!!!
marco felici
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 23.09.13

ginocchio distrutto

il Ven 30 Nov 2018 - 19:30
salve, le cose lette potrei averle scritte io. Vi voglio consolare, se possibile, io questa situazione di reale invalidità me la porto da oltre 15 anni e ora, a 53 anni, posso dire che il mio ginocchio è veramente distrutto.
Anche io ho provato di tutto, tre operazioni al menisco esterno mi hanno causato una condropatia da novantenne. Proprio lo  scorso giugno due specialisti affermati mi hanno detto che sono destinato alla protesi totale. Ma essendo troppo giovane, almeno per questo…, dovrò aspettare i 60 anni.
Ho praticato calcio, ciclismo, corsa, sci di fondo, tennis...ma intorno ai 30 anni ho incominciato ad avere i primi problemi al ginocchio (sinistro) della gamba che aveva subito una brutta frattura tibiale in età di sviluppo. 
Insomma quel mezzo cm di differenza tra le due gambe ha comportato un carico eccessivo sul ginocchio sinistro fino ad usurarlo.
Ma dato che sono una capoccione, mi sono ribellato all'idea di una protesi e , grazie alla bici da corsa e ad una alimentazione senza vizi (per me l'aperitivo al bar non esiste) sono sceso di 6 kg e tornato al peso dei miei venti anni (79 kg X 185cm )con netto giovamento complessivo.
Adesso riesco a stare in campo, gioco un'ora a settimana, allenamento intenso, quattro palleggi e ricerca del punto. E' l'unico modo per non farsi male perché non si ha la necessità di fare il punto partita. In particolare si evitano i cambi di direzione più traumatici. Dopo aver giocato, ghiaccio e tachipirina 1000 (meno "pesante" di altri antidolorifici)... Vi sconsiglio assolutamente il potenziamento con macchine da palestra, quelle sono cose da giovani...meglio bicicletta, piscina e esercizi casalinghi con minimo peso alla caviglia. Non bisogna fare infiammare l'articolazione...è permesso farlo solo per il nostro amato tennis!
fero
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 699
Località : BS
Data d'iscrizione : 16.10.10

Profilo giocatore
Località: BS
Livello: ex 4.3 fit,pochi tornei
Racchetta: head instinct MP '18

Re: ormai vivo di ricordi

il Ven 30 Nov 2018 - 21:27
un po' di cyclette con carico leggero,pedalata a buon ritmo ed distendi bene la gamba nella pedalata senza chiudere troppo(in pratica regola bene la sella) bastano 15 minuti al giorno
al mio ginocchio fa benissimo anche se i miei problemi non son così gravi come i tuoi.
Ciao!
avatar
misterrovescio
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 19.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: RETROCESSO 4/4
Racchetta: ormai e' caos....

Re: ormai vivo di ricordi

il Sab 1 Dic 2018 - 7:37
Dai Marco non mollare e quello che stai facendo va benissimo...anch'io, all'alba dei miei 59 anni,dopo un agosto con una riacutizzazione bruttissima in cui nemmeno riuscivo a camminare,ho ripreso a giocare...certo solo qualche doppietto x ora ma gia' mi va bene...se riesco a farne 2 a settimana come faccio ora fino a primavera magari poi qualche singoletto,non di torneo,ce lo butto dentro...concordo con quello che stai facendo:anche a me la cyclette e la bicicletta fanno benissimo perche' sento lavorare bene i quadricipiti e sforzare poco l'articolazione a differenza dei pesi e vedo che anche Fero lo conferma,anche se a dire il vero qualche pesetto lo faccio pure x fare qualcosa quando non mi toccano quei 2 giorni di doppio...se riusciamo a tenere il muscolo tonico e non si esagera col tennis si puo' andare avanti e poi quando sara' ora di protesi si potra' fare pure quella...a Roma c'e' per esempio un ex calciatore di serie a ,ora 3' cat di tennis,che corre come un pazzo con la sua bella protesi totale di ginocchio...ma tu tira il piu' possibile avanti come del resto io ma eventualmente anche alla tua eta' una protesi ,con i materiali che ci sono ora te la porti tranquillamente x tutta la vita senza problemi e te lo dico da medico...poi ghiaccio e antinfiammatorio dopo giocato(anche mezza bustina di oki o brufen se si gioca solo 1 o 2 volte a settimana vanno bene ed hanno un effetto antiinfiammatorio maggiore della tachipirina che e' piu' solo antidolorifico...io per esempio prima di giocare(diverse ore) prendo 30 mg di eterocoxib(tauxib nome commerciale)...una dose minima visto che la fanno solo da 60 e 90ma mi basta ,gioco piu' sciolto e sento il beneficio fino al giorno dopo...quindi alla fine e' come se prendessi una compressa da 60 mg a settimana e se pensi che purtroppo c'e' gente che ne prende anche 90 mg quotidianamente x brutte patologie(tipo artrite reumatoide) senza grossi problemi si puo' fare... 
Dai non molliamo e ogni tanto aggiorniamoci cosi' ci consoliamo a vicenda e dai...che nella vita c'e' di peggio e come dice il proverbio:impariamo a ballare sotto la pioggia...quando scendo in campo i primi minuti maledico il fatto che non posso correre come una volta ma poi mi faccio coraggio e mi dico;dai posso giocare e correre pure cosi',con maggiore difficolta' ma lo posso fare  e questo gia' va bene
marco felici
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 23.09.13

Re: ormai vivo di ricordi

il Sab 1 Dic 2018 - 10:13
buongiorno, prima di tutto desidero ringraziarvi per le belle parole e per i consigli. Solo chi soffre di artrosi sa quanta sia la passione per lo sport che dobbiamo avere per  praticarlo ancora.
La tachipirina 1000 la consiglio perché non dà quella sensazione di pesantezza allo stomaco che danno gli altri antidolorifici. Eppoi a me , forse solo a me,  fa smaltire più velocemente di altre medicine l'idrato  che si forma nel mio ginocchio(.. si organizza dove c'era il menisco esterno e sembra quasi solido) dopo aver giocato e che preme  all'interno impedendomi per giorni di piegare la gamba oltre i 90°. Vi dico solo che stare seduti sul wc, infilarsi i pantaloni o entrare in macchina sono azioni non facili e molto dolorose….ma io non mollo! E non voglio sentir parlare di ulteriori operazioni! La soluzione è la dieta; purtroppo, dobbiamo mantenere il peso sotto controllo come se fossimo dei maratoneti . E la cosa è ancor più difficile da fare perché non possiamo neanche bruciare le calorie con ore di movimento….
Poi, attenzione alle scarpe da tennis, quelle troppo alte dietro fanno caricare il peso sul ginocchio in modo innaturale. 
Ci aggiorniamo. 
Buon tennis (anche se poco) a tutti
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum