Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi
Ultimi argomenti


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
avatar
Matty89fe
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 23.05.18

Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Mer 23 Mag 2018 - 17:56
Salve a tutti, mi sono appena iscritto su questo forum.
Ho da poco deciso di iniziare a giocare a tennis, forse un pò in ritardo (28 anni), ma amo sperimentare cose nuove e quindi dopo vari sport, dall'adrenalinica Mtb al più riflessivo Tiro con l'arco, ho deciso di cimentarmi con le racchette Smile
Ho voluto fare questa piccola introduzione per spiegarvi un fatto particolare successomi da poco.
Un signore, sentendomi parlare di tennis e di approccio da novello, ha voluto farmi un regalo. (ve la sintetizzo xD)
In sostanza mi ha regalato due racchette a lui care. Ora io da buon ignorante non so quanto questo suo gesto sia stato importante... nel senso. Sicuramente dal lato umano il gesto è grandissimo, ma guardando le racchette sono veramente vecchie e non so quanto mi sia pratico giocare con queste.
Quindi venendo al dunque, volevo sottoporre agli utenti del forum le due racchette in questione, così da sentire i vostri pareri ed eventualmente consigli sul da farsi.


" />
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Gio 24 Mag 2018 - 9:09
ti basta prendere una bilancia digitale e pesarle. probabilmente
pesano più di 360 grammi. quindi ti conviene tenerle da parte
a scopo collezione. ti serve una racchetta con ovale almeno di
95 pollici e peso complessivo da 310 a 330 grammi
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Gio 24 Mag 2018 - 17:04
Bellissime, non queste tenute piuttosto male e, se non sbaglio, con il grip non originale su una delle due. Avere voglia e tempo ed un pizzico di abilitá, sarebbe da pulirne una dal suo pantjob originale sgrassandole bene e ridipingerle a spruzzo per poi usarle come semplice training. Sai quando ripasseresti al tuo abituale telaio come ti sembrerebbe tutto piú semplice...
avatar
rey20
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 157
Età : 33
Località : roma
Data d'iscrizione : 31.07.17

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Gio 24 Mag 2018 - 21:35
Reputazione del messaggio: 100% (1 voto)
io sto usando una wip in alluminio di 30 anni fa , pesa 385g e la palla fa i buchi per terra... nulla a che vedere con qualsiasi racchetta moderna
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Gio 24 Mag 2018 - 21:41
Rey, sará nostalgia Very Happy ...
Ti sei appassionato al vintage? Benvenuto nel club  Wink. La usi per allenarti o abitualmente? Che misura é il piatto corde e quale armeggio usi, se posso chiedere?
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Gio 24 Mag 2018 - 22:17
se la wip è in alluminio è probabile che sia dei primi anni 70, quindi più di 40
anni fa.
avatar
rey20
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 157
Età : 33
Località : roma
Data d'iscrizione : 31.07.17

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Ven 25 Mag 2018 - 18:01
https://1drv.ms/u/s!Avstf8q2ElELhJZB9L4zNeb6JSkCPw

rispondo a tutti e 2, ho allegato foto della racchetta secondo me risale a fine anni 80 primi anni 90, l'ho fatta reincordare con synthetic gut tirato a 23-22, il piatto non capisco se è 90 o 93 il pattern 16x19 peso 400g esatti incordata, e ho messo overgrip su grip di cuoio originale, come sensazioni, a tenerla in mano sembra un pezzo di ferro pesante, ma giocandoci mi sono reso conto che è l'unica racchetta che mi permette di sbracciare forte generando palla tesa piatta e pesante, il piatto sembra più grande di quello che è in realtà, ma ho il sospetto che sia dovuto all'inerzia della racchetta che qualunque punto del piatto tocca la palla va di là comunque, in confronto la pro staff 90 sembra un giocattolino leggero in testa, e molto più difficile da usare. Sto usando questa racchetta unicamente per questione di performance, sarà che ho poca tecnica, sarà che gioco da solo 1 anno, sarà che questo tipo di racchetta si adatta alla perfezione con il mio tipo di swing,  mi sono reso conto che dall'altra parte arriva una palla molto più difficile da controbattere, sto pensando di farla provare su un diagnostic e bilanciare con i piombi una racchetta recente per farla uguale e vedere come va
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Ven 25 Mag 2018 - 18:15
Per farla uguale penso che sia impossibile, il piombo non fa i miracoli
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Ven 25 Mag 2018 - 21:25
Ciao Rey, credo che la racchetta sia un telaio dell'inizio degli anni '70, con piatto corde intorno ai 90 inch. Il primo modello fu fatto addiirittura per Merlo!

Da  ASCOTENNIS:

WIP, Bassano del Grappa (Vi)

Periodo di produzione, 1970- 1985 ca

Non c’è tennista italiano di una certa età che non conosca la racchetta WIP Panatta, l’attrezzo portentoso con il quale il grande Adriano degli anni ’70 si aggiudicò il Roland Garros e la Coppa Davis per non parlare degli Internazionali d’Italia. Questa è la storia di quella racchetta e del suo inventore che per amore del tennis si lanciò in un’avventura straordinaria. Dico per amore, poiché l’ingegnere Walter Pedrazzoli era proprietario di una sana e fortunata azienda che produceva attrezzi in tubolari metallici, quali bastoncini da sci, biciclette e utensili vari. Gabriele Fabris, capo dello studio pubblicitario che a suo tempo lanciò la WIP, oggi dice: “Penso che Pedrazzoli non abbia mai fatto i soldi con le racchette. La sua era soprattutto una passione”. Tutto cominciò nel 1969 quando, visitando il mercato americano, si accorse dell’importanza conquistata dalle racchette di metallo nel tennis. Se il mondo in quegli anni era stato invaso da tali attrezzi, perché non metterne qualcuna in produzione nella propria fabbrica? Walter Pedrazzoli era un perfezionista, assai sicuro dei propri mezzi, era certissimo di pervenire al successo in ogni caso nella nuova avventura. Dopo un ragionevole periodo di studio nel 1972 arrivò alla produzione di una racchetta in lega speciale di alluminio chiamata semplicemente W.I.P. (acronimo di Walter Italian Precision). Il costruttore si rese conto immediatamente della necessità di abbinare le proprie racchette al nome di un campione. E qui fece l’unico errore della sua carriera. La scelta tra Pietrangeli, Sirola e Merlo fu risolta a favore dell’anziano Beppe Merlo. Ma l’astuto Walter capì subito che bisognava puntare tutto su un astro nascente del tennis ed ebbe la felice idea di contattare Adriano Panatta che a quell’epoca era il meglio di quanto potesse offrire l’Italia. La stessa racchetta metallica di Merlo diventò la WIP Competition e Adriano dichiarava… a denti stretti che tale racchetta era la racchetta dei suoi sogni. In realtà Panatta preferiva giocare con una racchetta di legno ed ecco quanto scrive il campione in un ricordo dedicato a Pedrazzoli: “Ho un ricordo bellissimo di Walter Pedrazzoli. Non dimenticherò mai un fatto: il giorno in cui gli comunicai che con la racchetta di alluminio non intendevo più giocare, lui per me e per continuare a mantenere saldo il nostro rapporto ribaltò radicalmente la produzione della sua azienda, passando al legno. Una cosa incredibile. Mi accontentò rimettendo in gioco se stesso e l’azienda.” Quando avvenne questo colloquio Panatta non aveva ancora vinto nulla di importante tranne il titolo di Campione italiano eppure Pedrazzoli non ebbe alcuna esitazione a cambiare radicalmente la produzione. Fu studiata una nuova racchetta e il primo modello in legno fu costruito con l’aiuto della fabbrica Zanotta sul lago di Como. Nacque una prima Wip Panatta autograph (che pochi conoscono) con la quale il nostro campione vinse gli Internazionali di Roma. Nel frattempo Pedrazzoli era partito alla grande: dopo aver costruito nella propria azienda metalmeccanica tutti i macchinari per fabbricare racchette di legno prese la decisione di costruire nel ‘74 un nuovo stabilimento a Borso del Grappa esteso su una superficie di 5000 mq. che dava lavoro a una trentina di dipendenti, uno stabilimento in grado di produrre, a pieno ritmo, anche 100.000 telai l’anno. La nuova Wip Panatta Autograph che tutti conosciamo nata nella fabbrica di Borso divenne il cavallo di battaglia della Ditta ed ebbe un successo direttamente proporzionale ai successi di Adriano. “Una racchetta di buona fattura, bilanciata non tanto in testa, equilibrata il giusto, la racchetta ideale per le mie esigenze” (Panatta). Contemporaneamente iniziò la produzione di vari modelli in legno (ne abbiamo contati circa 15) tra i quali Wip Shadow, Professional, Prestige, Master e Olimpic. Con il nome di Panatta vennero prodotti le racchette Panatta Wood Graphite, assai richiesta dai collezionisti, Panatta Ladies e la Junior che resta l’unica racchetta photodecal di Adriano. Le statistiche citano che nel 1978 furono vendute 80.000 telai di cui 30.000 Panatta Autograph. Erano gli anni felici del boom.

Nei primi anni ’80 arrivò la concorrenza asiatica di Taiwan, con i suoi prodotti a basso costo, che decretò la fine del legno. Per la WIP venne meno l’interesse imprenditoriale teso alla produzione di un proprio prodotto e non a una mera commercializzazione. La ditta Pedrazzoli, dopo una parentesi tennistica d’eccellenza, continua la propria strada producendo brevetti di alta qualità.

avatar
rey20
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 157
Età : 33
Località : roma
Data d'iscrizione : 31.07.17

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Sab 26 Mag 2018 - 9:58
avevo letto pure io per curiosità, ma sia quello scritto che il web sono carenti di informazioni sulle wip,  la mia wip non c'entra niente con quella di merlo, la mia è molto più recente, anche dalle foto si vede che non c'entra niente con quella in alluminio anni 70
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Dunlop Super Grand Slam & Max200 Graphite

il Sab 26 Mag 2018 - 11:57
Cioè, tu guardando una racchetta riesci a capire di che periodo è. Un mago
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum