Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
T_Muster
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 478
Data d'iscrizione : 29.09.15

Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Mar 22 Mag 2018 - 13:15
Promemoria primo messaggio :

Se esiste una spiegazione vorrei sapere perchè i migliori telai mai prodotti dai vari marchi vengono tolti dal mercato...
Secondo me se un'azienda si accorge di avere prodotto un telaio efficace dovrebbe mantenerlo in commercio... per carità ok modificare il pantjob... Ok continuare la ricerca sui materiali, sulle aerodinamiche ecc.. ma se ai professionisti vengono garantiti gli attrezzi di 15-20 anni fa ...cosa cambierebbe produrli in larga scala?

Se mi rispondete che è una questione di costi per le aziende allora significa che ci stanno prendendo in giro, infinocchiandoci attrezzi economici e scadenti.. ma a costi di listino sempre più esorbitanti.
 
Idem riguardo le corde

Giampi83
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 197
Data d'iscrizione : 22.01.18

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Prince Beast 100

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Mer 23 Mag 2018 - 8:39
Secondo me non bisogna sottovalutare l'introduzione della tecnologia del carbonio, perché è un materiale di frontiera tecnologica, quindi sicuramente ci sono contenuti superiori rispetto al passato. Nel settore delle canne da pesca, ad esempio, ha rivoluzionato il settore...peso e sensazioni irraggiungibili con altri materiali.

Un altro aspetto è quello dello sviluppo prodotto, ossia il raggiungimento dei target richiesti dal cliente. Qui il know-how di un'azienda, anche se con impiego di tecnologia non d'avanguardia, può fare molta differenza. Creare manufatti in carbonio NON è alla portata di tutti, ma neanche saper interpretare le richieste di uno sportivo professionista..
T_Muster
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 478
Data d'iscrizione : 29.09.15

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Mer 23 Mag 2018 - 8:41
Te ne posto una...tanto per dire. Head Pro Tour 630. 
Gli addetti hai lavori, se ne hanno voglia, ne possono elencare di tutti i colori.

avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Mer 23 Mag 2018 - 11:05
Sicuramente questo non succedeva  Very Happy

https://www.dailymotion.com/video/xgmeot
avatar
mattiaajduetre
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13554
Età : 24
Località : manerbio
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: tra mantüa e bresà
Livello: 3.1 F.I.T.
Racchetta: yonex Sv98

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Gio 24 Mag 2018 - 9:44
buon giorno a tutti
sono perfettamente d'accordo con Enrico: ci sta che siano mere operazioni commerciali come invece si possa trattare di innovazioni che portano vantaggi tennistici in assoluto...
farei una riflessione in primis: sicuri che mediamente una pt630 o una pog110 (cito un paio di telai che hanno fatto storia) siano lontanamente "giocabili" per facilità, potenza e spins quanto una Sv98 o una blade16x19 o una pd?
poi tanti puntano sul discorso prezzo, che però, in proporzione è metà di quanto costavano negli anni 90 (prima non saprei perchè ancora non giocavo a tennis)
l'unico peggioramento diffuso (mia opinione) è nel controllo qualità che salvo rari casi, è stato letteralmente azzerato.
buon tennis
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Gio 24 Mag 2018 - 10:23
... l'unico peggioramento diffuso (mia opinione) è nel controllo qualità che salvo rari casi, è stato letteralmente azzerato.
mattiaajduetre, non sono d'accordo, ti sbagli.
Il controllo qualità non è estraneo, oramai, ad alcuna esperienza produttiva. Nessuna organizzazione con un minimo di credibilità si sognerebbe, oggi come oggi,  di avviare una produzione senza prevedere il controllo qualità e non solo alla fine del processo (qualità di prodotto), ma anche e soprattutto, durante la produzione (qualità di processo).

Questo avviene non solo per esigenze di certificazione di qualità iso 9001; non tutte le azienda produttive decidono di farsi certificare, oltre che per una questione di costi direttamente legati alla certificazione, una ricerca in tal senso richiede scelte organizzative e gestionali ben precise che non tutte le organizzazioni sono disposte ad adottare, ma soprattutto perchè permette di ottimizzare gli scarti che, se troppo incidenti, abbattono inevitabilmente i margini di profitto per gli investitori.
Il punto non è il controllo qualità; ho già spiegato come si possa lavorare in qualità pur realizzando prodotto di modesto valore economico.
Prendiamo, ad esempio, la principali aziende di moda che producono capi ad alto valore economico, o molte le aziende che operano nella manifattura dell'oro o di gioielli, quante di queste sono certificate iso 9001?
Il punto è che la rincorsa al contenimento dei costi di produzione avviatosi in maniera decisamente scientifica con particolare focus a partire dalla fine degli anni '90, in concomitanza con l'avvio della globalizzazione, ha portato negli anni ad una sempre maggiore attenzione agli aspetti dei materiali e delle soluzioni industriali impiegate pervenendo a soluzioni di mercato che sono sotto gli occhi di tutti; prodotti mediamente ad alto valore  sotto il profilo della qualità produttiva (che, ricordo, significa conformità ai requisiti di progetto), ma di modesto valore economico.
Insomma, può piacere o no, bilancia la racchetta in un modo piuttosto che nell'altro, ma vogliamo discutere il valore commerciale di un grip in cuoio rispetto ad un grip in sintetico e quante racchette sono prodotte, oramai, munite di grip in cuoio? Era solo un esempio ...
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Gio 24 Mag 2018 - 10:50
mah.....è un tema complesso.....io penso che bisogna considerare sempre
anche le esigenze attuali di chi gioca.....perchè è vero che un grip in cuoio
vale di più di uno sintetico......ma quanti riescono a giocarci ? io ho provato
due volte e a momenti la racchetta mi partiva per andare oltre la rete.
per non parlare della sensazione di durezza sulla mano. una volta si usava
addirittura la segatura (vedi lendl), adesso ci sono dei gel antiscivolo.
è più importante cio' che ha un valore commerciale più alto o ciò che rimane
più facilmente fruibile ? era meglio una prince che costava quasi come un
mese di stipendio oppure una tecnifibre con grip in cuoio e silicone iniettato
nel manico a 130 euro ? il mercato è vasto, se si aprono bene gli occhi e si
approfondisce prima di comprare, di scelte utili se ne possono fare anche oggi
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Gio 24 Mag 2018 - 11:48
è vero che un grip in cuoio vale di più di uno sintetico......ma quanti riescono a giocarci ? 
Vander, avevo premesso che era solo un esempio, anche se non sono così convinto che quando le aziende incominciarono a proporre il sintetico lo fecero pensando al bene del cliente  Rolling Eyes.


una volta si usava addirittura la segatura (vedi lendl), adesso ci sono dei gel antiscivolo.
io uso ancora la segatura e non perchè sia un nostalgico (forse solo un pochetto Very Happy ); i gel  antiscivolo, come anche la polvere di calcio o magnesio non offrono il medesimo servizio in quanto determinano un grip statico, in sostanza la mano è come se fosse incollata/bloccata al manico e non è la medesima sensazione che si ottiene usando la segatura che, più semplicemente, asciuga il sudore come farebbe un asciugamano che, però, dopo un po' di volte che si usa rimarrebbe umido, non asciugando più. Inoltre, chi ha una sudorazione abbondante fatica ad impiegare questi gel che si impastano letteralmente sul palmo bagnato. Una mano asciutta riesce a proporre un grip saldo, ma permettere anche piccoli aggiustamenti della presa quando serve .
  
è più importante cio' che ha un valore commerciale più alto o ciò che rimane 
più facilmente fruibile ? era meglio una prince che costava quasi come un
mese di stipendio oppure una tecnifibre con grip in cuoio e silicone iniettato 
nel manico a 130 euro ?

si dovrebbero introdurre i concetti di efficacia ed efficienza. l'impiego di metodologie improntate al perseguimento della qualità, amplificano notevolmente i presupposti per aumentare efficienza ed efficacia dei processi e, conseguentemente, dei prodotti realizzati.
se lo scopo di una racchetta è quello di buttare dall'altra parte della rete una palla, per un lasso di tempo, diciamo, di 5 anni (?), con un costo economico per il cliente sostenibile, tenuto conto degli attuali valori dell'economia globale, sicuramente le racchette di oggi sono più efficienti (non so se, sempre,  altrettanto efficaci, se ne può parlare Laughing ... ) di quelle di 20/30 anni fa le quali, peraltro, proprio in virtù delle loro diverse specifiche di progetto/produzione, anche dopo diverse decadi sono ancora pienamente impiegabili senza sfigurare, almeno a livello amatoriale, ma di questo stiamo parlando. Vedremo le attuali racchette come saranno tra 20 anni ...
Voglio dire, una Ferrari è efficace ed efficiente come lo sarebbe un'utilitaria per andare tutte le mattine in ufficio? Nessuno, però, si esalterebbe o esalterebbe la sua nissan micra o citroen C1 come farebbe con la sua Ferrari ... il lusso non è, notoriamente, sinonimo di praticità, se vuoi dissetarti, una bella bottiglia d'acqua da bere a garganella, magari frizzante, se vuoi esagerare, è sicuramente l'ideale, ma al matrimonio di sua figlia, mediamente, ogni papà vorrebbe delle belle etichette da presentare in tavola! Il tennis è, principalmente, una passione e, come tale, vive anche di sfarzi e lustrini ... 
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Gio 24 Mag 2018 - 16:56
Sinceramente non ho capito un fico secco di quello che hai scritto. Ed era un esempio anche quello della segatura e del gel. Per dire che il tempo farà sempre cambiare qualcosa
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Gio 24 Mag 2018 - 17:35
Vandergraf intendevo dire che le racchette del giorno d'oggi sono dei prodotti sicuramente realizzati a regola d'arte nel rispondere agli scopi per cui sono state pensate e anche fortemente più accessibili economicamente, ma rispetto alla maggior parte delle racchette di punta prodotte negli anni preglobalizzazione  appaiono come degli articoli banalmente dignitosi, mediamente mediocri, insomma prodotti di massa sui quali c'è poco di che esaltarsi più di tanto e, in fondo, è meglio così se lo scopo è migliorare la pratica del tennis e non il collezionismo feticista fine a se stesso.
Però non vedo come non si possa riconoscere e perchè non si debba riconoscere che certi telai prodotti nel passato fossero oggettivamente altra cosa, se, poi, ciò fosse giustificato e adeguatamente sostenibile degli appassionati è un altro discorso ancora ed il tempo ha già, di fatto, risposto perchè, alla fine, il cliente ha sempre ragione anche quando non è completamente consapevole di quello che compra  Wink .
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Gio 24 Mag 2018 - 17:51
Io sono per la concretezza, ti rispondo con un esempio: poche settimane fa ho trovato al mercatino usato del Decathlon una Dunlop revelation anni 90 a 12 euro e mi ci trovo benissimo. Che sia di 30 anni fa o di 2 anni fa, mi cambia poco, perché mi sono capitati anche telai vecchi con cui ho giocato male e avuto noie all'avambraccio. La qualità è da correlare alle esigenze di chi gioca, che variano da un livello all'altro e da un tennista all'altro anche a parità di livello
T_Muster
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 478
Data d'iscrizione : 29.09.15

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Ven 25 Mag 2018 - 9:00
@ dagoberto

sono perfettamente in linea con le tue considerazioni... ci giriamo attorno, ma i telai "moderni" sono veramente attrezzi di massa, il mio thread era una speranza e una riflessione più che altro, non cercare di trovare la verità assoluta.
sostanzialmente penso a cosa potremmo avere in mano se si applicasse la qualità dei materiali e la qualità della produzione del passato con le idee e le innovazioni attuali!
avatar
Giampi83
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 197
Età : 35
Località : Caserta
Data d'iscrizione : 22.01.18

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Prince Beast 100

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Ven 25 Mag 2018 - 9:07
Sicuramente lo pagheresti 3 volte tanto, tanto per cominciare..avrebbe una garanzia di 1/2 anni, e durerebbe molti anni...conveniente per noi? Può darsi..conveniente per costruttori/commercianti? Assolutamente no.
avatar
mattiaajduetre
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 13554
Età : 24
Località : manerbio
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: tra mantüa e bresà
Livello: 3.1 F.I.T.
Racchetta: yonex Sv98

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Sab 26 Mag 2018 - 15:53
come sarebbe che il controllo qualità c'è e poi... nelle stesse consegne si trovano racchette con 15 grammi di differenza e 1 cm di bil. sballato.scratchscratch

Ciao Ciao
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Sab 26 Mag 2018 - 19:50
Come ho cercato di dire più sopra, adottare un sistema per la qualità non significa realizzare comunque prodotti di assoluta eccellenza, ma più semplicemente impegnarsi con il proprio cliente a garantire che il prodotto venduto risponda sempre e comunque alle caratteristiche e funzionalità (requisiti) per cui è stato ideato e commercializzato.  Questi requisiti possono essere di assoluta eccellenza - come per la Ferrari - oppure rispondere ad esigenze di massa - come per la Fiat 500, in entrambi i casi le produzioni saranno eseguite, comunque, a regola d'arte.
Nel caso di specie da te esemplificato che non conosco nel dettaglio quindi posso solo fare un'ipotesi, escludo che non siano fatti controlli sul prodotto finito, come anche durante la sua produzione, semplicemente perchè conviene al produttore eseguirli, riducendo sensibilmente, così, il numero di possibili scarti che potrebbero scoprirsi solo al termine del ciclo produttivo. Il fatto che giungano al cliente telai con differenze nelle specifiche così evidenti attiene, probabilmente, ai requisiti di progetto che saranno, nella fattispecie, dei range da a a, anzichè più stringenti. Appare evidente che una produzione con specifiche di produzione blande ha costi più bassi, rispetto ad una che richiede tra un telaio e l'altro precisione pressochè assolute.  Dunhill, famose produttore di pipe, controllava personalmente le pipe che uscivano dalle prime  linee di produzione e gli scarti erano talmente abbondanti che queste pipe venivano prodotte con sottomarchi che acquisirono sul mercato comunque un discreto prestigio considerata la manifattura comunque ottima e, notoriamente, una pipa Dunhill costa ancora oggi diverse centinaia di euro a pezzo ... Insomma, il controllo qualità sul prodotto finito è parte di un sistema per la qualità e viene strutturato in funzione degli obiettivi e del budget che l'organizzazione intende darsi; ecco perchè affermo che le migliori racchette prodotte qualche decina di anni fa erano migliori, non fosse altro perchè molte di queste metodologie non erano così sofisticate e, ancor più importante, l'economia globale non era così dolorante, almeno non in tutti i paesi occidentali.
avatar
Link90
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 14.05.18

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 1:52
Credo che l'errore principale di questo topic stia nel voler forzare un parallelo tra racchette e automobili perché evidentemente c'è qualcuno che è molto esperto di automobili... 
Io posso capire la deformazione professionale, ma è veramente così interessante stare sempre a pensare a racchette, corde, telai, materiali, qualità, modelli vecchi, modelli nuovi, quando uno è ancora alle prime armi è il fulcro della questione è semplicemente trovare un buon maestro e imparare a giocare? Una racchetta è una racchetta, non esistono differenze abissali tra un modello e l'altro, si tratta di piccole varianti che possono agevolare qualche tratto del gioco, niente di più. Ogni marchio e ogni modello sono validi e consentono a un giocatore di esprimersi a pieno per come sa giocare, siano questi del 2004 o del 2018.
Io quando penso al tennis mi diverto a pensare a imparare la tecnica, a godermi le giornate di sole estive mentre mi alleno, all'aspetto tattico, a dedicare tempo alla preparazione atletica...
La mia racchetta ha sempre lo stesso nome e cognome da anni e anni e la cambio solo quando si è logorata troppo o è stata incordata troppe volte e magari si è rotto qualche passacorda, e passo con nonchalance al nuovo modello.
Certo, quando mi capita sottomano un telaio diverso anch'io mi diverto a vederne le potenzialità, ma poi torno alla mia e là finisce. 
Non capisco il senso di intavolare ogni volta un Ballarò sulle racchette. Dovrebbero chiamarlo Racchette e corde forum invece che tennis forum.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 8:21
link, la pensavo esattamente come te fino a pochi anni fa, poi ho cominciato a provare
varie racchette e corde ed è cambiato totalmente il mio approccio. sicuramente ci sono
tanti giocatori di livello basso che non hanno alcun motivo di cambiare frequentemente
racchetta perchè il risultato sarebbe sempre lo stesso e non avrebbero nemmeno la
sensibilità per capire se il potenziale di quella determinata racchetta si può sfruttare
meglio con una certa corda o aggiungendo del nastro piombato. ma ce ne sono anche
altri, tra cui il sottoscritto, che non giocano soltanto per il risultato delle partite ma
anche per avere sensazioni di feeling e vedere se una certa racchetta può attenuare
le carenze ed amplificare i punti di forza. tu dirai: "impossibile". io ti rispondo:
"fino a un certo punto" . se si usa un certo criterio, come in tutte le cose, ci sono
molti aspetti interessanti, compreso il comfort, che per alcuni giocatori con problemi
di stress o predisposizione su gomito e avambraccio diventa fondamentale.
ricorda sempre che non si può mai parlare in termini così netti come fai tu di qualcosa
che non si è mai davvero approfondita e che il tennis è soggettivo, quindi fa parte
del rispetto verso gli altri considerare opportune certe cose che per te non lo sono.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 8:23
e comunque non si chiama tennis forum ma passione tennis.
la passione è quella che ci porta a fare cose per altri impensabili.
quindi mi sembra un nome azzeccatissimo
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13113
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 10:27
Aggiungo un nuovo punto di vista. Nel mio primo approccio a questa discussione, mi sembrava marginale ma col passare del tempo ha assunto un profilo più interessante.
La modalità d'acquisto della racchhetta.
Definiamo un punto di "partenza" sul calendario della nostra memoria e pensiamo al nostro primo acquisto. Chi ha almeno 20 anni di tennis sul groppone penserà al "negozio". Beh, il cosiddetto "Place" (punto vendita) è un protagonista insieme alla domanda globale di attrezzi.
Oggi come oggi, i grandi numeri li fanno la GDO - Grande distribuzione organizzata e l'e-commerce. E' una modalità quasi esclusivamente impersonale, da "carrello", con forse un paio di eccezioni (vedi Decathlon Modena e qualcun altro) su tutto il territorio nazionale. I negozi di tennis "puri" saranno 5 o 6 in tutta Italia. Vogliamo mettere il giro d'affari dell'on-line?
Lasciando stare l'agonismo, comprare una racchetta in negozio era una liturgia. Con una offerta diciamo ridotta rispetto a oggi. Ridotta per i costi (più alti!) e ridotta per i modelli. Di un singolo telaio, al massimo, erano proposte tre varianti...ora, a livello di "famiglie" siamo su ben altri numeri.
Gli acquisti del tennista "non-forum" e "non agonista" o di quello occasionale da "questa estate, al villaggio, ci sono anche i campi da tennis" sono di carattere estetico (paint job) o a suon "questa è la racchetta di Federer" (una Wilson qualsiasi) e "questa quella di Nadal" una Babolat qualsiasi. Fino a due anni fa c'era anche una Head qualsiasi... Per il grande pubblico, la Prince è quella dei biscotti al cioccolato, la Volkl è quella degli sci che si è appena messa a far racchette "che curioso!", mentre la Yonex dev'essere di certo una sottomarca!
Purtroppo, abbiamo una visione distorta del mercato, anche perché ho il sospetto che Artengo ne venda più di tutti.
E se questo è il Mercato (con la M maiuscola)...le leve di vendita non sono di certo il controllo di qualità! Vogliamo allora parlare di Prezzo?!?!
Produrre in qualità (non secondo i parametri industriali ovvero "in specifica") intesa come qualità d'uso... costa. Una racchetta, per vibrare poco e bene, deve essere simmetrica e con le pelli ben sovrapposte. E questo costa. Costa tanto? Paradossalmente, sui piccoli numeri costa meno che sui grandi numeri. 
La qualità del passato? Mah?! Quale??? Vuoi una racchetta artigianale? La trovi ancora: Angell, Bosworth, Zus, Vantage, Kneissl (semi artigianale), Art-Tech, Pro-T-One, Gamma (semi), Sportastic (semi o proprio artigianale, non lo so), Solinco (semi), Mantis (semi), e le varie Pro Room. Di sicuro me ne son dimenticate una sacco e una sporta.
Vale la pena spendere di più? Per il fisico sì! Ma se trovi una racchetta commerciale che non ti devasta le articolazioni...fa esattamente lo stesso. Succede, anche spesso.
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13113
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 10:57
...riprendo...

Ci son racchette "commerciali" come Bridgestone che sono davvero eccellenti come "qualità costruttiva". Ma mettiamoci anche le varie Prince, Yonex, Donnay, Volkl, Dunlop. Si tratta di racchette costruite in serie ma con specifiche e "filosofie industriali" più "amorevoli". Costano un pochino di più e non sono prodotti "da scaffale": vanno spiegate, raccontate e soprattutto PROVATE.

Ma allora torniamo al punto di partenza: non sono prodotti di largo consumo.
Perché, una volta, 20, 30, 40 anni fa il tennis era uno sport così "pop"? Esistevano le racchette economiche e non erano per nulla fantastiche. Il fatto è che noi "evochiamo" racchette del passato con un certo blasone...!!!
Da quando una PT57 era una racchetta popolare? Mai stata su una rastrelliera! Ah, parliamo di Prestige? Ma stiamo scherzando? Il ragionier Brambilla manco la guardava nel cellophane! La POG? Ma dove che era un mutuo! La 200G? La più odiata della domenica pomeriggio... bastava passare alle 19 di domenica sera per comprarle usate a buon prezzo.
Se vogliamo parlare di racchette "pop" del passato...prendiamo quelle veramente economiche e confrontiamole con le attuali.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 11:25
king hai leggermente esagerato con i negozi specializzati in tennis. 5/6 ci sono
soltanto a roma, in tutta italia saranno almeno dieci volte tanto.
condivido tutto il resto, ma soprattutto vorrei evidenziare una cosa: senza passione
e approfondimento, qualsiasi valutazione fatta sulla qualità delle racchette, la
loro produzione, i loro costi, è priva di alcun valore realistico, rimane un discorso
da bar.....con paragoni tipo automobili, che, ribadisco, non c'entrano nulla col
discorso delle racchette. a meno che non si vogliano far entrare in gioco tutte quelle
racchette destinate ai principianti che hanno un costo inferiore a 50 euro da nuove.
oggi si ha la fortuna, con internet, di avere sottomano sia telai vecchi che recenti.
e in uno sport così soggettivo, a bassi livelli, l'unico modo per dare una valutazione
attendibile è provare attentamente un telaio sul campo. che poi non è detto che
sia utile anche agli altri, perchè su uno stesso telaio esistono da sempre almeno
dieci valutazioni diverse. vuoi spendere di più pensando di ottenere di più ?
lo puoi fare. vuoi spendere di meno pensando che sia lo stesso risultato ? puoi
fare anche quello. togliamoci questo vizio di lamentarci e pensare sempre che solo
una volta era tutto di ottima fattura. e lo dico da grande appassionato di telai
vintage
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13113
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 12:09
Cinque o sei sì, esagerato io.
Cinquanta o sessanta "davvero" specializzati in solo tennis, in tutta Italia, mmmm mi sa che ci arriviamo "al pelo" hehehehehhe

Comunque, di racchette vintage, davvero pessime c'erano...eccome se c'erano!!! Il fatto è che, allora, le racchette-cesso erano archiviate dal mercato come "troppo": "troppo tecniche", "troppo difficili", "troppo potenti", "troppo permissiva", "troppo da principiante".
Una volta ho detto in faccia al negoziante (Germani) che la Snauwaert Boron era "schifosa e puzzolente" (non dicevo parolacce con i gandi, altrimenti mia mamma mi menava) e mi ha quasi cacciato dal negozio... La Boron era una racchetta di m...a!!! Altroché!
Prova tu a tirarla fuori in qualche enclave vintage..."Ohhhhh! Che meravigliaaaaaa!".
La 150G era un aborto. Perché la Wilson Rok era una racchetta?
vabbé, opinioni personalissssssime.
avatar
fa
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2372
Età : 51
Data d'iscrizione : 20.01.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.3
Racchetta: Prince Beast 100/Yonex Ezone 100

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 14:40
secondo me è che le racchette "per tutti o che si compravano di più" di un tempo, di media pesavano molto di più delle racchette "per tutti e che si vendono si più" di oggi. Faccio un esempio dei miei piccoli circoli dove gioco...chi 25-30 anni fa giocava con una Prince CTS Synergy db 24 o 26...o una Donnay Pro One Oversize...o una Yonex RQ 380 widebody...o una Yamaha Secret 04 o una Dunlop Revelation ecc...(direi che per tutte di media con le corde siamo sui 350/360 gr) ...oggi gioca con telai molto più leggeri (me compreso) e non mi spiego nemmeno il perché...non penso sia solo la vecchiaia perché se metto in mano ad un giovane che gioca con una 300/100 una delle racchette sopracitate mi dice "sembrano delle clave" e aihmé anche io ho la stessa sensazione anche se un tempo mi sembravano leggere...sarà solo questione di abitudine o perché oggi con minor peso e (penso) soprattutto con le nuove corde (al tempo praticamente nessuno montava monofilo) si hanno gli stessi risultati se non migliori? (almeno per quanto riguarda le prestazioni del telaio) scratch
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 17:48
tra quelle che hai citato la dunlop revelation sembra tutto meno che una clava
perchè è concepita con un ovale superleggero, come evidenziato graficamente
sul telaio. io stesso ci sto giocando e pur avendo un peso finito di circa 350
(compreso nastro piombato che ho aggiunto sull'ovale) risulta molto
maneggevole. i cambiamenti più evidenti sono sicuramente le corde, poi la
grandezza dell'ovale e poi la diffusione di racchette più leggere che però
necessitano di profili maggiori, rigidità più alte e bilanciamenti più avanzati.
sicuramente l'abitudine gioca un ruolo fondamentale. ma se guardi come
giocavano negli anni 70/80 risulta anche evidente che ora si adoperano
mediamente impugnature più estreme per attuare un gioco da fondo più
impostato sul ritmo e le rotazioni. a discapito delle variazioni e della fantasia
avatar
fa
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 2372
Età : 51
Data d'iscrizione : 20.01.14

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.3
Racchetta: Prince Beast 100/Yonex Ezone 100

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 18:03
@VANDERGRAF ha scritto:tra quelle che hai citato la dunlop revelation sembra tutto meno che una clava
perchè è concepita con un ovale superleggero, come evidenziato graficamente
sul telaio. io stesso ci sto giocando e pur avendo un peso finito di circa 350
(compreso nastro piombato che ho aggiunto sull'ovale) risulta molto
maneggevole. i cambiamenti più evidenti sono sicuramente le corde, poi la
grandezza dell'ovale e poi la diffusione di racchette più leggere che però
necessitano di profili maggiori, rigidità più alte e bilanciamenti più avanzati.
sicuramente l'abitudine gioca un ruolo fondamentale. ma se guardi come
giocavano negli anni 70/80 risulta anche evidente che ora si adoperano
mediamente impugnature più estreme per attuare un gioco da fondo più
impostato sul ritmo e le rotazioni. a discapito delle variazioni e della fantasia
VANDERGRAF era un discorso in generale con dei telai che vedevo passare all'epoca ai circoli ...alcuni li ho anche avuti...se poi come piace a te si va a cercare sempre il pelo nell'uovo, è un altro discorso...ad esempio non starebbe nemmeo in piedi quando dici "rigidità più alte e bilanciamenti più avanzati" perché la Yamaha Secret 04 era rigidissima e la Yonex RQ 380 aveva un bilanciamento che sembrava un martello.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 18:14
ma infatti ho parlato di tendenze medie, non di tutto quello che c'era e
c'è in circolazione. l'esempio sulla dunlop era proprio per sottolineare
l'eccezione e come spesso ci si lascia fuorviare dal generico tralasciando
il particolare. nulla di simile al pelo nell'uovo e, se anche fosse, di sicuro
non ci proverei un piacere particolare nel farlo. sono altri i piaceri della
vita.....per fortuna
T_Muster
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 478
Data d'iscrizione : 29.09.15

Re: Perchè i migliori telai vengono tolti dal mercato??

il Dom 27 Mag 2018 - 19:11
rieccomi...
tutte le opinioni lette fin ora possono essere condivisibili, ma secondo voi produrre una PT57 è davvero molto più costoso rispetto ad una radical graphene? secondo me no... ovvero ammesso che la differenza costi 20€ di materiali grezzi a Head e ammesso che per utenza finale questa differenza diventi 50€... io sarei contento di pagare questa differenza! perchè la qualità percepita e la goduria, a mio parere, vale più di quei 50€ di differenza... per non parlare dei soldi guadagnati senza dovere ricorrere al fisioterapista! 30€ di Tecar terapia per almeno cinque sedute = 150€  Very Happy
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum