Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
avatar
Marekomar17
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 17.01.18

Epicondilite che non va via!

il Dom 15 Apr 2018 - 21:46
Salve a tutti vi scrivo la mia esperienza con l’epicond con la speranza che qualcuno ha avuto il mio stesso tipo di percorso e mi può aiutare. La prima volta che mi è sorto questo problema mi sono dovuto subito fermare perché il dolere era molto forte ed avevo paura di peggiorare le cose all’epoca del fatto ero proprio alle prime armi ed non avevo idea di attrezzatura ed altro, sono stato fermo 3 mesi in cui ho provato di tutto: terapie, antinfiammatori e visita dall’ortepedico ma niente! Il dolore scemava ma non andava via del tutto, cosi su consiglio di vecchi tennisti che avevano subito anke loro l’epicondilite decido di giocarci sopra cambiando modello di racchetta ed incordatura, decido di passare alla head extreme mp 2017 graphene con in primo momento una corda multifilamento ed in più ovviamente avevo la fascia apposita. Dopo un paio di partite il gomito non ne risente più di tanto anzi sembrava che stessi meglio però sentivo che il multifilo non faceva assolutamente al caso mio cosi provo a passare con un mono tra quelli più morbidi ossia head sonic pro edge 1.25 incordato a 23-22 a 4 nodi, i risultati in campo sono stati subito eccezionali in termini di gioco ma a tuttora soffro ancora col gomito soprattutto quando gioco il rovescio in back, premetto che riesco a giocare tranquillamente con il dolore ma poi penso: “Sarò in eterno costretto a convivere con questo limite?” Vi prego se avete qualke consiglio davvero utile, tipo corde, prokennex o altro rispondete e grazie in anticipo
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Epicondilite che non va via!

il Dom 15 Apr 2018 - 21:50
3 mesi di stop sono pochi, a me è durata 9 mesi. la fascia deve essere buona, alcune
non fanno assolutamente nulla. il telaio non deve essere troppo rigido e leggero.
i movimenti, specialmente sul rovescio, devono essere corretti e ben davanti al corpo,
altrimenti hai facilmente ripercussioni e non guarisci mai. poi ghiaccio, pomate naturali
e stretching costante.
cike77
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 28.01.13

Re: Epicondilite che non va via!

il Lun 16 Apr 2018 - 9:49
Confermo quanto detto da Vandergraf su ghiaccio e stretching. Quando l'ho avuta io, ho continuato a giocare con bracciale e subito dopo mettevo ghiaccio per 15 minuti. Ripetevo l'applicazione col ghiaccio almeno 3 volte al giorno. Creme e pomate invece non hanno sortito alcun effetto. Ho fatto pure tanto stretching e curato meglio la tecnica. Alla fine è sparita così come era arrivata.
avatar
Marekomar17
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 17.01.18

Re: Epicondilite che non va via!

il Lun 16 Apr 2018 - 15:47
ok grazie speriamo che anke a me vada via così però devo ammettere che di ghiaccio ne faccio poco uso anke se so ke è fondamentale
avatar
vitali
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1174
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.3 15/4
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os, PD2015

Re: Epicondilite che non va via!

il Lun 16 Apr 2018 - 17:34
@cike77 ha scritto:Confermo quanto detto da Vandergraf su ghiaccio e stretching. Quando l'ho avuta io, ho continuato a giocare con bracciale e subito dopo mettevo ghiaccio per 15 minuti. Ripetevo l'applicazione col ghiaccio almeno 3 volte al giorno. Creme e pomate invece non hanno sortito alcun effetto. Ho fatto pure tanto stretching e curato meglio la tecnica. Alla fine è sparita così come era arrivata.
grazie cike77  ma quando dici alla fine....dopo quanti mesi?
cike77
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 173
Data d'iscrizione : 28.01.13

Re: Epicondilite che non va via!

il Lun 16 Apr 2018 - 18:35
Guarda, non ci ho fatto caso, forse dopo 3-4 mesi. Man mano il dolore è scemato finché ho potuto giocare senza bracciale. Frattanto ho curato il gesto tecnico e allentato di un Kg la tensione delle corde. Io ti consiglio di essere preciso con le applicazioni di ghiaccio. A parer mio, a parte gravi casi, sono quelle a fare la differenza.
rogerpersempre
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 55
Data d'iscrizione : 01.04.17

Profilo giocatore
Località:
Livello: pecorone
Racchetta: head extreme xt pro

Re: Epicondilite che non va via!

il Mar 17 Apr 2018 - 1:16
dico la mia esperienza:
epicondilite guarita con monofilo morbido (wilsono revolve arancione) a 16 kg per 6 mesi, direte ma il controllo??? giocavo meglio con questo setup che con multifilo a 24KG
avatar
vitali
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1174
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.3 15/4
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os, PD2015

Re: Epicondilite che non va via!

il Mer 18 Apr 2018 - 12:42
@cike77 ha scritto:Guarda, non ci ho fatto caso, forse dopo 3-4 mesi. Man mano il dolore è scemato finché ho potuto giocare senza bracciale. Frattanto ho curato il gesto tecnico e allentato di un Kg la tensione delle corde. Io ti consiglio di essere preciso con le applicazioni di ghiaccio. A parer mio, a parte gravi casi, sono quelle a fare la differenza.
grazie cike...io mettevo spesso il ghiaccio ma adesso non so cosa fare perche ho notato che se scaldo l epicondilo mi fa meno male poi.....per cui meglio ghiaccio o caldo???   bel dilemma
avatar
vitali
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1174
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.3 15/4
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os, PD2015

Re: Epicondilite che non va via!

il Mer 18 Apr 2018 - 12:46
@rogerpersempre ha scritto:dico la mia esperienza:
epicondilite guarita con monofilo morbido (wilsono revolve arancione) a 16 kg per 6 mesi, direte ma il controllo??? giocavo meglio con questo setup che con multifilo a 24KG
a 16 chili: mitico   devo provare anche io.....penso che in molti saremmo sorpresi della giocabilita di una corda mono a basse tensioni
GIUMBIBABIO
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 04.08.17

Re: Epicondilite che non va via!

il Dom 29 Apr 2018 - 16:47
Mi permetto di raccontarti la mia esperienza soltanto perché quando ci si trova in questa situazione si andrebbe pure dall'esorcista ( io ho tentato perfino con le foglie di cavolo !!! ).
Dopo 13 mesi in cui ho fatto tutto quanto umanamente possibile, riposo di mesi a piu' riprese, fisioterapia, esercizi di stretching e potenziamento, elastici, infiltrazione di cortisone, infiltrazione i di gel piastrinico ( euro 350/ciascuna ), svariati cambi di racchette, corde e tensioni, alla fine, dopo 13 mesi a me è passata ( chissà che non dovesse passare da sola comunque ), ( so che altri non condividono ) passando ad una racchetta lite e diminuendo la misura del manico.
Oggi, riesco a giocare tutti i giorni dopo un paio di mesi al massimo da quando sono iniziati i miglioramenti.
In bocca al lupo !!!
avatar
Marekomar17
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 17.01.18

Re: Epicondilite che non va via!

il Dom 29 Apr 2018 - 19:08
Grazie speriamo bene che passi improvvisamente anke a me
GIUMBIBABIO
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 04.08.17

Re: Epicondilite che non va via!

il Dom 29 Apr 2018 - 19:11
Te lo auguro con tutto il cuore, capisco perfettamente la situazione ma, purtroppo, quando viene, poi passano mesi prima che se ne vada.
A me è durata da fine gennaio 17 a marzo 18.
avatar
The Grinder
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 16
Data d'iscrizione : 06.11.17

Re: Epicondilite che non va via!

il Lun 30 Apr 2018 - 0:05
Sò che ti sembrerà assurdo come consiglio ma fossi in te cercherei una racchetta vintage non profilata e ci monterei un budello babolat sui 20kg, col monofilo  "morbido" a tensioni basse magari guadagni sullo spin ma perdi a livello di comfort e potenza.
Poi purtroppo (per i monodipendenti) và detto che monofili non sono corde che possono essere montate sui telai per mesi....andrebbero tagliati dopo 20 ore massimo...
Spesso sento gente che si vanta di aver risparmiato 10€ sulle corde(set) comprando il monofilo in offerta ma dopo vieni a sapere che è finita dal fisioterapista...Sentirai tante opinioni ma gli ingredienti sono sempre quelli:
1)Riposo
2)Budello naturale invece del monofilo
3)Racchetta più pesante(340incordata) e con RA non superiore a quella attuale (64) sarebbe il top
Spero di esserti stato d'aiuto...per alcuni dei miei compagni di squadra ha funzionato questa cura, altri invece la considerano retrograda e inutile...peggio per loro Laughing
avatar
Marekomar17
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 18
Data d'iscrizione : 17.01.18

Re: Epicondilite che non va via!

il Lun 30 Apr 2018 - 8:00
Grazie mille ogni consiglio è sempre ben accetto ma sono in una fase di crescita del mio tennis che non posso proprio pensare all’epicondilite
avatar
philo vance
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 354
Data d'iscrizione : 24.06.16

Profilo giocatore
Località:
Livello: I.T.R 5.0
Racchetta: Troppe

Re: Epicondilite che non va via!

il Lun 30 Apr 2018 - 8:59
Se si continua a giocare,anche usando budello sulla racchetta più morbida del mondo,l'epicondilite non passerà mai.

No tennis,ghiaccio e riposo per quanto possibile.

È triste ma è così.
avatar
philo vance
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 354
Data d'iscrizione : 24.06.16

Profilo giocatore
Località:
Livello: I.T.R 5.0
Racchetta: Troppe

Re: Epicondilite che non va via!

il Lun 30 Apr 2018 - 9:00
Se si continua a giocare,anche usando budello sulla racchetta più morbida del mondo,l'epicondilite non passerà mai.

No tennis,ghiaccio e riposo per quanto possibile.

È triste ma è così.
avatar
Poliwhirl
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 172
Data d'iscrizione : 05.09.17

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Epicondilite che non va via!

il Mar 1 Mag 2018 - 20:11
Io l'ho avuta a 16 anni, per qualche mese, e poi non ho mai più avuto questo problema.
Non ero alle prime armi né fuori allenamento (giocavo già da una decina d'anni ed ero agonista) solo che volli provare una racchetta diversa e mi venne questo dolore dopo un periodo di allenamenti e tornei abbastnza intenso. Ho smesso di giocare, aspettato che passasse e sono tornato alla precedente racchetta che non mi causava fastidi. Così ho risolto del tutto e non ho mai avuto ricadute.
Se hai dolore, posa la racchetta e smetti di giocare e cerca di curarti e di capire gli errori da non ripetere.
Come cura, io all'epoca andai da un fisioterapista a fare una seduta di laser, ma non fu certo quello ad aiutarmi, quanto piuttosto una fascia apposita di quelle che si comprano ovunque (quelle che comprimono il muscolo dell'avambraccio, per intenderci), con dei massaggi sempre a quel muscolo con un po' di olio e ovviamente ghiaccio sul gomito. Facendo questo procedimento, abolendo del tutto il tennis per un certo periodo (forse un mese o un'estate, non ricordo esattamente quanto) e ritornando alla vecchia racchetta (che non era più leggera e ugualmente un telaio agonistico, ma solo bilanciata diversamente) non ho mai avuto neanche un minimo accenno di questo problema negli anni a seguire.
Non era un problema di tipo di corde né di tensione, nel mio caso.
Smetti di giocare per un po', inizia la terapia e aspetta di sentire dei miglioramenti prima di tornare in campo. Non pensare ad andare in campo ogni due o tre giorni a "Testare" se c'è stato un miglioramento o a cercare di giocare sopra al dolore. Non sei un professionista e non cambia niente se per un mese non giochi a tennis. Questo è il mio pensiero e la mia esperienza. In bocca al lupo.
avatar
franzx
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 866
Età : 49
Data d'iscrizione : 03.04.12

Profilo giocatore
Località:
Livello: somaro
Racchetta: tx235p

Re: Epicondilite che non va via!

il Mer 2 Mag 2018 - 16:59
Ciao, soffro di epicondilite da circa un mese e mezzo, mi sto’ curando con onde d’urto (fatta oggi ottava applicazione) e comincio a stare meglio, oggi ho palleggiato un oretta con telaio molto morbido, corde in budello a tensione particolarmente bassa, e fascia per epicondilite.
Sul dritto nessun problema, un leggero fastidio quando colpivo il rovescio.
Sono abbastanza sicuro che i tendini mi si siano infiammati a seguito dell’utilizzo di un monofilo rigido, in precedenza sempre usato budello e mai avuto problemi (gioco da circa 40 anni).
A me le onde d’urto di stanno rivelando utili, un grosso in bocca al lupo
avatar
vitali
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1174
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.3 15/4
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os, PD2015

Re: Epicondilite che non va via!

il Gio 3 Mag 2018 - 15:47
sto facendo anche io onde d urto e laser  vi faro sapere
Paolo MIL
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 98
Età : 50
Località : Brandizzo (To)
Data d'iscrizione : 23.04.17

Re: Epicondilite che non va via!

il Gio 3 Mag 2018 - 16:18
Io l'epicondilite l'ho avuta l'anno scorso (causa lavoro), ho fatto onde d'urto e un po' di fisioterapia manuale. Lasciato stare la racchetta... E dopo circa due mesi dalla fine delle terapie, come mi aveva detto il fisioterapista, mi è passato. Adesso incrocio le dita e lo dico a bassa voce, che non mi ritorni... Però prima di farmi l'oretta, faccio dello stretching e finito quando torno a casa metto il ghiaccio.
avatar
Ospite
Ospite

Re: Epicondilite che non va via!

il Dom 20 Mag 2018 - 17:59
Ciao a tutti, sono un neo iscritto al sito ed è il mio primo post. Ho 52 anni ed ho iniziato a giocare da dicembre 2017 con una babolat pure aero lite (peso 270 gr. non incordata) e corde multifilamento babolat tensione 25 kg.  dopo un paio di mesi ho acquistato anche una Wilson burn 100 cv (peso 300 gr. non incordata) sempre con multifilamento babolat a 25 kg. Mai avuto problemi fino a che mi sono limitato a lezioni col maestro, mentre da quando faccio anche le "partitelle" ho iniziato ad avere leggeri dolori al gomito. Può darsi che nelle partitelle, per stare alla pari con compagni più rodati io abbia forzato un po' troppo, oppure avendo iniziato da poco il braccio non regge più di una/due ore a settimana…. sicuramente anche il mio gesto tecnico non ottimale avrà contribuito (specialmente in assenza del maestro a correggermi). Ora, dopo due infiltrazioni, un po di riposo, qualche esercizio ed applicazioni di ghiaccio, lunedì riproverò a giocare con corde in budello e tensione 22 kg. 
Qualcuno mi può dare una dritta sulle racchette? quelle che ho sono indicate o sarebbe meglio cambiarle?
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Epicondilite che non va via!

il Dom 20 Mag 2018 - 19:58
Io sul forum sono, oramai, più che noto per essere poco convinto sull'impiego di racchette light. C'è, ovviamente, chi è meno angosciato dal loro impiego, ritenendolo giusificato come normale e positiva evoluzione tecnologica.
Peraltro, è consolidato il fatto che telai leggeri, inevitabilmente vuoti, assemblati con tensioni delle corde significativi sono il presupposto ideale per produrre shock e vibrazioni che trasferiti al braccio portante del giocatore, magari anche poco abituato e, soprattutto, allenato alla resistenza da tali stress, sono uno delle principali cause di infiammazioni alle articolazioni, le parti dell'arto più sollecitate.
In un'inchiesta poliziesca,   se una racchetta da 270 gr., non incordata, ed una tensione di 25 kg non rappresenterebbero delle prove certe del colpevole, sicuramente sarebbero considerati degli indizi e, come si dice, 2 indizzi fanno una prova? Wink
Può anche essere che con il maestro colpivi palle sempre con un approccio ed un'attenzione maggiore. In partita, si sa, pur di buttarla di la, vale tutto e con queste tipologie di racchetta tutto sembra più semplice,  la palla la butti di la con maggiore apparente facilità, ma se l'impatto non è ben stabile, la palla non è ben centrata nell'area ideale del piattocorde, il movimento non è ben portato attraversando la palla, ma colpendola semplicemente, magari strecciando l'apparato muscolare ... insomma, la palla riesci comunque a rimetterla, ma il colpo puoi accusarlo più di quanto ti accorgi e, alla sera, compare inevitabilmente il primo dolorino al gomito che diventa poi un piccolo spillo e ... son dolori.
Racchette light, per me no buono Evil or Very Mad .
avatar
Ospite
Ospite

Re: Epicondilite che non va via!

il Dom 20 Mag 2018 - 20:32
Grazie Dagoberto, in effetti con la wilson burn da 300 gr. (non incordata) sento meglio la palla, e minore stress quando impatto palle veloci, i miei dubbi derivano dal fatto che inizialmente avevo solo la babolat lite e non mi aveva dato problemi, ma è anche vero che giocavo con minor frequenza. Lunedi proverò con la burn ed il budello a 22 kg. poi vedremo.... in caso di problemi ulteriori, sarei orientato sulla PRO KENNEX KI Q+ TOUR PRO (300 G) magari con un multifilo, qualcuno l'ha provata?
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Epicondilite che non va via!

il Dom 20 Mag 2018 - 20:51
Mi sono già presentato, quindi non nascondo più le mie convinzioni, perciò, perche non alzare ad almeno 330 gr, compreso la corda, mediamente 15 gr. e, soprattutto, bilanciamento al manico, non oltre i 32 cm dalla fine del manico. Inoltre, inerzie medio basse, diciamo intorno ai 60 Ra. Pro Kennex ha la fama di produttore attento ai problemi salutistici legati alla pratica del tennis, ma non tutte le racchette prodotte hanno specifiche ideali a ciò. Il multifilo va benissimo in tal senso, come ancor più il budello, ma richiede molta manutenzione e, costicchia. Puoi usare anche un buon syngut, magari di quelli un po' più evoluti con la parte più esterna costituita da una protezione in multifilamento, ma dovresti abituarti a tensioni intorno ai 20 kg, molto ammortizzanti e poco stressanti.
Per recuperare in controllo, usare magari pattern un po' più fitti, tipo 16 x 20 e calibro da 1.30.
avatar
Ospite
Ospite

Re: Epicondilite che non va via!

il Dom 20 Mag 2018 - 21:01
Quindi una racchetta da 310/315 gr. non incordata e bilanciamento 31.0 - 31.5 ...ho provato una pro staff del maestro con quelle caratteristiche e non mi sembrava male. Quello che fatico a trovare sui vari negozi online sono racchette con Ra basso, la stessa ki 5 300 della kennex ne indica 70. Puntavo sulla KI Q+ TOUR PRO (300 G) perché ha Ra 63 se non ricordo male. Tu ne conosci qualcuna? Ancora grazie per l'aiuto ☺️
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum