Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi
Ultimi argomenti
Fabio FogniniIeri alle 23:13Poliwhirl
ZUS WEPEN XVen 21 Set 2018 - 22:37Turbolz
multifilo o double arVen 21 Set 2018 - 22:06pasky76
nuove Yonex VCORE Ven 21 Set 2018 - 20:35Eiffel59
Adidas Delta Club 2 Ven 21 Set 2018 - 20:23seneca85
Corde da Tennis ?Ven 21 Set 2018 - 19:52Eiffel59
Pure Drive vsVen 21 Set 2018 - 18:19Iron
Servizio in kickVen 21 Set 2018 - 16:38kingkongy


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
avatar
Alessandro
Amministratore
Amministratore
Numero di messaggi : 4241
Età : 40
Località : Acireale (CT)
Data d'iscrizione : 17.11.08

Profilo giocatore
Località: Acireale (CT)
Livello:
Racchetta: Wilson Pro Staff 97
https://www.passionetennis.com

Energia elettrica: addebito morosità altrui

il Sab 24 Feb 2018 - 17:03
Vorrei condividere con voi questo (per me importante) comunicato stampa:

ENERGIA: CONTRO LO SCIPPO CON DESTREZZA ARERA, DI FAR ADDEBITARE ALTRUI MOROSITA' SULLE BOLLETTE ELETTRICHE DELLE FAMIGLIE,ADUSBEF SI RIVOLGE PROCURA E PUBBLICA FAC SIMILE DIFFIDA.

L'ex Autorità per il Gas e l'Energia (Arera), ha previsto di addossare, con la Delibera del 1 febbraio 2018 n. 50 (https://www.arera.it/allegati/docs/18/050-18.pdf), sulle spalle di famiglie, consumatori e degli utenti dei servizi elettrici in regola con i pagamenti, gli oneri non recuperabili per mancato incasso degli oneri di sistema, quantificati in circa 1 miliardo di euro su base annua.
In tal modo si tenta di spalmare sugli incolpevoli consumatori e sulle famiglie già taglieggiate da rincari, balzelli ed inique delibere dell'Autorità ARERA (impegnata a tutelare gli esclusivi interessi delle imprese fornitrici, i cui costi sono tra i più elevati d'Europa), il mancato recupero degli utenti morosi, siano essi allacci di energia elettrica abusivi che non hanno pagato, che ogni altra fattispecie di consumi non recuperati.
Ritenendo che tale addebito potrebbe costituire una plateale violazione del Codice del Consumo emanato con il decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, in materia di diritti del consumatore, nonché possibile violazione delle norme del Codice Penale in materia di abuso in atti di ufficio e concorso nel reato di appropriazione indebita, addirittura istigato dalla suddetta delibera, Adusbef si è tempestivamente mobilitata al fine di evitare questo ennesimo scippo con destrezza a danni dei cittadini italiani già spolpati e taglieggiati da tutta una serie di oneri di sistema sulle bollette elettriche, perfino gravate dall'odioso canone Rai.
Dopo aver Pubblicato sul sito Adusbef un fac simile a disposizione di ogni utente dei servizi elettrici, già saccheggiato da delibere Arera, a disposizione di ogni utente dei servizi elettrici, che non intende subire l'ennesimo sopruso, una diffida da inviare per mail anche alla procura della Repubblica di Milano, competente per territorio, l'associazione porrà in essere ogni iniziativa legale e giudiziaria per tutelare legalità e diritti dei cittadini consumatori.
Con la presente lettera, inviata al rappresentante legale pro-tempore Guido Bortoni, il/la sottoscritto/a diffida Arera a far addebitare qualsivoglia onere o balzello sulle fatture a me intestate, derivante dall'altrui morosità, per le evidenti violazioni indicate, ed invita la Procura della Repubblica, che legge per conoscenza la presente diffida, ad aprire una inchiesta per verificare l'integrazione di gravi reati a danno dello/a scrivente.

Avv. Antonio Tanza (Presidente Adusbef)
Roma,17.2.2018

Scarica il modello di diffida
FONTE: http://www.adusbef.it/Consultazione.asp?id=10137

_____________________________________________________________
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Energia elettrica: addebito morosità altrui

il Sab 24 Feb 2018 - 18:06
Tema estremamente delicato e molto tecni. Una cosa é certa, fatto 100 il costo virtuale della bolletta, qualsiasi sia il fornitore, la parte afferente l'introito diretto all'azienda elettrica interessata si assesta abbondantemente al di sotto del 50%, il rimanente é costituito da imposte, accise [sinonimo di imposte:roll:], e contributi comuni di varia natura che con la fornitura c'entrano poco o nulla. Va detto, poi, che l'alto costo dell'energia elettrica in Italia sconta sia la pochezza di risorse naturali possedute che devono, quindi, in buona parte essere acquistate dai rispettivi mercati di scambio, sia dalle scelte energetiche operate negli anni dai cittadini con specifici interventi consultivi, del tutto leciti e rispettabilissimi, ma sicuramente onerosi in termini economici, purtroppo. Tra l'altro, forse non tutti sanno che, proprio per mediare [abbassare] il costo medio dell'energia, spesso si compra energia di produzione nucleare durante le ore notturne dai paesi confinanti che non potendola stoccare, come noto, la svendono avendo in queste ore un calo di richiesta rispetto le ore diurne. Insomma, altra bella zavorra che ci portiamo dietro e la cui soluzione non é proprio dietro la porta anche perché le energie alternative non hanno analoghe capacitá produttive in proporzione agli impatti ambientali correlati e cambiare un sistema energetico nel suo insieme é operazione molto complessa.
avatar
ziku99
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 566
Età : 53
Data d'iscrizione : 22.11.14

Profilo giocatore
Località: Recanati
Livello:
Racchetta: Prince Textreme 100 T pro staff 97 L Babolat pure aero Vs

Re: Energia elettrica: addebito morosità altrui

il Sab 24 Feb 2018 - 19:59
al di la di tutto, come può essere legale far pagare consumi elettrici a chi non gli ha utilizzati, per questo si chiama truffa legalizzata, un domani ci potrebbero anche addossare i mancati introiti di tributi e tasse non pagate e questa sarebbe democrazia?
avatar
Alessandro
Amministratore
Amministratore
Numero di messaggi : 4241
Età : 40
Località : Acireale (CT)
Data d'iscrizione : 17.11.08

Profilo giocatore
Località: Acireale (CT)
Livello:
Racchetta: Wilson Pro Staff 97
https://www.passionetennis.com

Re: Energia elettrica: addebito morosità altrui

il Lun 26 Feb 2018 - 11:24
Io ho una mia teoria in merito al discorso delle tasse fisse: molti anni addietro, quando ancora non c'era il mercato libero, ricordo addirittura di bollette a zero nel caso in cui facevo delle trasferte che duravano mesi e comunque bollette talmente basse che si aggiravano alle 20 euro bimestrali (sfruttavo davvero poco casa) e comunque nessuna tassa fissa che io ricordi.
Cedere a terzi del mercato libero secondo me è stato il pretesto di far pagare a noi quello che altrimenti avrebbero dovuto pagare le società del mercato libero per poter rivendere l'energia, ovvero il nolo contatore e le varie cretinate fisse che ci propinano. Ecco che magicamente entrano nel mercato decine e decine di società e truffatori porta a porta annessi.
La società proprietaria (Enel) si sgrava delle responsabilità di gestione ed incassa da loro gli introiti dell'affitto della rete, CHE OVVIAMENTE PAGHIAMO NOI E NON LORO, ed è talmente furba che entra nel mercato come Enel Energia, cosicchè possa accaparrarsi GRATUITAMENTE E SENZA COSTI AGGIUNTIVI, i suoi stessi clienti con l'aggiunta di questa estorsione resa legale (perchè di questo si tratta in fondo...)
Io, 1 su 70.000.000, che faccio causa? Allora calo le corna e pago e, lo Stato forte di questo meccanismo, ci addebita anche il canone in bolletta.

In più, tornando all'argomento, ci faranno pagare, anche se in quota minima, una tassa per andare a coprire i debiti dei morosi...... #italiadellavergogna

Per chiudere: si parla tanto di risparmiare sui consumi, di ridurre gli sprechi e di energia verde ma: se pago 70 euro di bolletta di cui 50 sono solo le spese fisse, tanto vale allora che sfrutto di più le apparecchiature per le comodità di casa, visto che in percentuale causerebbero solo qualche euro in più, ma col piacere!!! Ed ecco che decade poi il principio del risparmio e della lotta agli sprechi. Ci portano loro allo speeco ed al consumismo...
Un po' come la pubblicita sui giochi d'azzardo: "Gioca con moderazione" e poi ti bombardano di pubblicità al fine di invogliarti a giocare!

_____________________________________________________________
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: Energia elettrica: addebito morosità altrui

il Lun 26 Feb 2018 - 11:55
La società proprietaria (Enel) si sgrava delle responsabilità di gestione ed incassa da loro gli introiti dell'affitto della rete ...


Su questo passaggio mi permetto di fare un po' di ordine: ENEL, dal punto di vista commerciale ha poco impatto concreto nel mercato di riferimento, oltre che rappresentare il Brand madre o padre, se preferiamo, cioè quello, per esempio, impiegato nelle campagne d'informazione di gruppo.
A seguito della liberalizzazione del mercato dell'energia, introdotto dalla così detta legge "Bersani", il mercato è rappresentato concretamente, invece, dai seguenti operatori:
- Aziende che si occupano di produzione dell'energia elettrica (e.e.);
- Aziende che si occupano della distribuzione dell'e.e. (diverse dalla Terna che è azienda di stato che cura il trasporto a livello nazionale di e.e. ad alta tensione);
- Aziende che si occupano di commercializzare pacchetti di fornitura di e.e..
Quindi, per esempio, e-distribuzione S.p.A., Società del Gruppo Enel addetta alla distribuzione dell'e.e. di bassa tensione, è responsabile della rete elettrica nelle sole zone dove ha concessione in tal senso, curandone lo sviluppo, la manutenzione ed il suo regolare funzionamento, aspetti per i quali ha e si assume  la totale responsabilità, come anche di recente si è potuto riscontrare durante le copiose nevicate degli ultimi anni, ripristinando il regolare servizio di fornitura in tempi record, aspetto riconosciuto dalle autorità delle località sottoposte ai disagi, garantendo anche l'intervento con generatori mobili dislocati nelle zone colpite e sottoponendo il proprio personale a turni veramente impegnativi h24.  
D'altra parte, l'ENEL, Ente Nazionale Energia Elettrica, che fu costituita all'inizio degli anni '60 per elettrificare il paese dopo i disastri della seconda guerra mondiale, fu sciolta quale ente di stato per scelta politica alla fine degli anni '90 all'insegna di una maggiore efficacia ed efficienza del sistema, non certo per volontà propria.
Il sistema della rete elettrica distribuito, in particolare, venne smembrato tra aziende locali ed Enel, prevedendo per quest'ultima la cessione di infrastrutture e risorse  alle aziende locali (Milano, Roma, Torino, ecc.) in caso di contemporaneo presidio sul medesimo territorio.
Insomma, l'attuale sistema è figlio, ancora una volta, della volontà politica, che dire sull'attuale efficienza di sistema rispetto al passato, ai posteri ardua sentenza ...
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum