Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi
Ultimi argomenti
Nuove Beast 98 e 100Ieri alle 22:42fa
Racchette Ieri alle 16:27Hammer72
Tourna gritIeri alle 11:39Eiffel59
Diablo 19Ieri alle 9:37st13
Prince X...Ieri alle 8:23Eiffel59


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Dom 18 Feb 2018 - 23:00
Scrivo questo post perché non amo lasciare indietro spiegazione per gli argomenti che sostengo, ma non ve n'é stata possibilità a suo tempo, ed é una spiegazione dovuta ai forumisti

Framan ha scritto "Aumentando il peso di una racchetta leggera e usando correttamente il gomito si aumenta la velocitá dello swing"



"Scusami, ma sono sciocchezze.
Una racchetta con 10 punti di inerzia in più ti rallenterà SEMPRE e COMUNQUE lo swing.
Questa è fisica, e non si scappa."




credo sarebbe sufficiente questa immagine (per gentile concessione di lorenzofalco.it) per capire il concetto che ho espresso, visto che lo swing parte dall'alto secondo la fisica archimede, galilei, newton, einsten e quant'altri, per la legge dei gravi visto che l'aria fino a prova contraria è un fluido e sulla terra non siamo nel vuoto, un'oggetto di pari dimensioni, ma peso maggiore cadrá a terra prima, ovvero più velocemente.
Avendo velocitá maggiore di caduta la seguente fase finale quasi orizzontale dello swing secondo le leggi del pendolo avrà maggior velocitá.
Tanto banale che potrebbe essere vero e a qualcuno verrebbe in mente di usare una racca da 5 etti per raggiungere velocitá siderali, ma non è proprio proprio cosí, in realtà è ben più complesso e vediamo perché.

Parliamo di un normale dritto, quello che si usa nella larga maggioranza dei casi, non del dritto alla Sock o alla Kyrgios che hanno giá principi di funzionamento leggermente diversi, tantomeno del troglodit-dritto.

Ecco partiamo dal troglodit-dritto che può aiutarci. Si prende la racchetta, la si porta indietro e verso il basso perché giustamente il tennis si gioca dal basso verso l'alto e diamo una gran sbracciata per farla ripartire visto che se la porto indietro per portarla in avanti mi devo fermare e ripartire. Logica dice, e anche la fisica in questo caso che più peso c'è, più faró fatica e più lento sarà lo swing. Vero ! Solo che il dritto non si fa cosí e se faccio il dritto cosí in terza alta non ci arriveró mai manco se mi alleno 8 ore al giorno e gioco da 20 anni.
Qualcuno mi fará notare che anche certi pro tipo Date, Radwanska, Simon eseguono il colpo cosí, si è vero, ma lo fanno solo a volte e per determinati precisi obiettivi, non perché non sanno fare il dritto normale che poi quando serve usano.

Allora decidiamo di fare il dritto normale e chiediamoci il perché dobbiamo fare tutta 'stá fatica per portare la racchetta lá in alto.
Per allungare lo swing cosí possiamo fare più strada e cosí dare più potenza ? Si e no, in parte è vero, ma non è il principale motivo. Chi è buon giocatore, nella frettolosa correria di una partita per essere veloce nel preparare sá che comunque può non portarla tanto in alto, peró almeno un po' si. perché ?
Perché esiste una fondamentale regola del tennis che dice "meno muscoli che non servirebbero si usano, meno tensioni muscolari creo, migliore sarà il colpo" 
La racchetta la portiamo in alto proprio per non usare muscoli per farla partire, la racchetta parte per forza di gravitá con un nostro minimo sforzo di spinta, minimo ! ovvero il colpo si mantiene rilassato, nulla è forzato !

Detto questo, torniamo al concetto iniziale, visto che usiamo la forza di gravitá e siamo in un fluido, più pesante è la nostra racchetta e più questa discesa è rapida, ma
ma ad un certo punto la dovremmo spingere in avanti questa racchetta, e questo è il momento più delicato, corrisponde a quella stretta curva all'estrema sinistra della linea rossa.
Quello lí è il momento non solo di cambio di direzione, ma è il momento in cui dovremmo sommare le due spinte, quella in caduta e quella dei movimenti del corpo che hanno creato una situazione di potenziale spinta da scaricare sulla palla. Quei movimenti sono come l'aver caricato una molla.
Ecco, qui l'esempio della molla non è esatto esatto come esempio, peró è il più semplice da spiegare, il più immediato da capire, lo uso per evitare arzigogoli di parole e formule strane. In pratica prendetelo per buono e immaginatevi la racchetta come un piccolo oggetto che entra nel vortice quando aprite il tappo della vasca da bagno, entra nel vortice lentamente e se non cade nello scarico ne esce velocemente.
In pratica se carichiamo una molla con un peso troppo piccolo o troppo grande la gittata sarà limitata, la miglior gittata si ottiene con il giusto peso, né troppo né troppo poco. Se la nostra racchetta è troppo leggera scenderá troppo lentamente quando fará quella curva non avrá peso sufficiente e non caricherá a sufficienza quella molla, se sarà troppo veloce perché pesante la caricherá troppo e la molla non avrà forza a sufficienza per sputare fuori velocemente il troppo peso.

A questo punto la sommatoria di forze vá verso avanti, ed é il momento decisivo per dirigere correttamente il colpo. Importantissimo, la racchetta ha il tappo rivolto alla rete, ovvero é perpendicolare alla rete, ma il gomito accompagnato dalla spalla vá verso avanti. Ovvero, all'uscita dalla molla l'inerzia non conta un bischero ma conterá solo più avanti, conta il peso della racchetta !
Questa é la fase in cui si mette il colpo sul binario ed é una fase progressiva, si parte lento per accelerare sempre di più. Questo per evitare di strappare il colpo. Strappare il colpo é come accelerare troppo velocemente un auto, le gomme perdono aderenza e slittano, l'auto sbanda, devi togliere gas e perdi velocitá, se la metti sui binari dosando correttamente la partenza é ben migliore.
Con una racchetta troppo leggera che é uscita dalla molla devi sbracciare per farla andare e dare molta spinta strappando, con una troppo pesante la racchetta resta lí e non riesci a farla partire nei giusti tempi rallentando cosí la velocitá dello swing.
Un giocatore tecnicamente capace con una buona sensibilità ed esperienza, questo lo sente. Quando é il momento di fare quella curvetta sente proprio come un giusto rimbalzo che carica lo swing, se é troppo pesante sente che la racca s'inchioda lí, se é troppo leggera sente il nulla, che é obbligato a dare troppa spinta per farla andare, per cui in entrambi i casi a disunirsi.

Passando oltre, queste sono le tre ragioni più importanti, ve n'é una quarta, su cui peró ci sarebbe da discutere e quanto sia valida non lo só perché ci sono visioni contrastanti a proposito, tesi dicono di si, tesi dicono di no, bisognerebbe chiedere ad uno di quei mostri sacri di biomeccanica per avere una risposta più definitiva.
In pratica, una volta lanciato correttamente la fase orizzontale la massa stessa della racchetta, pesante il giusto, mantiene di per se stessa la spinta e il nostro sforzo per spingerla sarà relativo, mentre una racchetta troppo leggera esige una nostra maggior continua spinta che dovremo mantenere sotto controllo rallentando cosí il tutto. Io personalmente ho sposato questa tesi, peró altri no, per cui la passo col beneficio del dubbio.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 0:05
sembra un post di dagoberto. il discorso non riguarda solo il peso ma anche l'inerzia. si tratta semplicemente
di trovare quel punto in cui il mix di inerzia e peso, nonchè la distribuzione delle masse di quel telaio, permette
di eseguire i colpi con sufficiente spinta al nostro regime di swing, che può essere spesso anche diverso tra
un colpo e l'altro, specialmente per chi usa il rovescio a una mano e oltre al topspin usa anche back, chop
e slice. io ad esempio ho bisogno di consistenza sul dritto e di leggerezza sul rovescio in top a una mano.
per leggerezza non intendo una racchetta necessariamente da 280 grammi con inerzia 300, ma ho visto
più volte che se la racchetta, ad esempio, supera sia i 315 di peso che i 320 di inerzia, il rovescio viene
penalizzato, in condizioni di bilanciamento da fabbrica del telaio. chiaramente il discorso cambia salendo
di categoria, in quanto i gesti tecnici sono meno carenti e il supporto fisico è notevolmente maggiore.
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 0:17
Il post é specifico sulla relazione peso velocita' dello swing, dove l'inerzia interviene esclusivamente ed in maniera molto relativa al momento finale nel mettere la racchetta parallela alla rete
Tutto altro discorso, totalmente differente é valutare che racca, che bilanciamento, che peso, che inerzia ci serve
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore
Numero di messaggi : 13141
Età : 53
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 2:08
Framan, il tuo discorso non mi convince perché lo swing moderno è fatto di accelerazioni e, pertanto, i momenti d'inerzia contano.
Vista l'ora...passo la palla a domani. Sospensione di giudizio.
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 10:17
sembra un post di dagoberto... 


Scusa Vandergraf,  machestaiadi'? Ti farebbe piacere se qualcuno per commentare con evidente biasimo un post ti citerebbe come suo ipotetico redattore?  scratch


Si vede che è davvero troppo complicato per alcuni attenersi ai post, commentandoli, se faccia piacere, o passando oltre se non interessino, senza particolari voli pindarici? La sindrome dell'ombelico del mondo è dura a morire ...


Non sentirai la mia mancanza?  Very Happy
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 10:20
era solo per scherzare dago, visto che abbiamo già interagito direttamente sugli stessi toni
io e te. parlavo solo di lunghezza dell'esposizione, dove lo vedi il male ?
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 10:25
@kingkongy ha scritto:Framan, il tuo discorso non mi convince perché lo swing moderno è fatto di accelerazioni e, pertanto, i momenti d'inerzia contano.
Vista l'ora...passo la palla a domani. Sospensione di giudizio.
Só giá dove contesterai, ho giá pronta la bastonata finale  Very Happy
Ti aspetto al varco  Cool
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 10:28
non me ne intendo molto di queste cose fisiche e aereodinamiche (nemmeno so
se questi sono i termini giusti), ma penso che alla fine conta molto di più
la percezione del peso rispetto al peso come dato oggettivo. e sulla percezione
influiscono inevitabilmente bilanciamento e inerzia. sia in fase di apertura che
in fase di attraversamento palla e chiusura del colpo
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 10:31
@VANDERGRAF ha scritto:era solo per scherzare dago, visto che abbiamo già interagito direttamente sugli stessi toni
io e te. parlavo solo di lunghezza dell'esposizione, dove lo vedi il male ?
sei fortunato di non esserti beccato il Satrapo dei tempi d'oro, occorrevano giornate per leggergli i post, e il giorno dopo ne postava un altro 
peró interessantissimo, da lui solo da imparare
Considera che ho ridotto al minimo indispensable per evitare ulteriori confusioni 
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 10:35
@VANDERGRAF ha scritto:non me ne intendo molto di queste cose fisiche e aereodinamiche (nemmeno so
se questi sono i termini giusti), ma penso che alla fine conta molto di più
la percezione del peso rispetto al peso come dato oggettivo. e sulla percezione
influiscono inevitabilmente bilanciamento e inerzia. sia in fase di apertura che
in fase di attraversamento palla e chiusura del colpo
infatti l'apertura é dove l'inerzia dá la sua botta, la seconda botta, e lí la fatica é davvero tanta, la dá quando devi sollevare velocemente la punta per portare la racchetta orizzontale a fine swing
avatar
Dagoberto
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1081
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Lun 19 Feb 2018 - 10:40
era solo per scherzare ...


allora se era uno scherzo ridiamo; ah, ah, ah  Rolling Eyes
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 21:10



foto dal sito http://www.ubitennis.com/blog/2018/03/13/indian-wells-spunti-tecnici-naomi-osaka-dinamismo-e-grande-servizio/


ci aggiungiamo queste quattro foto dell'ottima tecnica della Osaka che favoriscono la spiegazione.

In verità la foto tre è di un errore tecnico, non importante, ma è meglio evitare. La faccia della racchetta non deve mai guardare dietro, ma solo di lato e al massimo parzialmente dietro, è consentito un angolo massimo di 45 gradi, ma se è 30 è molto meglio. Questo errore lo si fa per caricare meglio la spalla, in realtà si può caricare allo stesso identico modo, peró cosí facendo la tendenza è quella di mandare in rotazione la spalla verso l'esterno, ed è sbagliato.

l'importante nelle foto 1 e 2 è che la racchetta stá in alto e non in basso dietro, questo è il punto d'inizio dello swing, e il peso favorisce la velocitá della caduta, un'inerzia maggiore ulteriormente favorisce la velocitá a parità di peso, ma è trascurabile come valore

nella quattro il tutto prende un senso, il tappo della racchetta è rivolto verso la rete, il gomito è giá a livello del fianco, ma la racchetta deve ancora cominciare a ruotare !!!!!
ora guardate dov'è la palla, è giá quasi al punto d'impatto, mancano solo un 50-70 cm., centesimi di secondo, ovvero l'inerzia deve ancora intervenire come fattore frenante, è ancora il peso che conta, è lo è sin dall'inizio dello swing
ma a quel punto i giochi sulla velocitá son giá fatti, perché son determinati dal punto dov'è la mano, e la mano è giá lí. L'inerzia a questo punto si fa sentire perché devi raddrizzare la racchetta, ovvero devi fare uno sforzo muscolare che sei in grado o meno di fare con quell'inerzia, ma non influisce più se non in misura trascurabile e di gran lunga irrisoria rispetto ai vantaggi ricevuti in precedenza dal giusto peso, sulla velocitá dello swing.


Se invece non siamo in grado di eseguire un gesto corretto col gomito, ma iniziamo sin da subito a roteare la racchetta usando la spalla, allora no, lí qualunque inerzia ci dará fastidio, solo è perché non siamo in grado di tirare il colpo correttamente
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 21:20
boh.....sinceramente non riesco a capire cosa vorresti dire. giusto peso
e giusta inerzia sono, per definizione, valori ideali. ed entrambi importanti
nel raggiungimento di un risultato ottimale, a prescindere dal momento in cui
intervengono nettamente o distintamente. la conclusione quale sarebbe ?
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 21:57
@VANDERGRAF ha scritto:boh.....sinceramente non riesco a capire cosa vorresti dire. giusto peso
e giusta inerzia sono, per definizione, valori ideali. ed entrambi importanti
nel raggiungimento di un risultato ottimale, a prescindere dal momento in cui
intervengono nettamente o distintamente. la conclusione quale sarebbe ?

che il leggero aumento di peso in una racchetta leggera anche aumentando di molto l'inerzia (una decina di punti) rispetto al peso, consente di non essere in ritardo di esecuzione, ovvero colpire bene avanti

Nella fattispecie si parlava della Pure Aero, racchetta agonistica dedicata ad agonisti almeno di terza, con inerzia alta e peso leggero, che si presuppone siano in grado di eseguire correttamente uno swing e che siano in grado di gestire pesi importanti, racchetta con cui se colpisci in ritardo la palla si alza e vá lunga. A cui consigliavo di mettere 3 grammi in testa per evitarlo.
Ma la cosa ha scatenato un putiferio non proprio edificante, ed ora, visto si può comunicare civilmente, ho motivato.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 22:12
hai motivato e ci sta benissimo l'approfondimento, il problema è che io, come
penso molti altri qui nel forum, non riesco a capire cosa stai motivando e
soprattutto la logica di queste motivazioni. e dire che sono un tipo piuttosto
meticoloso e ho trascorso parecchie ore nell'analisi dei parametri di una racchetta
e di come influiscono la resa, sia in teoria che in pratica. però, credimi, non si
riesce a capire da cosa parti e dove arrivi e cosa viene affrontato nel mezzo.
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 22:20
Relazione fra peso, inerzia e velocita' dello swing ?
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 22:20
3 grammi in testa che significa ? a ore 12 ? se l'inerzia è già in partenza alta
si rischia di sconfinare in un'inerzia difficile da gestire, che può provocare, come
immagino era nel tuo "procedimento correttivo" un freno e quindi, sì, un
maggior controllo, ma in molti casi anche un aumento di spinta difficilmente
controllabile e quindi l'effetto opposto. a prescindere dal livello di chi usa la
racchetta, perchè strettamente correlato al tipo di swing e, diciamo, allo stile
personale che si può avere nell'attraversare la palla e chiudere il colpo, a sua
volta influenzabile anche dai tipi di impugnatura usati.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 22:24
che ci sia una relazione è fisiologico, ma è una relazione variabile.
quindi è un discorso generico che non può avere un'equivalenza diretta
e univoca su ogni caso specifico. altrimenti tutti i pro userebbero gli stessi
valori di peso e inerzia per raggiungere un ipotetico risultato ottimale.
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 22:31
Lá tua e un'ipotesi motivata e plausibile, comunque a chi ho fatto aggiungere 3 grammi a ore 12, nessuno l'ha riscontrato e si e trovato meglio.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 22:48
sono contento per la tua intuizione e per chi ne ha tratto beneficio,
ma non significa che vada bene per tutti. e lo dico con profondo rammarico,
perchè di correttivi simili e molti altri ne ho usati anche io, ma con scarso
successo. che poi un giocatore di livello medio-alto sappia aggiungere di suo
ulteriori correttivi è anche quello possibile e si crea un mix vincente. ma da
qui a dire che ad un problema di quel tipo esiste una correzione che va bene
per tutti i terza categoria o anche per altri giocatori sia inferiori che superiori
mi sembra un altro paio di maniche.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 22:56
senza contare che nel tennis ci sono talmente tanti tipi di situazioni
tecnico-fisiche nell'arco di una partita, soprattutto per chi non usa solo
rotazioni in topspin, che non è detto che aver trovato quel tipo di soluzione
non comporti peggioramenti in altri tipi di situazione. e allora bisogna
rimettere tutto in discussione perchè la resa media potrebbe ugualmente
non essere del tutto soddisfacente.
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 23:05
Nessun consiglio nel tennis é válido per tutti. E uno sport talmente complesso e con talmente tante variabili che presi alcuni princípi, pochi, il resto va tutto elaborato e confezionato su misura.
Piatti e convinto che nessuna accademia al mondo sia in grado di produrre um campione, próprio per questo motivo.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 23:24
beh...quello pure è un discorso molto complesso. dipende anche dal tipo di
giocatore che si vuole "produrre". di certo uno come federer ha molto più di
suo rispetto a uno come djokovic. credo sia necessaria sia la bravura
dell'allievo che quella del maestro, per avere risultati ottimali nel minor tempo
possibile e soprattutto per far sì che i risultati siano ottimi durante tutto
il corso di una carriera. dove occorre fisico, tecnica e testa, serve sempre tutto
il meglio possibile, basta che ci sia una cosa carente o inadeguata al caso
specifico che il rendimento ne viene pregiudicato.
avatar
framan
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 488
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Gio 15 Mar 2018 - 23:53
Il discorso di Piatti, che condivido, è riferito alla struttura in grado di insegnare, ovvero, una volta che abbiamo in mano un talento, qual'é la cosa migliore che possiamo fare per tirarne fuori il meglio.
Un'accademia è in grado di ?
Lui dice no, perché ? Perché un'accademia lavora molto codificata, ed è vero, mentre un giocatore ha bisogno di consulenza specifica.
Interpretando il suo pensiero, immagino voglia dire non che le accademie non servono, anzi, sono tasselli fondamentali, ma che il centro della formazione è il giocatore stesso, con le sue problematiche specifiche che vanno di volta in volta affrontate da chi di dovere e non sviluppate attraverso strutture fisse che finiscono per essere limitanti.
Opinioni.
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: giusto peso e giusta velocitá dello swing

il Ven 16 Mar 2018 - 0:14
penso che ci sia un'evoluzione che scaturisce sia dall'interesse dell'allievo
che dalla professionalità di chi lo segue. la struttura fissa pone le basi, nel
momento in cui ci si rende conto che l'allievo merita ben altro, il percorso
cambia e diventa specifico. non mi sembrano opinioni, è quello che succede
normalmente con tutti i grandi campioni, in presenza di buon senso e di
opportune risorse economiche. se poi un tipo di percorso non sta funzionando
in base alle aspettative, si cambia strategia e/o staff
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum