Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da DioBrando il Gio 13 Ott 2016 - 23:12

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti,

faccio un breve identikit su di me...ho iniziato a giocare a tennis a 6 anni, fino a 9-10 continuativi con qualche torneo ma poi il calcio ha preso il sopravvento e sono diventato un amatore del weekend sul campo (quando andava bene). Iniziato con rovescio a due mani (molto sicuro e colpo migliore all'epoca) e poi per emulare mio padre ed il mio giocatore preferito (tacchino freddo Edberg) sono passato ad una mano. Sempre colpito piatto, servizio tremendo.

L'anno scorso ho deciso di investire tempo e dinero in uno dei miei sport preferiti (che adoro sia giocare che guardare). 
Fondamentalmente è stato come reimparare da zero. A parte il senso della posizione nel campo, timing e tutti i concetti diciamo comuni ad altre discipline, è stata fatta tabula rasa su quello che c'era.
Colpi top spin, rovescio di nuovo a due mani, servizio nelle 3 varianti (il kick è osceno).
Per una vita ho giocato con una Head Titanium da 245g, 102 pollici di piatto, stringhe 16/19, 23.5-25 di tensione consigliata e bilanciamento da 360 mm.
Queste sono info che possono servire più a voi che a me perché io ne capisco veramente poco.
Il mio maestro mi ha messo alla berlina, dicendo che è una racchetta da ragazzino, visto il peso e causa troppo svolazzamento nei miei colpi. Così ho provato nell'ordine:
1) Babolat di Fognini preparata per il maestro(mi sono trovato bene)
2) Pure Drive GT 300g di uno dei miei boss (abbastanza bene)
3) Aero Pro Drive GT 280g, preparata per il maestro (finora le sensazioni migliori)
4) Pure Drive Team 285g, noleggio da Decathlon (abbastanza una delusione, poco feeling)
5) Pure Aero Team 285g, noleggio da Decathlon: la delusione più grande, perché, essendo il modello successore della Pro Drive, pensavo di avere più o meno le stesse sensazioni. Invece, assolutamente troppo rigida (anche se le palle nuove certo non hanno aiutato a valutarla), quasi non sapevo come tenerla in mano...

Ora sono piuttosto confuso...ok sicuramente le racchette preparate da Decathlon (monofilamento X, peso rivedibile) non sono quello che potrei trovare in un negozio di tennis, però...

Quello che cerco:
1) non gioco top spin esasperati, anche se mi piacerebbe nel tempo acquisirlo sempre di più nel mio gioco, per poter poi variare negli scambi/partite
2) mi piace tirare la lecca abbastanza piatta, come ai vecchi tempi. E con il dritto me la cavicchio
3) ok lo spin, ma vorrei anche controllo perché comunque i miei movimenti non sono, per il momento, affatto consistenti e sempre uguali nel ripetersi. Quindi tendo a perdere un po' il controllo della palla specie se lo scambio si prolunga
4) peso 63 Kg per 1.75. Sono quindi maggiolino/smilzo e non so, ho idea (magari sbagliando) che le racchette troppo pesanti non facciano per me. Oltretutto ho avuto un problema alla cervicale anni fa; ed andando a lezione due volte a settimana, sento un po' che la spalla sia affaticata.

Profilata, semi profilata, corde, peso, bilanciamento...più o meno non ne capisco una mazza Razz e quindi mi affido al vostro giudizio ed esperienza Smile

Thx a tutti,

Jacopo

DioBrando
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 13.10.16

Tornare in alto Andare in basso


Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da VANDERGRAF il Mer 19 Ott 2016 - 10:37

poi ci sarebbe da fare un discorso correlato al peso, perchè un conto è come si percepisce un bilanciamento 32 su una racchetta da 300 grammi e un altro conto è come lo percepisci su una racchetta da 330 grammi.

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da Attila17 il Mer 19 Ott 2016 - 11:00

Certo questo fondamentale,
nel suo caso però io starei sui 300  non tanto oltre sennò magari fa fatica a muoverla, anche se ormai il dato che almeno io guardo di più oltre alla RA è lo SW.
Ciao ciao

Attila17
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1485
Età : 47
Località : Albissola Marina
Data d'iscrizione : 18.05.13

Profilo giocatore
Località: Albissola Marina , ma sun de Milan
Livello: NC. ITR 3,5-4,0
Racchetta: Prince POG 4 stipes 1987; Prince Tour Pro 100; Prince Warrior 107;Yonex Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da DioBrando il Mer 19 Ott 2016 - 17:57

@VANDERGRAF ha scritto:se ti basi sulle recensioni stai fresco ! da come hai scritto prima sembrava una nozione teorica proveniente dal maestro, poi ci sono sempre le eccezioni, ma raramente una recensione ti può dare l'idea esatta di come rende in campo una racchetta, sia perche' quasi tutte le recensioni sono fatte per vendere, sia perchè la resa è soggettiva.

Però io parlavo di recensioni fatte da utenti come commento, non articoli Smile

@Attila17 ha scritto:
@VANDERGRAF ha scritto: neutro o verso il manico lo diventa quando non supera i 31.5 al netto delle corde.
Ciao Vandr, a livllo di snsazioni concordo in pino con te, anch io prfrisco i bilanciamenti vrso il mancio  max 31,5 nude.
A livllo matmatico non concordo tantissimo, se un telaio è lungo 68,5 cm circa, fino a 34 che è la metà dovrebbe essere neutro, quindi 32 che poi arriva a 33 incordata non è bilanciato in testa.
A me personalmente non piacciono sti bilanciamenti " li sento " in testa.
Ma per uno che rinizia un bil a 32 no dovrebbe dar fastidio.
@DioBrando ha scritto:
Il mio maestro vedendomi mi ha detto di provare la Pure Drive 107
Il tuo maestro ti vede quindi può sapere meglio di noi cosa consigliarti, cmq provale, poi se ti trovi bene prova altre telai della stessa tipologia. Mi sa che il tuo maestro è sponsorizzato da Babolat ( che fa anche ottime recchette) ma noi fossilizzarti solo con un marchio, vedi se ti trovi bene con la 107 e poi prova altro simile, ce ne sono di ogni marca.
Io al momento sto giocando con una 107, che è bil a 31 naked e pesa 300 grammi sweight 315 quindi molto maneggevole.
Ciao


Nono, ha diverse racchette (a dir la verità usa la Head come principale), ma appunto dopo aver visto la chiavica che usavo io, me ne ha date in mano un paio e quella (Aero Pro Team) era la migliore con cui mi ero trovato, insieme a quella di Fognini, entrambe Babolat. Però penso sia un caso...cioè magari mi trovo bene con altre racchette o addirittura meglio. Solo che nel borsone non ne porti tipo 15 assieme Very Happy

Ok, quindi, giusto per restringere il campo, ricapitolando, cerco una racchetta con 
- piatto corde fino a 100
- una rigidità diciamo max 64-65
- peso sui 300g (nudo) 
- e poi chiedo di abbinare delle corde multifilamento con tensione tra i 22 e 24.

Scusate, vi faccio un altro paio di domande sempre da neofita...swingweight sarebbe il peso avvertito nel momento in cui si porta un colpo (e quindi si esegue appunto uno "swing" con la racchetta)? E che numero dovrebbe essere preso in considerazione nel mio caso?
Infine, leggo spesso di giudizi su telai che assorbono bene o meno le vibrazioni. Ovviamente sarà dato dalla rigidità e dall'accoppiata con le corde, ma c'è anche qualche altro fattore da tenere presente? Magari anche solo la marca che, si sa tra gli addetti ai lavori, essere più "perforante" o meno.
Nel mio caso, posto che appunto devo capire se e quanto posso giocare, possa essere una discreta discriminante per la mia salute (poter lasciare che la racchetta assorba il più possibile il colpo).

Grazie di nuovo a tutti per il supporto e scusate il tedio, sto imparando un sacco Smile

P.S.: Incuriosito dalle Volkl, ho scritto ai contatti del sito ufficiale e mi hanno detto che c'è un rivenditore in zona Via Gallarate.

DioBrando
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 13.10.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da Attila17 il Mer 19 Ott 2016 - 19:42

Ciao, si lo SW è il peso calcolato sul movimente, in buona sostanza quanto è difficile da muovere la racchetta, più è altro più sarà difficlie ma avrai palle più pesante. Più leggero pià facile sarà swingare, ma la palla sarà un po meno pesante, poi dipende anche da altri fattori come peso totale della rachetta, bilanciamento rigidità e tanto tanto dalle corde.
Diciamo che le racchette meno dannose sono quelle con una qualità costruttiva più alta, Volkl ottime, oppure Yonex , o per me le Prince, poi ci sono quelle  terapeutiche come le Pro Kennex che sono proprio per chi ha infiammazioni ai gomiti etc, avendo della sabbia all interno per assorbire le vibrazioni.
Secondo me adesso che hai trovato i parametri vai in qlc negozio di Milano ( e ce ne sono parecchi) e chiedi di provarne , prima guarda su internet le marche e i parametri che ti interessano, com provale sempre.
Ciao

Attila17
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1485
Età : 47
Località : Albissola Marina
Data d'iscrizione : 18.05.13

Profilo giocatore
Località: Albissola Marina , ma sun de Milan
Livello: NC. ITR 3,5-4,0
Racchetta: Prince POG 4 stipes 1987; Prince Tour Pro 100; Prince Warrior 107;Yonex Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da kingkongy il Mer 19 Ott 2016 - 21:20

Attila hai dato una definizione di Swing Weight originale:  ci sta. 
Se l'amico "manghista" vuole approfondire, si tratta del momento d'inerzia calcolato lungo l'asse longitudinale della racchetta. In pratica è il dato numerico e oggettivo, strumentalmente misurabile, di quanta fatica si faccia a muovere la racchetta partendo da zero, ovvero da racchetta ferma. 
Uno Sw elevato dice che farai fatica ad accelerare la testa della racchetta che è il punto più lontano dal fulcro della leva (la mano). Però, una volta messo in movimento il treno....questo più è pesante e più spinge, o se preferisci, trasferisce più energia alla palla sotto forma di "spinta". Dico spinta perché è l'inerzia sull'asse longitudinale. Poi ci sono altri infiniti momenti d'inerxia che "dicono" se è facile o difficile muovere la racchetta sugli altri assi.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da drichichi@alice.it il Mer 19 Ott 2016 - 21:37

@kingkongy ha scritto:Attila hai dato una definizione di Swing Weight originale:  ci sta. 
Se l'amico "manghista" vuole approfondire, si tratta del momento d'inerzia calcolato lungo l'asse longitudinale della racchetta. In pratica è il dato numerico e oggettivo, strumentalmente misurabile, di quanta fatica si faccia a muovere la racchetta partendo da zero, ovvero da racchetta ferma. 
Uno Sw elevato dice che farai fatica ad accelerare la testa della racchetta che è il punto più lontano dal fulcro della leva (la mano). Però, una volta messo in movimento il treno....questo più è pesante e più spinge, o se preferisci, trasferisce più energia alla palla sotto forma di "spinta". Dico spinta perché è l'inerzia sull'asse longitudinale. Poi ci sono altri infiniti momenti d'inerxia che "dicono" se è facile o difficile muovere la racchetta sugli altri assi.
è sempre un discorso legato anche all'allenamento, se sei abituato ad un dato peso/movimento arriverai col giusto peso a lanciare sassi dall'altra parte. Ma in tutto questo non ha la sua importanza anche il twistweight ossia la stabilità torsionale nel pentolone della maneggevolezza?

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5530
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da VANDERGRAF il Mer 19 Ott 2016 - 21:40

ok, ma non gli avete detto quello che voleva sapere, che valore deve considerare come sw (o inerzia) nel suo caso. ti rispondo io diobrando: prima di tutto non esiste un "tuo caso", è quello il problema; si risale al discorso del maestro che può vederti e valutare tutte le dinamiche che hai nel giocare. se ci fosse un tuo caso, distinguibile da qui, non avremmo fatto tutti i discorsi fatti finora. in linea generale, se pensi di avere problemi di fluidità e vuoi tenerti prudente nell'affrontare una racchetta più pesante di quella che usavi, ti conviene non superare il valore di 315. sempre in linea generale, se invece pensi che ti serve molta spinta e che sei in grado, magari dopo aver verificato, di muovere velocemente anche una racchetta da 300 grammi circa, allora puoi orientarti su un valore di 320/325. ma sono cose che puoi valutare solo tu, perchè da dietro a un computer non si potrà mai sapere quali parametri ti si addicono meglio. solo confrontandoli con delle prove sul campo puoi orientarti e capire cosa ti serve

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da Attila17 il Gio 20 Ott 2016 - 0:27

@kingkongy ha scritto:Attila hai dato una definizione di Swing Weight originale:  ci sta.
Se l'amico "manghista" vuole approfondire, si tratta del momento d'inerzia calcolato lungo l'asse longitudinale della racchetta. In pratica è il dato numerico e oggettivo, strumentalmente misurabile, di quanta fatica si faccia a muovere la racchetta partendo da zero, ovvero da racchetta ferma.
Uno Sw elevato dice che farai fatica ad accelerare la testa della racchetta che è il punto più lontano dal fulcro della leva (la mano). Però, una volta messo in movimento il treno....questo più è pesante e più spinge, o se preferisci, trasferisce più energia alla palla sotto forma di "spinta". Dico spinta perché è l'inerzia sull'asse longitudinale. Poi ci sono altri infiniti momenti d'inerxia che "dicono" se è facile o difficile muovere la racchetta sugli altri assi.
Grande King Very Happy io ho fatto una spiega modello bigino di filosofia al liceo Embarassed, te da professore titolare della cattedra....sull asse longitudinale mi sono perso....cmq gran spiegazione, se non ti offendi te la copio in caso me la richiedano.... onde evitare supercazzole... Very Happy Very Happy Very Happy
Ciao Magister Wink

Attila17
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1485
Età : 47
Località : Albissola Marina
Data d'iscrizione : 18.05.13

Profilo giocatore
Località: Albissola Marina , ma sun de Milan
Livello: NC. ITR 3,5-4,0
Racchetta: Prince POG 4 stipes 1987; Prince Tour Pro 100; Prince Warrior 107;Yonex Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da kingkongy il Gio 20 Ott 2016 - 8:58

Longitudinale ?  Facile facile :  appoggi la racchetta su un tavolo e facendo leva sul tacco cerchi di sollevarla .  Quella fatica per alzare la testa si chiama Swing Weight.  poi c'è il twist weight e lo spin weight.  Sono gli altri due assi di rotazione della racchetta. 
 Questo perché una racchetta durante lo swing si muove in uno spazio tridimensionale .  E come ben sappiamo non ruota unicamente intorno alla mano !  Ci sono tutti gli altri angoli generati dal corpo ...  ovvero il momento di inerzia della racchetta non è uno ma sono infiniti e tutti quanti insieme partecipano a rendere quella racchetta facile o difficile per quel giocatore.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una racchetta per un mediocre tennista di lungo corso? :)

Messaggio Da Dave71 il Gio 20 Ott 2016 - 19:55

Datemi una leva e vi solleverò il mondo cheers

Dave71
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 182
Località : Lucca / Torino
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Lucca | Torino
Livello: ITN 6?
Racchetta: Head Graphene XT Speed MP

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum