Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Ven 16 Set 2016 - 3:36

Promemoria primo messaggio :

Alura, gioco con un affettatore, fisico scarsino quindi lo faccio correre e vinco... poi gioco con un'altro affettatore fisico esagerato lo spompo al punto che inizia a metterci 1 minuto prima di andare a ricevere o a servire ma alla fine vince lui.... non c'è verso:
- mi annoio, quindi mi distraggo alla velocità della luce
- tendo ad adagiarmi sul suo ritmo quindi abbasso potenza, lunghezza etc.
- quando lo vedo alzare la racchetta di dritto sopra la testa ed affettare l'aria per il solito back ridicolo mi girano... ho voglia di dirgliene 4

La realtà è che NON so che fare: a parte farlo correre e metterla in top... ho capito che soffrono le palle in top un po' veloci, ma come cavolo si colpiscono??? io faccio dei bei top ma devo un po' appoggiarmi... sulle loro non posso... help, I need somebody help uuuuuu

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso


Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da drichichi@alice.it il Gio 29 Set 2016 - 9:06

@kingkongy ha scritto:Mmmm Giò, ragiona da sciatore palledotato....
Cosa ti fa impazzire dal godimento in una bella discesa? Il ritmo! Ti sembra di danzare sulla neve. Leggero perché potente.
Con il tennis è uguale. Quando l'avversario ti propina un fritto misto sei tu che non devi subire. Se subisci, vai fuori ritmo o, ancor peggio, fuori timing. Fuori timing ("fuori palla") e' quando il gioco avversario "rovina" il ritmo intrinseco del tuo swing. Il disastro. È come se tu distendessi prima di una curva in neve marcia!!! Insomma ti incasini e ti devi fermare prima di farti male.
Col tennis e' proprio lo stesso: a palla moscia di risponde come se dovessi fare la Streiff.... morbidoooooo ma potente. Il ritmo lo devi tenere tu: stessa velocità, stesso tic-tac. Preso il ritmo, spingi. Tecnica o potenza? Tecnica!
Hehehe sei avvantaggiato perché il tuo sport invernale e' molto "tennistico"!
Grande KK

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5528
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Gio 29 Set 2016 - 21:40

Alura, ho un nuovo bit, anche se ieri ho vinto di nuovo con i consigli di KK...

situazione: io sparo da fondo una palla abbastanza profonda, lui va in affanno e, ovviamente la affetta... la palla torna da me rimbalza poco, non è una corta è lì in mezzo al campo quella merda di palla... io parto la prendo mi contorco per tirarla su di top con il dritto o con il rovescio, recentemente il maestro dice che è più semplice di back... va bene, faccio tutto.... MA DOVE CAVOLO LA METTO??? non posso spingerla, fare una corta comunque il tempo di volo è tanto, lui è in mezzo al campo arriva ovunque... ekkekkazz allora parte il sondaggio: VOI DOVE LA BUTTATE? e poi che fate???

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Sevenis il Gio 29 Set 2016 - 22:32

@gio2012 ha scritto:Alura, ho un nuovo bit, anche se ieri ho vinto di nuovo con i consigli di KK...

situazione: io sparo da fondo una palla abbastanza profonda, lui va in affanno e, ovviamente la affetta... la palla torna da me rimbalza poco, non è una corta è lì in mezzo al campo quella merda di palla... io parto la prendo mi contorco per tirarla su di top con il dritto o con il rovescio, recentemente il maestro dice che è più semplice di back... va bene, faccio tutto.... MA DOVE CAVOLO LA METTO??? non posso spingerla, fare una corta comunque il tempo di volo è tanto, lui è in mezzo al campo arriva ovunque... ekkekkazz allora parte il sondaggio: VOI DOVE LA BUTTATE? e poi che fate???

Le palle senza peso sono le più toste... io ti consiglierei "semplicemente" "dall'altra parte del campo" per acquisire sicurezza nella gestione di quelle palle prima di pensare a "dove" metterla.

Sevenis
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 136
Età : 33
Data d'iscrizione : 09.06.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: WannaBe
Racchetta: Head YOUTEK IG Extreme Pro 2.0

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Veterano il Gio 29 Set 2016 - 23:02

@gio2012 ha scritto:Alura, ho un nuovo bit, anche se ieri ho vinto di nuovo con i consigli di KK...

situazione: io sparo da fondo una palla abbastanza profonda, lui va in affanno e, ovviamente la affetta... la palla torna da me rimbalza poco, non è una corta è lì in mezzo al campo quella merda di palla... io parto la prendo mi contorco per tirarla su di top con il dritto o con il rovescio, recentemente il maestro dice che è più semplice di back... va bene, faccio tutto.... MA DOVE CAVOLO LA METTO??? non posso spingerla, fare una corta comunque il tempo di volo è tanto, lui è in mezzo al campo arriva ovunque... ekkekkazz allora parte il sondaggio: VOI DOVE LA BUTTATE? e poi che fate???
Ciao Gio il punto chiave e' come ci arrivi su ste palle.......perche' se ci arrivi a rotta di collo e con la lingua di fuori fai cosa puoi per cercare di metterla di la.il discorso cambia se ci arrivi abbastanza comodo....e li subentrano le geometrie ......un discorso e' non poterla spingere un altro e' saperlo fare ma non sapere dove metterla.....che poi per spingere non intendo che devi tirare piu forte ma devi proprio saper accompagnare la palla.......a meta' campo non hai bisogno di tirare una cannonata per vincere il punto,ma basta piazzarla bene....dove metterla e cosa fare dopo dipende dalla situazione di gioco.....e per darti un idea dovrei spiegarti un po come funzionano le geometrie del gioco in generale....ma visto che il tennis e' un gioco situazionale si puo solo parlare in generale...e poi la situazione che definisce cosa e' meglio fare.....ci sono delle diciamo regole basiche ...ma e' tutto l'insieme della situazione che poi ti suggerisce cosa devi fare...esempio: sto scambiando sulla digonale di rovescio sino a quando il mio avversario non mi accorcia dandomi la possibilta di fare un attaco a meta campo cno il dritto inside in....oppure anche attaccare con il rovescio....bene gioco il mio colpo di attacco parallelo, e mi preparo per il seguente ,che teoricamente se il mio attacco a funzionato bene dovrebbe essere una palla a meta' campo incrociata sul alto del mio dritto dove andro a fare un aproach di dritto di nuovo parallelo visto che il mio avversario si trova nell altro angolo,il passo seguente sara' andare a rete a chiudere il punto...sempre teoricamente mi dovrei aspettare un altro colpo incrociato dalla parte del mio rovescio per finire il punto con la piu facile delle bendizioni.....ma tutto qeusto sempre teoricamente.....nel senso che e' uno schema che puo funzionare...ma e' dettato d altri fattori che possono far saltare il tuo schema...tipo primo attacco azzardato o poco profondo e preciso....idem con l'approccio....in pratica teoricamente segunedo le geometri di gioco ho fatto tutto da manuale...ma sono i miei colpi che determinano la riuscita dello schema.....perche' se non attacco ed aproccio come si deve do modo al mio avversario di arrivare comodo sulla palla e da li in poi non ci sono piu schemi che tengono.........

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2000
Data d'iscrizione : 21.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da matador66 il Gio 29 Set 2016 - 23:10

@Veterano ha scritto:Albs ora non so che maestri hai avuto la sfortuna di incontrare,ma la base del gioco e' il fondo campo.Il servizio e la risposta vanno allenati tanto quanto si allena il dritto ed il rovescio,come ovviamente vole e smash........detto questo dipendendo da quanto ti alleni alla settimana e da quali siano le tue condizione tecniche si puo fare un programma specifico.....
Ora capisco lo sfogo ma io il maestro lo facccio veramente,e leggendo tanti post a volte mi viene voglia di rispondere,non solo dal punto di vista di chi viene allenato ma di chi allena.
E per la maggior parte delle volte mi dispiace dirlo ma ce una visione distorta su quello che  il maestro dovrebbe o no fare.....sto parlando di chi ovviamente lavora seriamente.
Nella mia carriera ne ho viste e sentite di tutti i colori, e continuo a vederne e a sentirne....e piu vado avanti e piu mi accorgo che non ce peggior cieco o sordo di chi non vuole sentire e vedere.
Il tutto dipende da molti fattori e sopratutto di trovare un maestro onesto e preparato.......ma anche qua per esperienza a volte per il cliente questo non basta.....solo pochi giorni fa ho dovuto discutere con un cliente che aveva un servizio inguardabile,che ha un certo punto mi ha chiesto se sapessi cosa stavo dicendo perche no mi ha mai ascoltato e fatto cosa le dicevo di fare e ovviamente le riusciva la stessa mierda.....e a quel punto visto che erano un paio di giorni che cercavo mettendoci tutto l'impegno di fargli
fare un movimiento accettabile di mettersi a rispondere al mio servizio.....dopo di che mutismo assoluto.....ma io mi chiedo vieni da me spendi dei bei soldini sai in che posto lavoro dove bene o male il livello dei Coach e abbastanzo alto o comunque di buon livello e mi chiedi se so di cosa sto parlando.....o hai fumato crack oppure di base credi che tutti ti dicano fregnacce......ma questa e solo una di tante....percio' se fai un ora alla settimana e vedo che stai a mala pena in piedi con il dritto e con il rovescio,tu pensi che sia utile che ti insegni ad andare a rete.....io non ho dubbi sul cosa fare.....ma ce chi lo capisce e ce chi invece no....e poi arrivi al punto che dici.....bene facciamo quello che vuoi tu tanto sei tu che paghi.... o se no lasciami lavorare e se entro un mese non vedi i risultati fai come vuoi......
Ecco il mese passa ed i risultati possono arrivare o meno....si posso vedere o meno,e non e' sempre colpa del maestro,perche' in un mese con un ora di tennis non si puo far diventare solido un giocatore che prima di incominciare sapeva a mala pena tirare tre palle dall altra parte del campo in un punto non ben preciso.....Ci sono degli step da seguire ,ma bisogna sapere bene quello che si puo' e si vuole raggiungere,a livelli di tempo e soldi spesi.....e ovviamente anche di impegno....
Niente contro di te ci mancherebe il mio e' un discorso generico.
IL tuo discorso del 4.3 scusami se te lo dico...ma lascia veramente il tempo che trova,non prenderla a male mi raccomando,perche', e scusami di nuovo,con tutto il rispetto per tutti i giocatori di tennis,un 4,3 per me e' uno che nel modo del tennis sta appena incominciando a capire come si tiene in mano una racchetta....percio' questi candelotti e queste smorzate sei tu che gli li fai giocare,oppure e' un ex classificato ex terza che con te fa un po quello che vuole...non basarti mai sulla categoria o sulla classifica...per quello che mi incavolo quando sento dire e ma in quarta basta quello,,,, e ma in seconda si fa quello e ma i pro fanno quello.....il tennis e' uno solo e si gioca in un certo modo,non ci sono distinzioni di categorie,poi ce chi lo sa giocare meglio o peggio....ma non parliamo di categorie....perche' quello che  in quarta ti basta oggi, domani in terza non ti serve piu', lo stesso vale in seconda anche per non parlare dei pro.....cosa fa un 3,1 per battere un 4.1 almeno che non sia la sua caratteristica quella di giocare in attacco,e li e' un altro discorso...lo batte con i fondamentali.....cioe palla piu' pesante,piu continuita e pochi errori,a rete non ha neanche bisogno di andarci,e tra un 4.1 ed un 3.1 non e che ci sia un abisso tecnico a volte........magari ce solo una palla meno pesante o dei colpi meno pesanti ed un gioco fatto di piu' errori......ad un certo ritmo e velocita' di palla.Conosco dei 4.1 che potrebbero diventare anche dei buoni seconda in breve tempo,tecnicamente sono a posto ma non sono abituati a tenere certi ritmi di gioco,che non significa solo velocita,di palla,ma pesantezza e pochi errori......tradotto in poche parole non sono in grado di sostenere degli scambi lunghi ad un ritmo e pesantezza di palla al quale non sono abituati...ma ne avrebbero le possibilta'.......
Non pensare alle categorie il tennis vero non incomincia nemmeno dalla terza....io piu' che alle classifiche penserei a migliorare...l'avversario lascia il tempo che trova.....e forse trovato un buon maestro fidarsi anche un po...
Saludos e buon tennis
Vet quoto tutto, anzi se conosci un maestro a Roma che la pensa come te, dimmelo!!!
Ne usufruirei subito

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 21.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Young.8 il Ven 30 Set 2016 - 0:54

@Veterano ha scritto:
teoricamente se il mio attacco a funzionato bene dovrebbe essere una palla a meta' campo incrociata sul alto del mio dritto dove andro a fare un aproach di dritto di nuovo parallelo visto che il mio avversario si trova nell altro angolo,il passo seguente sara' andare a rete a chiudere il punto...sempre teoricamente mi dovrei aspettare un altro colpo incrociato dalla parte del mio rovescio per finire il punto con la piu facile delle bendizioni.....ma tutto qeusto sempre teoricamente.....

Non ci conosciamo, ma condivido tutto quanto hai detto in precedenza... con un taglierino o un pallettaro, devi essere tu a fare i punti... non c'è scampo.....
Quindi tecnica e preparazione fisica al limite della perfezione
...

... mi ricollego alla situazione che hai proposto....... ok, faccio tutto bene... sulla sua palla morta lo aggredisco, palla profonda, angolata..... e lui, che arriva su ogni palla, che fa?
Tenta il passante della vita???? Ma de che!!
Un bel pallonetto...... con la punta della racchetta, mentre si contorce... e che cade, nella migliore delle ipotesi, a 30 cm dalla mia linea di fondo....... Se mi dice male cade a 2 metri dal fondo, obbligandomi ad uno smash difficile........
Che forma fisica devi avere per reggere una serie infinita di queste situazioni.....? Perfetta, appunto....... Suspect

Per ovviare anche a questo.... ho intensificato il lavoro col maestro, proprio sugli smash..... col risultato che, unito all'allenamento al servizio, è spuntato un bel dolore alla spalla....
Dolore che non passava.... infetti era sub-lussata affraid


Stefano (47 anni) Very Happy

Young.8
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 248
Età : 47
Località : Roma
Data d'iscrizione : 25.10.15

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: Sono tornato a scuola
Racchetta: ...negli ultimi 12 mesi, partendo dall'attuale ProKennex QTour 300, ProKennex QTour 295, Donnay GT100, ZUS gialla, Yonex DR98 310, ZUS nera - Wilson blade 104, ProKennex Q5 295, Pure Drive Lite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Ven 30 Set 2016 - 1:33

Vet... dobbiamo assumere due cose: ci arrivo senza problemi sulla palla, con tutto il tempo che voglio, ma è morta... ovvero non puoi picchiarla non c'è verso, sei a metà campo e colpisci sotto il filo della rete... ho visto funzionare solo la palla cortissima o quella ad uscire corta comunque in top... non ho altro... quella sull'angolo dx o sx sarebbe comunque lenta e poi lui è a metà campo, ci arriva in un attimo... e tu sei in mezzo...

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da jasper il Ven 30 Set 2016 - 1:47

secondo me, tranne la palla cortissima se l'avversario è lontanissimo, quelle che hai elencato sono solo scorciatoie pericolose! Se la palla non è veloce, per quanto sia stretta apri voragini!
la palla a metà campo andrebbe sempre attaccata, movimento compatto e velocità di braccio... preferisco che vada lunga cercando l'attacco piuttosto che una palla figlia della paura a metà campo....

jasper
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4011
Età : 42
Località : Liguria
Data d'iscrizione : 22.02.10

Profilo giocatore
Località: Genova
Livello: ITR 4.5 - Arrotino monomane
Racchetta: Babolat PA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Veterano il Ven 30 Set 2016 - 2:02

@gio2012 ha scritto:Vet... dobbiamo assumere due cose: ci arrivo senza problemi sulla palla, con tutto il tempo che voglio, ma è morta... ovvero non puoi picchiarla non c'è verso, sei a metà campo e colpisci sotto il filo della rete... ho visto funzionare solo la palla cortissima o quella ad uscire corta comunque in top... non ho altro... quella sull'angolo dx o sx sarebbe comunque lenta e poi lui è a metà campo, ci arriva in un attimo... e tu sei in mezzo...
Il problema e' che non riesci a spingerla....perche' se ci arrivi bene vai bene sotto la palla con le gambine e la metti dove vuoi tu......li poi come ti ho detto dipende dalla situazione,nel senso che ovviamente meglio farlo muovere per cercare di non farlo colpire comodo,ma il tutto dipende anche dalla tua posizione in campo,a volte per cercare un angolo o lo strettino apri voragini come diceva l'utente precedente....da quella posizione li guardando dove e messo lui dovresti capire dove e meglio giocare per poi coprire la rete......ma resta il punto fermo che almeno che non mi giochino una palla bassisima e molto tagliata io quella palla li la devo saper spingere dove voglio.....visto che ci arrivo bene........

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2000
Data d'iscrizione : 21.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Veterano il Ven 30 Set 2016 - 2:23

https://www.youtube.com/watch?v=nf9QpuGv2FQ
bueno qua ci sono un po di esempi......non e' solo come ci arrivi che e' gia' importante ma come ti costruisci il punto...se vedi gli attacchi sono ben fatti quando si costringe l'avversario a forzare una palla attaccabile,cioe lo metto in una posizione tale da dover giocare un tipo di colpo del genere...dopo di che se sai spingere e sai dove andare a metterti per coprire la rete il gioco e fatto.....ma non perche nel video lo fa federer o i top player.....un conto e' essere chiamato a rete ed arrivarci male e trovare l'aversario ben posizionato,un altro e forzarlo e metterlo in condizione di doversi muovere e cercare di fargli giocare quel determinato colpo..... ma se ci arrivi bene le opzioni sono infinite o logiche.....e no venitemi di nuvo a tirare fuori la storia delle classifiche perche' non ci sno calssifiche che tengono..il tennis o lo sai giocare o ti arrangi....e queste cose che si vedono nel video non le fanno solo i pro...ma si fanno anche a livelli moto ma molto piu' bassi......

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2000
Data d'iscrizione : 21.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Ven 30 Set 2016 - 3:05

mmmm visto... ho l'impressione che la questione qui sia legata al fatto che le palle dell' affettatutto rimangono bassine... comunque mi è più chiaro: parto prima che posso e spingo leggermente man in top profondo dal lato meno coperto... sulle basse basse... boh devo mettermi in testa di alzarle in back... almeno le mando con un po' di precisione molto angolate... vi faccio sapere domani ne ho un'altro.... prima o poi finiranno azz...

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da framan il Ven 30 Set 2016 - 3:53

@gio2012 ha scritto:Alura, ho un nuovo bit, anche se ieri ho vinto di nuovo con i consigli di KK...

situazione: io sparo da fondo una palla abbastanza profonda, lui va in affanno e, ovviamente la affetta... la palla torna da me rimbalza poco, non è una corta è lì in mezzo al campo quella merda di palla... io parto la prendo mi contorco per tirarla su di top con il dritto o con il rovescio, recentemente il maestro dice che è più semplice di back... va bene, faccio tutto.... MA DOVE CAVOLO LA METTO??? non posso spingerla, fare una corta comunque il tempo di volo è tanto, lui è in mezzo al campo arriva ovunque... ekkekkazz allora parte il sondaggio: VOI DOVE LA BUTTATE? e poi che fate???

Very Happy quante volte l'ho sentita questa storia !!!!!!!!!!

ma è bassa ?
nell'angolo del colpo peggiore dell'avversario
nell'angolo dove sai non ti torna indietro qualcosa non sai fare
nell'angolo più distante all'avversario

se sei bravo segui a rete
altrimenti avrai a disposizione alla prossima il campo più aperto da esplorare

è alta ? tira forte allo stesso modo e sarà ancora più facile
 
se queste cose non le sai fare, allenati per arrivare a riuscirci, ma non riuscirci significa non avere un tennis sufficiente per vincere

framan
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 185
Data d'iscrizione : 29.11.15

Profilo giocatore
Località:
Livello: ex
Racchetta: pure aero plus

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Sab 1 Ott 2016 - 2:56

se è alta era chiaro... 

mmm ri-proverò con più attenzione... 

più che non saperle fare, con poche partite fatte non pensi ad essere consistente su una tattica e quindi cambi in continuazione..

grazie delle info.... molto utili

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

dannati pusher!

Messaggio Da AntonioO il Ven 7 Ott 2016 - 0:18

@framan ha scritto:
@gio2012 ha scritto:Alura, ho un nuovo bit, anche se ieri ho vinto di nuovo con i consigli di KK...

situazione: io sparo da fondo una palla abbastanza profonda, lui va in affanno e, ovviamente la affetta... la palla torna da me rimbalza poco, non è una corta è lì in mezzo al campo quella merda di palla... io parto la prendo mi contorco per tirarla su di top con il dritto o con il rovescio, recentemente il maestro dice che è più semplice di back... va bene, faccio tutto.... MA DOVE CAVOLO LA METTO??? non posso spingerla, fare una corta comunque il tempo di volo è tanto, lui è in mezzo al campo arriva ovunque... ekkekkazz allora parte il sondaggio: VOI DOVE LA BUTTATE? e poi che fate???

Very Happy quante volte l'ho sentita questa storia !!!!!!!!!!

ma è bassa ?
nell'angolo del colpo peggiore dell'avversario
nell'angolo dove sai non ti torna indietro qualcosa non sai fare
nell'angolo più distante all'avversario

se sei bravo segui a rete
altrimenti avrai a disposizione alla prossima il campo più aperto da esplorare

è alta ? tira forte allo stesso modo e sarà ancora più facile
 
se queste cose non le sai fare, allenati per arrivare a riuscirci, ma non riuscirci significa non avere un tennis sufficiente per vincere
Intanto ciao a tutti! Mio primo messaggio su passionetennis.
Gli affettatori qui descritti secondo me risultano i cosiddetti "pusher" inglesi altrimenti detti "pallettari". Ti rimandano indietro tutto o piatto o con backspin o peggio ancora con rotazioni improbabili (tipo rotazione casuale ad uscire e con leggero backspin). Tipica situazione è quella sopra descritta da gio2012. Per quanto mi riguarda però il VERO motivo per cui si sbaglia quel colpo che si dovrebbe chiudere è proprio la pressione di doverlo chiudere A TUTTI I COSTI in quanto la palla è troppo facile! Può essere si un limite tecnico ma, per me soprattutto, rientra nella tipologia del "braccino psicologico". 
Io perdevo sempre, e dico SEMPRE, con questa tipologia di giocatori finchè (ultime due partite) ho capito che non devo per forza chiuderla li (parliamo di palla medio-alta) ma potevo attaccare e tenermi all'incirca sulla T del servizio (la controbattuta del pallettaro è al 70% una palla alta o lob). Una volèe senza difficoltà chiude il punto. A questo punto subentra si la tecnica, nella misura in cui se non si sa portare una volèe iperfacile allora è giusto perdere! Very Happy.
Io sto provando questa via contro i pallettari: provo qualche vincente sulle loro seconde (sono quasi sempre seconde). Se vedo che non vanno e perdo più di due-tre game cambio verso un attacco più prudente e chiusura a rete (ma senza appiccicarsi, questo per me è abb importante non avendo una buona percentuale sugli smash). Sul tuo servizio, stesso discorso: una buona prima, ti arriva in genere una palla senza peso a metà campo, attacco e volee. 
Insomma, niente fretta! (ma gioco offensivo).

AntonioO
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 06.10.16

Profilo giocatore
Località:
Livello: NC
Racchetta: Head graphene XT, Fischer magnetic pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da jasper il Ven 7 Ott 2016 - 1:12

Ieri sera in torneo mi son "divertito" nel vedere come un avversario reagisce contro il famoso "salumiere", e quello che ne è risultato è interessante!

Lui un finto 4.6 che veniva da 6 vittorie, io al mio primo turno... in palleggio pareva un ottimo colpitore di piatto, il solito giocatore che mi fa giocare al meglio perchè mi appoggio e tiro bei rotoloni, però.... vuoi la serata no, vuoi la solita infiammazione al ginocchio operato da non molto non ero sicuro, nonostante mi fossi portato sul 4-1 combattuto.
Ho cosi deciso di non dargli ritmo, variando con back a uscire sul suo dritto e palle arrotate e senza peso sul suo rovescio bimane... non ci ha capito più nulla... mi ha letteralmente regalato la partita senza che io sudassi!

Su questo ci sarebbe da riflettere.....

jasper
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4011
Età : 42
Località : Liguria
Data d'iscrizione : 22.02.10

Profilo giocatore
Località: Genova
Livello: ITR 4.5 - Arrotino monomane
Racchetta: Babolat PA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Ven 7 Ott 2016 - 1:47

... ma jasper... ma ci sta che uno come te vari il gioco ed a tratti faccia il salumiere per togliere il ritmo... hai variato il gioco per non dare punti di riferimento... mi pare molto intelligente ed alla portata di un esperto... 

... è quando non sanno fare altro che tirarle alte o solo back corti che è tosta: ci vanno gambe ed esperienza, minkia mi mankano entrambe!!!

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da albs77 il Ven 7 Ott 2016 - 3:22

@AntonioO ha scritto:
@framan ha scritto:
@gio2012 ha scritto:Alura, ho un nuovo bit, anche se ieri ho vinto di nuovo con i consigli di KK...

situazione: io sparo da fondo una palla abbastanza profonda, lui va in affanno e, ovviamente la affetta... la palla torna da me rimbalza poco, non è una corta è lì in mezzo al campo quella merda di palla... io parto la prendo mi contorco per tirarla su di top con il dritto o con il rovescio, recentemente il maestro dice che è più semplice di back... va bene, faccio tutto.... MA DOVE CAVOLO LA METTO??? non posso spingerla, fare una corta comunque il tempo di volo è tanto, lui è in mezzo al campo arriva ovunque... ekkekkazz allora parte il sondaggio: VOI DOVE LA BUTTATE? e poi che fate???

Very Happy quante volte l'ho sentita questa storia !!!!!!!!!!

ma è bassa ?
nell'angolo del colpo peggiore dell'avversario
nell'angolo dove sai non ti torna indietro qualcosa non sai fare
nell'angolo più distante all'avversario

se sei bravo segui a rete
altrimenti avrai a disposizione alla prossima il campo più aperto da esplorare

è alta ? tira forte allo stesso modo e sarà ancora più facile
 
se queste cose non le sai fare, allenati per arrivare a riuscirci, ma non riuscirci significa non avere un tennis sufficiente per vincere
Intanto ciao a tutti! Mio primo messaggio su passionetennis.
Gli affettatori qui descritti secondo me risultano i cosiddetti "pusher" inglesi altrimenti detti "pallettari". Ti rimandano indietro tutto o piatto o con backspin o peggio ancora con rotazioni improbabili (tipo rotazione casuale ad uscire e con leggero backspin). Tipica situazione è quella sopra descritta da gio2012. Per quanto mi riguarda però il VERO motivo per cui si sbaglia quel colpo che si dovrebbe chiudere è proprio la pressione di doverlo chiudere A TUTTI I COSTI in quanto la palla è troppo facile! Può essere si un limite tecnico ma, per me soprattutto, rientra nella tipologia del "braccino psicologico". 
Io perdevo sempre, e dico SEMPRE, con questa tipologia di giocatori finchè (ultime due partite) ho capito che non devo per forza chiuderla li (parliamo di palla medio-alta) ma potevo attaccare e tenermi all'incirca sulla T del servizio (la controbattuta del pallettaro è al 70% una palla alta o lob). Una volèe senza difficoltà chiude il punto. A questo punto subentra si la tecnica, nella misura in cui se non si sa portare una volèe iperfacile allora è giusto perdere! Very Happy.
Io sto provando questa via contro i pallettari: provo qualche vincente sulle loro seconde (sono quasi sempre seconde). Se vedo che non vanno e perdo più di due-tre game cambio verso un attacco più prudente e chiusura a rete (ma senza appiccicarsi, questo per me è abb importante non avendo una buona percentuale sugli smash). Sul tuo servizio, stesso discorso: una buona prima, ti arriva in genere una palla senza peso a metà campo, attacco e volee. 
Insomma, niente fretta! (ma gioco offensivo).

Questo è proprio quello che andavo blaterando.
Pensare di battere il salumiere/pusher a schiaffoni da fondocampo vuol dire già possedere una signora tecnica per permettersi di fare colpi ad alto rischio con una buona % di riuscita.
Invece la soluzione più umana è proprio quella descritta da Antonio: ovvero una soluzione di tipo tattico strategico che richiede "solamente" di sapere chiudere delle volee/smash.

Molto meno rischio, molta meno fatica, molta meno tecnica richiesta che sperare di bucare il tuo avversario da dietro la riga di fondo o dalla terra di nessuno su palla bassa e moscia.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 30.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Ven 7 Ott 2016 - 19:45

... albs... e quando stai andando al campo, il tuo sfidante che sai che è un pallettaro perché ti è stato detto ti dice "ah in struttura non voglio giocare, non si possono fare pallonetti alti"... e, difatti in due set NON MI HA FATTO GIOCARE UNA VOLEE' o SMASH, piuttosto esagerava e finivano lunghe (ma in generale stavano dentro)... la racchetta? un 102 ovviamente...

con questo ho trovato che la sequenza palla profonda e poi palla corta lo metteva in crisi nera, infatti ci va un po' di sensibilità a giocare la corta arrivando di corsa... e poi lui non sapeva ovviamente dove metterla colpendo da sotto il nastro....

... ma qui torniamo sul concetto: ma che ca... di divertimento è? quello di vincere? prox volta nessun problema: se ho tempo mi impegno e me la gioco, se no dopo tre game me ne vado... frega zero, non sono un professionista, ci deve anche essere il divertimento

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum