Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Gio 15 Set 2016 - 17:36

Alura, gioco con un affettatore, fisico scarsino quindi lo faccio correre e vinco... poi gioco con un'altro affettatore fisico esagerato lo spompo al punto che inizia a metterci 1 minuto prima di andare a ricevere o a servire ma alla fine vince lui.... non c'è verso:
- mi annoio, quindi mi distraggo alla velocità della luce
- tendo ad adagiarmi sul suo ritmo quindi abbasso potenza, lunghezza etc.
- quando lo vedo alzare la racchetta di dritto sopra la testa ed affettare l'aria per il solito back ridicolo mi girano... ho voglia di dirgliene 4

La realtà è che NON so che fare: a parte farlo correre e metterla in top... ho capito che soffrono le palle in top un po' veloci, ma come cavolo si colpiscono??? io faccio dei bei top ma devo un po' appoggiarmi... sulle loro non posso... help, I need somebody help uuuuuu

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da albs77 il Gio 15 Set 2016 - 17:48

guarda , io sono tappo e quindi per me è un pelo più complicato, ma se la statura non ti fa difetto, alla prima palla semimorta chip and charge e Volee o smash che sia. Tutta la partita così. Quando ti stufi li chiami a rete e fai tu pallonetto o li passi.

Se non riesci a spingere le palle mosce non credo ci sia altra via che non richieda una tecnica superiore.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da jasper il Gio 15 Set 2016 - 18:48

appunto... unica tecnica è la superiorità, altrimenti è dura!

jasper
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4011
Età : 42
Località : Liguria
Data d'iscrizione : 21.02.10

Profilo giocatore
Località: Genova
Livello: ITR 4.5 - Arrotino monomane
Racchetta: Babolat PA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da kingkongy il Gio 15 Set 2016 - 19:41

Giò, sei forte!
Ti fai le domande alle quali sai già la risposta piatta-piatta....! hehehhehehe
e c'è anche un problema: nell'avatar sei in salto con gli sci in un bel fuoripista estremo. Tutte le volte mi immagino tu che, in pieno agosto, ti presenti in campo con una tuta da Km lanciato e casco a goccia... IMPERDIBILE !!!
Come ti han detto...è come "sciare nell'ora degli stupidi": due del pomeriggio e neve marcia. Prova tu a fare il gallo: ci devi mettere un po' di attenzione, altrimente cadi. Lo stesso con le palle fiacche: devi comprimere per benino, affianchi la palla e ti distendi, spingi tanto con le gambe e punta a rilassarti col busto-spalle e braccio.
Come "sensazione", cerca solo di esser compresso sotto e leggero-veloce sopra.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da ilNovakdellabassa il Ven 16 Set 2016 - 11:10

ennesimo post sempre sul solito problema Smile
la soluzione è sempre la stessa...il problema è tecnico e bisogna imparare ad attaccare le palle morte, altrimenti non c'è speranza di vittoria...
non si deve pensare che il proprio ritmo cala perchè è la testa che si adatta alla velocità dell'altro...è il colpo che cala, perchè non è tecnicamente in grado di generare spinta sulle palle morte al pari di come lo fa contro una palla spinta...l'andare a rete, il giocare così piuttosto che colà sono pagliativi da poco...l'affettatore o il pallettaro che sia vince MERITATAMENTE perchè mette in evidenza i limiti tecnici dell'avvessarsio...l'affettatore o il pallettaro che sia perde MERITATAMENTE perchè di fronte a un giocatore più tecnico non può più contare sui suoi errori e si accorge che non è in grado di fare altro...migliora il tuo livello tecnico e vedrai come sarai contento di beccare un affettatore che ti fornisce solo palle da attaccare Wink

ilNovakdellabassa
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 29
Data d'iscrizione : 05.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da maicolferra il Ven 16 Set 2016 - 15:05

@ilNovakdellabassa ha scritto:ennesimo post sempre sul solito problema Smile
la soluzione è sempre la stessa...il problema è tecnico e bisogna imparare ad attaccare le palle morte, altrimenti non c'è speranza di vittoria...
non si deve pensare che il proprio ritmo cala perchè è la testa che si adatta alla velocità dell'altro...è il colpo che cala, perchè non è tecnicamente in grado di generare spinta sulle palle morte al pari di come lo fa contro una palla spinta...l'andare a rete, il giocare così piuttosto che colà sono pagliativi da poco...l'affettatore o il pallettaro che sia vince MERITATAMENTE perchè mette in evidenza i limiti tecnici dell'avvessarsio...l'affettatore o il pallettaro che sia perde MERITATAMENTE perchè di fronte a un giocatore più tecnico non può più contare sui suoi errori e si accorge che non è in grado di fare altro...migliora il tuo livello tecnico e vedrai come sarai contento di beccare un affettatore che ti fornisce solo palle da attaccare Wink
quoto tutto!

io soffro dello stesso problema ( tanto che tempo fà ho messo un post molto simile con l' aggiunta del mio problema psicologico nei confronti di alcuni episodi che si aggiungono alla frustrazione che deriva dallo sbagliare queste palle morte ) e ho capito che devo solo continuare a migliorare la mia tecnica.

prima mi facevo mille paranoie su cosa fare a livello strategico, davo colpa alla racchetta, alle corde, mi distraevo facilmente dando peso agli episodi e non al mio gioco, determinando la sconfitta senza nemmeno avere la posibilità di giocarmela.
Facevo tutto io insomma... ma erano solo balle.. tutti alibi..
mi sentivo migliore di lui solo perchè ( e questo è un dato di fatto ) i miei colpi sono stilisticamente un poco più belli dei suoi.

dopo averci ragionato molto,sono tornato a vincere per qualche mese.
Da qualche tempo a questa parte perdo sempre(causa anche adattamento alla racchetta nuova e soprattutto ad una condizione fisica precaria per qualche infortunio) ma sto imparando a gestire meglio queste palle a foglia morta, e le sconfitte sono molto più: 

1. utili: imparo molto di più dai miei errori e miglioro
2. dignitose: tempo fà le partite che ora si conccludono sul 7-5 o 6-4 sarebbero finite 6-2 o 6-1
3. non faccio l'errore di ritenere "ridicoli" i suoi colpi: sono più ridicolo io che non sono capace di rispondere a quelle " ridicole mozzarelle senza peso"
4. anche la birra post partita è più piacevole Laughing

il consiglio che ti do, anche se molto difficile da mettere in pratica, è : molla tutto...
rilassati, non stai sicuramente giocando la finale di un master 1000.
gioca solo per migliorarti e non per vincere.
Fate un sacco di palleggio e date molto meno peso alla partita.
Quando la tua tecnica migliorerà a tal punto da rendere davvero inutili le affettate che ti arrivano, lo costringerai a cambiare il suo gioco, e allora li non avrai più problemi.. lo batterai facile.

io non ci sono ancora arrivato ma sento che sono vicino e sono ormai assolutamente convinto di questa cosa..

ciao e buon tennis

maicolferra
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 54
Località : MIlano
Data d'iscrizione : 17.10.11

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: NC
Racchetta: Head Graphene XT Prestige s; Wilson Blade98 16x19

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Andrea Malagoli il Ven 16 Set 2016 - 20:25

@ilNovakdellabassa ha scritto:ennesimo post sempre sul solito problema Smile
la soluzione è sempre la stessa...il problema è tecnico e bisogna imparare ad attaccare le palle morte, altrimenti non c'è speranza di vittoria...
non si deve pensare che il proprio ritmo cala perchè è la testa che si adatta alla velocità dell'altro...è il colpo che cala, perchè non è tecnicamente in grado di generare spinta sulle palle morte al pari di come lo fa contro una palla spinta...l'andare a rete, il giocare così piuttosto che colà sono pagliativi da poco...l'affettatore o il pallettaro che sia vince MERITATAMENTE perchè mette in evidenza i limiti tecnici dell'avvessarsio...l'affettatore o il pallettaro che sia perde MERITATAMENTE perchè di fronte a un giocatore più tecnico non può più contare sui suoi errori e si accorge che non è in grado di fare altro...migliora il tuo livello tecnico e vedrai come sarai contento di beccare un affettatore che ti fornisce solo palle da attaccare Wink
Come non quotare!!

Andrea Malagoli
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 122
Data d'iscrizione : 06.06.16

Profilo giocatore
Località: Bologna
Livello: amatoriale
Racchetta: head graphene xt- pro kennex KI 15 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Mer 21 Set 2016 - 17:32

cioè, io cercavo due consigli, poi in effetti non parlando molto di me è un casino... Ma KK i consigli li ha dati sulla tecnica... applicandoli ne sono venuto abbastanza fuori...
il problema si applica (non solo) a quelli come me che han provato a curare la tecnica, con il risultato che difficile o facile che sia la palle del maestro arriva sempre da potersi appoggiare... cmq va bene...

invece come strategia di approccio sono al buio... avendo poche partite alle spalle uno che non conosco come si affronta? cosa fate nei primi games dopo averlo visto in riscaldamento...?

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Mer 21 Set 2016 - 17:42

ah l'analogia con lo sci.. ebbé ci sta, ma lì sono 39 anni di sci, e quando la neve è molle devi avere due gambe da paura per tirare su le code e non stare sui binari che fai, torsione del busto da paura etc... mi sa che l'analogia è calzante e quindi o hai tecnica da vendere o ti sostieni con il fisico... nello sci per me va bene la prima, nel tennis nessuna delle due... Smile

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da albs77 il Mer 21 Set 2016 - 20:15

@gio2012 ha scritto:cioè, io cercavo due consigli, poi in effetti non parlando molto di me è un casino... Ma KK i consigli li ha dati sulla tecnica... applicandoli ne sono venuto abbastanza fuori...
il problema si applica (non solo) a quelli come me che han provato a curare la tecnica, con il risultato che difficile o facile che sia la palle del maestro arriva sempre da potersi appoggiare... cmq va bene...

invece come strategia di approccio sono al buio... avendo poche partite alle spalle uno che non conosco come si affronta? cosa fate nei primi games dopo averlo visto in riscaldamento...?

La prima cosa da cercare è la costanza. Ti linko un video sul tubo che ho trovato molto utile: https://www.youtube.com/watch?v=-0BZ14Qt6Sc

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gp75 il Gio 22 Set 2016 - 9:43

Scusate ma forse io non ho capito del tutto il problema: si tratta di un affettatore che manda palle tese e che non si alzano da terra (e qui son guai) o un affettatore che rimanda palle morbide, perchè le due cose sono molto diverse.
Con il primo, a livello di 4° categoria sono pochi quelli che riescono atirare fuori un bel gioco per contrattaccare, nel secondo basta allenarsi ad essere aggressivi sulle palle lente.

gp75
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Età : 41
Data d'iscrizione : 25.10.12

Profilo giocatore
Località: dove c'è da giocare
Livello: sempre da migliorare, ora FIT 4.1, ITR sempre 4.0
Racchetta: Babolat Aereoprodrive 2013 e PD Team 2005

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Mar 27 Set 2016 - 21:46

Scusate :
Il video é utile, grazie 
Ma le palle arrivano a mizzega una tesa una molle una in mezzo, poi quelle in mezzo al campo sono un casino... Dove le metti? E poi dove vai? A rete? Arriva  immancabile il pallonetto...

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da kingkongy il Mar 27 Set 2016 - 22:11

Mmmm Giò, ragiona da sciatore palledotato....
Cosa ti fa impazzire dal godimento in una bella discesa? Il ritmo! Ti sembra di danzare sulla neve. Leggero perché potente.
Con il tennis è uguale. Quando l'avversario ti propina un fritto misto sei tu che non devi subire. Se subisci, vai fuori ritmo o, ancor peggio, fuori timing. Fuori timing ("fuori palla") e' quando il gioco avversario "rovina" il ritmo intrinseco del tuo swing. Il disastro. È come se tu distendessi prima di una curva in neve marcia!!! Insomma ti incasini e ti devi fermare prima di farti male.
Col tennis e' proprio lo stesso: a palla moscia di risponde come se dovessi fare la Streiff.... morbidoooooo ma potente. Il ritmo lo devi tenere tu: stessa velocità, stesso tic-tac. Preso il ritmo, spingi. Tecnica o potenza? Tecnica!
Hehehe sei avvantaggiato perché il tuo sport invernale e' molto "tennistico"!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Young.8 il Mar 27 Set 2016 - 22:48

....che cosa brutta...... incontrare chi gioca un tennis "fai da te".... che non ha mai visto l'ombra di un maestro......

A me è capitato però uno che, a suo dire, si presentato dicendo che avrebbe applicavto alla lettera i suggerimenti del maestro....: al primo scambio non credevo a quello che vedevo..... Palla colpita dal basso verso l'alto.... Tutti lob negli scambi da fondo campo!!!!
Ovviamente mi ha innervosito... E mi ha ucciso.... 
Ho fatto tutto io... Lui ha solo buttato la palla di lá....

E alla fine mi voleva anche spiegare dove sbagliavo.....
Che tristezza

Young.8
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 248
Età : 47
Località : Roma
Data d'iscrizione : 25.10.15

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: Sono tornato a scuola
Racchetta: ...negli ultimi 12 mesi, partendo dall'attuale ProKennex QTour 300, ProKennex QTour 295, Donnay GT100, ZUS gialla, Yonex DR98 310, ZUS nera - Wilson blade 104, ProKennex Q5 295, Pure Drive Lite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Andrea Malagoli il Mar 27 Set 2016 - 22:54

Io se perdo mi incazzo con me stesso, mai con l'avversario, se perdo faccio i complimenti al mio avversario e mentre esco dal campo sto già pensando dove posso migliorare

Andrea Malagoli
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 122
Data d'iscrizione : 06.06.16

Profilo giocatore
Località: Bologna
Livello: amatoriale
Racchetta: head graphene xt- pro kennex KI 15 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Young.8 il Mer 28 Set 2016 - 0:15

Esatto...... Infatti ho detto che ho fatto tutto io....
Sono io a non aver saputo trovare contromisure adeguate..... Ho provato anche a rimndargli la stessa identica palla.... Ma dopo tre colpi, non è Tennis....

Anche Chang fece incazzare Lendl con una tattica simile..... 

Naturalmente, onore ai vincitori... Stretta di mano, ma.... I complimenti, la prossima volta....

Young.8
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 248
Età : 47
Località : Roma
Data d'iscrizione : 25.10.15

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: Sono tornato a scuola
Racchetta: ...negli ultimi 12 mesi, partendo dall'attuale ProKennex QTour 300, ProKennex QTour 295, Donnay GT100, ZUS gialla, Yonex DR98 310, ZUS nera - Wilson blade 104, ProKennex Q5 295, Pure Drive Lite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Mer 28 Set 2016 - 9:57

Alura... grazie KK... in effetti con l'affettatore senza ritmo è proprio così: quelli meno esperti come me perdono subito il ritmo dello swing, ci sto lavorando, confermo che le analogie con lo sci ci sono... mi viene da dire che il bravo sciatore sa sciare, l'eccellente sa interpretare il terreno e qui i'eccellente tennista sa interpretare il gioco dell'altro e imporre il suo... 
ho provato due gg fa a rimanere concentratissimo sul colpo fregandomene di cosa arrivava, applicando i consigli di KK... arriva un back? il mio è migliore! arriva un top? il mio è migliore! mi vuoi a rete? le mie volé sono imprendibili.... unica accortezza palle sempre un po' lunghette e angolate contro sta gente che corre non c'è verso: devo farli correre di più... quindi ho vinto

è chiaro che è una rottura di palle pensare che sto spendendo dei soldi per una partitella con uno che non ha una tecnica e non mi fa un vincente non mi fa una voleé non sa fare un lungo linea.... cioè, ti viene da non giocare.

una nota sulle palle corte... contro sta gente sono molto utili, no?

KK... "sono uno sciatore palledotato..." .. fa scassare dal ridere... hihihi

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gp75 il Mer 28 Set 2016 - 14:00

"è chiaro che è una rottura di palle pensare che sto spendendo dei soldi per una partitella con uno che non ha una tecnica e non mi fa un vincente non mi fa una voleé non sa fare un lungo linea.... cioè, ti viene da non giocare."
Scasa ma io sono di idea diversa, non sono mai soldi buttati se giochi conto uno che ti mette in difficoltà.
Al mio livello, anche nei tornei, trovare gente che mi fa parecchi vincenti, che viene a rete è come trovare la mosca bianca.
La tecnica poi: se uno ti rimanda la palla senza ritmo ecc. e tu non riesci a predominare il problema è solo tuo.
Se ti facessi vedere il mio abituale compagno di gioco mentre pallaggiamo diresti wow che giocatore....poi facciamo la partitella e dopo due palle spinte in top se gli mando una "mozzarella" lui 90% la sbaglia. Poi se uso il back è morto.
Per me bisogna saper colpire qualsiasi tipo di palla e non c'è megliior allenamento che cambiare spesso avversari.

gp75
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Età : 41
Data d'iscrizione : 25.10.12

Profilo giocatore
Località: dove c'è da giocare
Livello: sempre da migliorare, ora FIT 4.1, ITR sempre 4.0
Racchetta: Babolat Aereoprodrive 2013 e PD Team 2005

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Mer 28 Set 2016 - 14:42

gp75... saper vincere è una vicenda, divertirsi ed eventualmente perdere era il punto chiave della comunicazione fatta in precedenza.... quindi... "Scasa ma io sono di idea diversa" non è calzante... grazie di quello che hai aggiunto, ad ogni modo... ciao!

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da albs77 il Mer 28 Set 2016 - 15:16

E' normale non divertirsi. Tu ti stai impegnando a giocare nel miglior modo possibile, con un idea a monte che punta ad anteporre il lungo termine al risultato a breve termine.
Dall'altra parte della rete hai invece qualcuno che invece la pensa esattamente al contrario: a costo di non divertirsi a sua volta antepone il suo percorso di crescita tennistico al risultato contingente.
Preferisce batterti applicando un gioco inguardabile e senza alcun senso tattico sapendo che nella maggior parte dei casi sarà l'avversario a battersi da solo.
La cosa che secondo me da fastidio è ciò che comunica questo atteggiamento: il tuo avversario ti sta praticamente dicendo in faccia che non sei abbastanza bravo da metterlo in difficoltà.

Il problema è che ha ragione e questo è fonte di grande frustrazione.

L'affettatore ha ben capito che spesso non serve fare molto  di più per portare a casa la partita.

Poi ribadisco quello che ho sempre pensato: I pallettari/affettatori sono "mostri" partoriti dal menefreghismo dei maestri di tennis.
Voglio dire: tutti sanno che in quarta categoria la bestia nera per chiunque è il pallettaro/affettatore.
I forum sono strapieni di gente che ci sbatte il naso contro.
Nonostante questa diffusione, quasi fosse una malattia, nessuno prende seri provvedimenti in merito, il che è assurdo non vi pare?

Se io fossi un maestro di tennis e avessi degli allievi che si affacciano al mondo dell'agonismo, 8a qualuqnue età) la prima cosa che farei sarebbe allenarli a battere questo tipo di giocatori, perchè so che sarebbero un grosso scoglio.

Quindi volee, smash, attacchi, discese a rete , angoli stretti, palle corte e tutto quello che serve a livello tattico e pure mentale per uscirne vittoriosi.

Invece lo zero assoluto: soliti fondamentali da fondocampo. Hai voglia a battere l'affettatore da fondocampo, vuol dire che sei nettamente superiore e quindi grazie al ca###.

Io ad esempio ho dovuto chiedere esplicitamente ai maestri della zona di insegnare/allenarmi su:
chiudere palle morte a metà campo, - imparare a chiudere i punti a rete con volee definitive, attaccare per ottenere uno smash e ancora ho problemi. Figuriamoci se non l'avessi fatto.

Ma se non avessi chiesto niente, nessuno si sarebbe preoccupato di darmi gli strumenti necessari.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da gio2012 il Mer 28 Set 2016 - 15:37

alura, ho la stessa esperienza di albs... ho divuto chiedere esplicitamente ma il maestro ci teneva al colpo perfetto etc...

... non vorrei aver dato un'impressione sbagliata... il mio pensiero è che ognuno gioca come vuole, ci mancherebbe... se a loro piace giovarsi di quel gioco nessun problema... è che non ne trovano tanti che vogliano giocarci insieme hihihi

contro gli affetta tutto o pallettari... quelli che ho incontrato io hanno tutti la stessa caratteristica: sono fisicamente molto ben messi e bisogna fare molta attenzione con il maestro: un conto è colpire una mare di palle spostandosi pochissimo un'altro in partita... e tipicamente questi fanno moltissime partite e poche lezioni...

la ricetta dal thread e recenti vittorie: gran tecnica, con attenzione ad esagerare i movimenti sulle palle "morte" e gra lavoro di fisico... appena ne batto un'altro vi faccio sapere...

grazie dei consigli, e albs77 che ci vuoi fare, è sempre tutto lasciato al caso ed alla buona volontà....

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Veterano il Mer 28 Set 2016 - 17:01

@albs77 ha scritto:E' normale non divertirsi. Tu ti stai impegnando a giocare nel miglior modo possibile, con un idea a monte che punta ad anteporre il lungo termine al risultato a breve termine.
Dall'altra parte della rete hai invece qualcuno che invece la pensa esattamente al contrario: a costo di non divertirsi a sua volta antepone il suo percorso di crescita tennistico al risultato contingente.
Preferisce batterti applicando un gioco inguardabile e senza alcun senso tattico sapendo che nella maggior parte dei casi sarà l'avversario a battersi da solo.
La cosa che secondo me da fastidio è ciò che comunica questo atteggiamento: il tuo avversario ti sta praticamente dicendo in faccia che non sei abbastanza bravo da metterlo in difficoltà.

Il problema è che ha ragione e questo è fonte di grande frustrazione.

L'affettatore ha ben capito che spesso non serve fare molto  di più per portare a casa la partita.

Poi ribadisco quello che ho sempre pensato: I pallettari/affettatori sono "mostri" partoriti dal menefreghismo dei maestri di tennis.
Voglio dire: tutti sanno che in quarta categoria la bestia nera per chiunque è il pallettaro/affettatore.
I forum sono strapieni di gente che ci sbatte il naso contro.
Nonostante questa diffusione, quasi fosse una malattia, nessuno prende seri provvedimenti in merito, il che è assurdo non vi pare?

Se io fossi un maestro di tennis e avessi degli allievi che si affacciano al mondo dell'agonismo, 8a qualuqnue età) la prima cosa che farei sarebbe allenarli a battere questo tipo di giocatori, perchè so che sarebbero un grosso scoglio.

Quindi volee, smash, attacchi, discese a rete , angoli stretti, palle corte e tutto quello che serve a livello tattico e pure mentale per uscirne vittoriosi.

Invece lo zero assoluto: soliti fondamentali da fondocampo. Hai voglia a battere l'affettatore da fondocampo, vuol dire che sei nettamente superiore e quindi grazie al ca###.

Io ad esempio ho dovuto chiedere esplicitamente ai maestri della zona di insegnare/allenarmi su:
chiudere palle morte a metà campo, - imparare a chiudere i punti a rete con volee definitive, attaccare per ottenere uno smash e ancora ho problemi. Figuriamoci se non l'avessi fatto.

Ma se non avessi chiesto niente, nessuno si sarebbe preoccupato di darmi gli strumenti necessari.
be pero scusa albs se non lavori sui fondamentali dove devi lavorare.........l'affettatore gioca in quel modo perche' gli si permette di farlo oppure perche' e' a un livello tale che puo permettersi di farlo...ma in queste categorie non mi sembra proprio.....sono i fondamentali che ti insegnao a spingere e a non pichiare,se mi gioca affettando e  mi batte e perche' non ho ancora dei fondamentali solidi..ma li non si parla di discese a rete o di cose astrofisiche......se ho un bella palla arrotata e profonda l'affettatore me lo mangio in isalata.....chiaro che poi in quarta tutto vale.....
Gio una cosa e 'divertirsi una cosa e vincere....e a volte si vince anche senza divertirsi...almeno quando si fanno i tornei.........poi percarita' ognuno ha la propria concenzione di gioco.....l'importante e che si faccia qualcosa per svagarsi.....ma se il fine e solo divertirsi dal mio punto di vista e meglio evitare i tornei,trovare un amico predersi a palla te di santa ragione e quello che  e' stato e' stato....

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da albs77 il Mer 28 Set 2016 - 18:09

@Veterano ha scritto:
@albs77 ha scritto:E' normale non divertirsi. Tu ti stai impegnando a giocare nel miglior modo possibile, con un idea a monte che punta ad anteporre il lungo termine al risultato a breve termine.
Dall'altra parte della rete hai invece qualcuno che invece la pensa esattamente al contrario: a costo di non divertirsi a sua volta antepone il suo percorso di crescita tennistico al risultato contingente.
Preferisce batterti applicando un gioco inguardabile e senza alcun senso tattico sapendo che nella maggior parte dei casi sarà l'avversario a battersi da solo.
La cosa che secondo me da fastidio è ciò che comunica questo atteggiamento: il tuo avversario ti sta praticamente dicendo in faccia che non sei abbastanza bravo da metterlo in difficoltà.

Il problema è che ha ragione e questo è fonte di grande frustrazione.

L'affettatore ha ben capito che spesso non serve fare molto  di più per portare a casa la partita.

Poi ribadisco quello che ho sempre pensato: I pallettari/affettatori sono "mostri" partoriti dal menefreghismo dei maestri di tennis.
Voglio dire: tutti sanno che in quarta categoria la bestia nera per chiunque è il pallettaro/affettatore.
I forum sono strapieni di gente che ci sbatte il naso contro.
Nonostante questa diffusione, quasi fosse una malattia, nessuno prende seri provvedimenti in merito, il che è assurdo non vi pare?

Se io fossi un maestro di tennis e avessi degli allievi che si affacciano al mondo dell'agonismo, 8a qualuqnue età) la prima cosa che farei sarebbe allenarli a battere questo tipo di giocatori, perchè so che sarebbero un grosso scoglio.

Quindi volee, smash, attacchi, discese a rete , angoli stretti, palle corte e tutto quello che serve a livello tattico e pure mentale per uscirne vittoriosi.

Invece lo zero assoluto: soliti fondamentali da fondocampo. Hai voglia a battere l'affettatore da fondocampo, vuol dire che sei nettamente superiore e quindi grazie al ca###.

Io ad esempio ho dovuto chiedere esplicitamente ai maestri della zona di insegnare/allenarmi su:
chiudere palle morte a metà campo, - imparare a chiudere i punti a rete con volee definitive, attaccare per ottenere uno smash e ancora ho problemi. Figuriamoci se non l'avessi fatto.

Ma se non avessi chiesto niente, nessuno si sarebbe preoccupato di darmi gli strumenti necessari.
be pero scusa albs se non lavori sui fondamentali dove devi lavorare.........l'affettatore gioca in quel modo perche' gli si permette di farlo oppure perche' e' a un livello tale che puo permettersi di farlo...ma in queste categorie non mi sembra proprio.....sono i fondamentali che ti insegnao a spingere e a non pichiare,se mi gioca affettando e  mi batte e perche' non ho ancora dei fondamentali solidi..ma li non si parla di discese a rete o di cose astrofisiche......se ho un bella palla arrotata e profonda l'affettatore me lo mangio in isalata.....chiaro che poi in quarta tutto vale.....
Gio una cosa e 'divertirsi una cosa e vincere....e a volte si vince anche senza divertirsi...almeno quando si fanno i tornei.........poi percarita' ognuno ha la propria concenzione di gioco.....l'importante e che si faccia qualcosa per svagarsi.....ma se il fine e solo divertirsi dal mio punto di vista e meglio evitare i tornei,trovare un amico predersi a palla te di santa ragione e quello che  e' stato e' stato....

Non so come la pensi te VET, ma per me volee ,smash farebbero parte dei colpi fondamentali.... non sto mica parlando di colpi fantomatici ma di uno smash base, di una volee di chiusura e di un dritto di attacco , bagaglio che chiunque che fa agonismo dovrebbe avere e invece quasi sempre non ha solido perchè quasi nessuno da importanza a questi fondamentali.

Stare a remare con un pallettaro e fare il suo gioco per me non è il modo giusto per affrontare la partita, poi magari mi sbaglierò.
Mi sembra la stessa cosa che incaponirsi sulla diagonale di dritto contro uno che ha il dritto migliore del tuo, quando magari sulla diagonale di rovescio non riesce a tenere 3 scambi.

Ovvio che se i miei fondamentali sono assolutamente migliori dei suoi lo buco a ogni colpo, ma è un pò assurdo il concetto che io debba essere nettamente più superiore del mio avversario per portare a casa la partita. 

Voglio dire che di la mica c'è uno che non sa  proprio giocare... spesso sanno giocare ma non vogliono.
Esempio mia ultima partita contro 4.3 pallettaro doc ,che sapeva giocare e pure attaccare a rete all'occorrenza, ma che ad ogni palle sul suo dritto rispondeva con candelotto, ad ogni palla sul suo rovescio rispondeva con un back corto che ti obbligava a giocare nella terra di nessuno.

Ora ditemi quello che volete, ma pensare di battere uno così a topponi da fondocampo a me pare un suicidio e presuppone anche una situazione atletica non standard.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da Veterano il Mer 28 Set 2016 - 20:31

Albs ora non so che maestri hai avuto la sfortuna di incontrare,ma la base del gioco e' il fondo campo.Il servizio e la risposta vanno allenati tanto quanto si allena il dritto ed il rovescio,come ovviamente vole e smash........detto questo dipendendo da quanto ti alleni alla settimana e da quali siano le tue condizione tecniche si puo fare un programma specifico.....
Ora capisco lo sfogo ma io il maestro lo facccio veramente,e leggendo tanti post a volte mi viene voglia di rispondere,non solo dal punto di vista di chi viene allenato ma di chi allena.
E per la maggior parte delle volte mi dispiace dirlo ma ce una visione distorta su quello che  il maestro dovrebbe o no fare.....sto parlando di chi ovviamente lavora seriamente.
Nella mia carriera ne ho viste e sentite di tutti i colori, e continuo a vederne e a sentirne....e piu vado avanti e piu mi accorgo che non ce peggior cieco o sordo di chi non vuole sentire e vedere.
Il tutto dipende da molti fattori e sopratutto di trovare un maestro onesto e preparato.......ma anche qua per esperienza a volte per il cliente questo non basta.....solo pochi giorni fa ho dovuto discutere con un cliente che aveva un servizio inguardabile,che ha un certo punto mi ha chiesto se sapessi cosa stavo dicendo perche no mi ha mai ascoltato e fatto cosa le dicevo di fare e ovviamente le riusciva la stessa mierda.....e a quel punto visto che erano un paio di giorni che cercavo mettendoci tutto l'impegno di fargli
fare un movimiento accettabile di mettersi a rispondere al mio servizio.....dopo di che mutismo assoluto.....ma io mi chiedo vieni da me spendi dei bei soldini sai in che posto lavoro dove bene o male il livello dei Coach e abbastanzo alto o comunque di buon livello e mi chiedi se so di cosa sto parlando.....o hai fumato crack oppure di base credi che tutti ti dicano fregnacce......ma questa e solo una di tante....percio' se fai un ora alla settimana e vedo che stai a mala pena in piedi con il dritto e con il rovescio,tu pensi che sia utile che ti insegni ad andare a rete.....io non ho dubbi sul cosa fare.....ma ce chi lo capisce e ce chi invece no....e poi arrivi al punto che dici.....bene facciamo quello che vuoi tu tanto sei tu che paghi.... o se no lasciami lavorare e se entro un mese non vedi i risultati fai come vuoi......
Ecco il mese passa ed i risultati possono arrivare o meno....si posso vedere o meno,e non e' sempre colpa del maestro,perche' in un mese con un ora di tennis non si puo far diventare solido un giocatore che prima di incominciare sapeva a mala pena tirare tre palle dall altra parte del campo in un punto non ben preciso.....Ci sono degli step da seguire ,ma bisogna sapere bene quello che si puo' e si vuole raggiungere,a livelli di tempo e soldi spesi.....e ovviamente anche di impegno....
Niente contro di te ci mancherebe il mio e' un discorso generico.
IL tuo discorso del 4.3 scusami se te lo dico...ma lascia veramente il tempo che trova,non prenderla a male mi raccomando,perche', e scusami di nuovo,con tutto il rispetto per tutti i giocatori di tennis,un 4,3 per me e' uno che nel modo del tennis sta appena incominciando a capire come si tiene in mano una racchetta....percio' questi candelotti e queste smorzate sei tu che gli li fai giocare,oppure e' un ex classificato ex terza che con te fa un po quello che vuole...non basarti mai sulla categoria o sulla classifica...per quello che mi incavolo quando sento dire e ma in quarta basta quello,,,, e ma in seconda si fa quello e ma i pro fanno quello.....il tennis e' uno solo e si gioca in un certo modo,non ci sono distinzioni di categorie,poi ce chi lo sa giocare meglio o peggio....ma non parliamo di categorie....perche' quello che  in quarta ti basta oggi, domani in terza non ti serve piu', lo stesso vale in seconda anche per non parlare dei pro.....cosa fa un 3,1 per battere un 4.1 almeno che non sia la sua caratteristica quella di giocare in attacco,e li e' un altro discorso...lo batte con i fondamentali.....cioe palla piu' pesante,piu continuita e pochi errori,a rete non ha neanche bisogno di andarci,e tra un 4.1 ed un 3.1 non e che ci sia un abisso tecnico a volte........magari ce solo una palla meno pesante o dei colpi meno pesanti ed un gioco fatto di piu' errori......ad un certo ritmo e velocita' di palla.Conosco dei 4.1 che potrebbero diventare anche dei buoni seconda in breve tempo,tecnicamente sono a posto ma non sono abituati a tenere certi ritmi di gioco,che non significa solo velocita,di palla,ma pesantezza e pochi errori......tradotto in poche parole non sono in grado di sostenere degli scambi lunghi ad un ritmo e pesantezza di palla al quale non sono abituati...ma ne avrebbero le possibilta'.......
Non pensare alle categorie il tennis vero non incomincia nemmeno dalla terza....io piu' che alle classifiche penserei a migliorare...l'avversario lascia il tempo che trova.....e forse trovato un buon maestro fidarsi anche un po...
Saludos e buon tennis

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vecchia storia "l'affettatutto", solita sconfitta.... che palle

Messaggio Da drichichi@alice.it il Mer 28 Set 2016 - 23:06

@kingkongy ha scritto:Mmmm Giò, ragiona da sciatore palledotato....
Cosa ti fa impazzire dal godimento in una bella discesa? Il ritmo! Ti sembra di danzare sulla neve. Leggero perché potente.
Con il tennis è uguale. Quando l'avversario ti propina un fritto misto sei tu che non devi subire. Se subisci, vai fuori ritmo o, ancor peggio, fuori timing. Fuori timing ("fuori palla") e' quando il gioco avversario "rovina" il ritmo intrinseco del tuo swing. Il disastro. È come se tu distendessi prima di una curva in neve marcia!!! Insomma ti incasini e ti devi fermare prima di farti male.
Col tennis e' proprio lo stesso: a palla moscia di risponde come se dovessi fare la Streiff.... morbidoooooo ma potente. Il ritmo lo devi tenere tu: stessa velocità, stesso tic-tac. Preso il ritmo, spingi. Tecnica o potenza? Tecnica!
Hehehe sei avvantaggiato perché il tuo sport invernale e' molto "tennistico"!
Grande KK

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5541
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum